Messaggini Yahoo! nelle imprese

Il portalone firma la sua prima soluzione di instant messaging e videoconferenza pensata per il mondo aziendale, per tentare di rivaleggiare con AOL e Microsoft


Los Angeles (USA) – Da tempo una realtà nel mondo professionale e aziendale, gli sparamessaggini che si sono diffusi in milioni di esemplari tra gli utenti internet costituiscono ormai il nuovo fronte della competizione tra i grandi produttori. Dopo le mosse di Microsoft e America Online, che hanno portato l’instant messaging nelle imprese, ci prova anche Yahoo!

Nei giorni scorsi il portalone made in USA ha lanciato un sistema di instant messaging aziendale, denominato Yahoo! Business Messenger, che include il software di videoconferenza WebEx.

La nuova soluzione di Yahoo, che adotta anche alcune tecnologie di criptazione e di sicurezza di VeriSign , si rivolge a quelle aziende che vogliano offrire ai propri dipendenti la possibilità di comunicare fra loro in tempo reale senza però esporli a tutti i rischi che comporta l’utilizzo delle reti pubbliche di messaggistica istantanea.

Yahoo! vende il proprio servizio attraverso un abbonamento annuale il cui prezzo dipende dal numero di utenti che, all’interno dell’azienda, si connettono al suo network. Il costo delle funzionalità fornite da WebEx viene invece conteggiato in base ai minuti d’utilizzo del servizio.

Al contrario della piattaforma fornita da Microsoft, e similmente invece a quella di AOL, il server di Yahoo! Business Messenger supporta altre piattaforme oltre a Windows, fra cui Linux e Solaris . Il client, almeno per il momento, gira però solo sul sistema operativo del big di Redmond.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OT curiosità su licenze UMTS
    Qualcuno sa che fine ha fatto la licenza che aveva BLU? anche IPSE aveva una licenza o sbaglio? se ce l'aveva, che fine ha fatto anche quella?
    • Anonimo scrive:
      Re: OT curiosità su licenze UMTS
      Blu non aveva preso una licenza UMTS si era ritirata dall'asta facendo pure perdere un sacco di soldi allo stato italiano.
      • Anonimo scrive:
        Re: OT curiosità su licenze UMTS
        veramente non ha fatto perdere propio nulla.lo stato pensava di farsi un pacco di soldi facendo battagliare le compagnie al rilancio, e così è stato, quando la base d'asta ha raggiunto una certa cifra blu ha si è ritirata perche era troppo alta per le sue finanze. tutto qui.
        • Anonimo scrive:
          Re: OT curiosità su licenze UMTS
          - Scritto da: Anonimo
          veramente non ha fatto perdere propio nulla.
          lo stato pensava di farsi un pacco di soldi
          facendo battagliare le compagnie al
          rilancio, e così è stato, quando la base
          d'asta ha raggiunto una certa cifra blu ha
          si è ritirata perche era troppo alta per le
          sue finanze. tutto qui.Sembri quasi serio quando dici 'ste barzellette.
          • Anonimo scrive:
            Re: OT curiosità su licenze UMTS
            Vedrai che ridere quando l'UMTS si rivelerà un flop e le compagnie per non fallire vorranno indietro i loro soldini!Poi ci dirai.
        • realknip scrive:
          Re: OT curiosità su licenze UMTS
          al di la della correttezza o meno di blu in effetti il prezzo delle licenze era vergognosamente alto secondo me. Questo non fa altro che limitare lo sviluppo della tecnologia ...
          • Anonimo scrive:
            Re: OT curiosità su licenze UMTS
            - Scritto da: realknip
            al di la della correttezza o meno di blu in
            effetti il prezzo delle licenze era
            vergognosamente alto secondo me. Questo non
            fa altro che limitare lo sviluppo della
            tecnologia ...Infatti é proprio quello che sta accadendo oggi: infatti nonostante siano passati oramai quasi quattro anni dell'UMTS ancora non se ne vede nemmeno l'ombra, fatta eccezione per gli "eroi" di H3G che hanno si lanciato i loro servizi 3g in italia, ma a costi proibitivi e comunque, da quello che ho letto nei forum specaializzati, non sempre giustificabili con l'effettiva qualità del servizio.
Chiudi i commenti