Microsoft brevetta un pezzo di IM

Aggiudicato il brevetto su una funzione di instant messaging utilizzata da tutti gli sparamessaggini. Ma con Yahoo! e AOL la guerra è fredda
Aggiudicato il brevetto su una funzione di instant messaging utilizzata da tutti gli sparamessaggini. Ma con Yahoo! e AOL la guerra è fredda


Redmond (USA) – Microsoft ha brevettato un “sistema per monitorare l’attività dell’utente in una sessione di instant messaging su di una rete di computer” che, tradotto in parole povere, descrive quella funzione di MSN Messenger che fa sapere agli utenti se i propri interlocutori gli stanno scrivendo un messaggio.

Questa funzione, piuttosto banale, non fa altro che verificare se un utente, entro un certo intervallo di tempo (in genere brevissimo), ha utilizzato la tastiera per scrivere all’interno della finestra di chat: se lo ha fatto il client notificherà al destinatario qualcosa del tipo “Tizio sta componendo un messaggio”.

Il brevetto, registrato presso l’U.S. Patent and Trademark Office con il numero 6.631.412 , potrebbe dare a Microsoft una nuova arma nella battaglia per la conquista del mercato dell’instant messaging, mercato che, come noto, si è ormai esteso al lucroso segmento aziendale.

La funzione brevettata dal big di Redmond si trova implementata, oltre che nei propri client, anche negli sparamessaggini delle rivali America Online e Yahoo! . Nonostante questo, gli analisti sostengono che difficilmente Microsoft brandirà la sua nuova proprietà contro la concorrenza: quella fra Microsoft, AOL e Yahoo! è infatti una sorta di guerra fredda basata su equilibri che nessuno dei tre colossi sembra intenzionato a rompere. La conferma di ciò è data anche dalla scelta di AOL di tenere nel cassetto il proprio brevetto sull’instant messaging che le è stato riconosciuto verso la fine dello scorso anno.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 10 2003
Link copiato negli appunti