Microsoft brevetta un suo XML

Il colosso del software ha richiesto la registrazione di un brevetto che copre alcuni aspetti del formato XML utilizzato in Office 2003, in particolare quelli legati all'interoperabilità con altre applicazioni


Roma – In Nuova Zelanda e in Europa Microsoft ha richiesto la registrazione di un brevetto che, secondo alcuni, potrebbe impedire alle applicazioni di terze parti di aprire i documenti salvati con Office 2003.

L’invenzione, sottoposta allo European Patent Office il 24 aprile 2003, contempla alcuni metodi per “fornire un documento di word-processing in un formato XML nativo che possa essere compreso da un’applicazione che supporta XML o che consenta ad un’altra applicazione o servizio di creare un documento in XML così che l’applicazione di word-processing lo possa aprire come se fosse uno dei suoi documenti”.

Microsoft sta apparentemente tentando di proteggere la proprietà di quei metodi che permettono alle applicazioni di terze parti, come OpenOffice o WordPerfect, di interpretare il dialetto, o schema, di XML utilizzato da Microsoft in Office Word 2003. Una mossa che, secondo alcuni, appare in contrasto con quella politica d’apertura che, verso la fine del 2003, ha portato Microsoft a rendere disponibili i propri schemi XML su Internet con una licenza libera da royalty.

Microsoft afferma però che le due decisioni non sono fra loro in contraddizione.

“Mentre lo standard XML è di per sé gratuito, nulla preclude ad un’azienda di brevettare una specifica implementazione software che includa elementi di XML”, ha affermato il portavoce di Microsoft Mark Martin. “La presenza di questo brevetto in Nuova Zelanda (e Unione Europea, N.d.R.) non va a modificare in nessun modo l’impegno attraverso cui Microsoft ha aperto i propri schemi XML”.

Martin ha poi aggiunto che non avrebbe senso per Microsoft bloccare o intralciare lo sviluppo di uno standard, XML, che “ha attivamente contribuito a far nascere e promuovere”.

La comunità open source rimane però scettica.

“Un volta ottenuta la registrazione di questo brevetto Microsoft guadagnerà esattamente quel tipo di controllo che il Governo sta tentando di annullare”, si legge in commento apparso sul sito della New Zealand Open Source Society (NZOSS). “E’ difficile capire il motivo per cui una qualsiasi azienda dovrebbe decidere di brevettare un formato di file se il suo reale desiderio è quello di rendere possibile una vera interoperabilità”.

Il NZOSS suggerisce poi la possibilità che Microsoft stia tentando di rendere le proprie licenze royalty-free in qualche modo incompatibili con il software GPL. Microsoft non ha tuttavia mai fatto cenno a restrizioni di tal genere e, presso il recente LinuxWorld Expo, ha anzi confermato il proprio impegno nel proseguire la strada dell’interoperabilità. Un impegno a cui lo stesso big di Redmond mette però dei paletti.

“Se ottenere l’interoperabilità significa dover esporre pubblicamente una parte rilevante delle nostre proprietà intellettuali, – ha commentato presso il LinuxWorld Martin Taylor, general manager for platform strategies di Microsoft – dovremo valutare se, per noi, questa sia la cosa più giusta da fare oppure no”.

Negli scorsi giorni Microsoft ha annunciato una revisione dei suoi contratti di licenza relativi ad alcuni protocolli di comunicazione utilizzati in Windows 2000 e XP. Queste modifiche, che ottemperano ad alcune delle richieste fatte dal Dipartimento di Giustizia americano in seno al processo antitrust, dovrebbero facilitare l’accesso delle terze parti ad alcune delle tecnologie di Windows che sono necessarie per sviluppare applicazioni interoperabili via rete con questo sistema operativo.

Con il varo del suo nuovo Microsoft Communications Protocol Program (MCPP), il big di Redmond ha spiegato di aver concesso in licenza un più vasto insieme di protocolli, di cui una ventina liberi da royalty e scaricabili dal sito MSDN.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Protezione?? AHAHAH
    Ma scusate tanto.Se i CD con le protezioni sono dotati di doppia sessione (la 1° CD audio tradizionale per poterla leggere con un qualsiasi CD Player, e la 2° protetta con tecnologie anticopia ecc..) Ci prendono per stupidi? Possedento un qualsiasi PC e un qualsiasi programma che possa estrarre le sessioni in modo passivo,dove sta il problema?? Copio la 1° sessione e la masterizzo su un CD-R e woilà! COPIA EFETTUATA! Ma dai...stare lì a decriptare WMA e altre protezioni...ma dai...ci prendono per scemi??? Poi io cmq rimango sempre dell' idea: Quello che posso sentire lo posso copiare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Protezione?? AHAHAH

      Poi io cmq rimango sempre dell' idea: Quello
      che posso sentire lo posso copiare...Esatto!Fino a che la Micro$oft non ci installa un codec proprietario nel cervello... a quel punto siamo fottuti... :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Protezione?? AHAHAH
        Caspita! Bella QUESTA!! HAHAAH..pensa,magari lo stato impone durante la gravidanza alle mamme di nutrirsi di RFID in modo che i figli nascano con CHIP incorporati nel cervello (e i CODEC o altro vengano lì conservati). AHAHA...MA!! Chissa dove andiamo a finire.
  • Anonimo scrive:
    Protezioni: 30 anni di hacking
    A da anni ormai che vengono bypassate , crackkata , dissasemblate e continuoano a costruirle , hanno provato di tutto da cd coi buchi alla tracce spacca pc , NON HANNO ANCORA CAPITO CHE SIAMO ESSERI CON UN CERVELLO ??? Comunque fate fate pure protezioni (come l'ultimo album di DIDO) che tanto io non li compro .Programmatore che alla fine pensa che il miglior programma sia quello con l'istruzione NOP .
  • paulatz scrive:
    Protezioni...
    ATTENZIONE!!Questo CD è protetto contro la copia e contro l'estrazione in formati digitali compressi (mp3, ogg, flacc) o formati digitali scadenti (wma).Per motivi di budget la tecnologia di protezione non è stata implementata, si prega pertanto di premere CTRL-ALT-CANC ogni qualvolta si cerca di fare una delle operazioni vietate.--Per quello che funzionano tanto vale che ci mettessero un protezione così. (linux)
    • avvelenato scrive:
      Re: Protezioni...
      - Scritto da: paulatz
      ATTENZIONE!!
      Questo CD è protetto contro la copia
      e contro l'estrazione in formati digitali
      compressi (mp3, ogg, flacc) o formati
      digitali scadenti (wma).
      Per motivi di budget la tecnologia di
      protezione non è stata implementata,
      si prega pertanto di premere CTRL-ALT-CANC
      ogni qualvolta si cerca di fare una delle
      operazioni vietate.

      --
      Per quello che funzionano tanto vale che ci
      mettessero un protezione così.
      (linux)vedi la protezione implementata sul cd di "Frankie HI-nrg" Attenzione! Questo disco e' protetto dal sofisticato sistemaantipirateria "MacumbaTron". Ogni tentativo di duplicazione puo'provocare:- vertigini- sanguisughe- senso di inadeguatezza- sommosse popolari- peluria in eccesso- combustione spontanea lol!
      • The FoX scrive:
        [OT]Re: Protezioni...
        - Scritto da: avvelenato
        vedi la protezione implementata sul cd di
        "Frankie HI-nrg"

        Attenzione! Questo disco e' protetto dal
        sofisticato sistema
        antipirateria "MacumbaTron". Ogni tentativo
        di duplicazione puo'
        provocare:
        - vertigini
        - sanguisughe
        - senso di inadeguatezza
        - sommosse popolari
        - peluria in eccesso
        - combustione spontanea ROTFL!!!Non per niente e' uno dei pochi cantautori intelligenti rimasti sul mercato...
  • bacarozz83 scrive:
    questa è proprio
  • pikappa scrive:
    le copie?
    ok è sempre una str... ma è meglio che niente, qualche domanda soltanto:Posso convertirlo in mp3 per poterlo usare nel mio lettore che NON è in grado di leggere i wma o devo comprarmi un lettore in grado di leggere i wma?Posso leggere questi wma usando tool non M$? es sotto linux con Mplayer o sono ESCLUSIVAMENTE fruibili con Windows Media Player?Me li posso masterizzare come tracce audio?risolvendo tutti i problemi sopra riportati?
    • avvelenato scrive:
      Re: le copie?
      - Scritto da: pikappa
      ok è sempre una str... ma è
      meglio che niente, qualche domanda soltanto:
      Posso convertirlo in mp3 per poterlo usare
      nel mio lettore che NON è in grado di
      leggere i wma o devo comprarmi un lettore in
      grado di leggere i wma?non credo, forse solo un numero di volte limitato
      Posso leggere questi wma usando tool non M$?
      es sotto linux con Mplayer o sono
      ESCLUSIVAMENTE fruibili con Windows Media
      Player?la seconda
      Me li posso masterizzare come tracce
      audio?risolvendo tutti i problemi sopra
      riportati?non credo, forse solo solo un numero limitato di volte.
      • Anonimo scrive:
        Re: le copie?


        Me li posso masterizzare come tracce

        audio?risolvendo tutti i problemi sopra

        riportati?

        non credo, forse solo solo un numero
        limitato di volte.ne basta una... poi quando hai il wav fai quello che vuoi
    • Anonimo scrive:
      Re: le copie?
      - Scritto da: pikappa
      Posso convertirlo in mp3 per poterlo usare
      nel mio lettore che NON è in grado di
      leggere i wma o devo comprarmi un lettore in
      grado di leggere i wma?tempo una settimana e si supera questa protezione
      Posso leggere questi wma usando tool non M$?
      es sotto linux con Mplayer o sono
      ESCLUSIVAMENTE fruibili con Windows Media
      Player?basta installare i codec e ascolti tranquillamente i wma sotto mplayer
      Me li posso masterizzare come tracce
      audio?risolvendo tutti i problemi sopra
      riportati?si vedi sopra
  • non registrato scrive:
    Uau, la product activation musicale?
    domandare a Microsoft a chi ha rotto più le scatole, agli acquirenti onesti o ai "pirata"...
    • avvelenato scrive:
      Re: Uau, la product activation musicale?
      - Scritto da: non registrato
      domandare a Microsoft a chi ha rotto
      più le scatole, agli acquirenti
      onesti o ai "pirata"...chi ha capacità tecniche si sente in dovere di superare queste porcate che alzano solo il prezzo e abbassano la fruibilità.loro lo sanno che questa è la strada della guerra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Uau, la product activation musicale?
        - Scritto da: avvelenato
        loro lo sanno che questa è la strada
        della guerra.L'unico modo di vincere e' non comprare.
Chiudi i commenti