Microsoft: conquisteremo ricerca e blog

Il big di Redmond ammette di avere ancora molto da fare ma conferma il proprio impegno per primeggiare in campi che, oggi, sono dominati dal grande rivale Google. Entro l'anno sarà lanciato il guanto di sfida
Il big di Redmond ammette di avere ancora molto da fare ma conferma il proprio impegno per primeggiare in campi che, oggi, sono dominati dal grande rivale Google. Entro l'anno sarà lanciato il guanto di sfida


Redmond (USA) – Tutto confermato: Microsoft ha intenzione di investire una parte sostanziosa delle proprie risorse in ricerca e sviluppo sul fronte della competizione con Google per la leadership di servizi essenziali per il mercato internet .

A ribadirlo è stato in questi giorni tutto il vertice dell’azienda, a partire dal CEO Steve Ballmer , che ha ammesso che ci sono stati dei ritardi da parte della softwarehouse nell’aggredire questo settore ma ha sottolineato che presto “vedremo molta competizione in questo ambito”. “Non ci sono magie da fare – ha sottolineato Ballmer – ci vuole molto duro lavoro e software di prima grandezza”.

Le due creature sulle quali Microsoft intende puntare di più sono MSN Newsbot , già da tempo online , e MSN Blogbot . Blogbot, come si intuisce dal nome, intende proporsi come piattaforma per la creazione di blog, evidentemente per concorrere con servizi come Blogger che non a caso è gestito da Google. Presto dovrebbe essere attivata una beta del sistema che sarà comunque accessibile da tutto il mondo.

Sebbene saranno lanciati ufficialmente in eventi e momenti diversi, per entrambi questi servizi il momento dello sbarco è atteso entro la fine dell’anno. Né Ballmer né gli altri esponenti Microsoft che in questi giorni hanno parlato della cosa hanno voluto indicare date precise. Altre direttrici di sviluppo sono quelle che riguardano strumenti come MSN Answerbot , strumento che si posizionerà come concorrente di Ask Jeeves cercando di offrire risposte web a domande semplici. Ed è probabile che per Answerbot ci vogliano ancora anni di sviluppo.

Al centro di tutto, naturalmente, sono le tecnologie di ricerca . “I consumatori – ha affermato Karen Radetzki di Microsoft – oggi non trovano i risultati di ricerca che vogliono su nessun sito dedicato. Ci sono ampi spazi di miglioramento in questo settore”. Secondo Radetzki le tecnologie di ricerca sono questione di software, “un campo in cui Microsoft eccelle e che è dunque una opportunità da cogliere”.

Sullo sfondo di quella che si annuncia come una competizione sul lungo termine tra tutti i big della rete, si muove naturalmente il ricco mercato dell’advertising che trova nei sistemi di ricerca e in tutte le sue derivazioni un veicolo di grande crescita, come dimostrano tutti gli indicatori.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 03 2004
Link copiato negli appunti