Microsoft (forse) ha fermato Eolas

La Corte d'Appello stabilisce che il browser Viola è potenzialmente prior art. Potrebbe quindi invalidare il brevetto rivendicato da Eolas, brevetto temuto al massimo grado dal Web Consortium


San Francisco (USA) – Il brevetto dell’ Università di Berkeley e gestito da Eolas su add-on e plug-in per i browser web potrebbe presto essere dichiarato invalido , per la gioia di sviluppatori, operatori e del World Wide Web Consortium. Oltreché di Microsoft , che a causa delle capacità del proprio browser è stata condannata in primo grado a versare ad Eolas 521 milioni di dollari.

La notizia giunta nelle scorse ore si riferisce alla sentenza d’appello del lungo processo voluto da Eolas, una sentenza che premia Microsoft su un punto fondamentale.

I giudici hanno infatti stabilito che in primo grado è stato fatto un errore non prendendo in considerazione come potenziale prior art l’ormai celeberrimo browser Viola sviluppato nel 1993 da Perry Pei-Yuan Wei , artista e ricercatore della Berkeley University. Microsoft ha sempre sostenuto che il brevetto dell’Università rappresenta una “predazione” ai danni del browser sviluppato dall’allora studente Pei-Yuan: l’Università ha peraltro presentato il proprio brevetto sulle tecnologie aggiuntive per i browser un anno dopo la prima realizzazione di Viola.

Questo elemento è fondamentale perché, come noto, l’esistenza di una riconosciuta applicazione esistente e precedente alla richiesta di brevetto, la “prior art” appunto, può invalidare il brevetto stesso.

“Si tratta di una grossa vittoria – ha dichiarato uno degli avvocati di Microsoft – Il cuore della nostra difesa si basava sul fatto che il brevetto non è valido, proprio per il lavoro svolto da Pei Wei, e la Corte d’Appello ha sottoscritto le nostre asserzioni. Ora contiamo di stabilire una volta per tutte la non validità di questo brevetto quando il caso tornerà in giudizio”. Tutta la vicenda ora dovrà infatti essere riesaminata dal tribunale distrettuale sulla base dei rilievi in appello.

Ma non tutto è andato al meglio per Microsoft e per le tecnologie della rete. Secondo la Corte d’Appello, infatti, il brevetto si applica non solo ai browser ma anche alle tecnologie plug-in e add-on che possono funzionare indipendentemente l’una dall’altra, una tesi contestata da Microsoft in primo grado. Non solo, la Corte ha anche stabilito che rientrano nel brevetto anche tutte le copie di Internet Explorer diffuse all’estero, vale a dire quasi i due terzi del totale, in quanto generate da un disco master americano…

In tribunale, hanno osservato alcuni esperti, Microsoft non avrà più molte opzioni. Potrà puntare soltanto sull’invalidità del brevetto sperando che questa sia riconosciuta.

Sembrano pensare che le cose andranno bene anche quelli del W3C , il Web Consortium di Tim Berners-Lee che, come si ricorderà, si era schierato dalla parte di Microsoft sostenendo l’assurdità di questi brevetti. “Si tratta – ha dichiarato uno dei massimi dirigenti del Consortium, Daniel Weitzner, riferendosi alla sentenza – di buone notizie. E’ un passo verso la certezza che questo brevetto non minaccia l’interoperabilità del Web. Non chiude la questione né per Microsoft né per l’Università, e non ha un impatto particolare sul riesame del brevetto. Ma diminuisce i rischi a carico del Web”.

Di sicuro interesse in ogni caso i commenti dello stesso Pei Wei sull’intero caso, disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    incredibile
    non ho veramente parole...la mia solidarietà ai beatllica, un gran gruppo
  • Anonimo scrive:
    FIRMATE!!!!
    non ci posso credere.giuro, non posso crederci.
  • hakare scrive:
    Mah almeno..
    almeno la sony non produce dvd di merda come la emtec, cazzo vaffanculo all'offerta di merda 1 euro e venti buttati!!!
  • Anonimo scrive:
    Contratto
    I ragazzi fanno un prodotto buono, vanno messi sotto contratto,ma prima li facciamo spaventare un poco...Prima il bastone, poi la carota....
  • Anonimo scrive:
    The thing that should not let it be
    le registrazioni so casareccie ma fanno taglia':...I wake up to the sound of musicLet the metal come to meDeath to the one that will not let it be...:-D
    • Anonimo scrive:
      Re: The thing that should not let it be
      - Scritto da: Anonimo
      le registrazioni so casareccie ma fanno taglia':
      ...
      I wake up to the sound of music
      Let the metal come to me
      Death to the one that will not let it be
      ...

      :-DAzz, siamo quasi ai livelli di "First me, second me" di Elio elST, cantata da loro assieme a James......Taylor, e chi credevate, Bond?
  • Anonimo scrive:
    Mirror... il bello di Internet
    Basta cercare "mirror beatallica" con google
  • Guybrush scrive:
    I Beatallica ringraziano...
    ...per l'eccezionale campagna pubblicitaria gentilmente offerta da Sony.Tra P2P, siti pirata e compagnia cantando i brani dei Beatallica stanno girando il mondo.Se questi signori suonano bene la meta' di quanto sono famosi in questo momento hanno tutte le carte in regola per diventare delle star di fama mondiale.
    GT
    • LeChuck scrive:
      Re: I Beatallica ringraziano...
      E tu ringrazia che non ti abbia ancora trovato, ho girato tutte le isole dei caraibi... dove diavolo sei?
      • Guybrush scrive:
        Re: I Beatallica ringraziano...
        Sulla mia nave a fare il TEMIBILE pirata, ovvio.Ma non sto in mare aperto in questo momento, ma sto risalendo un fiume... un torrente a dire il vero.Questo:http://www.torrented.com/info/beatallica_beatallica.phpOssequi e attento alla birra di radice.
        GT
        • LeChuck scrive:
          Re: I Beatallica ringraziano...
          - Scritto da: Guybrush
          Sulla mia nave a fare il TEMIBILE pirata, ovvio.

          Ma non sto in mare aperto in questo momento, ma
          sto risalendo un fiume... un torrente a dire il
          vero.
          Questo:
          http://www.torrented.com/info/beatallica_beatallic
          Ne terrò in conto qualora a qualcuno interessasse averne ancora i brani :)
          Ossequi e attento alla birra di radice.

          GT
  • Anonimo scrive:
    SonY: Controsenso
    Si vieta il p2p eppure.....si commercializzano lettori e walkman mp3.E DOVE LI DOVREI ANDARE A PRENDERE, DI GRAZIA?Rippo un cd? Vietato se il CD Sony è protettoAh già, dimenticavo, uso il formato PROPRIETARIO della Sony ATRAC per rippare .....cosa? Ma naturalmente i suoni registrati dello sciacquone che ho campionato con il mio Sony Mini Disk.Ed ora avremo anche un telefonino-walkman Sony Ericcson per sentire mp3....ovviamente prottetti dal diritto di autore che quindi non potrò sentire.C'E' QUALCOSA CHE MI SFUGGE....O NO?
    • Anonimo scrive:
      Re: SonY: Controsenso
      Sony Ericsson Z1010 di H3GCi vedo i video registrati dai vari canali satellitari (non c'è neanche una protezione, basta registrare in digitale e convertirli), ci sento gli Mp3 senza problemi e in genere ci faccio di tutto.10000 volte meglio del NEC e616 di mio padre.Peccato per la batteria che dura veramente poco, detto questo Sony fa cose buone... nota a margine, è impossibile pensare che Sony sia un "entità" univoca, è una multinazionale così articolata in cui ci sono decine di "teste" (una per ogni settore marketing) che hanno le loro libertà d'azione... Sony come etichetta discografica ha sempre seguito il vento delle major mentre Sony produttore di Consumer electronics ha sempre lavorato contro; ovviamente ci sono sempre state le astensioni di una "testa" quando si parla degli affari delle altre ma questo è il minimo.PS: compratevi lo Z1010, vale tutti e 120 gli euro che costa(va).
  • Anonimo scrive:
    Sono anni che ho messo Sony in Blacklist
    ... componenti proprietari, se si guasta un pezzo lo devi comprare da loro, tutto quello che ho comprato si è guastato poco dopo finita la garanzia, se si guasta in garanzia non riesci ad averlo riparato dopo 5 volte e ho dovuto accettare un rimborso ridicolo. La Playstation non l'ho mai comprata, e mai la comprero', se non fosse uscita X-box facevo senza consolle. Comprai un monitor per PC, (venendo meno alla regola per l'ultima volta) finita la garanzia trasformatore alta tensione da cambiare, e non gli puoi mettere uno tr qualsiasi, devi comprare il loro che costa come un monitor nuovo di un'altra marca.Il CD per auto fu impossibile ripararlo, è vero che era uno dei primi (era il 1985) pero' a me che me frega se era progettato male, i miei soldi erano progettati bene, mentre il loro prodotto era difettoso, lotte senza fine con l'assistenza....Sony mai più, per me possono fallire....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che ho messo Sony in Blacklist
      Concordo, ho fatto la stessa cosa dopo che un mini-stereo in cui si era rotto il pulsante di accensione ha richiesto oltre TRE mesi per la riparazione, perchè bisognava cambiare l'intero frontale, e doveva arrivare direttamente dal GIAPPONE (notare che quel modello di mini-stereo era diffusissimo a quel tempo, ce n'erano sicuramente in giro migliaia di pezzi).Io "consumo" molta piccola elettronica, radioline, cd player, ecc. ma non compro più nulla della Sony proprio perchè non voglio più dargli soldi.
      • Guybrush scrive:
        Re: Sono anni che ho messo Sony in Black
        - Scritto da: Anonimo
        Concordo, ho fatto la stessa cosa dopo che un
        mini-stereo in cui si era rotto il pulsante di
        accensione ha richiesto oltre TRE mesi per la
        riparazione, perchè bisognava cambiare l'intero
        frontale, e doveva arrivare direttamente dal
        GIAPPONE (notare che quel modello di mini-stereo
        era diffusissimo a quel tempo, ce n'erano
        sicuramente in giro migliaia di pezzi).
        Io "consumo" molta piccola elettronica,
        radioline, cd player, ecc. ma non compro più
        nulla della Sony proprio perchè non voglio più
        dargli soldi.Uh... la mia playstation 2 e' li che ronfa tranquilla & placida. Quando la accendo funziona, quando ci gioco funziona, quando il fidanzato di una delle mie sorelle ci prova a mettere un DVD pirata sclera di brutto (chissa perche' :D ) e fino a oggi mai e poi mai avrei pensato di modificarla.Pero' sabato mattina prendo chip e saldatore.Cosi', per puro sfregio.
        GT
    • awerellwv scrive:
      Re: Sono anni che ho messo Sony in Black

      Comprai un monitor per PC, (venendo
      meno alla regola per l'ultima volta) finita la
      garanzia trasformatore alta tensione da cambiare,
      e non gli puoi mettere uno tr qualsiasi, devi
      comprare il loro che costa come un monitor nuovo
      di un'altra marca.mmm devo dire il contrario, almeno per la mia modesta esperienza, infatti anche mio padre aveva problemi con un monitor sony (multiscan G200), e ha impiegato 3 mesi a farselo riparare (la prima volta). La seconda volta che si ruppe voleva buttarlo via, prima che lo facesse l'ho preso io, ho aperto la scatola, ho visto a caso un fusibile che sembava sospetto, sono andato in un negozio di elettrodomestici ho comprato un fusibile uguale, ho sostituito, e da 2 anni ho un monitor sony pagato praticamente 1 euro e non ha mai dato problemi. Stessa scena a casa di un mio amico, stesso modello di monitor ... vocina mia "... E se riuscissi a ripararglielo per 1 euro che mi dice?" ovviamente abbiamo provato... et voila' un altro monitor perfettamente funzionante al modico prezzo di 1 euro... ma credo che questi siano stati 2 casi fortuiti... per la playstation (la 1) mio padre l'ha fatta volare tante di quelle volte, (inciampando fra i cavi) che mi chiedo ancora adesso come facesse a funzionare... :D pero' sinceramente mi dispiace per le tue disavventure, davvero non so che dirti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che ho messo Sony in Black
      Io ho (e non sto scherzando) in casa una televisione Sony a colori che ha 35 anni e funziona ancora perfettamente con il telecomando originale.Poi ho un vcr sony (ma quello ha solo 3 anni) anche quello funzionante, un walkman vecchio che funziona ancora e un cd walkman che lo avrò fatto cadere non so quante volte ma non si è rotto (anche se ora non lo uso più, ho l'ipod).Quindi per ora una bella esperienza, anche se difficilmente comprerò in futuro prodotti sony, costano in media molo di più rispetto alla concorrenza e anche molte altre marche funzionano egregiamente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che ho messo Sony in Black

      La Playstation non l'ho mai comprata, e mai la
      comprero', se non fosse uscita X-box facevo senza
      consolle. Beh, da Sony a Microsoft... eh sì, tutta un'altra cosa... :)Comunque, per il resto, appoggio in pieno il tuo discorso!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che ho messo Sony in Blacklist
      La SONY ha una notevole fama per l'alta qualità dei prodotti (partendo dai cinescopi WEGA e i monitor Trinitron), è pur vero che in alcuni ambiti consumer si diverte a tirar su materiale di qualità scadente (notevolmente negli autoradio) anche se in genere i problemi sono dovuti alla qualità dei materiali e non alle tecnologie e disegni usati.Detto questo tu hai un SONY dal 1985 e si è rotto ora, io l'avrei seppellito senza neanche provare ad aggiustarlo, un cane vive sui 12 o 13 anni ed è considerato un animale fedele, un qualsiasi elettrodomestico che duri altrettanto merita un funerale cristiano e non un "accanimento terapeutico".
  • Anonimo scrive:
    Dicesi buonsenso..
    Ma io dico: sei una tra le più grandi multinazionali del mondo,sei piena di soldi che t'arrivano dai più disparati settori,dalle console ai televisori ai walkman ai cd musicali, e t'accanisci contro un gruppetto musicale perchè riarrangia canzoni di cui tu detieni i diritti e le DISTRIBUISCE GRATIS?Ciò equivale a dire che se quest'estate in spiaggia con la chitarra io ed altri,magari un po sbronzi (gli altri,io non bevo) cantiamo e suoniamo alla chitarra "La canzone del sole" e poi la mettiamo online tu ce lo vieti?Che giorni tristi..Ps: comunque in ogni caso dopo agosto metterò in share "Amatoriale - La canzone del sole - cantata in spiaggia da 5 pirla.mp3" per la gioia delle vostre orecchie :D
    • uibbs2 scrive:
      Re: Dicesi buonsenso..

      Ps: comunque in ogni caso dopo agosto metterò in
      share "Amatoriale - La canzone del sole - cantata
      in spiaggia da 5 pirla.mp3" per la gioia delle
      vostre orecchie :D(rotfl) mi prenoto per hostarti slot da scambiare aahahah
    • Anonimo scrive:
      Re: Dicesi buonsenso..
      In effetti visto che non c'è lucro potrebbe ricadere nel "fair use of copyrighter material"
      • Anonimo scrive:
        Re: Dicesi buonsenso..
        - Scritto da: Anonimo
        In effetti visto che non c'è lucro potrebbe
        ricadere nel "fair use of copyrighter material"volevo scrivere "copyrighted"
    • Anonimo scrive:
      Re: Dicesi buonsenso..
      Sta attento che potresti ritrovarti uno della siae alle spalle che ti chiede i diritti per l'esibizione in pubblico.E non sto scherzando.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dicesi buonsenso..
        - Scritto da: Anonimo
        Sta attento che potresti ritrovarti uno della
        siae alle spalle che ti chiede i diritti per
        l'esibizione in pubblico.
        E non sto scherzando.vero ma l'esibizione in pubblico è ritenuta tale solo se il pubblico supera una certa soglia (non ricordo quanti, 20?) quindi se si appartano e non cantano a squarciagola magari si salvano :)KaysiX
    • Guybrush scrive:
      Re: Dicesi buonsenso..
      Cechero' quel brano stasera.Mi raccomando la corrispondenza del titolo.:D
      • Anonimo scrive:
        Re: Dicesi buonsenso..
        ci sono moltissime band piu o meno famose che fanno tributo a gruppi celebriè evidente che c'è un manager della sony col culo stretto che vuole far vedere che fa qualcosa e rompe le palle alla gente che lavora
        • Anonimo scrive:
          Re: Dicesi buonsenso..
          - Scritto da: Anonimo
          ci sono moltissime band piu o meno famose che
          fanno tributo a gruppi celebrile tribute bands, ovviamente, quando vanno in giro la SIAE la pagano, quelle composte da professionisti sicuramente.
    • Anonimo scrive:
      la legge è legge
      - Scritto da: casteredandblue
      Ma io dico:
      sei una tra le più grandi multinazionali del
      mondo,sei piena di soldi che t'arrivano dai più
      disparati settori,dalle console ai televisori ai
      walkman ai cd musicali, e t'accanisci contro un
      gruppetto musicale perchè riarrangia canzoni di
      cui tu detieni i diritti e le DISTRIBUISCE
      GRATIS?se devi far rispettare la legge, quando uno ti chiede di farla rispettare, devi farla rispettareanche se tu, personalmente, avresti chiuso un occhioloro sono li per quello.
      • Anonimo scrive:
        Re: la legge è legge
        vero anche questo, ma un pò di elasticità non guasterebbe, io ho firmato la petizione online (che ha già superato le 10.000 "firme") e spero in un lieto fine..
  • Anonimo scrive:
    Atto finale
    Siamo arrivati all'ultimo atto di questa storia, ora le major riescono anche ad impedire la distribuzione di musica che "si rifà" a musica su cui hanno i diritti.Che dire ?Spero che i Beatallica (che non ascolterò mai essendomi invisi ambedue i gruppi da cui "pescano" i brani) si mettano un bel sito web in croazia o in slovenia e che inizino a far girare tutto su P2P, di sicuro questa potrebbe essere più un opportunità per loro che un problema, quanti non li avevano mai sentiti prima e quanti andranno ad ascoltare le loro canzoni ora ?Per la sony ho un idea eccezionale, inventiamo brevetti e Patent all'americana per la musica, così potranno brevettare "i brani pop che iniziano con un RE" non perchè Sony abbia sbagliato, semplicemente perchè sono dei buffoni a prendersela con un topolino ragioni del genere e perchè di che mondo e mondo la musica stessa (pre-diritti d'autore) non è stata altro che un copia/modifica/incolla da un autore all'altro (vedasi il violino ben temperato diventato Ave maria).
    • Guybrush scrive:
      Re: Atto finale
      Cerca "Beatallica" su kazaa e metti in sharing tutto quello che trovi. Io faro' altrettanto stasera appena torno a casa.Visto che gli autori dei brani (i Beatallica) sono d'accordo sulla diffusione dei loro brani noi non rischiamo. E ale'.
      GT
    • tetraF scrive:
      Re: Atto finale
      ehmmm.......Ovviamente ti riferivi al CLAVICEMBALO ben temperato, vero???L'ave Maria di Gounod...
  • Anonimo scrive:
    no sampling == no rap
    il fenomeno da MTV, dicasi rap e rnb, non avrebbe modo d'esistere senza il sampling. semplicemente non sarebbe nato senza qualche "pirata" che ha rubato campioni in qua ed in la' dal repertorio funky fine anni settanta.forse sarebbe stato meglio: niente 50cents e cloni che invadono continuamente il tubo catodico... e gli orecchi...
    • Anonimo scrive:
      Re: no sampling == no rap
      - Scritto da: Anonimo
      il fenomeno da MTV, dicasi rap e rnb, non avrebbe
      modo d'esistereOh noooo! Che peccatoooo! ;)Ma, scherzi a parte, l'arte non può essere ingabbiata in queste barriere (anche se si potrebbe discutere sul valore artistico di queste cose, vedi il caro Puff Daddy, che non faceva altro che cantare rap su pezzi belli di altri).Posso capire che, se tu sfrutti commercialmente il materiale di altri, ti venga richiesto di versare una parte dei guadagni all'autore originale, ma non che ti venga impedito di suonare o rielaborare pezzi che sono, fra l'altro, patrimonio della storia della musica occidentale.Alcune libertà dovrebbero essere garantite. Non è possibile che chi acquista i diritti possa fare il bello e il cattivo tempo: dovrebbero esserci delle limitazioni, perché la musica è un'opera d'arte che tutti devono poter ascoltare e rielaborare.Sarebbe come se qualcuno avesse acquistato i diritti della Gioconda e avesse intimato a Andy Warhol di distruggere le sue rielaborazioni del quadro perché non gli piacevano...
    • Akiro scrive:
      Re: no sampling == no rap
      ok, fermeresti i vai fenomeni da baraccone stile Sean Paul o 50cents... ma purtroppo bloccheresti anche gente che su MTv non passa e che cmq fa del buon rap o del buon RnBpoi se per te il rap è tutto uguale...vabè
    • Anonimo scrive:
      Re: no sampling == no rap
      Salvati dal copyright!
  • Anonimo scrive:
    Il copyright che uccide la creatività
    Come da soggetto!
    • Anonimo scrive:
      Il copyright che tutela gli investimenti
      Come da oggetto
      • Anonimo scrive:
        Re: Il copyright che tutela gli investimenti
        - Scritto da: Anonimo
        Come da oggettoattenzione (troll)Spiegami cosa sono (proprio cosa e non chi) gli "artisti" per cui il loro lavoro rende agli eredi per 70 anni dopo la morte, mentre i miei eredi non avrenno niente.Se non hai degli argomenti seri (e non portare la creatività, perché nel mio lavoro la uso) sei solo un troll
        • Anonimo scrive:
          Re: Il copyright che tutela gli investimenti
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          Come da oggetto
          attenzione (troll)
          Spiegami cosa sono (proprio cosa e non chi) gli
          "artisti" per cui il loro lavoro rende agli eredi
          per 70 anni dopo la morte, mentre i miei eredi
          non avrenno niente.
          Se non hai degli argomenti seri (e non portare la
          creatività, perché nel mio lavoro la uso) sei
          solo un trollvedi.... gli investimenti non li fa l'artista, ma la casa produttricequindi la scomparsa del cantante poco a che vedere con i rischi e i guadagni di sony e altre caseps. non sono quello di prima
          • Anonimo scrive:
            Re: Il copyright che tutela se stesso
            "investimenti" di una major:produzione di master10.000 euro di sala di registrazione5.000 euro di "tutto pagato" all'artista per la sessione d'incisioneproduzione del supporto15.000 euro di produzione e stampa DVD/booklet e simili (circa 1,5 euro a prodotto, parlo di una tiratura di 10.000 pezzi) nota a margine, le major hanno impianti propri per la produzione di questi supporti quindi i prezzi sono estremamente ammortizzati.pubblicità50.000 euro sulla carta, 0 dal punto di vista reale; le major posseggono direttamente ed indirettamente la maggior parte dei canali di pubblicità e diffusione (radio a parte) dei brani, parlo di TV tematiche e società di pubblicità, ammettiamo comunque un 20.000 euro per un brano.remunerazione artista10.000 euro subito ed il 2% del profitto netto (e ci sono andato largo!).totale: 50.000 euro per 10.000 supporti, successive ristampe, best-of e via dicendo costeranno solo 1,5 euro x numero supporti da farsi, ora facciamo un conto veloce:50.000 / 10.000 = ? 5Aggiungiamo un ricarico del 100% fra "invenduti" e "distribuzione" e otteniamo:1 supporto = ? 10Il resto (meno il 2%) è il guadagno delle major.Parliamo ora di una ristampa dell'album, per altri 10.000 pezzi:15.000 / 10.000 = ? 1,5calcoliamo qui altri 3 euro fra invenduti e distribuzione ed otteniamo:1 supporto = ? 4,5Come sistema di tutela degli investimenti non è male.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il copyright che tutela se stesso
            - Scritto da: Anonimo
            Come sistema di tutela degli investimenti non è
            male.Ovvio. Anche vendere gelati rende. E allora?Facciamo i conti in tasca a tutti e poi diciamo altre ovvieta'?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il copyright che tutela gli investimenti
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          Come da oggetto
          attenzione (troll)Attenzione (pollo) (immaginare faccia da pollo a piacere)Non ti devo spiegare nulla. Ho detto che il copyright tutela gli investimenti. Non che sono contrario o d'accordo.
  • Anonimo scrive:
    Maledetta sony
    fa di tutto per farsi odiare, eh?ma dico io, reppressione fino all'ultimo?gia io odio la palystation....ma dopo questa dubito che comprerò altra roba targata sony.
Chiudi i commenti