Microsoft fuori dal Libano

Per ora
Per ora

La crescente minaccia derivante dall’iniziativa militare di Israele nel sud del Libano sta inducendo molte imprese internazionali a lasciare il paese. Tra queste Microsoft, che ha fatto rientrare tutto il personale che lavorava nei propri uffici a Beirut, la capitale libanese.

Finché la situazione non sarà tornata sotto controllo, il personale della divisione Microsoft in Israele potrà continuare ad operare ma seguendo un severo regime di sicurezza. Una scelta, questa, adottata anche da Intel.

“Speriamo in una rapida e pacifica conclusione di questa situazione difficile – ha dichiarato un portavoce Microsoft – per la sicurezza di tutti coloro che ne sono coinvolti”.

Per saperne di più sulla crisi internazionale in corso clicca qui

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 07 2006
Link copiato negli appunti