Microsoft, in calo ma non troppo

Il colosso di Redmond comunica i dati dell'ultimo trimestre 2011. Utili leggermente in calo, per colpa di Windows
Il colosso di Redmond comunica i dati dell'ultimo trimestre 2011. Utili leggermente in calo, per colpa di Windows

Borsa alla mano, il colosso di Redmond snocciola i risultati della sua ultima trimestrale , denunciando una leggera flessione, pari a 0,2 punti percentuali. L’utile netto calcolato fino al 31 dicembre è calato a 6,62 miliardi di dollari, cifra che si traduce in 78 centesimi di dollaro per azione. Si punta il dito sul momento di stanca del mercato PC.

I settori Windows e Windows Live continuano infatti ad impensierire i vertici Microsoft, registrando una contrazione del 6.3 per cento, rispetto al fatturato del periodo precedente. Questa volta gli incassi delle due divisioni si sono fermati a 4,74 miliardi di dollari.

La crescita maggiore, anche in questo trimestre, è da attribuirsi alla divisione Business del pacchetto Office e a quella Server & Tools. I servizi online sono saliti del 10 per cento. Anche le vendite di Xbox e Kinect si sono comportate molto bene, specialmente nel periodo natalizio, regalando un 15 per cento in più alla sezione Entertainment. Sommando il tutto, i ricavi dell’azienda sono comunque aumentati del 5 per cento, fino a 20,89 miliardi di dollari.

I conti di Microsoft appaiono insomma in linea con le aspettative, se non superiori, considerando che gli analisti avevano previsto un calo maggiore, con utili pari a 76 centesimi per azione. Ora si attende l’arrivo di Windows 8, il nuovo sistema operativo che promette di unificare l’esperienza utente spaziando tra computer e tablet con architettura ARM. Il mese prossimo, oltretutto, si affaccerà sul mercato anche la versione PC del controller Kinect.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 01 2012
Link copiato negli appunti