Microsoft: Linux? Perché no?

Redmond non è restia a sviluppare codice per piattaforme *nix. Purché sia un'attività con un ritorno economico. E purché non si pensi a massicce migrazioni di codice

Roma – Pensare a Linux e Windows come due sistemi operativi concorrenti può essere sbagliato. Molto meglio pensare a come ottenere maggiori ricavi da entrambe le piattaforme . Questo almeno è quanto si prefigge Microsoft che, dopo aver consolidato la propria fusione con la scandinava Fast Search & Transfer , si prepara ad integrare il proprio software con quello della azienda acquisita. E spera di riuscire a tenere in vita anche le versioni destinate a Unix e Linux, per allargare la base dei propri clienti .

Attenzione però a non farsi strane idee: “Di certo non c’è da aspettarsi una versione di SharePoint per Unix” precisa Kirk Koenigsbauer, general manager del business group che si occupa della piattaforma di Redmond per il web collaborativo. L’attuale offerta di Fast Search & Transfer si andrà piuttosto a sommare a quella esistente di Redmond, per allargare la capacità di offrire soluzioni ad un pubblico sempre più vasto.

“Quando si tratta di parlare di Linux ed Unix – prosegue Koenigsbauer – qualcuno potrebbe mal interpretare il nostro continuo supporto e gli investimenti in queste piattaforme come un più ampio cambio di indirizzo della strategia di Microsoft”. In definitiva, si tratta solo della volontà di continuare a sostenere i clienti del software Fast che hanno scelto quei sistemi operativi: “Di certo continueremo a sviluppare in ambiente Windows, e ci auguriamo che col tempo questi clienti scelgano.NET come la loro piattaforma di sviluppo”.

La nuova offerta Microsoft sarà dunque così strutturata: fermo restando SharePoint Server 2007, farà il suo debutto un nuovo strumento denominato Search Server 2008 Express . Quest’ultimo sarà gratuito , e sarà basato sulla tecnologia acquisita assieme alla azienda scandinava. Infine, resterà in vita l’attuale offerta di Fast Search & Transfer, incarnata dal software ESP, che coprirà la fascia di mercato occupata dai sistemi Linux e Unix e che verrà ulteriormente sviluppata in futuro. In questo modo i consumatori, secondo Koenigsbauer, non dovrebbero più avere dubbi: “Ora siamo in grado di gestire ogni tipo di richiesta, semplice o complessa”.

L’approccio di Microsoft resta dunque lo stesso . Niente open source, ma sviluppare il proprio business anche in questa nicchia non può che essere una prospettiva allettante . Ad esempio, perché snobbare il promettente Android di Google? Se su un cellulare c’è spazio per Linux, perché non dovrebbe esserci anche per Office?

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • trikketrakk e scrive:
    Societe Generale usava Linux?
    brutto colpo per chi crede che linuz sia migliore----Algorithmics Inc., a recognized leader in enterprise risk management, announced that Societe Generale, one of the largest financial services groups in the Euro-zone, has achieved significant performance benefits through its Linux-based Algo Credit solution.
    • guast scrive:
      Re: Societe Generale usava Linux?
      Un errore nei requisiti funzionali non ha niente a che fare con l'implementazione
    • The Punisher scrive:
      Re: Societe Generale usava Linux?
      Societe' Generale, se lavorava come un altra enorme banca francese per cui ho lavorato e di cui non posso fare il nome ma che ha sede dietro Palazzo Marino a Milano lavora con:_Windows_AS/400_HP-UX_Aix_Mainframe IBM_LinuxChi non ha mai lavorato in una banca di quelle belle grosse non ha nemmeno idea di quanto possa essere complicato un loro datacenter.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 aprile 2008 16.33-----------------------------------------------------------
  • Tindaro scrive:
    e se fosse solo la testa di legno?
    mettiamola così: la banca deve fare sparire un bel pò' di soldi (fondi neri, soldi sporchi da attività criminali, ecc..). Come fare? dire che te li hanno rubati con dieci camion è poco credibile, allora ti inventano l'hacker: per la massa questo è il mago tecnologico capace di tutto e di più, per chi conosce i sistemi informatici e di sicurezza la domanda sorge spontanea: ma la policy di sicurezza chi l'ha fatta, Topo Gigio? Lo avevo detto al tempo della notizia: stai a vedere che la banca si fotte i soldi dei risparmiatori e danno la colpa ad un pirla (che avranno comunque strapagato) che tra qualche mese verrà assunto da qualche compagnia di Information Security. Voilà!Crediamo ancora alle fate?
    • sgominator scrive:
      Re: e se fosse solo la testa di legno?
      - Scritto da: Tindaro
      mettiamola così: la banca deve fare sparire un
      bel pò' di soldi (fondi neri, soldi sporchi da
      attività criminali, ecc..).Mai sentita la parola Subprime ?
      • Overture scrive:
        Re: e se fosse solo la testa di legno?
        Ma il Subprime oramai lo sanno anche i sassi che è colpa delle banche, l'hacker invece è lacker, l'essere criminale di mistiche origini che s'è sgranocchiato i soldi di tanta povera gente come dei Loacker per comprarsi la tv al plasma e tanta roba dimessa (tipo magliette del Che, con Falci e Martelli... ovviamente solo un comunista ruba i soldi) in modo da non far notare che anche un nerd può elevarsi (anzi per etica personale non ci tiene proprio a farlo vedere)
  • Jango scrive:
    Si certo...
    ..e io vado a fidarmi di una compagnia che tra le sue fila ha dei criminali..
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Si certo...
      - Scritto da: Jango
      ..e io vado a fidarmi di una compagnia che tra le
      sue fila ha dei criminali..Che c'è di strano? Metà degli italiani i criminali li ha messi a governare...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Si certo...
        Si, ma la cosa più scandalosa non è tanto che siano al governo, è che NOI glielo lasciamo fare...Nobel per l'economia... il mondo gira al contrario, che tristezza... sarebbe come conferire il nobel per la pace a Bush.
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Si certo...
          - Scritto da: Nome e cognome
          sarebbe come conferire il nobel per la pace a Bush.Se l'ha avuto Henry Kissinger...
      • Jango scrive:
        Re: Si certo...
        eh basta con questa lagna politica....
    • tnta scrive:
      Re: Si certo...
      - Scritto da: Jango
      ..e io vado a fidarmi di una compagnia che tra le
      sue fila ha dei
      criminali..si perché loro ti dicono che è lui vero? :)
  • Nome e cognome scrive:
    Ignoranza giornalistica
    Ma sa almeno il significato del termine "cracker" ?Vada su wikipedia e si informi prima di usare certi termini..
  • loco scrive:
    anche il cainano
    ha fatto lo stesso, proprio un eroe.
Chiudi i commenti