Microsoft: Live Search ora è ufficiale

L'attesissimo motore di ricerca del gigante di Redmond esce dalla fase beta ed è al nastro di partenza. Disponibile in 47 lingue, Live.com indicizza foto, notizie, video e blog

Redmond (USA) – Live.com è finalmente completo ed è uscito ufficialmente da una lunga fase beta. Il motore di ricerca dei creatori di Windows “è una pietra miliare per l’azienda”, ha dichiarato il vicepresidente di Microsoft Christopher Payne. La fase beta, secondo i tecnici di Redmond, è servita moltissimo: Microsoft ha cercato di fare tesoro dei consigli degli utenti, implementandone alcuni. Anche la versione locale di Live , installabile su disco rigido, è uscita dalla fase beta.

Live Search si presenta al pubblico con un’interfaccia molto ordinata e chiara, che ricorda vagamente la struttura di Google , competitor numero uno di questo prodotto dei creatori di Windows. È dotata di una barra superiore che permette di accedere rapidamente alle varie opzioni di ricerca. I risultati di ricerca vengono impaginati secondo la più classica delle vesti grafiche: i collegamenti ed i nomi dei siti rimangono sulla sinistra, mentre gli spazi pubblicitari sono incolonnati sulla destra della pagina. Attraverso i pulsanti dell’interfaccia si può accedere a varie opzioni per ottimizzare l’elenco dei siti ottenuto.

Live.com permette la ricerca tra cinque tipi diversi di contenuti: immagini, notizie, siti web, scritti accademici e feed RSS. Tra le opzioni a disposizione spicca soprattutto una “funzione macro”: come si legge sul sito ufficiale , questo strumento permette di costruire e salvare “motori di ricerca personalizzati” attraverso un’interfaccia di configurazione passo-passo. Il salvataggio delle impostazioni personalizzate è disponibile soltanto per gli utenti MSN , che possono utilizzare il proprio account per accedere a Live Search.

Grazie a questo ultimo prodotto, Microsoft guadagna terreno sul tragitto per Windows Live , un vero e proprio ambiente operativo interamente online ideato per assicurarsi una cospicua fetta del software Web 2.0. Gli altri componenti della suite di programmi, per il momento, sono tutti ancora in fase beta: dal word processor Windows Live Writer fino a Windows Live Mail e Windows Live QnA .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ESISTONO E IO LI RIPARO
    se sabato fate un saltino ad olbia ne devo riparare uno....
  • borg_troll scrive:
    Re: Non è successo nulla, tutto continua

    Stanno per vincere loro, inutile negarlo.Certo che stanno vincendo: qualcuno ne dubitava? C'é stato un periodo di vuoto legislativo, e sta venendo colmato. Il mondo dell'economia ha avuto bisogno di un po' di tempo per adattarsi alla nuova situazione, e ora reagisce con tutta la potenza del suo arsenale legale.Poiché quando l'Economia parla la Politica ascolta, per il P2P non c'é scampo. Sarà messo al bando nonostante i suoi usi legittimi, così come tante cose di cui si può fare un uso legittimo sono state bandite.E' finita. Godetevi gli ultimi mesi della Rete come la conoscevate. Il futuro é una gabbia elettronica da cui non usciremo mai.
  • Anonimo scrive:
    Agli sgoccioli
    Spiace tanto dirlo ma il p2p muore. Per mezzo dei pc trusted e dei provider internet che bloccheranno le connessioni fatte dai possessori di pc di vecchia generazione (proclamando la loro insicurezza e una volta che il numero di pc blindati sara' sufficiente), mi sembra facile intuire che i giochi saranno fatti e ciao ciao alla gran parte delle nostre gia' vacillanti liberta' digitali.Quelli che utilizzeranno protocolli all'esterno dei provider ufficiali saranno cosi' pochi che potranno contarsi giusto per passare il tempo, scambiandosi file entro quei due o tre mesi di tempo dato il numero di utenti. Verranno magari tempi di discussione citando liberta' e democrazia. Ma c'e' poco da fare. Giusto qualche anno per il ricambio del parco macchine. A meno che le economie emergenti brevettino qualcosa alla svelta levandosi dalla produzione solamente su brevetti occidentali. Ma la "democrazia" vigente in Cina regala poche speranze
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli sgoccioli
      - Scritto da:
      Spiace tanto dirlo ma il p2p muore. Per mezzo dei
      pc trusted e dei provider internet che
      bloccheranno le connessioni fatte dai possessori
      di pc di vecchia generazione (proclamando la loro
      insicurezza e una volta che il numero di pc
      blindati sara' sufficiente), mi sembra facile
      intuire che i giochi saranno fatti e ciao ciao
      alla gran parte delle nostre gia' vacillanti
      liberta'
      digitali.
      Quelli che utilizzeranno protocolli all'esterno
      dei provider ufficiali saranno cosi' pochi che
      potranno contarsi giusto per passare il tempo,
      scambiandosi file entro quei due o tre mesi di
      tempo dato il numero di utenti.

      Verranno magari tempi di discussione citando
      liberta' e democrazia. Ma c'e' poco da fare.
      Giusto qualche anno per il ricambio del parco
      macchine. A meno che le economie emergenti
      brevettino qualcosa alla svelta levandosi dalla
      produzione solamente su brevetti occidentali. Ma
      la "democrazia" vigente in Cina regala poche
      speranzeMa che tipo di libertà vuoi scusa? Nessuno ti disturba a visitare siti web, email, fare VoIP, IpTV....il p2p è solo una rete per arraffoni e scrocconi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli sgoccioli
        non è vero, io col P2P divulgo molto materiale fatto da me che altrimenti avrebbe poca o nulla visibilità, senza contare che col P2P ho potuto scaricare materiale che in Italia non arriverà mai e che non è possibile prendere in nessun modo dal Web
        • Anonimo scrive:
          Re: Agli sgoccioli
          - Scritto da:
          non è vero, io col P2P divulgo molto materiale
          fatto da me che altrimenti avrebbe poca o nulla
          visibilità, senza contare che col P2P ho potuto
          scaricare materiale che in Italia non arriverà
          mai e che non è possibile prendere in nessun modo
          dal
          Webci sono molti sistemi di sharing legali e trasparenti dove puoi pubblicare il tuo materiale, programmi, musica, ecc..
          • Anonimo scrive:
            Re: Agli sgoccioli

            ci sono molti sistemi di sharing legali e
            trasparenti dove puoi pubblicare il tuo
            materiale, programmi, musica,
            ecc..Se con questo implichi che il p2p sia illegale di per sé, allora non ci siamo proprio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli sgoccioli
        - Scritto da:
        Ma che tipo di libertà vuoi scusa? Nessuno ti
        disturba a visitare siti web, email, fare VoIP,
        IpTV....
        il p2p è solo una rete per arraffoni e scrocconi!Il p2p e' una frazione. E' un inizio per bloccare qualsiasi cosa. I siti senza permesso non andrebbero online. Anche lo facessero, non appena segnalati, verrebbero subito tagliati fuori. I chip trusted stanno li' apposta ad identificare la macchina.
        • Anonimo scrive:
          Re: Agli sgoccioli
          - Scritto da:

          Il p2p e' una frazione. E' un inizio per bloccare
          qualsiasi cosa. I siti senza permesso non
          andrebbero online. Anche lo facessero, non
          appena segnalati, verrebbero subito tagliati
          fuori. I chip trusted stanno li' apposta ad
          identificare la
          macchina.Aggiungo solo che ogni sotware open source dovra' avere il permesso. E' un obbligo se vuole aspirare ad installarsi su hardware del TCG. L'allarme che si legge in giro non e' ingiustificato. Davvero non si e' piu padroni del prorpio computer.
          • Anonimo scrive:
            Re: Agli sgoccioli
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Il p2p e' una frazione. E' un inizio per
            bloccare

            qualsiasi cosa. I siti senza permesso non

            andrebbero online. Anche lo facessero, non

            appena segnalati, verrebbero subito tagliati

            fuori. I chip trusted stanno li' apposta ad

            identificare la

            macchina.

            Aggiungo solo che ogni sotware open source dovra'
            avere il permesso. E' un obbligo se vuole
            aspirare ad installarsi su hardware del TCG.
            L'allarme che si legge in giro non e'
            ingiustificato. Davvero non si e' piu padroni del
            prorpio
            computer.il controllo TCG puoi sempre disattivarlo
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli sgoccioli
      Basta con questa storia dei trusted o di qualsiasi chip o meccanismo che può limitare la libertà di scaricare o di fare quello che ci pare: NON ESISTE NULLA CHE NON POSSA ESSERE AGGIRATO O MODIFICATO O ELIMINATO.Un esempio per tutti: l'XBOX360 ha tutte le limitazioni Hardware e Software possibili ed immaginabili per evitare l'uso di software copiato: ebbene oggi è semplice far girare giochi copiati o scaricati da internet sull'XBOX360, basta applicare un semplice chip.
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli sgoccioli
        - Scritto da:
        Basta con questa storia dei trusted o di
        qualsiasi chip o meccanismo che può limitare la
        libertà di scaricare o di fare quello che ci
        pare: NON ESISTE NULLA CHE NON POSSA ESSERE
        AGGIRATO O MODIFICATO O
        ELIMINATO.Non ho detto quello in effetti. Sono d'accordo. Tra l'altro non bisogna dimenticae che i giochi piratati sono un'affare indiretto per le stesse imprese di sviluppo in termini di pubblicita' di traffico su server online ecc. Ma e' facile anche vedere quello che sta per succedere. non appena le telcom avranno finito di lucrare facendo pagare canoni flat con il miraggio di far scaricare quello che si vuole inizieranno ad inibire e classficare il traffico. in fondo ora i contenuti che giustificano la banda larga, per chi non la usa per lavoro, e' inesistente. a meno di considerare che ne so i video youtube o le bassissime risoluzioni dell iptv attuali come traino. Non appena il business dei contenuti sara' a regime la morsa si stringe. E, ripeto: emargineranno chi non ha abilitato o non ha i chip del TCG. E tutti si adegueranno, come si adeguano ora ai controlli quando devi imbarcarti su un qualsiasi aereo. Quando faranno pubblicita' ai sistemi trsuted come gli unici in grado di fronteggiare tutti i tipi di minacce, tutti compreranno e abiliteranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli sgoccioli
      - Scritto da:
      Spiace tanto dirlo ma il p2p muore. Per mezzo dei
      pc trusted e dei provider internet che
      bloccheranno le connessioni fatte dai possessori
      di pc di vecchia generazione (proclamando la loro
      insicurezza e una volta che il numero di pc
      blindati sara' sufficiente), mi sembra facile
      intuire che i giochi saranno fatti e ciao ciao
      alla gran parte delle nostre gia' vacillanti
      liberta'
      digitali.si, la libertà di scroccare all'infinito (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli sgoccioli
        - Scritto da:


        si, la libertà di scroccare all'infinito (rotfl)
        O anche di non subire passivamente gli abusi di un copyright dell'eta' della pietra. Io pago un paio di radio online che si appoggiano a contributi volontari. Non ho problemi. Come non ho problemi a piratarmi i kolossal e comprare i dvd di autori minori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli sgoccioli, non credo
      Tutto il mondo e' paese, fatta la legge (o il protocollo) trovato l'inganno.mi chiedo : internet si e' sviluppata, e' cresciuta ed ora e' fenomeno di massa.ma senza le liberta' che andiamo rivendicando e senza il file sharing quanti la vorrebbero ancora ? a quanti servirebbe tutta questa banda larga ? ...mmm...Andrea "Hermes"
      • Anonimo scrive:
        Re: Agli sgoccioli, non credo
        Beh sicuramente per scaricare la posta elettronica,non serve la banda larga.Anzi rimanendo scollegati dalla rete non si ha neanche bisogno delle miriade di aggiornamenti dei programmi e sistemi operativi....Niente TV ,PC,Radio.Vabbè tutta tecnologia che sarà obsoleta e quindi non più acquistabile...con risparmio sul portafoglio.Torneremo ad assaporare le cose semplici di una volta e ce ne fregeremo del consumismo....Un drogato quando inizia a disintossicarsi sta male ma poi si ristabilizza no? Bene con le comodità della tecnologia sarà uguale.Problemi zero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Agli sgoccioli
      Le major non hanno capito nulla, è un fenomeno inarrestabile il download. Devono sfruttarlo e distribuire musica usando la rete. Prezzi bassi e via con un click, non hanno spese di distribuzione, niente media, niente booklet. Altra clamorosa stupidaggine stanno facendo con l'introduzione di hardware per controllo sui diritti nei contenuti...E' come se i governi mettessero un chip nelle automobili che automaticamente limitasse al limite dei 50kmh tutte le auto nei centri abitati, ai 130kmh in autostrada, ecc.Stanno combattendo contro i mulini a vento.
  • Anonimo scrive:
    Re: Meglio cosi'...ci sara' meno dispers
    Esiste anche Mldonkey per tutte le piattaforme, opensource, complicato da installare ma ottimo come servizio in background :-).Per utenti esperti supporta ed2k/(perfetto) kad/ovr(in modo rozzo ma funzionante) Bittorrent - FTP/HTTP downloads e un sacco di altre reti (ma queste sono quelle veramente importanti)
  • Anonimo scrive:
    P2PPARI LAMER AUTOPUNITI
    E' da quando è iniziato l'inasprimento delle leggi sul copiyright col DMCA di Clinton, che chiunque capisca più di zero ripete ai lameroni di usare tutti i sistemi di crittografia e anonimizzazione disponibili, ma niente, come parlare al muro ora si trovano coi rubinetti chiusi e nessuna capacità di reazione, visto che l'effetto sinergico di incapacità, impreparazione e pigrizia hanno impedito loro di correre ai ripari per tempo. Deus amentat quos vult perdere
    • Anonimo scrive:
      Re: P2PPARI LAMER AUTOPUNITI
      nel caso specifico a che sistema anonimo ti riferisci..?
      • Anonimo scrive:
        Re: P2PPARI LAMER AUTOPUNITI
        Nel caso specifico proprio a nessuno, il senso voleva essere che essendosi affidati per pigrizia a sistemi non abbastanza decentralizzati e per nulla in grado di garantire l'anonimità, ora si trovano "a piedi", mentre le reti crittate non sono ancora all'altezza di sostituire quelle soppresse offrendo prestazioni paragonabili e facilità d'uso sufficiente, dato che finora sono state una nicchia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Meglio cosi'...ci sara' meno dispers
    No assolutamente, i server sono ben difusi sul territorio.In + la rete kademlia senza server è matura.per sua struttura la rete edonkey/kademlia è la meno attaccabile che esista al momento.Tra l'altro non rilevo dal mio client nessuna diminuzione delle persone collegate, la popolazione è stazionaria e tutti i server sono attivi.Ricordare che i server ed2k non hanno niente a che fare con i metamachine è doveroso.il software per tale macchine è fatto da lugdunum che pure lui centra nulla con metamachine.La rete ed2k cammina da sola anche senza la mamma metamachine..anzi forse camminerà meglio visto che il sistema Horde di metamachine/overent veniva di tanto in tanto visto con sospetto.Per piacere, non facciamo disinformazione
  • Anonimo scrive:
    funzia
    giorno 13/09/2006 ore 15:23appena avvio edonkey mi compare il pop up che mi dice di cessare di scaricare, cmq edonkey tira giù ancora, non so se ora sono più rintracciabile o se c'è qualche fregatura sotto,cmq a me sta scaricando ancoraGoldemort
  • Anonimo scrive:
    Re: La grande estinzione dei piduepisaur
    l'allarmismo è l'unico modo che hanno le major per cercare di contrastare il fenomeno...mettono a segno qualche grosso colpo ogni tanto nella speranza di spaventare abbastanza persone...il problema nasce quando gli organi di (dis)informazione si fanno portavoci delle major senza un minimo di verifica o critica (chissà se in buonafede, o meglio per loro incapacità, oppure se spinte da qualche bustarella)
  • Anonimo scrive:
    Questa è l'unica vera battaglia..
    ...di libertà che non dobbiamo perdere. Le multinazionali targate usa vogliono sottomettere tutto il pianeta con guerre e oppressioni culturali. Il p2p è un modo pacifico per distruggere il monopolio usa e getta. Dobbiamo unirci contro l'arroganza a stelle e strisce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è l'unica vera battaglia..
      si è visto chi ha assorbito il carico di razorback2 no?Che idiozia dire che uno ne chiudi e dieci ne aprono. Si sente sempre di più di server chiusi e persone fisiche che vengono denunciate a pagare.Pensi che la riaa leggendo il tuo post si sconforti? Sei tu lo sconfortato che ti nascondi dietro questa frase. Non c'è niente di concreto in ciò che dici, contro invece alla concretezza di queste azioni legali per colpa delle quali la rete si indebolisce e crolla.
  • Anonimo scrive:
    Re: Meglio cosi'...ci sara' meno dispers
    te non hai capito una mazza, ormai quasi tutta la gente non usa più server ma si appoggia alal rete KAD Saluti e informati prima di parlare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meglio cosi'...ci sara' meno dispers
      Vero, finalmente uno informato.Comuqnue i server offrono un grande servizio diminuendo il carico dlele riscerche su kad quando possibile e fornendo alcune statistiche e opzioni di ricerca non disponibili su kad.Diciamo che kad e server sono due complementi che si rinforzano.Kad fornisce lìimmortalità e ed2k alcune caratteristiche aggiuntive.Suggerisco comunque di usare entrambi quando possibile.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Meglio cosi'...ci sara' meno dispers
    Il problema è: fuggita per andare dove?Per andare a comprare film o cd in negozio?Non credo proprio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dopo Napster, eDonkey
    Ah ahMai sentito parlare di Relakks ?
  • Anonimo scrive:
    Re: bravo ciuchino
    Guarda che esistono anche le HDSL, basta che paghi...
  • Anonimo scrive:
    Le guerre le vincono...
    Non quelli che sono in molti, ma quelli, pochi, che hanno piu' denaro.Giustamente, i detentori dei diritti delle canzonette hanno il diritto di ricevere il loro denaro e con quello far valere questo diritto contro tutto e tutti.
  • Max3D scrive:
    Re: Dopo Napster, eDonkey
    kademlia puo' essere l'alternativa alla lista dei server, e poi c'e' sempre bit-torrent, kademlia, se ho capito bene funziona piu' o meno nello stesso modo, e DC che fine ha fatto ? esiste ancora ?certo che la cosa sta diventando nera...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dopo Napster, eDonkey
      - Scritto da: Max3D
      kademlia puo' essere l'alternativa alla lista dei
      server, e poi c'e' sempre bit-torrent, kademlia,
      se ho capito bene funziona piu' o meno nello
      stesso modo, e DC che fine ha fatto ? esiste
      ancora
      ?

      certo che la cosa sta diventando nera...BitTorrent è stato uno dei più bombardati, contro la loro esportazione di democrazia. Mi sà che la prossima rete P2P sarà Ants.E' l'unica.
  • Anywhere scrive:
    Re: E ci hanno pure perso tempo
    te l'ha mai detto nessuno che il bootstrap lo puoi fare da un qualsiasi utente?basta avere il suo indirizzo ip e la porta...i server..non servono (graande gioco di parole)."si ma se io non conosco nessuno che già lo usa e voglio iniziare a usarlo anch'io?"apparte che mi pare un evento poco probabile..semmai c'è la rottura di balle di telefonare all'amico o chiedere in msn/icq/skype/quelcasschetipare il suo ip...ad ogni modo in rete ip di utenti disposti a dartelo ne trovi fin che vuoi
    • Anonimo scrive:
      Re: E ci hanno pure perso tempo
      Veramente ho aggiornato ieri alla 0.47b e i contatti kad me li ha tenuti eseguendo il bootstrap regolarmente.Vanno invece a putt@ne nel caso di crash del sistema, in questo senso sarebbe buona cosa se implementassero un sistema di salvataggio automatico temporizzato.
      • The Animal scrive:
        Re: E ci hanno pure perso tempo
        - Scritto da:
        Veramente ho aggiornato ieri alla 0.47b e i
        contatti kad me li ha tenuti eseguendo il
        bootstrap
        regolarmente.
        Vanno invece a putt@ne nel caso di crash del
        sistema, in questo senso sarebbe buona cosa se
        implementassero un sistema di salvataggio
        automatico
        temporizzato.Se cambi solo exe si ti rimangoni i contatti.Ma per eseguire un corretto aggiornamento devi salvare solo 3 file: clients.met - preferences.dat - cryptkey.datI contatti della kad dovrebbero essere contenuti nel file nodes.datGeneralmente sconsiglano di conservere anche questo file durante l'aggiornamento.Se all'aggiornanto salvi solo i 3 files consigliati, per riuscire a usare la kad devi rieffettuare il bootstrap, quindi necessariamente collegarti almeno inizialmente ai server o procurarti un ip in un altra con tutto lo sbattimanto che ne consegue.Se hai già i contatti invece basta cliccare "connetti" in kad, saltando il bootstrap perciò il collegamento ai server.Se clicchi connetti facendo un "installazzione pulita" invece non accade un tubo e il bootstrap diventa indispensabile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 settembre 2006 15.17-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    C'era una volta...
    Una volta la musica te la facevi fare dall'amico che aveva l'originale (o un'altra copia)Bisogna tornare alle origini.E'comodo scaricare da gente che non conosci, comodo e veloce, ma se non si può mettiamoci il cuore in pace: una rete reale, fatta di persone anzichè di IP, è inattaccabile.Muniamoci di software anti-protezione e scambiamoci musica e film fisicamente anzichè virtualmente, come ai vecchi tempi!(altro vantaggio è che virus se ne prenderanno molto meno e quei pochi sapremo chi ce li ha fatti installare)
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta...
      - Scritto da:
      Una volta la musica te la facevi fare dall'amico
      che aveva l'originale (o un'altra
      copia)

      Bisogna tornare alle origini.il tempo passa.è arrivato DRMil rootkitEUCDDMCAleggi europee, niente fairuseniente obbligo di segnalare che c'è protezionedivieto di fare la copia personale se devi scavalcare la protezione...ecc ecce tra un po' la botta finale: expalladium (trusted computing "the comuting you can't trust", chip fritz... ecc)
      E'comodo scaricare
      da gente che non conosci, comodo e veloce, ma se
      non si può mettiamoci il cuore in pace: una rete
      reale, fatta di persone anzichè di IP, è
      inattaccabile.per questo stanno puntando sulla scomparsa dei vecchi supporti: addio dvd , addio cd...vogliono farti fare il download di roba col DRM, che scade, che scompare... c'è gente che promuove il DRM (venditori) dicendo che finalmente sarà possibile non dover cedere i diritti di utilizzo in modo illimitato ... potranno REVOCARLI ai clienti !! e se ne vantano!s'è visto citare anche qui su PI, in "virgolette"
      Muniamoci di software anti-protezione coi lucchetti digitali?ok, ti terrai il tuo vecchio pcma per quanto funzionerà?e i lettori?hanno 2000 ore di esercizio medio, e dopo?
      e
      scambiamoci musica e film fisicamente anzichè
      virtualmente, come ai vecchi
      tempi!il tempo non si è fermato, nel frattempo.non hai letto nessun articolo sul "analogue hole" qui su PI, sotto "Cassandra Crossing" ?
      (altro vantaggio è che virus se ne prenderanno
      molto meno e quei pochi sapremo chi ce li ha
      fatti
      installare)non se sui supporti ci sono i rootkit e non devono essere segnalati, ad esempio...
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta...

      Una volta la musica te la facevi fare dall'amico
      che aveva l'originaleQuello che la COMPRAVA? :D
      Bisogna tornare alle origini.Già, andare in negozio col portafoglio in mano :D
  • Anonimo scrive:
    30 milini di dollari???
    Premetto che so poco e niente di questa fantomatica MetaMachine, ma visitando il loro sito (http://www.metamachine.com) non mi sembra esattamente un colosso industriale (sulla loro home page campeggia un unico link a http://www.edonkey2000.com).Se è così, mi chiedo da dove tireranno fuori i 30 milioni di dollari previsti dall'accordo con la RIAA.Possibile che sviluppare e distribuire gratuitamente un client P2P porti guadagni tali da potersi permettere di pagare una simile cifra?Evidentemente c'è qualcosa che mi sfugge.
    • Anonimo scrive:
      Re: 30 milini di dollari???
      - Scritto da:
      Premetto che so poco e niente di questa
      fantomatica MetaMachine, ma visitando il loro
      sito (http://www.metamachine.com) non mi sembra
      esattamente un colosso industriale (sulla loro
      home page campeggia un unico link a
      http://www.edonkey2000.com).
      Se è così, mi chiedo da dove tireranno fuori i 30
      milioni di dollari previsti dall'accordo con la
      RIAA.
      Possibile che sviluppare e distribuire
      gratuitamente un client P2P porti guadagni tali
      da potersi permettere di pagare una simile
      cifra?
      Evidentemente c'è qualcosa che mi sfugge.Se non vado errato nella versione free di eDonkey ci sono dei banner pubblicitari, ma di sicuro non saranno quelli la sola fonte di guadagno...
      • Anonimo scrive:
        Re: 30 milini di dollari???
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Premetto che so poco e niente di questa

        fantomatica MetaMachine, ma visitando il loro

        sito (http://www.metamachine.com) non mi sembra

        esattamente un colosso industriale (sulla loro

        home page campeggia un unico link a

        http://www.edonkey2000.com).

        Se è così, mi chiedo da dove tireranno fuori i
        30

        milioni di dollari previsti dall'accordo con la

        RIAA.

        Possibile che sviluppare e distribuire

        gratuitamente un client P2P porti guadagni tali

        da potersi permettere di pagare una simile

        cifra?

        Evidentemente c'è qualcosa che mi sfugge.
        Se non vado errato nella versione free di eDonkey
        ci sono dei banner pubblicitari, ma di sicuro non
        saranno quelli la sola fonte di
        guadagno...overnet non si pagava?
    • borg_troll scrive:
      Re: 30 milioni di dollari???
      Quello che non potranno pagare in contanti dovranno trovarlo vendendo quel che hanno, altrimenti gli ufficiali giudiziari sequestreranno i loro beni. Spero per loro che basti, perché altrimenti finiranno i loro giorni lavorando solo per pagare i debiti.
  • xWolverinex scrive:
    Quando non c'era eDonkey..
    .. c'erano nei negozi di musica quei fantastici attrezzi che ho usato piu' di una volta che ti permettevano di ascoltare "in anteprima" il cd che volevi acquistare (o la musicassetta).I discografici pero' si erano accorti che cosi' facendo le vendite calavano perche' la gente si accorgeva che l'album a parte la "hit" famosa era una emerita cagata. E non comprava. Cosi' hanno imposto ai negozi di dischi di togliere quei dispositivi (c'era di mezzo anche la siae se non erro). E le vendite sono tornate a salire. Ma perche' ? Perche' la musica e' migliorata? No, per il semplice fatto che l'UTONTO non aveva idea di cio' che comprava.Attenzione: la musica e' l'unico mercato in cui si compra "a scatola chiusa". Cioe' paghi un tot conoscendo solo 1 brano su 10 o su 15 (quando va bene). Comprereste una macchina vedendo solamente la ruota anteriore sinistra e il braccetto dell'ammortizzatore? O una maglia vedendo solamente l'orlo del polsino ? Ne saro' convinto fino alla morte, questi signori sono convinti che 1 brano scaricato corrisponde a 1 brano non acquistato. Quando si sveglieranno da questa troiata mediatica ?Cmq... eDonkey era usato da una percentuale infma di utenti.. ma e' il principio quello che e' pericoloso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando non c'era eDonkey..
      Se non sei soddisfatto del prodotto, allora puoi sostituirlo con un'altro.Con i film e musica non se puete!Altra cosa. tu acquisti la musica , non il supporto. Per cui se si dovesse rompere il supporto (lo metti sotto il culo e lo spacchi) , prova a fartelo sostituire, nonostante tu acquisti Il contenuto e nn il supporto.Lassamo perdere va !
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Quando non c'era eDonkey..
        - Scritto da:
        Altra cosa. tu acquisti la musica , non il
        supporto. Per cui se si dovesse rompere il
        supporto (lo metti sotto il culo e lo spacchi) ,
        prova a fartelo sostituire, nonostante tu
        acquisti Il contenuto e nn il
        supporto.E' esatto l' opposto, è per questo che possono fregarsene se non puoi piu' usufruire di quello che hanno inciso. Informati meglio prima di acquistare quella roba.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Quando non c'era eDonkey..
      - Scritto da:

      prova ad andare ad una fiera di fotografia e
      chiedi al negoziante di farti provare una reflex
      professionale, magari con VARI obiettivi e poi me
      ne parli
      :)
      Questa poi, devi domandare al rappresentate (che di solito trovi appunto nelle fiere e nelle esposizioni, se puoi provare le macchine che lui promuove. Oppure puoi contattarlo anche nei normali giorni di lavoro. Te le fanno provare eccome se non domandi a chi non centra niente.Invece per la musica/video non esiste niente che ti possa far ascoltare/vedere quello che poi andresti comprare, e se ne guardano bene dal farlo.
      "pappaprontato"ItaGliano maccheronico?
    • frog scrive:
      Re: Quando non c'era eDonkey..
      - Scritto da:

      quello che loro dicono però è: se si trova
      gratis, chi è il fesso che compra?

      Eh prova ad ascoltare un mp3 o anche solo un cd copiato su un VERO impianto HiFi......e poi mi dirai.Spendo circa 100 al mese in cd.Ma prima....mulo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando non c'era eDonkey..
        Ma che cambia nell'ascolto tra un cd originale ed una copia fatta con EAC che verifica i singoli brani con l'algo CRC32 o MD5 ?Dimmelo tu ?FP
        • xWolverinex scrive:
          Re: Quando non c'era eDonkey..
          Prendi una traccia audio, comprimila in mp3, e confrontala con l'originale con qualche editor wave. Le differenze se non le senti le "vedi".
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            non ti sta parlando di un mp3, ma di una copia dal cd originale
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            che il formato mp3 faccia pena, specialmente per le frequenze basse, e risaputo; infatti preferisco il formato ogg. Ho fatto prove rippando da cd originale e a parita; ogg e migliore rispetto all'mp3.Cmq in commercio trovi solo lettori mp3/wma......
          • The Animal scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            - Scritto da:
            che il formato mp3 faccia pena, specialmente per
            le frequenze basse, e risaputo; infatti
            preferisco il formato ogg. Ho fatto prove
            rippando da cd originale e a parita; ogg e
            migliore rispetto
            all'mp3.Grazie al cazzo.trovali i file e i lettori ogg però.Tratto dalla wikipedia nell'attuale situazione statunitense dei brevetti software, i produttori di hardware non sono interessati a supportare Vorbis neanche a costo zero, perché trattandosi di un formato open source il rischio di una ipotetica rivalsa di copyright ricadrebbe su di essi.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            - Scritto da: The Animal

            perché trattandosi di un formato open
            source il rischio di una ipotetica rivalsa di
            copyright ricadrebbe su di
            essi.Cioè? Hanno paura di cosa?
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            - Scritto da: The Animal

            - Scritto da:

            che il formato mp3 faccia pena, specialmente per

            le frequenze basse, e risaputo; infatti

            preferisco il formato ogg. Ho fatto prove

            rippando da cd originale e a parita; ogg e

            migliore rispetto

            all'mp3.

            Grazie al cazzo.
            trovali i file e i lettori ogg però.
            Tratto dalla wikipedia
            nell'attuale situazione statunitense dei
            brevetti software, i produttori di hardware non
            sono interessati a supportare Vorbis neanche a
            costo zero, perché trattandosi di un formato open
            source il rischio di una ipotetica rivalsa di
            copyright ricadrebbe su di
            essi.
            I lettori .ogg ci sono, costano un po' piu degli altri, ma sicuramente meno di un iPod (che da questo punto di vista è ridicolo). Sono di marche meno conosciute, ma quelli che conosco sono davvero di alta qualità (trekstor, iaudio tra tutti)
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando non c'era eDonkey..
          - Scritto da:
          Ma che cambia nell'ascolto tra un cd originale ed
          una copia fatta con EAC che verifica i singoli
          brani con l'algo CRC32 o MD5
          ?

          Dimmelo tu ?
          FPLa qualita' del supporto e Il tipo di incisione (stampato VS masterizzato)e naturalmente......quello che sento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            Ma al di la' del supporto , se la copia passa il controllo crc5 o MD5 pur essendo su un supporto schifoso e essendo letta non da un lettore HIFI esoterico, vuol comunque dire che la copia e' conforme all'originale bit2bit, e non può suonare diversamente.La matematica non è un opinione, stiamo parlando di bit non di vinile.FP
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            Lettori da 1000 1500 non li definirei "esoterici".Ma la differenza e' ben chiara ascoltando i due supporti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            - Scritto da:
            Lettori da 1000 1500 non li definirei
            "esoterici".
            Ma la differenza e' ben chiara ascoltando i due
            supporti.Non meriteresti risposta... l'ignoranza non ha pari!!!!! come ha detto il caro amico prima, se la copia è tale (cioe' COPIA) significa che tutto il contenuto del disco (stampato o inciso che sia) è UNA COPIA BIT A BIT!!! non puo cambiare NULLA!!!! scusa ma quando masterizzi 1 cd di un gioco, nella versione masterizzata cambiano i livelli??!?!?!!?!?! o qualcos'altro?!!?!?!?! NO!!!! puoi discutere sulla distorsione armonica del lettore, sulla risposta in frequenza... ma si parla sempre del LETTORE.... il supporto se copia è, copia rimane!!! INDISTINGUIBILE (su confronto bit2bit) dall'originale!!!! ANDATE A SCUOLA PRIMA DI SPARARE CAVOLATE!!!!!!!!!!!buona vita a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            - Scritto da:

            Non meriteresti risposta... l'ignoranza non ha
            pari!!!!! come ha detto il caro amico prima, se
            la copia è tale (cioe' COPIA) significa che tutto
            il contenuto del disco (stampato o inciso che
            sia) è UNA COPIA BIT A BIT!!! non puo cambiare
            NULLA!!!! scusa ma quando masterizzi 1 cd di un
            gioco, nella versione masterizzata cambiano i
            livelli??!?!?!!?!?! o qualcos'altro?!!?!?!?!
            NO!!!! puoi discutere sulla distorsione armonica
            del lettore, sulla risposta in frequenza... ma si
            parla sempre del LETTORE.... il supporto se copia
            è, copia rimane!!! INDISTINGUIBILE (su confronto
            bit2bit) dall'originale!!!! ANDATE A SCUOLA PRIMA
            DI SPARARE
            CAVOLATE!!!!!!!!!!!

            buona vita a tuttiSe non merito risposta non rispondermi, specialmente con un tono del genere arrogante saputello!Io sto' parlano della bonta' del supporto e della capacita' di leggerlo della meccanica.Credo che tu non abbi mai ascoltato nulla di diverso da un mp3.Ignori che un errore di lettura della meccanico viene corretto digitalmente e quindi altera la riproduzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando non c'era eDonkey..
            :( Ma allora ti ostini a non capire:A parità di lettore, quello che vuoi, ma scorrelato dal supporto, quando il contenuto digitale (musica, dati ecc) di quest'ultimo in un controllo bit a bit (has md5, crc32, ecc) è identico ad un'altra copia è chiaro che suonerà allo stesso modo.
  • Anonimo scrive:
    visto? non ne restano molti
    colpo su colpo, uno alla volta li stanno facendo fuori tutticosa resta, il mulo?ants e mute? ma va' :(
    • painlord2k scrive:
      Re: visto? non ne restano molti
      Restano quelli più difficili da attaccare.Si tratta di selezione naturale.Le Majors stanno solo comprando tempo e i loro avvocati facendo affari.Ma come si fa ad attaccare una rete correttamente decentralizzata, o gli sviluppatori di una applicazione GNU/GPL?Volendo, con la GNU/GPL, lo sviluppo può proseguire anche attraverso contributi anonimi.Come fai a controllare se uno sviluppatore in Lituania decide di sviluppare a casa il codice di una applicazione GPL e poi lo rilascia in rete anonimamente?
      • Anonimo scrive:
        Re: visto? non ne restano molti
        - Scritto da: painlord2k
        Come fai a controllare se uno sviluppatore in
        Lituania decide di sviluppare a casa il codice di
        una applicazione GPL e poi lo rilascia in rete
        anonimamente?L'anonimato in Rete sta scomparendo se non se n'é già andato del tutto. Quanto alla Lituania, se vuol mantenere buoni rapporti col resto dell'UE dovrà obbedire alle sue leggi.Quanto pensi che ci vorrà a rendere illegale lo sviluppo di software P2P? Una spintarella della lobby giusta e addio.
        • Anonimo scrive:
          Re: visto? non ne restano molti
          - Scritto da:

          - Scritto da: painlord2k


          Come fai a controllare se uno sviluppatore in

          Lituania decide di sviluppare a casa il codice
          di

          una applicazione GPL e poi lo rilascia in rete

          anonimamente?

          L'anonimato in Rete sta scomparendo se non se n'é
          già andato del tutto. Quanto alla Lituania, se
          vuol mantenere buoni rapporti col resto dell'UE
          dovrà obbedire alle sue
          leggi.

          Quanto pensi che ci vorrà a rendere illegale lo
          sviluppo di software P2P? Una spintarella della
          lobby giusta e
          addio.E allora ? Mica ci sono i controlli sul compilatore !!! Lo fai lo stesso e poi lo sbatti su una rete anonima.
        • painlord2k scrive:
          Re: visto? non ne restano molti
          ...non ci sono più le mezze stagioni.Ovvio che alcuni settori non vorrebbero il P2P, ma le leggi che lo impedissero intralcerebbero una quantità enorme di altri settori.Per impedire di sviluppare codice P2P devi semplicemente vietare la libertà di stampa e di espressione.Puoi anche commercializzare esclusivamente compilatori che inseriscono delle backdoor nel codice, per prevenire il P2P.Ma dubito che saranno in molti a volere dei programmi scritti con quei compilatori (gente tipo banche, militari, politici, etc.)Semplicemente, per rendere impossibile il P2P devi fottere l'economia mondiale. E la reazione dell'economia mondiale in questi casi non è molto bella da osservare, e anche meno da subire.
  • Angelone scrive:
    Re: E ci hanno pure perso tempo
    Se perdessero tempo levando dalla rete la gente che mette in condivisione files contenenti trojan e virus vari sarebbe stato meglio.Ma vogliamo mica che symantec e compagnia bella chiudano i battenti no?
  • Anonimo scrive:
    SEI SICURO CHE E' MEGLIO?SPIEGA TECNICAM
    SPIEGA TECNICAMENTE PERCHE E' MEGLIO...VEDIAMO.SU??
  • mr_setter scrive:
    never back down-novastar
    La stavo asoltando mentre leggevo questa notizia...Coincidenza? p) O) LV&P
    • Anonimo scrive:
      come gli piace raccontare,le disgrazie..
      della gente,della rete.....di miliardi e miliardi di persone....-libere-oneste-senza pregiudizi-senza rompere al prossimo,le uova nel paniere!COME GLI PIACEE....A QUESTAAA BELLA REDAZIONEE...!!!CHE TRISTEZZA!!!....MAAHHHH!!
    • Anonimo scrive:
      Re: never back down-novastar
      - Scritto da: mr_setter
      La stavo asoltando mentre leggevo questa
      notizia...
      Coincidenza? p)

      O) LV&PE stikazzi? :)
  • Anonimo scrive:
    Edonkey 1.4.3 funziona... ecco come
    date uno sguardo quihttp://www.mambro.it/index.php?page=articolo&id=444finchè regge.... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: 1.4.3 funziona... ecco come
      si,ma in che lingua e'??la vers? ita ce?
    • Anonimo scrive:
      Re: Edonkey 1.4.3 funziona... ecco come
      Per utilizzare questo stratagemma è necessario avere istallato la versione 1.4.3 del client edonkey (si trova facilmente sulle reti p2p).Ecco i passaggi da fare:1 ) cercate il file HOSTS (normalmente è situato in C:WINDOWSsystem32driversetc) se non lo trovate usate il cerca di windows2) aprite il file HOSTS con un qualsiasi programma di scrittura (notepad va benissimo)3) aggiungete alla fine del file la suguente riga:127.0.0.1 home.edonkey.com4) salvate il file e ora usate tranquillamente edonkeyPS: testato e funzionante solo sulla versione 1.4.3.
    • Anonimo scrive:
      Re: Edonkey 1.4.3 funziona... ecco come
      c'è un modo molto più semplice... basta trascinare un'immagine nello homepage di edonkey
  • Anonimo scrive:
    Re: E ci hanno pure perso tempo
    caparezza rulez
  • Anonimo scrive:
    Re: Dopo Napster, eDonkey
    mai.
  • The Animal scrive:
    Alla RIAA
    non frega un cazzo di far fallire tutto il p2p.Anzi ci guadagna con il p2p, denuncia aziende ed ottiene risarcimenti record.Ha denunciato migliaia di gente in USA e si è intascata una media di circa 3000$ per utente senza neanche arrivare al processo (adresso vedremo come andrà a finire con mr.Hogan).Il p2p è una miniera d'ora per le major.Prima del p2p la pirateria già c'era, ma le major non ci guadagnavano così beneUn pò come quei sindaci che mettono il divieto di velocità a 30km/h su uno stradone dritto e deseto per poi piazzarci l'autovelox e cuccarsi i soldi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 settembre 2006 01.11-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla RIAA
      gia' e' una merda
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla RIAA
      E' ufficiale invece che quei soldi vengono utilizzati per finanziare nuove cause...dei veri delinquenti legalizzati...
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla RIAA
      - Scritto da: The Animal
      non frega un cazzo di far fallire tutto il p2p.
      Anzi ci guadagna con il p2p, denuncia aziende ed
      ottiene risarcimenti
      record.
      Ha denunciato migliaia di gente in USA e si è
      intascata una media di circa 3000$ per utente
      senza neanche arrivare al processo ( adesso
      vedremo come andrà a finire con
      mr.Hogan ).dici che lo vedremo?io non so se lo vedremo.mi interessa e attendo con trepidazione
      Il p2p è una miniera d'ora per le major.
      Prima del p2p la pirateria già c'era, ma le major
      non ci guadagnavano così
      beneva beh, spiegalo ad uno spacciatore che è un cattivo, eh
      Un pò come quei sindaci che mettono il divieto di
      velocità a 30km/h su uno stradone dritto e deseto
      per poi piazzarci l'autovelox e cuccarsi i
      soldi.mica li cuccano loro!
  • Anonimo scrive:
    ha vinto la mafiaa
    http://www.mafiaa.org/
    • Anonimo scrive:
      Re: ha vinto la mafiaa
      (rotfl) per un attimo ci ho creduto e ho pensato " :o NON E' POSSIBILE! :o"
      • Anonimo scrive:
        Re: ha vinto la mafiaa
        - Scritto da:
        (rotfl) per un attimo ci ho creduto e ho pensato
        " :o NON E' POSSIBILE!
        :o"vedo che haller comunque è un amante delle giustapposizioni di vario tipo ;) clicca qua e clicca la...
  • Anonimo scrive:
    Re: E ci hanno pure perso tempo
    ahahhahahaha...grande! è vero...però di sto passo non paghi nemmeno quello che compreresti senza poterlo avere gratis! e non prendiamoci in giro dicendo che prima di comprare voglio provare etc. etc.etc...quei pochi cd che ho comprato non li ricomprerei sicuramente sapendo di poterli avere gratis...tranne quelli dei guns n roses...bhè quelli li dovevo avere!! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: E ci hanno pure perso tempo
      - Scritto da:
      tranne quelli dei guns n roses...bhè
      quelli li dovevo avere!!ma ti accorgi che ti contraddici da solo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: E ci hanno pure perso tempo
      - Scritto da:
      ahahhahahaha...grande! è vero...però di sto passo
      non paghi nemmeno quello che compreresti senza
      poterlo avere gratis! e non prendiamoci in giro
      dicendo che prima di comprare voglio provare etc.
      etc.etc...quei pochi cd che ho comprato non li
      ricomprerei sicuramente sapendo di poterli avere
      gratis...tranne quelli dei guns n roses...bhè
      quelli li dovevo avere!!
      :DPiù della metà dei miei cd (circa 100)li ho comprati quando li avevo scaricati già da tempo. Ho aspettato che scendessero di prezzo (massimo 15) perchè un cd a 20 non lo comprerò mai e poi mai.E' una questione di principio.
      • Max3D scrive:
        Re: E ci hanno pure perso tempo
        CDBox e' un'ottima alternativa... mi sono fatto la discografia dei radiohead e dei system of a down l'anno scorso, ti fanno scegliere da dove comprare i cd, germania, olanda, francia, uk, italia :Pchissa' com'e' li ho comprati tutti all'estero.. e spese di spedizione comprese.. ho speso meno che comprarle alla dimar che c'e' sotto casa :p
  • Anonimo scrive:
    Re: E ci hanno pure perso tempo
    il client è un mer**...ma la rete overnet è una bomba
  • otacu scrive:
    La ritirata russa
    Il p2p si ritira come i Russi contro Napoleone (la Siae)... si lascia terra bruciata dietro di se'. Sembrano sconfitte ma non si fa altro che spostare il fronte un po' più in là. E non mi sembra Napoleone abbia vinto. 8)
    • Anonimo scrive:
      e' arrivato il coglione furboncello
      ma fatti na pera con la cicoria...deficiente!!a te e l'asino!!!..ahhhhhhhhhhhh
    • Anonimo scrive:
      Re: La ritirata russa
      - Scritto da: otacu
      Il p2p si ritira come i Russi contro Napoleone
      (la Siae)... si lascia terra bruciata dietro di
      se'. Sembrano sconfitte ma non si fa altro che
      spostare il fronte un po' più in là. E non mi
      sembra Napoleone abbia
      vinto.

      8)fino ad ora stanno morendo tuttii client e i sistemi diminuiscono, spariscono, non ne nascono di nuovi e più fortia rigore nemmeno il tanto decantato torrent è un sistema di p2p vero, perchè il search è su web... in pratica come sistema di ricerca si torna all'epoca dei vari siti di crack e warez... e direi che sono stati chiusi a mazzate in testa
      • Max3D scrive:
        Re: La ritirata russa
        quototutti, probabilmente la diffusione delle fonti via kademilia e' la soluzione definitiva al problema dei server, sono gli utenti ad indirizzarti direttamente sul cunck che ti serve ogni user deve fare da server tutti contribuiscono nessuno e' responsabile O)
    • Anonimo scrive:
      Re: La ritirata russa
      - Scritto da: otacu
      Il p2p si ritira come i tedeschi contro gli americani
      (la Siae)... si lascia terra bruciata dietro di
      se'. Sembrano sconfitte ma non si fa altro che
      spostare il fronte un po' più in là. E mi
      sembra che gli americani abbiano vintoInfatti.Come vedi il paragone lo puoi girare come vuoi, non essendo la siae nè gli americani che napoleone.
Chiudi i commenti