Microsoft: Outlook Lite è in arrivo su Android

Microsoft: Outlook Lite è in arrivo su Android

Microsoft ha fatto sapere di essere al lavoro su Outlook Lite, ma al momento non è chiaro quando l'app verrà effettivamente rilasciata.
Microsoft ha fatto sapere di essere al lavoro su Outlook Lite, ma al momento non è chiaro quando l'app verrà effettivamente rilasciata.

Spesso capita che gli smartphone e i tablet Android più economici non permettano di sfruttare in maniera corretta alcune app più “elaborate”, restituendo un’esperienza d’uso tutt’altro che piacevole. Per far fronte alla cosa, alcuni sviluppatori possono decidere di elaborare delle versioni “lite” delle app “classiche” ed è esattamente questo che Microsoft ha dichiarato di voler fare con Outlook.

Outlook Lite sta per arrivare su Android

Partendo dal presupposto fondamentale che sì, purtroppo il popolare client email di casa Redmond non va a garantire la medesima piacevolezza d’uso sui modelli di device Android appartenenti alla fascia bassa del mercato, Microsoft ha aggiornato la roadmap di Microsoft 365 ed ha fatto sapere di avere in programma lo sviluppo di una nuova app per la piattaforma mobile del “robottino verde” denominata Outlook Lite.

Al momento, non è ancora stato comunicato quali funzionalità, di preciso, saranno effettivamente incluse nell’app e quali invece tagliate fuori, ma chiaramente ci si aspetta che caratteristiche principali, come ad esempio il calendario, continuino ad essere disponibili pure in questa nuova versione ridotta del client.

Chi ha avuto già modo di provare l’app fa sapere che, rispetto alla versione completa, la variante Lite di Outlook è comunque performante e funziona in modo fluido. Inoltre, dispone di un design ordinato e pulito, come visibile pure nello screenshot illustrativo annesso di seguito. L’unico vero limite è forse quello di poter configurare solo un account e un tipo per volta.

Outlook Lite per Android

Da notare che Microsoft stessa dispone già di un’app Lite per Skype e che altre aziende di rilievo, come Facebook, Twitter, Spotify, Firefox e Google hanno già messo a disposizione degli utenti varianti più “leggere” delle proprie app destinate ai dispositivi meno performanti.

Fonte: Dr. Windows
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 lug 2022
Link copiato negli appunti