Microsoft: ricetta per la sicurezza di IIS

L'azienda è decisa a dimostrare che la sicurezza di IIS dipende da chi lo gestisce. Ma il Gartner non è d'accordo


Redmond (USA) – Se il Gartner denuncia la scarsa sicurezza di Internet Information Server e suggerisce alle aziende di prendere in considerazione prodotti alternativi, magari open source, Microsoft risponde mettendo in atto una nuova strategia per la sicurezza, enunciata pochi giorni fa , e pubblicando sul proprio sito una lista delle cose da fare per rendere più sicuro il proprio server Web.

Il documento, disponibile a questo indirizzo , descrive le pratiche necessarie a proteggere i sistemi IIS dagli attacchi di cracker e codici maliziosi, come i più recenti worm.

Secondo Microsoft, la prima cosa da verificare per minimizzare i problemi è individuare quei sistemi che non adottano le indispensabili misure di sicurezza richieste per un qualsiasi server connesso ad Internet e che per questo motivo rischiano di trasformarsi in “teste di ponte” per i virus, compromettendo l’intera sicurezza di una rete.

Il documento definisce questi sistemi “erbacce” e, insieme ai sistemi di test, li classifica fra quelli più trascurati e scarsamente amministrati all’interno delle aziende. Il big di Redmond riporta dunque alcune delle procedure da seguire per portare questi sistemi a soddisfare i requisiti basilari di sicurezza, consigliandone inoltre la separazione fisica dai sistemi di produzione.

Microsoft consiglia poi ai clienti di creare dei team di intervento rapido pronti a fronteggiare eventuali incidenti di sicurezza e di implementare strategie di sicurezza che prevedano la costante manutenzione e amministrazione di tutti i server connessi con l’esterno.

Nel documento Microsoft ricorda poi l’esistenza di alcuni tool e servizi , da HFNetChk al Microsoft Personal Security Advisor , rilasciati di recente con l’intento di aiutare utenti e amministratori di sistema nel rendere più sicure le loro macchine attraverso una più facile ed efficiente gestione degli aggiornamenti e della configurazione dei sistemi.

Le nuove strategie per la sicurezza messe in piedi da Microsoft continuano però a non soddisfare John Pescatore, vice presidente del Gartner e autore del noto rapporto sulla scarsa sicurezza di IIS.

“Non abbiamo bisogno soltanto di un cambiamento nelle pratiche di amministrazione – spiega Pescatore -, abbiamo bisogno di vedere cambiamenti nel prodotto. Non è possibile continuare a dire alla gente che deve spendere più denaro e sforzi per far fronte alle deficienze di IIS”. Una posizione intransigente che reitera accuse che da tempo dividono la comunità degli esperti.

Sono infatti in molti gli analisti che puntano il dito proprio sugli amministratori di sistema sui quali, secondo questa impostazione, cade la responsabilità di attuare politiche di sicurezza più aggressive di quelle adottate fino ad oggi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se magari qualcuno leggesse bene prima di scrivere
    ... il bollettino di MS!Office 98 SOLO per Mac. Le versione interessate per Win cominciano da Office 2000 in poi ... e chi è così ingenuo di utilizzare sta munezza?
    • Anonimo scrive:
      Re: Se magari qualcuno leggesse bene prima di scrivere
      - Scritto da: Anonimo
      ... il bollettino di MS!Quale degli ultimi 15000 di qst settimana?:)
      Office 98 SOLO per Mac. Le versione
      interessate per Win cominciano da Office
      2000 in poi ... e chi è così ingenuo di
      utilizzare sta munezza?Tanti che non sanno nemmenoche esistono software diversi da Win e Office.
  • Anonimo scrive:
    ormai linux è una religione
    ormai linux è diventato un culto... la sua verità, il suo vangelo, i suoi profeti, e soprattutto il suo demonio ed il suo inferno... Bill Gates e Microsoft...Zarathustra contro Arihman... Gesù contro Mammone...che Palle....
    • Anonimo scrive:
      Re: ormai linux è una religione
      Le uniche palle sono i bigliettoni da sborsare ogni anno! Per avere poi delle rivoluzioni di Win e Office! Se me lo da gratis comincio ad adorare Bill, se poi mi da pure i sorgenti allora faccio pure le crociate in suo nome! Scusa ma se si propaganda un po' Linux nei siti specializzati da fastidio? Bill magnifica il suo Win ai quattro venti, TV, giornali, cartelloni, .... No ma scusa hai perfettamente ragione! Da molto fastidio avere un concorrente serio e affidabile che ti tallona! Specie quando non hai potenti mezzi e dollaroni $$$$$$$$ - Scritto da: Ximenes Uzeda
      ormai linux è diventato un culto... la sua
      verità, il suo vangelo, i suoi profeti, e
      soprattutto il suo demonio ed il suo
      inferno... Bill Gates e Microsoft...

      Zarathustra contro Arihman... Gesù contro
      Mammone...

      che Palle....
  • Anonimo scrive:
    98?
    Non esiste "Excel98"o sbaglio?Si passa da Office97 a Office2000Quindi a XP.o no?
  • Anonimo scrive:
    Basta con questa storia
    Ogni volta la solita storia, passate a Linux passate a Linux... Non se ne può più!Stavolta M$ ha fornito le patch in un tempo breve, chi si becca un virus che sfrutta quelle falle è un pollo, non è colpa di M$.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questa storia
      a- voglio vedere quanti utenti medi scaricheranno la patch perchè sanno il rischio, ennesimo, che stanno correndob- se microsoft non facesse del softwares così inaffidabile penso che problemi non nè esisterebbero.c- al lancio di ogni nuovo prodotto Microsoft assicura che è in assoluto il migliore, più stabile e più sicuro mai prodotto, ma poi...d- se le alternative valide esistono,perchè non utilizzarle?
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con questa storia
        - Scritto da: salva
        a- voglio vedere quanti utenti medi
        scaricheranno la patch perchè sanno il
        rischio, ennesimo, che stanno correndoSe vai in macchina e esce una nuova norma per cui non puoi circolare il giovedì, se esci con la macchina il giovedì ti becchi la multa. L'ignoranza non costituisce scusante. Perché dovrebbe essere diverso per chi naviga sulla rete?
        b- se microsoft non facesse del softwares
        così inaffidabile penso che problemi non nè
        esisterebbero.Non esistono software privi di buchi. E poi ne si scrive senza accento in questo contesto, somaro.
        c- al lancio di ogni nuovo prodotto
        Microsoft assicura che è in assoluto il
        migliore, più stabile e più sicuro mai
        prodotto, ma poi...Ma poi è così. I prodotti migliorano via via. Per cui l'ultimo prodotto è sempre il migliore.
        d- se le alternative valide esistono,perchè
        non utilizzarle?Giusto. Peccato che non esistano alternative migliori. Il mercato ha già decretato da tempo che Office è la migliore suite in commercio. E moooolto prima che uscisse StarOffice.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia
          - Scritto da: Darth Vader
          Giusto. Peccato che non esistano alternative
          migliori.Caso A: ROTFL Caso B: intendi dire "migliori da ogni punto di vista" ed in qual caso hai ragione
          Il mercato ha già decretato da
          tempo che Office è la migliore suite in
          commercio.SE vale il caso B, hai detto un'idiozia.
          E moooolto prima che uscisse
          StarOffice.I prodotti migliorano.Infatti Staroffice è migliore di Office (caso A), anzi è migliore da molti punti di vista (caso B)^___^
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia

          Ma poi è così. I prodotti migliorano via
          via. Per cui l'ultimo prodotto è sempre il
          migliore.Come no, hai proprio ragione. Un esempio su tutti è Windows ME rispetto al 98.Ragazzo mio sembri tanto bravo, ma se ti ci metti di impegno di cavolate ne scrivi di immense.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia
          - Scritto da: Darth Vader


          Se vai in macchina e esce una nuova norma
          per cui non puoi circolare il giovedì, se
          esci con la macchina il giovedì ti becchi la
          multa. L'ignoranza non costituisce scusante.
          Perché dovrebbe essere diverso per chi
          naviga sulla rete?Perché non esce una legge nuova al giorno, e non sei costretto a guardare tutti i tg del giorno per saperlo. Si suppone che quando viene fatta una legge venga preparata in maniera decente, senza aggiungere articoli nuovi ogni giorno.
          Non esistono software privi di buchi. E poi
          ne si scrive senza accento in questo
          contesto, somaro.Ma esistono software con + o - bachi.
          Ma poi è così. I prodotti migliorano via
          via. Per cui l'ultimo prodotto è sempre il
          migliore.Ma poi non è affatto così. Man mano che vengono tappati bug, ne vengono scoperti di nuovi quindi il tasso di merdosità resta + o - costante nel tempo (o x lo - descresce molto lentamente). O vuoi sostenere che win98 prima edizione fosse meglio di 95 rev. c? Che w2k senza patch fosse meglio di nt4?
          Giusto. Peccato che non esistano alternative
          migliori. Il mercato ha già decretato da
          tempo che Office è la migliore suite in
          commercio. E moooolto prima che uscisse
          StarOffice.Quindi siccome Office è uscito prima continuiamo ad utilizzarlo come dei somari col paraocchi perché non siamo capaci di usare altro, giusto? E comunque di alternative ne esistono diverse, ci vogliono 3 minuti per trovarle.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia
          - Scritto da: Darth Vader
          Se vai in macchina e esce una nuova norma
          per cui non puoi circolare il giovedì, se
          esci con la macchina il giovedì ti becchi la
          multa. L'ignoranza non costituisce scusante.
          Perché dovrebbe essere diverso per chi
          naviga sulla rete?Se vado in macchina vado su di un mezzo che viene costruito secondo regole severissime riguardo la sicurezza; sotto controllo del governo, e sottoposto a 10000 regole poste ad evitare gli incidenti.E windows.... ?Cosa succederebbe alla fiat se facesse automobili con le cinture di sicurezza che si spezzano al minimo urto ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia
            - Scritto da: Gray
            - Scritto da: Darth Vader


            Se vai in macchina e esce una nuova norma

            per cui non puoi circolare il giovedì, se

            esci con la macchina il giovedì ti becchi
            la

            multa. L'ignoranza non costituisce
            scusante.

            Perché dovrebbe essere diverso per chi

            naviga sulla rete?

            Se vado in macchina vado su di un mezzo che
            viene costruito secondo regole severissime
            riguardo la sicurezza; sotto controllo del
            governo, e sottoposto a 10000 regole poste
            ad evitare gli incidenti.
            E windows.... ?

            Cosa succederebbe alla fiat se facesse
            automobili con le cinture di sicurezza che
            si spezzano al minimo urto ?Sul fatto che le automobili siano costruite rispettando regole severissime avrei da ridire...
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia
            - Scritto da: Posix
            - Scritto da: Gray

            - Scritto da: Darth Vader

            Se vado in macchina vado su di un mezzo

            che viene costruito secondo regole

            severissime riguardo la sicurezza; sotto

            controllo del governo, e sottoposto a 10000

            regole poste ad evitare gli incidenti.

            E windows.... ?

            Cosa succederebbe alla fiat se facesse

            automobili con le cinture di sicurezza che

            si spezzano al minimo urto ?
            Sul fatto che le automobili siano costruite
            rispettando regole severissime avrei da
            ridire...Riguardo a certe cose: crash test e simili non si puo' sfuggire piu' di tanto: le case automobilistiche (al contrario delle software house;) hanno degli obblighi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia
          - Scritto da: Darth Vader


          - Scritto da: salva

          a- voglio vedere quanti utenti medi

          scaricheranno la patch perchè sanno il

          rischio, ennesimo, che stanno correndo

          Se vai in macchina e esce una nuova norma
          per cui non puoi circolare il giovedì, se
          esci con la macchina il giovedì ti becchi la
          multa. L'ignoranza non costituisce scusante.
          Perché dovrebbe essere diverso per chi
          naviga sulla rete?ma la legge esce sulla gazzetta ufficiale. non mi risulta che chiunque possa andare in municipio e leggere gratuitamente bugtraq... siamo alle solite con te, Darth!

          b- se microsoft non facesse del softwares

          così inaffidabile penso che problemi non


          esisterebbero.

          Non esistono software privi di buchi. E poi
          ne si scrive senza accento in questo
          contesto, somaro.è verissimo. non esiste software completamente privo di bachi. ma esiste software più affidabile, meglio supportato e la cui obsolescenza non è programmata. a ragionare come microsoft nessuno dovrebbe più trovare in commercio pneumatici per la Fiat Uno, perché è un modello vecchio.

          c- al lancio di ogni nuovo prodotto

          Microsoft assicura che è in assoluto il

          migliore, più stabile e più sicuro mai

          prodotto, ma poi...

          Ma poi è così. BUHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!
          I prodotti migliorano via
          via. Per cui l'ultimo prodotto è sempre il
          migliore.non sempre. o dobbiamo ricordare i buchi ancora presenti in Outlook?

          d- se le alternative valide
          esistono,perchè

          non utilizzarle?

          Giusto. Peccato che non esistano alternative
          migliori. Il mercato ha già decretato da
          tempo che Office è la migliore suite in
          commercio. E moooolto prima che uscisse
          StarOffice.Office è ancora, obiettivamente, la suite migliore.Peccato che lo sia anche per chi scrive macrovirus (senza contare quanto costa e quanto è pesante).
      • Anonimo scrive:
        Re: infatti LINUX è privo di bachi
        Innanzi tutto, come hai parzialmento constatato, il modello Open Source è il miglior modello per lo sviluppo di software, lo ammette anche M$, anche se aggiunge che non è un modello su cui fare buisness: è antiamericano, anticapitalista e pericoloso per un modello di società capitalista (per M$). Ma ammette che è il migliore, e ciò vale pure per gli altri UNIX.Poi, tra i grandi nomi che usano UNIX, ti sei dimenticato di una certa M$: vedere Hotmail (come riportato da me più avanti, nel forum) e server DNS della M$ in Redmond (che da settembre sono affidati ad una società ext. che usa Linux).Il fatto, non sta nei grandi nomi che usano UNIX, ma in quali nomi: infatti bisogna considerare che suddette ist. lo usano per mission-critical (eseguire calcoli di QCD in clustering al CERN o altri ist. analoghi,o ai rilevatori dei supersincrotoni, etc.); sono indipendenti nel giudizio (ist. gov. ed società come Yahoo!!), ma soprattutto eseguono tutti i test possibili, ovviamente di performance e sicurezza.Come ho detto, un o.s. è frutto di compromessi tra: performance, stabilità e sicurezza ed facilità d'uso.Se "incremento" la facilità d'uso, abbasso le altre 2, e cosi via; si tratta di scegliere qual'è il sistema con il miglior compromesso: a me, e non solo a me, sembra Linux (i *BSD la facilità non la considerano, è per questo che sono i più performanti).Non esiste l'o.s. perfetto, esiste se si considera solo uno dei punti di vista: quello puramente tecnico. Basti notare che i compromessi commerciali, ledono anche gli UNIX stessi: i *BSD in generale sono gli o.s. più performanti, perchè non si "sottomettono" a compromessi, non ne hanno bisogno non devono vendere.Sotto quest'ottica (tecnica) è chiaro che i win* ci perdono, ma guadagnano in facilità d'uso, è nel loro DNA insito, per questo non possono competere con gli o.s. UNIX per le performance.D'altronde deve farti capire la differenza il fatto che: win* non ha ancora il supporto all'architettura a 64 bit ma a 32 (gli UNIX tutti si, anche Itanium dell'Intel), supporta a bassa qualità e "quantità" il clustering, non supporta più di 4 processori (solo teorico perchè ancora non c'è un chipset per INtel comp. con supporto per più di 2 processori), mentre gli UNIX supportano n processori (fino a 72 sono in commercio) su una singola macchina!Infine come detto l'ist. gov. USA che rilascia le certificazioni di sicurezza, non ha mai rilasciato per gli o.s. win* la certificazione max. di livello 4, ogni UNIX la vanta.Considera infine che win* non riesce ad instradare la stessa quantità di dati per unità di tempo che instradano gli o.s. UNIX (NetBSD in testa): infatti CISCO e company non si sognano di farne router massivi (grandi quantità di dati per unità di tempo). Mi pare che basti a formulare un pessimo giudizio tecnico (e solo tecnico).
      • Anonimo scrive:
        Re: infatti LINUX è privo di bachi
        - Scritto da: Skin Bracer
        Bhè che tu ci crda o no, il sistema su cui
        sono è originale con tanto di licenza.
        CMQ, uso anche Linux Mandrake e devo dire
        che deve fare ancora moltissima strada per
        essere paragonato a Win.In che senso ???Parli di stabilita' ?Di performance ?Di gestione dei processi / risorse ?Si, dovrebbe tornare indietro parecchio per essere paragonato a windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: infatti LINUX è privo di bachi
          - Scritto da: Caine
          Di performance ?di performance!H impiegato 2 anni ha darmi lo stesso numero di crash che Win98 mi da in 2 giorni! ^__^
      • Anonimo scrive:
        Re: infatti LINUX è privo di bachi
        - Scritto da: Skin Bracer
        [...]
        CMQ, uso anche Linux Mandrake e devo dire
        che deve fare ancora moltissima strada per
        essere paragonato a Win.eh già, anche in Windows mi girano un server web e ftp completi (e gratuiti) sul vecchio P166. anche in windows mi basta dare un "network restart" se cambio l'hostname. anche in windows posso vedere decine di partizioni diverse. anche in windows posso fare la fine del mondo dalla riga di comando. anche in windows ho la possibilità di personalizzarmi il sistema come, quanto e quando voglio (e non parlo solo delle applicazioni, o della GUI). anche in windows quando un'applicazione si blocca mi basta farla terminare con la certezza che il sistema non si inchioderà. anche in windows posso accedere a servizi di networking avanzato senza spendere una lira. anche in windows ho un compilatore C, uno Fortran, uno C++, uno Java
        nativo, uno Objective-C, un interprete Perl, uno Python, uno PHP e uno JSP installati insieme al sistema operativo, opensource e liberi nel vero senso del termine. anche in windows... devo proseguire?ma fammi il piacere, fammi...studia un po' che ti fa bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questa storia
      - Scritto da: Skin Bracer
      Ogni volta la solita storia, passate a Linux
      passate a Linux... Non se ne può più!Non se ne potrá anche piú, peró io non ho mai visto un M$ Windows, a prescindere dalla versione, girare COMPLETAMENTE ed UNICAMENTE in 32 MB di RAM, cosa che invece fa muLinux con tanto di add-on per l'interfaccia grafica. Se vogliamo essere meno pignoli, Peanut Linux occupa 60 MB di HD... Winzozz, dal 95 in poi, non ha mai occupato cosí poco.
      Stavolta M$ ha fornito le patch in un tempo
      breve, chi si becca un virus che sfrutta
      quelle falle è un pollo, non è colpa di M$.Certo, loro fanno il prodotto scadente che ha bisogno di una patch al minuto, e noi utenti dobbiamo:a- essere a conoscenza delle 3500 falle di O.S. e relativi pacchetti;b- scaricare le suddette 3500 patch entro due minuti dalla notizie della loro esistenza.Non per fare il pignolo, ma preferisco che un O.S. esca con due o tre mesi di ritardo ma che sia il piú possibile esente da falle, piuttosto che esca con una settimana di anticipo ma pieno di bug. Vogliamo citare la scarsa sicurezza del sistema IIS che costringe un amministratore a ad essere un ingegnere informatico laureato con 110 e lode e bacio in bocca accademico solo perché IIS deve essere configurato anche per aprire un .txt? O vogliamo allegramente citare la WPA, che non serve a nulla, e che é stata bucata dopo due giorni dalla sua uscita? O aggiungiamo il carico da 11 sul colabrodo informatico che é Outlook?
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con questa storia
        . Vogliamo citare la
        scarsa sicurezza del sistema IIS che
        costringe un amministratore a ad essere un
        ingegnere informatico laureato con 110 e
        lode e bacio in bocca accademico solo perché
        IIS deve essere configurato anche per aprire
        un .txt? Attenzione: Microsoft ha affermato che il sistema IIS è sicurissimo e che, quindi, sono gli amministratori che non sono in grado di configurarlo correttamente (si, si...la colpa sempre dell'utente...povera microsoft e poveri utenti wintel). Mi ricordo che la stessa Microsoft aveva organizzato (o sta organizzando) dei seminari per istruire gli utenti ad utilizzare correttamente outlook per evitare di prendersi qualche virus. Invece di migliorare il prodotto...mah...comunque l'importante è che il computer sia con windows e intel inside...
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia
          - Scritto da: salva[CUT]
          Mi
          ricordo che la stessa Microsoft aveva
          organizzato (o sta organizzando) dei
          seminari per istruire gli utenti ad
          utilizzare correttamente outlook per evitare
          di prendersi qualche virus.E a questo punto uno si chiede: ma se per usare outlook (che dovrebbe essere sicuro soprattutto facile da usare) ci vuole il seminario microfott, per configurare IIS cosa devo fare, laurearmi all'università marziana di patching?
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questa storia
      I fatti parlano da soli, al posto delle opinioni.I fatti dicono che gli o.s. UNIX sono usati nelle mission-critical: CERN (Linux), NASA, NORAD; ist. gov. e private dove la sicurezza e le performance sono essenziali; bastino le parole del CEO Yahoo!!: "abbiamo fatto test su molti o.s. win* e UNIX; alla fine solo FreeBSD si è rivelato il più performante ed adatto alle n.s. esigenze". I fatti dicono anche che Hotmail quando l'acquistò M$ aveva server con FreeBSD, Sun SOlaris ed Apache; gli uomini M$ installarono NT ed IIS, risultato: in capo ad una settimana il sistema crashava, si bloccava; ed quindi M$ riinstallò FreeBSD, Solaris ed Apache, dove sono a tutt'oggiI Produttori di router (come CISCO), che consentono d'instaradare anche le c..te degli utnti win* consigliano (ed installano di default) sui loro router i *BSD.Ma i fatti dicono anche che l'ist. gov. americano addetto al rilascio delle certificazioni per la sicurezza, non ha mai rilasciato a nessun win* il max. livello (4) per l'uso in rete, ma solo per il locale; ogni o.s. UNIX lo vanta, con OpenBSD al max. punteggio.I cari utenti ed amm. win* sarebbero così gentili da spiegarlo il perchè, di tutto ciò?Detto ciò, va considerato che ogni o.s. per quanto buono sia, è il frutto di compromessi tra performance, sicurezza ed semplicità d'uso. Dal punto di vista tecnico, quest'ultima qualità non c'entra niente; ma negli ultimi anni la M$ ha forzatamente portato questa qualità di un o.s. ad essere un requisito tecnico: quante sono le recensioni di prodotti software, giudicati insuff. o mediocri tecnic., ma ottimi per semplicità si aggiudicano un valore complessivo ottimo o buono? E con quali o.s. girano?Di contro gli o.s. *BSD, guardano solo alle performance e sicurezza, (a dispetto di Linux, che guarda anche alla semplicità), ma un utente ed un ammin. win* sono a conoscenza della diff. del loro o.s. rispetto ai *BSD proprio sul fronte performance e sicurezza.Basta per saperlo considerare ist. gov. e private indipendenti, che formano il loro giudizio solo su prove tecniche (senza considerare la semplicità d'uso), come gli ist. di cui sopra.Per ultimo la stragrande maggioranza degli ISP utilizza Linux, Libero.it (Red Hat), Tin.it (Slack); chissa perchè?
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con questa storia/utenti wintel: sveglia
        a mio avviso, però, il problema è sempre lo stesso: purtroppo oggi nell'immaginario collettivo dell'utente medio (ma anche di qualche importante struttura) si tende a pensare che Microsoft ha creato (oltre al paradiso, al purgatorio e l'inferno) l'unico sistema operativo al mondo, l'unico pacchetto di applicativi al mondo, gli unici programmi per la rete, la rete ed il concetto di informatica. Avete mai provato a chiedere ad un utente: "Che computer usi?", la risposta:"Ho WINDOWS CON IL PENTIUM!". Io no, ho un mac..utenti wintel: svegliarsi, c'è un mondo al di fuori delle finestre
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia/utenti wintel: sveglia
          - Scritto da: salva
          utenti wintel: svegliarsi, c'è un mondo al
          di fuori delle finestreQuando le persone si sentono dare dell'addormentato da quelli come te (e ce ne sono molti) è perfettamente normale che poi vi bollino come saccenti, sbruffoni e presuntuosi e che quindi vi ignorino...ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia/utenti wintel: sveglia
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: salva

            utenti wintel: svegliarsi, c'è un mondo al

            di fuori delle finestre


            Quando le persone si sentono dare
            dell'addormentato da quelli come te (e ce ne
            sono molti) è perfettamente normale che poi
            vi bollino come saccenti, sbruffoni e
            presuntuosi e che quindi vi ignorino...


            Byee
            Zerossposso capire chi reagisce in quel modo... ma tante volte chi ti prende in giro non lo fa solo per malignità, ma anche per stimolare. se io fossi un utente Windows 'addormentato', quanto meno mi chiederei come mai questo Linux viene definito così superiore. solo dopo, sfottuto, penserei che chi me l'ha detto dovrebbe farsi i fatti suoi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con questa storia ..
        - Scritto da: BSD_like[a proposito di Hotmail]
        ..in capo ad una settimana il
        sistema crashava, si bloccava; ed quindi M$
        riinstallò FreeBSD, Solaris ed Apache, dove
        sono a tutt'oggi[Netcraft]:The site www.hotmail.com is running Microsoft-IIS/5.0 on Windows 2000. In questo caso il sito e` su Win, ma te sostieni che il servizio e` su UNIX.. Win fa solo da "front-end"?? Boh..
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con questa storia ..
          E' vero che oggi il sistema Hotmail oggi non è più esclusivamente UNIX/Apache; questa sostituzione cominciò quando grazie al monopolio, M$ impose ai PC desktop il supporto ad una serie di librerie, plugins, etc. multimediali (anche per far guerra alla VMJava di SUN), che gli o.s. UNIX non potevano disporre.Il sistema andò cosi ad avere i server UNIX per firewalls, router e clustering; in parole povere svolgevano e svolgono il compito più importante di rispondere alle richieste dell'utente e d'inoltrare la richiesta ai server win* che possono soddisfare la richiesta dell'utente win* in genere multimediale: un compito di scarsa importanza quest'ultimo. Come si può capire dal punto di vista tecnico rispondere ad un'utenza di 50000000 (mi sembra) di persone ed instradarne le richieste, è il compito dove si vede la fdifferenza tra gli o.s.Non è stato neanche eliminato del tutto Apache; all'utente appare ovv. solo la risposta del server win*, non dei firewalls o dei router; c'è anche da dire che per soddisfare queste richieste, occorono computer con un'architettura non Intel comp., su cui win* non gira. Ma occorre anche lo sfruttamento max. ed intensivo delle risorse, e win* non lo fà; il supporto SMP per 16-72 processori per macchina in clustering, e win 2000 più di 4 non li sostiene (Intel comp. ovv.), non sostiene altresì l'architettura 64 bit e il clustering è a bassa qualità.E' per questo che nei compiti "hard" ci sono ancora gli UNIX/Apache a soddisfarli; i win* sono lì per soddisfare le c..te degli utenti win*, immagginarsi se gli utenti facessero richieste impegnative (non canzoncine, foto, ecc.) ai server (es: calcoli di QCD)!Basta sapere che a partire da settembre la M$ stanca dei continui fermi ai suoi server DNS di Redmond (provocati da pirati in genere linuxiani), equipaggiati con NT, ha affidato gli stessi ad una ditta ext. che usa Linux ed ora, con soddisfazione dei dipendenti M$ i server DNS funzionano, meglio!
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia ..
            - Scritto da: BSD_like
            e win 2000 più di 4 non li
            sostiene (Intel comp. ovv.),Sbagliato...guarda un po' le versioni Advanced Server e Datacenter Server, poi ne riparliamo...http://www.eu.microsoft.com/windows2000/default.asp
            non sostiene
            altresì l'architettura 64 bitSbagliato pure questo... Win2000 Advanced Server 64bit Limited Edition...Sempre:http://www.eu.microsoft.com/windows2000/default.asp
            e il
            clustering è a bassa qualità.Dati oggettivi please... delle impressioni ne abbiamo piene le tasche ormai...ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia ..
            Il clustering di win* è a bassa qualità (e ciò è determinato anche la sua minore stabilità) soprattutto nel clustering parallelo: come già detto non sono opinioni, ma gli ist. gov. che hanno testato gli o.s. hanno optato per UNIX: CERN, INFN, NASA; gli UNIX sono gli unici e sottolineo gli unici o.s. che possono eseguire calcoli di QCD o QED (Quantum Cromo Dynamics, Quantum Electron Dynamics) in clustering parallelo ed alta affidabilità e disponibilità (chi studia Fisica Teorica come il sottoscritto, lo sa) ed è in base ai test su questo genere di calcoli di Fisica/Matematica che si stabilisce se un o.s. è più performante o meno per i calcoli in clustering, dove sono usati (Fisica Nucl. Relatività Generale, etc.) e tutt'oggi non i win+.Solo 2 UNIX (e tra poco gli altri) supportano il filesystems di clustering: Plan9 e Digital UNIX: dove in rete il sistema si autoconfigura di default da clustering; è il primo "vero" sistema di clustering.Queste non sono opinioni, dovresti saperle!!!Il fatto che supporti in SMP fino a 4 processori non è un'invenzione, ma un'affermazione (tecnica) della M$: per IA non esistono chipset per gestire più di 2 processori, ma la M$ ha assicurato che il suo o.s. (2000) riesce a gestire senza problemi (crash, ma soprattutto scarso rendimento di ogni processore, etc.) sicuramente fino a 4 processori IA (in teoria), non garantisce la stessa efficienza per più di 4 processori IA; come faranno a garantirlo fino a 4 non avendo la prova sperimentale, boh? Ma in teoria (seppur non in maniera efficiente), può si, gestirne più di 4.Vicersa gli UNIX sono da tempo su 16-32-56-64-72 processori per macchina, ed il porting ad architetture IA dell'SMP in UNIX è per cui facile, stabile e performante.Intel non ha ancora rilasciato nessun processore a 64 bit sul mercato; è in "dirittura" d'arrivo l'Itanium, su cui M$ sta sperimentando. Difatti il sito a cui tu fai riferimento è d'educazione. Ma confermo a tutt'oggi non esiste nessun o.s. win* che supporti i 64 bit, sul mercato e in modo stabile; lo stanno ancora studiando: gli UNIX già (da tempo) lo fanno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia ..
            - Scritto da: BSD_like
            Intel non ha ancora rilasciato nessun
            processore a 64 bit sul mercato; è in
            "dirittura" d'arrivo l'Itanium, su cui M$
            sta sperimentando. Difatti il sito a cui tu
            fai riferimento è d'educazione. Ma confermo
            a tutt'oggi non esiste nessun o.s. win* che
            supporti i 64 bit, sul mercato e in modo
            stabile; lo stanno ancora studiando: gli
            UNIX già (da tempo) lo fanno.Be', l'attesa è finita Windows XP uscirà anche in versione 64 bit.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia ..
            - Scritto da: Darth Vader
            Be', l'attesa è finita Windows XP uscirà
            anche in versione 64 bit.OHHHHH finalmente, avremo le maschere della morte a 64 bit, con effetti speciali stile film dell'orrore ... beatifullo!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con questa storia ..
            Si, è vero, l'attesa è quasi finita. Tuttavia, sarà banale, ma è bene ricordare che come tutti gli o.s. che sono passati da 32 a 64 bit, all'inizio win* non sarà performante come sui 32 (performance di win*, ovv.), e darà luogo a più di qualche problema (crash, etc.), come ha dimostrato in passato (16 a 32 bit) e come è naturale per ogni o.s.nel passaggio, ma per i win* finora lo è stato molto di più che per gli UNIX (e questo è dovuto soprattutto a scelte commerciali, es: compatibilità DOS, possibilità di usare anche male le periferiche, etc; tutto per la facilità).Oltrettutto Intel non ha ancora del tutto completato il processore Itanium(?) a 64 bit, e ciò complicherà sfavorevolmente di più gli utenti win* a 64 bit, all'inizio.E' allora bene ricordare che gli UNIX questi problemi non li hanno, sono da tempo in modo stabile e performante sui 64 bit.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questa storia
      Copia-e-incolla dall'articolo:[...]| Le versioni di Excel e PowerPoint afflitte dal| problema vanno dalla 98 alla 2002, sia in versione | Mac che PC, sebbene Microsoft ammette che la falla | potrebbe interessare anche versioni meno recenti| dei due prodotti, ma non più supportate| dall'azienda.[...]PATCHES IN TEMPO BREVE??? Stai scherzando, spero!
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con questa storia
      - Scritto da: Skin Bracer
      Ogni volta la solita storia, passate a Linux
      passate a Linux... Non se ne può più!
      Stavolta M$ ha fornito le patch in un tempo
      breve, chi si becca un virus che sfrutta
      quelle falle è un pollo, non è colpa di M$.Hai perfettamente ragione, l'unico problema è che qui in dipartimento più della metà dei client usano office 97. E si attaccano alla venerata fava perchè MS non li supporta più.Son queste le cose che fanno venire voglia di passare a Linux.
  • Anonimo scrive:
    Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
    Si vede proprio che siamo un popolodi masochisti.Segnalatemi un solo prodotto Microsoft che non presenta bugs, falle di sicurezza o quant'altro.Noi, però, ci ostiniamo ed andiamo avanti ad utilizzare i prodotti (o non prodotti) di Microsoft. Paura di cambiare oppure esiste la convinzione nel nostro immaginario collettivo che Microsoft sia la rete, sia l'informatica, sia il pc, sia la ram, sia il disco fisso, sia il processore, sia il telefonino, sia...Eppure le alternative esistono (leggasi Linux, Solaris, Mac) ed i prodotti alternativi ottimi e spesso gratuiti pure, ma noi amiamo farci del male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
      - Scritto da: salva
      Si vede proprio che siamo un popolodi
      masochisti.
      Segnalatemi un solo prodotto Microsoft che
      non presenta bugs, falle di sicurezza o
      quant'altro.Di rimando potrei chiederti:Segnalami una sola distro Linux chenon presenta bugs, falle di sicurezza oquant'altro.Byee byee caro...Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: salva

        Si vede proprio che siamo un popolodi

        masochisti.

        Segnalatemi un solo prodotto Microsoft che

        non presenta bugs, falle di sicurezza o

        quant'altro.


        Di rimando potrei chiederti:
        Segnalami una sola distro Linux che
        non presenta bugs, falle di sicurezza o
        quant'altro.vero, hai ragione..la differenza?Linux è sostanzialmente gratuito e viene sviluppato da appassionati utenti. ora anche bigs quali h&p, ibm ed Intel stanno investendo un sacco di soldi in Linux...un motivo ci sarà oppure no?windows viene "sviluppato" dalla softwarehouse più potente, ricca ed importante al mondo.Morale: mi aspetto da Microsoft un prodotto perfetto, visto quanto loro possono investire in ricerca e sviluppo. dagli appassionati utenti invece mi aspetto un prodotto, linux, un po' così...la realtà: linux si sta dimostrando essere superiore a windows..ciao caro...

        Byee byee caro...


        Zeross
        • Anonimo scrive:
          Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
          OK. Allora citami un solo prodotto commerciale non di MS che sia privo di bug o falle di sicurezza.- Scritto da: salva


          - Scritto da: Zeross

          - Scritto da: salva


          Si vede proprio che siamo un popolodi


          masochisti.


          Segnalatemi un solo prodotto Microsoft
          che


          non presenta bugs, falle di sicurezza o


          quant'altro.





          Di rimando potrei chiederti:

          Segnalami una sola distro Linux che

          non presenta bugs, falle di sicurezza o

          quant'altro.
          vero, hai ragione..la differenza?
          Linux è sostanzialmente gratuito e viene
          sviluppato da appassionati utenti. ora anche
          bigs quali h&p, ibm ed Intel stanno
          investendo un sacco di soldi in Linux...un
          motivo ci sarà oppure no?Certo. Vogliono controllarlo. Tutto sommato il fatto che più di 10 miliardi di dollari del fatturato annuo di IBM o HP dipendano da un sistema operativo su cui non si ha controllo (Windows) non è proprio una situazione idilliaca. Soprattutto per IBM che è pure concorrente di Microsoft su molti fronti.
          windows viene "sviluppato" dalla
          softwarehouse più potente, ricca ed
          importante al mondo.
          Morale: mi aspetto da Microsoft un prodotto
          perfetto, visto quanto loro possono
          investire in ricerca e sviluppo.
          dagli appassionati utenti invece mi aspetto
          un prodotto, linux, un po' così...
          la realtà: linux si sta dimostrando essere
          superiore a windows..Solo a chi ha le fette di prosciutto davanti agli occhi Linux può sembrare superiore a Windows.
          ciao caro...



          Byee byee caro...





          Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
            - Scritto da: Darth Vader
            OK. Allora citami un solo prodotto
            commerciale non di MS che sia privo di bug o
            falle di sicurezza.Non ne esistono, ma come sai bene e fai finta di non capire il punto non è questo. Il punto è: perché devo pagare un sacco di soldi per una cosa che non funziona (o funziona male)?
            Certo. Vogliono controllarlo. Tutto sommato
            il fatto che più di 10 miliardi di dollari
            del fatturato annuo di IBM o HP dipendano da
            un sistema operativo su cui non si ha
            controllo (Windows) non è proprio una
            situazione idilliaca. Soprattutto per IBM
            che è pure concorrente di Microsoft su molti
            fronti.Se volessero controllarlo farebbero una loro distribuzione, o magari si comprerebbero la Red Hat . Che bisogno hanno di controllarlo? Hanno i sorgenti!
            Solo a chi ha le fette di prosciutto davanti
            agli occhi Linux può sembrare superiore a
            Windows.Non porti alcun esempio a sostegno di quanto dici, ma comunque winzozz si paga (salato) e ha la pretesa di essere il massimo per sicurezza e affidabilità e invece non lo è. Linux è gratis (come solaris, come BSD...) e ti danno anche i sorgenti e non fa promesse che poi non mantiene.
          • Anonimo scrive:
            Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
            - Scritto da: Ender
            Non porti alcun esempio a sostegno di quanto
            dici, ma comunque winzozz si paga (salato) eNon più di tanto altro software commerciale... certo, potrebbe costare meno... ma pensandoci, tutte le cose a sto mondo possono costare meno.
            ha la pretesa di essere il massimo per
            sicurezza e affidabilità e invece non lo è.
            Linux è gratis (come solaris, come BSD...) e
            ti danno anche i sorgenti e non fa promesse
            che poi non mantiene.Smettiamola di menarcela con sta storia dei sorgenti... i sorgenti sono interessanti si e no per il 3% dell'utenza.Che gli frega alla segretaria dei sorgenti? O all'addetta alla compilazione delle buste paga? O al dirigente? O, per finire, al magazziniere?Beh, non gliene frega assolutamente nulla!Gli frega di più dell'ultima tetta di Pamela Anderson o dell'ultimo pettorale di Brad Pitt.Potrà non piacerti, ma le cose stanno così...ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
            - Scritto da: Zeross


            Non più di tanto altro software
            commerciale... certo, potrebbe costare
            meno... ma pensandoci, tutte le cose a sto
            mondo possono costare meno.Linux no! E gratis :)

            Smettiamola di menarcela con sta storia dei
            sorgenti... i sorgenti sono interessanti si
            e no per il 3% dell'utenza.
            Che gli frega alla segretaria dei sorgenti?
            O all'addetta alla compilazione delle buste
            paga? O al dirigente? O, per finire, al
            magazziniere?
            Beh, non gliene frega assolutamente nulla!
            Gli frega di più dell'ultima tetta di Pamela
            Anderson o dell'ultimo pettorale di Brad
            Pitt.
            Potrà non piacerti, ma le cose stanno così...Tutto vero e se è per questo anch'io preferisco la tetta della Pamela ai sorgenti del kernel (tu no?). Ma si parlava di sysadmin e compagnia, si spera che a loro freghi qualcosa senza contare che il sorgente costituisce "valore aggiunto" a un prodotto già di per se ottimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
            - Scritto da: Ender
            Tutto vero e se è per questo anch'io
            preferisco la tetta della Pamela ai sorgenti
            del kernel (tu no?).Non farmi parlare che la mia donna legge PI... :)
            Ma si parlava di
            sysadmin e compagnia, si spera che a loro
            freghi qualcosa senza contare che il
            sorgente costituisce "valore aggiunto" a un
            prodotto già di per se ottimo.Guarda, la maggior parte dei sysadmin che ho conosciuto non sanno manco cos'è una "printf", quindi vien da se che i sorgenti servono relativamente a poco...Un valore aggiunto di cui non te ne fai nulla non è un valore aggiunto. (assunto derivato dalla logica che "una differenza che non fa differenza non è una differenza".ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
            - Scritto da: Zeross

            Ma si parlava di

            sysadmin e compagnia, si spera che a loro

            freghi qualcosa senza contare che il

            sorgente costituisce "valore aggiunto" a

            un prodotto già di per se ottimo.
            Guarda, la maggior parte dei sysadmin che ho
            conosciuto non sanno manco cos'è una
            "printf", quindi vien da se che i sorgenti
            servono relativamente a poco...
            Un valore aggiunto di cui non te ne fai
            nulla non è un valore aggiunto. (assunto
            derivato dalla logica che "una differenza
            che non fa differenza non è una differenza".Ma guarda... E gestiscono dei windows scommetto :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: salva

        Si vede proprio che siamo un popolodi

        masochisti.

        Segnalatemi un solo prodotto Microsoft che

        non presenta bugs, falle di sicurezza o

        quant'altro.


        Di rimando potrei chiederti:
        Segnalami una sola distro Linux che
        non presenta bugs, falle di sicurezza o
        quant'altro.allora, mi sa che qui si devono ancora chiarire un paio di aspetti:1. la distribuzione NON è il sistema operativo. Che la RedHat 7.0 faccia schifo ai porci lo dico io per primo, ma questo non vuol dire che faccia schifo Linux in sé e per sé.2. quando si trova un bug in un sistema GNU/Linux, a differenza dei sistemi proprietari, il problema viene risolto in fretta perché i sorgenti sono disponibili.Qualcuno sa del buco grosso quanto una casa trovato in Borland Interbase (e stiamo parlando di Borland, non di un'azienducola qualunque)? Guarda caso, è saltato fuori solo dopo la pubblicazione dei sorgenti!
        Byee byee caro...


        Zerossciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
      - Scritto da: salva
      Si vede proprio che siamo un popolodi
      masochisti.
      Segnalatemi un solo prodotto Microsoft che
      non presenta bugs, falle di sicurezza o
      quant'altro.Non esiste un SW esente da bugs.Che poi M$ produca bugs con il SW intorno, OK.
      • Anonimo scrive:
        Re: Noi testardi: si ai prodotti Microsoft!
        dai facciamo i seri...tutti i miei amici che si vantano di avere windows e pentium usano il computer per navigare in internet e per scrivere lettere in word, fare qualche tabella in ex o qualche presentazione con powerpoint. Ho utilizzato linux mandrake 8, gratuito come tutte le applicazioni (tipo staroffice di sun), sfrutta la macchina meglio di windows e non si impianta mai...per giocare? tu accendi il computer solo per giocare? No, grazie. Ho una bellissima televiosone schermo enorme della Sony e gioco con la playstation. la verità è che gli utenti wintel non hanno mai provato altro e sono convinti che esista solo windows e il pentium. perchè per fare quanto sopra devo pagare quando lo posso fare utilizzando sistemi gratuiti?
  • Anonimo scrive:
    Quando arriverà il virus...
    ... non dite che è colpa di Microsoft. Vi ha avvertito.Installate la patch perché in giro ci sono un sacco di talebani anti-MS che hanno dichiarato la guerra santa a suon di attacco di virus.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando arriverà il virus...
      - Scritto da: Darth Vader
      ... non dite che è colpa di Microsoft. Vi ha
      avvertito.

      Installate la patch perché in giro ci sono
      un sacco di talebani anti-MS che hanno
      dichiarato la guerra santa a suon di attacco
      di virus.Speriamo vivamente che si limitinoa quelli informatici...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando arriverà il virus...
        - Scritto da: Alex.tg
        - Scritto da: Darth Vader

        ... non dite che è colpa di Microsoft. Vi
        ha

        avvertito.



        Installate la patch perché in giro ci sono

        un sacco di talebani anti-MS che hanno

        dichiarato la guerra santa a suon di
        attacco

        di virus.

        Speriamo vivamente che si limitino
        a quelli informatici...Sentimento condiviso. Al 100%.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando arriverà il virus...
      Stando al link "micromolle" dall'articolo di PI, la versione di Office che ho (98 per Win) non è considerata "affected". Per cui se mi becco il virus, è colpa loro 2 volte. 1) perchè il software fa schifo;2) perchè hanno emesso la patch per altre versioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando arriverà il virus...
        Office 98??? Guarda che hai una copia MaroccoOffice. Microsoft non ha MAI rilasciato una Office 98 per PC. O hai un Mac?- Scritto da: Litolmysl
        Stando al link "micromolle" dall'articolo di
        PI, la versione di Office che ho (98 per
        Win) non è considerata "affected". Per cui
        se mi becco il virus, è colpa loro 2 volte.
        1) perchè il software fa schifo;
        2) perchè hanno emesso la patch per altre
        versioni
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando arriverà il virus...

          Office 98??? Guarda che hai una copia
          MaroccoOffice. Microsoft non ha MAI
          rilasciato una Office 98 per PC. O hai un
          Mac?Quando hai ragione, hai ragione (per fortuna capita di rado :o) ).1) Ho un Office taroccato.2) Non si chieamerà 98, è quello precedente office 2000.Sorry.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando arriverà il virus...
      - Scritto da: Darth Vader

      Installate la patch perché in giro ci sono
      un sacco di talebani anti-MS che hanno
      dichiarato la guerra santa a suon di attacco
      di virus.Adesso sta a vedere che se office fa cagare è colpa dei terroristi. Il sito dei talebani è stato bucato un sacco di volte da un certo Rayden (o qualcosa del genere) se questi tizi riescono a fare un virus per office vuol dire che ci può riuscire anche una scimmia ammaestrata.Ma noi invocheremo l'intervento dell'unico vero DIO contro il male che affligge il mondo:BILL GATES BLESS AMERICA P.S. Microsoft dovrebbe rimborsare agli utenti e ai sysadmin il tempo che perdono a spulciare il suo sito a caccia di nuovi bug e i costi di connessione per scaricare le patch.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando arriverà il virus...
      - Scritto da: Darth Vader
      ... non dite che è colpa di Microsoft. Vi ha
      avvertito.Chissa perche' queste cose prima non succedevano....Bill oltre ad aver inventato (tutto da solo ovviamente) il web, internet, i sistemi operativi a finestre, si scopre che ha inventato pure gli hacker ????
Chiudi i commenti