Microsoft sogna un iPod tutto suo

Stando alle indiscrezioni, il big di Redmond sta valutando la possibilità di sviluppare un proprio player audio portatile per rivaleggiare in modo più diretto con Apple. Solo un progetto?
Stando alle indiscrezioni, il big di Redmond sta valutando la possibilità di sviluppare un proprio player audio portatile per rivaleggiare in modo più diretto con Apple. Solo un progetto?


Roma – Entro la fine dell’anno Microsoft potrebbe decidere di gettarsi nella mischia e lanciare un proprio player MP3. Ad affermarlo è il magazine BusinessWeek : fonti interne all’azienda indicano che Microsoft sta prendendo in considerazione la possibilità di progettare e vendere un proprio dispositivo Windows-based capace di rivaleggiare con iPod .

L’obiettivo di Microsoft potrebbe essere quello di utilizzare il player per veicolare il proprio servizio di vendita di musica on-line . Il nemico da battere sarebbe ovviamente Apple , che con la coppia iPod/iTunes Music Store sta controllando una grossa fetta del mercato legato alla musica digitale.

La grande prudenza con cui Microsoft si muove verso un simile passo è comprensibile: oggi iPod domina il mercato dei lettori audio portatili con una quota superiore al 73%. Ciò significa che ai rivali, fra cui si conta l’inventrice del walkman, Sony, non rimangono che le briciole. Una situazione simile non favorisce certo l’ingresso di un nuovo contendente, neppure se tra i più potenti e famosi al mondo.

Grazie al doppio filo che lega iPod all’iTunes Music Store, chi desidera mettere le mani sul mercato della musica on-line deve necessariamente scontrarsi con il player della Mela. Ma il successo di iPod trascende ormai in larga parte fattori quali qualità e design , che pure sono stati così importanti nella fase iniziale: il player di Apple è ormai divenuto un oggetto di moda, anzi, di culto, tanto che il suo successo esplosivo richiama alla memoria quello ottenuto negli anni ’80 dagli orologi Swatch. Battersi con iPod, oggi, significa battersi prima di tutto con uno status symbol di massa.

L’ipotesi di progettare un player MP3 era già stata avanzata di recente dal boss di Microsoft, Steve Ballmer, in occasione di quella riorganizzazione che, fra le altre cose, ha portato il colosso a dedicare un’intera divisione all’home entertainment e ai dispositivi mobili.

Voci e indiscrezioni vanno tuttavia prese con le dovute cautele. Da tempo, ad esempio, c’è chi ipotizza l’ingresso di Microsoft sul mercato delle console da gioco portatili, ma ad oggi nulla lascia pensare che il gigante del software sia realmente intenzionato a questo passo. Si era anche detto che Xbox 360 sarebbe stata l’occasione, per Microsoft, di promuovere il suo giovane negozio di musica on-line MSN Music, ma anche questa chiacchiera è per il momento rimasta tale.

Ma se anche lo sviluppo di un proprio player rimanesse nel limbo delle ipotesi, non va dimenticato che Microsoft ha già in mano molte armi con cui tentare di contrastare Apple : ha la piattaforma Windows Mobile for Portable Media Center, ha i formati audio/video Windows Media, ha una celebrata tecnologia di digital rights management (DRM) e ha l’iniziativa Plays for Sure, con cui promuove l’uso delle proprie tecnologie presso i produttori di player. A tal proposito va ricordato che, oltre a MSN Music, il DRM di Microsoft è supportato anche da Napster 2.0 e Wal-Mart. Insomma, il big di Redmond ha già messo in campo tutto il necessario per partire alla conquista del prezioso mercato della musica digitale. Ora le resta l’obiettivo più difficile: conquistarlo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 01 2006
Link copiato negli appunti