Microsoft, spifferi online

I siti Web di Redmond espongono gli identificativi degli utenti nelle comunicazioni protette, un problema capace di "perseguitare" i malcapitati anche altrove online. Per Microsoft, poi, emerge anche un malware ruba-password

Chiudi i commenti