Microsoft svela Office Communicator

Bill gates ha presentato la nuova piattaforma di Microsoft per la comunicazione in tempo reale, testa di ponte dell'azienda sul mercato della collaborazione e del lavoro di gruppo. Svelati anche nuovi dettagli su Project Green - UPDATED
Bill gates ha presentato la nuova piattaforma di Microsoft per la comunicazione in tempo reale, testa di ponte dell'azienda sul mercato della collaborazione e del lavoro di gruppo. Svelati anche nuovi dettagli su Project Green - UPDATED


San Francisco (USA) – Con l’intento di penetrare
più a fondo sul mercato della collaborazione e del lavoro di
gruppo, nelle scorse ore Microsoft
ha reso note alcune nuove soluzioni per la condivisione delle
informazioni in tempo reale all’interno delle aziende. I due nuovi
prodotti di punta, annunciati a San Francisco da Bill Gates, sono
Office Communicator 2005 e Office Live Meeting 2005.

Office Communicator 2005, prima noto come Istanbul, è un
sistema unificato per la comunicazione in tempo reale che si integra
alle applicazioni desktop e fornisce, attraverso una singola
interfaccia, funzionalità quali la messaggistica istantanea
(IM), la videoconferenza e il Voice over IP (VoIP).

“Esistono diversi modi per connettersi con le persone
utilizzando la tecnologia, ma ci sono innumerevoli
opportunità per renderle più
intelligenti ed efficienti”, ha affermato Gates. “Con queste soluzioni,
possiamo
utilizzare la potenza del software per semplificare il modo in cui
comunichiamo,
offrendo un servizio di rilevazione della presenza e
un?esperienza di
comunicazione integrata in un ambiente più sicuro e
affidabile”.

Così come Outlook è il client predefinito per
Exchange, Office Communicator rappresenta un importante front-end per
l’imminente Live
Communications Server 2005
(LCS
2005), una piattaforma enterprise per la collaborazione che fornisce
servizi di comunicazione real-time e verifica della presenza
compatibili con gli standard SIP (Session Initiation Protocol) e SIMPLE
(SIP for Instant Messaging and Presence Leveraging Extensions).

Grazie a Istanbul, LCS 2005 si interfaccerà con i sistemi
PBX delle aziende, e consentirà di chiamare numeri fissi o
mobili: le chiamate in arrivo verranno segnalate dal PBX all’LCS
rendendo possibile anche un instradamento verso altri numeri. Le
chiamate potranno avvenire sia in modalità tradizionale che
in modalità VoIP.

Office Communicator si integra ad alcune applicazioni desktop di
Microsoft, quale ad esempio Outlook, aggiungendovi le
funzionalità di telefonia e messaggistica istantanea,
inoltre è in grado di comunicare con reti di IM di terze
parti come quelle di Yahoo! e America Online.

Office Live Meeting 2005 è la nuova versione del servizio di
conferenza via Web integrato con la suite Office System. Con questo
strumento, sostiene Microsoft, gli utenti aziendali possono partecipare
a riunioni virtuali e presentazioni via Internet in tempo reale,
coinvolgendo fino a 2000 interlocutori contemporaneamente. Il nuovo
servizio consente, inoltre, di creare seminari online per la formazione
e l’aggiornamento di partner e clienti.

La versione 2005 di Live Meeting presenta una serie di miglioramenti, quali la possibilità di convocare una riunione direttamente dalle applicazioni di Office, un controllo audio e migliori funzionalità di gestione da parte del moderatore dell’incontro virtuale, unite alla disponibilità in versione localizzata per 7 nuove lingue.

La disponibilità della versione 2005 di Office Live Meeting è prevista per l’11 marzo, in edizione Standard e Professional e venduta come servizio online hosted. Sono disponibili più modelli di licenze (denominate user, room, shared seat e monthly minute) e servizi di Eventi Live Meeting per la gestione di eventi on-line.

Durante l’evento di San Francisco Microsoft ha poi annunciato il
Service Pack 1 per LCS 2005, un aggiornamento che include il supporto
per Communicator, migliora il controllo dello “spim” (messaggi
indesiderati diffusi tramite IM) e il grado di connettività
da LCS aziendale a reti pubbliche di sistemi di messaggistica
istantanea come MSN, AOL e Yahoo!

“Le organizzazioni in tutto il mondo hanno sempre più
l?esigenza
di migliorare la connessione con i clienti, incrementare la
profittabilità e
investire nella futura crescita”, ha affermato Jeff Raikes,
group vice president
della divisione Information Worker di Microsoft. “Siamo convinti che
una
collaborazione efficace ed efficiente sia fondamentale per realizzare
questi
obiettivi di business. Integrando tutte le modalità di
comunicazione in un
un?unica piattaforma, è possibile collaborare in
modo più efficiente e, quindi,
raggiungere più facilmente e più rapidamente i
propri obiettivi di business”.

Ad inizio settimana Microsoft ha invece fornito nuovi dettagli su Project
Green
, un piano con cui intende
unificare le tecnologie e il codice alla base delle sue applicazioni
per la gestione del business aziendale (ERP e CRM), buona parte delle
quali provenienti dalle acquisizioni di società come Great
Plains, Solomon, Navision e Axapta. Da tale unificazione
prenderà corpo il cosidetto Microsoft Business Framework,
basato sulla tecnologia MS.NET, una piattaforma di sviluppo e
componenti che oggi fa già da fondamenta al Microsoft
Business Portal.

Microsoft intende mettere in atto il proprio progetto in due distinte
fasi: la prima, che avverrà tra il 2005 e il 2007,
vedrà l’introduzione di un’interfaccia utente comune a tutte
le applicazioni business e meglio integrata con software come
SharePoint e SQL Server Reporting Services; la seconda fase, prevista
per il 2008, vedrà invece l’unificazione vera e propria del
codice e l’integrazione di quest’ultimo con Longhorn e Office 12.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 03 2005
Link copiato negli appunti