Milano, molte imprese pirata

Le Fiamme Gialle hanno passato al setaccio l'utilizzo di software proprietario in aziende e studi professionali del milanese

Milano – “La Compagnia della Guardia di Finanza di Melegnano, ha effettuato negli ultimi mesi un’operazione di contrasto alla duplicazione abusiva del software, in collaborazione con i consulenti tecnici di Business Software Alliance (BSA): nel corso dei sopralluoghi, condotti presso le sedi operative di aziende e studi professionali situati nei comuni di Melegnano, San Giuliano Milanese e San Donato Milanese, è stato riscontrato che oltre il 50% delle società controllate facevano uso di software illecitamente duplicato, o comunque installato al di fuori dei regolari contratti di licenza”.

Così recita una nota diramata dalla stessa BSA nella quale si spiega pure come durante l’operazione siano stati sequestrati 63 computer, 172 programmi utilizzati illegalmente e 1.253 file musicali in formato MP3 duplicati illecitamente. BSA valuta il valore del software sequestrato secondo i prezzi di listino: qualora le aziende che lo hanno usato illegalmente lo avessero acquistato, avrebbero speso 330mila euro.

In particolare si trattava di utilizzo illegale di antivirus Symantec, software Microsoft e altri programmi specializzati, in particolare quelli di Adobe, Corel e Autodesk.

“Quattro responsabili di altrettante aziende – continua BSA – sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria presso la Procura di Lodi per il reato di cui all’art. 171 bis della L. 633/41, che prevede la pena della reclusione da sei mesi a tre anni ed una multa da 2.500 a 15.000 Euro circa. In tale contesto, il magistrato inquirente, dott.ssa Alessandra Simion, Sostituto Procuratore, ha già richiesto il rinvio a giudizio per tutti e quattro. In tutti i casi di violazione della citata Legge sul Diritto d’Autore – oltre alla segnalazione per l’avvio dei procedimenti penali – ai titolari delle imprese è stata contestata una sanzione amministrativa pari al doppio del prezzo di mercato del software illegalmente utilizzato, e quindi di circa 660.000 euro complessivi”.

“Sono state irrogate inoltre – conclude l’Alliance dei produttori di software proprietario – sanzioni amministrative anche ad altre due persone che su computer delle società controllate avevano installato copie di file musicali. In tale caso si è proceduto al sequestro di circa 1.250 file di opere tutelate dal diritto d’autore”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kralin scrive:
    tumori al cervello?
    bisognerebbe prima provare che le onde radio possano provocare un qualche tipo di tumore, poi bisognrebbe guardare in altri organi di certo non nel cervello, ricordando che le cellule nervose non si replicano quasi per niente nell'adulto e quindi l'isorgenza di tumore è estremamente rara. io mi preoccuperei di più della mano che lo regge.cmq queste ricerhe lasciano il tempo che trovano, secondo me...
    • krane scrive:
      Re: tumori al cervello?
      - Scritto da: kralin
      bisognerebbe prima provare che le onde radio
      possano provocare un qualche tipo di tumore, poi
      bisognrebbe guardare in altri organi di certo non
      nel cervello, ricordando che le cellule nervose
      non si replicano quasi per niente nell'adulto e
      quindi l'isorgenza di tumore è estremamente rara.
      io mi preoccuperei di più della mano che lo
      regge.

      cmq queste ricerhe lasciano il tempo che trovano,
      secondo me...Senza contare che in parecchia gente le onde radio hanno parecchie difficolta' a trovarlo un cervello...
      • Pippo scrive:
        Re: tumori al cervello?
        Grande!!!
      • kralin scrive:
        Re: tumori al cervello?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: kralin

        bisognerebbe prima provare che le onde radio

        possano provocare un qualche tipo di tumore, poi

        bisognrebbe guardare in altri organi di certo
        non

        nel cervello, ricordando che le cellule nervose

        non si replicano quasi per niente nell'adulto e

        quindi l'isorgenza di tumore è estremamente
        rara.

        io mi preoccuperei di più della mano che lo

        regge.



        cmq queste ricerhe lasciano il tempo che
        trovano,

        secondo me...

        Senza contare che in parecchia gente le onde
        radio hanno parecchie difficolta' a trovarlo un
        cervello...questo è assolutamente vero :)
  • Francesco scrive:
    Chi ha finanziato la ricerca?
    Bisognerebbe capire innanzitutto chi ha finanziato la ricerca.... se sono stati i produttori di cellulari... bhe.. io mi fiderei poco!!
    • Massimo Del Bene scrive:
      Re: Chi ha finanziato la ricerca?
      E' tutto qui il problema infatti.L'ultimo esempio che mi viene in mente e' l'aspartame.Dal 1970 4 studi finanziati da chi lo produce.....Poi nel 2007 un ente no profit italiano ha fatto uno studio in cui si evidenzia quello che gia' si sospettava:cancerogenicita' sui ratti.Per non parlare dei farmaci che sono finanziati dalla Farmindustria.Massimo
  • bowlingbpsl scrive:
    Propongo Moggi per le analisi
    Ricordo dai giornali del periodo calciopoli, che era permanentemente attaccato al telefono (non ricordo esattamente quanto, ma mi sembravano parecchie ore al giorno).Dopo adeguata sezionatura, se non troveranno evidenti danni cerebrali, avremo la prova che nemmeno un uso smodato del cellulare, e' dannoso. O:)(come si fa la faccina con l'aureola?)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2007 10.22-----------------------------------------------------------
    • zio bull scrive:
      Re: Propongo Moggi per le analisi
      - Scritto da: bowlingbpsl

      Dopo adeguata sezionatura, se non troveranno
      evidenti danni cerebrali, avremo la prova che
      nemmeno un uso smodato del cellulare, e' dannoso.Per misurare eventuali danni cerebrali, occorre che il soggetto il cervello ce l'abbia.
  • Slam scrive:
    Una mia ricerca
    Con l'ausilio di un microscopio in campo oscuro, ho visto che dopo 30 minuti di utilizzo di un cellulare, in telefonata, nel sangue i globuli rossi erano tutti "impilati": non erano più singolarmente liberi, ma formavano delle lunghe catene. Probabilmente il ferro dei globuli rossi risultava polarizzato, creando un effetto calamita. Una decina di minuti dopo la telefonata, il sangue ritornava normale.Certo non mi uccide, ma sapere che la mia portata d'ossigeno alle aree sottoposte, si riduce per un periodo non indifferente, non mi piace.
    • Pex & Fast-d scrive:
      Re: Una mia ricerca
      - Scritto da: Slam
      Con l'ausilio di un microscopio in campo oscuro,
      ho visto che dopo 30 minuti di utilizzo di un
      cellulare, in telefonata, nel sangue i globuli
      rossi erano tutti "impilati": non erano più
      singolarmente liberi, ma formavano delle lunghe
      catene. Probabilmente il ferro dei globuli rossi
      risultava polarizzato, creando un effetto
      calamita. Una decina di minuti dopo la
      telefonata, il sangue ritornava
      normale.

      Certo non mi uccide, ma sapere che la mia portata
      d'ossigeno alle aree sottoposte, si riduce per un
      periodo non indifferente, non mi
      piace.se hai un blog perchè non ti metti d'accordo con un fotografo e pubblichi la ricerca con corredo di immagini?
    • Massimo Del Bene scrive:
      Re: Una mia ricerca
      Interessante osservazione e concordo con quanto hai detto.Esiste un modo semplice per testare i campi elettromagnetici in casa?Massimo
  • superior scrive:
    TUTTA SALUTE
    personalmente ho anche eliminato le schemrature dal mio forno a microonde. rivestendo le pareti della mia cucina di metallo, così fa dar rimanere le onde al suo interno.ELETTROMAGNETISMO, UNICA RAGIONE DI VITA
    • bowlingbpsl scrive:
      Re: TUTTA SALUTE
      - Scritto da: superior
      personalmente ho anche eliminato le schemrature
      dal mio forno a microonde. rivestendo le pareti
      della mia cucina di metallo, così fa dar rimanere
      le onde al suo
      interno.E per telefonare, appoggi una conchiglia all'orecchio?
      ELETTROMAGNETISMO, UNICA RAGIONE DI VITACerto che confondere il migliaio di watt del microonde con lo zerovirgolapoco, e' proprio... beh, non dico cosa.Ah, gia', va di moda scrivere queste cose e chiamarle... "trollate".Una volta, si chiamavano in altro modo.
Chiudi i commenti