MISE, 3 milioni di euro per il 5G nell'audiovideo

MISE, 3 milioni di euro per il 5G nell'audiovideo

Il MISE ha annunciato un nuovo bando che mette in campo 3,2 milioni di euro per progetti audiovideo basati sul 5G in specifiche aree d'Italia.
Il MISE ha annunciato un nuovo bando che mette in campo 3,2 milioni di euro per progetti audiovideo basati sul 5G in specifiche aree d'Italia.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha annunciato un bando relativo a progetti di ricerca basati sul 5G nel rapporto con il settore della produzione e della distribuzione di contenuti audiovisivi.

L'obiettivo“, spiega il ministero nella propria nota ufficiale, “è quello di sperimentare soluzioni innovative mirate a dimostrare la capacità di supportare la trasformazione digitale dell'industria creativa e culturale del Paese nel settore dei servizi dei media audiovisivi“. Ma il MISE va oltre: “le proposte progettuali dovranno prevedere lo sviluppo di casi d'uso che presentino caratteristiche applicative coerenti con l'impiego della tecnologia 5G, per valorizzare un ambiente digitale multi-piattaforma che punta a realizzare contenuti di alta qualità, fruibili in realtà aumentata, virtuale, immersiva ed interattiva nell'ambito della produzione video remota e distribuita, della DAD+gaming, di eventi live e documentari“.

Sono a disposizione 3,2 milioni di euro, utili a coprire fino al 50% delle spese progettuali ed in ogni caso non superiori a 800 mila euro per il singolo progetto. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 26 luglio prossimo – con un limite ulteriore, pur senza motivazioni esplicitate all'interno del bando (pdf): i progetti dovranno essere realizzati esclusivamente nelle città di Cagliari, Salerno, Palermo e Vibo Valentia.

Fonte: MISE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 06 2021
Link copiato negli appunti