Mobile, il sorpasso smart

Le analisi di mercato certificano il sorpasso dei terminali intelligenti sugli ordinari telefonini, un risultato raggiunto soprattutto grazie alla crescita del business mobile nei mercati emergenti

Roma – Le analisi di Gartner per il secondo trimestre dell’anno certificano un sorpasso già previsto da tempo : il numero di smartphone venduti agli utenti finali nei tre mesi in oggetto rappresentano il 52 per cento del totale del business mobile, una percentuale per la prima volta superiore ai “feature phone” venduti nello stesso periodo.

Le vendite di smartphone evoluti – basati su sistemi operativi complessi come iOS, Android o Windows Phone – è cresciuta del 46,5 per cento anno su anno, sostiene Gartner, raggiungendo 225 milioni di unità totali. Il risultato va attribuito soprattutto all’espansione nel business sul mercato asiatico, dove regnano le fasce basse dei terminali – prevalentemente basati su Android – dal costo di 100 dollari o poco più.

Per quanto riguarda i sistemi operativi più diffusi, le stime di Gartner sono sostanzialmente in linea con quelle di IDC e certificano lo strapotere di Google Android (79 per cento), il secondo posto di Apple iOS in caduta libera (14,2 per cento) e il lontanissimo terzo posto di Microsoft Windows Phone con il 3,3 per cento di market share.

Il produttore che vince la sfida degli smartphone mondiali è Samsung con 71 milioni di unità e il 31,7 per cento di market share , dice Gartner, seguito da Apple con 31 milioni di terminali (14,2 per cento), LG con 11 milioni, ZTE (9 milioni) e il resto a seguire.

Se invece si prende in considerazione l’intero mercato mobile comprensivo di smartphone e feature phone, Samsung continua a essere in testa con 107 milioni di terminali (24,7 per cento di market share) seguita da Nokia con 60 milioni (14 per cento), Apple con 31 milioni (7,3 per cento), LG con 17 milioni (3,9 per cento) e via elencando.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Lorenzo scrive:
    imprecisione


    Il bello è che il file delle password per tutti gli altri utenti continuerà a contenere e mostrare la vecchia password.direi proprio di no. se il file /etc/shadow patchato si trova in cache, perché mai un altro utente dovrebbe visualizzarne la versione "originale"? l'harddisk restituirebbe la versione patchata anche ad un altro utente, se costui lo legge dopo la patch e prima che esso sia uscito dalla cache.
  • cerchi nel grano scrive:
    cerchi nel grano
    [yt]yq6rlgaMI4Y[/yt]
  • prova123 scrive:
    Questa è la copertina del resoconto ...
    della manifestazione di questi sfigati:[img]http://4.bp.blogspot.com/-7B5ngc_zCBI/UOsRDHXX7FI/AAAAAAAAAhY/zF3ryJyfSsA/s200/hacking-for-dummies1.jpg[/img]Non inserisco nemmeno una faccina, perchè mi fanno proprio pena.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Questa è la copertina del resoconto ...
      - Scritto da: prova123
      Non inserisco nemmeno una faccina, perchè mi
      fanno proprio
      pena.Magari argomentare questo tuo intervento, anche senza faccine... (ghost)
  • ciccio scrive:
    pronto?
    Ma si punta la luna e si guarda il dito?Non mi pare che il problema verta sul fatto che c'è un hardware piuttosto potente da poterci fare altre cose, il problema è che tra queste cose c'è una immensa falla di sicurezza.So cose da niubbi, che pure gli stagisti sanno e nessuno si proccupa delle conseguenze di una simile possibilità?In confronto a questo lo spionaggio globale della NSA passa in secondo piano. Fate vobis.
    • collione scrive:
      Re: pronto?
      preoccuparsi? ma se non si preoccupano di mandare la gente in giro con carte di credito con tanto di dati sensibili scritti, in chiaro, nella banda magnetica!!!la sicurezza è una presa per i fondelli, a questa gente non frega un tubo della nostra sicurezza
      • ciccio scrive:
        Re: pronto?
        Vabbe', forse non ti è chiaro che l'HD potrebbe arrivare già con qualcosa di installato. Nel prossimo notebook magari.Andiamo avanti cosi', facciamoci del male.
        • cicciobello scrive:
          Re: pronto?
          se è per questo, potrebbe arrivare anche con una ricetrasmittente nascosta dentro. Ma si suppone che tu ti fidi del tuo fornitore (o perlomeno, che tu ti rifornisca da qualcuno che abbia più interesse a tutelare la sua reputazione che a leggere i tuoi dati, di cui magari non sa che farsene)
        • collione scrive:
          Re: pronto?
          ma infatti io non stavo dicendo che bisogna fidarsi delle aziende, ma che ormai il marcio è talmente diffuso da non riuscire più a vedere via di fugasi parla tanto dell'hardware open ( e a me piacerebbe eccome ), ma alla fin fine devi ficcarci dentro un SoC di motorola, samsung, intel o qualche altroe si ritorna quindi al punto di partenzail grosso problema è che si è persa la possibilità ( come invece era prassi negli anni '80 ) di avere gli schemi elettrici, il codice dei firmwaremai possibile che Commodore ti dava gli schemi del C64 e questi a stento ti danno un manuale d'installazione di 3 pagine?
          • nauseato scrive:
            Re: pronto?
            mai possibile che Commodore ti dava gli schemi del C64 e questi a stento ti danno un manuale d'installazione di 3 pagine? Questa. cari miei, è l'evoluzione, o meglio l'involuzione dei nostri tempi, la decadenza, morale e sociale prima che tecnologica, della nostra magnifica civiltà, purtroppo.Vedo di non essere solo io, da vecchione quale sono, ad averne coscienza.PS: Questo stadio di potere segreto delle multinazionali e di ignoranza dell'utonto che guazza nell'oscurantismo è il risultato della dilagante concezione per cui la tecnologia deve essere solo un mezzo (di business più che di progresso) da dare in pasto a cani ed altri animali meno nobili anzichè un campo basilare di conoscenza umana disponibile liberamente a tutti ... Alla faccia degli assurdi brevetti e diritti vari ad essi assimilabili!
          • collione scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: nauseato
            Questa. cari miei, è l'evoluzione, o meglio
            l'involuzione dei nostri tempi, la decadenza,
            morale e sociale prima che tecnologica, della
            nostra magnifica civiltà,
            purtroppo.
            e purtroppo hai ragione, visto che in Cina gli schemi te li danno!!! queste corporation occidentali proprio non le capisco, manco avessero chissà quali mirabolanti segreti tecnologici da nascondereho fatto l'errore di comprare una motherboard con atom d2550 e me ne sto pentendo 100 volteprovo a metterci linux e ovviamente la grafica powervr non è supportata, però col driver modesetting si riesce ad avere acXXXXX al framebuffer e con risoluzione 1920x1080ok dico, linux non lo supportano ( sappiamo tutti come ragiona powervr ) ma windows è sicuramente supportatomacchè!!!! windows 8 non è minimamente supportato e tutte le versioni <= 7 hanno il supporto solo a 32 bit!!! morale della favola, ho dovuto metterci windows 7 a 32 bit ( e ho 4 giga di ram, ti lascio immaginare che spreco )ma non finisce qui, perchè il driver fa vomitare, tra lag, corruzioni del framebuffer e crash sporadici
            dilagante concezione per cui la tecnologia deve
            essere solo un mezzo (di business più che di
            progresso) da dare in pasto a cani ed altri
            animali meno nobili anzichè un <u
            campo basilare
            di conoscenza umana disponibile liberamente a
            tutti </u
            ...
            concordopurtroppo per loro è business e non gliene frega ( ma dovrebbe essere lo Stato ad agire in questo caso ) che certe conoscenze vengano, di fatto, soppresse
            Alla faccia degli assurdi brevetti e diritti vari
            ad essi
            assimilabili! </b
            altro meccanismo per perpetrare il potere dell'oligarchia dominante
          • Feet on the Ground scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: collione
            mai possibile che Commodore ti dava gli schemi
            del C64 e questi a stento ti danno un manuale
            d'installazione di 3
            pagine?Il C64 era una macchina per hobbisti, come tutti gli home computer di quel periodo. Le macchine in vendita adesso sono fatte per lavorare o per giocare: non si può chiedere a degli utenti che hanno speso bei soldi per un prodotto di spendere tempo (che in molti casi vuole anche dire denaro) per imparare ad usarlo quando si può realizzare un'interfaccia utente che richieda il minimo indispensabile di training.Il tempo dei dilettanti è finito. Se vi piace quel genere di cose, ci sono giocattoli come il Raspberry Pi. Per la gente seria ci sono i tablet e gli smartphone, visto che i PC sono in via di estinzione. :)
          • prova123 scrive:
            Re: pronto?
            è proprio vero il contrario, non potendo avere alcun controllo sulla macchina ora è l'era del dilettantismo puro. La prova è che la riunione OHM2013 è considerata una riunione di hacker anzichè di sfigatelli che conoscono quattro cosette in croce, conoscenze analoghe 30 anni fa erano la normalità. Mi dispiace per voi che siete messi male e la cose peggiore è che non ve ne rendete nemmeno conto.
          • lavos scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Feet on the Ground
            100 anni fa era normale per chiunque possedesse
            un'automobile sapere come funzionava nei dettagli
            e come
            ripararla.Questione di percentuali: 100 anni fa erano 4 gatti ad avere l'automobile... e solo loro ne capivano qualcosa (quindi, erano in pochissimi a sapere come funzionava)Oggi, molti di più sanno come funziona un'auto... ma siccome ormai l'auto è a disposizione di cani&porci, tra tutti quelli che hanno un auto ci sono molti che non sanno come funziona.
          • Feet on the Ground scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: lavos
            Oggi, molti di più sanno come funziona un'auto...
            ma siccome ormai l'auto è a disposizione di
            cani&porci, tra tutti quelli che hanno un auto ci
            sono molti che non sanno come
            funziona.Ripeti con me: l'auto è uno strumento.E adesso ripeti: il computer è uno strumento.Solo i disadattati pensano che i computer siano fini a se stessi. I "nerd" (sarebbe meglio chiamarli "casi sociali") pensano in termini di computer, le persone equilibrate persano in termini di risultati. I computer per le persone equilibrate sono solo strumenti, da usare e poi riporre. Fortunatamente la nostra vita non è rinchiusa in quattro microchip.Se fai parte della schiera dei casi sociali, sappi che sei in minoranza, per fortuna. :)
          • Alessandrox scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Feet on the Ground
            - Scritto da: lavos


            Oggi, molti di più sanno come funziona
            un'auto...

            ma siccome ormai l'auto è a disposizione di

            cani&porci, tra tutti quelli che hanno un
            auto
            ci

            sono molti che non sanno come

            funziona.

            Ripeti con me: l'auto è uno strumento.
            E adesso ripeti: il computer è uno strumento.

            Solo i disadattati pensano che i computer siano
            fini a se stessi. I "nerd" (sarebbe meglio
            chiamarli "casi sociali") pensano in termini di
            computer, le persone equilibrate persano in
            termini di risultati. I computer per le persone
            equilibrate sono solo strumenti, da usare e poi
            riporre. Fortunatamente la nostra vita non è
            rinchiusa in quattro
            microchip.

            Se fai parte della schiera dei casi sociali,
            sappi che sei in minoranza, per fortuna.
            :)La fascinazione verso il funzionamento dei meccanismi è una tendenza NATURALE (qualcuno ce l' ha e qualcun altro meno ma non per questo chi NON ce l'ha è autorizzato a sentrsi migliore chi ce l'ha o viceversa) è per questo che esiste la TECNOLOGIA, grazie ai NERD, alcuni dei quali prendono la strada della produzione industriale mettendo a frutto la loro passione.Jobs ha cominciato come un NERD in un garage... ma con un ottima idea in testa e tanti altri come lui, seguendo varianti filosofiche della stessa passione di base, Vedi Gates, vedi Stallman, vedi Torvalds ecc.... tra quelli piu' notiDAi rettaTU non hai capito una FAVA di come funziona il mondo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 agosto 2013 21.22-----------------------------------------------------------
          • Feet on the Ground scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Alessandrox
            Jobs ha cominciato come un NERD in un garage...Ma si è evoluto ed è diventato imprenditore. Ha fatto il salto di qualità che i nerd non fanno. Se a quarant'anni vivi ancora con i genitori e scancheri con il PC facendo salti di gioia quando guadagni 100 al mese, sei solo un povero sfigato fallito. ;)
            DAi retta
            TU non hai capito una FAVA di come funziona il
            mondoPerò io guadagno in un giorno quello che tu non vedrai in una vita, quindi mi pare che ho capito l'essenziale. ;)
          • anon scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Feet on the Ground
            Se a quarant'anni vivi ancora con i genitori e
            scancheri con il PC facendo salti di gioia quando
            guadagni 100 al mese, sei solo un povero sfigato
            fallito. ;)Dal tuo punto di vista, forse.Ma dal punto di vista del NERD, lui continua a farsi i suoi salti di gioia.Questo per dire che il concetto di felicità non è misurabile in termini assoluti, ma è una cosa prettamente soggettiva. Uno può anche essere felice con poco.
          • krane scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: anon
            - Scritto da: Feet on the Ground


            Se a quarant'anni vivi ancora con i genitori e

            scancheri con il PC facendo salti di gioia
            quando

            guadagni 100 al mese, sei solo un povero
            sfigato

            fallito. ;)

            Dal tuo punto di vista, forse.
            Ma dal punto di vista del NERD, lui continua a
            farsi i suoi salti di
            gioia.

            Questo per dire che il concetto di felicità non è
            misurabile in termini assoluti, ma è una cosa
            prettamente soggettiva. Uno può anche essere
            felice con
            poco.Poi a leggere PI tutti guadagnano cifre stratorsferiche, quindi poca invidia.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: pronto?
            contenuto non disponibile
          • Domenico Mattia scrive:
            Re: pronto?
            Però adesso un po' di emoticon di fila, così:(rotfl)(rotfl)(rotfl)Altrimenti perdi l'allenamento.
          • Jexx scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Feet on the Ground
            - Scritto da: Alessandrox


            Jobs ha cominciato come un NERD in un garage...

            Ma si è evoluto ed è diventato imprenditore. Ha
            fatto il salto di qualità che i nerd non fanno.
            Se a quarant'anni vivi ancora con i genitori e
            scancheri con il PC facendo salti di gioia quando
            guadagni 100 al mese, sei solo un povero sfigato
            fallito.
            ;)


            DAi retta

            TU non hai capito una FAVA di come funziona il

            mondo

            Però io guadagno in un giorno quello che tu non
            vedrai in una vita, quindi mi pare che ho capito
            l'essenziale.
            ;)Mandare mamma e sorella sul marciapiede...non mi sembra un lavoro invidiabile.
          • Brusco scrive:
            Re: pronto?

            Mandare mamma e sorella sul marciapiede...non mi
            sembra un lavoro
            invidiabile.Ah, ma si guadagna così tanto a fare quel lavoro? Ed è minacciato dalla crisi, oppure no?
          • Skywalker scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Feet on the Ground
            Ripeti con me: l'auto è uno strumento.
            E adesso ripeti: il computer è uno strumento.Ripeti con me: un General Purpose Computer è uno strumento PROGRAMMABILE.Per programmare un'auto devi accedere a parti che non sono state pensate per essere accedute dall'utente ed in molti casi sono state volutamente e deliberatamente "castrate". Per programmare un PC passi dalla sua interfaccia principale.Tablet e Smartphone forse sono strumenti. Un PC non lo è mai stato: ovviamente come tutti gli oggetti di uso generale possono essere utilizzati anche per usi particolari, e, sotto opportune ipotesi, persino come elettrodomestici. Ma non sono elettrodomestici. Per quanto un venditore di Sistemi Operativi abbia cercato per anni di convincerci del contrario.Detto questo, mi risulta che persino oggi, che non si fa più il motore, all'esame di guida ti chiedano di riconoscere alcune componenti sotto il cofano e di saper distinguere l'asticella dell'olio da quella del liquido dei tergicristalli...L'auto sarà anche uno strumento, ma per utilizzarlo ti viene comunque richiesto di sapere alcune informazioni basilari su come funziona. Se vuoi solo sederti ed andare da A a B, allora ci sono il treno ed i taxi...Anche una assicurazione è uno strumento: ma tu prima di firmare porti a casa tutto il contratto, te lo leggi fino in fondo e chiedi consiglio a qualche amico di fiducia più esperto o entri, senti quello che ti propone l'assicuratore e firmi sotto subito dopo?Perché di fronte ad un Funzionario di Banca che vi propone una Polizza Vita Unit-Linked esercitate del sano scetticismo critico, ma di fronte ad oggetto in cui archiviate tutta la vostra vita, quella della vostra famiglia, le vostre informazioni personali, finanziarie, commerciali e patrimoniali, pretendereste di andare "sulla fiducia", tanto è "uno strumento"?Anche una Polizza Vita Unit-Linked è definita uno "strumento finanziario"...
          • lavos scrive:
            Re: pronto?
            - Scritto da: Feet on the Ground
            - Scritto da: lavos


            Oggi, molti di più sanno come funziona
            un'auto...

            ma siccome ormai l'auto è a disposizione di

            cani&porci, tra tutti quelli che hanno un
            auto
            ci

            sono molti che non sanno come

            funziona.

            Ripeti con me: l'auto è uno strumento.
            E adesso ripeti: il computer è uno strumento.

            Solo i disadattati pensano che i computer siano
            fini a se stessi.Tu rientri nella categoria?
            I "nerd" (sarebbe meglio
            chiamarli "casi sociali") pensano in termini di
            computer, le persone equilibrate persano in
            termini di risultati.E gli idioti o gli ignoranti non pensano affatto. E chi usa uno strumento senza sapere cos'è è un idiota. Solo che se vuoi vendergli tale strumento non puoi dirglielo in faccia.
            Se fai parte della schiera dei casi sociali,
            sappi che sei in minoranza, per fortuna.Sfortunatamente anche le persone equilibrate sono una minoranza, la maggioranza sono gli idioti ignoranti.
        • Ruttolone scrive:
          Re: pronto?
          Forse non vi é chiaro che l'hack prevede di modificare un HDD giá installato. Ma si sa... siete qui per commentare ad cazzum. Povera Cassandra... davvero saremo solo in 24 veri lettori.
    • Eugenio Guastatori scrive:
      Re: pronto?

      So cose da niubbi, che pure gli stagisti sanno e
      nessuno si proccupa delle conseguenze di una
      simile
      possibilità?Se nessuno si preoccupa un motivo ci sarà ! E comunque quel giorno che vedrò un acaro aggirarsi con un JTAG all'interno del mio portatile per riprogrammare l'hard disk, in quel momento incomincerò a preoccuparmi.
      • mik.fp scrive:
        Re: pronto?
        - Scritto da: Eugenio Guastatori

        So cose da niubbi, che pure gli stagisti
        sanno
        e

        nessuno si proccupa delle conseguenze di una

        simile

        possibilità?

        Se nessuno si preoccupa un motivo ci sarà ! E
        comunque quel giorno che vedrò un acaro aggirarsi
        con un JTAG all'interno del mio portatile per
        riprogrammare l'hard disk, in quel momento
        incomincerò a
        preoccuparmi.mmm... felice che tu ti fidi di Sistema e di Certificato, ma forse ti sei perso questo passaggio:"Ha anche trovato modalità diagnostiche attivabili direttamente dal cavo SATA (e quindi da un semplice software caricato sul computer, magari un malware) che permettono di eseguire operazioni equivalenti senza nemmeno estrarre l'hard disk dal computer, o saldarci e collegarci alcunché."Per renderti un pedoXXXXXgrafo (o complice di una qualunque cosa a te del tutto estranea; cfr. diritto amministrativo, civile, e qualunque altro anfratto umanistico mancante elemento empirico; c'e' solo l'imbarazzo della scelta) non serve cioe' collegare JTAG, seriale, o altro che non sia gia' collegato; non serve neanche un cavo a dir la verità (effetto hall? beamforming? inversione protonica totale? mai sentiti?).Basta schiacciare 2-3 bottoni, attendere 20-30 secondi di upload, e poi dire alle guardie che attendono fuori, di buttare giu' la porta del tuo cubetto di cemento; poi alla fodera di tutto cio' che c'e' tra la (tua) membrana cerebrale e l'intestino retto (tuo) ci pensano quelli che già abitano nello stesso posto dove ti appoggiano le guardie: a pochi fa piacere chi caga il XXXXX ai pupi, molti hanno bisogno di sfogare lo stress, e... dunque... pV=nRT... p e' costante... V anche... n e' aumentato di una unità... R e' a piacere... si, decisamente, direi che tu avresti piacere di evaporare (in virtù di R) ma essendo tutto costante tranne l'introduzione di una nuova particella di sodio nel sistema acquoso... questa introduzione coatta produce una quantità di temperatura tale che... autosublimazione, in pratica è meglio se ti dai fuoco quando senti la porta cadere.Se non lo puoi aprire, non ti appartiene.
        • anon scrive:
          Re: pronto?
          - Scritto da: mik.fp
          Per renderti un pedoXXXXXgrafo non serve
          cioe' collegare JTAG, seriale, o altro che non
          sia gia' collegato; non serve neanche un cavo a
          dir la verità (effetto hall? beamforming?
          inversione protonica totale? mai
          sentiti?).

          Basta schiacciare 2-3 bottoni, attendere 20-30
          secondi di upload, e poi dire alle guardie che
          attendono fuori, di buttare giu' la porta del tuo
          cubetto di cemento;Ma guarda che la sola e semplice presenza di materiale p3d0 nell'HD dell'utonto di turno non è prova di molto...Devi riuscire a dimostrare che l'accusato abbia volutamente, intenzionzialmente e consciamente ottenuto/archiviato/usufruito di quel materiale. Altrimenti non andrai molto lontano in tribunale...
        • Eugenio Guastatori scrive:
          Re: pronto?


          mmm... felice che tu ti fidi di Sistema e di
          Certificato, ma forse ti sei perso questo
          passaggio:

          "Ha anche trovato modalità diagnostiche
          attivabili direttamente dal cavo SATA (e quindi
          da un semplice software caricato sul computer,
          magari un malware) che permettono di eseguire
          operazioni equivalenti senza nemmeno estrarre
          l'hard disk dal computer, o saldarci e collegarci
          alcunché."
          Non me lo ero perso, però ho interpretato diversamente il senso del passaggio, e non ritengo indispensabile disperdere troppo FUD su argomenti e lavori rispettabili come questo.Per intenderci, non è che un malware o un trojan lanciato da un utente normale possa inviare i comandi diagnostici ad un hard disk. Passa per i drivers del disco per il SO in uso, che a loro volta sono chiamati dal gestore del device blocchi generico.I tools che cita SpriteMods (relativi e proprietari degli hard disk WD) non sono backdoors nè funzioni SATA occultate chissà da chi, ma girano solo sotto DOS (che non è un sistema operativo), come tutti i normali tools di riprogrammazione del FW da usarsi in laboratorio. Vien da dire ... e allora ? Le motherboard hanno bios updatabili da sempre che a volte girano anche su Windows eppure nessuno ha mai gridato al complotto per questo.Un normale Sistema Operativo, queste informazioni le blocca e se quancuno può arrivare a patcharti il kernel o i drivers, allora l'hardware dell'hard disk è l'ultimo dei tuoi problemi.Ricordo che gli impressionanti video di esempio sono stati realizzati <b
          dissaldando modificando e risaldando </b
          la EEPROM seriale di boot e solo a quel punto si è potuto agire a livello utente sovascrivendo la cache.Quindi ottimo articolo, esempio di hacking serio con disassembler di codici ibridi e un lavorone ... ma andiamoci piano con le preoccupazioni, ci sono ben altri modi di farsi del male, più semplici e immediati anche solo tenendo in tasca uno smartphone.
          • PuntoH scrive:
            Re: pronto?
            DOS non é un sistema operativo. Spiegami la O e la S... Spiegami poi l'esecuzione di un .exe in una shell.Ecco, adesso torna a lavorare va!
          • Skywalker scrive:
            Re: pronto?
            Uno dei più famosi ed utilizzati metodi per infettare PC di un bersaglio ben identificato è "dimenticare" delle chiavette USB alla macchinetta del caffé delle ditta in questione, o di lanciarle di la del muro nell'area fuori dalla porta di sicurezza normalmente aperta per andare a fumare.Se queste chiavette, che ormai valgono quattro soldi, vengono raccolte ed inserite nei PC con percentuali bulgare, con quale percentuale verrà ignorato un HD da 2TB? Un HD che verrà "precauzionalmente" riformattato. Senza ottenere l'effetto sperato.Non solo: vale anche il contrario, e l'articolo velatamente lo suggerisce.Io potrei metterci del codice che, indipendentemente dalle chiamate del SO, una volta che identifica una lettura sequenziale (presumibilmente volta a creare un'immagine), comincia a fornire dati presi da una partizione nascosta, per poi sovrascriverla ed autodistruggersi una volta eseguito questo lavoro. Quei dati, ricavati dai dati personali di uno che aveva venduto il suo HD pensando che "Format C:" cancellasse tutto, verranno integrati da altri per sviare i sospetti su quella persona. Questo significa che la frase "abbiamo trovato questo materiale nel suo Hard Disk" diventerà una prova priva di senso se non sarà stata ottenuta smontando fisicamente i piattelli in camera bianca e rimontandoli su un'altro hardware forense certificato...
  • cicciobello scrive:
    È così da 30 anni
    Sul commodore 64, l'unità a disco 1541 aveva un proXXXXXre 6502, identico alla cpu del computer, che poteva ospitare un proprio sistema operativo ed essere programmato a parte. Certo, spegnendo e riaccendendo si resettava tutto... ma se veniva spento solo il computer e non il drive (che aveva un interruttore a parte), le modifiche restavano attive.Esistevano utility che manomettevano il sistema operativo del drive per velocizzare il caricamento (facendolo funzionare in parallelo, ad esempio). il drive veniva definito una periferica "intelligente" proprio perchè aveva un suo proXXXXXre programmabile (al contrario, ad esempio, del registratore)
  • Etype scrive:
    HDD
    Interessante soprattuto Linux dentro l'HD :D
    • ... scrive:
      Re: HDD
      - Scritto da: Etype
      Interessante soprattuto Linux dentro l'HD :D :D :D :D :D :D :D :D :
      • capito scrive:
        Re: HDD
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Etype

        Interessante soprattuto Linux dentro l'HD :D

        :D :D :D :D :D :D :D

        ::D :D :D :D :D :D :D:@
        • mah scrive:
          Re: HDD
          - Scritto da: capito
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: Etype


          Interessante soprattuto Linux dentro
          l'HD
          :D



          :D :D :D :D :D :D :D



          :

          :D :D :D :D :D :D :D

          :@(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(newbie)
  • Giulia scrive:
    Componenti standard
    D'altronde ormai i componenti delle elettronica di consumo sono cosi' standard (sicuramente tutte e tre le CPU sono varie versioni di ARM non proprietarie ) che scrivere o iniettare del firmware e' alla portata di chiunque abbia un compilatore ARM e un minimo di librerie di quel SOC.
  • tucumcari scrive:
    bah
    Ah cassà mo non è che tutte le volte che si scopre che nei devices e nei controllers c'è del firmware e che i proXXXXXri che lo gestiscono sono potenzialmente (da sempre) in ecXXXXX rispetto alle esigenze reali ci facciamo un "viaggio".A prescindere dal fatto che non sia una novità come si può immaginare che un HD senza ram e senza un proXXXXXre che gestisca gli algoritmi possa avere funzioni di cache write-back e roba simile?Mica lo fa la fatina dei denti!Per carità è ottimo l'intento di spiegare al niubbo come stanno realmente le cose...Ma fermiamoci qui... è sufficiente... andare a stuzzicare la fantasia è poco produttivo...
    • Palazzo Lombardia scrive:
      Re: bah
      Rendiamo un po' più movimentato il commento, così si capisce che é proprio di tucumcari:"Ah cassà mo non è che tutte le volte che si scopre che nei devices e nei controllers c'è del firmware e che i proXXXXXri che lo gestiscono sono potenzialmente (da sempre) in ecXXXXX rispetto alle esigenze reali ci facciamo un "viaggio".(rotfl)(rotfl)A prescindere dal fatto che non sia una novità come si può immaginare che un HD senza ram e senza un proXXXXXre che gestisca gli algoritmi possa avere funzioni di cache write-back e roba simile? :D :DMica lo fa la fatina dei denti!(rotfl)(rotfl)Per carità è ottimo l'intento di spiegare al niubbo come stanno realmente le cose... :p :pMa fermiamoci qui... è sufficiente... andare a stuzzicare la fantasia è poco produttivo... :| :|"Ecco, ora é perfetto.
  • prova123 scrive:
    Bah ...
    Per chi fa progettazione elettronica Hw/Fw sono cosettine da niubbo (sono sufficienti 6 mesi di lavoro in una qualsiasi azienda...) :|
    • get the cats scrive:
      Re: Bah ...
      il complottista medio ti direbbe ch ein effetti sembra tutto fatto per installare delle spie nell hard disk che funzionano per conto loroformattazione o non formattazione
      • Eugenio Guastatori scrive:
        Re: Bah ...
        - Scritto da: get the cats
        il complottista medio ti direbbe ch ein effetti
        sembra tutto fatto per installare delle spie nell
        hard disk che funzionano per conto
        loro
        formattazione o non formattazioneCome un normalissimo forno a microonde, un sistema antifurto e il teletext della TV.
        • Eugenio Guastatori scrive:
          Re: Bah ...
          Ps : ieri sono andato in bagno e la lavatrice mi guardava, oggi controllo.
          • Tour First scrive:
            Re: Bah ...
            Bene, ma si può fare di più:"Guarda che se non cambi pusher finisci male te lo ho detto che quella roba ti fa male!;-)"Vedi?!?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3652177&m=3652943#p3652943
      • prova123 scrive:
        Re: Bah ...
        Certo che se questi si considerano hacker .... :s
  • get the cats scrive:
    ci sono distro diskless
    sapevo che ci sono ditro linux da usare senza il disco fisso,(credo la gentoo si possa ricompilare anche diskess)andro dal mio amico smanettone a chiedergli1-mi flashi una eeprom o una cosa del genere in modo da farmi il boot da quella? insomma ritornero alle vecchie rom2.mi installi una distro che funziona senzaa l hard diskcredo che l unica maniera davvero sicura per non avere m..a nel disco fissosia...NON AVERE IL DISCO FISSO..soluzione estrema ma sicura..PS una volta spostato il jumpr giusto poi nessuno dovrebbe scrivere nella eeprom giusto ?
    • Skywalkersenior scrive:
      Re: ci sono distro diskless
      - Scritto da: get the cats
      sapevo che ci sono ditro linux da usare senza il
      disco
      fisso,
      (credo la gentoo si possa ricompilare anche
      diskess)
      andro dal mio amico smanettone a chiedergliSenza scomodare l'amico smanettone, ti scarichi semplicemente l'ISO della distro che preferisci, te la masterizzi su CD e fai boot con quella
      • tucumcari scrive:
        Re: ci sono distro diskless
        - Scritto da: Skywalkersenior
        - Scritto da: get the cats

        sapevo che ci sono ditro linux da usare senza il

        disco

        fisso,

        (credo la gentoo si possa ricompilare anche

        diskess)

        andro dal mio amico smanettone a chiedergli

        Senza scomodare l'amico smanettone, ti scarichi
        semplicemente l'ISO della distro che preferisci,
        te la masterizzi su CD e fai boot con
        quellaGuarda che non è che la scheda video stia messa meglio... anzi!Non vorrei darti una "ferale notizia" ma è da un pezzo che praticamente ogni device ha tanto di proXXXXXre, ram e firmware...Prendi ad esempio una banale scheda wi-fi con chipset atheros (il più diffuso in assoluto) si tratta (in sostanza) di una vera e propria "software defined radio" costituita da una cpu (in genere fpga ma non solo) un circuito risonante (superehterodyne) per produrre onde e un DAC ciò che viene emesso/ricevuto e decodificato (o codificato) è definito dal software (firmware) "cablato" sulla scheda...Nel caso Atheros poi è addirittura possibile sovrascriverlo e "personalizzarlo" addirittura.Quindi il discorso vale in generale non solo per i dischi ma quasi (ormai) per qualunque device/controller.Ovviamente quello che conta resta il "master of puppets" ovvero l'OS..è lui che chiama (o non chiama) le funzioni dei suddetti devices comprese quelle "eventualmente nascoste".
        • Palazzo Lombardia scrive:
          Re: ci sono distro diskless
          Che con maggiore schiettezza si poteva scrivere:"Aspettavo che me lo raccontassi tu!Adesso mettiti a cuccia e spiegami come fai a utilizzare un dns per amplificare se quel DNS ha a disposizione qualche k di banda!Se ci riesci se non ci riesci a cuccia e pulisciti il moccio!"Come qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3755833&m=3755972#p3755972
        • Skywalkersenior scrive:
          Re: ci sono distro diskless
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Skywalkersenior

          - Scritto da: get the catsForse dovevi rispondere a "get the cats", non a me
          • tucumcari scrive:
            Re: ci sono distro diskless
            - Scritto da: Skywalkersenior
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: Skywalkersenior


            - Scritto da: get the cats

            Forse dovevi rispondere a "get the cats", non a meIn realtà si... scusa
          • Tour First scrive:
            Re: ci sono distro diskless
            Insomma, la solfa è sempre quella:"Scusa sai l'argomento neppure mi interessa e ammetto trattarsi di trollata gratuita!"Sono d'accordo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3434642&m=3435825#p3435825
  • Nome e cognome scrive:
    ...
    Uno pensa di avere il controllo del proprio pc, invece... incredibile! :|
    • tucumcari scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Nome e cognome
      Uno pensa di avere il controllo del proprio pc,
      invece... incredibile!
      :|Uno pensa.... e invece ce lo ha davvero!I firmware su controller e devices che svolgono funzioni specializzate sono a iosa (da quelli per la rete ai dischi e ovviamente le schede grafiche sono praticamente dei veri e propri computer con tanto di software funzionalmente dedicato a un certo scopo) che sono (altrettanto ovviamente) gestiti con di comandi (in sostanza delle vere e proprie RPC basta pensare ai comandi SCSI per fare un esempio) dal sistema operativo del tuo Computer. Questi "oggetti" tuttavia (sempre più evoluti) sono visti dall'OS (ma anche dal BIOS) come una sorta di "black-box" con una serie di funzioni il cui "standard di chiamata" passa per i drivers del device (come è ovvio che sia) e sono quindi utilizzati in modo "consapevole" dall'OS (più che altro da chi lo ha scritto) il vero problema quindi è e resta "il comandante in capo" ovvero l'OS.. Anche perchè le funzioni qualcuno le deve "chiamare"... altrimenti è come se non ci fossero.
      • Palazzo Lombardia scrive:
        Re: ...
        E per un riassunto icastico:"Sempre qualcosa di più del water di capzate che hai scritto te"Eccolo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3495831&m=3496851#p3496851
        • Trollollero scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Palazzo Lombardia
          E per un riassunto icastico:

          "Sempre qualcosa di più del water di capzate che
          hai scritto
          te"

          Eccolo:
          http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3495831&m=349Patetico, inutile stalker
      • iRoby scrive:
        Re: ...
        Se il PC è di marca spesso l'OS instalalto ha quella serie di utility che non ho mai compreso a cosa servissero, fornite dal produttore.Se c'è del firmware malevolo nell'HD il malware può essere anche nell'OS che lo richiama...
        • tucumcari scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: iRoby
          Se il PC è di marca spesso l'OS instalalto ha
          quella serie di utility che non ho mai compreso a
          cosa servissero, fornite dal
          produttore.

          Se c'è del firmware malevolo nell'HD il malware
          può essere anche nell'OS che lo
          richiama...resta da capire chi e come tra i costruttori ci possa mettere il "firmware malevolo" a rischio di class action e denunce con conseguenze piuttosto prevedibili!Poi uno può credere a tutto ovviamente compresa la fata coi capelli turchini.
          • Palazzo Lombardia scrive:
            Re: ...
            Si può parafrasare:"Appunto CVD non ci capisci un tubo quindi... è meglio che deleghi qualcuno che ci capisce!(rotfl)(rotfl)Ciao trollino:-D"Quasi quasi è meglio la parafrasi:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3650460&m=3652292#p3652292
          • Gruppo vacanze Piemonte scrive:
            Re: ...
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3872642&m=3873929#p3873929
          • collione scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: tucumcari
            resta da capire chi e come tra i costruttori ci
            possa mettere il "firmware malevolo" a rischio di
            class action e denunce con conseguenze piuttosto
            prevedibili!tutti quello sottomessi alla NSA e sociovvero queste sono semplici quanto banali backdoor, ad uso e consumo degli spioni di turno
          • Eugenio Guastatori scrive:
            Re: ...

            ovvero queste sono semplici quanto banali
            backdoor, ad uso e consumo degli spioni di
            turnoGiusto e aggiungerei anche : backdoors che per altro non sono state nemmeno trovate.
          • collione scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Eugenio Guastatori
            Giusto e aggiungerei anche : backdoors che per
            altro non sono state nemmeno
            trovate.e possono giustificarle in mille modi diversiin fondo, chiunque è libero di mettere una cpu in più nel proprio hardware, no!?! come si fa a dire che è stata messa apposta per essere usata in un secondo momento?
      • nauseato scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: Nome e cognome

        Uno pensa di avere il controllo del proprio pc,

        invece... incredibile!

        :|
        Uno pensa.... e invece ce lo ha davvero!
        I firmware su controller e devices che svolgono
        funzioni specializzate sono a iosa (da quelli per
        la rete ai dischi e ovviamente le schede grafiche
        sono praticamente dei veri e propri computer con
        tanto di software funzionalmente dedicato a un
        certo scopo) che sono (altrettanto ovviamente)
        gestiti con di comandi (in sostanza delle vere e
        proprie RPC basta pensare ai comandi SCSI per
        fare un esempio) dal sistema operativo del tuo
        Computer.

        Questi "oggetti" tuttavia (sempre più evoluti)
        sono visti dall'OS (ma anche dal BIOS) come una
        sorta di "black-box" con una serie di funzioni il
        cui "standard di chiamata" passa per i drivers
        del device (come è ovvio che sia) e sono quindi
        utilizzati in modo "consapevole" dall'OS (più che
        altro da chi lo ha scritto) il vero problema
        quindi è e resta "il comandante in capo" ovvero
        l'OS..

        Anche perchè le funzioni qualcuno le deve
        "chiamare"... altrimenti è come se non ci
        fossero.Tutto vero, ma troppo ingenuo: qualcuno le deve chiamare (o anche no, magari sia autostartano), ma quel che viene chiamato è una Black Box, appunto, e come tale chi sa cosa combina alle nostre spalle oltre a quanto ci aspettiamo che faccia...
        • Alessandrox scrive:
          Re: ...
          L' articolo mette in evidenza un altra cosa:IL fatto che esista una circuiteria con un sw che possa girare in maniera indipendente dal SO e intervenire ( e quindi inteferire) nascostamente su ciò che il SO fa senza che questo se ne accorga.... e in ultima analisi l'utente stesso, almeno l' utente medio. E comunque anche l' utente esperto deve mettere molta attenzione in queste cose per accorgersi di qualche interferenza.
Chiudi i commenti