Mobile, la sfida del market share

Android guadagna terreno negli USA grazie a Galaxy S6, mentre in Europa la situazione è più sfaccettata e fa capolino il terzo incomodo (Windows Phone). Gli ultimi dati Kantar fotografano un mercato mobile in divenire

Roma – Kantar Worldpanel ComTech ha rilasciato il suo nuovo rapporto trimestrale sulle vendite dei terminali e le quote di mercato dei sistemi operativi mobile, con dati che vedono Android recuperare negli USA e iOS tenergli testa in Europa. Mercato in cui tra l’altro Windows Phone mostra di avere un suo ruolo da giocare.

Uno dei dati più significativi evidenziati da Kantar è la preponderanza di terminali Android fra gli smartphone venduti negli USA durante trimestre che si è chiuso alla fine di maggio (64,9 per cento), con un +2,8 per cento rispetto al trimestre precedente: il merito va attribuito al Galaxy S6 di Samsung, dice la società di analisi, terminale molto popolare nonostante i soli 30 giorni di disponibilità sul mercato.

Android è, prevedibilmente, il sistema operativo mobile più usato anche in Europa, ma l'”emorragia” di clienti iOS che decidono di passare all’ecosistema di Google si è ridotta in maniera sensibile (5 per cento contro l’11 per cento dell’anno scorso).

Nel Vecchio Continente, la preponderanza di Android rispetto alla concorrenza dei soliti noti varia da paese a paese , con mercati nazionali in cui l’OS proprietario di Mountain View arriva al 74,4 per cento contro il 17 per cento di iOS (Germania) e altri in cui vale il 52,5 per cento contro il 36,8 per cento di iOS (Gran Bretagna). In Cina Android ha un market share del 76,8 per cento, mentre iOS è al 21,5%.

Market share mobile Italia

Sempre parlando di Europa, infine, Windows Phone si rifà parzialmente della irrilevanza che ha nel resto del mondo con un market share totale del 9,5 per cento e un +1,5 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso: in Germania il sistema Microsoft è al 7,5 per cento, in UK è al 10 per cento e in Italia è arrivato addirittura al 13,9 (+4,1 per cento anno-su-anno) piazzandosi secondo e superando iOS.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • billy scrive:
    Domanda da ignorante?
    Scusate, ma perché cambiare i DNS offerti dal provider? in rari casi possono essere più veloci altri, in rari casi il problema sono i filtri dei provider italiani (trovo di tutto senza aver mai cambiato i miei).opendns era interessante perchè poteva anche filtrare i contenuti, ma opennic ad esempio non lo fa.Perché cambiare quelli di "default"?Grazie
    • Passante scrive:
      Re: Domanda da ignorante?
      - Scritto da: billy
      Scusate, ma perché cambiare i DNS offerti dal
      provider? in rari casi possono essere più veloci
      altri, in rari casi il problema sono i filtri dei
      provider italiani (trovo di tutto senza aver mai
      cambiato i miei).
      opendns era interessante perchè poteva anche
      filtrare i contenuti, ma opennic ad esempio non
      lo fa.
      Perché cambiare quelli di "default"?Per raggiungere qualcuno di questi: http://censura.bofh.it/elenchi.html
      Grazie
  • thepassenge r scrive:
    grazie dell'info
    anche se è tardi, ho cambiato dns usando opennic project, sono pure più veloci quelli in svizzera e belgio.Opendns si son venduti e quindi possono andarsene tranquillamente a XXXXXX.
  • prova123 scrive:
    Bene!
    L'ho cancellato dalla lista di DNSJumper! :D
  • ... scrive:
    rimuovo subito
    ciao opendns, e' stato bello.
    • ... scrive:
      Re: rimuovo subito
      - Scritto da: ...
      ciao opendns, e' stato bello.troppo tardi:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4255690&m=4255891#p4255891
  • Co Glionazzo scrive:
    simah....
    Installare un proprio DNS personale?Mica ci vuole una laurea .... e neanche un "mainframe"...
    • Nome&Cognom e scrive:
      Re: simah....
      Esatto, uso da anni con soddisfazione Unbound https://www.unbound.net/ una valida alternativa a Bind.La configurazione è estremamente granulare, forse fin troppo per un neofita, ma volendola lasciare semplice funziona tutto comunque (anche se non perfettamente ottimizzato). In ogni caso in rete si trovano diverse configurazioni pronte all'uso su cui è necessario effettuare solo semplici modifiche per adattarla alla propria implementazione.L'utilizzo di DNS ricorsivi esterni è solo un lontano ricordo.
  • Il Reverendo scrive:
    Bye Bye
    Carissimi, è stato un piacere.
  • anumalia scrive:
    è il momento
    di non usare più OpenDNS
    • vrioexo scrive:
      Re: è il momento
      - Scritto da: anumalia
      non usare più OpenDNSPer me invece è il momento di continuare a non usarlo:molto meglio OpenNIC...
      • Co Glionazzo scrive:
        Re: è il momento
        - Scritto da: vrioexo
        - Scritto da: anumalia

        non usare più OpenDNS

        Per me invece è il momento di continuare a non
        usarlo:
        molto meglio OpenNIC...E meglio ancora il tuo DNS personale.. :D
      • bubba scrive:
        Re: è il momento
        - Scritto da: vrioexo
        - Scritto da: anumalia

        non usare più OpenDNS

        Per me invece è il momento di continuare a non
        usarlo:
        molto meglio OpenNIC...ma anche opennic fa dns mangling come faceva l'inutile opendns?
        • Edulcorante scrive:
          Re: è il momento
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: vrioexo

          - Scritto da: anumalia


          non usare più OpenDNS



          Per me invece è il momento di continuare a
          non

          usarlo:

          molto meglio OpenNIC...
          ma anche opennic fa dns mangling come faceva
          l'inutile
          opendns?Alle volte capita che un commento da queste parti sia produttivo, non conoscevo OpenNic, però da quello che leggo è basato su iniziativa no profit e non fa DNS Hijacking che è la cosa che mi interessa di più.Qualche anno fa avevo sentito di sfuggita alla radio un tizio che parlava (in italiano) di un DNS alternativo "politicamente corretto" col quale collaborava, però non avevo capito.Non so se è questo però ha tutta l'aria di un progetto interessante.
          • loggato scrive:
            Re: è il momento
            https://prism-break.org/it/categories/gnu-linux/Fra le altre cose c' è anche OpenNic.
      • ... scrive:
        Re: è il momento
        - Scritto da: vrioexo
        Per me invece è il momento di continuare a non
        usarlo:
        molto meglio OpenNIC...Ma è affidabile? nella home page leggo di uptime del 98% (che è molto poco) e inoltre dice che la lista è 'rotta'.Andando nella wiki c'è una lista interminabile, dovrei scegliere quelle non down geograficamente vicine?
        • vrioexo scrive:
          Re: è il momento
          - Scritto da: nr:
          Ma è affidabile? nella home page leggo di uptime
          del 98% (che è molto poco) e inoltre dice che la
          lista è 'rotta'.Certo che è affidabile! ed è il migliore: lo dico non ''per sentito dire'' ma perché lo uso da anni e solo una volta ho avuto un down sia del DNS primario che del secondario (erano stati levati dalla lista di quelli disponibili)...cambiati con altri due nuovi ed attivi nessun problema, finora...in ogni caso puoi utilizzare una lista di DNS da utilizzare oltre a quello primario e secondario: in questo modo è praticamente impossibile trovarsi down.- Scritto da: nr: ...
          Andando nella wiki c'è una lista interminabile,
          dovrei scegliere quelle non down geograficamente
          vicine?Come accennavi, la lista completa dei DNS disponibili è questa:http://wiki.opennicproject.org/Tier2La scelta del DNS non dovrebbe essere effettuata in base alla vicinanza geografica ma in base alla nazione: via dunque le nazioni poco affidabili dal punto di vista delle gestione dei dati, quindi escluderei: USA, UK, Canada, Francia, Spagna, Nuova Zelanda, Giappone, Italia (per ragioni geografiche) mentre darei la preferenza a Svizzera, Romania, Lussemburgo, Austria, Germania (con riserva), Cecoslovacchia, Ucraina, Paesi Bassi (con riserva), Russia, Cina (queste ultime 2 spiano ma gli importa poco e niente dei nostri dati e di certo non li vanno a dare agli americani, al contrario degli altri citati nel gruppo dei ''bannati'').Sotto Windows, Per cambiare rapidamente DNS in tempo reale puoi usare QuickSetDNS della NirSoft, che trovi qui:http://www.nirsoft.net/utils/index.html#internet_utilsin questo modo in caso di (ipotetico) down risolvi in un click.- Scritto da: bubba
          ma anche opennic fa dns mangling come faceva
          l'inutile opendns?non mi risulta...(ma potrei sbagliare).- Scritto da: Co Glionazzo
          E meglio ancora il tuo DNS personale......avendone le competenze, il tempo e la voglia di metter su tutta la baracca, direi che è un'ottima soluzione.- Scritto da: Edulcorante
          Alle volte capita che un commento da queste parti sia produttivoHo pensato di fornire una valida alternativa per la gestione dei DNS (poi, ovviamente, è anche un piacere essere apprezzati per gli interventi).
          • ... scrive:
            Re: è il momento
            - Scritto da: vrioexo
            Come accennavi, la lista completa dei DNS
            disponibili è
            questa:
            http://wiki.opennicproject.org/Tier2ok, m'hai convinto, grazie :D
            - Scritto da: Co Glionazzo

            E meglio ancora il tuo DNS personale...

            ...avendone le competenze, il tempo e la voglia
            di metter su tutta la baracca, direi che è
            un'ottima
            soluzione.più che altro ti serve una macchina accesa 24/7 per poter far funzionare tutti gli elementi della rete.
          • vrioexo scrive:
            Re: è il momento


            - Scritto da: Co Glionazzo


            E meglio ancora il tuo DNS personale...- Scritto da: vrioexo

            ...avendone le competenze, il tempo e la

            voglia di metter su tutta la baracca,

            direi che è un'ottima soluzione.- Scritto da: nr:
            più che altro ti serve una macchina accesa 24/7
            per poter far funzionare tutti gli elementi della
            rete.Il problema in parte (dico 'in parte' perché alla fine la corrente la paghi sempre) si può risolvere ''centralizzando'' i servizi: utilizzi un vecchio PC (P3/P4) oppure un PC a basso consumo (Atom o Intel serie i3 con il clock messo al minimo) ci metti su una distro-Firewall Linux che magari consenta anche la gestione del DNS + un eventuale server di posta + FTP + VPN, etc., tipo zeroshell:http://www.zeroshell.nethttp://www.zeroshell.net/ss/show.php?Name=dnsA quel punto (imho) inizia ad avere più senso tenere acXXXXX un PC 24h/24h, specie se a bassissimo consumo...
          • ... ... ... scrive:
            Re: è il momento
            Grazie delle info. Tolto opendns e messo quelli di opennic con i relativi paesi da te elencati.
          • vrioexo scrive:
            Re: è il momento
            - Scritto da: ... ... ...
            Grazie delle info. Tolto opendns e messo quelli
            di opennic con i relativi paesi da te elencati.Prego. :)Aggiungei al discorso una semplice regola: se tieni alla tua privacy evita non solo di usare i DNS provenienti da Paesi coinvolti nel Datagate ma non usare, nel limite del possibile, i servizi online di tali Nazioni, specie se gratuiti (Cloud ed email). In particolare sono da mettere al bando totale tutti i servizi online FVEY:https://en.wikipedia.org/wiki/Five_EyesPrediligi servizi Cloud/email cifrati con crittografia robusta end-to-end (non americani, possibilmente anche extraeuropei); in particolare i dati inviati al Cloud Cifrato vanno comunque cifrati anche localmente prima di essere inviati (quindi doppia cifratura): questo è l'unico modo per ritornare ad essere padroni dei nostri dati.
    • ... scrive:
      Re: è il momento
      - Scritto da: anumalia
      di non usare più OpenDNStroppo tardi: tutti i log che ti riguardano ora saranno in mano a Cisco.Il bello della compra-vendita di aziende che trattano dati: tu ti affidi ad un servizio, poi il servizio fallisce oppure riceve un'offerta che non può rifiutare e i tuoi dati vanno ad aziende che non vorresti nemmeno sentire nominare...
      • passante scrive:
        Re: è il momento
        Vero.. ps come mai tutti contro cisco??
        • vrioexo scrive:
          Re: è il momento
          - Scritto da: passante
          ps come mai tutti contro cisco??Già me lo domando anch'io...forse perché parafrasando Matrix...1) Pillola Rossa?2) Pillola Blu?3) Cisco Lawful Intercept Architecture?Nel primo e nel secondo caso occorre un bel bicchierone d'acqua, nel terzo un poco di vaselina (e stare un attimino rilassati così finisce tutto prima).http://www.cisco.com/c/en/us/td/docs/ios/12_2sb/feature/guide/ht_ssi.html
          • ... scrive:
            Re: è il momento
            - Scritto da: vrioexo
            1) Pillola Rossa?
            2) Pillola Blu?
            3) Cisco Lawful Intercept Architecture?aggiungiamo che hanno scritto il codec binario infilato di nascosto in firefox in uno degli ultimi aggiornamenti.Certo, si chiama open h264 e magari sarà pure open source...certo, è disattivabile...ma intanto c'è un exe di Cisco nel mio PC.
          • bubba scrive:
            Re: è il momento
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: vrioexo


            1) Pillola Rossa?

            2) Pillola Blu?

            3) Cisco Lawful Intercept Architecture?


            aggiungiamo che hanno scritto il codec binario
            infilato di nascosto in firefox in uno degli
            ultimi
            aggiornamenti.
            Certo, si chiama open h264 e magari sarà pure
            open
            source...
            certo, è disattivabile...
            ma intanto c'è un exe di Cisco nel mio PC.....si certo... pero' avercela con Cisco per, chiamiamolo "traffic mangling" (cosi' ci buttiamo dentro tutte le varianti intercettatorie, dal raw dump a salire) e' come avercela con gli APN e X-MSISDN... tutti i produttori hanno roba del genere, usabile o meno legalmente a seconda della legislazione vigente (e poi ci sono i 5 eyes, e tutti gli altri eyes a parte) :P Cisco e' solo il piu' grosso.
          • ... scrive:
            Re: è il momento
            - Scritto da: bubba

            ma intanto c'è un exe di Cisco nel mio PC.
            ....si certo... pero' avercela con Cisco per,
            chiamiamolo "traffic mangling" (cosi' ci buttiamo
            dentro tutte le varianti intercettatorie, dal raw
            dump a salire) e' come avercela con gli APN e
            X-MSISDN... tutti i produttori hanno roba del
            genere, usabile o meno legalmente a seconda della
            legislazione vigente (e poi ci sono i 5 eyes, e
            tutti gli altri eyes a parte) :P Cisco e' solo
            il piu'
            grosso.Il problema è che essendo costretto, già che ha dovuto modificare l'hardware e il software, potrebbe cercare di monetizzare la cosa nei soliti modi...
  • Sg@bbio scrive:
    Addio open DNS
    Come da titolo.
Chiudi i commenti