Mochila, l'iTunes dell'editoria digitale

Quasi pronto un servizio che permetterà agli editori di vendere ed acquistare notizie in formato multimediale. I contenuti saranno aggregati usando tecnologia XML. Una rivoluzione nel mondo dei mass media?
Quasi pronto un servizio che permetterà agli editori di vendere ed acquistare notizie in formato multimediale. I contenuti saranno aggregati usando tecnologia XML. Una rivoluzione nel mondo dei mass media?


Chicago (USA) – Chi l’ha detto che le notizie, su Internet, possono essere solo gratuite? Keith McAllister, ex vicepresidente di CNN , sta per lanciare Mochila , un mercato online di notizie in formato multimediale: servizi TV, interviste audio ed articoli testuali.

Il portale, già battezzato l’ iTunes dei contenuti informativi dalla stampa internazionale, verrà presentato alla prossima edizione del Nexpo , importante appuntamento internazionale promosso dagli editori statunitensi . Piccoli e grandi editori, così come chiunque rientri nell’ampia categoria dei broadcaster , potranno vendere i propri contenuti originali attraverso un sistema di aggregazione XML .

Un concetto preso in prestito dalla cosiddetta blogosfera e considerato “essenziale” da McAllister: “Mochila si muove nella direzione dell’interoperabilità tra piattaforme”, sostiene il creatore di questa innovativa agenzia giornalistica , “così che gli operatori e gli editori dell’informazione abbiano la possibilità di decidere come, dove e quando vendere i propri prodotti”.

A differenza di altri news service del calibro di Associated Press , che vendono contenuti soltanto attraverso abbonamenti, Mochila venderà singoli prodotti al dettaglio . Blogger e piccoli editori potranno comunque utilizzare i contenuti di Mochila in modo completamente gratuito, a patto d’autorizzare Mochila all’inserimento di messaggi pubblicitari tra le righe degli articoli ripubblicati.

La creatura di McAllister ha già attirato l’attenzione del gruppo Metro International , editore dell’omonimo quotidiano gratuito diffuso in 19 paesi del globo. “Si tratta di un’opportunità molto interessante ed un’alternativa competitiva a tutte le altre agenzie stampa tradizionali”, dice uno dei vertici di Metro, Per Mikael Jensen.

Inizialmente gli aderenti al progetto Mochila potranno condividere fotografie ed articoli , selezionandone il prezzo e scegliendone le modalità di distribuzione. Successivamente, su Mochila verranno venduti anche video e file audio, come ad esempio i cosiddetti podcast .

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 03 2006
Link copiato negli appunti