Moore: io li craccavo così

Milioni di computer si possono violare perché non sono protetti con misure minime di protezione. Robert Moore si accinge ad affrontare la prigione ma prima racconta alla stampa le sue... gesta

Roma – Violare la rete di una compagnia telefonica è “davvero facile: talmente facile che potrebbe farlo persino un uomo delle caverne”. Robert Moore (nella foto in basso), 23enne dello stato di Washington, lo dice ridendo: è stato condannato a due anni di prigione e ad una multa di 100mila euro per aver creato un semplice tool, che in pochi mesi ha tuttavia fruttato la bellezza di un milione di dollari attraverso la vendita di servizi VoIP rubati.

Robert Moore Moore spiega a InformationWeek che il suo lavoro era reso semplice dall’estrema vulnerabilità delle reti delle aziende vittima. Almeno il 70 per cento degli apparati da lui esaminati soffriva di qualche falla , e nella maggior parte dei casi il problema risiedeva nella password, rimasta quella di default con cui questi dispositivi vengono venduti. Un problema che riguarderebbe l’85 per cento dei router secondo la stima di Moore: “Non credereste nemmeno al numero di apparecchi che hanno come password Cisco0 o admin “.

“Riuscivamo ad avere pieno accesso ai box Cisco – racconta – sui quali potevamo fare quello che ci pareva. Abbiamo anche preso di mira il sistema Mera, che in pratica trasforma qualunque computer in uno switch”. E una volta avuto accesso a quel computer, sempre sfruttando la password di default con cui il software viene venduto, ottenere informazioni sulla intera rete collegata era un gioco da ragazzi .

Un lavoro iniziato comprando online informazioni riservate sulle reti delle aziende : 600 euro per due gigabyte di dati su indirizzi IP e configurazioni, sfruttati poi per pianificare l’assalto sistematico con attacchi brute-force . Nel complesso una truffa ben pianificata, visto che, una volta “dentro”, Moore utilizzava le reti in sua balìa per mascherare il suo passaggio e confondere le acque. E dire che sarebbe stato facile catturarlo, almeno secondo lui: “Se solo avessero controllato i loro apparati, guardando semplicemente i log, si sarebbero accorti che eravamo collegati” spiega, aggiungendo che un semplice sistema di rilevamento di intrusi avrebbe potuto smascherarlo . Una circostanza verificatisi in non più di un paio di casi.

Almeno 15 le aziende coinvolte nella massiccia operazione di frode: di queste, una ha dovuto chiudere i battenti per i debiti contratti in seguito al crack dei suoi sistemi. La mente dell’operazione, Edwin Pena, aveva messo in piedi un “business” interessante: grazie alle competenze di Moore, pagato poco meno di 15mila euro per i suoi servizi , rivendeva ore di conversazione telefonica a prezzi scontatissimi. Talmente bassi da risultare una tentazione troppo forte per i clienti, che avrebbero acquistato oltre 10 milioni di minuti in traffico.

Mentre però, una volta scoperto, Pena è scappato col bottino facendo perdere le sue tracce, Moore ha ammesso la sua colpa e si prepara a scontare la condanna: dopo due anni in carcere, dovrà anche affrontare 3 anni di libertà vigilata senza computer. Un bel problema per uno come lui , abituato a procurarsi di che vivere smanettando sulla tastiera .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Domokun scrive:
    Domanda
    Domanda per chi ne sa di più: Ma è solo per MAC sto Fusion o anche per il pinguino?
    • Lupo scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Domokun
      Domanda per chi ne sa di più:
      Ma è solo per MAC sto Fusion o anche per il
      pinguino?Vai sul sito e leggi cosa offrono.
  • nonsenepuop iu scrive:
    Utile
    si simolto utilema vaff....
  • Alessandro scrive:
    vmserver
    chissà se e quando vedremo il supporto delle directx 9.0c anche su Vmserver che gira su linux...
  • ventosa scrive:
    SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
    e' questa la triste e scomoda verita'.Il mondo della mela morsicata e' a corto di games e quei pochi che ci sono, non sono altro che vecchi porting di successi degli anni passati.almeno su linux noi possiamo usare cedega, che e' una scheggia, altro che crossower su mac.niente emulazione, un wrapper nativo e tutta la potenza dei giochi windows finalmente liberata.adesso vado a farmi una fraggata a quake3 arena, anzi no, meglio deus ex. ;)
    • Paul scrive:
      Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
      Certo che si vedono più giochi, visto che MS rappresenta il 99% dell'utenza e visto che ha il monopolio con le Direct X, ora anche nell'ambito delle console tra l'altro.Comunque hai visto il WWDC 2007 che c'è stato a Giugno? C'era anche John Carmack. EA ha poi dichiarato di aver preso accordi con Apple per sviluppare la maggior parte dei suoi giochi.Il problema è che bisognerebbe iniziare a sviluppare decentemente le OpenGL, in modo da recuperare il gap che si è formato rispetto alle Direct 3D.In ogni caso, con gli Macintel basta installarsi BootCamp, non vedo quale sia il problema.Soprattutto non capisco a cosa possa essere utile il supporto alle Direct X 9 in una macchina virtuale, nessuno è così folle da usarla per giocare...il supporto alle 8 che fornisce Parallels è già più che sufficiente.
      • BuDuS scrive:
        Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
        Beh, se permetti, la comodità di non dover "riavviare" la macchina non è cosa da poco.Magari certe cose preferisci farle su un sistema, tuttavia ne hai qualcuna che funziona solo sull'altro; poterle "miscelare" in una sorta di sistema unico, senza riavviare su altro sistema, è semplicemente una gran comodità.
      • Antonio Ricci scrive:
        Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX

        Il problema è che bisognerebbe iniziare a
        sviluppare decentemente le OpenGL, in modo da
        recuperare il gap che si è formato rispetto alle
        Direct
        3D.
        Dato che Vista non fornisce supporto nativo per OpenGL ma tramite Wrapper, OpenGL sec me è commercialmente morto nel mercato dei videogiochi.
        • krane scrive:
          Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
          - Scritto da: Antonio Ricci

          Il problema è che bisognerebbe iniziare a

          sviluppare decentemente le OpenGL, in modo da

          recuperare il gap che si è formato rispetto alle

          Direct

          3D.
          Dato che Vista non fornisce supporto nativo per
          OpenGL ma tramite Wrapper, OpenGL sec me è
          commercialmente morto nel mercato dei videogiochi.Le solite manovre...http://natonelbronx.wordpress.com/2007/03/10/storia-di-un-ingiustizia-che-paghiamo-tutti-opengl-vs-directx/
        • danieleMM scrive:
          Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX

          Dato che Vista non fornisce supporto nativo per
          OpenGL ma tramite Wrapper, OpenGL sec me è
          commercialmente morto nel mercato dei
          videogiochi.considerando che l'uscita di OpenGL 3.0 dovrebbe essere imminente permettimi se ti correggo:o muore OpenGL o muore Vista :)
          • europeo del futuro scrive:
            Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
            - Scritto da: danieleMM

            Dato che Vista non fornisce supporto nativo per

            OpenGL ma tramite Wrapper, OpenGL sec me è

            commercialmente morto nel mercato dei

            videogiochi.

            considerando che l'uscita di OpenGL 3.0 dovrebbe
            essere imminente permettimi se ti
            correggo:

            o muore OpenGL o muore Vista :)muore opengl
          • Antonio Ricci scrive:
            Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
            Ovviamente vorrei che morisse Vista.A prescindere da quali siano le librerie grafiche migliori, Vista fa veramente acqua da tutte le parti.Ma sono pessimista quando si parla del potere commerciale di Microsoft.
    • Ale scrive:
      Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
      - Scritto da: ventosa
      e' questa la triste e scomoda verita'.

      Il mondo della mela morsicata e' a corto di games
      e quei pochi che ci sono, non sono altro che
      vecchi porting di successi degli anni
      passati.come no.world of warcraft, doom 3, quake 4, harry potter, battlefield 2142 :)
      almeno su linux noi possiamo usare cedega, che e'
      una scheggia, altro che crossower su
      mac.infatti la ea impiega cedega per portare i titoli su mac e farli uscire quasi in contemporanea con la versione per windos.
      niente emulazione, un wrapper nativo e tutta la
      potenza dei giochi windows finalmente
      liberata.

      adesso vado a farmi una fraggata a quake3 arena,
      anzi no, meglio deus ex.
      ;)guarda, deus ex non so dirti se c'è, però quake 3 arena c'è sicuramente per mac.goditi il tuo gioco di ultima generazione :)
    • una mela al giorno scrive:
      Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
      vai in miniera invece di giocare
    • pippo franco scrive:
      Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
      - Scritto da: ventosa
      e' questa la triste e scomoda verita'.Peccato che è falsa.http://www.insidemacgames.com/Conta i giochi per Mac. Conta quelli per Linux (la ID ha APPENA annunciato che molla Linux), e ripassa...Ah, il giochino del pinguino che scia, non conta...
      Il mondo della mela morsicata e' a corto di games
      e quei pochi che ci sono, non sono altro che
      vecchi porting di successi degli anni passati.Falso. Ormai il porting fa aspettare qualche *mese* al massimo
      almeno su linux noi possiamo usare cedega, che e'
      una scheggia, altro che crossower su
      mac.
      niente emulazione, un wrapper nativo e tutta la
      potenza dei giochi windows finalmente
      liberata.Ignoranza. Evidentemente non hai visto in azione Cider. Un, appunto, WRAPPER NATIVO...
      adesso vado a farmi una fraggata a quake3 arena,
      anzi no, meglio deus ex.ROTFL. Chi è che parlava di "vecchi porting di successi degli anni passati" ? Quake 3 e Deus EX ( che su Mac ci sono da una vita, del resto ), signori: un comico.Leggiti la recensione di Command & Conquer 3 su Mac, scusa se è un "attimino" più recente di Quake 3:http://www.insidemacgames.com/reviews/view.php?ID=861E poi torna su Linux a smadonnare in Wine per farlo girare...
      • EXCELSIOR scrive:
        Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
        - Scritto da: pippo franco
        - Scritto da: ventosa


        e' questa la triste e scomoda verita'.

        Peccato che è falsa.

        http://www.insidemacgames.com/

        Conta i giochi per Mac. Conta quelli per Linux
        (la ID ha APPENA annunciato che molla Linux), e
        ripassa...

        Ah, il giochino del pinguino che scia, non
        conta...



        Il mondo della mela morsicata e' a corto di
        games

        e quei pochi che ci sono, non sono altro che

        vecchi porting di successi degli anni passati.

        Falso. Ormai il porting fa aspettare qualche
        *mese* al massimocon un prodotto spesso gia' datato, i giochi che per pc ci sono a natale, su mac appaiono ad agosto

        niente emulazione, un wrapper nativo e tutta la

        potenza dei giochi windows finalmente

        liberata.

        Ignoranza. Evidentemente non hai visto in azione
        Cider. Un, appunto, WRAPPER
        NATIVO...non potendo esaminare il codice, non posso garantire la sua efficacia. Potrebbe essere pieno di colli di bottiglia o avere codice sporco e poco funzionale.Mi fido solo di cio che posso vedere.


        adesso vado a farmi una fraggata a quake3 arena,

        anzi no, meglio deus ex.

        ROTFL. Chi è che parlava di "vecchi porting di
        successi degli anni passati" ? Quake 3 e Deus EX
        ( che su Mac ci sono da una vita, del resto ),
        signori: un
        comico.

        Leggiti la recensione di Command & Conquer 3 su
        Mac, scusa se è un "attimino" più recente di
        Quake
        3:

        http://www.insidemacgames.com/reviews/view.php?ID=

        E poi torna su Linux a smadonnare in Wine per
        farlo
        girare...
        • pippo franco scrive:
          Re: SU MAC, MENO GIOCHI CHE SU LINUX
          - Scritto da: EXCELSIOR
          con un prodotto spesso gia' datato, i giochi che
          per pc ci sono a natale, su mac appaiono ad
          agostoSi faceva il confronto con i giochi LINUX.Che Windows ne abbia di più lo sanno anche i sassi, manon era questo l'argomento della discussione. Riprova e controlla ( e magari rileggi meglio, la prossima volta).
          non potendo esaminare il codice, non posso
          garantire la sua efficacia. Potrebbe essere pieno
          di colli di bottiglia o avere codice sporco e
          poco funzionale.Il genio di prima parlava di Linux, ripeto. E sosteneva cheun wrapper è meglio per i giochi, il che può anche esserevero, ma non sapeva che esiste un wrapper, appunto, perOSX, chiamato Cider, che fa la STESSA cosa del Cedegada lui sbandierato come "superiore". Tipica ignoranza diquello che c'è o non c'è su Mac. In ogni caso, gli utenti Mac sonoliberi di scegliere tra Boot Camp (Windows nativo), Cider (wrapper), VM Ware o Parallels (emulazione), oppure giochi nativiper OSX. Non mi pare che manchino le opzioni.
  • painbrain scrive:
    a quando...
    per linux? :)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: a quando...
      - Scritto da: painbrain
      per linux? :)pochi giorni, tranquillo, adesso mi vado a chiudere in cantina... p)
    • Ken Shiro scrive:
      Re: a quando...
      non dovrebbe essere difficile fare 1 porting anche per linux visto che il mac è molto simile specialmente l'opengl... eliminerebbe un grosso difetto di linux, ossia i giochi, anche se fosse solo dx9.0c. che dire, speriamo, almeno potro passare una volta per tutte all'opensource visto che anche qui su win alla fine uso solo software opensource come openoffice, gimp, firefox... ma lo tengo specialmente per i giochi :(
      • Ale scrive:
        Re: a quando...
        - Scritto da: Ken Shiro
        non dovrebbe essere difficile fare 1 porting
        anche per linux visto che il mac è molto simile
        specialmente l'opengl... eliminerebbe un grosso
        difetto di linux, ossia i giochi, anche se fosse
        solo dx9.0c. che dire, speriamo, almeno potro
        passare una volta per tutte all'opensource vistommm, hai le idee confuse.con vmware dovrai comunque tenere installato windos con tanto di licenza, per giocare.non è proprio una soluzione opensource.
        • Ken Shiro scrive:
          Re: a quando...
          be infatti io ho windows originale, e preferirei avere come sistema d default linux, e per giocare avviare 1 macchina virtuale con vmware senza riavviare ogni volta ke voglio fare 1 partitella :p
          • Ale scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Ken Shiro
            be infatti io ho windows originale, e preferirei
            avere come sistema d default linux, e per giocare
            avviare 1 macchina virtuale con vmware senza
            riavviare ogni volta ke voglio fare 1 partitella
            :pcostoso ma sensato :)io ora uso bootcamp su mac che mi costringe al riavvio, però per ora non sono ancora giocabili i giochi 3d con vmware, riesco giusto a usare theme hospital :)però non ho ancora provato la nuova beta di fusion, magari hanno fatto il miracolo.
          • Paul scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Ken Shiro
            be infatti io ho windows originale, e preferirei
            avere come sistema d default linux, e per giocare
            avviare 1 macchina virtuale con vmware senza
            riavviare ogni volta ke voglio fare 1 partitella
            :pNon so se vi rendete conto che non ha senso usare una macchina virtuale per giocare. È la cosa meno performante che sia, almeno che non volgliate giocare proprio a Theme Hospital! Già i giochi di ultima generazione sono sono pensanti in Windows, figuriamoci se ci aggiungiamo uno strato di inutile di virtualizzazione.
          • krane scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Paul
            - Scritto da: Ken Shiro

            be infatti io ho windows originale, e preferirei

            avere come sistema d default linux, e per giocare

            avviare 1 macchina virtuale con vmware senza

            riavviare ogni volta ke voglio fare 1a partitella

            :p
            Non so se vi rendete conto che non ha senso usare
            una macchina virtuale per giocare.
            È la cosa meno performante che sia, almeno che
            non volgliate giocare proprio a Theme Hospital!Falso : con wine alcuni giochi vanno meglio che su windows : http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=681&num=2Sono test che puoi eseguire anche tu installandoti un linux.
            Già i giochi di ultima generazione sono sono pensanti in Windows,
            figuriamoci se ci aggiungiamo uno strato di inutile di
            virtualizzazione.Pero' se ne tolgono parecchi di windows.
          • Ken Shiro scrive:
            Re: a quando...
            infatti ricordo di aver letto in un faq sul dito di vmware ke l'accelerazione direct3d era tradotta in opengl, quindi giustamente come hai sottolineato te, è l'equivalente di wine
          • Paul scrive:
            Re: a quando...

            Falso : con wine alcuni giochi vanno meglio che
            su windows :Io non sto parlando di Wine, ma di Fusion/Parallels! Sono due cose completamente diverse!
            http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&itemArticle Not Available.
            Pero' se ne tolgono parecchi di windows.Che cosa stai dicendo, come si posso togliere degli strati di windows, visto che si fa partire una macchina che lo virtualizza.
          • Ken Shiro scrive:
            Re: a quando...
            il rendering 3d d fusion viene fatto con lo stesso principio di wine, traduce le chiamate direct3d in opengl per essere visualizzate su osx
          • krane scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Paul

            Falso : con wine alcuni giochi vanno meglio che

            su windows :
            Io non sto parlando di Wine, ma di Fusion / Parallels!Ne ho parlato io, problemi ???Del resto rispondevo a chi diceva che e' sconsigliabile giocare attraverso virtualizzazioni.
            Sono due cose completamente diverse!E quindi ???
            http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item
            Article Not Available.

            Pero' se ne tolgono parecchi di windows.
            Che cosa stai dicendo, come si posso togliere degli strati di
            windows, visto che si fa partire una macchina che lo virtualizza.Sto dicendo che utilizzando altri sistemi, come non far partire un'intera macchina di virtualizzazione, l'emulazione puo' essere molto efficiente.
          • Paul scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: krane
            Ne ho parlato io, problemi ???
            Del resto rispondevo a chi diceva che e'
            sconsigliabile giocare attraverso
            virtualizzazioni.Infatti è sconsigliabile, almeno che non si giochi a qualcosa di datato, o che abbia dei requisiti hardware banali. Il framerate diminuisce inutilmente, si allungano i tempi di caricamento, a questo punto conviene perdere un minuto per fare reboot e avviare Windows.
            Sto dicendo che utilizzando altri sistemi, come
            non far partire un'intera macchina di
            virtualizzazione, l'emulazione puo' essere molto
            efficiente.Questo è un altro discorso, Fusion non adotta questo sistema.Un software per OS X che funziona in modo simile è, ad esempio, CrossOverAspetto comunque ancora il link dove si dice che un gioco avviato con Wine in Linux va più veloce che da Windows, sono curioso di vedere come è possibile.
          • krane scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Paul
            - Scritto da: krane

            Ne ho parlato io, problemi ???

            Del resto rispondevo a chi diceva che e'

            sconsigliabile giocare attraverso virtualizzazioni.
            Infatti è sconsigliabile, almeno che non si giochi a
            qualcosa di datato, o che abbia dei requisiti hardware
            banali.
            Il framerate diminuisce inutilmente, si allungano
            i tempi di caricamento, a questo punto conviene
            perdere un minuto per fare reboot e avviare Windows.Eppure secondo questi dati : http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=681&num=2

            Sto dicendo che utilizzando altri sistemi, come

            non far partire un'intera macchina di

            virtualizzazione, l'emulazione puo' essere molto

            efficiente.
            Questo è un altro discorso, Fusion non adotta
            questo sistema.
            Un software per OS X che funziona in modo simile
            è, ad esempio, CrossOverInfatti
            Aspetto comunque ancora il link dove si dice che
            un gioco avviato con Wine in Linux va più veloce
            che da Windows, sono curioso di vedere come è
            possibile.E' il link sopra, ma l'avevo messo anche nei post prima no ???
          • Dioniso scrive:
            Re: a quando...
            per me la questione è molto semplice:se prendiamo in considerazione un pc supercazzuto per fare girare i giochi dell'ultima generazione non ci si può poi buttare sulle soluzioni di emulazione dell'OS per cui sono stati scritti o sulla traduzione on-the-fly da d3d ad ogl.questo semplicemente per il costo del pc supercazzuto, se spendi più di 1000eur per l'hw vuoi anche spremerlo fino all'ultimo frame e devi poter giocare al massimo della qualità grafica senza compromessi (lì poi cominciano i probemi relativi ai driver et.c etc. , pensate al probelma dell 8800gts 320MB....) ergo non è praticabile la soluzione dell'accrocchio on-the-fly o della virtualizzazione dell'os.diventa invece interessante il discorso cedega (e analogamente ma con qualche differenza fusion su macosx) se si parla di un pc "medio" e giochi senza troppi requisiti, in quel caso anche se ti perdi qualche frame o qualche effetto per via del layer in più puo' essere comodo non dover usare per forza windows.
          • krane scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Dioniso
            diventa invece interessante il discorso cedega (e
            analogamente ma con qualche differenza fusion su
            macosx) se si parla di un pc "medio" e giochi
            senza troppi requisiti, in quel caso anche se ti
            perdi qualche frame o qualche effetto per via del
            layer in più puo' essere comodo non dover usare
            per forza windows.A parte che come si e' detto gia' non si perde qualche frame su una distribuzione generica, figurarsi se lo provassimo su una gentoo Gentoo completamente compilata come quella che ho sul portatile, pero' per fare il confronto devo procurarmi un disco da portatile in cui installare windows.
          • Dioniso scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dioniso


            diventa invece interessante il discorso cedega
            (e

            analogamente ma con qualche differenza fusion su

            macosx) se si parla di un pc "medio" e giochi

            senza troppi requisiti, in quel caso anche se ti

            perdi qualche frame o qualche effetto per via
            del

            layer in più puo' essere comodo non dover usare

            per forza windows.

            A parte che come si e' detto gia' non si perde
            qualche frame su una distribuzione generica,
            figurarsi se lo provassimo su una gentoo Gentoo
            completamente compilata come quella che ho sul
            portatile, pero' per fare il confronto devo
            procurarmi un disco da portatile in cui
            installare
            windows.per il discorso framerate non sonocnvinto....dipende troppo da gioco a gioco...inoltre ci sono giochi che neppure su windows raggungono un buon framerate a parità di hw perchè sono scritti coi piedi.... ti perdi cmq degli effetti ma ripeto che la questione dipende da gioco a gioco, come ho scritto sotto provate trackmania (un gioco non troppo esoso ma che fà largo uso degli shader dx9) senza shader dx9....diventa inguardabile....
          • Dioniso scrive:
            Re: a quando...

            Eppure secondo questi dati :
            http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&itemsenti a me cedega piace molto perchè ci gioco ai titoli vecchi senza dover avviare windows ma questo non toglie che le prove di phoronix sono bacate.intanto l'hw su cui hanno fatto il test è hw di fascia bassa:ASUS M2NPV-VM with GeForce 6150 (+ nForce 430) integrated graphics, AMD Sempron 3200+ AM2, 250GB IDE hard drive, and 1GB of DDR2 memory.e sappiamo tutti che far girare windows vista su quell'hw non è una passeggiata, per forza una distro linux ben configurata con cedega 6.0 ottiene risultati migliori (cmq identici ad xp)inoltre hanno preso in considerazione un gioco sì recente ma della ID doftware, che è storicamente l'unica software house che tiene in consideraizone il pinguino (enemy terriory è in ogl ed è basato sul motore di doom, che non presentava grandi differenza prestazionali fra l'uso con win e l'uso con linux, un bel pezzo di codice visto che gira decentemente su macchine datate ma si tratta di un eccezzione, non è la regola)come mai non hanno fatto il test con un gioco d3d (il 90% dei giochi)? come mai non lo hanno fatto su hw più recente?inotre se giochi ad un titolo dx9 su cedega (pre 6.0) anche se hai una sk dx9.0 è come se ci giocassi con una VGA dx8 perchè gli effetti dx9.0 non erano supportati.con cedega 6.0 solo alcuni degli effetti dx9.0c sono stati implementati, ti perdi cmq gli shader e ci sono una marea di giochi la cui grafica usa pesantemente gli shader + recenti (non sono un programmatore, parlo per esperienza e test fatti peronalmente).senza tirare in mezzo linux prova a giocare a trackmania united su una geforce7 e poi prova su una geforce dx 8 (credo che le ultime dx8 fossero la serie 5....), vedrai la differenza di qualità grafica saltare agli occhi immediatamente.
          • Shingo Tamai scrive:
            Re: a quando...

            Non so se vi rendete conto che non ha senso usare
            una macchina virtuale per giocare.

            È la cosa meno performante che sia, almeno che
            non volgliate giocare proprio a Theme Hospital!

            Già i giochi di ultima generazione sono sono
            pensanti in Windows, figuriamoci se ci
            aggiungiamo uno strato di inutile di
            virtualizzazione.Da qua a 5 anni la virtualizzazione probabilmente la farai totalmente in hardware, con un core dedicato ad un OS.Non vedo quindi dove sia il problema a sviluppare oggi quello che poi potrai usare domani senza perdita di velocita'.
          • Paul scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Shingo Tamai
            Da qua a 5 anni la virtualizzazione probabilmente
            la farai totalmente in hardware, con un core
            dedicato ad un
            OS.

            Non vedo quindi dove sia il problema a sviluppare
            oggi quello che poi potrai usare domani senza
            perdita di
            velocita'.Neanche io
          • Dioniso scrive:
            Re: a quando...
            - Scritto da: Paul
            - Scritto da: Shingo Tamai

            Da qua a 5 anni la virtualizzazione
            probabilmente

            la farai totalmente in hardware, con un core

            dedicato ad un

            OS.



            Non vedo quindi dove sia il problema a
            sviluppare

            oggi quello che poi potrai usare domani senza

            perdita di

            velocita'.

            Neanche ioIMHO la questione è che i VG su pc stanno morendo.è TROPPO più conveniente usare le console.ciò che tira ancora i PC sono gli appassioanti facoltosi e la maggiore gicabilità di certi titoli su pc piuttosto che su console.Secondo me entro qualche annno su pc avremo solo WOW e qualcos'altro del genere.MS, SOny e Nintendo (che assieme sono una potenza) stanno spingendo troppo sul binomio console/VG perchèla linea carmack la spunti
    • con gnome scrive:
      Re: a quando...
      - Scritto da: painbrain
      per linux? :)speriamo maimeglio avanzare con openGl che rendrsi schiavi di Msper i giochi ..pazienzafinchè non li svilupperanno anche per linux per me rimangono sugli scaffali
Chiudi i commenti