Mozilla: Firefox si piega a iOS

La fondazione anticipa lo sviluppo di una versione del popolare browser open source specifica per i gadget della Mela. Una scelta criticata da alcuni e ancora piena di incognite

Roma – Nel prossimo futuro Firefox sarà disponibile anche su dispositivi iOS, rivela Mozilla, un netto cambio di rotta rispetto alle scelte del passato giustificato dalle esigenze di mercato e che per il momento non si accompagna a descrizioni particolarmente dettagliate circa le scelte tecnologiche adottate dalla fondazione.

Firefox è disponibile per gadget basati su sistema operativo Android, oltre che per computer, e sin qui Mozilla si è rifiutata di supportare l’ecosistema Apple per via delle limitazioni imposte da iOS: un browser per iPad/iPhone deve necessariamente fare uso dell’unico engine già usato da Safari (WebKit), e non è possibile adottare engine diversi da WebKit.

Ma la fondazione dice di voler offrire una maggiore scelta ai suoi utenti su tutti i dispositivi in circolazione, quindi gli sviluppatori si sono messi al lavoro su una app che possa in qualche modo restituire l'”esperienza Firefox” anche sui gadget di Cupertino.

Mozilla non spiega come intende portare Firefox su iOS, ma dalle prime dichiarazioni si evince la volontà della fondazione di venire a patti con le restrizioni imposte da Apple e di sviluppare una GUI, più che un browser, che faccia uso di WebKit al posto di Gecko. Una scelta criticata a priori da alcuni , e che verosimilmente impiegherà del tempo prima di portare alla distribuzione di un prodotto usabile dal pubblico.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Sony
    [img]http://www.thebestpageintheuniverse.net/images/sony_bullshit_anim4.gif[/img]
  • prova123 scrive:
    Facile buttarla in caciara
    con i malware! ;)
  • ... scrive:
    Sony
    ROTFL, ma quante violazioni dei loro server hanno subito negli ultimi anni? Chiaramente non gliene frega un XXXXX altrimenti sarebbero corsi ai ripari da tempo. D'altronde gli utenti continuano a comprare le loro ciofeche.
    • panda rossa scrive:
      Re: Sony
      - Scritto da: ...
      ROTFL, ma quante violazioni dei loro server hanno
      subito negli ultimi anni? Chiaramente non gliene
      frega un XXXXX altrimenti sarebbero corsi ai
      ripari da tempo. D'altronde gli utenti continuano
      a comprare le loro
      ciofeche.Mai quante il loro rootkit di XXXXX ha violato nei computer delle persone oneste.
      • ... scrive:
        Re: Sony
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ...

        ROTFL, ma quante violazioni dei loro server
        hanno

        subito negli ultimi anni? Chiaramente non gliene

        frega un XXXXX altrimenti sarebbero corsi ai

        ripari da tempo. D'altronde gli utenti
        continuano

        a comprare le loro

        ciofeche.

        Mai quante il loro rootkit di XXXXX ha violato
        nei computer delle persone
        oneste.In effetti. Per conto mio Sony può anche fallire.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Sony
          Per quanto avete ragione sotto quel punto di vista, la questione è molto più grave.Uno stato estero dittatoriale, sta perseguitando uno studio cinematografico, solo per aver un film, non so se mi spiego.
  • contrappass o scrive:
    non piango di sicuro
    Non era Sony (music, vabbè) che installava in modo coatto e nascosto un rootkit a chiunque inserisse certi CD musicali nel proprio PC?Il rootkit non era dichiarato, era nascosto, non aveva End-user license agreement da accettare. E rendeva invisibili al proprietario del PC (al proprietario! Ma ci pensate?) tutti i file che seguivano un certo schema.Ovviamente una caratteristica del genere poteva essere sfruttata da virus e trojan per non farsi individuare dagli antivirus e infatti così accadde.bene, spero proprio che tale rootkit sia stato usato durante questo attacco, sarebbe un contrappasso meraviglioso.Ad ogni modo, menzione d'onore ai sistemisti di rete che non si sono accorti di una serie di upload del modico peso totale di 100 Terabyte (non giga, tera!).Il loro responsabile, Ciccio di Nonna Papera non ha ancora commentato la vicenda, pare che in questo momento sia nel fienile a studiare una contromossa.
    • Uptime scrive:
      Re: non piango di sicuro
      - Scritto da: contrappass o
      Ad ogni modo, menzione d'onore ai sistemisti di
      rete che non si sono accorti di una serie di
      upload del modico peso totale di 100 Terabyte
      (non giga, tera!).
      Il loro responsabile, Ciccio di Nonna Papera non
      ha ancora commentato la vicenda, pare che in
      questo momento sia nel fienile a studiare una
      contromossa.Visti i volumi di quei portali non mi stupisce poi molto che non si siano accorti di 100T, usando shell su linee opportune non ci metti neanche troppo.
      • lulz scrive:
        Re: non piango di sicuro
        - Scritto da: Passante
        Dipende...
        Stiamo parlando di uno studio cinematografico,
        una telecamera digitale professionale genera Full
        HD separati per ognuno dei tre colori primari
        RGB, in una ripresa mediamente si usano molte
        telecamere e si fanno e si rifanno le scene,
        questo produce un enorme quantità di
        dati.Produrre non vuol dire spedire.quello che dici giustifica solo il fatto che avessero tanti dati nell'intranet.
        • Lol scrive:
          Re: non piango di sicuro
          - Scritto da: lulz
          - Scritto da: Passante

          Dipende...

          Stiamo parlando di uno studio

          cinematografico, una telecamera

          digitale professionale genera Full

          HD separati per ognuno dei tre

          colori primari RGB, in una ripresa

          mediamente si usano molte telecamere

          e si fanno e si rifanno le scene,

          questo produce un enorme quantità

          di dati.
          Produrre non vuol dire spedire.Ma certo che vuol dire spedire !Nessuno si fa tutto all'interno neanche uno studio cinematografico !
          quello che dici giustifica solo il fatto che
          avessero tanti dati nell'intranet.
          • lulz scrive:
            Re: non piango di sicuro
            - Scritto da: Lol
            Ma certo che vuol dire spedire !
            Nessuno si fa tutto all'interno neanche uno
            studio cinematografico
            !se vengono trasmesse la RAW (e dubito avvenga spesso), girala come vuoi, ma se i sistemisti non hanno messo in atto una serie di meccanismi per proteggerle ed assicurarsi che il destinatario si lecito, sono degli asini.
          • Passante scrive:
            Re: non piango di sicuro
            - Scritto da: lulz
            - Scritto da: Lol


            Ma certo che vuol dire spedire !

            Nessuno si fa tutto all'interno neanche uno

            studio cinematografico !

            se vengono trasmesse la RAW (e dubito avvenga
            spesso), girala come vuoi, ma se i sistemisti non
            hanno messo in atto una serie di meccanismi per
            proteggerle ed assicurarsi che il destinatario si
            lecito, sono degli asini.Questo è ovvio.
Chiudi i commenti