MPAA: scaricano film, non vanno al cinema

Un quarto degli utenti avrebbe scaricato almeno una volta film dalla rete ed è ora meno disponibile a spendere per il cinema o i DVD. Gli studios di Hollywood se la prendono con la banda larga


Los Angeles (USA) – L’uso illegale di opere cinematografiche protette ha un effetto diretto sull’industria del cinema. Lo sostengono gli studios di Hollywood associati nella MPAA sventolando le pagine di un nuovo studio sul file sharing , uno studio raccontato con parole gravi e preoccupate.

Dalle rilevazioni compiute su un campione statistico di 3.600 persone residenti in otto diversi paesi, MPAA sostiene di aver ottenuto il dato secondo cui nel corso degli ultimi mesi metà degli utenti ha scaricato file protetti e una parte consistente ha scaricato anche film. I paesi monitorati sono Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Corea del Sud, Giappone, Australia e Stati Uniti.

Di coloro che hanno scaricato film, continua una nota della MPAA riferita allo studio portato a termine dalla società specializzata OTX, il 26 per cento ha dichiarato di avere intenzione di comprare meno DVD e il 17 per cento sarebbe intenzionato a frequentare meno assiduamente le sale cinematografiche. Il 38 per cento, inoltre, ritiene che non possa essere considerato un problema scaricare un film prima che esca nelle sale.

Nel WorldWide Internet Piracy Study , gli studios affermano che tra il 2002 e il 2003 si è assistito ad un calo del 4 per cento negli ingressi nei cinema nel mondo ma ammettono anche che le vendite di DVD così come il settore del noleggio di DVD ha subito una drastica accelerazione nel corso degli ultimi due anni.

Secondo OTX-MPAA esiste una diretta relazione anche tra banda larga e pirateria . Per dimostrare questo assunto, è stato fatto il caso della Corea del Sud dove il 60 per cento dei cittadini online afferma di aver scaricato film, un terzo sostiene di andare meno al cinema e il 98 per cento di loro utilizza connettività broad band (la Corea è il paese a più alto tasso di banda larga nel mondo).

MPAA si è anche detta preoccupata perché la stragrande maggioranza degli intervistati non ritiene che scaricare film sia un atto grave capace di danneggiare la società e più della metà di coloro che lo hanno fatto almeno una volta hanno in animo di continuare a scaricare film.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gruppo Enel, Nipponici e cantonate
    Non è la prima volta che il gruppo Enel prende cantonate con i nipponici nelle varie attività!!!
  • Anonimo scrive:
    I-mode? bah...
    Come al solito hanno fatto le cose all'italiana. Infatti, avendo un Siemens S55 so che è possibile utilizzarlo come terminale I-mode, peccato che nel terzo mondo d'Europa (Italia) se vuoi questo fantastico servizio devi comprarti un telefono nuovo. Meditate...
    • Anonimo scrive:
      Re: I-mode? bah...
      - Scritto da: Anonimo
      Come al solito hanno fatto le cose
      all'italiana. Infatti, avendo un Siemens S55
      so che è possibile utilizzarlo come
      terminale I-mode, peccato che nel terzo
      mondo d'Europa (Italia) se vuoi questo
      fantastico servizio devi comprarti un
      telefono nuovo. Meditate...Anch'io ho un S55. Perchè buttarlo e comprare un cellulare nuovo, che puo' solo usare i servizi imode wind, quando il nostro ha già il client email integrato, che ci permette di inviare e riceve email da qualsiasi indirizzo normale, con wind a 0.3 cent/kb?
  • Anonimo scrive:
    che cos'è l'i-mode ?
    che cos'è tecnicamente l'i-mode ?
  • Anonimo scrive:
    Chi la vuole la videochiamata?
    "Soprattutto la videochiamata, che gli operatori, a torto o ragione, pubblicizzano come killer application dell'UMTS: costerà quanto una telefonata normale"Giocano troppo a cluedo, dove i killer sono inventati. Ma chi la vuole la videochiamata? Possibile che l'applicazione top dell'umts sia la videochiamata, utilizzo che interessa IMHO un piccolo numero di utenti? (sempre se poi non faccia tendenza, si sa come funzionano gli italiani). In giappone si inventano nuovi modi per pagare pedaggi via cellulare, integrano i vari dispositivi tra di loro, trovano migliaia di applicazioni realmente utili... noi in Italia cosa abbiamo (paese dove esistono 102 telefonini ogni mezzo abitante, neonati compreri)? La videochiamata?Ok, ecco allora il top degli utilizzi dei cellulari italiani:1. La suoneria superstereopolifonicomp3 del piotta da fare ascoltare ogni 3 secondi a qualsiasi persona incontri e che hai scaricato alla modica cifra di 10 euro più iva2. La foto della cacca di cane che hai appena pestato da inviare a tutti i tuoi amici3. La videochiamata di te con a fianco la sagoma in cartone del tuo migliore amico. Ovviamente per far pensare alla tua ragazza da 10 anni mentali che sei assieme al tuo amico e non ad una stragnocca modello beiuotc appena incontrata nel cesso dell'autogrill4. Il giochino giava del pacman, con gli stessi effetti sonori 2 bit e 1 quarto di quello originale del 15 -185. Tirare fuori il cellulare laccato in oro zecchino con pulsanti strobo in diamanti del sudafrica e schermo superipiatto al plasma da 2 unghie e 1 capello per rimorchiare la gnocca modello baiuotc minorata mentale all'autogrill sotto casa tua
    • avvelenato scrive:
      Re: Chi la vuole la videochiamata?
      quoto tutto... ma sai qual'è il problema...?in giappone non si fanno problemi a leggere un libretto d'istruzione.la tecnologia aumenta e con essa anche la complessità degli aggegi... certo, le funzioni basi dovrebbero essere sempre più semplici, e tutto dovrebbe essere semplificato quanto possibile... ma esiste un limite anche alla semplificazione... se vuoi usare il bluetooth devi sapere come funziona il bluetooth, devi capire che esso ha bisogno di individuare altri dispositivi bluetooth ecc.lo stesso per tutto il resto.qua purtroppo vogliono venderci la roba che vendono con successo anche là, solo che non sanno come motivare il mercato.e io sarei il primo a cambiare cellulare per uno utms, se i servizi realmente utili fossero utilizzabili (parlo anche di convenienza... se solo ci fosse una bella flat utms-dati appetibile....)
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi la vuole la videochiamata?
        - Scritto da: avvelenato
        quoto tutto... ma sai qual'è il
        problema...?
        in giappone non si fanno problemi a leggere
        un libretto d'istruzione.Giustissimo!!!
        [...] e io sarei il primo a cambiare cellulare per
        uno utms, se i servizi realmente utili
        fossero utilizzabili (parlo anche di
        convenienza... se solo ci fosse una bella
        flat utms-dati appetibile....)Io sono un utente 3 da circa 2 settimane... ho solo provato la videochiamata, perchè per ora non ho nessuno al di fuori di mia moglie con cui videochiamare, e in effetti non la ritengo una killer application... l'unica cosa che mi attrae molto sono i servizi di connessione web ( + o - ) però come dici tu, manca una tariffa flat. Non è possibile, economicamente, utilizzare il cell per navigare o mandare email come fosse un pc di casa. Parlando poi dei servizi del portale di 3... i prezzi sono assurdi.. uno sfondo, ovvero un gif di 130x220 pixel al modico prezzo di 1 euro e 20!!!! ma siamo matti???? una suoneria 2-3 euro!!! a quel punto non si capisce come .. ma un video di una canzone costa solo 4 euro ( solo ... nel senso che rispetto agli altri prezzi sembra quasi equo ).secondo me per promuovere questi servizi dovrebbero avre più rispetto per l'intelligenza dei propri utenti.. e cercare di soddisfarli non di sfruttarli oltre ogni limite della decenza.saluti
      • Saxman scrive:
        Re: Chi la vuole la videochiamata?

        e io sarei il primo a cambiare cellulare per
        uno utms, se i servizi realmente utili
        fossero utilizzabili (parlo anche di
        convenienza... se solo ci fosse una bella
        flat utms-dati appetibile....)Potrei sbagliarmi ma mi sembra che Vodafone offra un flat UMTS-GPRS (dove non c'è copertura UMTS usi il GPRS).Saxman
        • avvelenato scrive:
          Re: Chi la vuole la videochiamata?
          - Scritto da: Saxman


          e io sarei il primo a cambiare
          cellulare per

          uno utms, se i servizi realmente utili

          fossero utilizzabili (parlo anche di

          convenienza... se solo ci fosse una
          bella

          flat utms-dati appetibile....)

          Potrei sbagliarmi ma mi sembra che Vodafone
          offra un flat UMTS-GPRS (dove non c'è
          copertura UMTS usi il GPRS).

          Saxmanper adesso non è per me appetibile, è un servizio di fascia business, mentre io sono nella fascia poorchristwhobegsforapieceofbread
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi la vuole la videochiamata?
      quoto tutto quello che hai detto.cmq secondo me l'I-mode è già più conveniente degli altri servizi, per i messaggi di solo testo (che sono quelli più utilizzati).L'email costa 1 centesimo al KB scambiato (+ o - come in Giappone, guardate sul sito Vodafone), invece dei 15 cent di un SMS con gli altri operatori, senza contare il vantaggio di usare l'email e non gli schifosissimi SMS.Sinceramente spero che riesca ad avere successo: è un servizio innovativo e con tariffe migliori degli altri; peccato che la massa quando compra guardi le curve della modella presente negli spot anzichè le tariffe e le caratteristiche dei servizi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi la vuole la videochiamata?

        L'email costa 1 centesimo al KB scambiato (+
        o - come in Giappone, guardate sul sito
        Vodafone), invece dei 15 cent di un SMS con
        gli altri operatori, senza contare il
        vantaggio di usare l'email e non gli
        schifosissimi SMS.Ma usare il normale client email SMTP/POP3 presente ormai nel 50% dei telefoni no? Connessione GPRS classica, con Wind 0.3 cent/kb, scarichi e invii qualsiasi email, non sei legato a imode o vodafone live, ecc...Ha ragione chi ha detto che in Italia non si leggono i manuali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi la vuole la videochiamata?
        un telefono umts che pesa un chilo che ha copertura solo in alcune zone e funziona solo con la scheda di un gestore? Non lo comprerei mai!
Chiudi i commenti