MS apre spicchi di Active Directory

Lo promette Microsoft, che rende noto un piano per aprire le specifiche tecniche in modo da rendere la sua tecnologia interoperabile con applicazioni e sistemi diversi da Windows


Amsterdam – Durante la conferenza Tech Ed di Amsterdam Microsoft ha promesso di rendere la propria tecnologia Active Directory maggiormente interoperabile con le piattaforme di terze parti e con i sistemi operativi diversi da Windows.

Il big di Redmond si è anche detto pronto a lavorare a stretto contatto con i propri partner per sviluppare e promuovere architetture standard in grado di migliorare l’interoperabilità tra i web service. Una strategia, quella di Microsoft, che sembra andare incontro alle richieste dell’antitrust europeo.

“Microsoft sta fornendo tutto il necessario, come tecnologie, informazioni tecniche e supporto, per semplificare l’uso di Active Directory sui sistemi non Windows dei propri clienti e per consentire agli sviluppatori indipendenti di creare prodotti che lavorino bene con Active Directory”, ha dichiarato Kim Saunders, dirigente allo sviluppo dell’interoperabilità in Microsoft.

Tra i tool gratuiti che il gigante americano fornirà a clienti e sviluppatori ve ne è uno, sviluppato dalla società francese Kernel Networks, che consentirà di utilizzare OpenLDAP (Lightweight Directory Access Protocol) con Microsoft Identity Integration Server 2003.

Al Tech Ed, Microsoft ha parlato anche del contestato brevetto sulla tecnologia alla base di Indigo , l’architettura di comunicazione fra applicazioni che debutterà con Windows Longhorn. Il big di Redmond ha detto che, nonostante questo brevetto, gli sviluppatori potranno creare applicazioni che si appoggiano a Indigo senza per questo dover pagare alcuna royalty. Molti criticano tuttavia il fatto che tale brevetto impedisce l’implementazione di una versione open source della tecnologia alla base di Indigo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Le-ChuckITA scrive:
    Linux sul desktop non esiste ? :)
    Chi dice che linux sul desktop non esiste come farà a conciliare questa sua affermazione col fatto che le amministrazioni comunali (notoriamente non costituite da superesperti di informatica) riescono ad usarlo?Mah, forse assumeranno come dipendenti tutti i ricercatori e i programmatori italiani (che guadagnerebbero di più così :))
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux sul desktop non esiste ? :)
      - Scritto da: Le-ChuckITA
      Chi dice che linux sul desktop non esiste come
      farà a conciliare questa sua affermazione col
      fatto che le amministrazioni comunali
      (notoriamente non costituite da superesperti di
      informatica) riescono ad usarlo?
      Mah, forse assumeranno come dipendenti tutti i
      ricercatori e i programmatori italiani (che
      guadagnerebbero di più così :))Il problema e' sempre il solito : l'utonto medio confonde l'uso con la configurazione.
  • TADsince1995 scrive:
    PC con linux preinstallato da Essedi!
    http://web.essedi.it/scheda_art.htm?SID=&ID=49973&ID_MCAT=0&ID_CAT=&SHOP=5&LST=_BB_Le cose stanno cambiando non solo a Vienna.Speriamo non sia un caso isolato!TAD
  • Anonimo scrive:
    Seguendo le orme di Monaco di Baviera...
    Il LiMux Project, approvato a Monaco di Baviera a Giugno, che avrebbe portato l'amministrazione comunale ad una spesa di 42 milioni di euro per la totale sostituzione nei loro 14 mila PC del sistema operativo Microsoft Windows con il sistema Open Source Linux
  • Kirisuto scrive:
    Occhio al Maxmorichi bug
    I fanboyz frustrati di Ballmer lo stanno usando per abbassare il voto ai thread "scomodi".
  • Anonimo scrive:
    che mi frega dei "winari"...
    mi frega di questa italia che rimane indietro... ora e sempre... :
  • Anonimo scrive:
    Io lavoro in una P.A.
    Io lavoro da tempo in un ente pubblico. A casa ho sia Linux che Windows, che ormai uso solo per fare i dvd con i filmini della digicam o per i giochi dei miei figli. Sinceramente non capisco xché mai nel mio ente si insista con il software proprietario, tutto quel che faccio io sul lavoro (e x quanto ne so anche il 99 % dei colleghi) si fa tranquillamente con una qualunque distro. Non lo so, magari mettere sui pc una distro invece che una versione di Win comporterebbe una riconfigurazione di tutta la rete aziendale con conseguente spesa, ma almeno Office, Outlook, IE e Photoshop potrebbero essere tranquillamente sostituiti con alternative open source.Il brutto è che sono tutti soldi, e tanti, che escono dalle nostre tasche e che potrebbero essere spesi in modo migliore. (Ho visto cose che voi umani non potete immaginare...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io lavoro in una P.A.
      in effetti dici bene, ma il problema sta nell'impatto che il cambiamento produce. a mio avviso i vantaggi nella sostituzione del sistema operativo non bastano a giustificare le inevitabili disfunzioni a cui si andra' incontro.linux mi sta bene, assolutamente, ma se devo fare la rivoluzione almeno che sia radicale, vale a dire, cluster riciclando i vecchi pc, e thinclient.purtroppo i cluster su cui installare server virtuali sono ancora troppo complessi da realizzare, ma non vedo l'ora che venga rilasciata una distro mirata.nel frattempo e' essenziale che linux plani sul maggior numero di server possibile affinche gli amministratori di sistema abbiano il tempo di formarsi.poi sara' tutta discesa :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Io lavoro in una P.A.
        ne esistono già a bizzeffe, tra queste clusterknoppix (che usa openmosix) ed anche l'italiana QiLinux, che fa un po' di tutto.Però usi le macchine vecchie per fare i client stupidi (thin client) e prendi un paio di macchine decenti per fare i server, se vuoi ottenere qualcosa. Anche perchè per sfruttare al meglio il parallelismo dei cluster hai bisogno di applicazioni multithreading... non tutte lo sono!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Io lavoro in una P.A.

          ne esistono già a bizzeffe, tra queste
          clusterknoppix (che usa openmosix) ed anche
          l'italiana QiLinux, che fa un po' di tutto.si pero' e' tutto piuttosto sperimentale
          Però usi le macchine vecchie per fare i client
          stupidi (thin client) e prendi un paio di
          macchine decenti per fare i server, se vuoi
          ottenere qualcosa.io direi che i thinclient hanno una vita molto lunga e che varrebbe la pena di installarli e dimenticarsene per un po' di anni, mentre diciamo 200 pc in cluster potrebbero continuare a soddisfare le esigenze dei client per il tempo necessario all'avvio del progetto. poi si vedra', ma concentrando gli sforzi unicamente sulla parte server.
          Anche perchè per sfruttare al
          meglio il parallelismo dei cluster hai bisogno di
          applicazioni multithreading... non tutte lo
          sono!!io vedrei dei server virtuali UML che girano sul cluster dove uno offre il servizio di terminal server. insomma un cluster per usi generici non finalizzato a soddisfare esigenze di calcolo per un laboratorio di ricerca.non ci sarebbero difficolta' o controindicazioni ad usare thinclient NX con un terminal server ricavato usando UML su un cluster, salvo la complessita' nella realizzazione dell'insieme.dubito che al presente vi sia un numero di esperti sufficiente. ad ogni modo sicuramente tutta la facenda verra' semplificata e standardizzara e non appena sara' alla portata del sistemista medio la rivoluzione potra' iniziare.considera anche che per quanto possibile sarebbe auspicabile preservare gli investimenti fatti per cui riciclare i vecchi pc in un cluster significa anche allungarne la vita. poi ovviamente server ad hoc e alta densita' saranno utili per il risparmio energetico quindi si arrivera' li obbligatoriamente ma facendo un passo alla volta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io lavoro in una P.A.

        non bastano a giustificare le inevitabili disfunzioni a
        cui si andra' incontrocerto, tanto vale stare fermi mentre tutto il mondo vaavanti: proprio per questo siamo ormai gli ultimi ineuropa, ovvero quasi ultimi al mondoinvece di prendere a modello le realtà dinamicheche investono per il futuro, tu consigli di aspettareche gli asini volino....
    • Anonimo scrive:
      Re: Io lavoro in una P.A.
      - Scritto da: Anonimo
      Io lavoro da tempo in un ente pubblico.
      A casa ho sia Linux che Windows, che ormai uso
      solo per fare i dvd con i filmini della digicam o
      per i giochi dei miei figli.
      Sinceramente non capisco xché mai nel mio ente si
      insista con il software proprietario, tutto quel
      che faccio io sul lavoro (e x quanto ne so anche
      il 99 % dei colleghi) si fa tranquillamente con
      una qualunque distro. xchè siamo in Italia, paese degli ITALIOTI!E c' è il MAGNA-MAGNA e lì nella PA dove lavori MAGNANO-MAGNANO in bustarelle che paghiamo noi e te.
  • Anonimo scrive:
    7500 pc.. appena?
    7500 pc? sono pochissimi.
    • Giambo scrive:
      Re: 7500 pc.. appena?
      - Scritto da: Anonimo
      7500 pc? sono pochissimi.Vero, a casa mia ne ho 12'000 8)
      • francescor82 scrive:
        Re: 7500 pc.. appena?


        7500 pc? sono pochissimi.

        Vero, a casa mia ne ho 12'000 8)Sei indietro, ieri ho tagliato il traguardo dei 15.000, aggiungendo un 486, un cellulare e il computer del mio orologio. 8) Il 486 ho dovuto metterlo in garage però, in casa non era rimasto più spazio.(rotfl) Ok, lo so che non faccio ridere, però lasciatemi divertire un po'! :-D
        • Giambo scrive:
          Re: 7500 pc.. appena?
          - Scritto da: francescor82


          7500 pc? sono pochissimi.



          Vero, a casa mia ne ho 12'000 8)

          Sei indietro, ieri ho tagliato il traguardo dei
          15.000, aggiungendo un 486, un cellulare e il
          computer del mio orologio.Ridi, ridi, che il palmare che ha comperato mia moglie e' piu' potente del PC che uso come Firewall, Fileserver, Printerserver, dhcp, DNS, scannerserver e NAT :sCredo proprio che il computer del tuo orologio e' piu' potente di quello che ha mandato gli uomini sulla luna !
          • francescor82 scrive:
            Re: 7500 pc.. appena?

            Ridi, ridi, che il palmare che ha comperato mia
            moglie e' piu' potente del PC che uso come
            Firewall, Fileserver, Printerserver, dhcp, DNS,
            scannerserver e NAT :s

            Credo proprio che il computer del tuo orologio e'
            piu' potente di quello che ha mandato gli uomini
            sulla luna !/troll_mode onNel '69 quei computer hanno portato gli uomini sulla Luna, mentre ora è necessario un Pentium 4 soloo per far girare XP./troll_mode offSì lo so, lo so, ma non ho potuto resistere ad un classico. :-D
          • teddybear scrive:
            Re: 7500 pc.. appena?
            - Scritto da: Giambo
            Credo proprio che il computer del tuo orologio e'
            piu' potente di quello che ha mandato gli uomini
            sulla luna !Se non ricordo male, tempo fa si diceva che il computer che ha mandato l'uomo sulla luna era piu' o meno della stessa potenza della media dei "computer" che gestiscono i timer dei videoregistratori di ultima generazione (quelli con showview e similari).Evidentemente il software che gestiscono i computer attuali non sono molto ben ottimizzati.BTW, qualcuno mi spiega a cosa serve l'ombra dietro al mouse? ;)
    • Super_Treje scrive:
      Re: 7500 pc.. appena?
      La muraglia cinese e' stata costruita mettendo all'inizio un solo mattoncino :)Poi un'altro affianco, un'altro sopra, ecc.ecc.ecc.Da tempo la muraglia cinese si vede dallo spazio, eppure e' cominciata da un mattoncino che se non ce lo hai difronte al naso non lo vedi :D
    • Shu scrive:
      Re: 7500 pc.. appena?
      - Scritto da: Anonimo
      7500 pc? sono pochissimi.Il COMUNE di Vienna.Non so quanti PC abbia il COMUNE di Roma, ma non penso che ne abbia di piu`.Non stiamo parlando di tutti i PC della PA austriaca, ma di quelli di un comune.In ogni caso sono 7500 licenze di Windows, altrettante di Office, qualche decina di migliaia di altri software che se ne stanno in europa a far girare l'economia, invece di emigrare all'estero.
      • Anonimo scrive:
        Re: 7500 pc.. appena?

        di tutti i PC della PA austriacama di una buona fettavienna non è l'austria, solo un 60/70 % dell'austria
      • Anonimo scrive:
        Re: 7500 pc.. appena?
        - Scritto da: teddybear
        - Scritto da: Shu


        In ogni caso sono 7500 licenze di Windows,

        altrettante di Office,

        Perdonami, stai parlando di Austria, non di
        Italia. Non credo proprio che abbiano acquistato
        7500 licenze di windows. Sarebbero idioti. Ne
        serve una, quella giusta.

        Le grandi aziende comprano UNA licenza per il
        sistema operativo Microsoft. Una per Office, e
        cosi' via.
        [CUT] Le grandi aziende comprano la "Volume Licensing", e pagano una licenza per ogni PC installato...
        • teddybear scrive:
          Re: 7500 pc.. appena?
          - Scritto da: Anonimo
          Le grandi aziende comprano la "Volume
          Licensing", e pagano una licenza per ogni PC
          installato...Le grandi licenze comprano la enterprise, e installano quanto vogliono senza tenere conto dei numeri.
    • Anonimo scrive:
      Re: 7500 pc.. appena?
      - Scritto da: Anonimo
      7500 pc? sono pochissimi.Per uno avido come Ballmer anche la mancata vendita di una sola licenza è peggio della perdita di un figlio.E' stato capace di tagliare i benefit ai suoi dipendenti che lo hanno coperto d'oro.Vorrebbe che lo stipendio medio di tecnici e ingegneri USA fosse abbassato.Non può sopportare che ci sia qualcuno che si fa i fatti propri e non usa i suoi SW.
  • matcion scrive:
    Non esisteva già fatta?
    "Linux e l'ha rimodellata sulla base delle proprie esigenze: il risultato si chiama Wienux, un sistema operativo basato su Debian 3.1, KDE 3.3.2 e il kernel Linux 2.6.11 che, oltre a OpenOffice, comprende il browser Firefox, il software di masterizzazione k3b, il programma di grafica GIMP, un antivirus e un firewall. Wienux supporta inoltre numerosi modelli di scanner, MS Outlook Web Access e la tecnologia Active Directory."Esistono decine di distribuzioni e per utilizzare linux al comune di Vienna se ne devono creare una nuova?Tra l'altro mettendo insieme i sw più famosi e diffusi (molti dei quali uso anche il su win), non mi pare sia nienete di particolarmente nuovo o difficile da trovare.Mi spiegate perchè?
    • teddybear scrive:
      Re: Non esisteva già fatta?
      - Scritto da: matcion
      Esistono decine di distribuzioni e per utilizzare
      linux al comune di Vienna se ne devono creare una
      nuova?Tra l'altro mettendo insieme i sw più
      famosi e diffusi (molti dei quali uso anche il su
      win), non mi pare sia nienete di particolarmente
      nuovo o difficile da trovare.
      Mi spiegate perchè?Perche' quando lavori in una azienda, ti serve uno strumento certo, standard, uguale per tutti.Certo, potevano prendere il CD di Debian, il cd di Open Office, farsi un cd con tutti gli altri software che gli interessano ecc.In questo modo, si fanno un cd di installazione con tutto sopra quello che gli serve.E fare questo, in "linguaggio linux" non significa altro che farsi la propria distribuzione.Semplice, comodo, intelligente e sensato.Se lo fai sotto Windows non si chiama altro che "preinstallato" o qualcosa di simile, che al momento non ricordo (che ha poco a che fare con quello che effettivamente e'). In pratica un CD con dentro tutto, da installare in un colpo solo.... o no?
      • Vide scrive:
        Re: Non esisteva già fatta?

        ... o no?Esatto. Le aziende con migliaia di desktop installati fanno sempre un deployment personalizzato, anche di Windows (nei limiti dei contratti che possono avere con MS). E figurati se non vanno a farlo con Linux che nella personalizzazione ha proprio uno dei suoi punti forti :)E come giustamente dici, il risultato di questa personalizzazione nel mondo Linux è alla fin fine una distribuzione...manca solo il nome :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non esisteva già fatta?
          E non solo ... Così facendo tengono sotto controllo il Know How, sanno quello che installano, fanno i loro manuali utenti, scelgono cosa aggiornare quando è stabile, tengono fuori dalle scatole le imposizioni delle grandi aziende (cosa che le PA dovrebbero sempre fare).Probabilmente pagano pure una azienda austriaca per agiornare i contenuti dei loro software , facendo girare lavoro invece di limitarsi a spedire soldi da qualche altra parte.
  • Anonimo scrive:
    Anche Linux e l'OO da' lavoro
    Per quelli che dicono che di solo software closed si mangia..."il Municipio viennese ha preso la nota distribuzione Debian Linux e l'ha rimodellata sulla base delle proprie esigenze"Questo lavoro e' stato sicuramente pagato e i soldi sono finiti a degli austriaci e non agli americani di MS...Cosi' dovrebbe fare un ente pubblico, dar lavoro hai propri connazionali quando e' possibile e quando ciò non comporta costi superiori ad altre scelte
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche Linux e l'OO da' lavoro
      - Scritto da: Anonimo
      Per quelli che dicono che di solo software closed
      si mangia...
      "il Municipio viennese ha preso la nota
      distribuzione Debian Linux e l'ha rimodellata
      sulla base delle proprie esigenze"
      Questo lavoro e' stato sicuramente pagato e i
      soldi sono finiti a degli austriaci e non agli
      americani di MS...
      Cosi' dovrebbe fare un ente pubblico, dar lavoro
      hai propri connazionali quando e' possibile e
      quando ciò non comporta costi superiori ad altre
      sceltePerchè invece l'assistenza? Sarà sempre fornita da una ditta austriaca e non americana.
  • Anonimo scrive:
    E i winari che dicono?
    Di quali altri prove avete bisogno per capire della superiorità e onnipresenza di linux?Redmond sta crollando, brevetti bocciati dall 'UE; linux adottato dalla maggior parte delle pubbliche amminsitrazioni.!Belli, sveglia questi sono dati di fatto non scemenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      non so se per ricadere nella definizione di "winari" sia sufficiente avere installata una qualche versione di windows su un proprio PC. Nel caso, io uso win98se, per i miei modesti bisogni informatici. Mi soddisfa, mi garantisce una certa semplicità d'uso per i software che mi interessano. Non ho al momento motivi di cambiarlo.Di recente ho altresì avuto modo di provare una Knoppix, il mio primo assaggio di Linux, e devo dire che sono rimasto piacevolmente stupito dalla completezza della "distro". Pensare che simile software sia sostanzialmente gratuito ha dell'incredibile, per me.Per altro anche la mia versione di windows è gratuita...Arrivando al punto: da utente windows mi fa solo che piacere vedere che quello che a tuttoggi si configura come un pericoloso monopolio di un'impresa privata veda la propria clientela istituzionale rivalutare seriamente il rapporto che li lega, sondando nuvoe soluzioni possibilmente meno gravose per la finanza pubblica. Spero che anche l'Italia segua l'esempio in maniera estesa.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: Anonimo
        non so se per ricadere nella definizione di
        "winari" sia sufficiente avere installata una
        qualche versione di windows su un proprio PC. Nel
        caso, io uso win98se, per i miei modesti bisogni
        informatici. Mi soddisfa, mi garantisce una certa
        semplicità d'uso per i software che mi
        interessano. Non ho al momento motivi di
        cambiarlo.
        Non lo cambiare.
        Di recente ho altresì avuto modo di provare una
        Knoppix, il mio primo assaggio di Linux, e devo
        dire che sono rimasto piacevolmente stupito dalla
        completezza della "distro".
        Completa come?Pensare che simile
        software sia sostanzialmente gratuito ha
        dell'incredibile, per me.
        Altrimenti non la provavi.
        Per altro anche la mia versione di windows è
        gratuita...
        Hai dimenticato di aggiungere incredibile.
        Arrivando al punto: da utente windows mi fa solo
        che piacere vedere che quello che a tuttoggi si
        configura come un pericoloso monopolio di
        un'impresa privata veda la propria clientela
        istituzionale rivalutare seriamente il rapporto
        che li lega, sondando nuvoe soluzioni
        possibilmente meno gravose per la finanza
        pubblica. Spero che anche l'Italia segua
        l'esempio in maniera estesa.
        Sei un linaro insomma, non lo aveva capito nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      La combriccola del Billyarrivati a questo puntosparì dentro un buco profondocome il mare
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: Anonimo
        La combriccola del Billy
        arrivati a questo punto
        sparì dentro un buco profondo
        come il marePovero zio Bill,è triste e sconsolato, cosa non darebbe per vivere una favola :D
        • Anonimo scrive:
          Re: E i winari che dicono?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          La combriccola del Billy

          arrivati a questo punto

          sparì dentro un buco profondo

          come il mare
          Povero zio Bill,è triste e sconsolato, cosa non
          darebbe per vivere una favola :DTutta colpa d'Alfredo: è andata a casa con il negro la Toia :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E i winari che dicono?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            La combriccola del Billy


            arrivati a questo punto


            sparì dentro un buco profondo


            come il mare

            Povero zio Bill,è triste e sconsolato, cosa non

            darebbe per vivere una favola :D
            Tutta colpa d'Alfredo: è andata a casa con il
            negro la Toia :DPovero Guglielmino, mazzolato e beffato da una generazione di sconvolti che non ha più santi né eroi (geek)
          • Anonimo scrive:
            [OT]- Per PI
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            La combriccola del Billy



            arrivati a questo punto



            sparì dentro un buco profondo



            come il mare


            Povero zio Bill,è triste e sconsolato, cosa
            non


            darebbe per vivere una favola :D

            Tutta colpa d'Alfredo: è andata a casa con il

            negro la Toia :D
            Povero Guglielmino, mazzolato e beffato da una
            generazione di sconvolti che non ha più santi né
            eroi (geek)Ehi, PI, vogliamo uno smiley col chilum! :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      Si sa che le pubbliche amministrazioni sono posti inefficienti pieni di comunisti nullafacenti. Avranno il sistema operativo che si meritano.
      • lele2 scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: Anonimo
        Si sa che le pubbliche amministrazioni sono posti
        inefficienti pieni di comunisti nullafacenti.
        Avranno il sistema operativo che si meritano.avranno un sistema che da lavoro alle aziende localie non drada i soldi a redmondnon mi risulta che windows e office siano sviluppati a Vienna
      • Rokeby scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: Anonimo
        Si sa che le pubbliche amministrazioni sono posti
        inefficienti pieni di comunisti nullafacenti.
        Avranno il sistema operativo che si meritano.:| :| !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Ultra - Mega - Trollata!!!!!!(troll) (troll1) (troll2) (troll3) (troll4)!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :|
    • matcion scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      http://www.dotnethell.it/news/MicrosoftRevenues.aspxChe vi piaccia o no loro fanno utili.Meglio che impariate a conviverci.- Scritto da: Anonimo
      Di quali altri prove avete bisogno per capire
      della superiorità e onnipresenza di linux?

      Redmond sta crollando, brevetti bocciati dall
      'UE; linux adottato dalla maggior parte delle
      pubbliche amminsitrazioni.!
      Belli, sveglia questi sono dati di fatto non
      scemenza.

      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: matcion
        http://www.dotnethell.it/news/MicrosoftRevenues.as

        Che vi piaccia o no loro fanno utili.
        Meglio che impariate a conviverci.Qualche volta bisogna gonfiare qualche numero per non scontentare gli azionisti.In quelle cifre c'è solo il confronto con le cifre pagate in cause negli anni scorsi, ma non il confronto con i guadagni reali degli anni scorsi.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: matcion
        http://www.dotnethell.it/news/MicrosoftRevenues.as

        Che vi piaccia o no loro fanno utili.
        Meglio che impariate a conviverci.
        Linux è free, e non ha scopo di lucro. Il confronto è sbagliato.Lo scopo di linux è quello di permette un uso migliore di determinato hardware.Posta un link dei problemi che fa nascere windows poiuttosto, visto che lo scopo di un sistema operativo è quello di utilizzare hardware, e non di fare utili o erodere quote di mercato.
        • matcion scrive:
          Re: E i winari che dicono?


          Linux è free, e non ha scopo di lucro. Il
          confronto è sbagliato.

          Lo scopo di linux è quello di permette un uso
          migliore di determinato hardware.

          Posta un link dei problemi che fa nascere windows
          poiuttosto, visto che lo scopo di un sistema
          operativo è quello di utilizzare hardware, e non
          di fare utili o erodere quote di mercato.
          Lo scopo di un SO è funzionare, certo.Ma lo scopo di chi lo vende/produce, sia MS o RedHat, è di fare utili.Poi più sistemi ci sono, meglio è!
          • Anonimo scrive:
            Re: E i winari che dicono?
            - Scritto da: matcion




            Linux è free, e non ha scopo di lucro. Il

            confronto è sbagliato.



            Lo scopo di linux è quello di permette un uso

            migliore di determinato hardware.



            Posta un link dei problemi che fa nascere
            windows

            poiuttosto, visto che lo scopo di un sistema

            operativo è quello di utilizzare hardware, e non

            di fare utili o erodere quote di mercato.



            Lo scopo di un SO è funzionare, certo.
            Ma lo scopo di chi lo vende/produce, sia MS o
            RedHat, è di fare utili.

            Poi più sistemi ci sono, meglio è!Allora che si parli degli utili di redhat...non di linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: matcion
        http://www.dotnethell.it/news/MicrosoftRevenues.as

        Che vi piaccia o no loro fanno utili.
        Meglio che impariate a conviverci.Linux è free, e non ha scopo di lucro. Il confronto è sbagliato.Lo scopo di linux è quello di permette un uso migliore di determinato hardware.Posta un link dei problemi che fa nascere windows poiuttosto, visto che lo scopo di un sistema operativo è quello di utilizzare hardware, e non di fare utili o erodere quote di mercato.
      • Kirisuto scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: matcion
        http://www.dotnethell.it/news/MicrosoftRevenues.as

        Che vi piaccia o no loro fanno utili.
        Meglio che impariate a conviverci.

        - Scritto da: Anonimo

        Di quali altri prove avete bisogno per capire

        della superiorità e onnipresenza di linux?



        Redmond sta crollando, brevetti bocciati dall

        'UE; linux adottato dalla maggior parte delle

        pubbliche amminsitrazioni.!

        Belli, sveglia questi sono dati di fatto non

        scemenza.



        Io ci convivo benissimo e spero che MS continui a fare utili, spero che per i prossimi vent'anni cresca del 3% annuo (così coprono l'erosione dell'inflazione e ci guadagnano anche qualcosina) e il resto alla concorrenza, loro ci perdono solo il monopolio e noi tutti ci guadagnamo.Per quel che mi riguarda compro da MS lo stretto indispensabile (e mai userei la scorciatoia di piratarli)
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      - Scritto da: Anonimo
      Di quali altri prove avete bisogno per capire
      della superiorità e onnipresenza di linux?

      Redmond sta crollando, brevetti bocciati dall
      'UE; linux adottato dalla maggior parte delle
      pubbliche amminsitrazioni.!
      Belli, sveglia questi sono dati di fatto non
      scemenza.

      Che tristezza!!!Siete cosi' contenti per 7000 pc.Ieri la notizia era che Londra ha stipulato con MS per 1 Milione di licenze. Qui sono 7000.Quanto fa 1000000/7000? Siete piuttosto tristi.Rimanete comunque nel 1% che vi spetta. Non e' cambiato nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        E' vero, il rapporto esatto è 0.7%... le solite briciole ed ecco subito l'esaltazione dei rossi
        • Anonimo scrive:
          Re: E i winari che dicono?
          - Scritto da: Anonimo
          E' vero, il rapporto esatto è 0.7%...Ma e' il trend tendenziale che conta.Diverse amministrazioni sono gia' passate oltre la barricata, e questo e' un evento eccezzionale perche' apre ulteriormente la breccia. Se non lo capisci peggio per te, il futuro ti cogliera' impreparato e sprovveduto
          .... le solite briciole ed ecco subito l'esaltazione dei rossiIo mi sono esaltato ma, mi dispiace deluderti, sono verde.E comunque se tu sei un "azzurro" o "nero", ad oggi, e' meglio che ti nascondi.
          • Anonimo scrive:
            Re: E i winari che dicono?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            E' vero, il rapporto esatto è 0.7%...

            Ma e' il trend tendenziale che conta.Sono 6 o 7 anni che dura, questo "trend iniziale". Il risultato e' sempre 1%.
            Diverse amministrazioni sono gia' passate oltre
            la barricata, e questo e' un evento eccezzionaleMonaco.... Questa... poi?
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?

        1 Milioneil mese scorso il governo indiano hadistribuito 3 milioni e mezzo di copie di linuxlocalizzato in Tamil (windows in tamil non esiste)ora stanno curando la localizzazione nelle altre11 lingue riconosciute dallo stato, per le qualiwindows non esistequanto fa 3.500.000/1.000.000 ?nei mercati del futuro i numeri di linux sonoenormi: iniziate a farci l'abitudine altro che 1%in cina oltre 60% server, oltre 30% desktopin india purein brasile parco macchine linux al 70%se però per voi centinaia di milioni di base installata sono l'1%, significa che a casa vs1+1 fa 3420 e la matematica è un'opinionebrevettata da mr gates
        • Anonimo scrive:
          Re: E i winari che dicono?
          - Scritto da: Anonimo

          1 Milione
          il mese scorso il governo indiano ha
          distribuito 3 milioni e mezzo di copie di linux
          localizzato in Tamil (windows in tamil non esiste)
          ora stanno curando la localizzazione nelle altre
          11 lingue riconosciute dallo stato, per le quali
          windows non esiste

          quanto fa 3.500.000/1.000.000 ?

          nei mercati del futuro i numeri di linux sono
          enormi: iniziate a farci l'abitudine altro che 1%
          in cina oltre 60% server, oltre 30% desktop
          in india pure
          in brasile parco macchine linux al 70%

          se però per voi centinaia di milioni di base
          installata sono l'1%, significa che a casa vs
          1+1 fa 3420 e la matematica è un'opinione
          brevettata da mr gatesNon è colpa loro, è che l'adesivo "Intel inside" è così figo accanto al sigillo di autenticità di Windows che pur di averlo fanno i conti col Pentium e poi non è vero che sbagliano poi così tanto, per loro 1+1=3419,9999999783953...
    • Anonimo scrive:
      x la redazione
      - Scritto da: Anonimo
      Di quali altri prove avete bisogno per capire
      della superiorità e onnipresenza di linux?

      Redmond sta crollando, brevetti bocciati dall
      'UE; linux adottato dalla maggior parte delle
      pubbliche amminsitrazioni.!
      Belli, sveglia questi sono dati di fatto non
      scemenza.

      Un altro troll che infesta P.I.x la redazionespostate questo 3d nel forum più opportuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      Che sei un pirla.... detto da un utente Mac...Per caso ogni volta che un cliente installa Unix, Windows o Mac c'è un articolo su Punto Informatico e qualche "winaro" ti scrive "E i cantinari linux che dicono ???"ma lavora vai.... :p
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      - Scritto da: Anonimo
      Di quali altri prove avete bisogno per capire
      della superiorità e onnipresenza di linux?

      Redmond sta crollando, brevetti bocciati dall
      'UE; linux adottato dalla maggior parte delle
      pubbliche amminsitrazioni.!
      Belli, sveglia questi sono dati di fatto non
      scemenza.Cosa vi dicevo gia 5 anni fa?Che avrei aspettato il cadavere del DRAGASACCOCCE di REDMOND seduto sull' argine del fiume fumandomi un sigaretta e l' avrei guardato passare galleggiando sull' acqua e avrei detto: "DRAGA! Era ora che ti decidevi a crepare! Non avevi + TRIPPA da mangiare ormai da un pezzo!".W LINUX e W l' OPEN SORCIO!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E i winari che dicono?
      - Scritto da: Anonimo
      Di quali altri prove avete bisogno per capire
      della superiorità e onnipresenza di linux?già, onnipresenzaecco un altro buon motivo per non utilizzare linux, il fanatismo
      • Anonimo scrive:
        Re: E i winari che dicono?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Di quali altri prove avete bisogno per capire

        della superiorità e onnipresenza di linux?

        già, onnipresenza

        ecco un altro buon motivo per non utilizzare
        linux, il fanatismo
        Sono dati di fatto, non fanatismo, se poi volete negare la realtà è un problema vostro.La gente non è stupida, finalmente sta cominciando a capire che ci sono tante altre alternative, e anche qualitativamente migliori.La posizione di predominio dettata da microsoft era soltanto dovuto alla sua politica di marketing aggressiva, che con prepotenza ha voluto che su ogni PC venduto ci sia la copia preinstallata di Microsozz Winzzoz, senza dare la possibilità all'utente di poter scegliere un OS alternativo.Adesso fortunamtamente le cose stanno cambiando, e tra un pò vedrai che persino Zio BIll passerà dall'altra parte della barricata per non cadere in miseria :)
  • Anonimo scrive:
    Tempi bui per l'innominabile...
    azienda del DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!Ieri i brevetti, oggi linux che conquista Vienna... L'andazzo è sempre quello ed è inarrestabile. E' soltanto l'inizio, lo dice pure l'articolo.Apritevi gli occhi gente, i tempi sono cambiati e la trippa sta finendo per il DRAGA!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tempi bui per l'innominabile...
      Adesso manca solo che i produttori di hw si mettano a fare driver seri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tempi bui per l'innominabile...
      ahahah, sisi, certo.... Ma ora incrocia le dita e vai a vedere se ti hanno promosso, trollone
      • Anonimo scrive:
        Re: Tempi bui per l'innominabile...
        - Scritto da: Anonimo
        ahahah, sisi, certo.... Ma ora incrocia le dita e
        vai a vedere se ti hanno promosso, trolloneNon è un trollono. Pisquano!E' uno dei miei cloni ufficiali!!ABBASSO il DRAGA!!!
  • CamperOfDuty scrive:
    imho
    Mi sembra una distro ben moddata. No fronzoli e ben bilanciata :)Auguro buon lavoro a tutti i dipendenti & impiegati austriaci ;)
    • francescor82 scrive:
      Re: imho
      - Scritto da: CamperOfDuty
      Mi sembra una distro ben moddata. No fronzoli e
      ben bilanciata :)Buona anche la scelta della versione di KDE. La 3.4 è bella ma ha un qualcosa che ancora non mi convince (o sarà che non lo uso spesso?)
      Auguro buon lavoro a tutti i dipendenti &
      impiegati austriaci ;)Buon lavoro! :-)
  • eg scrive:
    bravi
    "Calandosi da subito nella filosofia del free software, il Municipio viennese ha preso la nota distribuzione Debian Linux e l'ha rimodellata sulla base delle proprie esigenze"ottima scelta.Esempio che dovrebbere seguire in molti visto che, come ha detto un tipo una volta su questo forum:gli squali vegetariani non esistono ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: bravi
      - Scritto da: eg
      Esempio che dovrebbere seguire in molti visto
      che, come ha detto un tipo una volta su questo
      forum:

      gli squali vegetariani non esistono ;)Balle! Non hai visto "Alla ricerca di Nemo"? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: bravi


        gli squali vegetariani non esistono ;)

        Balle! Non hai visto "Alla ricerca di Nemo"? :D Infatti ... io ero stato più preciso .... la frase esatta era :"gli squali vegetariani non esistono realmente ... "e grazie per la citazione !
Chiudi i commenti