MS Passport? No problem per la UE

In attesa della riunione della prossima settimana un funzionario britannico fa capire che il sistemone Microsoft non dovrebbe rappresentare un problema privacy


Roma – Microsoft probabilmente non dovrà affrontare un severo scrutinio delle proprie tecnologie Passport per questioni di privacy da parte delle autorità regolamentari europee. Questa almeno è l’aria che tira a Bruxelles dopo le dichiarazioni di un funzionario della Commissione, che seguono le numerose indiscrezioni sul contrastato futuro di Passport in Europa.

Iain Bourne, funzionario britannico che si interfaccia con il Commissario all’Informazione, ha spiegato che sebbene la policy che Microsoft intende adottare con la propria piattaforma di gestione dei dati personali potrebbe essere più chiara, non sembra sussistere un vero e proprio problema né qualcosa che non possa essere risolto. Ai reporter di Bloomberg, Bourne ha dichiarato che il sistema Microsoft “è fondamentalmente corretto”.

In attesa dell’incontro dei prossimi giorni nei quali le autorità regolamentari dell’Unione Europea dovranno decidere se agire formalmente per investigare Passport, le parole di Bourne danno fiato a Microsoft che da alcuni mesi deve fronteggiare le accuse rivolte a Passport, in particolare da un influente europarlamentare olandese. Accuse secondo le quali il sistema raccoglierebbe informazioni anche se non autorizzato dagli utenti e sarebbe persino rischioso per la privacy degli utenti. Accuse che Microsoft respinge con forza.

Come si ricorderà, in Europa Microsoft ha già i suoi problemi. All’esame della Commissione Europea, infatti, c’è il rapporto dell’azienda con i produttori di software sotto Windows e l’inserimento in Windows del Media Player dell’azienda.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' solo una questione di tempo ...
    ... prima che Real fallisca del tutto.L'ultimo suo errore è realizzare il proprio player SOLO a pagamento.RIP
  • Anonimo scrive:
    Gratis
    MS e' gratis da anni con questo genere di giochi online. Real fara' causa a Bill?
    • Anonimo scrive:
      Re: Gratis
      - Scritto da: aLeX
      MS e' gratis da anni con questo genere di
      giochi online.
      Real fara' causa a Bill?RealNetworks ha già testimoniato contro ms durante il processo, inoltre avrebbe dalla sua parte il "precedente Netscape" che è valso la condanna di microsoft. Se i profitti di RN caleranno si terranno un'ultima trance di finanziamenti solo per strizzare l'obeso monopolio per vie legali, col risultato complessivo di una "buonuscita" economica per RN; ma il mercato dei player rimarrebbe comunque nelle mani di un solo soggetto (microsoft) già condannato per abuso di monopolio.L'impasse che così si viene e creare è un altro motivo per cui si deve porre fine alla presenza di un solo soggetto monopolistico nel mercato mondiale del software-desktop (e della preistallazione esclusiva dei suoi sistemi operativi, vero strumento di innalzamento della barriera di mercato)
  • Anonimo scrive:
    Real sanguisuga
    La Real è solo una sanguisuga, guarda solo al profitto e ci specula sopraspero veramente che fallisca presto
Chiudi i commenti