MSN Messenger 6 si fa vedere

Microsoft rende disponibile una versione d'anteprima del nuovo sparamessaggini invitando gli utenti a valutarne le nuove funzioni. Ecco le novità di MSN Messenger 6 e qualche statistica


Milano – Lanciato simultaneamente in 26 diverse lingue, ieri ha fatto il suo primo debutto pubblico una versione d’anteprima di MSN Messenger 6, il nuovo client di instant messaging (IM) con cui il big di Redmond spera di sbaragliare la concorrenza e dominare il fertile mercato degli sparamessaggini consumer.

Sebbene questa versione di MSN Messenger, scaricabile qui , sia la prima beta pubblica ufficiale, nel mese di maggio era trapelata in Internet una versione preliminare che, secondo alcuni dati forniti dalla stessa Microsoft, sarebbe stata scaricata oltre due milioni di volte.

In concomitanza con questo pre-lancio, Microsoft ha festeggiato i 100 milioni di utenti attivi a livello mondiale, una cifra che, stando ai dati provenienti da Redmond e relativi a marzo 2003, posizionerebbero MSN Messenger al primo posto in 11 diversi paesi, fra cui l’Italia.

“Questo risultato è stato ottenuto in meno di 4 anni dal giorno del lancio, avvenuto il 19 luglio 1999?, ha commentato Stefano Maruzzi, country manager di MSN.it. “Siamo comunque solo all?inizio di un percorso che vedrà molte novità nell?arco dei prossimi mesi”.

Nel nostro paese la classifica degli sparamessaggini stilata da Nielsen//NetRatings per MSN vede al primo posto MSN Messenger con 1,67 milioni di utenti, e, a seguire, C6 con 960 mila, ICQ con 560 mila, Yahoo! Messenger con 250 mila, AOL Messenger (AIM) con 44 mila e Trillian con 37 mila. Da notare come quest’ultimo non utilizzi un protocollo di IM proprietario ma si appoggi ai network più diffusi.

Interessante notare come, fra gli utenti di MSN Messenger, Microsoft affermi che il 62% sono uomini e il 38% donne, di età compresa, nel 39% dei casi, fra i 25 e i 34 anni. Per quanto riguarda la professione di chi frequenta i servizi di IM di Microsoft, vincono gli impiegati con il 26% seguiti dai liberi professionisti con il 19% e dagli studenti con il 16%.

A detta di Microsoft, le parole d’ordine di MSN Messenger 6 sono personalizzazione e condivisione: la nuova versione introduce infatti sostanziali aggiunte all’interfaccia utente, nuove opzioni di personalizzazione, migliorate funzioni di chat e capacità di gioco integrate. Eccole nel dettaglio.


MSN Messenger 6 introduce nuove emoticon (faccine) predefinite, sia statiche che animate, e la possibilità di creare emoticon personalizzate a partire da un’immagine. Oltre a questo, permette di aggiungere uno sfondo personalizzato al client, di identificarsi con un’immagine a scelta (il programma si preoccuperà di ridimensionarla automaticamente e renderla visibile a tutti i partecipanti della chat), di salvare le conversazioni e rileggerle in un secondo tempo, di trasferire file e fare l’anteprima delle immagini ricevute da un proprio amico, di inviare messaggi SMS ai cellulari, di effettuare telefonate via Internet (Voice over IP) e di accedere alle news di MSN Today.

Il nuovo MSN Messenger conserva poi la possibilità di fare videoconferenza e supportare la webcam attraverso un plug-in gratuito fornito da Logitech. Nella nuova sezione “Giochi e programmi” è invece possibile giocare con altre persone ai giochi compatibili con DirectPlay o condividere foto e altri file.

Il nuovo sparamessaggini di Microsoft supporta poi i Tablet PC e consente di inviare messaggi scritti a mano in formato “scribble”.

Microsoft continua a garantire la piena compatibilità fra MSN Messenger e Windows Messenger (il client di IM integrato in Windows XP), e per il momento non sembra intenzionata, come alcuni avevano ipotizzato in passato, a riunire i due rami. In ogni caso, per gli utenti di Windows XP rimane possibile installare anche MSN Messenger 6 e utilizzarlo al posto del client predefinito. Da notare che, nel calcolo dell’audience dei suoi sparamessaggini, Microsoft afferma di non fare distinzione fra MSN e Windows Messenger.

Il big di Redmond ha affermato di essere a favore dell’interoperabilità fra network di instant messaging differenti, un obiettivo che potrebbe già in parte essere raggiunto con AOL grazie al recente accordo fra i due colossi.

“Per i consumatori – si legge in un comunicato di Microsoft – il principale vantaggio è rappresentato dall’uso di uno standard per l’instant messaging e l’interoperabilità comune a tutti i prodotti IM. MSN non cessa di impegnarsi in questa direzione per consentire ai consumatori di comunicare senza limitazioni con parenti e amici indipendentemente dal servizio di instant messaging utilizzato”.

Microsoft ha annunciato anche il varo di un nuovo sito Web di fidelizzazione dell’utenza, www.ilovemessenger.com , che offre risorse per personalizzare MSN Messenger e altri gadget.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E bluetooth? E Wi-Fi?
    Non ci sono già abbastanza standard per fare la stessa cosa che si propongono questi signori?
    • Anonimo scrive:
      Re: E bluetooth? E Wi-Fi?
      - Scritto da: Anonimo
      Non ci sono già abbastanza standard per fare
      la stessa cosa che si propongono questi
      signori?Quelli da te citati, e contenuti nell'articolo, diciamo sono standardi di livello "fisico"Cioè dicono COME trasportare un informazione, non dicono COSA trasportare.e invece pc, elettrodomestici ed affini, necessitano di sapere COSA si vogliono dire.In un analogia col linguaggio, ...si cerca a questo punto di definire la grammatica e il vocabolario di una lingua.L'apparato fisico, cioè quello fonatorio è già presente e si sa come usarlo grazie agli standard Bluetooth e Wi-Fir4w
  • SymoPd scrive:
    Fantastico!!!
    ...così quando la RIIA verrà a controllare se sul mio computer ci sono mp3 e non ne troverà, vorranno guardare nel frigo, nel forno, nello stereo, in tutte le mie vhs, nel beaty di mia moglie, nel cellulare (opps, già lo vorrebbero fare per le suonerie...), nello spazzolino elettrico, nello scaldabagno, sul lampadario....Acc, tutta questa tecnologia!! Forse conviene tornare a commerci illegali più tradizionali e meno incasinati....Poi, adesso che in Afghanistan è tornata l'Alleanza del Nord, i prezzi di certi prodotti dovrebbero essere tornati convenienti, no?
Chiudi i commenti