MSN Messenger, il pericolo arriva dalla videochat

Microsoft pubblica quattro bollettini di sicurezza, uno dei quali risolve una vulnerabilità nella funzione videochat di MSN e Windows Live Messenger. Già nel mirino dei cracker una falla zero-day del DirectX SDK

Redmond (USA) – Microsoft ha rilasciato quattro patch di sicurezza, una in meno rispetto a quanto annunciato la scorsa settimana. La patch “mancante”, che per problemi non ancora noti è probabilmente slittata al prossimo mese, avrebbe dovuto correggere un problema in SharePoint Server, sfruttabile da un malintenzionato per elevare i propri privilegi.

Dei quattro bollettini di sicurezza pubblicati martedì sera, uno è classificato “critico” e gli altri “importanti”. Il primo, l’ MS07-051 , descrive una vulnerabilità nel componente Microsoft Agent di Windows 2000 legata al modo in cui vengono gestiti alcuni URL appositamente predisposti. Un cracker potrebbe creare una pagina Web che, una volta aperta con Internet Explorer, esegua del codice.

Il bollettino MS07-052 riguarda invece una falla in Crystal Report per Visual Studio che, nel caso in cui un utente apra un file RPT malformato, può consentire ad un cracker di eseguire del codice in modalità remota. Le edizioni di Visual Studio interessate dal problema sono la 2002, la 2003 e la 2005.

Il bollettino MS07-053 risolve un bug nelle versioni 3.x di Windows Services for UNIX contenute in tutte le versioni di Windows ancora supportate, dalla 2000 a Vista. La vulnerabilità è legata ad una non corretta gestione dei file binari con bit setuid , sfruttabili da un utente del sistema per elevare i propri privilegi. Microsoft sottolinea come Windows Services for UNIX non appartenga ai servizi installati di default.

Il bollettino che più interessa gli utenti consumer è l’ MS07-054 , perché riguarda una vulnerabilità piuttosto seria nelle versioni di MSN Messenger precedenti alla 7.0.0820 e in quelle di Windows Live Messenger precedenti alla 8.1. Il problema risiede nella possibilità, per un malintenzionato, di manipolare un invito chat video o tramite webcam in modo tale che, quando accettato, venga eseguito del codice sul PC della vittima.

“Microsoft consiglia ai clienti che utilizzano MSN Messenger 6.2 e MSN Messenger 7.0 in Microsoft Windows 2000 Service Pack 4 di aggiornare il sistema a MSN Messenger 7.0.0820 appena possibile. I clienti con altre piattaforme di Windows supportate che eseguono MSN Messenger 6.2, MSN Messenger 7.0, MSN Messenger 7.5 o Windows Live Messenger 8.0 devono eseguire l’aggiornamento a Windows Live Messenger 8.1 appena possibile”, si legge nel bollettino. I più intraprendenti possono anche scaricare la versione beta in italiano di Windows Live Messenger 8.5, le cui novità sono sintetizzate in questo post .

Internet Storm Center avverte che della falla di Messenger, come di quella di Crystal Report, esistono già exploit pubblici .

Gli esperti di sicurezza hanno inoltre avvisato che la nuova versione del tool di cracking IcePack è già in grado di sfruttare una falla scoperta di recente nel DirectX SDK e tuttora priva di patch. La vulnerabilità è stata pubblicata lo scorso agosto sul sito milw0rm.com dal ricercatore polacco Krystian Kloskowski.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • JuKKK scrive:
    Fanatismo
    Ho letto alcuni post dove ci si scaglia contro torvalds ma sono sicuro che le stesse persone, se Stallman avesse detto "Torvalds è mio amico, seguitelo", lo avrebbero elogiato.L'informatica NON E' UNA SCIENZA: E' UNA RELIGIONE.
  • Alessandro Nonvogliod irlo scrive:
    Sarei d'accordo se...
    ...ecco, se ci facessero una distribuzione linux in grado di non farci bestemmiare e battere i pugni sulla scrivania e sul video....se una volta tanto fossero capaci finalmente di creare qualcosa che non richieda "smanettamenti" lunghi settimane per funzionare...se finalmente tutto l'HardWare fosse immediatamente identificato...se solo potessi evitare di avere una dipendenza vitale e lavorativa da una macchina che sia funzionante al 100%, allora forse lo seguirei anche nelle idee.Ma linux sarà in doubleboot finchè non mi risolvono tutto e davvero tutto e diventano affidabili; fino a quando, insomma, "libero" non sarà finalmente sinonimo di "funzionante"
    • Alphonse Elric scrive:
      Re: Sarei d'accordo se...
      - Scritto da: Alessandro Nonvogliod irlo
      ...ecco, se ci facessero una distribuzione linux
      in grado di non farci bestemmiare e battere i
      pugni sulla scrivania e sul video....se una volta
      tanto fossero capaci finalmente di creare
      qualcosa che non richieda "smanettamenti" lunghi
      settimane per funzionare...se finalmente tutto
      l'HardWare fosse immediatamente identificato...se
      solo potessi evitare di avere una dipendenza
      vitale e lavorativa da una macchina che sia
      funzionante al 100%, allora forse lo seguirei
      anche nelle
      idee.
      Ma linux sarà in doubleboot finchè non mi
      risolvono tutto e davvero tutto e diventano
      affidabili; fino a quando, insomma, "libero" non
      sarà finalmente sinonimo di
      "funzionante"La soluzione al tuo problema si chiama Windows. La comunità Linux non sentirà la tua mancanza.Trovo ridicolo questo dare per scontato un funzionamento di Linux e della sua comunità che esiste solo nella vostra testa. Non siamo NOI ad avere bisogno di voi, mettetevelo in zucca.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 settembre 2007 12.39-----------------------------------------------------------
      • ... scrive:
        Re: Sarei d'accordo se...
        Siete geniali... veramente... siete 4 gatti e se non fosse per l'ideologia sareste totalmente dispersi nei miasmi di ogni distro esistente. Proprio per questi motivi nessuna software house seria svilupperà qualcosa per voi (al limite sceglierà una distro sola; contenti voi se volete rinc.....nire per adattare il tutto altrove, come tutti dite di fare con maya). Potreste avvicinare nuovi utenti ma "se non sono puri e fanatici, non li vogliamo: che tornino a windows". Windows così continua a mantenere la sua massa dominante di utenti intorno alla quale gravitano la maggior parte dei software e dei driver seri che non vedranno mai la luce su linux. Voi, incapaci di auto-valutarvi onestamente, indi superbi, cominciate ad accusare il mondo di complotti contro la Vostra Persona, come se questo dovesse preoccuparsi proprio di voi 4 pulci (quando in realtà esistete proprio perchè il mondo stesso non ha ancora deciso di cancellarvi).Ci sarebbero fior di proverbi popolari per dire cosa dovreste fare (riguardano pentole e cosa farci dentro) ma evito ma perchè non mi va far censurare quella che è semplicemente la verità.
    • ... scrive:
      Re: Sarei d'accordo se...
      Tutto giusto quello che dici ma la colpa è intrinseca alla GPL.Un software sotto GPL non può essere venduto come cosa a se (la licenza) quindi il programmatore non prende una lira dal semplice fatto che qualcuno usa il suo lavoro.Se vuole quindi vedere qualche soldo (diciamo almeno per pagarsi la corrente perchè ricco non lo diventa di certo) deve offrire servizi di assistenza e personalizzazione del codice.Ma come fa ad offrire assistenza se produce un software che per quanto complesso risulta chiaro e semplice da installare, configurare ed usare ?Secondo punto: se il software non è solo quanto descritto sopra ma è pure potente cioè ha tante funzioni che coprono praticamente tutti gli usi comuni (certo non ci sarà il traduttore Vulcano-Klingdon) chi gli chiederà mai di personalizzare qualcosa ?La risposta a queste due domande è semplice ma moralmente poco onesta, cosa in netto contrasto con gente che vorrebbe che tutti passassero al free software proprio per motivazioni sicuramente più etiche che globalmente qualitative.La risposta, anzi le risposte sono: fare un software complicato, macchinoso magari disorganizzato (le software house serie fanno molti studi sull'"usability", nel mondo "free" si fanno al contrario, vedi gimp che è un'inesauribile fonte di mal di testa, vedi gnome che vuole scimmiottare windows ma un cavolo di menu per formattare i floppy non te lo mette manco a piangere cinese così vai di terminale) e se possibile con un numero ridotto di funzioni così che qualcuno chieda la personalizzazione (probabilmente perfino già pronta ma tenuta nascosta).Un software free medio corrisponde ad una demo incasinata di un prodotto closed.Ecco come funzionano le cose a barbalandia...Sembra di sentire parlare i preti che predicano una cosa e ne razzolano sempre un'altra, poi si domandano perchè la gente li considera poco più di una manica di buffoni...
    • mr_setter scrive:
      Re: Sarei d'accordo se...
      - Scritto da: Alessandro Nonvogliod irlo
      ...ecco, se ci facessero una distribuzione linux
      in grado di non farci bestemmiare e battere i
      pugni sulla scrivania e sul video....se una volta
      tanto fossero capaci finalmente di creare
      qualcosa che non richieda "smanettamenti" lunghi
      settimane per funzionare...se finalmente tutto
      l'HardWare fosse immediatamente identificato...se
      solo potessi evitare di avere una dipendenza
      vitale e lavorativa da una macchina che sia
      funzionante al 100%, allora forse lo seguirei
      anche nelle
      idee.
      Ma linux sarà in doubleboot finchè non mi
      risolvono tutto e davvero tutto e diventano
      affidabili; fino a quando, insomma, "libero" non
      sarà finalmente sinonimo di
      "funzionante"E passare a Mac OS X? :$LV&P O)
      • gggg ggg scrive:
        Re: Sarei d'accordo se...
        beh osX non riconosce tutto l'hardware, funziona solo sul suo :Pcomunque per il topic sopra, ok e' di qualch anno fa, ma se prendi una distribuzione tipo gentoo e "non ti riconosce tutto subito" sei un idiota, gentoo non riconosce niente se non glielo dici tu, ma debian, se non hai un computer costruito su marte, fa tutto da soloil fatto che poi la gpl vada male per lo sviluppo e' un'opinione, difficile dire se sono piu i vantaggi o gli svantaggi, pero' sta di fatto che il software con licenza gpl e', nella maggior parte dei campi a largo utilizzo, il migliore, nonostante sia spesso poco noto tra gli utenti "ignoranti".infine e' vero che l'utente medio di per se' spesso non aiuta la comunita' pero' se distro libere avessero la diffusione di windows nel mercato utenti sarebbero disponibili molte applicazioni commerciali che pora non lo sono. (ad adattare il programma alle varie distro ci pensano i manutentori). la verita e' che la microsoft e la apple fanno dei gran manini per mantenere il monopolio sulla grande distribuzione...per l'argomento libero vs pen source concordo con stallman.
  • painlord2k scrive:
    Re: Errore di traduzione
    "La gpl non accelera il lavoro perchè è risaputo che la massima espressione di velocità viene dalla collaborazione di hobbysti e professionisti."Falso.Il lavoro accellera quando è possibile lavorare.Senza la GPL o una licenza analoga, il lavoro non solo si ferma, ma diventa impossibile proseguirlo.Perché la legge ti impedisce, semplicemente, di usare il lavoro di altri. Anche se è Open Source.Ogni modifica deve ASPETTARE che il titolare dei diritti sul software sia disponibile a inserirla e deve aspettare che il titolare della modifica sia disposto a cedere tutti i diritti al primo. La GPL salta entrambe le attese. Chi può fa e si va avanti.Questo fa si che anche con una base iniziale scarsa, la base stessa non possa che crescere con il tempo, mano a mano che crescono i contributi. Dopo un po', la base disponibile è tanto grande da avere un valore troppo elevato da poter ignorare. Quindi, se vuoi essere produttivo e competitivo devi usarla e collaborare con tutti contribuendo a tua volta.Ma, come ho già scritto, la GPLv3 vivrà o morirà grazie ai suoi stessi meriti, alle scelte degli sviluppatori e degli utenti.Io credo che vivrà, e vivrà bene.
    • ... scrive:
      Re: Errore di traduzione
      Vabbè vabbè, vallo a spiegare a tutti quelli che sono costretti dalle farneticazioni di Stallman ad usare sistemi closed perchè i programmi che usano non vengono portati su linux...
      • Alphonse Elric scrive:
        Re: Errore di traduzione
        - Scritto da: ...
        Vabbè vabbè, vallo a spiegare a tutti quelli che
        sono costretti dalle farneticazioni di Stallman
        ad usare sistemi closed perchè i programmi che
        usano non vengono portati su
        linux...E perché non vengono portati su Linux?Il fatto che un software non sia GPL o pienamente GPL non implica, in alcun modo, che non possa essere portato su Linux... e infatti esistono molti prodotti closed-source anche per Linux. A cominciare dai driver NVidia fino ad arrivare ad applicazioni tipo Wink, Cedega, CrossoverOffice, ecc. Persino molti giochi sono stati portati su Linux allo stesso modo come Wolfenstein 3D, e altri.Il problema non è questo, ma il fatto che, bene o male, Linux ha un'audience limitata e non tutti vogliono spendere soldi per portare i loro software sul pinguino per pochi utenti guadagnati (Apple è un perfetto esempio di grossa ditta informatica che su Linux non rilascia nulla o quasi).Si tratta quindi di una pura scelta commerciale, stai pur sicuro che se Linux continua a crescere fino a raggiungere una buona fetta di mercato anche queste ditte si interesseranno ad esso.Personalmente però, preferisco che i software vengano sviluppati dalla comunità OpenSource, anche se questo significa aspettare un po' di più. Ho scelto Linux ANCHE per la sua licenza perché ne condivido appieno i principi fondanti e cerco di usare software proprietario il meno possibile. Sfortunatamente a volte questo non è possibile, ma per riparare a questo problema ci sono gli emulatori che con le ultime versioni stanno migliorando sempre più, sia in affidabilità che in velocità.
  • painlord2k scrive:
    Errore di traduzione
    Stallman non ha detto che la posizione di Torvalds è "folle", ma che è "foolish" cioè "stupido" / "sciocco".
    • ... scrive:
      Re: Errore di traduzione
      Sarebbe stato meglio se la traduzione fosse stata quella sbagliata perchè la cosa gioca ancora meno a favore di Stallman stesso.Torvalds sarà anche "folle" ma è il suo genio che ha iniziato linux non le parole a vuoto di Stallman le quali hanno generato un coso che si auto considera un sistema operativo perchè nei fatti è solo un'accozzaglia di codice che non funziona (sarà anche lì colpa del "monopolio" ?).Quello "stupido" di Torvalds ha fatto vedere al mondo che esiste un'alternativa economicamente plausibile al closed non l'ha solo annunciata a parole.
      • painlord2k scrive:
        Re: Errore di traduzione
        Torvalds, oltre ad essere bravo, ha fatto una scelta importante all'inizio dello sviluppo di Linux:Ha scelto la GPL di Stalmann come licenza; e Stalmann stava sostenendone l'uso da già parecchi anni e aveva sviluppato i mezzi tecnici per sviluppare software libero (le librerie, i compilatori e tutto il resto).Linux è quello che è non perché Torvalds è bravo, ma perché con la GPL è riuscito a coagulare un gruppo di sviluppatori intorno allo sviluppo del kernel di Linux.Senza Stallman, e quindi senza la GPL, Linux sarebbe rimasto un lavoro universitario usato per giocherellare in università, e basta.Per fare un paragone, Stalmann ha disegnato la strada è ha messo giù l'asfalto, Torvalds ha progettato e costruito un'automobile (Ferrari o Panda?).Senza la strada asfaltata, però, le auto sono di poca utilità, mentre anche senza auto, le strade sono comunque utili.
        • ... scrive:
          Re: Errore di traduzione
          La Gpl ha avuto successo perchè s'è proposta come una licenza standard in un universo dove ognuno si inventava la sua pizza/cartolina-ware.Se a quel tempo qualcun'altro avesse avuto la stessa idea con fondamenti diversi e possibilmente più pragmatici, Stallman non usciva neanche dalle nebbie del fumo che s'è sparato per scrivere certe panzane.Comunque Stallman di utile a suo tempo ha creato solo un compilatore ed un editor, nessuna libreria. Entrambe le cose potevano essere fatte da chiunque altro.Ah le macchine viaggiano anche nei campi e nei sterrati quindi l'utilità della strada non è così fondamentale come si crede. Per di più il concetto di strada presume un'accelerazione del lavoro ed un minor tempo per raggiungere un obiettivo. GNU, FSF, GPL e Stallman, stanno invece rallentando in tutti i modi il raggiungimento dell'obiettivo di linux e cioè la diffusione tra la gente comune perchè pretendono che uno diventi una specie di asceta del software per poter utilizzare un pc.Fino a prova contraria non si deve essere meccanici ed ingegneri per mettersi al volante...
          • painlord2k scrive:
            Re: Errore di traduzione
            Il punto è esattamente questo:"Per di più il concetto di strada presume un'accelerazione del lavoro ed un minor tempo per raggiungere un obiettivo."Con la GPL è possibile accellerare il lavoro, perché il codice diventa disponibile e riutilizzabile da chiunque lo riceva. L'unica condizione è che il lavoro fatto sul codice, se ceduto ad altri, sia disponibile negli stessi termini al ricevente. Questo permette agli sviluppatori di verificare il lavoro altrui e di adottare le parti migliori e correggere gli errori più velocemente.Se il codice fosse solo "Open" e non "Free", non si potrebbe usare e modificare e non ci sarebbe neanche, quindi, motivo di analizzarlo, per il 99% degli sviluppatori.Nulla vieta di farsi pagare profumatamente per il proprio lavoro, prima di consegnarlo sotto GPL (o altra licenza).Il fatto che la licenza di Stallman abbia avuto tanto successo è una implicita affermazione del fatto che rispondeva ad un bisogno importante e insoddisfatto.La GPLv3 cerca di rispondere allo stesso bisogno, in una situazione mutata, rispondendo alla minaccia di usare brevetti e DRM per limitare la libertà degli sviluppatori e degli utenti. Alla fine, tra tante discussioni, saranno gli sviluppatori e gli utenti a decidere se avrà successo oppure no.
          • ... scrive:
            Re: Errore di traduzione
            La gpl non accelera il lavoro perchè è risaputo che la massima espressione di velocità viene dalla collaborazione di hobbysti e professionisti. Ma se i primi sono volontari a costo zero, gli altri non si muovono senza una gratifica economica.La gratifica, il soldo, che gli deve dare perchè forniscano le proprie competenze con la gpl 2 era già scarsamente garantito ma accettabile, mentre con la gpl 3 rischia di sparire.Se questo avviene, i programmatori professionisti vanno ad occuparsi di altro lasciando alla gpl gli hobbysti, i quali in qualunque momento possono staccarsi e fare altro.Quest'ultimo punto al contrario del concetto stesso di strada è capace di rallentare o anche fermare l'auto in corsa senza garantire in alcun modo che riprenderà a muoversi, tanto meno ad accelerare/tenere costante il passo quando c'erano anche i professionisti.La Gpl è una strada di carboni ardenti. La puoi percorrere se sei masochista e vuoi bruciarti i piedi.
          • gggg ggg scrive:
            Re: Errore di traduzione
            la gpl accellera il lavoro perche' e' estremamente competitiva. il fatto che ci sia un buisness di fatto piu' piccolo che col software proprietario la rende antipatica ai grossi marchi, ma come si e' visto gnu/linux e' piu' usato di windows e mac in campo server, dove la qualita' e' ilk fattore essenziale, quindi non c'e' dubbio che di fatto il metodo gpl abbia funzionato, non sono teorie(e comunque data la differenza di costo in un sistema concorrenziale il software libero vince a mani basse).per il discorso linux, linux e' una versione modificata di freebsd, che ha avuto piu' sucXXXXX del suo antenato (tuttora competitivo, frebsd non e' un progetto morto) anche per ragioni storiche (freebsd era sotto proXXXXX per presunta violazione di copiright quando e' venuto fuori linux) inoltre freebsd e' piu' stretto nei controlli che linux quindi l'aXXXXX di nuovi contributi e' piu' brigoso. e ovviamente il progetto gnu e' molto piu' antico di linux. torvalds ha usato la gpl perche' e' pratica, se inquadro bene il personaggio non e' un idealista, e' solo uno che ha scelto la strada piu' breve.comunque anche se linux ha indubbiamente dato un forte impulso al software libero, non ne e' certo stato l'inizio, e tuttora e' solo un kernel, uno dei tanti kernel liberi (la maggior parte delle distro "linux" hanno anche freebsd, molte ora hanno gnu hurd, progetto nato prnima di linux ma tuttora poco pratico, e ci sono molti altri liberi kernel piu' o meno usabili e piu' o meno intercambiabili con linux). voglio dire se linux "sparisse" ci vorrebbe poco a sostituirlo, anche per questo il software libero e' competitivo, sostituire software chiuso come windws e' molto piu' difficile.
  • Pinguino Strafotten te scrive:
    Stallman dovrebbe riflettere su una cosa
    E' vero che lui ha dato inizio a un fenomeno, ma questo fenomeno, prima limitato al mondo accademico, ha iniziato la sua maggiore espansione proprio grazie a Linux, e se è vero che senza GPL2 e SW GNU Linux non sarebbe andato lontano, è anche vero che senza Linux né il SW GNU, né la licenza GPL avrebbero l'importanza che hanno raggiunto.Il buon senso dovrebbe far concludere che le ragioni e gli eventuali torti sono abbastanza equamente distribuiti fra le due parti, rigettare in blocco l'opinione di Torvalds mi sembra azzardato.
    • ... scrive:
      Re: Stallman dovrebbe riflettere su una cosa
      Un momento: senza linux, gnu e signor figlio dei fiori non sarebbero andati da nessuna parte mentre linux senza gnu avrebbe potuto comunque crescere tranquillamente.
      • Alex Ogheri scrive:
        Re: Stallman dovrebbe riflettere su una cosa
        falso...Stallman é sempre abbastanza aggressivo ma senza il compilatore gcc gratuito, senza il linker ld, senza make della gnu...Linux sarebbe perlomeno dovuto essere sviluppato con tool che costavano fior di soldini...peccato che si scannino questi due signori... perché in effetti Linus ha beneficiato dei tools gratuiti e opensource quando sviluppava LinuxStallman ha beneficiato eccome di Linux perché senza il boom di Linux ben meno persone (quelli che ad es utilizzano uno dei BSD) utilizzerebbero gcc,emacs ecc eccAlex
      • gggg ggg scrive:
        Re: Stallman dovrebbe riflettere su una cosa
        bah probabilmente senza linux qualcun altro avrebbe fatto un kernel monolitico simile a freebsd con licenza gpl, o comunque il progetto gnu sarebbe proseguito su freebsd, anche se freebsd ha licenza diversa e' pur sempre libero. alla fine linux non e' una cosa cosi' rivoluzionaria, anche se senza dubbio ha i suoi meriti.e comunque non si puo' confondere l'operato con l'idea, la microsoft ha portato alla diffusione dei computer domestici piu' di tutte le altre entita' attive nel campo software (dell'epoca dico, ovvio che senza unix non ci sarebbe stato dos e quindi neanche windows), pero' la politica di microsoft e' severemente lesiva per quanto riguarda il diritto alla conoscenza e spesso anche alla liberta' duso del software.
  • ... scrive:
    Re: Correggetemi se sbaglio
    Tolto il fatto che Torvalds non sta criticando Stallman perchè vuole farsi il suo oceano privato di dollari ma perchè, pragmaticamente, ha capito che senza sbocchi nel mercato si perde interesse a sviluppare la sua creatura (senza offesa ma ce ne sono di parecchio migliori in giro), hai detto la cosa più giusta. Il grave e limitante problema della comunità linux non viene da fuori ma è tutto fatto in casa
  • non sono troll scrive:
    Leggete qui a proposito di stallmann
    http://bitfire.blogspot.com/2006/03/gnu-fsf-e-gpl-v3-torino-esito.htmlsoprattutto la fine
    • non sono troll scrive:
      Re: Leggete qui a proposito di stallmann
      aggiungo, ma se ne trovano a centinaia in inglesehttp://www.dangerous-mind.net/silvia/2007/06/14/metti-una-domenica-con-richard-stallman/
    • ... scrive:
      Re: Leggete qui a proposito di stallmann
      Che schifo d'uomo... e uno con cotanta modestia ha il coraggio di andare a fare lezioni in giro su cos'è e come dovrebbe comportarsi una comunità di persone libere ?Quand'è che va a fare un comizio a Mosca ? Magari Putin lo spedisce in siberia...Sul giornalista ed il contorno politico (ma la comunità open non era apolitica ?) sorvolo.
    • Mechano scrive:
      Re: Leggete qui a proposito di stallmann
      Ma è una descrizione superficiale, pone l'accento sul comportamento, l'atteggiamento e le apparenze estetiche. Nulla sul vero significato della sua missione e sulle sue idee.Quella di intrecciare e snodare i capelli e la barba è una sua caratteristica me la ricordo fin dal 1997 quando venne ad IPISA a Milano.A me ha scroccato mezza pizza perché lo avevo seduto accanto in pizzeria la sera e non gli piacquero gli spaghetti che aveva ordinato.Strano è strano, ma a me piace proprio per questo sue estro...
      • ... scrive:
        Re: Leggete qui a proposito di stallmann
        A parte i capelli, come commenti il suo atteggiamento nei confronti di chi gli faceva le domande ?Una manciata di domande e "ancora una, l'ultima" perchè poi doveva andarsene.Hai la gente ai tuoi piedi, hai l'occasione per spiegare direttamente le tue ragioni, senza passaparola più o meno (bene o male) reinterpretati e fai il prezioso quando sai benissimo che i più ti manderebbero a spalare immondizia alla discarica ?O quando doveva cominciare il discorso, dove era più interessante smanettare chissà cosa sul portatile che vedrà più tempo di quante ore effettive gli conceda la giornata ?Anche la questione del comizio non è da sottovalutare. Invece di limitarsi ad un silenzioso "no comment" di fronte le ruffianate del "giornalista" avrebbe dovuto prendere la palla al volo e ribadire che il movimento open è apolitico. Invece, chi tace acconsente, ha dato maggiore dimostrazione a chi sostiene la visione totalmente comunista delle sue idee.C'è poco da fare,un personaggio così non merita la carica che copre. Superbo, ingenuo (?), incapace di farsi seguire da chi non è fanatico a sua volta.Un personaggio dal quale dipende il futuro di un'importante realtà dell'informatica deve avere e dimostrare altre doti.
    • ... scrive:
      Re: Leggete qui a proposito di stallmann
      Veramente un miserabile...Un tizio con cotanta superbia non ha alcun diritto di dire cos'è e come deve comportarsi una comunità di persone che vogliono essere libere.Va silurato, non c'è perdono.
      • V chiusura mentale scrive:
        Re: Leggete qui a proposito di stallmann
        - Scritto da: ...
        Veramente un miserabile...
        Un tizio con cotanta superbia non ha alcun
        diritto di dire cos'è e come deve comportarsi una
        comunità di persone che vogliono essere
        libere.
        Va silurato, non c'è perdono.cioè, senza di lui non ci sarebbe quella comunità, ma non si può perdonarlo per averla resa così forte? un po' di cervello in mezzo a tante cazzate vuol dire essere offensivi?!
        • ... scrive:
          Re: Leggete qui a proposito di stallmann
          Lui sta distruggendo quello che ha creato. Il pregio di aver iniziato qualcosa non implica per forza la capacità di poterlo portare avanti. Di esempi così, la storia è piena e guarda caso tutti quei dittatori che hanno voluto fare troppo (perchè di dittatori parliamo, Stallman è un dittatore) sono finiti male loro (chi se ne frega) e soprattutto quello che hanno fatto (a cominciare dalle cose buone, sempre soverchiate e schiacciate da quelle negative).
  • buon senso scrive:
    STOP OPEN SOURCE PER UN ANNO
    stacchiamo la spina, vediamo i nerd brufolosi uscire dalle cantine e inseguire le farfalle (quelle vere, non quelle di msn) e magari ne gioveremo tutti.Lo stipendio ai lavoratori, il tempo libero agli altri, e con i soldi che guadagno mi compro il lavoro pordotto da altri, senza troppe seghe mentali.sarebbe davvero un mondo migliore, senza che ci sia chi lavori gratis, solo per il gusto di non far lavorare gli altri.
    • nome e cognome scrive:
      Re: STOP OPEN SOURCE PER UN ANNO
      http://content.answers.com/main/content/wp/en/thumb/1/1d/350px-God-kills-kitten.jpg
    • Lillo scrive:
      Re: STOP OPEN SOURCE PER UN ANNO
      Ma che cos'è lo sciopero della spesa al contrario? Smettere di usare software gratuiti e iniziare a pagarne... A pagarne a chi? Perché in Italia non si producono utility, driver e software di produttività personale, li fanno quasi tutti aziende americane.
      • Pinguino Strafotten te scrive:
        Re: STOP OPEN SOURCE PER UN ANNO
        - Scritto da: Lillo
        Ma che cos'è lo sciopero della spesa al
        contrario? Smettere di usare software gratuiti e
        iniziare a pagarne... A pagarne a chi? Perché in
        Italia non si producono utility, driver e
        software di produttività personale, li fanno
        quasi tutti aziende
        americane.E si vede che il nostro astrotartufo è ammerecano e vuole aiutare l'economia del suo paese a spese del nostro...
    • mr_setter scrive:
      Re: STOP OPEN SOURCE PER UN ANNO
      - Scritto da: buon senso
      stacchiamo la spina, vediamo i nerd brufolosi
      uscire dalle cantine e inseguire le farfalle
      (quelle vere, non quelle di msn) e magari ne
      gioveremo
      tutti.

      Lo stipendio ai lavoratori, il tempo libero agli
      altri, e con i soldi che guadagno mi compro il
      lavoro pordotto da altri, senza troppe seghe
      mentali.

      sarebbe davvero un mondo migliore, senza che ci
      sia chi lavori gratis, solo per il gusto di non
      far lavorare gli
      altri.Non so, ho come il sospetto che manchi qualcosa a questo post....ah si: il senso! (newbie)LV&P O)
    • Mah scrive:
      Re: STOP OPEN SOURCE PER UN ANNO
      Bella XXXXXXX
  • Nome e cognome scrive:
    Ma Ubuntu è mica100% free?
    Sbaglio o Ubuntu è 100% free?
    • longinous scrive:
      Re: Ma Ubuntu è mica100% free?
      Non proprio, puoi scegliere di installare software non free abilitando i repository presenti che li contengono.Vedi, ad esempio Acrobat Reader.È gratuito e liberamente installabile, ma non è free, è freeware.Oppure i driver per le schede ATI o nVidia.Non hai dei sorgenti da compilare, solo dei binari da installare (che funzionano più (nVidia) o meno (ATI) bene).Poi io non ne faccio comunque una ragione di stato, sulla mia ubuntu convivono tranquillamente i plugin proprietari di flash e java nonché i (terribili) driver della ATI.Pare che AMD voglia sviluppare dei driver open (non vuol essere da meno di Intel, che fa schede grafiche molto entry level, ma con driver opensource stabilissimi e completamente free) entro la fine del mese che supportino anche gli ultimi chip messi in vendita... speriamo non siano cazzate.
  • Ekleptical scrive:
    Ma che pigro!
    Stallman, ma piantala di fare il predicatore di minchiate!Io non sono pigro. Io Windows lo scelgo, idem per il Mac OS X. Che a te ed ai tuoi accoliti non piacciano non me ne può fregare di meno!Questa per me è libertà! Libertà di decidere IO ciò che scelgo.Viene molto prima della libertà del software. E' la libertà delle persone, oggetto misterioso di cui Stallman ignora l'esistenza.
    • alisa scrive:
      Re: Ma che pigro!
      - Scritto da: Ekleptical
      Stallman, ma piantala di fare il predicatore di
      minchiate!
      Io non sono pigro. Io Windows lo scelgo, idem per
      il Mac OS X. Che a te ed ai tuoi accoliti non
      piacciano non me ne può fregare di
      meno!
      Questa per me è libertà! Libertà di decidere IO
      ciò che
      scelgo.
      Viene molto prima della libertà del software. E'
      la libertà delle persone, oggetto misterioso di
      cui Stallman ignora
      l'esistenza.se fosse per M$ o apple non avresti libertà di scelta; inoltre M$ e apple possono importi qualunque cosa vista la loro potenza commerciale mentre Stallaman al massimo di da del pigro (cosa della quale te ne puoi fregare), niente di più.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma che pigro!
        A me va benissimo scegliere fra Mac e Windows.
        • alisa scrive:
          Re: Ma che pigro!
          - Scritto da: Ekleptical
          A me va benissimo scegliere fra Mac e Windows.E chi se ne frega, il mondo è un pò piu grande di "te".
          • No Fanatismo scrive:
            Re: Ma che pigro!
            - Scritto da: alisa
            - Scritto da: Ekleptical

            A me va benissimo scegliere fra Mac e Windows.

            E chi se ne frega, il mondo è un pò piu grande di
            "te".Frase inutile e qualunquista. Ha ragione ecleptical, invece: le libertà sul copyright vengono di gran lunga dietro altre libertà. Per stallman no, ma è un caso patologico.
    • Barbonz scrive:
      Re: Ma che pigro!
      - Scritto da: Ekleptical
      Io non sono pigro. Io Windows lo scelgo, idem per
      il Mac OS X. Che a te ed ai tuoi accoliti non
      piacciano non me ne può fregare di
      meno!
      Questa per me è libertà! Libertà di decidere IO
      ciò che
      scelgo.il punto è che questa libertà la hai ora. perche c'è ancora qualcuno che sceglie diversamente da win o mac.
      Viene molto prima della libertà del software. E'
      la libertà delle persone, oggetto misterioso di
      cui Stallman ignora
      l'esistenza.come gia detto, questa libertà la hai ora. poi potresti avere ancora la libertà di scegliere, ma solo tra mac e win. e dopo solo mac o win. però avrai mantenuto la tua "libertà"
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma che pigro!
        - Scritto da: Barbonz

        Viene molto prima della libertà del software. E'

        la libertà delle persone, oggetto misterioso di

        cui Stallman ignora

        l'esistenza.
        come gia detto, questa libertà la hai ora. poi
        potresti avere ancora la libertà di scegliere, ma
        solo tra mac e win. e dopo solo mac o win. però
        avrai mantenuto la tua
        "libertà"Infatti. Perchè anche se ci fosse solo Microsoft, non mi cambierebbe di una virgola la vita!Neppure al 99% di voi.Pippe da nerd sfigati e disoccupati come RMS.
        • Pinguino Strafotten te scrive:
          Re: Ma che pigro!
          - Scritto da: Ekleptical
          - Scritto da: Barbonz



          Viene molto prima della libertà del software.
          E'


          la libertà delle persone, oggetto misterioso
          di


          cui Stallman ignora


          l'esistenza.

          come gia detto, questa libertà la hai ora. poi

          potresti avere ancora la libertà di scegliere,
          ma

          solo tra mac e win. e dopo solo mac o win. però

          avrai mantenuto la tua

          "libertà"

          Infatti. Perchè anche se ci fosse solo Microsoft,
          non mi cambierebbe di una virgola la
          vita!
          Neppure al 99% di voi.
          Pippe da nerd sfigati e disoccupati come RMS.E allora che te ne frega? E che gliene frega a Ballmer? Perché si scalda tanto contro Linux?
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ma che pigro!
            - Scritto da: Pinguino Strafotten te
            E allora che te ne frega? E che gliene frega a
            Ballmer? Perché si scalda tanto contro
            Linux?Personalmente? Perchè siete dei rompimaroni peggio dei Testimoni di Geova!
          • Pinguino Strafotten te scrive:
            Re: Ma che pigro!
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da: Pinguino Strafotten te


            E allora che te ne frega? E che gliene frega a

            Ballmer? Perché si scalda tanto contro

            Linux?

            Personalmente? Perchè siete dei rompimaroni
            peggio dei Testimoni di
            Geova!Ma ci facci il piacere, mica veniamo a suonarti alla porta alle nove meno un quarto della Domenica mattina a propagandare il Verbo del Dio Pinguino!
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ma che pigro!
            - Scritto da: Pinguino Strafotten te
            Ma ci facci il piacere, mica veniamo a suonarti
            alla porta alle nove meno un quarto della
            Domenica mattina a propagandare il Verbo del Dio
            Pinguino!No, venite solo a rompere i maroni su ogni Forum della Rete.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ma che pigro!
            guarda che questo e' una discussione tra free software e open source: sei tu che spacchi i maroni a gratis allora.
          • No Fanatismo scrive:
            Re: Ma che pigro!
            - Scritto da: Pinguino Strafotten te
            - Scritto da: Ekleptical

            - Scritto da: Pinguino Strafotten te




            E allora che te ne frega? E che gliene frega a


            Ballmer? Perché si scalda tanto contro


            Linux?



            Personalmente? Perchè siete dei rompimaroni

            peggio dei Testimoni di

            Geova!

            Ma ci facci il piacere, mica veniamo a suonarti
            alla porta alle nove meno un quarto della
            Domenica mattina a propagandare il Verbo del Dio
            Pinguino!Invece sì, andate a protestare dietro a governi, enti locali, aziende, utenti. Sempre e puntualmente contro la microsoft mistificando il free sw, facendo prima di tutto leva sul gratis. Vi conosco talmente bene che so perfettamente che smentirai tutto, compreso anche che rompete i c. ad aziende ed utenti con la sirena del gratis.
          • Pinguino Strafotten te scrive:
            Re: Ma che pigro!
            - Scritto da: No Fanatismo
            - Scritto da: Pinguino Strafotten te

            - Scritto da: Ekleptical


            - Scritto da: Pinguino Strafotten te






            E allora che te ne frega? E che gliene
            frega
            a



            Ballmer? Perché si scalda tanto contro



            Linux?





            Personalmente? Perchè siete dei rompimaroni


            peggio dei Testimoni di


            Geova!



            Ma ci facci il piacere, mica veniamo a suonarti

            alla porta alle nove meno un quarto della

            Domenica mattina a propagandare il Verbo del Dio

            Pinguino!

            Invece sì, andate a protestare dietro a governi,
            enti locali, aziende, utenti. Sempre e
            puntualmente contro la microsoft mistificando il
            free sw, facendo prima di tutto leva sul gratis.
            Vi conosco talmente bene che so perfettamente che
            smentirai tutto, compreso anche che rompete i c.
            ad aziende ed utenti con la sirena del
            gratis.Nessuno va a prendere gli utenti a forza per trascinarli nei LUG.Quanto a governi, aziende, enti locali, meno male, non vedo come potrebbe essere meglio se MS avesse un concorrente in meno, rispetto ai già pochi rimasti, a fare offerte e proposte.Come vedi non nego nulla tranne una palese stron§ata.
        • mr_setter scrive:
          Re: Ma che pigro!
          - Scritto da: Ekleptical
          Infatti. Perchè anche se ci fosse solo Microsoft,
          non mi cambierebbe di una virgola la
          vita!
          Neppure al 99% di voi.
          Pippe da nerd sfigati e disoccupati come RMS.Pensi di chiudere cosi' la tua carriera di Ekleptical o in futuro ci riserverai altre perle di questo tenore?!?LV&P O)
      • ... scrive:
        Re: Ma che pigro!

        il punto è che questa libertà la hai ora. perche
        c'è ancora qualcuno che sceglie diversamente da
        win o
        mac.Certo che la modestia non è proprio il vostro forte. Vi date così tanta importanza (se non ci fossimo noi...) da non rendervi minimamente conto di essere poco più di uno sputo rinsecchito sul grande muro del software globale.Esistono migliaia di kernel e quindi di sistemi operativi diversi al mondo e NESSUNO "vanta" una comunità di pianta grane come la vostra.
  • Ekleptical scrive:
    Ma va cagare
    Questa la mia risposta alla domanda di quel mentecatto di Stallman!Per quel che durerà prima della (giusta) censura di PI. Ma è quel che risponderei alla sua domanda se lo incontrassi (per carità).
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Ma va cagare

      Ma è quel che risponderei alla sua domanda
      se lo incontrassi (per
      carità).Io l'ho incontrato e posso dirti che non ho mai visto in vita mia una persona talmente profondamente appassionata e convinta delle sue idee. Certo, questa uscita anti-torvalds non piace neanche a me, in fondo Torvalds ha scritto un sistema operativo di successo, che ha sfondato anche grazie alla licenza, mentre Hurd è fermo da anni.Di sicuro non è un uomo di gran tatto, però guardiamo un attimo quello che è riuscito a realizzare da solo contro tutti e c'è da togliersi il cappello.TAD
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma va cagare
        - Scritto da: TADsince1995
        Io l'ho incontrato e posso dirti che non ho mai
        visto in vita mia una persona talmente
        profondamente appassionata e convinta delle sue
        idee.Lo sono anche Bin Laden o Ratzinger. E quindi?
  • re dei bingo bongo scrive:
    I DIKTAT DI STALLLMAN
    COME UN DITTATORE DELLE EPOCHE PASSATE O QUALCHE UOMO POLITOCO MOLTO PIU' RECENTE, IL FRATELLO SEGRETO DI CUGINO IT, EMANA LA SUA SENTENZA, IL SUO ORDINE DI OBBEDIENZA ASSOLUTA, PENA LA SCOMUNICA. non si e' mai visto una persona che con tale insolenza si azzardi a dire quello che giusto o sbagliato, ad una persona che non e' solo stata piu' abile di lui, ma che ha permesso ha stallmann di brillare di luce riflessa. Linus non ha quasi mai battuto ciclio, anzi ha sempre lavorato dietro le quinte evitando di fare lo zingaro in giro per il mondo a perdere tempo.linux deve avere la forza di salvarsi da se stesso....speriamo in redhat
    • nome e cognome scrive:
      Re: I DIKTAT DI STALLLMAN
      - Scritto da: re dei bingo bongo
      COME UN DITTATORE DELLE EPOCHE PASSATE O QUALCHE
      UOMO POLITOCO MOLTO PIU' RECENTE, IL FRATELLO
      SEGRETO DI CUGINO IT, EMANA LA SUA SENTENZA, IL
      SUO ORDINE DI OBBEDIENZA ASSOLUTA, PENA LA
      SCOMUNICA.Lol, almeno RMS non usa il caps lock :P
    • Mechano scrive:
      Re: I DIKTAT DI STALLLMAN
      Ma è stato Linus a scegliere la licenza GPL per il primo kernel.Ora Linus non sembra aver capito il pericolo degli accordi come quello di Micro$oft, Stallman sì, per cui Stallman sta dicendo di non seguire Linus o altri accordi o problemi coi brevetti si avranno in futuro con la GPL2.La GPL3 tra l'altro protegge dai, o mette paletti ai, detentori di brevetti sul software.I brevetti sul software sono una particolarità della legislazione USA che altrove non hanno valore.Quindi per il resto del mondo GPL2 o GPL3 non fa nessuna differenza a meno che non vogliano vendere in USA.In tal caso tali aziende o programmatori dovranno cedere insieme al software sotto GPL3 l'usufrutto dei propri brevetti su tecnologie usate in tali software registrati in USA.Ma chi si trova in queste condizioni?Per cui al di fuori degli USA dove sta tutta questa preoccupazione per la GPL3?
      • ... scrive:
        Re: I DIKTAT DI STALLLMAN
        Linux ha capito che non tutti coloro che sviluppano nel mondo open source lo fanno per hobby ma lo fanno di mestiere e dal momento che i primi non valgono i secondi in termini di capacità e tempo, lui non vuole perderseli per strada.
        • Mechano scrive:
          Re: I DIKTAT DI STALLLMAN
          Ma che vuol dire perderseli per strada?Linus ha il copyright del kernel, metterebbe sotto GPL3 solo il kernel e i driver liberi.Facendo così i distributori del kernel verrebbero a sottostare alla GPL3, quindi le aziende che lo impacchettano e lo vendono in confezioni a pagamento o con coupon come quelli che sta facendo Micro$oft vengono a cedere anche diritti su brevetti appartenenti a queste aziende e contenuti nel kernel.Se RedHat ha un brevetto su un servizio del kernel Linux e vende Linux in una sua pacchettizzazione, cede l'uso alla comunità opensource di quei brevetti rinunciando automaticamente alla rivalsa.Ciò non vale per tutti i clienti ma solo per le comunità opensource. RedHat mantiene i diritti su quei brevetti per le aziende che acquistano quella distribuzione che non possono sfruttare commercialmente i brevetti, ma solo configurarsi anche loro come sviluppatrici opensouce.
          • ... scrive:
            Re: I DIKTAT DI STALLLMAN
            Facile tirare in mezzo redhat che è già un'azienda del mondo open consapevole delle regole che le gravitano intorno. Ma cosa dire di tutte quelle compagnie che negli anni hanno assunto e danno lavoro a molti esponenti di spicco della comunità ?La GPL in tutte le sue forme non ha mai bloccato in toto la possibilità di generare introiti sui sorgenti. E' chiaro quindi le che varie aziende che negli anni hanno finanziato progetti open source (spesso assumendo programmatori open) lo hanno fatto non certo per spirito di mecenatismo e cercano in ogni modo di rifarsi delle spese che per loro sono investimenti non offerte a vuoto.Stallman adesso s'è svegliato ed ha deciso di mettere un freno a questo ma così facendo farà scappare queste compagnie e con loro fior di programmatori (sempre che non preferiscano gli ideali di Stallman a costo di finire in mezzo ad una strada).Se voleva veramente bloccare il mercato doveva dirlo fin dal principio. Patti chiari amicizia lunga. Doveva dirlo subito: nessuna forma di introito è concessa, diretta e/o indiretta. Chi investe soldi in un progetto sotto questa licenza lo fa per mecenatismo e per garantire uno sviluppo della cultura con relativa crescita di chi collabora.
    • mr_setter scrive:
      Re: I DIKTAT DI STALLLMAN
      - Scritto da: re dei bingo bongo
      COME UN DITTATORE DELLE EPOCHE PASSATE O QUALCHE
      UOMO POLITOCO MOLTO PIU' RECENTE, IL FRATELLO
      SEGRETO DI CUGINO IT, EMANA LA SUA SENTENZA, IL
      SUO ORDINE DI OBBEDIENZA ASSOLUTA, PENA LA
      SCOMUNICA.


      non si e' mai visto una persona che con tale
      insolenza si azzardi a dire quello che giusto o
      sbagliato, ad una persona che non e' solo stata
      piu' abile di lui, ma che ha permesso ha
      stallmann di brillare di luce riflessa. Linus non
      ha quasi mai battuto ciclio, anzi ha sempre
      lavorato dietro le quinte evitando di fare lo
      zingaro in giro per il mondo a perdere
      tempo.

      linux deve avere la forza di salvarsi da se
      stesso....speriamo in
      redhat Ma chi sei? Il cugino sgrammaticato di Ekleptical?!?LV&P O)
  • re dei bingo bongo scrive:
    GRILLO SE NE SBATTE DELLA GP3
    I PROBLEMI DEL PAESE SONO ALTRI, basti vedere le centinaia di migliaia di persone che sono accorse al vday solo per firmare un foglietto.QUESTE NON SONO PERSONE INFOGNATE DI COMPUTER, MA GRAZIE ALLA POTENZA DELLA RETE SONO STATE RAGGIUNTE DA UN MESSAGGIO CHE DIFFICILMENTE SAREBBE ARRIVATO TRAMITE CANALI UFFICIALI.UNA MAREA DI PERSONE PRONTA A DIFENDERE I PROPRI DIRITTI QUELLI VERI E NON PRESUNTI.quanta gente c'era in vece alla manifestazione a livello ERUPEO contro i brevetti?? ehm 50, 70, 200?LA INTERESSA A STALLMANN PERCHE' E' L'UNICA COSA CHE DA SENSO ALLA SFS, IL RESTO E' FUFFA.
    • Lillo scrive:
      Re: GRILLO SE NE SBATTE DELLA GP3
      Sei proprio il re dei bingo bongo non c'è dubbio...Come confrontare banane con cristalli di rocca.
  • Libertà scrive:
    Cosa intendo io per Libertà (IMHO)
    Secondo me quando si vuole creare un software libero non gli si deve dare alcuna licenza (o comunque una licenza che credo per adesso non esista). Se il software è libero una persona qualunque potrebbe prenderlo e guardarsi il sorgente solo per imparare un po' il linguaggio di programmazione con cui è stato scritto. Oppure prenderlo, fargli delle modifiche impressionanti, che alzano di moltissimo il livello del software stesso, non mettere nemmeno il suo nick all'interno del sorgente, e ridartelo, senza che ti chieda nulla.O ancora, prenderlo, cambiare una lettera, e rivenderlo a 1200. Inserire spyware e schifezze varie, chiudere il sorgente e rivenderlo, magari a 50.Secondo me se un software è libero CHIUNQUE deve poterci fare QUELLO CHE VUOLE.E per questo che secondo me i software davvero liberi sono davvero pochi.Un software libero non deve avere licenza. Tutto questo IMHO.
    • Mechano scrive:
      Re: Cosa intendo io per Libertà (IMHO)
      Gli intenti di Stallman erano quelli, e fino all'inizio degli anni '80 il metodo di distribuzione era quello.E siccome gli uomini non sono perfetti, non tutti sono educati, rispettano un'etica o sono bravi e buoni, si è reso conto che non avere un licenza era male.In pratica se un software è "libero" nel tuo modo di intenderlo, potrebbe anche morire dopo il primo passaggio quando qualcuno lo prenderà e lo chiuderà.Tutti avranno il solo sorgente originario ma non potranno avere le migliorie appotate dal più furbo che l'ha preso e lo ha chiuso.Se ci fai caso c'è una licenza di questo tipo, la BSD e la MIT perché sono licenze nate negli USA per il sistema accademico americano che prevede finanziamenti privati e gli interessi di questi privati a riprendersi e rivendere il frutto dei propri finanziamenti.La GPL obbligando chi riceve un software libero a rilasciarlo con le medesime libertà corregge quei difetti umani di egoismo, garantendo alla comunità di imparare gli uni dagli altri, e se non può farlo con l'etica e le buone intenzioni lo fa con l'obbligo legale di rispetto di un copyright.D'altronde il copyright è nato per questo no? E la GPL si basa sul comune copyright, nulla di trascendentale.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Cosa intendo io per Libertà (IMHO)
      La parte divertente e': prenderlo, chiuderlo con una licenza che ne vieti la copia, venderlo.Brillante!
      • Mechano scrive:
        Re: Cosa intendo io per Libertà (IMHO)
        Beh ma chi lo impedisce di fare ciò?Se un programmatore sceglie la GPL2 o 3 è perché trova accettabili tali condizioni.Tra l'altro la GPL non vieta quello che citi, ossia di prendere un software GPL fare un pacchettino colorato e venderlo. Se trovi chi te lo paga. E senza neppure riconoscere un centesimo all'autore originario.Ma l'autore originario o quelli che si sono susseguiti dopo di lui nelle modifiche,adottando la GPL, hanno acquisito un diritto e chi ha preso e venduto il software (sotto GPL) verso di loro ha un dovere. Questo diritto/dovere è quello di potere richiedere copia dei sorgenti della versione modificata e a pagamento.Non possono essere negati almeno agli autori originari o coloro che si sono susseguiti ed hanno apportato migliorie.Tutto qui! Non vedo quali stranezze o sotterfugi o obblighi nefasti ci trovate in questo...
      • nome e cognome scrive:
        Re: Cosa intendo io per Libertà (IMHO)
        hehe, prendere il codice, chiuderlo, venderlo.Leggiti l'eula di winzozz: tu non puoi rivendere il winzozz.software alla guazza: uno lo sottopone alla sua licenza restrittiva e neanche tu puoi piu' utilizzarlo.L'atra idea di prendere un SW, compilarlo e rivenderlo e' una tua allucinazione (peraltro illegale nel caso della gpl).
        • Libertà scrive:
          Re: Cosa intendo io per Libertà (IMHO)
          Forse non hai capito bene =/. (spero, altrimenti o sei un troll o hai qualche problema).Stavo dicendo, per l'appunto, che un software veramente libero, dovrebbe permettere anche queste cose. Come dici tu sia la licenza Microsoft, sia la gpl non lo permettono. Perciò non considero nessuno dei due software totalmente libero.Capito?
  • troll anarchico scrive:
    STALLMANN E' COME CORONA
    come da titolo
  • troll anarchico scrive:
    Se anche solo un lettore di PI....
    Leggendo i commenti, decida di lasciare perdere linux e andare dietro alle ragazze, posso dirmi soddisfatto.
    • A O scrive:
      Re: Se anche solo un lettore di PI....
      - Scritto da: troll anarchico
      Leggendo i commenti, decida di lasciare perdere
      linux e andare dietro alle ragazze, posso dirmi
      soddisfatto.ehehehh...concordo pienamente!!!
  • LINUX 4EVER scrive:
    Piccola riflessione
    ho aperto google, ho digitato i rispettivi nomi dei due personaggi, e ho chiesto rispettivamente:a chi dei due daresti un passaggio in auto?[img]http://tbn0.google.com/images?q=tbn:y0eUpvHfbq3DkM:http://www.hotlug.org/hotlug_images/torvalds.jpg[/img][img]http://tbn0.google.com/images?q=tbn:xckbhpmiJrViWM:http://www.t-6.it/blog/images/stallmann2.jpg[/img]evito di proporre i risultati perche' sarebberto troppo imbarazzanti per stallmann.L'immagnie data dai due personaggi e' esattamnte diversa, linus e' rassicurante e ha la faccia di chi c'e' l'ha fatta.stallmann e' viene accettato solo dalla sua comita' agli altri appare trasandato, poco professionale in pose ridicole e atteggiamenti imbarazzanti.Tralasciamo le foto in stile gesu con aureola, ma persino quelle in cui fuona un flauto davanti a un server?!?! oppure appare con le unghie incarnite dei piedi dietro a una libreria rotta, appoggiata a una parete con l'intonaco cadente....mente sana in corpo sano dicevano gli antichi romani...qui non c'e' nessuna delle due
    • A O scrive:
      Re: Piccola riflessione
      - Scritto da: LINUX 4EVER
      ho aperto google, ho digitato i rispettivi nomi
      dei due personaggi, e ho chiesto
      rispettivamente:

      a chi dei due daresti un passaggio in auto?
      [img]http://tbn0.google.com/images?q=tbn:y0eUpvHfb
      [img]http://tbn0.google.com/images?q=tbn:xckbhpmiJovvio!!!il secondo lo riconosco subito... e' il mitico stallman!!! gli do' un passaggio con gioia!!!il primo chi e'???... boh... dallo sguardo non mi sembra tanto in se'... col cavolo che gli do' un passaggio... magari mi violenta!!!
      evito di proporre i risultati perche' sarebberto
      troppo imbarazzanti per
      stallmann.bonta' tua...
      L'immagnie data dai due personaggi e' esattamnte
      diversa, linus e' rassicurante e ha la faccia di
      chi c'e' l'ha
      fatta.ah... beh... allora... un ottimo parametro di valutazione...se mi metto in giacca e cravatta mi affidi tutti i tuoi risparmi???
      stallmann e' viene accettato solo dalla sua
      comita' agli altri appare trasandato, poco
      professionale in pose ridicole e atteggiamenti
      imbarazzanti.si si... tipo ghandi??? einstain???
      Tralasciamo le foto in stile gesu con aureola, ma
      persino quelle in cui fuona un flauto davanti a
      un server?!?! oppure appare con le unghie
      incarnite dei piedi dietro a una libreria rotta,
      appoggiata a una parete con l'intonaco
      cadente....piu' o meno come einstain che fa le linguacce?
      mente sana in corpo sano dicevano gli antichi
      romani...qui non c'e' nessuna delle
      duequi dove? nel tuo post???concordo
      • troll anarchico scrive:
        Re: Piccola riflessione
        peccato che a einsten vengano intitolate strade, istituti, e' presente in tutti libri di storia oltre che nelle sue innumerevoli pubblicazioni. E' padre di una rivoluzione culturale nel mondo scienfifico che non puo' essere paragonabile neppure lontanamente alle quisquiglie burocratiche del barbone. Uno ha permesso di conoscere l'universo sotto una nuova prospettiva, l'altro invece e' un perfetto sconosiuto, e puo' vantarsi si e no di avere pubblicato qualche scritto formato topolino in carta economica con rilegatura sottile.
        • Robba scrive:
          Re: Piccola riflessione
          Bhe per essere uno sconosiuto un altro che gli darebbe un passaggio al mitico Stallman eccolo...E poi non ho mai creduto alla storiellina per cui cio che vedo è anche sostanza...Credo sia un modo di pensare superficiale, adatto alle persone che prima che essere, sembrano...
        • A O scrive:
          Re: Piccola riflessione
          - Scritto da: troll anarchico
          peccato che a einsten vengano intitolate strade,
          istituti, e' presente in tutti libri di storia
          oltre che nelle sue innumerevoli pubblicazioni.
          E' padre di una rivoluzione culturale nel mondo
          scienfifico che non puo' essere paragonabile
          neppure lontanamente alle quisquiglie
          burocratiche del barbone. Uno ha permesso di
          conoscere l'universo sotto una nuova prospettiva,
          l'altro invece e' un perfetto sconosiuto, e puo'
          vantarsi si e no di avere pubblicato qualche
          scritto formato topolino in carta economica con
          rilegatura
          sottile.Paccato pero' che l'autore del post (che sembreresti essere tu) valuti le persone in base all'apparenza, all'abito, alla barba fatta o non fatta, a quanto guadagna,...Questi sono i parametri di riferimento che TU adotti o condividi...Dunque... dato che stai qua a scrivere post con dei poveri deficienti come me anziche' guadagnare miliardi al giorno facendo una nuova rivoluzione culturale, mi viene da pensare: come valuti te stesso???????????????
          • troll anarchico scrive:
            Re: Piccola riflessione
            - Scritto da: A O
            - Scritto da: troll anarchico

            peccato che a einsten vengano intitolate strade,

            istituti, e' presente in tutti libri di storia

            oltre che nelle sue innumerevoli pubblicazioni.

            E' padre di una rivoluzione culturale nel mondo

            scienfifico che non puo' essere paragonabile

            neppure lontanamente alle quisquiglie

            burocratiche del barbone. Uno ha permesso di

            conoscere l'universo sotto una nuova
            prospettiva,

            l'altro invece e' un perfetto sconosiuto, e puo'

            vantarsi si e no di avere pubblicato qualche

            scritto formato topolino in carta economica con

            rilegatura

            sottile.

            Paccato pero' che l'autore del post (che
            sembreresti essere tu) valuti le persone in base
            all'apparenza, all'abito, alla barba fatta o non
            fatta, a quanto
            guadagna,...

            Questi sono i parametri di riferimento che TU
            adotti o
            condividi...

            Dunque... dato che stai qua a scrivere post con
            dei poveri deficienti come me anziche' guadagnare
            miliardi al giorno facendo una nuova rivoluzione
            culturale, mi viene da pensare:

            come valuti te stesso???????????????come mary poppins, praticamente perfetto sotto ogni aspetto
        • nome e cognome scrive:
          Re: Piccola riflessione
          Ma se e' un perfetto sconosciuto perche' tutto questo clamore?
        • ... scrive:
          Re: Piccola riflessione
          Einstein ha gettato basi pratiche per un altro secolo di innovazioni. Stallman al massimo ha gettato chiodi sulla strada che linux deve percorrere per diventare un vero concorrente al mondo closed.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Piccola riflessione
      Dovresti essere citato da wikipedia alla voce "giudicare dall'apparenza".Probabilmente al venerdi' sera dovresti caricarti una biondona tettuta, ma magari al lunedi' mattina se lavori nel campo dell'informatica potresti trovare interessante RMS :PMa per carita', sentiti libero di scegliere i tuoi collaboratori in base a lunghezza dei capelli, razza o sesso: i tuoi concorrenti ringraziano.
      • Greenu64 scrive:
        Re: Piccola riflessione
        - Scritto da: nome e cognome
        Ma per carita', sentiti libero di scegliere i
        tuoi collaboratori in base a lunghezza dei
        capelli, razza o sesso: i tuoi concorrenti
        ringraziano.Mitico! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Awesome scrive:
      Re: Piccola riflessione
      Io darei un passaggio al figlio dei fiori...chissà mi fa fare anche una cannetta, mentre parliamo della sua filosofia di vita....
      • Pinguino Strafotten te scrive:
        Re: Piccola riflessione
        - Scritto da: Awesome
        Io darei un passaggio al figlio dei
        fiori...chissà mi fa fare anche una cannetta,
        mentre parliamo della sua filosofia di
        vita....Magari però ti attacca anche le piattole... e poi non vedo perché Linus non dovrebbe avere con sé dell'erba migliore di quella di Stallman, che fai, giudichi dalle apparenze?
    • Alphonse Elric scrive:
      Re: Piccola riflessione
      [img]http://www.societacivile.it/img/foto/foto_berlusconi/palco.jpg[/img]Anche lui è rassicurante, non credi?[img]http://www.visindavefur.hi.is/myndir/gandhi.jpg[/img]Se non sapessi chi è e lo incontrassi ai bordi della strada di un quartiere povero, ti fermeresti per dargli un passaggio o gli urleresti "VAI A LAVORARE FANNULLONE!"?
  • allanon scrive:
    Stallman Vs Torvalds
    Sono anni che assistiamo a questo confronto, ma se nessuno dei due avesse pienamente ragione? Se ci fosse sia necessità della GPL3 per rispondere su un piano legale alle manovre di MS, che della GPL2 per creare un software per le cabine elettroniche di voto?Ognuna delle due licenze ha i suoi punti di forza (e di debolezza se è per questo) ma nessuno vieta la doppia licenza. Già ad oggi le distribuzioni di linux contengono mix di varie licenze (alcune anche proprietarie fra l'altro) eppure linux continua a godere di ottima salute. Se Stallman e Torvalds fossero sempre stati d'accordo su tutto avremmo forse davvero un linux "estremista", incapace di adattarsi tra esigenze diverse. Anche se si sbraitano addosso da una vita, Stallman e Torvalds incarnano le due anime di linux, quella pragmatica e quella idealista, entrambe necessarie al mondo linux.
    • Gnomo scrive:
      Re: Stallman Vs Torvalds
      - Scritto da: allanon
      Sono anni che assistiamo a questo confronto, ma
      se nessuno dei due avesse pienamente ragione?
      Mica inseguono entrambi lo stesso obiettivo. E' come paragonare le mele con lepere.Loro hanno fini diversi, Stallman vuole la libertà e non gli interessa che il software FREE sia il migliore o il più popolare del mondo, Linus invece vuole che Linux sia il miglior sistema operativo del mondo dal punto di vista tecnico e la libertà è solo un mezzo per arrivarci, anzi più che altro è una metodologia di sviluppo utile per lui.
    • ... scrive:
      Re: Stallman Vs Torvalds
      Ma come fai a rilasciare un software sotto doppia licenza quando le due licenze inevitabilmente finiscono per screditarsi a vicenda ?Chi avrebbe la precedenza ?
  • FSF?! scrive:
    Ignoranza, insensibilità o stupidità?
    Sono le domande che mi vengono alla mente quando leggo certi commenti.Stallman esprime il suo ideale di informatica libera e voi gli vomitate addosso inutili flame?Non avete mai usato un sistema gnu/linux in vita vostra e volete poter giudicare? Sinceramente, da un punto di vista informatico, mi sembra moooolto presuntuoso voler giudicare un qualcosa che non si conosce. Spesso e volentieri programmi free ed open mantenuti da "nerd brufolosi" ottengono risultati pari se non migliori delle alternative commerciali. Si tratta di visioni differenti, ma sta alle persone un minimo ragionevoli rispettarle. Per quanto riguarda i rischi derivanti da un cattivo utilizzo da parte di un'azienda (che, vi ricordo, pensa al fatturato) di codice Closed Source, non bisogna essere dei nerd o linuxiani convinti per rendersene conto. La libertà espressa da Stallman implica che voi possiate utilizzare i vostri Closed Source, ma non rompete i coglioni a invece un minimo di umanità e senso etico ce li ha, seppur trasposta nell'ambito meno tangibile della conoscenza ed esperienza umana.L'uomo ignorante sbraita ed ha paura, l'uomo saggio guarda e sorride.
    • mr_setter scrive:
      Re: Ignoranza, insensibilità o stupidità?
      - Scritto da: FSF?!
      Sono le domande che mi vengono alla mente quando
      leggo certi
      commenti.Come da oggetto: tutte e tre quelle citate!!!E citando la tua risposta: se volete usare software closed fatelo pure! L'importante e' NON ROMPERE I COGLIONI a chi invece vuole usare e pensare il software in tutt'altro modo...THX! (geek)LV&P O)
  • STALLMANN=S OMARO scrive:
    STALLMANN E' NESSUNO
    PER VENIRE A DIRE AGLI ALTRI QUELLO CHE DEVONO FARE SECONDO IL SUO IDEALE DI LIBERTA'....CHE FACCIA PURE LA SUA LOTTA CONTRO I MULINI A VENTO, NE USCIRA' SCONFITTO, TUTTLPIU' CHE LA SOCIETA' OPEN SOURCE ' DIVISA E PROBABILMENTE POCHI ESALTATI LO SEGUIRANNO.IL FATTO CHE LUI LAVORI SENZA ESSERE PAGATO, MA SOLO GRAZIE A OFFERTE IN STILE SUONATORE DEL METRO, O GRAZIE ALL'ASSISTENZIALISMO DEL MIT, E' UNA ALTRA COSA.nel mondo ci sono tantissime persone Valide, Oneste e capaci, e' giusto che siano premiate economicamente se non altro per la loro bravura. Fare affari con l'open source e' una cosa ottima, perche' permette di risolvere tantissimo problemi.Se qualcuno ci guadagna piu' di qualcun altro, benvenga. E' una ruota che gira. Il mondo e' pieno di inventori sfigati che sono stati incapaci di trasmettere le loro idee e arricchisrsi. Se stallmann si crede uno di quelli, ben venga. Non obblighi o insulti gli altri perche' volgiono essere puliti e magari avere una bella casa (nn come la sua che cade a pezzi)
  • MARMITTA PUZZOLENTE scrive:
    STALLMANN AL MERCATO
    COSA COMPRA STALLMANN PER NUTRIRSI? ENTRA DENTRO LE AZIENDE ALIMENTARI AD ISPEZIONARLE? SONO CHIUSE DA CANCELLI E MAGARI PROTETTE DA GUARDIE. NON CI PUO' ENTRARE, NEANCHE SE SI LAVASSE.IMMAGINO CHE QUINDI NON BEVA MAI COCA COLA, PETCHE' NON SI CONOSCE LA FORMULA, NON SI COMPRI MAI UNO SCAFFALE ALL'IKEA PERCHE' NON SA CON CHE TIPO DI COLLANTE E' TENUTO INSIEME IL TRUCIOLATO E MAGARI SI COSTRUISCE A MANO I VESTITI UN PO' COME FACEVA GANDHI....P A T E T I CO.PIU' DI LUI, SOLO CHI LO SEGUE.
    • Lillo scrive:
      Re: STALLMANN AL MERCATO
      Mah più puzzolente di lui ci sei di certo tu che continui a scrivere tutto maiuscolo infastidendo chi ti legge.Io le idee di Stallman le ho capite e le approvo in toto. È una persona lungimirante ed ha imparato a quale punto può spingersi la cattiveria e l'avarizia degli uomini. Per questo vuole porvi dei paletti.
      • MARMITTA PUZZOLENTE scrive:
        Re: STALLMANN AL MERCATO
        - Scritto da: Lillo
        Mah più puzzolente di lui ci sei di certo tu chelo spero mi chiamo appunto MARMITTA PUZZOLENTE.Se vuoi piegarti a 90 e mettere il tuo software sotto la gpl3, fai pure. Ma non venire a criticare o a farneticare le tue idee etiche sul kernel di linux. E' e rimarra' sempre gpl2. Fatevene una ragione, non potrete affossare il linux commerciale.
        • Mechano scrive:
          Re: STALLMANN AL MERCATO
          Scusa ma perché i programmatori dovrebbero mettersi a 90° con la GPL3?La GPL3 è nata per obbligare i detentori di brevetti sul software a cedere anche i loro brevetti nel momento in cui scrivono e/o distribuiscono software libero sotto GPL3.I brevetti sul software esistono solo in USA e pochissimi altri paesi.Per cui per un programmatore o un'azienda europea cosa cambia tra GPL2 e 3 dato che qui non esistono i brevetti sul software?
        • Greenu64 scrive:
          Re: STALLMANN AL MERCATO
          Premesso che la tua mi sa tanto di megatrollata, se uno decide VOLONTARIAMENTE di mettere il suo software sotto GPL3, significa per te piegarsi a 90°??? E' come dire che se uno va VOLONTARIAMENTE allo stadio a tifare per la sua squadra allora si piega a 90° soltanto perché ci rimette qualcosa (per esempio, il prezzo del biglietto). Con il tuo metro di giudizio, una persona non dovrebbe mai rimetterci soldi, per qualunque cosa, altrimenti ci saresti tu a strombazzargli dietro affermando che si è messo a 90°.P.S. Nessuno obbliga a usare software coperto da GPL3.
    • nome e cognome scrive:
      Re: STALLMANN AL MERCATO
      http://www.eatliver.com/img/2007/2101.jpg
  • tonzie scrive:
    Distribuzioni 100% free
    Scusate, ma io queste Ututo e gNewSense non le avevo mai sentite, ma mi pare strano che Debian non abbia un filone completamente free! Capisco le varie Redhat compliant, la suse, la mandrake e derivate, ma pensavo che le varie knoppix, gentoo etc derivassero almeno in origine da codice completamente free (che poi l'utente potesse installare pacchetto proprietari è un discorso differente è chiaro)!E mi pare ancor più strano che non siano menzionate né openBSD né freebsd...nemmeno loro 100% free??
    • simon e garfunkel scrive:
      Re: Distribuzioni 100% free

      E mi pare ancor più strano che non siano
      menzionate né openBSD né freebsd...nemmeno loro
      100%
      free??upppercarita' i *BSD hanno licenza BSD, non GPL.sandalo ammorbante ha deciso che la liberta' e' solo GPL, qualsiasi altra cosa e' da idioti.Tenetevelo stretto :D
      • nome e cognome scrive:
        Re: Distribuzioni 100% free
        - Scritto da: simon e garfunkel

        E mi pare ancor più strano che non siano

        menzionate né openBSD né freebsd...nemmeno loro

        100%

        free??

        upppercarita' i *BSD hanno licenza BSD, non GPL.

        sandalo ammorbante ha deciso che la liberta' e'
        solo GPL, qualsiasi altra cosa e' da
        idioti.Be' questa e' una cosa che gli metti in bocca tu,RMS non ha mai detto che chi usa altre licenze sia un idiota!Solo che per la sua idea di libero la BSD non e' sufficente,cosa sulla quala puoi non essere d'accordo ma da questo a mettergli in bocca 'sta roba.

        Tenetevelo stretto :DHehe, e' tipo un animaletto col pelo lungo che abbaia continuamente,non e' per tutti i giradini :P
        • simon e garfunkel scrive:
          Re: Distribuzioni 100% free
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: simon e garfunkel


          E mi pare ancor più strano che non siano


          menzionate né openBSD né freebsd...nemmeno
          loro


          100%


          free??



          upppercarita' i *BSD hanno licenza BSD, non GPL.



          sandalo ammorbante ha deciso che la liberta' e'

          solo GPL, qualsiasi altra cosa e' da

          idioti.
          Be' questa e' una cosa che gli metti in bocca tu,
          RMS non ha mai detto che chi usa altre licenze
          sia un
          idiota!http://www.pcworld.idg.com.au/index.php/id;211669437;pp;1Senza andare molto lontano, basta gia la GPLv2Torvalds says he rejects this goal; that's probably why he doesn't appreciate GPL version 3. I respect his right to express his views, even though I think they are foolish. However, if you don't want to lose your freedom, you had better not follow him.poi un po di: Software patents - in those countries foolish enough to authorize them (sono sempre licenze giusto ?)e poi dai .... un po pure per microsoft ... cosi' tanto per non smentirsi:Microsoft believes it is so powerful that it can design an incompatible format, create obstacles to its implementation by others, and pressure most users to switch to it. Do you think users are really as foolish as Microsoft predicts?ah gia ... dimenticavo ... ero io camuffato da stallman a fare questa intervista :-)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Distribuzioni 100% free
            LoLIo penso che il colore piu' bello sia il blue, chiunque puo' pensarla come vuole e di certo non gli daro fuoco se vestono di verde ma resta il fatto che se vuoi essere bello devi vestirti di blue.Ti vesti di verde? haha.Vuoi metterti a discutere?
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: Distribuzioni 100% free
            di come ti vuoi vestire tu a me importa sega.fatto sta che quelle cose le ha dette stallmancieo
          • nome e cognome scrive:
            Re: Distribuzioni 100% free
            Be' questa e' una cosa che gli metti in bocca tu,RMS non ha mai detto che chi usa altre licenze sia un idiota!
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: Distribuzioni 100% free
            ah vabbe' hai problemi con l'inglese. Bastava dirlo :-)
          • Per me scrive:
            Re: Distribuzioni 100% free
            Per me sei tu che hai problemi con il diritto, brevetti software != licenza ;)cieeeo!
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: Distribuzioni 100% free
            per me anche tu hai problemi con l'inglesericieeeeeoooo
  • Strappapanni scrive:
    Nuovo Messia
    Stallman vede molto lontano come tutti i visionari, ma sta combattendo una battaglia a favore di tutti (anche se non a nome di tutti) perché tutti trarranno beneficio dalle sue lotte. Il software sta diventando e sempre più sarà, l'ARIA che respiriamo.Per essere liberi di COMPRARE un software è necessario poterne avere uno gratuito.Fra dover comprare e poter comprare......c'è una gran differenza di euro ;-)Strappa
  • Manuele scrive:
    STALLMAN HAI ROTTO IL CASSO!
    NE ABBIAMO LE P____ PIENE DI TE E DEL TUO FANATISMO! MA VAI A FARTI CURARE E LAVATI! INTEGRALISTA DEL CAVOLO!
  • Alessandrox scrive:
    Facciamo un' ipotesi....
    premetto che io sono per la coesistenza di entrambi i tipi di Sw, Libero e Open e anzi persino il Closed...perche' la vera liberta' sta nella POSSIBILITA' DI SCELTA... PUNTO. Non solo nel campo dell' ICT ma in quello economico, politico e sociale, la SCELTA deve essere un PUNTO FERMO altrimenti si tratta di DITTATURA.Detto questo, riporto un affermazione di Stallman"Se si negano i valori della libertà e della solidarietà, e si apprezza soltanto software potente ed affidabile, si compie un errore terribile"E se per ipotesi (nemmeno tanto peregrina) il sw libero che si e' ideologicamente scelto risultasse inefficente magari con la presenza di una versione OPenSource tecnicamente piu' valida e se a causa di questo si producessero danni economici ad una ditta o delle inefficenze in un servizio pubblico o peggio ancora qualcuno ci rimettesse la PELLE?Siamo sempre sicuri della validita' dei valori di cui sopra per la discriminazione nelle scelte?Questo NON VUOL DIRE che il sw libero sia inefficente e che NOn esistano sw Open o Closed inefficenti, ne che la solidarieta' non sia un valore importante e' solo UN IPOTESI per costruire un possibile scenario reale... e per riflettere su cosa sia la Liberta'.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 settembre 2007 11.13-----------------------------------------------------------
    • Pietro scrive:
      Re: Facciamo un' ipotesi....
      Credo che Stalman volesse dire un'altra cosa.Credo intendesse dire che se ci si affida a GNU-Linux Free perché è un sw potente e affidabile ma se ne ignorano i valori, si commette un errore.Parafrasando:"Bisogna scegliere un sw free perché è potente, affidabile e porta con se valori di libertà e solidarietà."Non credo (spero) volesse dire che dovendo scegliere tra un sw potente e affidabile e uno che porta avanti valori di libertà e solidarietà, bisogna scegliere il secondo.Dopotutto è un "figlio dei fiori" non un cretino ...
      • Pietro scrive:
        Re: Facciamo un' ipotesi....
        Ho letto l'intervista in inglese e posso confermare quanto detto sopra.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Facciamo un' ipotesi....
          - Scritto da: Pietro
          Ho letto l'intervista in inglese e posso
          confermare quanto detto
          sopra.Stallman non lo dice apertamente, sta un po' sul vago ma lascia intendere che secondo lui sarebbe meglio seguire SOLO la strada del FreeSW... intanto loda le distro che NON inseriscono altro che SWL, in lui c'e' sicuramente una netta contrapposizione ideale tra il semplice OSS e il SWL che per ora NON ha trovato una contraposizione reale a livello di licenza ma che comunque si sta' gia' delineando con le differenze tra GPL2 e GPL3 e non e' detto che in futuro non si acuisca sempre di piu' con nuove formulazioni, la tendenza appare questa.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 settembre 2007 15.00-----------------------------------------------------------
    • Gnomo scrive:
      Re: Facciamo un' ipotesi....
      - Scritto da: Alessandrox
      premetto che io sono per la coesistenza di
      entrambi i tipi di Sw, Libero e OpenNon è che c'è il software open source e il software free source. Sono i movimenti che sono diversi non il software. Quello open source esalta la metodologia di sviluppo, quello free source la libertà insita nel software. Ma il software è lo stesso perché entrambi i movimenti usano le medesime licenze.Se ti va bene anche il software closed source, ti basta dire che sei per l'open source, perché il movimento open source non inorridisce se esso viene utilizzato o inserito in una distro.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Facciamo un' ipotesi....
        - Scritto da: Gnomo
        - Scritto da: Alessandrox

        premetto che io sono per la coesistenza di

        entrambi i tipi di Sw, Libero e Open
        Non è che c'è il software open source e il
        software free source. Sono i movimenti che sono
        diversi non il software. Quello open source
        esalta la metodologia di sviluppo, quello free
        source la libertà insita nel software.
        Ma il software è lo stesso perché entrambi i
        movimenti usano le medesime
        licenze.
        Se ti va bene anche il software closed source, ti
        basta dire che sei per l'open source, perché il
        movimento open source non inorridisce se esso
        viene utilizzato o inserito in una
        distro.ma a quanto pare la GPL3 e' troppo radicale, secondo torvalds e tutti quelli sulla sua linea di pensiero, per essere adattabile alla definizione di sw semplicemente Open... quindi gia' si stanno definendo 2 tipologie di licenze che rispondono a filosofie differenti e non e' detto che questa discriminante non sia destinata ad approfondirsi nel tempo.
      • ... scrive:
        Re: Facciamo un' ipotesi....
        Quello open source
        esalta la metodologia di sviluppo, quello free
        source la libertà insita nel software.Libertà insita nel software... MA PER FAVORE ! Stiamo parlando di bit, di IMPULSI ELETTRICI, di 1 e 0, acceso e spento!Quale cavolo di libertà ha un passaggio di elettroni ?Con la GPL 4 scopriremo che il software ha un'anima ?Il Software è uno strumento ed il suo utilizzo (quindi la sua esistenza) è strettamente legato alla sua capacità di svolgere meglio di un altro analogo il compito MATERIALE per il quale è stato pensato e creato.Nessuna ideologia, nessuna morale ! Ho A devo raggiungere B, quindi creo la funzione che mi permetterà di farlo e non me ne fregherà niente se questa avrà qualcosa perfino di metafisico al suo interno !Non gliel'ho previsto, quindi non gliel'ho creato, per cui non ce l'ha! Fine !E' ora di tornare con i piedi per terra.
  • Nome e Cognome scrive:
    Citazione
    "Combatterete per la libertà? Rifiuterete Windows e MacOS e altro software non libero e passerete a GNU/Linux? O sarete troppo pigri per farlo?"Frase da incorniciare!
    • ninjaverde scrive:
      Re: Citazione
      Dò il mio modesto parere sulla questione.Premetto di non essere un tecnico informatico, e chiedo scusa se magari inserisco qualche idea non troppo ortodossa.Secondo me è lecito che un programmatore crei un suo software e lo renda chiuso col suo Coprygth, sia che esso possa essere usabile su Windows su OSx o su Linux.Ma ovviamente si tratta di un prodotto che si presume rivolto ad una parte del pubblico che usa il computer e non rivolto che all'intera comuntà che usa un computer.Un altro discorso è un SO o un prodotto come Word che interessa a tutti gli utenti che hanno un computer a casa o al lavoro.Nel primo caso i potenziali utenti saranno magari qualche migliaio o giù di lì, nel secondo caso sono milioni.Nel primo caso è lecita una licenza un tantino restrittiva per salvaguardare il ritoro economico del lavoro creativo, nel secondo caso il ritorno economico può avere delle "vie" diverse come l'assistenza o la distribuzione dei manuali, ecc...Inoltre il SO dovrebbe di logica avere almeno la garanzia Open Souce, poichè un prodotto troppo "chiuso" mina implicitamente i diritti del cliente, o addirittura li viola nascostamente.Ritengo che la stategia di Microsoft non sia del tutto sbagliata se si limitasse ad un Coprigth che salvaguarda i guadagni di mercato, ma va oltre l'etica (del buon senso) quando introduce nel sistema dei files per spiare i suoi clienti o renda immodificabile per contratto le funzioni del Sistema stesso.
      • radafanas scrive:
        Re: Citazione
        Cavolo e' la cosa piu' sensata che e' letto..e da un non addetto ai lavori..
      • nome e cognome scrive:
        Re: Citazione
        - Scritto da: ninjaverde
        Dò il mio modesto parere sulla questione.
        Premetto di non essere un tecnico informatico, e
        chiedo scusa se magari inserisco qualche idea non
        troppo
        ortodossa.
        Secondo me è lecito che un programmatore crei un
        suo software e lo renda chiuso col suo Coprygth,
        sia che esso possa essere usabile su Windows su
        OSx o su
        Linux.
        Ma ovviamente si tratta di un prodotto che si
        presume rivolto ad una parte del pubblico che usa
        il computer e non rivolto che all'intera comuntà
        che usa un
        computer.
        Un altro discorso è un SO o un prodotto come
        Word che interessa a tutti gli utenti che hanno
        un computer a casa o al
        lavoro.Be' un SO e' un insieme di software, come fai a tirare una riga che valga per tutto?
        Nel primo caso i potenziali utenti saranno magari
        qualche migliaio o giù di lì, nel secondo caso
        sono
        milioni.
        Nel primo caso è lecita una licenza un tantino
        restrittiva per salvaguardare il ritoro economico
        del lavoro creativo, nel secondo caso il ritorno
        economico può avere delle "vie" diverse come
        l'assistenza o la distribuzione dei manuali,
        ecc...E' stato gia' detto che free = libero non gratis.L'idea e' di poter riutiulizzare il lavoro di altri,ovviaminte se devo scrivere un software specializzato che serve a un solo scopo te lo faccio pagare di piu.Motivo in piu' per avvalersi di codice libero in mododa cercare di limitare i costi e renderlo meno esclusivo.
        Inoltre il SO dovrebbe di logica avere almeno la
        garanzia Open Souce, poichè un prodotto troppo
        "chiuso" mina implicitamente i diritti del
        cliente, o addirittura li viola
        nascostamente.Questo potrebbe valere per qualunque altro software :P
        Ritengo che la stategia di Microsoft non sia del
        tutto sbagliata se si limitasse ad un Coprigth
        che salvaguarda i guadagni di mercato, ma va
        oltre l'etica (del buon senso) quando introduce
        nel sistema dei files per spiare i suoi clienti o
        renda immodificabile per contratto le funzioni
        del Sistema
        stesso.he.Vorresti una licenza che ti permetta di conoscere il software che usi e ti permetta di modificarlo. Perche' la cosa funzioni dovrebbe essere condivisibile: almeno se vuoi che piu' persone siano interessate a lavorarci.Non sei il primo a sentire queste esigenze, altri le hanno avuto e ci hanno ragionato per tot tempo ( questo non vuol dire che i risultati a cui sono arrivati siano buoni per tutti).
      • ... scrive:
        Re: Citazione
        Windows proprio immodificabile non è.Se cerchi trovi pieno di software che ne personalizzano menù e funzionalità. Poi per carità se non ti accontenti e pretendi di spulciare il kernel allora so fatti tuoi
        • ... scrive:
          Re: Citazione
          Si ma per togliere IE devi pregare in kiniaruandese stretto, e farlo tramite un software a pagamento, è questa la mia libertà?
          • ... scrive:
            Re: Citazione
            Infatti non ho detto che puoi/riesci a fare tutto.Comunque sempre meglio di chi installa da sorgenti e dopo può andare a caccia directory per directory a spazzolare la roba
        • ninjaverde scrive:
          Re: Citazione
          Non mi riferivo al Kernel, ma agli interrupts e alle allocazioni dell'HD. Il Kernel non c'entra.Con 98 si può agire sia sugli interrupts (01, 02, 03, 04, 05, 06, 07, 08, 09, 10, 11, 12, 13...) che allocare direttamente sull'HD poichè il filesystem win32 lo permette.Quindi non parlo di linguaggo ad alto livello ma di linguaggio macchina.O per meglio dire ogni allocazione è modificabile direttamente. Con le successive versioni non esiste più un editor in grado di farlo. Tipo editor esadecimale, ma in grado di allocare direttamente.
          • ninjaverde scrive:
            Re: Citazione
            DEBUG (non mi veniva il nome....)
          • ... scrive:
            Re: Citazione
            Quello che vuoi fare puzza vagamente di pericoloso per l'integrità dei dati. Dal momento che windows non è una magic box per smanettoni non vedo dove sta il problema se non puoi scriverti a mano i byte.
          • ninjaverde scrive:
            Re: Citazione
            Ho poverini i dati... e pensare che a volte se ne vanno via anche da soli... né? :(
          • ... scrive:
            Re: Citazione
            Se si rompe l'unità sulla quale sono memorizzati non c'è super os con super file system annesso che tenga
          • ninjaverde scrive:
            Re: Citazione
            Ma sembrate un pò i papà che fanno avvertimenti ai figioletti discoli.Se un programmatore ha saputo fare un software per andare a configurare la macchina a BASSO LIVELLO volete che non ne conosca i rischi?E' un pò come andare a dire ad un elettricista: "Ma stai attento che puoi prendere la corrente."Il fatto è che sia Windows che anche Linux nascondono certe "cose" di sistema, come se tutti si sentissero responsabili di eventuali errori di chi ha acquistato un computer e non vogliono permettergli di romperlo (la solita scusa) ma in realtà di usarlo a 360° o come meglio crede.Come dire che quando acquisto una bicicletta la devo usare unitamente ad un incudine, altrimenti c'è il rischio che pedalando troppo velocemente vado a sbattere contro un muro.Nessuno venderebbe biciclette a queste condizioni.Invece a quanto pare per i computer esistono consuetudini diverse. :s-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 settembre 2007 19.01-----------------------------------------------------------
          • ... scrive:
            Re: Citazione
            Se ti piace tanto la programmazione di basso livello torna al c64
          • ninjaverde scrive:
            Re: Citazione
            Certo.Anche senza la programmazione si può fare un computer, forse non lo sapevi?L'unico limite è che un computer non programmabile non è versatile, però su di un determinato compito va bennissimo, molto meglio dei super mega giocattoloni di oggi. Sopratutto non sono pieni di bachi, virus e troyate varie.E se si va avanti così il C64 diventerà un cimelio molto ricercato te lo assicuro!Col C64 potevi fare quello che volevi, vi era solo il limite di memoria e velocità. Ora devi fare quelo che vole la macchina. Tu usi il computer e gli obbedisci: è il computer che decide per te. Se a te (o voi) va bene così: siate felici. O)
      • mr_setter scrive:
        Re: Citazione
        - Scritto da: ninjaverde
        Ritengo che la stategia di Microsoft non sia del
        tutto sbagliata se si limitasse ad un Coprigth
        che salvaguarda i guadagni di mercato, ma va
        oltre l'etica (del buon senso) quando introduce
        nel sistema dei files per spiare i suoi clienti o
        renda immodificabile per contratto le funzioni
        del Sistema
        stesso.La stategia Microsoft di cui stai parlando non esiste proprio!! Nel senso che il SO di Redmond attuale (e valido anche per i precedenti SO) e' e rimane di tipo closed, da qualunque parte tu lo voglia vedere! Etica o non etica.LV&P O)
        • ninjaverde scrive:
          Re: Citazione
          Closed + closed ora più che mai!Visto che col Dos e con win fono al 98 si potevano esegiure codici macchina come il Debubg.....per lo meno funziona anche con XP o Vista, poichè la sostanza è sempre la stessa.Certe chiusure sono aggirabili come ben si sa... Tutt'al più possono essere "non legali" date le vessazioni contrattuali del prodotto....E come ben saprete anche un file come io.sys esite sebbene occultato no? Idem le prime tracce dell'HD fino alla 63.... quindi niente di nuovo sotto i "ponti".Del resto windows NT non è che il DOS 7 (ora XP o Vista).Direi piuttosto: closed = fumo.
  • libgra scrive:
    libero != gratis
    SOFTWARE LIBERO NON SIGNIFICA GRATIS!!!!!!!!!!!!Quando ve lo ficcherete in testa????????????In Italiano abbiamo due termini per distinguere i concetti diversamente dall'inglese ma voi ancora non l'avete capito. In inglese esiste solo la parola free e loro sanno distinguere. Non è una questione di soldi ne di filosofia. Si parla di libertà di utilizzo del software. Il concetto è questo: se io acquisto un software devo poterne usufruire in tutti i modi che desidero, ed in questo caso non si parla solo di open source, ma anche di avere possibilità di fare copie, di modificarlo e di redistribuirlo senza oneri. Ci siamo intesi o continuerete con quste chiacchiere inutili?
    • radafanas scrive:
      Re: libero != gratis
      "No e' una questione di soldi".. ma comunque alla fin fine lo e'"..ne di filosofia".. appunto.. "si parla di liberta' di utilizzo del software" ..e cos'e' questa?
      • libgra scrive:
        Re: libero != gratis

        "No e' una questione di soldi".. ma comunque alla fin fine lo e'Posso vendere un software se non ho concorrenti a quanto mi pare se è il migliore sul mercato (nei limiti del possibile). Questo non significa che il software deve essere utilizzato nei modi decisi dal venditore. Una volta che l'ho pagato posso farne ciò che voglio (nei limiti del possibile).
        "..ne di filosofia".. appunto.. "si parla di liberta' di utilizzo del software" ..e cos'e' questa?Libertà in questo caso è in senso lato, perchè non è che un software libero mi faccia sentire veramente libero (che filosofia è, il softwarismo ;-))!! Ripeto, è una questione di poter utilizzare un software come qualsiasi altro oggetto concreto. Per esempio, se io vendo un cucchiaio non è che ci scrivo sopra "se usi questo cucchiaio per scopi diversi dal prendere cibo e portarlo alla bocca ti denuncio per violazione del copyright per l'utilizzo dei cucchiai". Il software deve essere trattato come qualsiasi altro oggetto concreto (e questo dovrebbe valere anche per l'hardware).
    • ... scrive:
      Re: libero != gratis
      No infatti e chi l'ha detto. Software libero significa programmi volontariamente limitati (nel mondo closed si chiamano demo ed onestamente viene fatto notare) ed incasinati per spingere l'imbecille che crede di fare l'affarone a chiedere assistenza e personalizzazioni (parola gentile per dire "fammi funzionare sto por.. come un software serio"), entrambe fatte pagare in proporzione più della già esistente e collaudata soluzione commerciale closed.
  • nellogala scrive:
    Cassio!
    CI DIMENTICHIAMO SEMPRE:1) Linus Torwalds fa pubblic relation per ms....2) Stallman ha creato il mondo free software (free=libero)Windows gratuito?Che avete pezzottato il codice?Andiamo!Stallman lo capisco e vi assicuro che non è cambiato di una virgola da quando faceva il cracker negli anni setanta al mit, dovemise in tilt il sistema dell'uni!W STALLMAN, ce ne fossero come lui, ms noin ci osserverebbe!!Linux non è creatura di torwalds lui creò solo un kernel che non faceva niente e lo mise sui server ftp per farlo modificare....
  • simon e garfunkel scrive:
    si ma come campa
    Questo personaggio CAMPA di free software ?NOAllora che taccia per sempre
    • maramao scrive:
      Re: si ma come campa
      - Scritto da: simon e garfunkel
      Questo personaggio CAMPA di free software ?

      NO

      Allora che taccia per sempreSI è la risposta giusta invece.Sei tu che devi tacere per sempre.Capisci a me' ;)
      • simon e garfunkel scrive:
        Re: si ma come campa
        - Scritto da: maramao
        - Scritto da: simon e garfunkel

        Questo personaggio CAMPA di free software ?



        NO



        Allora che taccia per sempre


        SI è la risposta giusta invece.

        Sei tu che devi tacere per sempre.

        Capisci a me' ;)La risposta e' NO, lui campa facendo il clown, non il programmatore di free-software.
        • Gone scrive:
          Re: si ma come campa
          - Scritto da: simon e garfunkel
          - Scritto da: maramao

          - Scritto da: simon e garfunkel


          Questo personaggio CAMPA di free software ?





          NO





          Allora che taccia per sempre





          SI è la risposta giusta invece.



          Sei tu che devi tacere per sempre.



          Capisci a me' ;)

          La risposta e' NO, lui campa facendo il clown,
          non il programmatore di
          free-software.ha una cattedrà all'università che non riscalda mai per via dei pellegrinaggi e delle gite che si può permettere con le migliaia di dollari al mese di stipendio che lo stato americano gli passa
          • Ekleptical scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Gone
            ha una cattedrà all'università che non riscalda
            mai per via dei pellegrinaggi e delle gite che si
            può permettere con le migliaia di dollari al mese
            di stipendio che lo stato americano gli
            passaDa Wikipedia risulta che la cattedra è senza paga! Praticamente è pro forma, per farlo contento e toglierselo dai maroni, visto che ha fatto (letteralmente) lo squatter abusivo lì per anni.Viaggia, se la tira con la cattedra (fittizia) e va in giro per il mondo a dir panzane. Così non gli tocca vederlo più da quelle parti.
          • sparati ekcleptica l scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da: Gone


            ha una cattedrà all'università che non riscalda

            mai per via dei pellegrinaggi e delle gite che
            si

            può permettere con le migliaia di dollari al
            mese

            di stipendio che lo stato americano gli

            passa

            Da Wikipedia risulta che la cattedra è senza
            paga! Praticamente è pro forma, per farlo
            contento e toglierselo dai maroni, visto che ha
            fatto (letteralmente) lo squatter abusivo lì per
            anni.
            Viaggia, se la tira con la cattedra (fittizia) e
            va in giro per il mondo a dir panzane. Così non
            gli tocca vederlo più da quelle
            parti.e tu che fai, parli a vanvera qui su punto informatico da una vita!Di informatica non sai nulla e lo hai provato piu' volte, dici ca**te da bar dello sport, per darti tono, ma quando ti rispondono il piu' delle volte ti prendono per il sedere.Sei un losah
          • No Fanatismo scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: sparati ekcleptica l

            Da Wikipedia risulta che la cattedra è senza

            paga! Praticamente è pro forma[CUT]
            e tu che fai, parli a vanvera qui su punto
            informatico da una
            vita!
            Di informatica non sai nulla e lo hai provato
            piu' volte, dici ca**te da bar dello sport, per
            darti tono, ma quando ti rispondono il piu' delle
            volte ti prendono per il
            sedere.
            Sei un losahO lo smentisci oppure il tuo commento vale 0.
          • mr_setter scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Ekleptical
            Da Wikipedia risulta che la cattedra è senza
            paga! Praticamente è pro forma, per farlo
            contento e toglierselo dai maroni, visto che ha
            fatto (letteralmente) lo squatter abusivo lì per
            anni.Da quale Wiki scusa?http://en.wikipedia.org/wiki/Richard_StallmanQuello klingoniano?!? (anonimo)(anonimo)(anonimo)LV&P O)
    • ecc scrive:
      Re: si ma come campa
      sembri il signor Sandalo che non accetta critiche da chi non ha almeno ucciso od usato una chiave inglese durante il 68.Ottima argomentazione.Secondo molti in effetti la forza delle idee sottosta' all'individuo che le sforna.Per le opere di letteratura/sociologia non e' cosi', per fortuna.Le idee di alcuni autori sono sopravissute alle meschinita' degli autori stessi.Per quanto si possa identificare nella persona di Stallmann molte delle bassezze umane, il volergli tappare la bocca per le sue meschinita' e' degno si un illiberale d'ogni epoca e fazione.
      • simon e garfunkel scrive:
        Re: si ma come campa
        Senti, io se faccio il programmatore come lavoro, desidererei camparci (campare e NON sopravvivere). Posso fare questo col modello offerto da stallman ?NOFine del discorso
        • tizio_incog nito scrive:
          Re: si ma come campa
          Infatti chi sviluppa free software ha di solito un lavoro normale, e nel tempo libero si dedica al software libero. Un volontario dei vigili del fuoco o della protezione civile pensi che ci campi con quel lavoro??
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa


            Un volontario dei vigili del fuoco o della
            protezione civile pensi che ci campi con quel
            lavoro??Ma che discorso e' ?Io voglio veramente abbracciare il free software, e lo voglio fare come lavoro, non come hobby.E in maniera equivalente a qualsiasi altro lavoro che si rispetti, pretendo una remunerazione adeguata.Se lui (stallman) non campa di quello che va propinando, allora per me lui e il free software si possono pure buttare a mare
        • Mechano scrive:
          Re: si ma come campa
          Io ci riesco tu perché no?Ho messo un software opensource su internet ed entro 5 giorni ho avuto una commessa da 300 euro al giorno da un cliente che voleva una cosa particolare, non ha voluto comprarlo, e nemmeno personalizzato, ha voluto insegnato come era fatto per personalizzarselo da solo.Una cosa unica mai vista in ambito closed source.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Mechano
            Io ci riesco tu perché no?

            Ho messo un software opensource su internet ed
            entro 5 giorni ho avuto una commessa da 300 eurolink ?
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            http://www.mechanicamente.itSi chiama Rendy è un sistema di time tracking che segue le linee guida del sistema qualità ISO900x.
          • radafanas scrive:
            Re: si ma come campa
            si ma ti sei fatto pagare come consulente.. perche' non chiediamo ai tuoi clienti se sono contenti adesso che hai messo un programma fatto per loro, gratis su internet (magari con qualche piccola modifica)
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Ma la GPL lo permette e loro lo sanno.A loro interessava essere indipendenti. Cioè non comprare un software chiuso che fa solo certe cose. E neppure pagare continuamente per modifiche da richiedere espressamente. Loro volevano una base coi sorgenti e fatta formazione sul framework usato e sulle funzionalità in modo da poterselo modificare come desiderano in totale autonomia. È una cosa pressocché inesistente col software tradizionale.Ho fatto formazione a due ragazzi per alcune giornate. Sono contentissimi ed hanno pagato sull'unghia addirittura alcune giornate anticipate.
          • radafanas scrive:
            Re: si ma come campa
            io parlavo dei clienti a cui l'ha venduto o fatto prima di metterlo opensource, fai finta di non capire?!?
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            No l'ho progettato proprio con l'intento di metterlo opensource. Non ne ho venduto nessuna copia così, solo uno personalizzato ad hoc.Chi se lo sa installare me lo chiede a titolo gratuito e se l'installa. Chi non ci riesce mi chiama e gli faccio un pacchetto unico di installazione e formazione all'uso.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Mechano
            http://www.mechanicamente.it
            per ricevere gli archivi dei sorgenti contatta l'autore; Perche' non c'e' il link diretto al sorgente ?
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            C'è scritto no? Devi contattare l'autore... Ti chiedo un paio di informazioni sul tuo nome e l'azienda per cui lavori e poi te li do gratuitamente.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Mechano
            C'è scritto no? Devi contattare l'autore... Ti
            chiedo un paio di informazioni sul tuo nome e
            l'azienda per cui lavori e poi te li do
            gratuitamente.ah quindi e' un gpl a simpatia
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Scusa ma la GPL non dice niente né sul prezzo né sulla metodologia di distribuzione.Chiedere alcune informazioni mi serve per tenere traccia di quante copie rilascio e dove vanno a finire.Se non ti sta bene non me lo chiedere.Non è un software per la grande distribuzione, è un gestionale di nicchia.
        • nome e cognome scrive:
          Re: si ma come campa
          Ma perche' non puoi?Io pago le tasse ergo guadagno, e rilascio tutto sotto gpl.
        • Tuxer scrive:
          Re: si ma come campa
          - Scritto da: simon e garfunkel
          Senti, io se faccio il programmatore come lavoro,
          desidererei camparci (campare e NON
          sopravvivere).


          Posso fare questo col modello offerto da stallman
          ?
          NO

          [....]Sbagli per la seconda volta la risposta. Diabolico!La risposta giusta è SI!!Saluti ;)
        • guarda meglio scrive:
          Re: si ma come campa
          Dovresti documentarti meglio in italia ci sono molte realtà che vivono grazie al free software ed altrettanti programmatori che vivono senza problemi... semplicemente bisogna essere un pò + bravi...cerca su internet e vedrai... magari se mandi il cv e sei all'altezza ti assumono pure... riaperto il discorso. :-)
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            vengono pagati per i servizi, non per il software.aoh proprio non glie la fate eh ? :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: si ma come campa
            Amico i miei clienti mi pagano per il software che scrivo
    • Pietro scrive:
      Re: si ma come campa
      Questo è un dubbio che mi assilla da quando conosco il mondo del free/open/gnu.Sicuramente molti sviluppatori free/open/gnu programmano per passione ma credo che se fosse solo questo non esisterebbero le decine di versioni di gnu/linux e di software liberi (anche molto-molto complessi). Deve esistere una struttura o un gruppo di persone che tenga le redini lavorandoci a tempo pieno.Al che mi sono sempre chiesto come fanno a vivere (dubito li mantenga tutti Stalman).Tuttosommato l'idea di creare un sw da distribuire liberamente (senza quindi la "rogna" di cercare chi lo compra, trattare il prezzo, dimostrare che il tuo sw è meglio di quello del concorrente nonostante le sue chiacchere) e riuscire a guadagnare abbastanza da vivere dignitosamente mi alletta parecchio.
      • radafanas scrive:
        Re: si ma come campa
        ti spiego:per quanto riguarda il software LIBERO: la maggior parte degli sviluppatori riutilizza codice sviluppato per progetti pagati..per quanto riguarda il softaware GRATIS: ..altri (pochi) creano una versione free MOLTO limitata (a volte con codice open) e vendono le versioni estese (estensioni non open ;) - ..e magari quando il programma diventa abbastanza utilizzato non trovi piu' neanche la versione free)Io il mio software me lo faccio pagare finche' non andro' al supermercato o far benzina gratis.
        • krane scrive:
          Re: si ma come campa
          - Scritto da: radafanas
          ti spiego: per quanto riguarda il software LIBERO: la
          maggior parte degli sviluppatori riutilizza codice
          sviluppato per progetti pagati..
          per quanto riguarda il softaware GRATIS: ..altri (pochi)
          creano una versione free MOLTO limitata (a volte con
          codice open) e vendono le versioni estese (estensioni
          non open ;) - ..e magari quando il programma diventa
          abbastanza utilizzato non trovi piu' neanche la versione
          free)
          Io il mio software me lo faccio pagare finche' non andro'
          al supermercato o far benzina gratis.Bhe, se il tuo software, costruito da uno staff preparato e con a disposizione risorse aziendali, vale di piu' di quello che puo' scrivere un hobbista la sera direi che sei a cavallo.
          • radafanas scrive:
            Re: si ma come campa
            Sicuramente vale di piu', non vedo cosa c'entra!! il problema e' che il software fatto da staff preparato e con risorse (e quindi pagato da qualcuno), poi finisce opensource.. mentre l'hobbista che arriva a casa e si mette a scrivere codice da zero non esiste.. a meno che non sia programmatore ma a quel punto dubito un po' sul software prodotto..
          • krane scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: radafanas
            Sicuramente vale di piu', non vedo cosa c'entra!!E allora di che ti preoccupi ???Molti (cosidetti) professionisti passano il tempo a lamentarsi della "concorrenza" del software libero, ma evidentemente non e' il tuo caso.
            il problema e' che il software fatto da staff preparato
            e con risorse (e quindi pagato da qualcuno), poi finisce
            opensource.. Di che stai parlando ?
            mentre l'hobbista che arriva a casa e si mette a
            scrivere codice da zero non esiste.. a meno che non sia
            programmatore ma a quel punto dubito un po' sul software
            prodotto..Sai quanti programmatori e ingegneri del software conosco che lo fanno ? Tanti...
        • Mechano scrive:
          Re: si ma come campa
          Scusa ma che ne sai tu? Hai idea di quanto è grande il mondo? Di che condizioni socio-economiche ci sono localmente in altri stati e paesi?Per esempio la Antitachyon è un'azienda austriaca che ha il suo Linux (SOL - Server Oprimized Linux) che installa in numerose aziende. Se lo sono costruito loro lo vendono, lo mantengono. Se può esserti utile anche te lo puoi scaricare e farci quello che vuoi.Poi ci sono persone che hanno lavori diversi, magari come sistemista, ma che sono al 40-50% anche programmatori ma il loro lavoro non è programmare. Questi vivono e guadagnano facendo i sistemisti, ma nel tempo libero o anche al lavoro durante il monitoraggio aprono Eclipse e partecipano a progetti open.Per non parlare di quei ragionieri o architetti programmatori che guadagnano da attività diverse ma nel tempo libero programmano in progetti open.Che fai li vuoi stanare uno per uno e sparargli perché minano il tuo lavoro di programmatore closed?
          • radafanas scrive:
            Re: si ma come campa
            Ma lo vedi ce pian piano ci arrivi.. alcuni "al lavoro" aprono eclipse..e per piacere non mettermi un ragioniere programmatore vicino ad un architetto programmatore.. e soprattuto la qualita' del codice scritto dal primo.. lolComunque, l'azienda austriaca la metti sotto che categoria la metti? secondo te sarebbe daccordo con Stallman?
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            E perché la Antitachyon non dovrebbe essere d'accordo con Stallman? Per un'azienda europea GPL2 o GPL3 non fa nessuna differenza perché in Europa i brevetti sofware non esistono...
      • nome e cognome scrive:
        Re: si ma come campa
        Il “Software Libero” è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis”. (NdT: il termine “free” in inglese significa sia gratuito che libero).
        • simon e garfunkel scrive:
          Re: si ma come campa
          ancora co sta tiritera del free as in beer ?Io voglio un esempio pratico di come fare a _VIVERE BENE_ sviluppando software GPL.Se non me lo da stallman che e' il capo di tutto l'ambaradan .... che credibilita' vuoi che abbia una cosa del genere ?Stallman me la mena con le 4 liberta' e le caramelle e patapim e patapam .... ma io in banca cosa ci vado a mettere a fine mese ?Red Hat per esempio, pur sviluppando col modello GPL, i binari se li fa pagare profumatamente. Quindi se vuoi il sorgente te lo prendi da ftp.redhat.com, se vuoi i precompilati e l'assistenza e le certifiche, allora PAGHI.Ecco io vorrei che Stallman a parte le stronzate della cattedrale e del bazar e del sandalo al titanato di bario , nei suoi interventi indicasse qualcosa di pratico per poter vivere bene di software gpl
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Veramente la RedHat Enterprise in versione compilata esiste, una si chiama CentOS l'altra non ricordo ma è pressocché identica a questa.Mancano solo assistenza e altri servizi ed eventuali programmi proprietari di controllo, diagnostica, ecc.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Mechano
            Veramente la RedHat Enterprise in versione
            compilata esiste, una si chiama CentOS l'altra
            non ricordo ma è pressocché identica a
            questa.

            Mancano solo assistenza e altri servizi ed
            eventuali programmi proprietari di controllo,
            diagnostica,
            ecc.Nessun programma proprietario di controllo.Tutto il codice sorgente di red hat e' rilasciato sotto gpl ed e' disponibileper il download via ftp, senza dover rendere conto a nessuno dellapropria identita' e del posto in cui si lavora, al seguente indirizzo:ftp.redhat.com:pub/redhat/linux/enterprise
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Ma ognuno è libero di distribuire il software come meglio crede...Quando apri una busta M$ o premi il tasto F8 alla EULA devi sottostare ad una marea di condizioni...E fino a qualche anno fa ti era pure vietata l'esportazione di determinati software fuori dagli USA per via degli algoritmi di crittazione usati.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            e questo cosa c'entra ?Chi se ne frega di MSIo so solo che non ho libero accesso al tuo codice, in quanto subordinato alla sottomissione dei miei dati personali.Ed e' la prima volta che mi capita di dover sottostare a queste "condizioni" per avere un software "libero"Mi informero' meglio e poi ti lascero' un commento (anonimo ovviamente) sul tuo sitoCiao ciao
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            E chi se ne frega?Avrei potuto chiederti soldi per il software pur essendo libero, non te li chiedo, ma voglio sapere chi sei e cosa ne farai. Consideralo una specie di pagamento... La privacy la rispetto secondo la legge non mandandoti pubblicità e menate varie. Voglio solo tenere traccia di chi usa il mio software... Se non ti sta bene non lo usare, scegline un altro.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa

            sapere chi sei e cosa ne farai.allora non e' software libero.Tientelo stretto
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Sei stato tu a volere il link salvo poi lamentarti perché non te lo puoi scaricare...Qualcuno ti aveva forse fatto credere che libero == completamente gratuito?Essendo un prodotto di nicchia c'è il manuale, te lo guardi, se ti serve o ti potrebbe servire con qualche miglioria, allora ci si mette d'accordo per fartelo avere, sia a titolo gratuito se sai installartelo, che dietro compensi se vuoi un qualche servizio correlato...Io ti ho dimostrato vari modi in cui si può distribuire in GPL con o senza compensi.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            Non e' GPL, io con il software gpl ci posso fare quello che voglio senza dare conto a nessuno.-------Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1). L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.bla bla ..che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3). L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.Essere liberi di fare queste cose significa (tra l'altro) che non bisogna chiedere o pagare nessun permesso.------Io per avere il "tuo" programma ti devo chiedere il permesso e ti devo spiegare cosa me ne devo fare.Non e' GPL
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Libertà di studiare come funziona il programma e
            adattarlo alle proprie necessità (libertà 1).E dopo che lo avrai avuto avrai tutte le libertà di cui sopra.
            L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.Ma infatti basta chiedermelo e ti saranno dati i sorgenti. Quindi avrai pieno accesso al codice sorgente.
            Essere liberi di fare queste cose significa (tra
            l'altro) che non bisogna chiedere o pagare nessun
            permesso.
            ------Questo non è vero. La GPL non dice assolutamente che non devi chiedere e/o pagare per avere il software.Dice che non devi chidere e o pagare ulteriormente per avere il diritto di copia, modifica o rivendita.
            Io per avere il "tuo" programma ti devo chiedere
            il permesso e ti devo spiegare cosa me ne devo
            fare.

            Non e' GPLAssolutamente falso, perché i diritti che acquisisci con la GPL io te li garantisco.Nel mio caso il software non è compilato (è in PHP) per cui non ti sto dando freeware il compilato e chiedendo soldi o informazioni per avere i sorgenti dato che il programma corrisponde ai sorgenti.Semplicemente voglio alcune informazioni prima di darti tutto il programma/sorgente, da quel momento acquisisci tutti i diritti e doveri della licenza GPL, non uno di meno.Tu chiedi, rispondi ad un questionario (chi sei, in che zona vivi e dove/per chi lavori) ed avrai il programma in GPL (con i tuoi diritti e doveri come da licenza) senza pagare.È il metodo di distribuzione diverso, e ciò non preclude la possibilità di essere in GPL. C'è chi lo mette su Internet in un sito ftp anonimo, chi obbliga ad una registrazione, chi lo include in pacchetti, CD, distribuzioni, ed io lo consegno come allegato email dopo aver risposto ad un questionario. Avrei potuto mettere il questionario direttamente online e obbligarti a rispondere prima di accedere al link per il download. Ho preferito così perché non ho migliaia di download al giorno.Per cui ritenta, sarai più fortunato...
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            la gpl parla di liberta ..... non di "liberta dopo che...."
          • Ekleptical scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: simon e garfunkel
            la gpl parla di liberta ..... non di "liberta
            dopo
            che...."La libertà è di re-distribuire. L'autore può distribuire (originariamente) come cavolo gli pare! Anche perchè la licenza la accetti tu utente, non ha nessun valore per l'autore!Tu autore puoi anche rilasciare un prodotto sotto GPL e poi ripensarci cambiando licenza come ti pare e piace (vedi il PHP).
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da: simon e garfunkel

            la gpl parla di liberta ..... non di "liberta

            dopo

            che...."

            La libertà è di re-distribuire. L'autore può
            distribuire (originariamente) come cavolo gli
            pare! Anche perchè la licenza la accetti tu
            utente, non ha nessun valore per
            l'autore!

            Tu autore puoi anche rilasciare un prodotto sotto
            GPL e poi ripensarci cambiando licenza come ti
            pare e piace (vedi il
            PHP).http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.htmlThe freedom to run the program means the freedom for any kind of person or organization to use it on any kind of computer system, for any kind of overall job and purpose, without being required to communicate about it with the developer or any other specific entity. Cosa non vi e' chiaro di questa frase ?"without being required to communicate about it with the developer or any other specific entity"
          • Mechano scrive:
            Re: si ma come campa
            Dopo che l'avrai ottenuto.Siccome io l'autore sono anche il distributore, lo distribuisco come meglio credo ed in questo caso lo cedo solo dopo la risposta ad un questionario. Dopo potrai redistribuirlo, modificarlo o accartocciarlo per fumartelo senza che io ne sia avvisato...Se tu lo redistribuisci non devi avvisare l'autore, e chi lo prende da te non deve avvisare l'autore.Ma finché sono io il distributore lo distribuisco alle mie condizioni. Questo non ha a che fare con la GPL ma sul mio metodo di distribuzione.Anche Tucows o altri archivi di shareware/freeware/opensource ti obbligano ad alcune fasi di registrazione e questionari a cui rispondere (anche almeno l'indirizzo email) per poter scaricare software.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            vabbe' non ti e' chiaro l'inglese.
          • krane scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: simon e garfunkel
            ancora co sta tiritera del free as in beer ?
            Io voglio un esempio pratico di come fare a
            _VIVERE BENE_ sviluppando software GPL.E io voglio che stallman si faccia un sacco di soldi con le conferenze e poi me li dia.
            Se non me lo da stallman che e' il capo di tutto
            l'ambaradan .... che credibilita' vuoi che abbia
            una cosa del genere ?Ma cosa pretendi La ricetta del Business Definitivo ???Spiacente non esiste: e se eistesse sarebbe gia' esaurita perche' ci si ficchierebbero tutti.In compenso tra i mille modi che ci sono per far soldi onestamente c'e' anche una certa Red Hat che tanto male non se la passa.Poi se tu non sei in grado di vedere i business che si possono fare utilizzando gli strumenti free che stallman e altri ci mettono a disposizione... Bhe spiace, nessuno deve per forza capire tutto di economia.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            Appunto per questo non vado alle conferenze di stallman, ma sto attento a quello che fa red hat :-)
          • nome e cognome scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: simon e garfunkel
            ancora co sta tiritera del free as in beer ?

            Io voglio un esempio pratico di come fare a
            _VIVERE BENE_ sviluppando software
            GPL.che vuoi una copia del mio 740?La gente mi chiede del software, io lo scrivo, loro mi pagano.Mi chiedono altro software, reciclo, mi faccio pagare la roba nuova.Faccio assistenza, mi pagano.Faccio formazione, mi pagano.Faccio consulenza, mi pagano.Ad agosto faccio la dichiarazione dei redditi... Io cosi' ci vivo.
          • simon e garfunkel scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: simon e garfunkel

            ancora co sta tiritera del free as in beer ?



            Io voglio un esempio pratico di come fare a

            _VIVERE BENE_ sviluppando software

            GPL.
            che vuoi una copia del mio 740?

            La gente mi chiede del software, io lo scrivo,
            loro mi
            pagano.
            Mi chiedono altro software, reciclo, mi faccio
            pagare la roba
            nuova.Tutto gpl liberamente scaricabile ? o fai come quello sopra che vuoi i miei datipersonali ?
            Faccio assistenza, mi pagano.che c'entra con lo sviluppo del free software ?una sega
            Faccio formazione, mi pagano.che c'entra con lo sviluppo del free software ?una sega
            Faccio consulenza, mi pagano.che c'entra con lo sviluppo del free software ?una sega.
          • nome e cognome scrive:
            Re: si ma come campa
            amico ma ci fai o ci sei?
          • Uby scrive:
            Re: si ma come campa
            - Scritto da: simon e garfunkel


            Faccio assistenza, mi pagano.

            che c'entra con lo sviluppo del free software ?
            una segaSe fa assistenza su un software free c'entra e come!

            Faccio formazione, mi pagano.
            che c'entra con lo sviluppo del free software ?
            una segaSe fa formazione su come usare/sviluppare un software free c'entra e come!

            Faccio consulenza, mi pagano.
            che c'entra con lo sviluppo del free software ?
            una sega.Se fa consulenza su un software free c'entra e come!Se tutte queste cose sono dovute ad software free sviluppato e permettono di "campare" ecco il tuo tanto agognato esempio pratico :)
    • ... scrive:
      Re: si ma come campa
      Questo campa di trasferte come un santone qualunque. Un'altra zecca della società che lavora.
    • mr_setter scrive:
      Re: si ma come campa
      - Scritto da: simon e garfunkel
      Questo personaggio CAMPA di free software ?In realta' lui si guadagna da vivere facendo il ghost-writer per Mitch Bainwol...capito che razza di volpe e' RMS?!?http://en.wikipedia.org/wiki/Mitch_BainwolLV&P O)
  • il gelato che uccide scrive:
    Re: Correggetemi se sbaglio
    Accidenti per metà eri andato così bene ... poi ti sei rovinato sul finale.In realtà ci sono 3 personaggi che hanno contribuito alla nascita di Linux :-RMS-Linus-Il professor Tanembaum e tutti e tre da buoni accademici non hanno fatto altro che litigare fin dall'inizio.Quelli che però hanno permesso a Linux di diventare quello che è ora, non sono nè barbapapà, nè il ragioniere, nè il professore ... sono due tizi in giacca e cravatta (o come si usa in america T-Shirt e scarpe del tennis) dai nomi di Bob Young e Marc Ewing ... e ci metterei pure Bill Gates che ha continuato a menarcela coi 16 bit fino al 2001.
  • Mimmus scrive:
    Perchè tutti questi discorsi?
    ... tanto Windows è gratis.Questa è la risposta che sento sempre dal 90% delle persone.Ma vi rendete conto???
    • misterdougl as scrive:
      Re: Perchè tutti questi discorsi?
      - Scritto da: Mimmus
      ... tanto Windows è gratis.
      Questa è la risposta che sento sempre dal 90%
      delle
      persone.
      Ma vi rendete conto???Mi rendo conto che frequenti gentaglia..
  • Tuxer scrive:
    Grande!!
    ...Come sempre.Finalmente non se ne stà li fermo a prendersi le critiche di quell'"Ingrato" di Torvalds.
  • my name scrive:
    NON AVETE CAPITO NULLA!
    Ma qualcuno di voi che scrive i post per offendere Stallman ha mai usato Linux?No dico, avete solo provato a scrivere una relazione per il vostro ufficio o un curriculum vitae senza un editor di testo efficiente come MS Word o OpenOffice Write?Probabilmente no! ma quanti soldi avete speso per acquistare Word o Write?Nulla vero? Certo il primo è craccato, fuori legge, rubato, ma il secondo è gratis, grazie alla filosofia del software libero.Write lo si può usare pure su windows, benissimo! Ma quanti altri software dobbiamo acquistare a suon di centinaia di euro solo per essere utilizzati alcune ore, magari per la preparazione di un esame universitario oppure quanti ne dobbiamo scaricare fuori legge, carccati?Windows è comodo, molto comodo, ma senza i programmi craccati?Mah...forse voi siete tutti ricchi, giustamente vi interessa solo usare il software senza capire perchè la maggior parte delle volte non fa quello che voi vorreste, però c'è qualcuno con la barba lunga come grandi cantautori e cantanti lirici Italiani, che ha pensato bene di offrirci un'alternativa al software "non-studiabile" e a pagamento.Tutti vogliamo la vita facile e comoda è questo è un diritto, ma abbiamo anche il diritto di sapere e conoscere quello che stiamo facendo e soprattutto come lo stiamo facendo.Vi ricordo che tempo fa si venne a sapere che i documenti Word contenevano parti di testo cancellato che si poteva riesumare contro la volontà di chi aveva redatto il documento.E soprattutto io non mi fido molto di chi mi dice che pensa a tutto senza darmi la possibilità, in qualunque momento, di verificare quello che sta facendo.Io non sono un accanito sostenitore della GPL o CC o Copyright, ma sò solo che voglio avere la possibilità di sapere quali dati invia il mio pc insieme alle e-mail, cosa mette dentro i miei documenti e non voglio che qualcuno mi faccia firmare una licenza (di qualunque tipo sia, free o no) in cui solo dopo aver acquistato il software dichiaro di volere che qualcuno entri nel mio sistema a sua discrezione...In sostanza dovremmo poter scegliere se comprare un pc con Sistema Operativo (e scegliere anche quale) oppure senza (poichè ne abbiamo uno vecchio in casa).Andate ad acquistare un portatile con Vista per vedere se poi riuscite a trovare i driver per installare il vostro vecchio XP (pagato col vecchio pc)?Se poi a qualcuno non piace Stallman, liberissimo di dirlo e di farlo, ma non ci metta in mezzo la FSF.ciao
  • Nabla scrive:
    Siete liberi di fare quel che VOGLIO...
    ...e poi criticate tanto MS con le sue azioni da monopolista.Procedure legali e proteste a non finire perchè MS integra IE e WMP nel -SUO- OS....poi i soliti anti-MS applaudono a Stallman che vuole condizionare TUTTO il mondo dell'OS e può farlo perchè sviluppa il compilatore.Pazienza avesse compilatore, kernel e la distibuzione più in voga (tanto per paragonarlo a MS) ma RMS ha solo il compilatore e un kernel azzoppato... è pazzescoNabla
    • Paolino scrive:
      Re: Siete liberi di fare quel che VOGLIO...
      - Scritto da: Nabla
      ...e poi criticate tanto MS con le sue azioni da
      monopolista.Ti ha imposto forse qualche costrizione?Sei liberissimo di usare quello che ti pare...Ma forse se non ci arrivi da solo e' inutile spiegartelo[cut]
      • ... scrive:
        Re: Siete liberi di fare quel che VOGLIO...
        Secondo lui (Stallman) no.Di quello che è solo uno strumento per fare dei conti, ne ha fatto una questione di fede e pretende che gli altri facciano altrettanto.Certi atteggiamenti gli fanno meritare lo stesso muro al quale dovrebbero essere messi tutti i fanatici religiosi del pianeta.
        • painlord2k scrive:
          Re: Siete liberi di fare quel che VOGLIO...
          Sei libero di usare qualsiasi altro SO, applicativo o altro che ti pare. Stallman o chi usa la GPL non ti costringe ad usare il suo software. Ma se lo usi, allora rispetti le regole che ha posto per usarlo. Lo stesso vale per Microsoft e per tutti gli altri.Le uniche libertà che mi toglie la GPL è di non poter fruttare gratis il lavoro altrui.
    • Albino Gento scrive:
      Re: Siete liberi di fare quel che VOGLIO...
      - Scritto da: Nabla
      ...poi i soliti anti-MS applaudono a Stallman che
      vuole condizionare TUTTO il mondo dell'OS e può
      farlo perchè sviluppa il
      compilatore.Si, certo. Esiste solo il gcc per te?E poi basta prendere la descrizione del linguaggio, darla in pasto a un generatore di parser, e il compilatore te lo fai da solo.Parlare con questi toni senza cognizione di causa sarebbe meglio lo facessi al bar.
  • Lettore moderato scrive:
    SONO ANNI CHE LEGGO P.I.
    E ogni sera mi rendo conto che questo è il forum italiano con la massima concentrazione di TROLL. E sempre le stesse diatribe e che diamine mai niente di costruttivo, solo scontri.
    • nome e cognome scrive:
      Re: SONO ANNI CHE LEGGO P.I.
      Che dire: ci sono altri spazi per discussioni pacate e costruttive...Prendi PI per quello che e': CAPS LOCK INSERITO E DUKE NUKEN FOREVER!!!1!
    • Oscar scrive:
      Re: SONO ANNI CHE LEGGO P.I.
      - Scritto da: Lettore moderato
      E sempre le stesse diatribe e che diamine mai
      niente di costruttivo, solo
      scontri.Crea un sito con una moderazione che faccia nascere critiche costruttive e ci vengo subito.Qui è troppo anarchico.
  • stallshit scrive:
    ECCO COSA SUCCEDE A NON LAVARSI
    NASCONO I VERMI NEL CERVELLO E NON TI FANNO PIU' PENSARE
    • nome e cognome scrive:
      Re: ECCO COSA SUCCEDE A NON LAVARSI
      http://www.joppeluiten.nl/banghead1.jpg
    • Lynos Torovoltos scrive:
      Re: ECCO COSA SUCCEDE A NON LAVARSI
      - Scritto da: stallshit
      NASCONO I VERMI NEL CERVELLO E NON TI FANNO PIU'
      PENSARESì, però vedessi come ci crescono bene i gerani...
  • Mitchel scrive:
    Re: Correggetemi se sbaglio
    - Scritto da: Jack Falco
    Ora però mi chiedo: mettiamo che si faccia lo
    scisma del software, e linus e richard si
    sbattano le porte in faccia a vicenda: cosa
    succederebbe? Ma che discorsi infantili. Quali porte in faccia si devono sbattere? Poi che palle questi discorsi dove VOI mettete parole in bocca a personaggi che MAI le hanno dette. Cosa ne sai tu di cosa pensava Linus Torvalds? Hai poteri soprannaturali? Leggi nel pensiero delle persone? Perché non vai a leggere i tarocchi in tv?Ripeto: quali porte in faccia si devono sbattere? Uno lavora a un kernel con una licenza, l'altro manda avanti la FSF spingere il software libero. Due persone diverse con obiettivi diversi. Il fatto che a uno dei due non piaccia la GPL3 si è capito, l'ha detto, però ha anche aggiunto che se ci fossero le condizioni (Solaris sotto GPL3) potrebbe anche cambiare idea, quindi non si è fossilizzato sulle sue idee. Ma finitela di costruirci i vostri castelli di rabbia. Andate a leggervi i gossip, a parlare dell'eredità di Pavarotti. E' roba perfetta per voi!
    • Linus scrive:
      Re: Correggetemi se sbaglio
      Solaris sotto GPL3 era solo una battuta.E' più probabile vedere Windows Vista sotto quella licenza.
  • CSOE scrive:
    Meglio programmatori liberi
    Che software libero.Chi sviluppa software non butti via il proprio lavoro, non regali la propria professionalità a chi vuol liberare un software !!??! http://blog.libero.it/CSOE/PS: Stallman non deve aver proprio digerito il fatto che Linus sia riuscito dove lui aveva fallito (scrivere un kernel).
    • nome e cognome scrive:
      Re: Meglio programmatori liberi
      Oh certo, infatti si e' sbattuto a scrivere una licenza per il riutilizzo del codice e non contento ha scritto compilatori e editor che potessero usare altri...
    • Optimus scrive:
      Re: Meglio programmatori liberi
      - Scritto da: CSOE
      Che software libero.

      Chi sviluppa software non butti via il proprio
      lavoro, non regali la propria professionalità a
      chi vuol liberare un software !!??!



      http://blog.libero.it/CSOE/

      PS: Stallman non deve aver proprio digerito il
      fatto che Linus sia riuscito dove lui aveva
      fallito (scrivere un
      kernel).già ma che software libero, sarebbe bello almeno avere la coerenza di non affidarsi a tecnologie che si osteggiano
  • stallshit scrive:
    IL KARAKIRI DI STALLMANN
    QUALCUNO PUO' DARE CONSIGLI AL BARBONE, SU COME USARE IN MODO PRODUTTIVO E UTILE ALL'UMANITA' L'ATTREZZO CHE HA IN MANO....http://www.gnu.org/people/jag/rms-with-katana/100_0034.jpg
    • nome e cognome scrive:
      Re: IL KARAKIRI DI STALLMANN
      Lol, segare gli ethernet dei troll?
    • Lynos Torovoltos scrive:
      Re: IL KARAKIRI DI STALLMANN
      - Scritto da: stallshit
      QUALCUNO PUO' DARE CONSIGLI AL BARBONE, SU COME
      USARE IN MODO PRODUTTIVO E UTILE ALL'UMANITA'
      L'ATTREZZO CHE HA IN
      MANO....

      http://www.gnu.org/people/jag/rms-with-katana/100_Azz... ma è rachitico, o sotto i capelli c'è meno testa di quel che sembra?
  • Gian1970 scrive:
    Sinceramente...
    non c'ho capito una fava...Ok, libero, open source...ma dare una spigazione un pelo piu approfondita, no?Poi mi continuava a cadere l'occhio sulla foto e non riuscivo a prendere seriamente il discorso...
  • Interessant e scrive:
    GPL3 nuovo testo, vecchi problemi
    http://www.ictlex.net/index.php/2007/08/02/gpl-3-nuova-licenza-vecchi-problemi/
  • invidia scrive:
    PARLIAMO DI HURD ALLORA
    SE STALLMANN VUOLE TANTO LA GPL3 IN LINUX, ALLORA SI LAVI, SI TAGLI I CAPELLI, SI COMPRI UN VESTITO NUOVO E INIZI A LAVORARE SUL SERIO SU HURD.SI E' SEMPRE BRAVI A VOLERE DIRE AGLI ALTRI QUELLO CHE DEVONO FARE.
    • No Fanatismo scrive:
      Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
      QUOTISSIMO- Scritto da: invidia
      SE STALLMANN VUOLE TANTO LA GPL3 IN LINUX, ALLORA
      SI LAVI, SI TAGLI I CAPELLI, SI COMPRI UN VESTITO
      NUOVO E INIZI A LAVORARE SUL SERIO SU
      HURD.
      SI E' SEMPRE BRAVI A VOLERE DIRE AGLI ALTRI
      QUELLO CHE DEVONO
      FARE.
    • nome e cognome scrive:
      Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
      Interessante: si potrebbe togliere gente dalle gcc e dalle gnu utils per metterle a lavorare su hurd o su qualche altro kernel...Ma che cagate: se c'e' qualcuno che non deve dimostrare di saper scrivere del codice e RMS!
      • No Fanatismo scrive:
        Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
        - Scritto da: nome e cognome
        Interessante: si potrebbe togliere gente dalle
        gcc e dalle gnu utils per metterle a lavorare su
        hurd o su qualche altro
        kernel...
        Non mi risulta che Stallman sia un capo d'azienda.
        • nome e cognome scrive:
          Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
          Dho, questo e' il motivo per cui Linux ha avuto successo rispetto a HURD.
          • No Fanatismo scrive:
            Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
            - Scritto da: nome e cognome
            Dho, questo e' il motivo per cui Linux ha avuto
            successo rispetto a
            HURD.Stallman non può spostare programmatori che non ha assunto. Chiaro il concetto?
          • nome e cognome scrive:
            Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
            Il concetto era gia' chiaro :PSe vuoi te lo parafraso in modo che ti sia piu' comprensibile.Invece che usare il kernel di Linux che funziona bene ed e' sotto GPL si dovrebbe redirigere gli sforzi della FSF (che e' una fondazione con dipendenti / collaboratori) dai progetti che segue, mantiene e sviluppa (compresa la sezione legale) per dedicarsi a sviluppare HURD?Hurd al momento e' quello che serve che sia: una alternativa latente.
          • No Fanatismo scrive:
            Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
            Che sposti pure la gente che paga per programmare, cioè due gatti. I rimanenti programmatori se vogliono lo seguono, altrimenti no. E non dipende dalla volontà di Stallman.- Scritto da: nome e cognome
            Il concetto era gia' chiaro :P
            Se vuoi te lo parafraso in modo che ti sia piu'
            comprensibile.

            Invece che usare il kernel di Linux che funziona
            bene ed e' sotto GPL si dovrebbe redirigere gli
            sforzi della FSF (che e' una fondazione con
            dipendenti / collaboratori) dai progetti che
            segue, mantiene e sviluppa (compresa la sezione
            legale) per dedicarsi a sviluppare
            HURD?

            Hurd al momento e' quello che serve che sia: una
            alternativa
            latente.
          • nome e cognome scrive:
            Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
            Perso.Il topic, secondo il parent, e' che RMS si dovrebbe scrivere un kernel, e io cercavo di dire che non e' una priorita'.
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
      - Scritto da: invidia
      SE STALLMANN VUOLE TANTO LA GPL3 IN LINUX, ALLORA
      SI LAVI, SI TAGLI I CAPELLI, SI COMPRI UN VESTITO
      NUOVO E INIZI A LAVORARE SUL SERIO SU
      HURD.
      SI E' SEMPRE BRAVI A VOLERE DIRE AGLI ALTRI
      QUELLO CHE DEVONO
      FARE.No, scusa, ma... http://tinyurl.com/35hjf (cylon)
    • Categorico scrive:
      Re: PARLIAMO DI HURD ALLORA
      - Scritto da: invidia
      SE STALLMANN VUOLE TANTO LA GPL3 IN LINUX, ALLORA
      SI LAVI, SI TAGLI I CAPELLI, SI COMPRI UN VESTITO
      NUOVO E INIZI A LAVORARE SUL SERIO SU
      HURD.
      SI E' SEMPRE BRAVI A VOLERE DIRE AGLI ALTRI
      QUELLO CHE DEVONO
      FARE.No, no, no!!!!!Se lavi Stallman, perde i superpoteri! :o :| :s O) :p :D
  • nome e cognome scrive:
    Gia ce ne eravamo accorti
    Dopo in casotto con bitkeeper http://en.wikipedia.org/wiki/BitKeeper#License_concerns e le varie sparate di Linus c'eravamp gia' fatti un'idea su quanto Linus avesse poca attitudine verso il software libero.Per carita': gran sviluppatore, ottimo project leader, persona pratica e sempre disponibile alla discussione. Ma per quanto riguarda le licenze software lasciamo che sia la free software foundation a dare l'intonazione!E si', il motivo per cui Linux ha avuto tanto successo (oltre agli strumenti software realizzati dalla FSF e da RMS in primis) tra gli sviluppatori e' la licenza GPL. Linus continua ad avere difficolta' con questo dinamica.
    • Edgar scrive:
      Re: Gia ce ne eravamo accorti
      - Scritto da: nome e cognome

      E si', il motivo per cui Linux ha avuto tanto
      successo (oltre agli strumenti software
      realizzati dalla FSF e da RMS in primis) tra gli
      sviluppatori e' la licenza GPL. Linus continua ad
      avere difficolta' con questo
      dinamica.Linus ha sempre detto che la GPL2 è un'ottima licenza, quindi non è così tonto da non arrivare a capire che il successo di Linux dipende anche da essa.Questo non vuol dire che tutte le licenze FSF siano perfette, non è sceso Mosè con le tavole e sopra c'era la GPL3. Lo dirà il tempo se è una buona licenza.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Gia ce ne eravamo accorti
        - Scritto da: Edgar
        - Scritto da: nome e cognome


        E si', il motivo per cui Linux ha avuto tanto

        successo (oltre agli strumenti software

        realizzati dalla FSF e da RMS in primis) tra gli

        sviluppatori e' la licenza GPL. Linus continua
        ad

        avere difficolta' con questo

        dinamica.

        Linus ha sempre detto che la GPL2 è un'ottima
        licenza, quindi non è così tonto da non arrivare
        a capire che il successo di Linux dipende anche
        da
        essa.Linus tende a dimenticare che lo scopo della GPL (compresa la V2) e' rendere fattibile il software liber, e non far si che il progetto Linux possa girare anche sui tostapane magari a scapito delle features a cui mira la GPL (che sono ben chiare sul sito della FSF).
        Questo non vuol dire che tutte le licenze FSF
        siano perfette, non è sceso Mosè con le tavole e
        sopra c'era la GPL3. Su questo hai assolutamente ragione.Pero' la GPL3 non e' caduta dal celo ne e' un parto della mente di RMS. A parte i miglioramenti di interoperativita' con altre licenze e il miglioramento di quei passaggi della licenza che hanno dimostrato qualche limite nel corso del tempo, i cambiamenti 'anti tivo' che tanto non piacciano a Linus sono la conseguenza dell'adattamento della visione della GPL alle attuali tecnologie.
        Lo dirà il tempo se è una
        buona
        licenza.Certamente, ma diamo atto alla FSF per non essersi seduta sugli allori. Con la attuale tendenza alla diffusione di DRM e tecnologie varie per limitare l'uso dell'hardware da parte degli utenti sono personalmente concorde con la dorezione presa dalla FSF.
    • xpippolox scrive:
      Re: Gia ce ne eravamo accorti
      - Scritto da: nome e cognome
      Dopo in casotto con bitkeeper
      http://en.wikipedia.org/wiki/BitKeeper#License_con

      Per carita': gran sviluppatore, ottimo project
      leader, persona pratica e sempre disponibile alla
      discussione. Ma per quanto riguarda le licenze
      software lasciamo che sia la free software
      foundation a dare
      l'intonazione!

      E si', il motivo per cui Linux ha avuto tanto
      successo (oltre agli strumenti software
      realizzati dalla FSF e da RMS in primis) tra gli
      sviluppatori e' la licenza GPL. Linus continua ad
      avere difficolta' con questo
      dinamica.dicimao pure che pochi amano linux perchè sanno come funziona il kernel, ma moltissimi amano linux perchè è libero.Penso che se da un giorno ci sarà un kernel libero che darà più sicurezza di linux riguardo al suo rimanere libero, beh.. molta gente potrebbe non accorgrsene nemmeno (eheh forse se ne accorgerà quando non va + nulla :D era un disorso "fantascientifico" ovviamente)
    • Linus scrive:
      Re: Gia ce ne eravamo accorti
      Se volete tanto il software libero, cominciate a far funzionare quella minchiata di HURD.O sperate che lo faccia Chavez per voi?
      • Santone (in realtà il mio cane) scrive:
        Re: Gia ce ne eravamo accorti
        - Scritto da: Linus
        Se volete tanto il software libero, cominciate a
        far funzionare quella minchiata di
        HURD.
        O sperate che lo faccia Chavez per voi?Facilissimo, dichiara per decreto presidenziale che HURD funziona, come ha fatto per il fuso orario. Bananas , frambuesas, a cenar con ChavezQuién cena con Chavez(doppia cit. :p)
    • Pinguino Strafotten te scrive:
      Re: Gia ce ne eravamo accorti
      Un importante motivo per cui Linux ha avuto successo è GPL2 e tutto il SW GNU o di altri rilasciato sotto questa licenza anche o solo per Linux, e Linus lo sa benissimo e non lo ha mai negato.Ma l'altro importantissimo motivo è che Linux ha iniziato a funzionare accettabilmente anni e anni prima di HURD e questo agli GNUlebani non è proprio andato giù e il rancore e le vecchie ruggini riaffiorano regolarmente ogni volta che Stallman da loro implicitamente il permesso scontrandosi con Linus.A scanso di equivoci, HURD concettualmente non mi dispiace e se mai riuscissero a renderlo utilizzabile quanto Linux potrei anche preferirlo, ma questo finora non è accaduto... FORSE dovrebbero decidersi ad abbandonare del tutto Mach in favore di L4, visto che finora i risultati migliori Mach li ha dati solo venendo stravolto fino a non essere più un vero microkernel, cosa che cozzerebbe irrimediabilmente con HURD.
  • ... scrive:
    Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
    Seguite questo folle barbone e la valanga di utopie che vomita. Fate scappare le aziende e gli investimenti dal mondo open così spariranno anche tutti i programmatori professionisti. Quel poco di stabile e serio che ruota intorno a linux inesorabilmente si fermerà perchè gli hobbysti che saranno accorsi entusiasti, alla prima occasione daranno forfait ed alla fine chi vorrà qualcosa sarà ancora più costretto di adesso a tornare al closed source.Nota ironica, tutto il "monopolio" di sto mondo, vero o presunto che sia, non riuscirà a raggiungere i risultati che quel barbone invece offrirà su di un piatto d'argento.Continuate pure su questa strada, a creare il Fronte di Liberazione del Software (ci sarebbero fior di tribù africane ed amazzoniche che meriterebbero maggiore precedenza ma voi avete da pensare ad una massa inconsistente di bit... penosi) così quando l'avrete ucciso per bene si potrà veramente dire che l'avrete liberato.In quando a Stallman, si ricordi sempre che senza quel Torvalds, che tanto critica, non sarebbe mai diventato qualcuno al di fuori del MIT (sempre ammesso che lì dentro non lo mettevano a sciacquarsi la faccia nel water...)
    • nome e cognome scrive:
      Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
      FUD.Il modello del software libero e' in esercizio da dieci anni: si possono vedere i risultati oggi e non vedo ragioni per il tuo catastrofismo.
      • innominato scrive:
        Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
        - Scritto da: nome e cognome
        FUD.

        Il modello del software libero e' in esercizio da
        dieci anni: si possono vedere i risultati oggi e
        non vedo ragioni per il tuo
        catastrofismo.Funziona quando non è restrittivo.Se inizi a mettere becco sugli accordi commerciali e su DRM stai sicuro che perdi molti dei potenziali investimenti.E' più importante che tutti siano liberi di perseguire il proprio business o che gli utenti possano fare tutto ciò che vogliono in ogni caso?Io ritengo sia molto più importante il primo, se uno non vuole un sistema con "DRM" evita di comprarlo, a che serve una licenza che, di fatto, ne impedisce la commercializzazione?E a Redmond ringraziano.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
          - Scritto da: innominato
          - Scritto da: nome e cognome

          FUD.



          Il modello del software libero e' in esercizio
          da

          dieci anni: si possono vedere i risultati oggi e

          non vedo ragioni per il tuo

          catastrofismo.

          Funziona quando non è restrittivo.
          Se inizi a mettere becco sugli accordi
          commerciali e su DRM stai sicuro che perdi molti
          dei potenziali
          investimenti.Questo e' stato detto ogni volta che garantire un diritto per l'utente aveva un costo per chi ci guadagnava in qualche modo a limitarlo.

          E' più importante che tutti siano liberi di
          perseguire il proprio business o che gli utenti
          possano fare tutto ciò che vogliono in ogni
          caso?In che senso: assoluto o per i software sotto gpl?
          Io ritengo sia molto più importante il primo, se
          uno non vuole un sistema con "DRM" evita di
          comprarlo, a che serve una licenza che, di fatto,
          ne impedisce la
          commercializzazione?Be' mi sembra un controsenso: a che serve una licenza per la condivisione per una tecnologia che serve a limitare la condivisione?E' come voler diffondere la verginita' trombando :P

          E a Redmond ringraziano.A redmond ringrazieranno quando potranno prendersi i software sotto gpl per guadagnarci sopra senza garantire le liberta' degli utenti / sviluppatori.
        • ... scrive:
          Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU

          E a Redmond ringraziano.Saranno stupiti... anni di get the facts non hanno portato risultati quanto due farneticazioni in croce di questo "guru"
    • invidia scrive:
      Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
      GRANDE
    • CSOE scrive:
      Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU

      Seguite questo folle barbone e la valanga di
      utopie che vomita. Fate scappare le aziende e gli
      investimenti dal mondo open così spariranno anche
      tutti i programmatori professionisti. Quel pocoMa magari !
      • ecc scrive:
        Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
        spariranno dunque?allora lo seguo cosi magari avro un futuro dove il crap non e' la maggior parte del software
    • mr_setter scrive:
      Re: Se volete tornare al closed SEGUITE GNU
      - Scritto da: ...
      In quando a Stallman, si ricordi sempre che senza
      quel Torvalds, che tanto critica, non sarebbe mai
      diventato qualcuno al di fuori del MIT (sempre
      ammesso che lì dentro non lo mettevano a
      sciacquarsi la faccia nel
      water...)Per la cronaca RMS sviluppo' le basi del GNU project fin dal 1983, mentre il primo kernel Linux derivato da Minix fu scritto da Torvalds circa otto anni dopo nel 1991.Cosi' tanto per mettere le cose al giusto posto...http://en.wikipedia.org/wiki/Richard_Stallmanhttp://en.wikipedia.org/wiki/Linux_kernelLV&P O)
  • solo invidia scrive:
    IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
    stallmann ormai si e' accorto di quanto tempo ha sprecato nella sua vita. Per raggiungere questo livello di strascuratezza (meno male che internet non trasmette gli odori), poteva fare come qualunque altro americano medio e passare le sue giornate a bere birra e guardare le lottratrici nel fango in tv. :pMa no lui si e' ucciso gli occhi coi fosfori verdi dei monitor e adesso si ritrova con un pungno di mosche in mano. In piu' la sua fondazione e' prossima alla bancarotta a casua della causa contro ms che attivera' a breve.(anonimo)(anonimo)noto una certa invidia nei confronti di chi come to. e' stato capace di creare un kernel stabile e apprezzato (vedi invece l'inutile hurd) e stia magari economicamente bene.
    • Shubert scrive:
      Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
      - Scritto da: solo invidia
      In piu' la sua
      fondazione e' prossima alla bancarotta a casua
      della causa contro ms che attivera' a
      breve.(anonimo)(anonimo)
      E' la FSF che fa causa, non viceversa. E la FSF gli avvocati non li paga, sono volontari.Una cosa che magari pochi sanno, la FSF quando c'è una violazione della GPL non chiede mai soldi, ma solo che la licenza venga rispettata. Quando le viene dato qualcosa è solo per una decisione del giudice. Questo perché la FSF è solo interessata al rispetto della licenza e alla diffusione del software libero. E questo suo modo di fare accellera i patteggiamenti con le parti in causa.
      • invidia scrive:
        Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI

        E' la FSF che fa causa, non viceversa. E la FSF
        gli avvocati non li paga, sono
        volontari.LA VERITA' E' UN 'ALTRE IN AMERICA C'E' IL MAGGIOR NUMERO DI AVOCATI PER CITTADINO AL NONDO. E' LOGICO CHE CI SIANO TANTISSIMI DISPERATI PRONTI A TUTTO PUR DI GUADAGNARE FAMA O CIFRE ASTRONOMICHE COME RIMBORSI.
    • xpippolox scrive:
      Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI

      Ma no lui si e' ucciso gli occhi coi fosfori
      verdi dei monitor e adesso si ritrova con un
      pungno di mosche in mano. In piu' la sua
      fondazione e' prossima alla bancarotta a casua
      della causa contro ms che attivera' a
      breve.(anonimo)(anonimo)
      è in bancarotta? oddio..allora quasi quasi faccio un'altra donazione :)grazie per avermi stimolato
      • invidia scrive:
        Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
        - Scritto da: xpippolox

        Ma no lui si e' ucciso gli occhi coi fosfori

        verdi dei monitor e adesso si ritrova con un

        pungno di mosche in mano. In piu' la sua

        fondazione e' prossima alla bancarotta a casua

        della causa contro ms che attivera' a

        breve.(anonimo)(anonimo)



        è in bancarotta? oddio..
        allora quasi quasi faccio un'altra donazione :)
        grazie per avermi stimolatoBEH C'E' GENTE CHE DAI SOLDI A QUELLI CHE LEGGONO I TAROCCHI, CI SARANNO ANCHE ALLOCCHI CHE CREDONO NELLA FSF
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
          - Scritto da: invidia
          - Scritto da: xpippolox


          Ma no lui si e' ucciso gli occhi coi fosfori


          verdi dei monitor e adesso si ritrova con un


          pungno di mosche in mano. In piu' la sua


          fondazione e' prossima alla bancarotta a casua


          della causa contro ms che attivera' a


          breve.(anonimo)(anonimo)






          è in bancarotta? oddio..

          allora quasi quasi faccio un'altra donazione :)

          grazie per avermi stimolato

          BEH C'E' GENTE CHE DAI SOLDI A QUELLI CHE LEGGONO
          I TAROCCHI, CI SARANNO ANCHE ALLOCCHI CHE CREDONO
          NELLA
          FSFA parte la maleducazione nel scrivere cubitale (netiquette, questa sconosciuta), sarà sempre meglio dare i conquibus a chi ha a cuore a priori il progresso umano indiscriminato piuttosto che a chi accumula fantastiliardi "a la Scrooge" salvo poi ridistribuirne le briciole per recitare la parte del filantropo illuminato. (cylon)
    • nome e cognome scrive:
      Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
      Tu prima scrivi un 50esimo del softeare che ha scritto RMS, porta avanti un progetto che abbia un 50esimo della complessita' di quello di RMS e poi torna a trollare.Giusto perche' tu lo sappia RMS prima di mettersi a scrivere un kernel si e' messo a scrivere il compilatore per quel kernel: Linus non avrebbe fatto gran che' senza gli strumenti forniti da GNU.Linus ha scritto un kernel, progetto valido e sotto GPL, GNU ha portato avanti Hurd ma la comunita' ha scelto Linux. E allora?
      • No Fanatismo scrive:
        Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
        - Scritto da: nome e cognome

        Giusto perche' tu lo sappia RMS prima di mettersi
        a scrivere un kernel si e' messo a scrivere il
        compilatore per quel kernel: Linus non avrebbe
        fatto gran che' senza gli strumenti forniti da
        GNU.Avrebbe preso un altro compilatore C e compilato con quello.
        • nome e cognome scrive:
          Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
          Haha, quale compilatore libero?
          • stallshit scrive:
            Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
            CON QUELLO CHE HA USATO STALLMANN PER FARE IL SUO
          • No Fanatismo scrive:
            Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
            - Scritto da: stallshit
            CON QUELLO CHE HA USATO STALLMANN PER FARE IL SUOGrandissima risposta ;)
          • LtWorf scrive:
            Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
            Peccato che il compilatore non libero Intel non riesca a compilare il kernel Linux perché è troppo complicato.Senza GCC Linux è solo un'idea.
          • No Fanatismo scrive:
            Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
            Questa dovrebbe finire sulle virgolette di PI (rotfl)(rotfl)(rotfl)Tutti espertoni, avrete dato compilatori 1 2 e anche 3 all'università (rotfl)(rotfl)- Scritto da: LtWorf
            Peccato che il compilatore non libero Intel non
            riesca a compilare il kernel Linux perché è
            troppo
            complicato.
            Senza GCC Linux è solo un'idea.
          • Lynos Torovoltos scrive:
            Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
            - Scritto da: LtWorf
            Peccato che il compilatore non libero Intel non
            riesca a compilare il kernel Linux perché è
            troppo
            complicato.
            Senza GCC Linux è solo un'idea.E casomai lo compilavo un pezzo per volta, pivello! :p
      • Uauuu scrive:
        Re: IL MONDO DI STALMANN IN FRANTUMI
        - Scritto da: nome e cognome
        Tu prima scrivi un 50esimo del softeare che ha
        scritto RMS, porta avanti un progetto che abbia
        un 50esimo della complessita' di quello di RMS e
        poi torna a
        trollare.Un altro che insulta chi la pensa diversamente da lui....
  • felpo scrive:
    Io voglio essere libero
    Io voglio essere libero di utilizzare software libero per proteggere i miei file musicali con tecnologie DRM libere. La GPLv3 non me lo permette perché non è sufficientemente libera. La GPLv2 me lo permette perché è sufficientemente libera.La GPLv3 rappresenta una clamorosa involuzione; Torvalds lo ha capito, mentre Stallman no!
    • Shubert scrive:
      Re: Io voglio essere libero
      - Scritto da: felpo
      Io voglio essere libero di utilizzare software
      libero per proteggere i miei file musicali con
      tecnologie DRM libere.Non è così. La GPL3 impedisce di distribuire il codice che usa questa licenza isieme ad hardware che ha delle protezioni che impediscono di sostituirlo.Tu con la GPL3 puoi proteggere i tuoi file musicali con il DRM.E comunque non riguarda l'uso.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Io voglio essere libero
      La gpl ha lo scopo di permetterti di studiare, riutilizzare e redistribuie il codice.Se invece vuoi produrre una tecnologia per 'chiudere' il software dovresti cercare altre licenze.
    • ElleKappa scrive:
      Re: Io voglio essere libero
      Anche la GPLv3 permette l'uso di DRM come caratteristiche del software, ma non come DRM dal punto di vista legale.Quindi sei liberissimo di crearti tutti i tuoi DRM legali tuttavia se qualcun'altro crea una tecnologia alternativa che permette la lettura dei tuoi file musicali non puoi denunciarlo (Hai presente la storia di DVDJohn?).Tuttavia se posso darti un consiglio forse venderesti di più senza DRM, visto che alla fine chi pirata trova comunque il modo di farlo, legale o illegale che sia, mentre gli unici ad essere penalizzati dai DRM sono gli onesti che pagano e non hanno sufficienti diritti.- Scritto da: felpo
      Io voglio essere libero di utilizzare software
      libero per proteggere i miei file musicali con
      tecnologie DRM libere. La GPLv3 non me lo
      permette perché non è sufficientemente libera. La
      GPLv2 me lo permette perché è sufficientemente
      libera.
      La GPLv3 rappresenta una clamorosa involuzione;
      Torvalds lo ha capito, mentre Stallman
      no!
  • No Fanatismo scrive:
    Pensiero unico
    Ho come l'impressione che per Stallman la libertà coincide con il pensiero unico. Cos'altro aspettarsi da uno che taccia di follia chi non la pensa come lui?
    • ... scrive:
      Re: Pensiero unico
      Che si sparerà in un bunker o che verrà appeso ad un distributore... è solo questione di tempo... forse le cimici faranno il lavoro per noi...
    • nome e cognome scrive:
      Re: Pensiero unico
      "La liberta' ' sempre stata un;idea radicale" :P
      • No Fanatismo scrive:
        Re: Pensiero unico
        - Scritto da: nome e cognome
        "La liberta' ' sempre stata un;idea radicale" :PLa Libertà, quella di cui parla Stallman, è una contraddizione in termini. Nonostante questi suoi discorsi dovrebbero fargli capire a posteriori questo concetto, non ci arriva. Sarà troppo fanatico ormai. Oppure manca di introspezzione.Ad ogni modo farebbe meglio a pensare alle libertà concesse dalla sua licenza e non rompere le palle sulle scelte degli altri.
        • ecc scrive:
          Re: Pensiero unico
          sei un esempio volteriano di liberta'
        • Cell scrive:
          Re: Pensiero unico
          Concordo in tutto e per tutto. Chi ci libera da un rompi come Stallman, che vuol far passare per libertà la sua inesistente capacità di adattamento e tollerabilità verso gli altri?Ciao
          • Lillo scrive:
            Re: Pensiero unico
            Scusa ma tu tollereresti il continuare a perseguire reati come truffa, inganno, ricatto, taglieggio fatti da aziende come Micro$oft e per i quali è anche stata condannata ed è pluripregiudicata?Perché l'unica alternativa alle idee di Stallman è il monopolio di software closed come quelli di Micro$oft.
          • Cell scrive:
            Re: Pensiero unico
            - Scritto da: Lillo
            Scusa ma tu tollereresti il continuare a
            perseguire reati come truffa, inganno, ricatto,
            taglieggio fatti da aziende come Micro$oft e per
            i quali è anche stata condannata ed è
            pluripregiudicata?Prima di tutto la pagnotta: anzi, segui pure RSM, ma credi che te la dia lui, se ne hai bisogno?

            Perché l'unica alternativa alle idee di Stallman
            è il monopolio di software closed come quelli di
            Micro$oft.Gli hai regalato il tuo spirito critico solo perchè M$ è come pensi tu? Il tuo mondo è "Il Diavolo e l'Acqua Santa"?Tutto qui?Ciao
          • nome e cognome scrive:
            Re: Pensiero unico
            - Scritto da: Cell
            inesistente capacità di
            adattamento e tollerabilità verso gli
            altri?

            CiaoCiao,guarda che RMS non ha mai obbligato nessuno a usare la sua licenza,ma se per il suo scopo non e' tollerabile scendere a compromessi...
          • Cell scrive:
            Re: Pensiero unico

            Ciao,
            guarda che RMS non ha mai obbligato nessuno a
            usare la sua
            licenza,Concordo, ma perchè ci infila dentro DRM e altre cose che non c'entrano niente?
            ma se per il suo scopo non e' tollerabile
            scendere a
            compromessi...Beato lui ...Ciao
          • Mechano scrive:
            Re: Pensiero unico
            Centrano i DRM perché sono un meccanismo per togliere libertà. Per cui non vanno d'accordo con licenze che invece vogliono darle certe libertà, tra cui quella di copia e ridistribuzione incondizionata. I DRM permettono copia e ridistribuzione incondizionata?
        • painlord2k scrive:
          Re: Pensiero unico
          La contraddizione che vedi è solo apparente, in quanto la "libertà" non è "licenza". La libertà ha dei limiti che sono dettati dalla reciprocità con gli altri individui e dalla difesa della vita, libertà e proprietà delle persone.Quindi, se Stallman, con il suo lavoro produce un software, ha tutto il diritto di mettere i vincoli che crede a chi lo vuole usare; questo fintanto che non costringe nessuno con la forza ad usarlo (il che non mi pare che sia il caso).Quello che vi interessa è la libertà di sfruttare il lavoro di Stallman e di tanti come lui gratuitamente, ma di impedire agli altri di fare lo stesso con il vostro lavoro.La GPL è molto più giusta, in quanto da molte possibilità a chi riceve il software, ma lo obbliga a concederle a sua volta, se desidera ridistribuire il software o usarlo come base di sviluppo.Se non vi comoda, basta che aspettiate 20 anni per i brevetti e quei 50-95 anni per la scadenza del (C) sul programma e sui suoi sorgenti e poi sarete liberi di usarli gratuitamente.Se non ti comoda la GPL, puoi sempre pagare gli sviluppatori per rilasciare lo stesso codice con una licenza differente.
    • anon scrive:
      Re: Pensiero unico
      Di solito il pensiero unico coincide con il suo...
  • Steve Ballmer scrive:
    LA VERA LIBERTA' E' WINDOWS, NON LINUX
    - Libertà di usare qualsiasi applicazione e periferica- Libertà di usare il PC senza conoscere C, C+, C++, C#, JavaScript, Haskell ....- Libertà di gestire al meglio le proprie foto e filmati- Libertà di riprodurre contenuti protetti da qualsiasi tipo di crittografia DRM - Libertà di usare un set di API tanto semplice quanto potente- Libertà dal rischio di azioni legali dovute alla potenziale violazione di ipotetici brevetti ma soprattutto libertà dalla GPL: la licenza parassita.GPL significa che se scrivo un tema con OpenOffice questo diventa di proprietà del Barbuto e devo pagargli una tangente per poterlo consegnare alla maestra. (anonimo)Ovviamente con la Software-House delle Libertà questi problemi non sussistono. Infatti MSFT sa benissimo cosa vuole la gente: a nessuno interessa manomettere il codice sorgente. La gente vuole la birra grati$ (win)(win)(win)(win)(win)
  • Sapone per tutti scrive:
    Addio, l'abbiamo perso...
    ...ormai manco il TSO può far qualcosa per il barbapuzzolo.
  • tobago bago scrive:
    Stallman ha ragione
    Del resto senza Richard Stallman Linux non esisterebbe.
  • padre pio scrive:
    PAZZIA ALLO STATO PURO
    passerete a linux o sarete troppo pigri per farlo....ma cheeee oooh!!!!questo sta dando di testa di brutto, oramai si e' convinto di essere un messia, un santone che predica la giustizia dell'umanita'.vabeh della liberat' e tutte ste robe, pero' c'e' un limite al buongusto
    • San Francesco scrive:
      Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
      Stallman è il Messia.
      • anon scrive:
        Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
        "se si apprezza soltanto software potente ed affidabile, si compie un errore terribile"Ah, okkeiAllora amerò il software poco potente e non affidabileMa cosa caspita si fuma???
    • Roberto scrive:
      Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
      Ma già adesso che l'informatica è usata nel 90% delle nostre vite ritieni di poterti affidare a software non libero?I tuoi conti correnti, le tue transazioni economiche, le tue preferenze multimediali e commerciali, la tua navigazione.Richard Stallman non è pazzo è solo un lungimirante paranoico. Ed oggi la paranoia è una virtù!
      • sterco scrive:
        Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
        - Scritto da: Roberto
        Ma già adesso che l'informatica è usata nel 90%
        delle nostre vite ritieni di poterti affidare a
        software non
        libero?Quando funziona meglio, e' piu' facile da gestire e mi permette di guadagnare di piu' si.e' davvero triste considerare l'informatica una religione, uan filosofia o uno stile di vita. Davvero patetico.Se mi volgio nutrire lo spirito e la mente, mi prendo un bel libro di filosofia dalla mia libreria e me lo leggo.... forse dovreste farlo anche voi, meno libri tipo "linux for talebans" e molti altri di cultura vera, vi potrebbero fare aprire le menti senza'altro di piu'.
        • ecc scrive:
          Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
          - Scritto da: sterco
          - Scritto da: Roberto

          Ma già adesso che l'informatica è usata nel 90%

          delle nostre vite ritieni di poterti affidare a

          software non

          libero?

          Quando funziona meglio, e' piu' facile da gestire
          e mi permette di guadagnare di piu'
          si.
          e' davvero triste considerare l'informatica una
          religione, uan filosofia o uno stile di vita.
          Davvero
          patetico.Patetico considerare come centrale nella vita sociale, economica, morale di una civilta il suo principale futuro mezzo di comunicazione/guadagno/cultura?
          Se mi volgio nutrire lo spirito e la mente, mi
          prendo un bel libro di filosofia dalla mia
          libreria e me lo leggo.... ecco cosa e pateticom il credere che leggere di democrazia lumahniana sia una azione circoscritta ad un libro. Come si riesce a castrare delle idee e delle filosofie dentro un libro?Neanche pinocchio di collodi merita queste parole.
          forse dovreste farlo
          anche voi, meno libri tipo "linux for talebans" e
          molti altri di cultura vera, vi potrebbero fare
          aprire le menti senza'altro di
          piu'.Per quanto provocatorio un buon consiglio, che magari potrebbe essere umilmente riferito ad un gesto inconscio di introspezione
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: ecc
            Patetico considerare come centrale nella vita
            sociale, economica, morale di una civilta il suo
            principale futuro mezzo di
            comunicazione/guadagno/cultura?Si. Almeno le generazioni precedenti non adoravano il telefono o il telegrafo, li usavano e basta.Voi nerd vivete in funzione delle macchine, non delle persone. I vostri affetti sono flussi di elettroni. Le vostre aspirazioni sono vuote e futili. Le vostre esistenze, patetiche e virtuali.Noi, la Gente Vera, le Persone Vere, USIAMO la tecnologia, non ne siamo usati. Voi, i nerd, gli sfigati, i reietti della società, lo strato maleodorante di lerciume che si accumula nelle ammuffite cantine dove la luce del sole non arriva, ne siete succubi.Voi credete che le vostre ridicole, patetiche, insulse "conoscenze" siano appannaggio di pochi eletti, quando ormai sono alla portata di tutte. Credete che l'informatica sia una religione, di cui voi siete i sacerdoti. Questa illusione è tutto per voi, perchè senza di essa dovreste guardare in faccia la triste realtà della vostra inutile esistenza.Ad ogni modo, presto questa illusione sarà spazzata via e la triste vuotezza della vostra vita sarà messa a nudo. Posti di fronte all'orrore della vostra realtà voi, i nerd, gli sfigati, la patetica trista schiuma che galleggia sulle limpide acque del Mondo Reale dove la Gente Vera vive, sarete spazzati via, distrutti, cacciati a testa in giù nella Tazza del Cesso dell'Eternità, dove vi sarà pianto e stridor di apparecchi per i denti.
          • ecc scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            che il vostro dio vi scampi dalla vostra demagogia e dalla vostra retorica della religione della vita vera.Comunque in parte condivido la critica. Il post di prima era per ovvie ragioni di caccole agli occhi e poca caffeina troppo poco solerte nell'evidenziare che le strutture sociali nate attorno a fenomeni tecnologici non possano essere etichettate troppo facilmente come "patetiche".Per quanto riguarda il resto delle "argomentazioni" alla Compte ti suggerisco letture luhmaniane.(E comunque ottima parodia)
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: bi biii
            Gia'...e i nerd che li hanno inventati pero' hanno
            fatto la storia e cambiato il modo di comunicare.LOL.Meucci, Graham Bell, Marconi, non erano nerd. Erano Persone Vere, persone che creavano, persone dotate di coraggio, dedizione, senso pratico e vivevano una Vita Vera.Non erano patetici rifiuti umani che vivevano alle spalle dei genitori in cantine umide, ingozzandosi di merendine. :D
          • bi biii scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO

            LOL.
            Meucci, Graham Bell, Marconi, non erano nerd.
            Erano Persone Vere, persone che creavano, persone
            dotate di coraggio, dedizione, senso pratico e
            vivevano una Vita
            Vera.Tu ti arroghi il diritto di individuare uomini"veri" e falsi, questa la dice lunga sulla tuapreparazione.
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: bi biii

            LOL.

            Meucci, Graham Bell, Marconi, non erano nerd.

            Erano Persone Vere, persone che creavano,
            persone

            dotate di coraggio, dedizione, senso pratico e

            vivevano una Vita

            Vera.


            Tu ti arroghi il diritto di individuare uomini
            "veri" e falsi, questa la dice lunga sulla tua
            preparazione.Leggi la storia di quegli uomini. Confrontala con quella di un patetico perdente cicciobrufoloso nerd cantinaro chino sulla sua tastiera. Non mi arrogo nulla: i fatti parlano.Ti ho punto sul vivo, vero? Non penserai di poterti paragonare a Meucci, Bell, Edison, Tesla, Marconi, e altre Persone Vere? Il ricordo del loro genio vivrà per sempre, mentre i nerd scompariranno nel pietoso oblio della notte come è giusto che sia, con i loro kernel ricompilati e le loro futili ricerche.
          • Lillo scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            Ma guarda che le persone che hai nominato erano tutti hacker!Tutti i creativi sono hacker, persone curiose che non si fermano all'apparenza e smontano tutto quello che li incuriosisce, per capire come funzionano (sia che si tratti di piante, animali o oggetti complessi). Per imparare da loro, per modificarli, per migliorarli per applicare quelle tecniche in altri campi.La Gente Normale che dici te, è la gente che si ferma alle apparenze che non ha curiosità, che è morta, che si lascia guidare da altri, che si limita a seguire le correnti, che non ha creatività. Che si interessa della vita degli altri perché la propria è vuota e priva di qualsiasi interesse.Quelle persone non avranno mai viglia di smontare un oggetto per capire come funziona, di programmare un computer o guardare il codice altrui per imparare e migliorarlo.Quelli sono solo degli utilizzatori passivi, che non avendo alcuna abilità accettano sia la tecnologia che le imposizioni della società così come sono, senza fare domande.Le persone di cui parli sono come ci vogliono i politici, i potenti, i ricchi usurai. Dei pecoroni a cui vendere qualcosa, da schiavizzare e da controllare come marionette, per la loro avarizia e per la loro sete di potere.
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            LOL.Gli Inventori sono Persone Vere, dotate di coraggio e umiltà. I nerd sono cantinari sfigati che vivono alle spalle delle invenzioni altrui, attribuendosi meriti che non hanno, senza dare alcun contributo all'umanità.Paragonare i malati di Linux e i drogati di internet a menti geniali che hanno cambiato il mondo è puerile se non offensivo. I nerd non fanno altro che smontare e rimontare, come bambini che giocano col Meccano. Fanno e rifanno sempre la stessa cosa, senza progredire, senza capire, e non hanno un briciolo di quell'umiltà che è propria del vero genio.Chiusi nel loro stretto, claustrofobico mondo costruito da altri, essi si rotolano nel fango della loro superbia mentre noi ridiamo di loro e passiamo oltre.
          • krane scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Schiacciane rd
            LOL.
            Gli Inventori sono Persone Vere, dotate di
            coraggio e umiltà. I nerd sono cantinari sfigati
            che vivono alle spalle delle invenzioni altrui,
            attribuendosi meriti che non hanno, senza dare
            alcun contributo all'umanità.
            Paragonare i malati di Linux e i drogati di
            internet a menti geniali che hanno cambiato il
            mondo è puerile se non offensivo. I nerd non
            fanno altro che smontare e rimontare, come
            bambini che giocano col Meccano. Fanno e rifanno
            sempre la stessa cosa, senza progredire, senza
            capire, e non hanno un briciolo di quell'umiltà
            che è propria del vero genio.
            Chiusi nel loro stretto, claustrofobico mondo
            costruito da altri, essi si rotolano nel fango
            della loro superbia mentre noi ridiamo di loro e
            passiamo oltre.Veramente se adesso stai usando internet e' proprio merito dei cicciobrufolosi che se ne stavano chiusi nelle cantine del MIT al buio davanti a un primitivo computer per codare Pong.
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: krane
            Veramente se adesso stai usando internet e'
            proprio merito dei cicciobrufolosi che se ne
            stavano chiusi nelle cantine del MIT al buio
            davanti a un primitivo computer per codare
            Pong.Quelli non erano nerd cicciobrufolosi ma seri, competenti, geniali e stramboidi (ma in modo geniali) scienziati e ingegneri.Non nerd cicciobrufolosi sfigati. :D
          • krane scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Schiacciane rd
            - Scritto da: krane


            Veramente se adesso stai usando internet e'

            proprio merito dei cicciobrufolosi che se ne

            stavano chiusi nelle cantine del MIT al buio

            davanti a un primitivo computer per codare

            Pong.

            Quelli non erano nerd cicciobrufolosi ma seri,
            competenti, geniali e stramboidi (ma in modo
            geniali) scienziati e
            ingegneri.

            Non nerd cicciobrufolosi sfigati. :DA ecco la differenza (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Mechano scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            Scusami ma io che ho tre moto:Triumph SpeedmasterHarley-Davidson Sportster 1200 CustomKawasaki ZRX1200Le smonto nel mio garage, le elaboro e le metto nel mio sito per insegnare agli altri come farlo con la loro:http://www.mechanicamente.itE poi scrivo gestionali liberi e li regalo o ne vendo l'assistenza e i servizi.La mia donna è una ex-modella di colore afro-britannica.Che tipo di nerd sono, quello ciccio, quello brufoloso o quello sfigato?
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Mechano
            Che tipo di nerd sono, quello ciccio, quello
            brufoloso o quello
            sfigato?Tutti e tre: Second Life non conta. :D
          • Mechano scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            'azz non pensavo di stare vivendo su Second Life...http://www.zrx.it/modules/xoopsgallery/cache/albums/album08/picture_008.jpg
          • Izio scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Mechano
            'azz non pensavo di stare vivendo su Second
            Life...

            http://www.zrx.it/modules/xoopsgallery/cache/albumBè, sfigato e brufoloso no, però dai: un po' ciccio sì...scherzo, la mia è solo la voce dell'invidia! ;-)
          • Mechano scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            Beh ma tu la conosci la preghiera del cicciotto?"Dio se non puoi fare dimagrire me, almeno fai ingrassare tutti i miei amici". :-)
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Mechano
            'azz non pensavo di stare vivendo su Second
            Life...

            http://www.zrx.it/modules/xoopsgallery/cache/albumDove hai comprato la tua scheda grafica?
          • bi biii scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            Grande ;-)Io Z1000, 2 morose (ssssthh), tutti i capelli eun bel fisico...ma lascialo alle sue rosicate.
          • nome e cognome scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Schiacciane rd
            Chiusi nel loro stretto, claustrofobico mondo
            costruito da altri, essi si rotolano nel fango
            della loro superbia mentre noi ridiamo di loro e
            passiamo
            oltre.
          • LCD tv scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            Tra parentesi, Tesla aveva visioni dall'età di 22 anni, diceva che int ali visioni parlava con entità di altre dimensioni ed era sicuro dell'esistenza degli alieni.Eppoi ha fatto esattamente come dice la GPL. Nona vremmo i motori a corrente alternata se non avessed eciso di rinunciare alle sue royality sul progetto.Tesla è stato un grande uomo, un grande scenziato, ma ha vissuto ed è morto solo, peggio di quello che succede a molti Nerd che, a parere tuo non conoscono nemmeno un essere femminile...Adesso come lo classifichi Tesla?Va in la va, non sta a te giudicare la gente.
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: LCD tv

            Adesso come lo classifichi Tesla?
            Ribadisco, NON ERA UN CANTINARO SFIGATO sempre lì a rimuginare cose fatte dagli altri.Meglio un genio bizzarro che parla con i Lectroids di un cicciobrufoloso nerd chiuso in cantina. :D
          • krane scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Schiacciane rd
            - Scritto da: LCD tv



            Adesso come lo classifichi Tesla?



            Ribadisco, NON ERA UN CANTINARO SFIGATO sempre lì
            a rimuginare cose fatte dagli
            altri.

            Meglio un genio bizzarro che parla con i
            Lectroids di un cicciobrufoloso nerd chiuso in
            cantina.
            :DChe ne sai di quanti cicciobrufolosi parlano con i Lectroids ??? Le cantine sono pieni di Lectroids che fumano canne e bevono the con i cicciobrufolosi.
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: krane

            Meglio un genio bizzarro che parla con i

            Lectroids di un cicciobrufoloso nerd chiuso in

            cantina.

            :D

            Che ne sai di quanti cicciobrufolosi parlano con
            i Lectroids ??? Le cantine sono pieni di
            Lectroids che fumano canne e bevono the con i
            cicciobrufolosi.Red Lectroids o Black Lectroids? Perchè forse dobbiamo chiamare Buckaroo Banzai.
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: krane
            Che ne sai di quanti cicciobrufolosi parlano con
            i Lectroids ??? Le cantine sono pieni di
            Lectroids che fumano canne e bevono the con i
            cicciobrufolosi.A loro ci penserà Buckaroo Banzai.
          • Uby scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: Schiacciane rd
            Ribadisco, NON ERA UN CANTINARO SFIGATO sempre lì
            a rimuginare cose fatte dagli
            altri.Per curiosità, la definizione di "sfigato" quale sarebbe?Perchè ho l'impressione che ti arrampichi sugli specchi ogni qual volta tu dica "si, ma non era sfigato!" :P
            Meglio un genio bizzarro che parla con i
            Lectroids di un cicciobrufoloso nerd chiuso in
            cantina.
            :DCioè, fammi capire: meglio un pazzo furibondo (geniale, siamo d'accordo, ma che di "Persona Vera" o "Persona Normale" ha ben poco...) che un ragazzino di 15 anni che si diverte con il suo PC?Perchè TUTTI i nerd ciccio-brufolosi hanno al più 15 anni, lo sai, vero?Passata l'età critica esci dalla "cantina" e vai a cercarti un lavoro (che può essere quello di programmatore open source), altrimenti non campi!
          • nome e cognome scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            OT: Hey ma questa era la tua ex per caso?http://eatliver.com/i.php?n=2199
          • nome e cognome scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            Amico per uno che si dichiara vero filantropo e anti informatico hai qualche serio con le persone :P
          • nome e cognome scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            http://eatliver.com/i.php?n=2162
        • tarek scrive:
          Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
          sterco sei e sterco è ciò che scrivi. /me# follow stallman
      • CSOE scrive:
        Re: PAZZIA ALLO STATO PURO

        Ma già adesso che l'informatica è usata nel 90%
        delle nostre vite ritieni di poterti affidare a
        software non libero?Ridicolo, affido la mia vita a auto, aerei e dispositivi medici senza per questo chiedere i progetti di dettaglio prima di salirci o usarli.
        • danieleMM scrive:
          Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
          - Scritto da: CSOE
          Ridicolo, affido la mia vita a auto, aerei e
          dispositivi medici senza per questo chiedere i
          progetti di dettaglio prima di salirci o
          usarli.tutti quelli che hai elencato sono dispositivi che, se mal funzionanti, causano la morte di persone...la conseguenza indiretta di ciò è che creano un danno economico e di immagine enorme all'aziendaè quindi nell'interesse dell'azienda assicurarsi che tutto funzioni a dovere..nel caso di sistemi elettronici che gestiscono una elezione per votazione telematica invece chi decide quale software usare è anche uno dei diretti interessati a falsificare la votazionese un software di una banca fosse fatto per arrotondare sempre tutte le cifre a vantaggio della banca? producendo quindi un guadagno enorme per essa a discapito di molti utentiè dimostrato che windows manda dei dati a microsoftmicrosoft afferma che questi dati non sono sensibili...e tu come fai ad esserne certo?tempo fa circa 200 megabyte di codice di windows sono trapelati da microsoft e finiti su internet...dentro è stato trovato codice scritto appositamente per avvantaggiare alcuni programmi piuttosto di altri... ti sembra giusto?altra cosa caruccia... c'era un database famoso (putroppo non ricordo quale) in cui un programmatore aveva inserito una backdoor (ovvero inserendo un particolare codice poteva fare ciò che gli pareva con il database di qualunque azienda/stato utilizzasse quel database) il codice di quel database è stato poi aperto per decisione dell'azienda stessa.. e allora vi anno trovato questa "bella" sorpresae così via...solo perché tu non sapresti controllare il codice non significa che devi considerarla una cosa inutile...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 settembre 2007 03.32-----------------------------------------------------------
          • innominato scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: danieleMM
            nel caso di sistemi elettronici che gestiscono
            una elezione per votazione telematica invece chi
            decide quale software usare è anche uno dei
            diretti interessati a falsificare la
            votazioneE quindi?Anche se fosse libero ci vorrebbe così tanto tempo/impegno per controllare il codice che forse farebbero prima a scriverlo da capo.- Scritto da: danieleMM
            se un software di una banca fosse fatto per
            arrotondare sempre tutte le cifre a vantaggio
            della banca? producendo quindi un guadagno enorme
            per essa a discapito di molti
            utentiSe fosse libero potrebbero modificare il codice sorgente, ricompilarlo ed è fatta.Preferisco che usino un software closed a quel punto (se ci fossero funzionalità che permettono l'arrotondamento in quel modo sarebbe sicuramente una pubblicità molto negativa per la software house).- Scritto da: danieleMM
            è dimostrato che windows manda dei dati a
            microsoft
            microsoft afferma che questi dati non sono
            sensibili...
            e tu come fai ad esserne certo?Come fai ad essere certo che quando compri qualcosa con la carta di credito ti addebitino la cifra giusta?Semplicemente sono costretti dalle leggi.Dato che (almeno ora) non lo fa ad insaputa degli utenti non vedo il problema.- Scritto da: danieleMM
            tempo fa circa 200 megabyte di codice di windows
            sono trapelati da microsoft e finiti su
            internet...
            dentro è stato trovato codice scritto
            appositamente per avvantaggiare alcuni programmi
            piuttosto di altri... ti sembra
            giusto?E quindi?- Scritto da: danieleMM
            altra cosa caruccia... c'era un database famoso
            (putroppo non ricordo quale) in cui un
            programmatore aveva inserito una backdoor (ovvero
            inserendo un particolare codice poteva fare ciò
            che gli pareva con il database di qualunque
            azienda/stato utilizzasse quel database) il
            codice di quel database è stato poi aperto per
            decisione dell'azienda stessa.. e allora vi anno
            trovato questa "bella"
            sorpresaCome se le backdoor nel software libero non potessero esistere... (di esempi infatti ce ne sono)- Scritto da: danieleMM
            e così via...
            solo perché tu non sapresti controllare il codice
            non significa che devi considerarla una cosa
            inutile...Non è inutile (è quasi inutile) ma non rende in alcun modo un software più affidabile di un altro.Sono due cose quasi del tutto separate.
          • Lillo scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: innominato
            Come fai ad essere certo che quando compri
            qualcosa con la carta di credito ti addebitino la
            cifra giusta?
            Semplicemente sono costretti dalle leggi.
            Dato che (almeno ora) non lo fa ad insaputa degli
            utenti non vedo il
            problema.Non è un problema di cifra giusta.Il problema è di accesso o rivendita di dati e nostre preferenze ad aziende che hanno tutto l'interesse a catalogarci e studiarci.E poi per ora le banche nascondono i furti e le incursioni telematiche. Ma non è detto che un domani potrebbero farti firmare delle liberatorie che le esonerino da responsabilità per malfunzionamenti dei software di gestione del tuo denaro e delle tue transazioni. O farsi approvare leggi che glielo permettano.
            Come se le backdoor nel software libero non
            potessero esistere... (di esempi infatti ce ne sono)Mi potresti fare qualche esempio di software libero con spyware o backdoor?
            Non è inutile (è quasi inutile) ma non rende in
            alcun modo un software più affidabile di un
            altro.
            Sono due cose quasi del tutto separate.La tua opinione sta a zero, dato che ormai molti enti iniziano a richiedere il sorgente aperto come requisito base per le loro necessità.
          • danieleMM scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            guarda..visto che mi pare tu non abbia colto ti rigiro la frittatamagari così capisci cosa significa:io sono un azienda che voglio mettere su un database più altri software che mi servono alla mia attivitàprendo del software chiusoanni dopo scopro che il programmatore del database poteva (e forse lo ha fatto) accedere completamente a tutto il mio database grazie a una backdooroppure scopro che il software mi ha fatto perdere un sacco di soldi in qualche modooppure esso invia dati statistici sui miei clienti ad una terza parte, con la scusa di controllare se ci sono aggiornamenti o simili, che poi rivende tali dati a qualcun altroe così via...se il codice è aperto certe cose si possono controllare e c'è molta più gente di quella che credi che lo ricontrollerebbe
          • ldsboy scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            - Scritto da: danieleMM
            altra cosa caruccia... c'era un database famoso
            (putroppo non ricordo quale)Borland Interbase.http://www.google.it/search?q=interbase+backdoor
            in cui un
            programmatore aveva inserito una backdoor (ovvero
            inserendo un particolare codice poteva fare ciò
            che gli pareva con il database di qualunque
            azienda/stato utilizzasse quel database) il
            codice di quel database è stato poi aperto per
            decisione dell'azienda stessa.. e allora vi anno
            trovato questa "bella" sorpresa
          • danieleMM scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
            grazie
          • pippo75 scrive:
            Re: PAZZIA ALLO STATO PURO

            nel caso di sistemi elettronici che gestiscono
            una elezione per votazione telematica invece chi
            decide quale software usare è anche uno dei
            diretti interessati a falsificare la
            votazioneil fatto che non siano liberi, non e' detto che non ci sia il personale che lo controlla, poi le truffe per farle ci sono sistemi migliori.
            se un software di una banca fosse fatto per
            arrotondare sempre tutte le cifre a vantaggio
            della banca? producendo quindi un guadagno enorme
            per essa a discapito di molti
            utentiscendi sulla terra, le banche non hanno bisogno di questo per fregarti 1 euro.Poi basterebbe controllare l'estratto conto, prendere una calcolatrice.
            è dimostrato che windows manda dei dati a
            microsofte che tipo di dati invia? viole la privacy, allora denunciala.
            e tu come fai ad esserne certo?per monitorare i dati in uscita esistono i mezzi.
            tempo fa circa 200 megabyte di codice di windows
            sono trapelati da microsoft e finiti su
            internet...secondo me e' stata la stessa MS a metterli, e per fare in modo che tutti li volessero leggere ha detto il contrario.In questo modo tutti a fare un dispetto a MS e cercare falle da colpire.
            dentro è stato trovato codice scritto
            appositamente per avvantaggiare alcuni programmi
            piuttosto di altri... ti sembra
            giusto?interessante, mi parli di questo codice? di che parte del sistema era?Che avantaggiava?Come lo avantaggiava?
            altra cosa caruccia... c'era un database famoso
            (putroppo non ricordo quale) in cui un
            programmatore aveva inserito una backdoor (ovvero
            inserendo un particolare codice poteva fare ciò
            che gli pareva con il database di qualunque
            azienda/stato utilizzasse quel database) il
            codice di quel database è stato poi aperto per
            decisione dell'azienda stessa.. e allora vi anno
            trovato questa "bella"
            sorpresase scegli male le ditte...Domanda, di quale DB parli?
            solo perché tu non sapresti controllare il codice
            non significa che devi considerarla una cosa
            inutile...il fatto che non sia libero, non vuol dire che non ci sia il sorgente.
      • Andrew S. Grove scrive:
        Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
        - Scritto da: Roberto
        Ma già adesso che l'informatica è usata nel 90%
        delle nostre vite ritieni di poterti affidare a
        software non
        libero?

        I tuoi conti correnti, le tue transazioni
        economiche, le tue preferenze multimediali e
        commerciali, la tua
        navigazione.

        Richard Stallman non è pazzo è solo un
        lungimirante paranoico. Ed oggi la paranoia è una
        virtù!Only the paranoid survive.
      • Io sono nessuno e TU mi seguirai scrive:
        Re: PAZZIA ALLO STATO PURO

        Richard Stallman non è pazzo è solo un
        lungimirante paranoico. Ed oggi la paranoia è una
        virtù!Per il 99.98 % della popolazione, sw libero e sw chiuso sono la stessa cosa: SOFTWARE CHIUSO. Perché nessuno ha idea di come andare a leggere il codice e di cosa farsene una volta che lo ha letto.Quindi spiegami tu perché uno dovrebbe fidarsi di una comunità animata da questa specie di messia (almeno PI lo dipinge così) e non di una software house animata dal profitto.
        • ecc scrive:
          Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
          Che la maggioranza delle persone sia una dato significativo di valore e' risibile.Una grandissima fetta della popolazione e' anche analfabeta.Una grandissima fetta della popolazione non ha la piu' pallida idea di come legarsi le scarpe, di cui una gran parte non le ha.La creazione del consenso si studia in politica sociale ed economica, tanto da avere diverse branche di scienza ad essa dedicata.Parlando della minoranza maggiormente tecnologicam una bella fetta della stessa ha difficolta' a concettualizzare la struttura di un filesystem qualsiasi.Dunque cosa vuol ben dire quello che hai detto?Che un branco di capronim ignoranti politicamente, socialmente, tecnicamente non ne capisce un'h ?
        • pam pero scrive:
          Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
          - Scritto da: Io sono nessuno e TU mi seguirai

          Richard Stallman non è pazzo è solo un

          lungimirante paranoico. Ed oggi la paranoia è
          una

          virtù!
          Per il 99.98 % della popolazione, sw libero e sw
          chiuso sono la stessa cosa: SOFTWARE CHIUSO.
          Perché nessuno ha idea di come andare a leggere
          il codice e di cosa farsene una volta che lo ha
          letto.Se il 99.98% della popolazione è costituito da caproni ignoranti tecnologicamente inetti non è certo colpa dell'Altissimo, visto che sin dall'Inizio Dei Tempi Lui promuove la Condivisione della Conoscenza.Se non sai interpretare le parole del Sorgente puoi consultare le Pagine Man e gli HowTo e se ancora il Sorgente ti apparirà oscuro potrai chiedere assistenza ai Membri della Comunità.Se sei troppo pigro per fare quello che è nell'interesse tuo e della tua famiglia devi incolpare solo te stesso.
          Quindi spiegami tu perché uno dovrebbe fidarsi di
          una comunità animata da questa specie di messiaPerchè Egli desidera la tua realizzazione.
          (almeno PI lo dipinge così) e non di una software
          house animata dal
          profitto.Perchè essa brama solamente a svuotare periodicamente il contenuto delle tue tasche senza curarsi del rispetto delle 4 Libertà Fondamentali dell'Utente.
    • danieleMM scrive:
      Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
      quel che intende dire Stallman è che la libertà si fa fatica a guadagnarsela ma si può perdere in un attimo se non la si apprezzaoggi linux diventa sempre più appetibile anche per utenti meno esperti..questo significa che moltissima altra gente ha la possibilità di scegliere la via della libertà. Libertà del software ma sempre libertà.C'è chi non comprende che cosa significhi.Fino a poco tempo fa non usare windows significava fare diverse rinunce (ripagate se si aveva successo, per carità)oggi queste rinunce sono sempre di meno!a voi fa piacere poter scegliere quali programmi utilizzare per ogni utilizzo del vostro computer?a parte il sistema operativo potete farlo oravi sembra scontato?e allora perché non dev'essere scontato anche poter scegliere il sistema operativo?questa è una libertà che non avete...detto ciò..la posizione di Stallman è estremista ma corretta!Linus Torvalds guarda al lato + pratico. O per meglio dire: alla via più semplice...e la via più semplice alla lontana è la peggiore.
    • Fai il login e Registrati scrive:
      Re: PAZZIA ALLO STATO PURO
      Se io trovo quello che mi ha fatto innervosire, ... , ghe do un pugno che ghe spaco la testa... Ma lo troverò quel deficiente prima o dopo, eh!- Scritto da: padre pio
      passerete a linux o sarete troppo pigri per
      farlo....

      ma cheeee oooh!!!!


      questo sta dando di testa di brutto, oramai si e'
      convinto di essere un messia, un santone che
      predica la giustizia
      dell'umanita'.

      vabeh della liberat' e tutte ste robe, pero' c'e'
      un limite al
      buongusto
    • pippo scrive:
      Re: PAZZIA ALLO STATO PURO

      vabeh della liberat' e tutte ste robe, pero' c'e'
      un limite al
      buongustoc'e' un limite... al buon gusto ?!?!?! si', è vero: altrimenti tu non potresti scrivere !
Chiudi i commenti