Musica, consigli per gli acquisti legali

Una guida per genitori ed insegnanti, affinché educhino i ragazzi del Belpaese alla fruizione legittima di contenuti sul web. Tra ammonimenti legali e consigli pratici per una campagna di sensibilizzazione

Roma – Parlare con i propri figli dell’utilizzo del computer. Esplorare il web legale. Controllare il PC e la propria connessione wireless . Sono questi i tre consigli offerti a tutti i genitori italiani da Childnet , organizzazione internazionale per la tutela dei minori e la promozione di quello che viene definito un corretto utilizzo della Rete.

Musica, Film, TV e Internet e la nuova “guida per genitori e insegnanti”, recentemente presentata nel corso di una conferenza stampa presso la sede della Provincia di Milano. Un’occasione per promuovere “una serie di iniziative atte a sensibilizzare le scuole, le famiglie e i ragazzi, ad un corretto e legale utilizzo della musica digitale”.

Una guida per “restare connessi restando nella legalità”, che ha approfittato del momento per annunciare il nuovo sito di pro-music.it , descritto come unica risorsa per la musica online legittima. Proprio su pro-music.it è possibile ottenere una lista aggiornata di siti legali dove scaricare o guardare in streaming i più svariati contenuti audiovisivi.

Consigli per utilizzare il web in “maniera sicura e responsabile”, in modo da non incappare nelle sanzioni previste per la condivisione illecita dei contenuti. “Ci sono possibili conseguenze penali e civili – si può leggere nella guida – la condivisione e il download non autorizzati possono condurre ad azioni legali e al pagamento dei danni e delle spese”.

Stando alle informazioni offerte da Childnet nella guida, chi scarica materiale non autorizzato potrebbe incorrere in una sanzione pari a 154 euro . “Nel caso di condivisione di materiale si rischia una sanzione penale e sanzioni amministrative per decine o centinaia di migliaia di euro”.

Agli ammonimenti hanno fatto seguito i consigli, alla luce delle iniziative di sensibilizzazione annunciate in conferenza stampa. Gli insegnanti dovrebbero discutere con i propri studenti, cercando di capire che valore assegnino al diritto d’autore .

“Sapete come i vostri figli utilizzano il PC per accedere ai contenuti multimediali? – si legge ancora nella guida (sezione genitori) – Invitateli ad utilizzare siti legali in maniera tale che tutti coloro che producono musica, cinema e televisione vengano ricompensati per il loro lavoro”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    ancora certi....
    ....che farà il colpaccio con microsoft?come dissi all'epoca: "due brocchi non fanno un purosangue" :D
    • Punto scrive:
      Re: ancora certi....
      - Scritto da: collione
      come dissi all'epoca: "due brocchi non fanno un
      purosangue"
      :Dtu infatti ne sei un perfetto esempio
  • ruppolo scrive:
    Dalle stelle alle stalle
    In 3 anni circa.Chi sarà la prossima? Microcosa? Non sento...
    • Rover scrive:
      Re: Dalle stelle alle stalle
      Tu preoccupati di mantenere jobs in buona salute....Altrimenti altro che Nokia!
    • pippo75 scrive:
      Re: Dalle stelle alle stalle
      - Scritto da: ruppolo
      In 3 anni circa.

      Chi sarà la prossima? Microcosa? Non sento...in realtà sono anni che sento notizie su nokia e non certo delle migliori.le notizie parlavano bene dei modelli economici ( coincidenza quello che prendo io ) e molto meno bene dei modelli ci classe superiore ( problemi dovuti in molti casi al sistema operativo ).Non so quanto queste voci fossero vere, però giravano. Confermo sicuramente il fatto che con i modelli economici mi trovo bene.
  • franz1789 scrive:
    nessuna novità
    Diciamo che era plausibile qualcosa del genere.. È molto probabile che verrà acquisita da Microsoft, piuttosto che da Samsung, quest'ultima dovrebbe fare i conti con l'antitrust credo..Sviluppare per anni Symbian e Meego e poi passare a un sistema operativo appena nato e non molto apprezzato ha dato i suoi frutti. Spero solo che Intel voglia prendersi la briga di continuare sia Qt che Meego, altrimenti le ripercussioni possono essere molto più grandi del semplice fallimento di un'azienda che per anni non ha innovato e osato quanto avrebbe dovuto.. La miopia di Stephen Elop è tipica di chi è passato da Microsoft..
  • banca scrive:
    quando farà schifo
    e le azioni saranno spazzatura allora diventerà microsoft.
Chiudi i commenti