myCUP, la Sanità via cellulare è possibile

Pronta la piattaforma dedicata per il sistema sanitario nazionale. Consente di consultare i sistemi del CUP dall'esterno, dal proprio cellulare. Ma le A.U.S.L. non sembrano volerla neppure prendere in considerazione

Roma – Si era vista alla fine del 2005 quando vinse il primo premio del concorso per l’Innovazione della Provincia di Modena, “Intraprendere”, ma ora è divenuta realtà: si tratta di una piattaforma enterprise, myCUP, che potrebbe rendere la vita più facile a moltissimi utenti della sanità pubblica italiana. Potrebbe, il condizionale è d’obbligo, perché chi dovrebbe valutarla e studiare la sua eventuale integrazione nel sistema sanitario nazionale, non è fin qui sembrato interessato a darle un’occhiata.

Lo spiegano a PI Telefonia gli sviluppatori di Miliaris che, dopo quattro anni di lavoro, sono ora pronti a mettere la piattaforma a disposizione di ambulatori ed ospedali. “Sintetizzando – spiegano – si tratta di un’applicazione con cui diventa possibile prenotare visite ed esami sanitari attraverso un comune cellulare, senza doversi recare fisicamente presso gli sportelli del proprio C.U.P. (Centro Unico di Prenotazione). Sintetizzando un po’ meno: si tratta di una piattaforma enterprise – in cui il cellulare del cittadino rappresenta solo il front-end finale – attraverso cui i sistemi C.U.P. delle A.U.S.L. possono essere “aperti” verso l’esterno al fine di essere interrogati (in maniera trasparente e collaborativa, attraverso web-services) direttamente dai cittadini”.

L’uso da parte del cittadino di un sistema simile è piuttosto semplice: è sufficiente un cellulare compatibile con Java , come la maggiorparte dei cellulari sul mercato, per scaricare gratuitamente myCUP dal sito dedicato ed installarlo. “A questo punto – spiegano gli sviluppatori – è sufficiente immettere i propri dati identificativi (ed eventualmente anche quelli dei propri familiari, dal momento che è possibile utilizzare l’applicativo anche per conto terzi) e collegarsi al proprio sportello C.U.P. per verificare le disponibilità per una data visita (scegliendo anche la struttura preferita tra quelle disponibili) e prenotare l’esame (sono prenotabili tutti gli esami strumentali che non richiedono preparazioni particolari per l’utente)”.

Una volta prenotata, la visita può anche essere disdetta: una funzione indispensabile, sostengono i creatori di myCUP, se si pensa che in una città come Modena gli appuntamenti disattesi dall’utenza è del 17 per cento. Con myCUP disdire o spostare una visita o un esame richiederebbe pochi istanti , anche in orari oggi non coperti dai call center del CUP, ad un costo per il GPRS che non supera i 5-10 centesimi.

La demo Ma non è tutto qui. “Qualche giorno prima dell’appuntamento – spiegano gli sviluppatori – all’utente viene recapitato un promemoria via SMS che chiede di confermare la propria presenza (o eventualmente di disdirla), il tutto premendo un semplice tasto (vale a dire, senza la necessità di rispondere scrivendo un nuovo complicato SMS). Qualora l’utente decida di annullare l’appuntamento (per motivi personali) myCUP si attiva (lato server) e provvede a contattare singolarmente (e limitatamente ad un massimale deciso dalla stessa A.U.S.L.) i primi “n cittadini” che hanno richiesto quella stessa visita e che dunque si trovano assegnato un appuntamento diversi giorni (o settimane, o addirittura mesi) più avanti rispetto a quello appena disdetto”. “Il primo utente che – vedendosi contattato – decide di anticipare la visita (il tutto sempre tramite SMS a cui basta replicare con la pressione di un solo tasto) fa terminare l’algoritmo euristico di ricollocamento automatico”.

In pratica, dunque, quello che avviene è una compattazione delle liste di attesa (che ad oggi rappresentano una vera e propria piaga per il nostro Servizio Sanitario Nazionale) che attraverso il recupero delle visite disdette (ossia riguadagnando dal 10% al 20% dei posti che altrimenti verrebbero inesorabilmente perduti) comporta l’accorciamento delle attese future.

Un progetto utile che, segnalano però gli sviluppatori, trova difficoltà ad essere preso in esame presso le A.U.S.L. “I problemi – spiegano a PI Telefonia – sono i soliti già denunciati più volte da Punto Informatico: difficoltà nell’ottenere colloqui, lentezza esasperante nell’ottenere una risposta ad una richiesta di sperimentazione (sì, ho proprio detto sperimentazione, nemmeno messa in produzione), interessi personali e lotte interne di potere che si scontrano con l’utilità effettiva ed evidente di servizi esterni, e così via”.

Non a caso sul sito dedicato , oltre alla demo, a video di spiegazione e a tutte le informazioni sul funzionamento della piattaforma, si chiede agli utenti Internet di spargere la voce , segnalare il progetto alla propria A.U.S.L., sia mandando email che attraverso un form online predisposto. Provare, spiegano alla Miliaris , non costa nulla, e i benefici potrebbero essere notevoli.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • scimmia ubriaca scrive:
    UN AUGURIO: DA NOI PRIMA POSSIBILE
    dopo la lotta ll'evasione, e' ora di lanciare la lotta alla pirateria.
  • scimmia ubriaca scrive:
    UN AUGURIO: DA NOI PRIMA POSSIBILE
    dopo la lotta ll'evasione, e' ora di lanciare la lotta alla pirateria.
    • Filippo Calippo scrive:
      Re: UN AUGURIO: DA NOI PRIMA POSSIBILE
      La lotta alla pirateria e' un discorso ..... ma la tassazione preventiva e' un altro!
    • Filippo Calippo scrive:
      Re: UN AUGURIO: DA NOI PRIMA POSSIBILE
      La lotta alla pirateria e' un discorso ..... ma la tassazione preventiva e' un altro!
  • francososo scrive:
    addio cermania.....
    addio cermania.....saranno amare risate per tutti i tedeschi!ci vorrebbe un bel vaffanculo-day alla tedesca .....
  • francososo scrive:
    addio cermania.....
    addio cermania.....saranno amare risate per tutti i tedeschi!ci vorrebbe un bel vaffanculo-day alla tedesca .....
  • una domanda scrive:
    rimborso
    Ma se sul supporto memorizzo dati non sottoposti al diritto d'autore ho diritto al rimborso della tasa pagata?
  • una domanda scrive:
    rimborso
    Ma se sul supporto memorizzo dati non sottoposti al diritto d'autore ho diritto al rimborso della tasa pagata?
    • Saia scrive:
      Re: rimborso
      - Scritto da: una domanda
      Ma se sul supporto memorizzo dati non sottoposti
      al diritto d'autore ho diritto al rimborso della
      tasa
      pagata?Solo se sei una ditta http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1647196
    • Saia scrive:
      Re: rimborso
      - Scritto da: una domanda
      Ma se sul supporto memorizzo dati non sottoposti
      al diritto d'autore ho diritto al rimborso della
      tasa
      pagata?Solo se sei una ditta http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1647196
  • Get Real scrive:
    E' finita
    Siamo stati sconfitti. Le Major hanno vinto: hanno annientato il Mulo, hanno imposto tasse su Internet comprando i governi, la loro volontà è legge. Presto anche Pirate Bay cadrà, il DRM sarà ovunque.Gettiamo le armi e riconosciamo la sconfitta. Internet è morta. TV 2.0 è qui.
  • Get Real scrive:
    E' finita
    Siamo stati sconfitti. Le Major hanno vinto: hanno annientato il Mulo, hanno imposto tasse su Internet comprando i governi, la loro volontà è legge. Presto anche Pirate Bay cadrà, il DRM sarà ovunque.Gettiamo le armi e riconosciamo la sconfitta. Internet è morta. TV 2.0 è qui.
  • nordest scrive:
    europa inutile
    se fanno una direttiva europea che mette l'equo compenso pure sulla stampante con cui stampo i preventivi...be spero tutti gli imprenditori delocalizzino in cina vadano li a comperare le stampanti e tutti i mezzi di produzioneeuropa in fallimento
  • nordest scrive:
    europa inutile
    se fanno una direttiva europea che mette l'equo compenso pure sulla stampante con cui stampo i preventivi...be spero tutti gli imprenditori delocalizzino in cina vadano li a comperare le stampanti e tutti i mezzi di produzioneeuropa in fallimento
  • Giorgio Silvio scrive:
    Boicottare
    E' ora che ci mettiamo in testa di smettere di dare a queste persone (major riaa mpaaa siae et simila) i nostri soldi. Loro utilizzano i nostri soldi per toglierci la nostra libertà.E' l'unico sistema, è legale, è non violento. Gli togliamo l'ossigeno. Prima o poi capitolano. @^ @^
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Quindi
    Dato che i diritti sono assolti all'origine sui supporti si può copiare liberamente, sembra chiaro anche se non viene detto.Chi potrà dire che non ho pagato i diritti ?Ho già pagato sul supporto i diritti del contenuto, quindi ciccia.
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Quindi
    Dato che i diritti sono assolti all'origine sui supporti si può copiare liberamente, sembra chiaro anche se non viene detto.Chi potrà dire che non ho pagato i diritti ?Ho già pagato sul supporto i diritti del contenuto, quindi ciccia.
  • /dev/null scrive:
    Perché scandalizzarsi?
    Sono leggi fatte da politici che riscuotono il voto della maggioranza dei cittadini, in favore di società che ricevono i soldi della maggioranza dei cittadini.Embè a questo punto direi che i cittadini se le meritano.Strano che in Italia non si sia ancora giunti a tanto (comunque ci arriveremo presto pure noi, non fatevi illusioni).
  • /dev/null scrive:
    Perché scandalizzarsi?
    Sono leggi fatte da politici che riscuotono il voto della maggioranza dei cittadini, in favore di società che ricevono i soldi della maggioranza dei cittadini.Embè a questo punto direi che i cittadini se le meritano.Strano che in Italia non si sia ancora giunti a tanto (comunque ci arriveremo presto pure noi, non fatevi illusioni).
  • Nilok scrive:
    Il Potere Tentacolare.
    Ave.Incredibile osservare come il Potere Tentacolare di coloro che dicono di far tutelare i "Diritti d'Autore", ma che in realtà lo fanno solo per PROPRIO interesse, sia infiltrato nelle Istituzioni Pubbliche che NULLA avrebbero a che vedere con gli interessi economici di una parte del MERCATO di una nazione.Perchè non applicare lo stesso "principio" al settore della contraffazione dei marchi, sopratutto nell'abbigliamento, e quindi TASSARE l'acquisto delle grucce per appendere gli abiti negli armadi?....o le macchine per cucire?In modo tale da "rifondere" i danni di coloro che devono essere tutelati nei loro "Diritti d'Autore"?http://it.youtube.com/watch?v=mhCeUmzTnEkA presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
  • Nilok scrive:
    Il Potere Tentacolare.
    Ave.Incredibile osservare come il Potere Tentacolare di coloro che dicono di far tutelare i "Diritti d'Autore", ma che in realtà lo fanno solo per PROPRIO interesse, sia infiltrato nelle Istituzioni Pubbliche che NULLA avrebbero a che vedere con gli interessi economici di una parte del MERCATO di una nazione.Perchè non applicare lo stesso "principio" al settore della contraffazione dei marchi, sopratutto nell'abbigliamento, e quindi TASSARE l'acquisto delle grucce per appendere gli abiti negli armadi?....o le macchine per cucire?In modo tale da "rifondere" i danni di coloro che devono essere tutelati nei loro "Diritti d'Autore"?http://it.youtube.com/watch?v=mhCeUmzTnEkA presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
  • isaia panduri scrive:
    ma l'equo compenso...
    Non capisco. Si autorizza la tassa di equo compenso sui media di archiviazione. Bene, con qualche mugugno, ci si potrebbe anche stare; è come pagare un forfait per avere il diritto di copiare quello che ti pare.Epperò, contestualmente, proibiscono per legge la copia. Certo, di quelle fonti coperte da protezioni, ma non ci vuole molto a capire che qualsiasi prodotto commerciale se già non lo è presto sarà almeno formalmente protetto da qualche protezione.Quindi... alla fine si paga l'equo compenso per avere il diritto di copiare materiale non commerciale... ovvero, le proprie foto delle vacanze, i propri filmini porno-familiari (o quelli degli amici).Certo che sono furbe, queste major.
  • isaia panduri scrive:
    ma l'equo compenso...
    Non capisco. Si autorizza la tassa di equo compenso sui media di archiviazione. Bene, con qualche mugugno, ci si potrebbe anche stare; è come pagare un forfait per avere il diritto di copiare quello che ti pare.Epperò, contestualmente, proibiscono per legge la copia. Certo, di quelle fonti coperte da protezioni, ma non ci vuole molto a capire che qualsiasi prodotto commerciale se già non lo è presto sarà almeno formalmente protetto da qualche protezione.Quindi... alla fine si paga l'equo compenso per avere il diritto di copiare materiale non commerciale... ovvero, le proprie foto delle vacanze, i propri filmini porno-familiari (o quelli degli amici).Certo che sono furbe, queste major.
    • dioniso scrive:
      Re: ma l'equo compenso...
      - Scritto da: isaia panduri
      Non capisco. Si autorizza la tassa di equo
      compenso sui media di archiviazione. Bene, con
      qualche mugugno, ci si potrebbe anche stare; è
      come pagare un forfait per avere il diritto di
      copiare quello che ti
      pare.

      Epperò, contestualmente, proibiscono per legge la
      copia. Certo, di quelle fonti coperte da
      protezioni, ma non ci vuole molto a capire che
      qualsiasi prodotto commerciale se già non lo è
      presto sarà almeno formalmente protetto da
      qualche
      protezione.

      Quindi... alla fine si paga l'equo compenso per
      avere il diritto di copiare materiale non
      commerciale... ovvero, le proprie foto delle
      vacanze, i propri filmini porno-familiari (o
      quelli degli
      amici).

      Certo che sono furbe, queste major.L'equo compenso è una sorta di risarcimento preventivo. non hai automaticamente il diritto di copiare visto che pagato. dal punto di vista morale ed etico è una puttanata bella e buona, dal punto di vista pragmatico io mi immagino il signor hollywood che è andatao a casa del signor vebatim e gli ha detto:voglio un pezzo dei tuoi guadagni visto che sui tuoi cd ci scrvono i miei film/mp3, questi si sono messi d'accordo sulla percentuale e poi hanno ordinato ai politici di realizzare la cosa, i politici hanno creato "l'equo compenso", con le divers eincarnazioni da paese a paese.io mi sbellico dalla risa tutte le volte che sento questo termine, mi riporta sempre alla memoria quanto si stanno prendendo per il culo.
    • dioniso scrive:
      Re: ma l'equo compenso...
      - Scritto da: isaia panduri
      Non capisco. Si autorizza la tassa di equo
      compenso sui media di archiviazione. Bene, con
      qualche mugugno, ci si potrebbe anche stare; è
      come pagare un forfait per avere il diritto di
      copiare quello che ti
      pare.

      Epperò, contestualmente, proibiscono per legge la
      copia. Certo, di quelle fonti coperte da
      protezioni, ma non ci vuole molto a capire che
      qualsiasi prodotto commerciale se già non lo è
      presto sarà almeno formalmente protetto da
      qualche
      protezione.

      Quindi... alla fine si paga l'equo compenso per
      avere il diritto di copiare materiale non
      commerciale... ovvero, le proprie foto delle
      vacanze, i propri filmini porno-familiari (o
      quelli degli
      amici).

      Certo che sono furbe, queste major.L'equo compenso è una sorta di risarcimento preventivo. non hai automaticamente il diritto di copiare visto che pagato. dal punto di vista morale ed etico è una puttanata bella e buona, dal punto di vista pragmatico io mi immagino il signor hollywood che è andatao a casa del signor vebatim e gli ha detto:voglio un pezzo dei tuoi guadagni visto che sui tuoi cd ci scrvono i miei film/mp3, questi si sono messi d'accordo sulla percentuale e poi hanno ordinato ai politici di realizzare la cosa, i politici hanno creato "l'equo compenso", con le divers eincarnazioni da paese a paese.io mi sbellico dalla risa tutte le volte che sento questo termine, mi riporta sempre alla memoria quanto si stanno prendendo per il culo.
    • Lopippo scrive:
      Re: ma l'equo compenso...
      no, l'equo compenso si paga come rimborso per le ipotetiche e non quantificabili violazioni di copyrightsul fatto che si possa dare la proprietà delle idee a qualcuno ci sarebbe da discutere...un po' come la tassa per il possesso di apparecchi adatti o adattabili alla ricezione del segnale radiotelevisivo (più comunemente conosciuta come canone rai); tu non paghi per vedere la televisione o ascoltare la radio, ma per l'eventualità che con quegli apparechi saresti in grado di farlosemplicemnte spillano un po' di soldi dove possibile; sfruttano l'ingenuità o l'ignoranza della gente, e intanto si riempiono le tasche con i prodotti e i servizi altruiper alcuni togliere i diritti d'autore porterebbe questi ultimi a non fare più opere perché "poco" retribuiti e non abbastanza tutelati,per altri invece si espande la conoscenza collettiva, e quindi favorirebbe il progressosarebbero comunque discutibili tutti i finanziamenti a fondo perduto; è facile fare gli imprenditori privati con i soldi statali, mettendosi in tasca i guadagni e riversando sempre sullo stato eventuali perdite
      • dddd scrive:
        Re: ma l'equo compenso...

        per alcuni togliere i diritti d'autore porterebbe
        questi ultimi a non fare più opere perché "poco"
        retribuiti e non abbastanza
        tutelatie pensare che beethoven e mozart hanno ideato le loro opere migliori quando facevano la fame
      • dddd scrive:
        Re: ma l'equo compenso...

        per alcuni togliere i diritti d'autore porterebbe
        questi ultimi a non fare più opere perché "poco"
        retribuiti e non abbastanza
        tutelatie pensare che beethoven e mozart hanno ideato le loro opere migliori quando facevano la fame
    • Lopippo scrive:
      Re: ma l'equo compenso...
      no, l'equo compenso si paga come rimborso per le ipotetiche e non quantificabili violazioni di copyrightsul fatto che si possa dare la proprietà delle idee a qualcuno ci sarebbe da discutere...un po' come la tassa per il possesso di apparecchi adatti o adattabili alla ricezione del segnale radiotelevisivo (più comunemente conosciuta come canone rai); tu non paghi per vedere la televisione o ascoltare la radio, ma per l'eventualità che con quegli apparechi saresti in grado di farlosemplicemnte spillano un po' di soldi dove possibile; sfruttano l'ingenuità o l'ignoranza della gente, e intanto si riempiono le tasche con i prodotti e i servizi altruiper alcuni togliere i diritti d'autore porterebbe questi ultimi a non fare più opere perché "poco" retribuiti e non abbastanza tutelati,per altri invece si espande la conoscenza collettiva, e quindi favorirebbe il progressosarebbero comunque discutibili tutti i finanziamenti a fondo perduto; è facile fare gli imprenditori privati con i soldi statali, mettendosi in tasca i guadagni e riversando sempre sullo stato eventuali perdite
    • dddd scrive:
      Re: ma l'equo compenso...

      Quindi... alla fine si paga l'equo compenso per
      avere il diritto di copiare materiale non
      commerciale... ovvero, le proprie foto delle
      vacanze, i propri filmini porno-familiari (o
      quelli degli
      amici).

      Certo che sono furbe, queste major.no non ci sei, l'equo compenso non lo paghi per legalizzare la copia. lo paghi perche' i detentori dei diritti dicono che c'e' chi copia e loro non guadagnano abbastanza.
      • isaia panduri scrive:
        Re: ma l'equo compenso...
        Si lo so che non mi autorizza a fare copie, l'equo compenso.Però mi domando dal pdv legale come si configuri realmente la cosa.Se io ho effettivamente pagato un risarcimento per quanto (forse) ho copiato, non si capisce perchè poi dovrebbero farmi causa per aver copiato.Forse per questo ti fanno causa per "sprotezionismo", invece che per copia.Non solo, se è vero che l'equo compenso è molto basso e a volte non ripagherebbe l'entità del "danno" eseguito tramite copia, è pur vero che questo piccolo compenso viene applicato a TUTTA la base utenti e a TUTTI i supporti, che essi vengano usati per copia o meno. Per cui alla fine i conti dovrebbero pareggiare.Inoltre, se così non è, questa tassa induce a pensare di essere autorizzati a farsi copia di quello che si vuole (soprattutto di roba commerciale), visto che viene presunta una colpevolezza a priori, a prescindere dalla effettiva condotta illecita.
        • dioniso scrive:
          Re: ma l'equo compenso...
          Infatti l'equo compenso non ha un senso legale compiutocon la stessa logica infatti io potrei chiedere oggi alla verbatim il risarcimento dei danni che avrò quando mio figlio che oggi studia il pianoforte vedrà tra 10 anni le proprie sonate copiate grazie ai loro cd.e perchè allra non si introduce l'equo compenso sui proiettili?si istituisce un fondo che attinge denaro dall'equo compenso sul prezzo di ogni pallottola che servirà poi per risarcire le spese mediche ed il funerale di chi muore a causa di uno sparo.si potrebbe andare avanti ore ad elencare tutte le cose sulle quali si potrebbe applicare l'equo compenso ma l'unico campo in cui lo si appplica è quello dell'IT.è una balzello baronale, nulla più.
        • dioniso scrive:
          Re: ma l'equo compenso...
          Infatti l'equo compenso non ha un senso legale compiutocon la stessa logica infatti io potrei chiedere oggi alla verbatim il risarcimento dei danni che avrò quando mio figlio che oggi studia il pianoforte vedrà tra 10 anni le proprie sonate copiate grazie ai loro cd.e perchè allra non si introduce l'equo compenso sui proiettili?si istituisce un fondo che attinge denaro dall'equo compenso sul prezzo di ogni pallottola che servirà poi per risarcire le spese mediche ed il funerale di chi muore a causa di uno sparo.si potrebbe andare avanti ore ad elencare tutte le cose sulle quali si potrebbe applicare l'equo compenso ma l'unico campo in cui lo si appplica è quello dell'IT.è una balzello baronale, nulla più.
      • isaia panduri scrive:
        Re: ma l'equo compenso...
        Si lo so che non mi autorizza a fare copie, l'equo compenso.Però mi domando dal pdv legale come si configuri realmente la cosa.Se io ho effettivamente pagato un risarcimento per quanto (forse) ho copiato, non si capisce perchè poi dovrebbero farmi causa per aver copiato.Forse per questo ti fanno causa per "sprotezionismo", invece che per copia.Non solo, se è vero che l'equo compenso è molto basso e a volte non ripagherebbe l'entità del "danno" eseguito tramite copia, è pur vero che questo piccolo compenso viene applicato a TUTTA la base utenti e a TUTTI i supporti, che essi vengano usati per copia o meno. Per cui alla fine i conti dovrebbero pareggiare.Inoltre, se così non è, questa tassa induce a pensare di essere autorizzati a farsi copia di quello che si vuole (soprattutto di roba commerciale), visto che viene presunta una colpevolezza a priori, a prescindere dalla effettiva condotta illecita.
    • dddd scrive:
      Re: ma l'equo compenso...

      Quindi... alla fine si paga l'equo compenso per
      avere il diritto di copiare materiale non
      commerciale... ovvero, le proprie foto delle
      vacanze, i propri filmini porno-familiari (o
      quelli degli
      amici).

      Certo che sono furbe, queste major.no non ci sei, l'equo compenso non lo paghi per legalizzare la copia. lo paghi perche' i detentori dei diritti dicono che c'e' chi copia e loro non guadagnano abbastanza.
  • Parcondicio scrive:
    Ottimo!
    Se i filmografi e i discografici si dimostreranno avidi anche solo la metà di quanto sono stati finora, con questo strumento nelle mani azzopperanno senza speranza di guarigione il settore IT tedesco, a tutto vantaggio della concorrenza degli altri paesi europei.NO all'egemonia tedesca, quindi, se si picconano i piedi e tagliano le pelotas da soli... LASCIAMOLI LAVORARE!!! :D :D :D
  • Parcondicio scrive:
    Ottimo!
    Se i filmografi e i discografici si dimostreranno avidi anche solo la metà di quanto sono stati finora, con questo strumento nelle mani azzopperanno senza speranza di guarigione il settore IT tedesco, a tutto vantaggio della concorrenza degli altri paesi europei.NO all'egemonia tedesca, quindi, se si picconano i piedi e tagliano le pelotas da soli... LASCIAMOLI LAVORARE!!! :D :D :D
  • Sinistra scrive:
    i sinistri
    Allora cari rossi dove siete, prima pigliare in giro gli elettori del Cavaliere e pronti a rinfacciagli la legge Urbani...Salito Prodi la legge Urbani è restata e ovunque siete andati al potere ne avete proposta una uguale....QUindi finitela di pensare di avere in tasca la verità e di ritenere i vostri leader l'emblema della giustizia ed iniziate come noi a rompere i coglioni hai vari politici con l'unica arma che abbiamo il voto, magari va a finire che ci troviamo al governo Grillo Panariello e Fantozzi
  • Sinistra scrive:
    i sinistri
    Allora cari rossi dove siete, prima pigliare in giro gli elettori del Cavaliere e pronti a rinfacciagli la legge Urbani...Salito Prodi la legge Urbani è restata e ovunque siete andati al potere ne avete proposta una uguale....QUindi finitela di pensare di avere in tasca la verità e di ritenere i vostri leader l'emblema della giustizia ed iniziate come noi a rompere i coglioni hai vari politici con l'unica arma che abbiamo il voto, magari va a finire che ci troviamo al governo Grillo Panariello e Fantozzi
    • si tu scrive:
      Re: i sinistri
      ah ah...questo ancora crede alla destra e alla sinistra...ai rossi e al cavaliere...il voto,unica arma che abbiamo,ce l'hanno dimmezzato come potere,non possiamo manco più esprimere preferenze.
      • stefdragon scrive:
        Re: i sinistri
        - Scritto da: si tu
        ah ah...questo ancora crede alla destra e alla
        sinistra...ai rossi e al cavaliere...il
        voto,unica arma che abbiamo,ce l'hanno dimmezzato
        come potere,non possiamo manco più esprimere
        preferenze.Quoto.Destra e sinistra non esistono. Esiste solo un CENTRO di furboni che con le nostre tasse fanno la bella vita, e ogni tanto si sprecano ad organizzare finte battaglie e fintissimi scontri, quando in realtà sono d'accordo per fare l'amore e non fare la guerra.Sarei felice di vedere Fantozzi (Paolo Villaggio) al governo.
      • stefdragon scrive:
        Re: i sinistri
        - Scritto da: si tu
        ah ah...questo ancora crede alla destra e alla
        sinistra...ai rossi e al cavaliere...il
        voto,unica arma che abbiamo,ce l'hanno dimmezzato
        come potere,non possiamo manco più esprimere
        preferenze.Quoto.Destra e sinistra non esistono. Esiste solo un CENTRO di furboni che con le nostre tasse fanno la bella vita, e ogni tanto si sprecano ad organizzare finte battaglie e fintissimi scontri, quando in realtà sono d'accordo per fare l'amore e non fare la guerra.Sarei felice di vedere Fantozzi (Paolo Villaggio) al governo.
  • Arco Bau scrive:
    barbarie
    questa è barbarie.
  • Arco Bau scrive:
    barbarie
    questa è barbarie.
  • sk sk scrive:
    dove si comprano ora i CD-DVD?
    E' evidente che fra poco comprare in germania non sarà molto conveniente.Qualche consiglio per i nuovi acquisti in europa?
    • Nome e cognome scrive:
      Re: dove si comprano ora i CD-DVD?
      - Scritto da: sk sk
      E' evidente che fra poco comprare in germania non
      sarà molto
      conveniente.

      Qualche consiglio per i nuovi acquisti in europa?quelli cinesi? :D :D :p
      • Ste scrive:
        Re: dove si comprano ora i CD-DVD?


        Qualche consiglio per i nuovi acquisti in
        europa?

        quelli cinesi? :D :D :pSi diceva europa non a caso: in tutti i paesi europei vige "l'equo compenso" e ciò rende legale l'acquisto in un qualsiasi paese europeo. Solo che in Germania era più equo che altrove. Ciò rendeva l'acquisto più conveniente li che altrove.I cd cinesi non contemplano l'equo compenso e il loro acquisto è da considerarsi illegale ad oggi. Inoltre ci sono una serie di complicazioni che rendono impraticabile tale via: costi, tempi e sicurezza di trasporto; costi e tempi di dogana (che per gli intra-europei non c'è).La domanda è quindi lecita: qual'è l'entità dell'equo compenso nei vari paesi europei (ovvero dove è minore) posto che per certo si sa che non è uguale dappertutto.
      • Ste scrive:
        Re: dove si comprano ora i CD-DVD?


        Qualche consiglio per i nuovi acquisti in
        europa?

        quelli cinesi? :D :D :pSi diceva europa non a caso: in tutti i paesi europei vige "l'equo compenso" e ciò rende legale l'acquisto in un qualsiasi paese europeo. Solo che in Germania era più equo che altrove. Ciò rendeva l'acquisto più conveniente li che altrove.I cd cinesi non contemplano l'equo compenso e il loro acquisto è da considerarsi illegale ad oggi. Inoltre ci sono una serie di complicazioni che rendono impraticabile tale via: costi, tempi e sicurezza di trasporto; costi e tempi di dogana (che per gli intra-europei non c'è).La domanda è quindi lecita: qual'è l'entità dell'equo compenso nei vari paesi europei (ovvero dove è minore) posto che per certo si sa che non è uguale dappertutto.
    • Categorico scrive:
      Re: dove si comprano ora i CD-DVD?
      - Scritto da: sk sk
      E' evidente che fra poco comprare in germania non
      sarà molto
      conveniente.

      Qualche consiglio per i nuovi acquisti in europa?Ho capito a chi alludi e fortunatamente per te, per me e per tutti, ti do una notizia rassicurante: non tutti quei siti convenienti col nome tedesco sono in Germania, alcuni sono in Lussemburgo, di cui il tedesco è una delle lingue ufficiali.Per esempio Shoxx, ex DVDRohlinge24, diverso da DVDRohlinge, che ora è Nierle.Purtroppo per i fan di Nierle, quest'ultimo è tedesco, ma per fortuna non è il solo sito conveniente ed affidabile.
    • Categorico scrive:
      Re: dove si comprano ora i CD-DVD?
      - Scritto da: sk sk
      E' evidente che fra poco comprare in germania non
      sarà molto
      conveniente.

      Qualche consiglio per i nuovi acquisti in europa?Ho capito a chi alludi e fortunatamente per te, per me e per tutti, ti do una notizia rassicurante: non tutti quei siti convenienti col nome tedesco sono in Germania, alcuni sono in Lussemburgo, di cui il tedesco è una delle lingue ufficiali.Per esempio Shoxx, ex DVDRohlinge24, diverso da DVDRohlinge, che ora è Nierle.Purtroppo per i fan di Nierle, quest'ultimo è tedesco, ma per fortuna non è il solo sito conveniente ed affidabile.
  • Gatto incazzato scrive:
    Il computer mi ha rubato il posto
    Ci sono intere generazioni di lavoratori qualificati che hanno perduto il posto di lavoro a causa dell'automazione delle industria e dell'informatizzazione delle infrastrutture della nostra società. Molte possibilità di impiego si dileguano perché il progresso consente a 1 persona dotata di computer di fare il lavoro di 10, 20, 50...Ora dico io... Ma il progresso deve mandarlo in culo solo ai più deboli? Questa proposta di indennizzare alcune società per mancati profitti dovute all'evoluzione di una tecnologia a me suona un po' come se una dattilografa pretendesse un'indennizzo statale perché la tecnologia le ha rubato il posto di lavoro. E di esempi del genere ce ne sarebbero a bizzeffe.
  • Gatto incazzato scrive:
    Il computer mi ha rubato il posto
    Ci sono intere generazioni di lavoratori qualificati che hanno perduto il posto di lavoro a causa dell'automazione delle industria e dell'informatizzazione delle infrastrutture della nostra società. Molte possibilità di impiego si dileguano perché il progresso consente a 1 persona dotata di computer di fare il lavoro di 10, 20, 50...Ora dico io... Ma il progresso deve mandarlo in culo solo ai più deboli? Questa proposta di indennizzare alcune società per mancati profitti dovute all'evoluzione di una tecnologia a me suona un po' come se una dattilografa pretendesse un'indennizzo statale perché la tecnologia le ha rubato il posto di lavoro. E di esempi del genere ce ne sarebbero a bizzeffe.
    • Cell scrive:
      Re: Il computer mi ha rubato il posto
      - Scritto da: Gatto incazzato
      Ci sono intere generazioni di lavoratori
      qualificati che hanno perduto il posto di lavoro
      a causa dell'automazione delle industria e
      dell'informatizzazione delle infrastrutture della
      nostra società. Molte possibilità di impiego si
      dileguano perché il progresso consente a 1
      persona dotata di computer di fare il lavoro di
      10, 20,
      50...Sicuro? non è che abbiano trasferito la produzione all'estero, dove costa meno, e magari lavoravano in aziende dove se ti dicevano A, subito andavano tutti dai sindacati a farsi proteggere?

      Ora dico io... Ma il progresso deve mandarlo in
      culo solo ai più deboli?I + deboli, quelli da tutelare, sono quelli che licenziano come niente fosse e senza discutere (con i licenziati): quando si capisce l'antifona su che razza di personaggi siano meglio starne alla larga, e mandar loro un pacco anonimo con bamboline gonfiabili e ciucci della Chicco!


      Questa proposta di indennizzare alcune società
      per mancati profitti dovute all'evoluzione di una
      tecnologia a me suona un po' come se una
      dattilografa pretendesse un'indennizzo statale
      perché la tecnologia le ha rubato il posto di
      lavoro. E di esempi del genere ce ne sarebbero a
      bizzeffe.Anche i cavalli sono finiti nelle macellerie ...
    • Cell scrive:
      Re: Il computer mi ha rubato il posto
      - Scritto da: Gatto incazzato
      Ci sono intere generazioni di lavoratori
      qualificati che hanno perduto il posto di lavoro
      a causa dell'automazione delle industria e
      dell'informatizzazione delle infrastrutture della
      nostra società. Molte possibilità di impiego si
      dileguano perché il progresso consente a 1
      persona dotata di computer di fare il lavoro di
      10, 20,
      50...Sicuro? non è che abbiano trasferito la produzione all'estero, dove costa meno, e magari lavoravano in aziende dove se ti dicevano A, subito andavano tutti dai sindacati a farsi proteggere?

      Ora dico io... Ma il progresso deve mandarlo in
      culo solo ai più deboli?I + deboli, quelli da tutelare, sono quelli che licenziano come niente fosse e senza discutere (con i licenziati): quando si capisce l'antifona su che razza di personaggi siano meglio starne alla larga, e mandar loro un pacco anonimo con bamboline gonfiabili e ciucci della Chicco!


      Questa proposta di indennizzare alcune società
      per mancati profitti dovute all'evoluzione di una
      tecnologia a me suona un po' come se una
      dattilografa pretendesse un'indennizzo statale
      perché la tecnologia le ha rubato il posto di
      lavoro. E di esempi del genere ce ne sarebbero a
      bizzeffe.Anche i cavalli sono finiti nelle macellerie ...
  • Andrea Cuomo scrive:
    Allucinante
    Fuori dal mondo !Quindi quando un tedesco comprerá un computer dovrá pagare un salato balzello a qualche sconosciuta azienda nella remota possibilitá che un domani possa copiare la loro musica.E chi stabilisce a chi vadano versati i soldi rastrellati con questo sistema ?Prevedo, in Germania ma anche in italia una gran quantitá di aziende ed aziendine sedicenti "major" che come UNICA attivitá avranno quella di intascare i soldi di questa vera e propria truffaldina tassa occulta.
  • Andrea Cuomo scrive:
    Allucinante
    Fuori dal mondo !Quindi quando un tedesco comprerá un computer dovrá pagare un salato balzello a qualche sconosciuta azienda nella remota possibilitá che un domani possa copiare la loro musica.E chi stabilisce a chi vadano versati i soldi rastrellati con questo sistema ?Prevedo, in Germania ma anche in italia una gran quantitá di aziende ed aziendine sedicenti "major" che come UNICA attivitá avranno quella di intascare i soldi di questa vera e propria truffaldina tassa occulta.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Allucinante
      - Scritto da: Andrea Cuomo
      Fuori dal mondo !
      Quindi quando un tedesco comprerá un computer
      dovrá pagare un salato balzello a qualche
      sconosciuta azienda nella remota possibilitá che
      un domani possa copiare la loro
      musica.

      E chi stabilisce a chi vadano versati i soldi
      rastrellati con questo sistema
      ?

      Prevedo, in Germania ma anche in italia una gran
      quantitá di aziende ed aziendine sedicenti
      "major" che come UNICA attivitá avranno quella di
      intascare i soldi di questa vera e propria
      truffaldina tassa
      occulta.-- Ho un grillo per la testa..............
      • ... scrive:
        Re: Allucinante
        Li grilli cominciamo a levarceli dalla testa e riempiamo le tasche di armi. E' ora di dare il giro a questo schifo altro che blablabla e vaffaday
        • nome e cognome scrive:
          Re: Allucinante
          Grazie al celo questo e' un sito decente e qualche moderatore ti togliera' la parola al piu' presto.Nel frattempo grazie di aver condiviso con noi il tuo pensiero in modo cosi' chiaro, in modo che possiamo farcene un'idea.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Allucinante
          Grazie al celo questo e' un sito decente e qualche moderatore ti togliera' la parola al piu' presto.Nel frattempo grazie di aver condiviso con noi il tuo pensiero in modo cosi' chiaro, in modo che possiamo farcene un'idea.
      • ... scrive:
        Re: Allucinante
        Li grilli cominciamo a levarceli dalla testa e riempiamo le tasche di armi. E' ora di dare il giro a questo schifo altro che blablabla e vaffaday
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Allucinante
      - Scritto da: Andrea Cuomo
      Fuori dal mondo !
      Quindi quando un tedesco comprerá un computer
      dovrá pagare un salato balzello a qualche
      sconosciuta azienda nella remota possibilitá che
      un domani possa copiare la loro
      musica.

      E chi stabilisce a chi vadano versati i soldi
      rastrellati con questo sistema
      ?

      Prevedo, in Germania ma anche in italia una gran
      quantitá di aziende ed aziendine sedicenti
      "major" che come UNICA attivitá avranno quella di
      intascare i soldi di questa vera e propria
      truffaldina tassa
      occulta.-- Ho un grillo per la testa..............
    • Cattivaccio scrive:
      Re: Allucinante
      Scusa, ma è gente che gassava il prossimo e lo cremava :|, ti stupisci che facciano anche cose infinitamente meno gravi :o ?Sarebbe un po' come andare in tribunale gridando "fermi tutti, prima di processare Totò Riina per mafia ci sarebbe una faccenda di divieti di sosta, semafori rossi, condotta di velocipede più di un'ora dopo il tramonto senza le luci regolamentari..." :p
    • Cattivaccio scrive:
      Re: Allucinante
      Scusa, ma è gente che gassava il prossimo e lo cremava :|, ti stupisci che facciano anche cose infinitamente meno gravi :o ?Sarebbe un po' come andare in tribunale gridando "fermi tutti, prima di processare Totò Riina per mafia ci sarebbe una faccenda di divieti di sosta, semafori rossi, condotta di velocipede più di un'ora dopo il tramonto senza le luci regolamentari..." :p
Chiudi i commenti