Nadella: Microsoft fa di tutto per il mobile

A partire dalla valorizzazione della propria utenza desktop, e dagli strumenti offerti agli sviluppatore per trasformare le app in soluzioni universali, Windows 10 sarà la leva di tutto il business di Redmond

Roma – “Un grande errore che abbiamo commesso in passato è stato di pensare che il PC sarebbe stato al centro di tutto, per sempre”: il CEO di Microsoft Satya Nadella non ha intenzione di ripetere l’errore, ed è per questo che Windows 10 è stato pensato come un sistema operativo universale, capace di alimentare un ecosistema che abbraccia una vastissima gamma di dispositivi, senza certo escludere il mobile.

Nadella, che si è concesso alle domande di Mary Jo Foley di ZDNet nel contesto della Worldwide Partner Conference di Microsoft, non prospetta alcun declino per Redmond nel settore mobile, a differenza di quanto ventilato dagli analisti e dagli osservatori a seguito del corposo taglio del personale , coerente con una profonda riorganizzazione aziendale che ha fatto convergere hardware e software, desktop, mobile e tutti gli altri dispositivi nella divisione Windows and Devices Group (WDG).

Il fatto di fare perno su Windows 10 per sviluppare hardware e software rende evidente che l’affermazione di Nadella “Vogliamo essere presenti in ogni terminale mobile” non si limiti al riferimento alle applicazioni , e con esse ai servizi come One Cloud, Office 365 e Azure, che si stanno facendo largo sulle piattaforme della concorrenza .

Nadella crede nel mobile di Microsoft, a tutto tondo. Crede nell’ hardware , per cui il CEO parla di “pochi telefoni” che sappiano guadagnare làttenzione del mercato e rappresentare i tratti distintivi della filosofia dell’azienda, facendo poi riferimento ai Lumia Premium in arrivo entro l’anno a cui aveva già accennato Terry Myerson, e nel software. “Se nessun produttore OEM si farà avanti per produrre dispositivi Windows li produrremo noi”, Lumia compresi: perché, spiega Nadella, tutto concorre al futuro di Windows.

E il software , nello specifico Windows 10 con il suo approccio universale, sarà la leva: “L’upgrade gratuito a Windows 10 ha l’intento di migliorare la nostra posizione nell’ambito telefonico”, perché spingerà gli sviluppatori a lavorare ad applicazioni in grado di arricchire tutto l’ecosistema, grazie agli strumenti messi loro a disposizione da Redmond e grazie alla visibilità offerta alle app universali dal Menù Start, presente su “un miliardo di dispositivi”. “La verità fondamentale per gli sviluppatori è che lavorerenno se ci sono degli utenti – spiega Nadella – e nel nostro caso la verità è che abbiamo utenti desktop”: ma se gli sviluppatori si rivolgono a Windows, afferma il CEO, si rivolgono altresì al mercato mobile, grazie all’universalità della piattaforma e delle applicazioni che la possono popolare.

“Quando hai il tre per cento del mercato dei telefoni, ma allo stesso tempo puoi contare su un miliardo di utenti desktop, su Xbox, sull’innovazione di HoloLens, su Band (…) – afferma Nadella – hai una famiglia di dispositivi: voglio poter pensare alla nostra strategia, alla nostra innovazione, al nostro progresso in questa ottica globale”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca Bianchetto scrive:
    non sarà difficile capire chi è stato
    Secondo Zerohedge, il giorno prima qualcuno ha acquistato 400 lotti ( 400.000 unità ) di derivati ( strike call) per TWTR a 37$, scadenza a tre giorni, pagandole dai 21 ai 30 centesimi, e se ne è liberato il giorno dopo vendendole a un prezzo tra l'1 e i 2 dollari per unità....TWTR non sarebbe mai arrivato a 37$ da solo... Soprattutto nell'arco di 3 giorni. Chi ha comperato quei derivati sapeva già quello che stava succedendo...
Chiudi i commenti