Nata a Roma AITCI, consulenti informatici

Associazione


Roma – E’ stata annunciata in questi giorni la nascita di AITCI, Associazione Italiana dei Consulenti Informatici che – si legge in una nota – intende “promuovere e tutelare, in Italia, i diritti e gli interessi della categoria”.

“L’iniziativa – afferma la nota – nasce dall’esigenza di federare la categoria al fine di elevarla ai livelli professionali riscontrabili negli altri paesi europei, tecnologicamente e socialmente più avanzati, dove associazioni di questo tipo esistono da anni”. L’associazione – continua la nota – “propone agli aderenti servizi innovativi, tali l’iscrizione all’albo online, l’assicurazione professionale oppure l’assistenza legale, compresi nella quota di iscrizione e servizi aggiuntivi, definiti “professionali”, sotto forma di pacchetti, tali la gestione contabile oppure diversi tipi di assicurazioni”.

Altre info all’indirizzo www.aitci.com

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Perche' dovrei ?
    - Scritto da: Anonimo
    Programmo al CED di una grande P.A. del nord e
    questa iniziativa mi lascia un po' dubbioso.
    L'applicazione (in M$Access su MySQL) che ho
    appena realizzato risolve un problema che
    sicuramente e' comune a tutte le P.A. d'Italia,
    ma non credo che la potrei regalare ad altri.Regalare cosa? sei stato pagato con soldi pubblici per svilupparla.
  • francescone scrive:
    Formati aperti
    Le strutture pubbliche dovrebbero OBBLIGATORIAMENTE utilizzare formati aperti. Si può discutere sull'adozione di software free, open source o closed, ma sul problema dei formati non c'è spazio per alcuna discussione. Non è accettabile trovare su siti istituzionali documenti .doc (il problema, prima che si tirino in ballo antipatie verso MS, è da analizzare dal punto di vista di un principio generale, non come riferimento all'azienda al momento in posizione più forte). Se si nega questo, si è in malafede.
  • Anonimo scrive:
    ... "opensource" ?
    mi sarei aspettato una gigantesca softwarehouse statale opensource che copra ogni bisogno dello stato... non importa se qualcuno viene pagato per lavorarci ed innovare... l'importante è che resti opensource e di proprietà dello stato, che lo Stato ci possa mettere le mani e ridistribuire senza limiti di licenze... La regione Umbria crea un motore di correzione ortografica? Perfetto, lo mettiamo in sharing con le altre regioni.Ecco che subito la Basilicata, grazie al genio incompreso del ragionier Cagazza , propone una ottima modifica. tutti reintegrano, tutti beneficiano, NESSUNO PAGA, tutti guadagnano, la media si alza.Ed ecco che la regione Campania si accorge che il modulo per la reimpaginazione crasha per una sciocchezza ... ovvio, lo avevano fatto quelli della regione Lombardia... beh, poco importa, dato che tutto questo sw è dello Stato Italiano... si modifica, si aggiusta... e tutti ne beneficiano. Impiegati e strutture sono già pagate... il lavoro andava COMUNQUE svolto ... e viene svolto per la cittadinanza... non c'è un singolo in particolare che imprende... e quindi, è giusto che sia così. Se un lavoro per lo Stato fatto oggi vale per 150 anni... e per tutte le regioni... ben venga, no?Ed ecco che spunta la regione Friuli Venezia Giulia ... che , si sa, la grammatica l'hanno inventata loro... e allora che ti fanno? Mettono anche il controllo grammaticale. E tracche! E' per tutti.Così avremo a disposizione Parola, il word processor creato dagli italiani per gli italiani. Download gratuito presso www.parola.gov da parte di chiunque loggandosi con il codice fiscale.... ah... sogni.
    • Anonimo scrive:
      Re: ... "opensource" ?
      - Scritto da: Anonimo
      mi sarei aspettato una gigantesca softwarehouse
      statale opensource che copra ogni bisogno dello
      stato... non importa se qualcuno viene pagato per
      lavorarci ed innovare... l'importante è che resti
      opensource e di proprietà dello stato, che lo
      Stato ci possa mettere le mani e ridistribuire
      senza limiti di licenze...

      La regione Umbria crea un motore di correzione
      ortografica? Perfetto, lo mettiamo in sharing con
      le altre regioni.ma vedi se sviluppi del sw tuo lo può già dara a chi ti pare senza tirare in ballo migrazioni e opensource.
      Ecco che subito la Basilicata, grazie al genio
      incompreso del ragionier Cagazza , propone una
      ottima modifica. e perchè il rag. non potrebbe già farlo?
      tutti reintegrano, tutti beneficiano, NESSUNO
      PAGA, tutti guadagnano, la media si alza.sembra uno slogan....sarà perchè lo è?

      Ed ecco che la regione Campania si accorge che il
      modulo per la reimpaginazione crasha per una
      sciocchezza ... ovvio, lo avevano fatto quelli
      della regione Lombardia... beh, poco importa,
      dato che tutto questo sw è dello Stato
      Italiano... si modifica, si aggiusta... e tutti
      ne beneficiano. puoi benissimo farlo hai mai sentito parlare di programmazione distribuita?
      Impiegati e strutture sono già pagate... il
      lavoro andava COMUNQUE svolto ... e viene svolto
      per la cittadinanza... non c'è un singolo in
      particolare che imprende... e quindi, è giusto
      che sia così. Se un lavoro per lo Stato fatto
      oggi vale per 150 anni... e per tutte le
      regioni... ben venga, no?tanta aria fritta......lo stesso lavoro fatto in closed source ma distribuito vale gli stessi anni solo che non spendi in migrazioni

      Ed ecco che spunta la regione Friuli Venezia
      Giulia ... che , si sa, la grammatica l'hanno
      inventata loro... e allora che ti fanno? Mettono
      anche il controllo grammaticale. E tracche! E'
      per tutti.

      Così avremo a disposizione Parolacerto lavoriamo sulla parola di un pincopallo anonimo di pi come se già non ne avessimo troppi di fuffettari a gestire l'economia italiana
      , il word
      processor creato dagli italiani per gli italiani.
      Download gratuito presso www.parola.gov da parte
      di chiunque loggandosi con il codice fiscale.non c'è bisogno di migrare per consentire il download è l'uso gratuito di un sw

      ... ah... sogni.fantasie direi...fantasie che si basano su luoghi comuni ed inesattezze
      • Anonimo scrive:
        Re: ... "opensource" ?
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        mi sarei aspettato una gigantesca

        softwarehouse statale opensource che

        copra ogni bisogno dello stato... non

        importa se qualcuno viene pagato

        per lavorarci ed innovare... l'importante

        è che resti opensource e di proprietà

        dello stato, che lo Stato ci possa

        mettere le mani e ridistribuire

        senza limiti di licenze...

        La regione Umbria crea un motore di

        correzione ortografica? Perfetto, lo

        mettiamo in sharing con le altre regioni.
        ma vedi se sviluppi del sw tuo lo può già
        darE a chi ti pare senza tirare in ballo
        migrazioni e opensource.Infatti, ma qui non si parla di darlo a chi mi pare, ma di distribuirlo attraverso canali preferenziali ad entita' ben specifiche, che attualmente non sono in contatto tra loro.Inoltre una licenza e' necessaria, altrimenti come mi sono svegliato un mattino e regalo il mio SW alla mia vicina di casa, il giorno dopo mi sveglio e lo voglio indietro.

        Ecco che subito la Basilicata, grazie

        al genio incompreso del ragionier

        Cagazza , propone una ottima modifica.
        e perchè il rag. non potrebbe già farlo?E poi che ne fa ? Piglia le pagine gialle e la spedisce agli altri uffici ???

        tutti reintegrano, tutti beneficiano,

        NESSUNO PAGA, tutti guadagnano, la

        media si alza.
        sembra uno slogan....sarà perchè lo è?Bhe, basta guardare i fatti. :-D

        Ed ecco che la regione Campania si

        accorge che il modulo per la

        reimpaginazione crasha per una

        sciocchezza ... ovvio, lo avevano

        fatto quelli della regione Lombardia...

        beh, poco importa, dato che tutto

        questo sw è dello Stato Italiano... si

        modifica, si aggiusta... e tutti ne

        beneficiano.
        puoi benissimo farlo hai mai sentito parlare di
        programmazione distribuita?Si, per avere una programmazione distribuita e' necessario avere un luogo centralizzato di coordinazione e smistamento, ifatti si parla di organizzare proprio quello.

        Impiegati e strutture sono già pagate... il

        lavoro andava COMUNQUE svolto ... e

        viene svolto per la cittadinanza... non

        c'è un singolo in particolare che

        imprende... e quindi, è giusto

        che sia così. Se un lavoro per lo Stato

        fatto oggi vale per 150 anni... e per

        tutte le regioni... ben venga, no?
        tanta aria fritta......lo stesso lavoro fatto in
        closed source ma distribuito vale gli stessi
        anni solo che non spendi in migrazioniSe non hai i sorgenti e devi fare una modifica dopo 5 anni ecco che devi buttare via tutto, altro che 150 anni.

        Ed ecco che spunta la regione Friuli

        Venezia Giulia ... che , si sa, la

        grammatica l'hanno inventata loro... e

        allora che ti fanno? Mettono anche il

        controllo grammaticale. E tracche! E'

        per tutti.

        Così avremo a disposizione Parola
        certo lavoriamo sulla parola di un
        pincopallo anonimo di pi come se
        già non ne avessimo troppi di fuffettari
        a gestire l'economia italianaSo che tu la gestiresti meglio, come tutti i taxisti, barbieri e baristi del mondo, del resto

        , il word processor creato dagli italiani

        per gli italiani.

        Download gratuito presso www.parola.gov

        da parte di chiunque loggandosi con il

        codice fiscale.
        non c'è bisogno di migrare per consentire il
        download è l'uso gratuito di un swPultroppo si :-( Poiche' gli attuali formati in uso non sono interoperabili con quelli non proprietari per precisa scelta del fornitore.

        ... ah... sogni.
        fantasie direi...fantasie che si basano
        su luoghi comuni ed inesattezzeSaranno anche tante le inesattezze, ma mi sembra che non ne hai citata nemmeno una.
        • Anonimo scrive:
          Re: ... "opensource" ?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          mi sarei aspettato una gigantesca


          softwarehouse statale opensource che


          copra ogni bisogno dello stato... non


          importa se qualcuno viene pagato


          per lavorarci ed innovare... l'importante


          è che resti opensource e di proprietà


          dello stato, che lo Stato ci possa


          mettere le mani e ridistribuire


          senza limiti di licenze...



          La regione Umbria crea un motore di


          correzione ortografica? Perfetto, lo


          mettiamo in sharing con le altre regioni.


          ma vedi se sviluppi del sw tuo lo può già

          darE a chi ti pare senza tirare in ballo

          migrazioni e opensource.

          Infatti, ma qui non si parla di darlo a chi mi
          pare, ma di distribuirlo attraverso canali
          preferenziali ad entita' ben specifiche, che
          attualmente non sono in contatto tra loro.ma è la stessa identica cosa.che sia sw oss o no non ti cambia niente!

          Inoltre una licenza e' necessaria, altrimenti
          come mi sono svegliato un mattino e regalo il mio
          SW alla mia vicina di casa, il giorno dopo mi
          sveglio e lo voglio indietro.e la vicina ti dice di andare a quel paese.se il sw è sviluppato dallo stato italiano con l'intento di farne fruire tutti gli enti sul territorio non credo che la regione puglia voglia indietro il codice della regione lazio...cmq ti sfugge il concetto di programmazione distribuita: il sw è sviluppato da tutte le regioni e quindi di tutte le regioni.fermo restando che sul tuo sw puoi porre i vincoli che più ti fanno comodo.



          Ecco che subito la Basilicata, grazie


          al genio incompreso del ragionier


          Cagazza , propone una ottima modifica.

          e perchè il rag. non potrebbe già farlo?

          E poi che ne fa ? Piglia le pagine gialle e la
          spedisce agli altri uffici ???invece con sw oss per miracolo si materializza il codice negli altri uffici?ovvio che esisteranno dei server di smistamento a livello regionale ed un server centrale a cui fare capo da tutta italia.ripeto: hai mai programmato in collaborazione con gente che si trova in altri uffici magari in altre città o in altri stati?



          tutti reintegrano, tutti beneficiano,


          NESSUNO PAGA, tutti guadagnano, la


          media si alza.

          sembra uno slogan....sarà perchè lo è?

          Bhe, basta guardare i fatti. :-Dquali fatti?i programmatori li paghi sia per fare il tuo applicativo oss che per farlo closed....l'applicativo non lo paghi perchè lo hai fatto tu.......mi spieghi la differenza?



          Ed ecco che la regione Campania si


          accorge che il modulo per la


          reimpaginazione crasha per una


          sciocchezza ... ovvio, lo avevano


          fatto quelli della regione Lombardia...


          beh, poco importa, dato che tutto


          questo sw è dello Stato Italiano... si


          modifica, si aggiusta... e tutti ne


          beneficiano.


          puoi benissimo farlo hai mai sentito parlare di

          programmazione distribuita?

          Si, per avere una programmazione distribuita e'
          necessario avere un luogo centralizzato di
          coordinazione e smistamento, ifatti si parla di
          organizzare proprio quello.



          Impiegati e strutture sono già pagate... il


          lavoro andava COMUNQUE svolto ... e


          viene svolto per la cittadinanza... non


          c'è un singolo in particolare che


          imprende... e quindi, è giusto


          che sia così. Se un lavoro per lo Stato


          fatto oggi vale per 150 anni... e per


          tutte le regioni... ben venga, no?


          tanta aria fritta......lo stesso lavoro fatto in

          closed source ma distribuito vale gli stessi

          anni solo che non spendi in migrazioni

          Se non hai i sorgenti e devi fare una modifica
          dopo 5 anni ecco che devi buttare via tutto,
          altro che 150 anni.ti sei forse dimenticato che stavi parlando di sw sviluppato (programmato se ti sfugge) dalle regioni stesse che quindi il codice lo hanno



          Ed ecco che spunta la regione Friuli


          Venezia Giulia ... che , si sa, la


          grammatica l'hanno inventata loro... e


          allora che ti fanno? Mettono anche il


          controllo grammaticale. E tracche! E'


          per tutti.


          Così avremo a disposizione Parola


          certo lavoriamo sulla parola di un

          pincopallo anonimo di pi come se

          già non ne avessimo troppi di fuffettari

          a gestire l'economia italiana

          So che tu la gestiresti meglio, come tutti i
          taxisti, barbieri e baristi del mondo, del restoinvece tu la gestisci come tutti li smanettoni con tante chiacchiere, slogan e ideologie ma con poca attenzione per l'analisi della situazione attuale, dei costi, dei benefici, etc...



          , il word processor creato dagli italiani


          per gli italiani.


          Download gratuito presso www.parola.gov


          da parte di chiunque loggandosi con il


          codice fiscale.


          non c'è bisogno di migrare per consentire il

          download è l'uso gratuito di un sw

          Pultroppo si :-( Poiche' gli attuali formati in
          uso non sono interoperabili con quelli non
          proprietari per precisa scelta del fornitore.??? certo di leggere nella sfera di cristallo perchè ti sei spiegato veramente male.anche così non capisco perchè non posso permettere il download di un sw prodotto da me in maniera gratuita solo perchè pincopallo ha dei formati proprietari.....cmq...intendevi dire che i formati office sono proprietari?volevi dire che le pa dovrebbero rifarsi un'intera suite office per non pagare le licenze?forse le pa hanno mobilifici propri per non pagare la mobilia?secondo me non hai valutato a suff. i risvolti di tante chicchiere da forum su cui di basi



          ... ah... sogni.

          fantasie direi...fantasie che si basano

          su luoghi comuni ed inesattezze

          Saranno anche tante le inesattezze, ma mi sembra
          che non ne hai citata nemmeno una.quello che sembra non è quello che è...sono cose diverse.te ne sottolineo solo una: per non pagare le licenze office proponi una migrazioni da quella suite con tutti i costi che una migrazione ha (tempi fisici di backup, installazione, settagi hw e sw, conversione di mln e mln di documenti e script di automazione) e per farla sembrare meno di parte affianchi a questo l'ipotesi di creare una nostra suite.. ma ti credi che una suite office si faccia dall'oggi al domani? pensi che i programmatori abbiano intenzione di lavorare gratis in nome di chi sa cosa? pensi di sfruttare come hai suggerito il ragionier pincopallo con il solo risultato di ottenere codice e sw di me***.....certo se parliamo di tempi di ammortizzamento di 2/3 secoli magari tutte le spese per le operazioni che consigli sono reintegrate e ci si guadagna.....nel mondo reale bisogna però fare i conti un pò più a breve tempo e tenere in conto anche della situazione economica attuale (non mi frega niente che tra 150
  • Anonimo scrive:
    dopo 5 anni ancora non hanno fatto nulla
    Una commissione d'inchiesta (la commissione MEO), una direttiva sul riuso, tre volte la dichiarazione che avvrebbero avviato il riuso o il Cen tro di Competenze, e ancora siamo agli annunci!!!Francamente le uniche esperienze valide di riuso le hanno fatte, finora i Comuni, e dopo 5 anni il Governo ancora annuncia. Bah...
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche' dovrei ?
    Il problema, più che altro è che la documentazione è scarsa. Lavoro in un CED dal quale me ne stò andando. I commenti che ho messo al codice permetteranno di modificare le mie applicazioni a chi verrà dopo.
  • Anonimo scrive:
    Come negli USA
    Il software prodotto (e i dati generati) dalla Pubblica Amministrazione è pubblico e disponibile a tutti... per esempio la produzione della NASA è particolarmente interessante.
  • AnyFile scrive:
    A chi appartiene il software sviluppato?
    A chi appartiene il software sviluppato?Alla persona che lo ha sviluppato? al dipartimento che ha pagato le risorse utilizzati e gli stipendi delle persone che lo hanno sviluppato? oppure allo Stato in generale?E poi come si fa a modificarlo? Allora vuol dire che deve essere disponibile anche il sorgente. e allora vuol dire che ci vuole un softawer open all'interno di tutte le amministrazioni dello Statoe poi cosa vuol dire amministrazione dello stato?includono anche provincie, regioni, accademia della cultura del vattelapesca, associazione filarmonica, ordini professionali, camera di commercio, ecc?
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi appartiene il software svilupp
      Il software prodotto da un ente pubblico dovrebbe essere di dominio pubblico, come negli USA.
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi appartiene il software svilupp
      Il sw depositabile è sempre di proprietà dell'amministrazione che lo deposita.Ovviamente l'Amministrazioen può depositare solo sw custom non pacchetti tipo Office, per quelli ci sono i contratti quadro stipulati da Consip.Le modifiche vengono fatte dall'azienda che ha realizzato quel sw.Le amministrazioni che posso utilizzare il riuso sono le amministrazione pubblice centrali (enti e ministeri) e locali (comuni, regioni, provincie, enti vari).Le CCIA credo siano escluse.Sostanzialmente tutta le amministrazioni che comprano informatica e incidono sul bilancio pubblico.- Scritto da: AnyFile
      A chi appartiene il software sviluppato?

      Alla persona che lo ha sviluppato? al
      dipartimento che ha pagato le risorse utilizzati
      e gli stipendi delle persone che lo hanno
      sviluppato? oppure allo Stato in generale?

      E poi come si fa a modificarlo? Allora vuol dire
      che deve essere disponibile anche il sorgente. e
      allora vuol dire che ci vuole un softawer open
      all'interno di tutte le amministrazioni dello
      Stato


      e poi cosa vuol dire amministrazione dello stato?

      includono anche provincie, regioni, accademia
      della cultura del vattelapesca, associazione
      filarmonica, ordini professionali, camera di
      commercio, ecc?
      • AnyFile scrive:
        Re: A chi appartiene il software svilupp
        e tanto per fare un esempio, gli enti pubblici piu' picocoli , come le scuole sono comprese? (perche' daranno piccole, ma ce ne sono molte di piu')
  • marcel scrive:
    Da un ministro-tecnico una soluzione
    Sia pure alla fine della legislatura il Ministro Stanca tira fuori le proprie innegabili competenze tecniche per introdurre iniziative volte a ridurre drasticamente gli sperperi nella PA ma non solo l'obiettivo secondario sarà modificare la cultura del "proprio orticello" nella campo delle applicazioni tecnologiche che opgni pubblico amministratore è culturalmente abituato ad applicare.L'iniziativa va guardata con interesse soprattutto per quest'ultimo aspetto e, per chi ha lavorato 37 anni nella PA, è una rivoluzione copernicana....!!!!Non so se sarà coronata da un qualche successo (ci credo pochissimo) ma servirà ad indicare la strada da percorrere per ottimizzare le spese, per superare i campanilismi, i gretti interessi di bottega (sotto forma di affidamenti d'incarichi agli amici degli amici) vero ostacolo al progresso nella PA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da un ministro-tecnico una soluzione
      Questo provvedimento potrà forse funzionare, ma non credo che riuscirà a cambiare la mentalità dei dirigenti della PA. Ci vuole ben altro: per esempio la responsabilità, con conseguente danno erariale ogniqualvolta non si utilizzi un sw in riuso quando si possa farlo.Allora si solo di fronte a uno spauracchio del genere il riuso sarebbe efficace.L'altro problema è la non obbligatorietà di rendere disponibile il proprio sw.Ho già visto molte aziende specie le PMI (anche aziende da 30-40 mln. euro e
      100-200 dipendenti), per ninete contente che il sw da loro realizzato sia reso disponibile alla altre PA.Molte di queste aziende non hanno un prodotto ma vivono di sviluppo custom e quindi freneranno politicamente la disponibilità delle loro applicazioni in riuso (con buona miopia secondo me).Il problema cmq non è nel riuso del sw in se per se e invece nella cultura dell'integrazione della PA, io suggerirei il riuso dei progetti o ancora meglio una progettazione comune.
      • AnyFile scrive:
        Re: Da un ministro-tecnico una soluzione
        Ma il software che puo' essere riutilizzato e' solo quello realizzato in proprio dalla Pubblica Amministrazione o anche quello fatto realizzare a ditte esterne?VIsto la grande proponsione (che e' in realta' nulla) ad assumere personale, nelle PA si preferisce enormemente far sviluppare i programmi a ditte esterne.Quanti sono i programmi sviluppati all'interno di PA?Inoltre c'e' un problema di fondo. Ogni dirigente della PA deve essere completamente autonomo delle sue scelte (altrimenti si offende ... io sono responsabile ... sono io che decido) (strano pero' che poi non risponda dei danni causati delle sue scelte) allora ad ogni dirigente bastera' dire che lui ha ritenuto il programma riutilizzabile non adatto e molto meglio farsi fare (a spese delle collettivita') un programma apposta. (tanto paga Pantalone)
  • Anonimo scrive:
    Informatica nella PA
    Ho avuto la sfortuna (o fortuna) di lavorare in una PA (un assessorato di una provincia) e...maronna mia che schifo. Software che gestivano i conti per decine di migliaia di euro scritti in VISUAL BASIC, con astruse procedure scritte (da rispettare rigorosamente, sennò diventi capro espiatorio) per l'aggiornamento o la risoluzione dei problemi, software uguali a mille altri ma comprati nuovi perchè nell'angolino c'era il logo della provincia ecc ecc ecc
    • Anonimo scrive:
      Re: Informatica nella PA
      - Scritto da: Anonimo... Software che
      gestivano i conti per decine di migliaia di euro
      scritti in VISUAL BASIC, con astruse procedure
      scritte (da rispettare rigorosamente, sennò
      diventi capro espiatorio) per l'aggiornamento o
      la risoluzione dei problemi, software uguali a
      mille altri ma comprati nuovi perchè
      nell'angolino c'era il logo della provincia ecc
      ecc eccIl linguaggio in sé per sé non ha niente che non vada. E' forse chi scrive allegramente codice non ottimizzato che forse non va. Ho lavorato anch'io nella P.A. gestendo un'applicazione "mission critical" scritta in VB6 e se posso dire la mia, non era molto riutilizzabile in altre amministrazioni. Ci sono casi e casi ed anche la verticalizzazione di un'applicazione per un determinato ente non presenta costi inferiori a quelli di un nuovo sviluppo, anzi...ci sono applicazioni che sarebbe meglio radere al suolo e scrivere da capo piuttosto che riadattarle ad una seconda amministrazione.Stefano
    • marcel scrive:
      Re: Informatica nella PA
      Sono d'accordo con te ma la soluzione è quella indicata dall'attuale Ministro (ex funzionario IBM) uno che queste cose le ha vissute sulla propria pelle.Unico neo: la proposta arriva a fine legislatura. Chi la metterà in pratica? Prodi?Follini? ma non fatemi ridere!- Scritto da: Anonimo
      Ho avuto la sfortuna (o fortuna) di lavorare in
      una PA (un assessorato di una provincia)
      e...maronna mia che schifo. Software che
      gestivano i conti per decine di migliaia di euro
      scritti in VISUAL BASIC, con astruse procedure
      scritte (da rispettare rigorosamente, sennò
      diventi capro espiatorio) per l'aggiornamento o
      la risoluzione dei problemi, software uguali a
      mille altri ma comprati nuovi perchè
      nell'angolino c'era il logo della provincia ecc
      ecc ecc
      • Anonimo scrive:
        Re: Informatica nella PA
        Spero che il prossimo ministro del MIT non sia un ex di nessuna azienda.Sappiate che l'IBM in questi anni ha goduto di sfacciati favoritismi in tutte le PA centrali molto più che negli anni passati e questo nonostante l'IBM sia sempre l'IBM cioè un'azienda di grande valore, non è eticamente e neanche economicamente giusto.Io spero in un governo e in un ministro che rilanci, anche attraverso le commesse della PA, l'informatica italiana e magari quella europea (in EU esistono solo 2 aziende informatiche in grado di competere a livello mondiale: Siemens e SAP, di cui solo la prima è presente in ogni settore).Quando compriamo Websphere o Windows, ricordiamoci che stiamo pagando per più del 90% i lavoratori USA........che sapete bene quanto guadagnano in confronto a quelli della medesima categoria in Italia (e non sto parlando di calciatori).- Scritto da: marcel
        Sono d'accordo con te ma la soluzione è quella
        indicata dall'attuale Ministro (ex funzionario
        IBM) uno che queste cose le ha vissute sulla
        propria pelle.
        Unico neo: la proposta arriva a fine legislatura.
        Chi la metterà in pratica? Prodi?Follini? ma non
        fatemi ridere!
        - Scritto da: Anonimo

        Ho avuto la sfortuna (o fortuna) di lavorare in

        una PA (un assessorato di una provincia)

        e...maronna mia che schifo. Software che

        gestivano i conti per decine di migliaia di euro

        scritti in VISUAL BASIC, con astruse procedure

        scritte (da rispettare rigorosamente, sennò

        diventi capro espiatorio) per l'aggiornamento o

        la risoluzione dei problemi, software uguali a

        mille altri ma comprati nuovi perchè

        nell'angolino c'era il logo della provincia ecc

        ecc ecc
  • Anonimo scrive:
    sarebbe troppo semplice
    Cominciare ad usare da subito in tutte le pubbliche amministrazioni Italiane ed Europee Open Office al posto di Word ed Excel ... e non diciamo ca****te che non si puo' per questo e per quello, con la nuova versione dopo dieci minuti anche il piu' scarso anziano burocrate si troverebbe a suo agio con un gran bel risparmio dei miei soldini delle mie tasse. Il danno sarebbe solo per quel simpatico omino che ha parlato allo smau ieri.
    • Anonimo scrive:
      Re: sarebbe troppo semplice
      - Scritto da: Anonimo
      Cominciare ad usare da subito in tutte le
      pubbliche amministrazioni Italiane ed Europee
      Open Office al posto di Word ed Excel ... e non
      diciamo ca****te che non si puo' per questo e per
      quello, con la nuova versione dopo dieci minuti
      anche il piu' scarso anziano burocrate si
      troverebbe a suo agio con un gran bel risparmio
      dei miei soldini delle mie tasse. Il danno
      sarebbe solo per quel simpatico omino che ha
      parlato allo smau ieri.usare open office vuol dire tornare indietro di 10 anni, in ogni caso, se il risparmio è notevole, va bene anche open office... o ancora meglio un software fatto in italia
      • Anonimo scrive:
        Re: sarebbe troppo semplice
        Il risparmio sui costi puri, non sul TCO (che implica anche la migrazione) è pari a zero. Non capisco perchè il software deve essere italiano visto che di OOo esiste la localizzazione in lingua italiana.
      • Giambo scrive:
        Re: sarebbe troppo semplice
        - Scritto da: Anonimo
        usare open office vuol dire tornare indietro di
        10 anni,10 anni fa' ... Office95 ... peche' dici questo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: sarebbe troppo semplice
      - Scritto da: Anonimo
      Cominciare ad usare da subito in tutte le
      pubbliche amministrazioni Italiane ed Europee
      Open Office al posto di Word ed Excel ... e non
      diciamo ca****teappunto smettila
      che non si puo' per questo e per
      quello,molto tecnico direi
      con la nuova versione dopo dieci minuti
      anche il piu' scarso anziano burocrate si
      troverebbe a suo agioovviamente se lo dici tu è oro colatoovviamente la piccola migrazione va pagata (openoffice le pa lo comprano da qualcuno che poi fornisca assistenza non lo prendono dal p2p) dall'installazione alla conversione di tutti i documenti...
      con un gran bel risparmio
      dei miei soldini delle mie tasse.no con spese aggiunte sulle tue tasse per i motivi scritti sopra e con disservizi perchè per convertire tutti i documenti delle pa ci vuole tempo
      Il danno
      sarebbe solo per quel simpatico omino che ha
      parlato allo smau ieri.il fatto è che openoffice va di moda e gente come te parla più per antipatia verso b.g. che perchè ci ha riflettuto!
      • Anonimo scrive:
        Re: sarebbe troppo semplice

        il fatto è che openoffice va di moda e
        gente come
        te parla più per antipatia verso b.g. che perchè
        ci ha riflettuto!Pensieri buoni ma hai dimenticato di ammettereche avere tutti i documenti in un formatoproprietario di un privato e' un errore e losforzo della conversione sarebbe ben impiegato.
        • Anonimo scrive:
          Re: sarebbe troppo semplice
          - Scritto da: Anonimo


          il fatto è che openoffice va di moda e

          gente come

          te parla più per antipatia verso b.g. che perchè

          ci ha riflettuto!

          Pensieri buoni ma hai dimenticato di ammettere
          che avere tutti i documenti in un formato
          proprietario di un privato e' un errorequesta è la tua personale opinione.i progetti ad ora si depositano in formato autocad che pure è proprietario eppure le case non cadono a pezzi per questo (be in italia succede pure che le case cadono ma non dipende dal formato proprietario)
          e lo
          sforzo della conversione sarebbe ben impiegato.secondo chi?secondo quali criteri?rispondi a delle semplici domande:1) il sw installatore ha le funzioni che serveno?Si2) il sw alternativo ha altre funzioni che quello attuale non ha?No3) il sw attuale consente di svolgere tutte le funzioni lavorative?Si4) i formati attuali consentono di svolgere tutte le funzioni lavorative?Siconclusini: l'attuale sw è indicato per l'ambito lavorativo e quello alternativo non offre niente di più anzi:1) tempi di backup di tutti i documenti e progetti condivisi2) tempi installazione nuovo sw3) costi di chi effetua tali operazioni4) costo del sw (niente favolette dell'openoffice gratis perchè le pa hanno bisogno di un minimo di assistenza e quindi non comprano ooffice in edicola ne lo scaricano dal p2p)5) tempi(==denaro) di conversione di documenti6) riaddestramento personaledirei che da una valutazione obbiettiva si possono concludere due cose:1) il sw attualmente in uso fa tutto quello che deve fare e non si sente la necessità di altri sw2) la migrazione verso un'altro sw comporta spreco di tempo e denaroti rimane giusto l'ideologia come a bolzano.ovviamente visto che hai voluto generalizzare sono stato al tuo gioco ma un'analisi seria richiederebbe di valutare ogni situazione con le sue specificità.La megrazione religiosa lasciala alle moschee l'informatica è una scienza e come tale va trattata
          • Anonimo scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: Anonimo
            1) il sw installatore ha le funzioni che serveno?
            SiA pagamento. Con onerosi costi per le PA sia in fase si installazione sia in fase di aggiornamento.
            2) il sw alternativo ha altre funzioni che quello
            attuale non ha?
            NoSi, come il tastino "esporta direttamente in pdf" tanto comodo per gli enti pubblici, per non parlare della possibilità di integrare il foglio di calcolo con tutti i db relazionali in commercio, oppure vogliamo parlare del formato aperto xml con cui vengono salvati i files?Non mi dilungo sulle possibilità di gestione dei flussi, integrando anche un help in liena migliore di quello di office.
            3) il sw attuale consente di svolgere tutte le
            funzioni lavorative?
            SiChe domanda è?Anche una miscela di proteine amminoacidi può servire per nutrirti.Io preferisco pasta e bistecche....Per di più office non permette il salvataggio in un formato aperto complesso richiesto per tutte le PA.
            4) i formati attuali consentono di svolgere tutte
            le funzioni lavorative?
            SiLimitatamente.Se mi invii un documento di word mi alleghi anche un assegno per comprarne la licenza...Non ti è mai capitato di avere i classici problemi di versioni dei file office 97/office XP?O peggio ancora access 97/2000/xp/2003...Che vergogna.
            conclusini: l'attuale sw è indicato per l'ambito
            lavorativo e quello alternativo non offre niente
            di più anzi:
            1) tempi di backup di tutti i documenti e
            progetti condivisi????Perchè per office questi tempi non ci sono?
            2) tempi installazione nuovo sw??????Office è preinstallato?
            3) costi di chi effetua tali operazioniPerchè non esistono già?
            4) costo del sw (niente favolette dell'openoffice
            gratis perchè le pa hanno bisogno di un minimo di
            assistenza e quindi non comprano ooffice in
            edicola ne lo scaricano dal p2p)Perchè il personale di prima non lo riutilizzi?Se avevo un tecnico prima ora non va più bene?Che faccio, lo licenzio?
            5) tempi(==denaro) di conversione di documentiIn openoffice c'è un tool che lo fa in automatico in background..... con tutto il tempo che si perde in una PA quello è proprio il meno.Ne perdo di più con Office che si riavvia da solo.
            6) riaddestramento personaleAncora??Bhe, sarebbe anche ora.Visto che i dipendenti pubblici che ci sono in giro sanno a malapena comporre una letterina...E questo proprio grazie a Billgates
            direi che da una valutazione obbiettiva si
            possono concludere due cose:
            1) il sw attualmente in uso fa tutto quello che
            deve fare e non si sente la necessità di altri sw
            2) la migrazione verso un'altro sw comporta
            spreco di tempo e denaroVa be', rileggi sopra e riformula.
            ti rimane giusto l'ideologia come a bolzano.Asti, Pisa, Firenze, Bologna etc etc te le sei dimenticate...Per non parlare degli stati esteri, Monaco, Madrid, Etc...
            ovviamente visto che hai voluto generalizzare
            sono stato al tuo gioco ma un'analisi seria
            richiederebbe di valutare ogni situazione con le
            sue specificità.
            La megrazione religiosa lasciala alle moschee
            l'informatica è una scienza e come tale va
            trattataE' per quello che sarebbe meglio lasciare ai tecnici le scelte e non ai commercia
          • Anonimo scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            1) il sw installatore ha le funzioni che
            serveno?

            Si

            A pagamento. Con onerosi costi per le PA sia in
            fase si installazione sia in fase di
            aggiornamento.aggiornamento con costi onerosi?parli delle nuove versioni?ma non si parlava di usare meglio quello che si ha?perchè credo che l'attuale office 2003 alle pa vada bene per altri 10 anni.costi onerosi per l'installazione?invece il sw oss non prevede installazione?si solo che oltre i costi onerosi dell'installazione devi anche aggiungere quelli molto più onerosi di migrazione, conversione documenti e ormazione del personale.


            2) il sw alternativo ha altre funzioni che
            quello

            attuale non ha?

            No

            Si, come il tastino "esporta direttamente in pdf"la nuova suite office lo ha (fonte pi da fonte ms)e cmq un add-in costa molto meno di una migrazione
            tanto comodo per gli enti pubblici, per non
            parlare della possibilità di integrare il foglio
            di calcolo con tutti i db relazionali in
            commercio,mi fai solo ridere
            oppure vogliamo parlare del formato
            aperto xml con cui vengono salvati i files?è una funzione o una tua mania di avercela con quello che non è open?il formato xml credo che sia stato brevettato (giusto ieri fonte su pi) e cmq se il formato proprietario fa quello che deve fare non spendo soldi in migrazioni per fare l'anarchico
            Non mi dilungo sulle possibilità di gestione dei
            flussi, integrando anche un help in liena
            migliore di quello di office.sono piegato in due dalle risate.fai una cosa: per un attimo va contro a tutte le tue credenze religiose ed installa msoffice2003 poi provalo (al limite scarica un buon libro) dopo magari ne riparliamo, quando saprai di che stai parlando però


            3) il sw attuale consente di svolgere tutte le

            funzioni lavorative?

            Si

            Che domanda è?
            Anche una miscela di proteine amminoacidi può
            servire per nutrirti.
            Io preferisco pasta e bistecche....non c'entra niente semplicemente non hai niente da ribattere.un sw che funziona non lo cambio spendendo patrimoni in migrazioni con un'altro che ha meno funzionalità solo perchè qualche citrullo preferisce quell'altro (stile bolzano dove si migra per ragioni ideologiche)

            Per di più office non permette il salvataggio in
            un formato aperto complesso richiesto per tutte
            le PA.


            4) i formati attuali consentono di svolgere
            tutte

            le funzioni lavorative?

            Si
            Limitatamente.fino ad ora le pa hanno sempre funzionato anche senza le tue boiate
            Se mi invii un documento di word mi alleghi anche
            un assegno per comprarne la licenza...lo invio a chi?pa del lazio a pa di genova?ma entrambe hanno suite compatibili con il formato quindi....

            Non ti è mai capitato di avere i classici
            problemi di versioni dei file office 97/office
            XP?solo mdb cmq parliamo di office 97 == 9 anni fale pa non hanno office 97in ogni caso i problemi msoffice/openoffice sono ben maggiori e non vedo perchè introdurre nuovi problemi

            O peggio ancora access 97/2000/xp/2003...
            Che vergogna.da 2000 in poi non esistono problemi con le versioni superiori!i problemi esistono solo da office 97 a versioni superiori perchè con office 2000 sono stati cambiate alcune parti dei formati utilizzati.2000/xp/2003 non hanno cambiato il formato ma solo aggiunto funzioni e quindi i file sono perfettamente interscambiabili


            conclusini: l'attuale sw è indicato per l'ambito

            lavorativo e quello alternativo non offre niente

            di più anzi:



            1) tempi di backup di tutti i documenti e

            progetti condivisi
            ????
            Perchè per office questi tempi non ci sono?no!oltre il backup di sicurezza non ho bisogno di altro.in caso di migrazione mi serve un backup integrale inclusi permessi al progetto e menate varie



            2) tempi installazione nuovo sw
            ??????
            Office è preinstallato?si visto che se devono migrare da msoffice a openoffice significa che msoffice è già installato FURBACCHIONE



            3) costi di chi effetua tali operazioni
            Perchè non esistono già?i tecnici che vengono a fare un'analisi per scenari di migrazioni che poi effettauano i backup di tutti i client e server che formattano che installano nuovo sw che riconfigurano hw, rete e sw etc etc.....NO le pa si affidano a tecnici esterni quelli stile mechano che ti spillano 750 euro al giorno per ogni persona dopo averti convinto che migrare era economico



            4) costo del sw (niente favolette
            dell'openoffice

            gratis perchè le pa hanno bisogno di un minimo
            di

            assistenza e quindi non comprano ooffice in

            edicola ne lo scaricano dal p2p)
            Perchè il personale di prima non lo riutilizzi?quale personale di prima?ci fai o ci sei?assistenza sul sw msoffice la fornisce ms inclusa nella licenza per openoffice devo acquistarlo da qualcuno altrimenti il p2p non ha servizi di helpdesk ed assistenza...
            Se avevo un tecnico prima ora non va più bene?
            Che faccio, lo licenzio?nel senso che il tuo tecnico fa helpdesk?licenzialo!deve fare il tecnico non fare helpdesk alla segretaria che ha sbafgliato a clickare il bottoncino...poi quanti acchi di tecnici hai vsito che generalmente non trovo neanche gli addetti agli sportelli nelle varie usl, anagrafe etc


            5) tempi(==denaro) di conversione di documenti
            In openoffice c'è un tool che lo fa in automatico
            in background..... mi sta facendo morire dal ridere.sei lo stesso che lamentava lievi problemi di compatibilità office97 con officexp o il post è stato scritto a più mani (piedi)?quel tool è buono giusto come sciaquone!
            con tutto il tempo che si
            perde in una PA quello è proprio il meno.
            Ne perdo di più con Office che si riavvia da solo.se non sai usare office non prendertela con nessuno


            6) riaddestramento personale
            Ancora??
            Bhe, sarebbe anche ora.
            Visto che i dipendenti pubblici che ci sono in
            giro sanno a malapena comporre una letterina...
            E questo proprio grazie a Billgatescerto è tutta colpa di bill.povero fantico che sei...e povera italia visto che è pieno di citrulli che ti vengono dietro





            direi che da una valutazione obbiettiva si

            possono concludere due cose:

            1) il sw attualmente in uso fa tutto quello che

            deve fare e non si sente la necessità di altri
            sw

            2) la migrazione verso un'altro sw comporta

            spreco di tempo e denaro

            Va be', rileggi sopra e riformula.prova ad imparare a fare l'imbianchino sarai più fortunato



            ti rimane giusto l'ideologia come a bolzano.
            Asti, Pisa, Firenze, Bologna etc etc te le sei
            dimenticate...
            Per non parlare degli stati esteri, Monaco,
            Madrid, Etc...devo fare la lista di quelli che non hanno migrato?spero di no perchè
          • picchio9999 scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: Anonimo
            perchè credo che l'attuale office 2003 alle pa
            vada bene per altri 10 anni.e se invece del 2003 avessero ancora il 2000 o il 97?
            si solo che oltre i costi onerosi
            dell'installazione devi anche aggiungere quelli
            molto più onerosi di migrazione, conversione
            documenti e ormazione del personale.rotfl... ma se il principale difetto dell'ultimo openoffice e` proprio quello di essere uguale ad office!
            la nuova suite office lo ha (fonte pi da fonte ms)
            e cmq un add-in costa molto meno di una migrazionevalido solo se c'e` gia` l'ultimo office, altrimenti occorre fare l'upgrade.e, installare per installare, tanto varrebbe installare definitivamente tutto a costo di licenza zero.

            tanto comodo per gli enti pubblici, per non

            parlare della possibilità di integrare il foglio

            di calcolo con tutti i db relazionali in

            commercio,

            mi fai solo ridereridi ridi, che la mamma ha fatto gli gnocchi!
            fai una cosa: per un attimo va contro a tutte le
            tue credenze religiose ed installa msoffice2003
            poi provalo (al limite scarica un buon libro)
            dopo magari ne riparliamo, quando saprai di che
            stai parlando peròcomincia tu ad informarti: io uso indifferentemente l'uno e l'altro.OO per me e 2003 per i polli che mi pagano per scrivergli le macro :-

            un sw che funziona non lo cambio spendendo
            patrimoni in migrazioni con un'altro che ha meno*non* c'e` nulla da migrare: con OO apro e salvo indifferentemente tanto in formati Office che open. Il tutto in modo completamente trasparente.
            funzionalità solo perchè qualche citrullo
            preferisce quell'altro (stile bolzano dove si
            migra per ragioni ideologiche)per te il contenuto del proprio portafogli sara` un'ideologia, ma non e` cosi` per tutti.
            fino ad ora le pa hanno sempre funzionato anche
            senza le tue boiate*funzionato* e` davvero una parola grossa.il giorno che una PA raggiungera` la meta` dell'efficienza di un'azienda privata sara` troppo tardi.

            Se mi invii un documento di word mi alleghi
            anche

            un assegno per comprarne la licenza...

            lo invio a chi?
            pa del lazio a pa di genova?no, a me.
            in ogni caso i problemi msoffice/openoffice sono
            ben maggiori e non vedo perchè introdurre nuovi
            problemicazzata immane, fidaty.
            da 2000 in poi non esistono problemi con le
            versioni superiori!dipende... con access, per esempio e` un delirio e molte macro di excel hanno il vba non completamente compatibile.
            si visto che se devono migrare da msoffice a
            openoffice significa che msoffice è già
            installato FURBACCHIONEgia`... e gli aggiornamenti di versione?
            rete e sw etc etc.....NO le pa si affidano a
            tecnici esterni quelli stile mechano che ti
            spillano 750 euro al giorno per ogni persona dopo
            averti convinto che migrare era economicoah, invece i microsoft certified partner/engineer/developer/evangelist/lupmann che sono capaci di consegnare un programma che per fare on/off/poff ti freezano il pc...
            assistenza sul sw msoffice la fornisce ms inclusa
            nella licenzabella questa! e da quando? ma hai avuto davvero necessita` di assistenza da microsoft? ed hai gia` dimenticato quanto hai speso?
            per openoffice devo acquistarlo da
            qualcuno altrimenti il p2p non ha servizi di
            helpdesk ed assistenza...c'e` niente da assistere: mentre office *modifica* il sistema operativo, openoffice ci si appoggia sopra.se il s.o. ha dei problemi a volte capita che office ne sia responsabile (particolarmente tragico office 2000, la peggior release mai uscita), mentre openoffice se ne sta per i fatti suoi.--
          • Anonimo scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: picchio9999
            - Scritto da: Anonimo


            perchè credo che l'attuale office 2003 alle pa

            vada bene per altri 10 anni.

            e se invece del 2003 avessero ancora il 2000 o il
            97?se hanno ancora il 2000 non esiste nessun problema.se invece hanno 97 si vede che non sono interessate alle nuove funzioni offerte dal nuovo office.questo però manda a monte tutto il castello di carte che era stato costruito sui costi delle licenze visto che con 320 mila lire (costo di office 97 pro) le pa ci vanno avanti da 9 anni (il 2005 ormai e quasi finito) il che significa 16 euro all'anno di licenze pro macchina come dire più della corrente per alimentarle


            si solo che oltre i costi onerosi

            dell'installazione devi anche aggiungere quelli

            molto più onerosi di migrazione, conversione

            documenti e ormazione del personale.

            rotfl... ma se il principale difetto dell'ultimo
            openoffice e` proprio quello di essere uguale ad
            office!nelle tue fantasie si, se però ti svegli e la smetti di dire cretinate ci fai un piace:tutti i database mdb che me ne faccio?devo convertirli per far piacere a un fanatico linaro che neanche sa di che parla?tutti i doc che me faccio?devo convertirli per far piacere a un fanatico linaro che neanche sa di che parla?e non rispondermi la boiata dell'utility di conversione perchè chiunque non ha il prosciutto davanti gli occhi sa che non mantiene neanche stili semplicie tutti gli script vba inclusi nei fogli di calcolo?devo convertirli per far piacere a un fanatico linaro che neanche sa di che parla?ma smettila fuffarolo il mondo è ben altro che non la tua propaganda per l'oss


            la nuova suite office lo ha (fonte pi da fonte
            ms)

            e cmq un add-in costa molto meno di una
            migrazione

            valido solo se c'e` gia` l'ultimo office,
            altrimenti occorre fare l'upgrade.
            e, installare per installare, tanto varrebbe
            installare definitivamente tutto a costo di
            licenza zero.mi stai dicendo che valuteresti prima una migrazione che comporta riaddestramento del personale e convesioni dei file rispetto ad un update?senza contare poi la miriade di add-in che fanno la stessa cosa....per favore continua ad occuparti di altro e lascia queste cose a chi non si eccitta a vedere pinguini e cose varie



            tanto comodo per gli enti pubblici, per non


            parlare della possibilità di integrare il
            foglio


            di calcolo con tutti i db relazionali in


            commercio,



            mi fai solo ridere

            ridi ridi, che la mamma ha fatto gli gnocchi!certo che rido.visto che l'informatica non fa per te valuta di inviare un curriculum a zelig


            fai una cosa: per un attimo va contro a tutte le

            tue credenze religiose ed installa msoffice2003

            poi provalo (al limite scarica un buon libro)

            dopo magari ne riparliamo, quando saprai di che

            stai parlando però

            comincia tu ad informarti: io uso
            indifferentemente l'uno e l'altro.
            OO per me e 2003 per i polli che mi pagano per
            scrivergli le macro :-
            la professionalità di un bamboccio che chiama polli i proprio clienti e cosa ridicola.viste le cretinate che hai detto tu office2003 non lo hai neanche mai visto o vendi fuffa ai tuoi clienti (pardon nel mondo open si chiamano polli)



            un sw che funziona non lo cambio spendendo

            patrimoni in migrazioni con un'altro che ha meno

            *non* c'e` nulla da migrare: con OO apro e salvo
            indifferentemente tanto in formati Office che
            open. Il tutto in modo completamente trasparente.:D:D:D:D:D:D:D


            funzionalità solo perchè qualche citrullo

            preferisce quell'altro (stile bolzano dove si

            migra per ragioni ideologiche)

            per te il contenuto del proprio portafogli sara`
            un'ideologia, ma non e` cosi` per tutti.fuffarolo è proprio il contenuto del portafoglio che ti spinge a non migrare in maniera tanto scriteriata.le licenze sono niente rispetto hai costi di migrazione, riaddestramento del personale e conversione file...tantopiù che avevi parlato di pa con office97 e che quindi di licenze spendono poco o niente


            fino ad ora le pa hanno sempre funzionato anche

            senza le tue boiate

            *funzionato* e` davvero una parola grossa.
            il giorno che una PA raggiungera` la meta`
            dell'efficienza di un'azienda privata sara`
            troppo tardi.la colpa non è certo della suite office bello mio



            Se mi invii un documento di word mi alleghi

            anche


            un assegno per comprarne la licenza...



            lo invio a chi?

            pa del lazio a pa di genova?

            no, a me.e perchè?


            in ogni caso i problemi msoffice/openoffice sono

            ben maggiori e non vedo perchè introdurre nuovi

            problemi

            cazzata immane, fidaty.cazzo che argomentazioni da ingegnere :D:D:D:D


            da 2000 in poi non esistono problemi con le

            versioni superiori!

            dipende... con access, per esempio e` un delirio
            e molte macro di excel hanno il vba non
            completamente compatibile.:D:D:D:Dfigurati poi quanto è compatibile con openoffice


            si visto che se devono migrare da msoffice a

            openoffice significa che msoffice è già

            installato FURBACCHIONE

            gia`... e gli aggiornamenti di versione?rigiri il discorso :D:D:Dnell'articolo si parla di gestione più attenta delle risorse quindi niente aggiornamenti ogni nuova release se non servono.poi se gli aggiornamenti deve farteli un tecnico su msoffice li farà un tecnico anche su openoffice quindi (seguimi che è un passo difficile per te):le installazioni di aggiornamenti non si contano perchè sarebbero pari....invece introduci una nuova installazione (quella del cambio sw) e una migrazione con tanto di tempo e soldi spesi in conversione file e addestramento personale


            rete e sw etc etc.....NO le pa si affidano a

            tecnici esterni quelli stile mechano che ti

            spillano 750 euro al giorno per ogni persona
            dopo

            averti convinto che migrare era economico

            ah, invece i microsoft certified
            partner/engineer/developer/evangelist/lupmann che
            sono capaci di consegnare un programma che per
            fare on/off/poff ti freezano il pc...ma che stai a dire fuffarolo da strapazzo?che c'entrano i microsoft certified?perchè se non installo open office devo chiamare i i microsoft certified?ma smettila va che neanche un discorso riesci a seguire


            assistenza sul sw msoffice la fornisce ms
            inclusa

            nella licenza

            bella questa! e da quando? ma hai avuto davvero
            necessita` di assistenza da microsoft? ed hai
            gia` dimenticato quanto hai speso?no! non basta ma serve anche quella ed è uno dei motivi percui le pa openoffice lo comprano e non lo prendono dalle riviste..alle pa di fare gli anarchici rivoluzionari non frega niente


            per openoffice devo acquistarlo da

            qualcuno altrimenti il p2p non ha serviz
          • picchio9999 scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: Anonimo
            se hanno ancora il 2000 non esiste nessun
            problema.
            se invece hanno 97 si vede che non sono
            interessate alle nuove funzioni offerte dal nuovo
            office.La stragrande maggioranza degli utenti, me compreso, usa una minima parte delle funzioni di office, grosso modo le stesse da almeno 10 anni. Ad esempio, word e` usato come una macchina da scrivere avanzata, con formattazioni, stili e tabelle e difficilmente si fa di piu`.
            questo però manda a monte tutto il castello di
            carte che era stato costruito sui costi delle
            licenze visto che con 320 mila lire (costo di
            office 97 pro) le pa ci vanno avanti da 9 anni
            (il 2005 ormai e quasi finito) il che significa
            16 euro all'anno di licenze pro macchina come
            dire più della corrente per alimentarle16 euro che potrebbero risparmiare.[cut]
            nelle tue fantasie si, se però ti svegli e la
            smetti di dire cretinate ci fai un piace:
            tutti i database mdb che me ne faccio?
            devo convertirli per far piacere a un fanatico
            linaro che neanche sa di che parla?quelli si possono tenere. access, se usato senza pretese di emulare i veri db client server, e` un ottimo prodotto.
            tutti i doc che me faccio?
            devo convertirli per far piacere a un fanatico
            linaro che neanche sa di che parla?a parte che la conversione potrebbe tranquillamente essere automatizzata, non e` piu` nemmeno necessario procedere alla conversione, visto che open office tratta i formati .doc nativamente.
            e tutti gli script vba inclusi nei fogli di
            calcolo?quelli si tengono.d'altra parte il vba non dovrebbe durare ancora a lungo, visto che microsoft pompa per .net.
            devo convertirli per far piacere a un fanatico
            linaro che neanche sa di che parla?ma chi ti dice che io sia un fanatico linaro?
            ma smettila fuffarolo il mondo è ben altro che
            non la tua propaganda per l'ossnon propagando nulla: semplicemente noto che la PA tratta documenti *pubblici* e che *devono* essere accessibili a tutti.poi, se decidono di regalarmi la licenza di office, sono il primo a prenderla :-)
            mi stai dicendo che valuteresti prima una
            migrazione che comporta riaddestramento del
            personale e convesioni dei file rispetto ad un
            update?non c'e` proprio nulla da addestrare: open office e` praticamente uguale ad office.e comunque maggior parte degli impiegati di PA fa a pugni col computer, qualsiasi cosa gli si metta davanti. (tanti poi fanno a pugni pure col lavoro, ma questa e` un'altra storia).
            viste le cretinate che hai detto tu office2003
            non lo hai neanche mai visto o vendi fuffa ai
            tuoi clienti (pardon nel mondo open si chiamano
            polli)eh, si da` il caso che abbia quotidianamente a che fare con i furbi che vogliono venderci software scritto coi piedi cercando di usarci come polli...

            *non* c'e` nulla da migrare: con OO apro e salvo

            indifferentemente tanto in formati Office che

            open. Il tutto in modo completamente
            trasparente.

            :D:D:D:D:D:D:Dcontento tu...


            fino ad ora le pa hanno sempre funzionato
            anche


            senza le tue boiate



            *funzionato* e` davvero una parola grossa.

            il giorno che una PA raggiungera` la meta`

            dell'efficienza di un'azienda privata sara`

            troppo tardi.

            la colpa non è certo della suite office bello mioquindi non vale il tuo discorso che hanno funzionato anche senza le mie boiate.il funzionamento della PA e` indipendente da office o OO.


            in ogni caso i problemi msoffice/openoffice
            sono


            ben maggiori e non vedo perchè introdurre
            nuovi


            problemi



            cazzata immane, fidaty.

            cazzo che argomentazioni da ingegnere :D:D:D:Dok, elenca tu questi problemi "ben maggiori".
            nell'articolo si parla di gestione più attenta
            delle risorse quindi niente aggiornamenti ogni
            nuova release se non servono.
            poi se gli aggiornamenti deve farteli un tecnico
            su msoffice li farà un tecnico anche su
            openoffice quindi (seguimi che è un passo
            difficile per te):
            le installazioni di aggiornamenti non si contano
            perchè sarebbero pari....invece introduci una
            nuova installazione (quella del cambio sw) e una
            migrazione con tanto di tempo e soldi spesi in
            conversione file e addestramento personaleripeto, non c'e` nulla da addestrare.lo aprono e lo usano. punto.--
      • Anonimo scrive:
        Re: sarebbe troppo semplice
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cominciare ad usare da subito in tutte le

        pubbliche amministrazioni Italiane ed Europee

        Open Office al posto di Word ed Excel ... e non

        diciamo ca****te

        appunto smettila


        che non si puo' per questo e per

        quello,

        molto tecnico direi



        con la nuova versione dopo dieci minuti

        anche il piu' scarso anziano burocrate si

        troverebbe a suo agio

        ovviamente se lo dici tu è oro colato
        ovviamente la piccola migrazione va pagata
        (openoffice le pa lo comprano da qualcuno che poi
        fornisca assistenza non lo prendono dal p2p)
        dall'installazione alla conversione di tutti i
        documenti...quello che terrorizza gente come te e' che pagata la migrazione non c'e' piu' trippa per gatti ... anche all'itis dovrebbero insegnarvi l'abc dell'economia o non hai mai sentito parlare di costi fissi e costi variabli?( con tuo sommo dispiacere mi occupo giustappunto di migrazioni )


        con un gran bel risparmio

        dei miei soldini delle mie tasse.

        no con spese aggiunte sulle tue tasse per i
        motivi scritti sopra e con disservizi perchè per
        convertire tutti i documenti delle pa ci vuole
        tempo



        Il danno

        sarebbe solo per quel simpatico omino che ha

        parlato allo smau ieri.

        il fatto è che openoffice va di moda e gente come
        te parla più per antipatia verso b.g. che perchè
        ci ha riflettuto!
        • Anonimo scrive:
          Re: sarebbe troppo semplice
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Cominciare ad usare da subito in tutte le


          pubbliche amministrazioni Italiane ed Europee


          Open Office al posto di Word ed Excel ... e
          non


          diciamo ca****te



          appunto smettila




          che non si puo' per questo e per


          quello,



          molto tecnico direi






          con la nuova versione dopo dieci minuti


          anche il piu' scarso anziano burocrate si


          troverebbe a suo agio



          ovviamente se lo dici tu è oro colato

          ovviamente la piccola migrazione va pagata

          (openoffice le pa lo comprano da qualcuno che
          poi

          fornisca assistenza non lo prendono dal p2p)

          dall'installazione alla conversione di tutti i

          documenti...

          quello che terrorizza gente come te e' che pagata
          la migrazione non c'e' piu' trippa per gatti ...con un bamboccio che sa solo parlare di trippa per gatti è inutile perdere tempo.....argomentazioni non slogan politici troll!
          anche all'itis dovrebbero insegnarvi l'abc
          dell'economia o non hai mai sentito parlare di
          costi fissi e costi variabli?ma va la che non hai capito un'h
          ( con tuo sommo dispiacere mi occupo giustappunto
          di migrazioni )a ecco perchè sei a favore delle migrazioni...un'altro mechano che vuole migrare tutto e tutti per mettere in tasca i soldi?hai ragione con mio sommo dispiacere perchè i soldi sprecati li pago anche io se si parla di pa





          con un gran bel risparmio


          dei miei soldini delle mie tasse.



          no con spese aggiunte sulle tue tasse per i

          motivi scritti sopra e con disservizi perchè per

          convertire tutti i documenti delle pa ci vuole

          tempo






          Il danno


          sarebbe solo per quel simpatico omino che ha


          parlato allo smau ieri.



          il fatto è che openoffice va di moda e gente
          come

          te parla più per antipatia verso b.g. che perchè

          ci ha riflettuto!

          • Anonimo scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Cominciare ad usare da subito in tutte le



            pubbliche amministrazioni Italiane ed
            Europee



            Open Office al posto di Word ed Excel ... e

            non



            diciamo ca****te





            appunto smettila






            che non si puo' per questo e per



            quello,





            molto tecnico direi









            con la nuova versione dopo dieci minuti



            anche il piu' scarso anziano burocrate si



            troverebbe a suo agio





            ovviamente se lo dici tu è oro colato


            ovviamente la piccola migrazione va pagata


            (openoffice le pa lo comprano da qualcuno che

            poi


            fornisca assistenza non lo prendono dal p2p)


            dall'installazione alla conversione di tutti i


            documenti...



            quello che terrorizza gente come te e' che
            pagata

            la migrazione non c'e' piu' trippa per gatti ...

            con un bamboccio che sa solo parlare di trippa
            per gatti è inutile perderepotrei essere tuo nonno!
            tempo.....argomentazioni non slogan politici
            troll!
            quali slogan politici ?parlo di costi fissi e variabili.fatti vedere ... ma da uno bravo!

            anche all'itis dovrebbero insegnarvi l'abc

            dell'economia o non hai mai sentito parlare di

            costi fissi e costi variabli?

            ma va la che non hai capito un'h


            ( con tuo sommo dispiacere mi occupo
            giustappunto

            di migrazioni )

            a ecco perchè sei a favore delle
            migrazioni...un'altro mechano che vuole migrare
            tutto e tutti per mettere in tasca i soldi?
            hai ragione con mio sommo dispiacere perchè i
            soldi sprecati li pago anche io se si parla di pa
            secondo te il committente di una migrazione,che spende qualche milioncino di eurini,non se li fa due conticini?gli unici che capiscono qualcosa sono quelli che usano il sw del primo quadrante del gartner ?ma probabilmente questo per te e' arabo...








            con un gran bel risparmio



            dei miei soldini delle mie tasse.





            no con spese aggiunte sulle tue tasse per i


            motivi scritti sopra e con disservizi perchè
            per


            convertire tutti i documenti delle pa ci vuole


            tempo









            Il danno



            sarebbe solo per quel simpatico omino che ha



            parlato allo smau ieri.





            il fatto è che openoffice va di moda e gente

            come


            te parla più per antipatia verso b.g. che
            perchè


            ci ha riflettuto!



          • Anonimo scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            Cominciare ad usare da subito in tutte le




            pubbliche amministrazioni Italiane ed

            Europee




            Open Office al posto di Word ed Excel ...
            e


            non




            diciamo ca****te







            appunto smettila








            che non si puo' per questo e per




            quello,







            molto tecnico direi












            con la nuova versione dopo dieci minuti




            anche il piu' scarso anziano burocrate si




            troverebbe a suo agio







            ovviamente se lo dici tu è oro colato



            ovviamente la piccola migrazione va pagata



            (openoffice le pa lo comprano da qualcuno
            che


            poi



            fornisca assistenza non lo prendono dal p2p)



            dall'installazione alla conversione di
            tutti i



            documenti...





            quello che terrorizza gente come te e' che

            pagata


            la migrazione non c'e' piu' trippa per gatti
            ...



            con un bamboccio che sa solo parlare di trippa

            per gatti è inutile perdere

            potrei essere tuo nonno!allora scusa..se avessi saputo che era colpa dell'arteriosclerosi mi sarei comportato diversamente


            tempo.....argomentazioni non slogan politici

            troll!



            quali slogan politici ?
            parlo di costi fissi e variabili.
            fatti vedere ... ma da uno bravo!a te serve un equippe fuffarolo



            anche all'itis dovrebbero insegnarvi l'abc


            dell'economia o non hai mai sentito parlare di


            costi fissi e costi variabli?



            ma va la che non hai capito un'h





            ( con tuo sommo dispiacere mi occupo

            giustappunto


            di migrazioni )



            a ecco perchè sei a favore delle

            migrazioni...un'altro mechano che vuole migrare

            tutto e tutti per mettere in tasca i soldi?

            hai ragione con mio sommo dispiacere perchè i

            soldi sprecati li pago anche io se si parla di
            pa



            secondo te il committente di una migrazione,
            che spende qualche milioncino di eurini,
            non se li fa due conticini?
            gli unici che capiscono qualcosa sono quelli che
            usano il sw del primo quadrante del gartner ?
            ma probabilmente questo per te e' arabo...certo certo nonno












            con un gran bel risparmio




            dei miei soldini delle mie tasse.







            no con spese aggiunte sulle tue tasse per i



            motivi scritti sopra e con disservizi perchè

            per



            convertire tutti i documenti delle pa ci
            vuole



            tempo












            Il danno




            sarebbe solo per quel simpatico omino che
            ha




            parlato allo smau ieri.







            il fatto è che openoffice va di moda e gente


            come



            te parla più per antipatia verso b.g. che

            perchè



            ci ha riflettuto!





            adesso prendi le tue medici e non rompere il ...
          • Anonimo scrive:
            Re: sarebbe troppo semplice
            Scusate se intervengo per non dire nulla. Ma non e? possibile che qualunque questione sui forum di PI, o anche altrove, sia un continuo scambio di invettive: tu sei un Troll, fatti vedere da uno psichiatra, e non capisci niente? e poi la colpevole ignoranza di non quotare: che fatica per seguire e leggere i post!!! Poi magari ci si lamenta che non c?e? spazio per discutere, c?e? la censura, ci controllano tutto ecc. ecc. e poi quando si puo? parlare, da persone civili, si passa il tempo ad insultarsi.Avrei voglia di buttare giu? la tastiera? ma ormai che ci sono provo a dire qualcosina, pacatamente.1) sono un tifoso dei programmi come Open Office, ringrazio decine di programmatori che mi danno gratis programmi eccellenti come Irfan View, Firefox, Avast antivirus ecc. Personalmente li adopero, ma quando si parla di lavoro bisogna tenere conto di molti aspetti, a cominciare dal fatto che mentre il mio tempo a casa mia è gratis, quello che passo al lavoro me lo pagano, e pertanto vogliono efficienza. Al riguardo non c?è dubbio che, al momento, OpenOffice non ha le funzionalità di Office e non ha compatibilita? al 100% con lo stesso;2) e? indubbio che DI FATTO i formati proprietari di Office sono standard mondiali. Questo non e? un bene, ma comunque spiega perche? non si possano di punto in bianco scegliere alternative. Anni addietro io avevo un fior di wordprocessor come Word Perfect (prima per Dos, il MITICO 6.1, poi per Win), ci sono impazzito a scambiare i documenti.3) io lavoro nella P.A. (a proposito: in quella dove sono io si fa una formazione che certi privati se la sognano di lontano) ed Office per la maggioranza di me e dei miei colleghi significa una evoluta macchina per scrivere, ed un foglio Excel per qualche compito particolare ma alla portata di tutti (e per il collega che non ci arriva c?e? quello accanto - magari io? - che pensa lui a fargli il foglio adatto). Quindi, niente assistenza, quando l?hai installato il costo finisce lì. Ora, considerato anche che la P.A. e le societa? specie se grandi, non pagano Office quanto lo pagano i privati (almeno quelli che lo comprano originale?), in realta? il costo di acquisto del pacchetto in se? non e? cosi? oneroso. Costa molto di piu? ad es. il toner che consuma la mia laser, e soprattutto costo io e la tanta formazione che mi fanno (tempo fa ricordo che l?ABI, quella delle Banche, disse che un cassiere costa sui 32 euro l?ora. Ovviamente non di stipendio, tutto compreso: affitto dei locali, sistema informatico che gli permette di lavorare, formazione ecc. ecc). Non a caso quando si parla del ?famoso? TCO si vede che il costo d?acquisto di un PC e? neanche un terzo del costo reale che una azienda alla fine dell?anno spende per quel PC.4) e? vero che i formati proprietari possono essere un problema, specie per la P.A., e questo non è un problema da sottovalutare. Tuttavia la sua soluzione a mio parere richiede tempi lunghi. A meno che si abbiano i soldi e la volonta? politica della soluzione ?di forza?, come Bolzano.5) non mi risulta che Open Office abbia problemi ad aprire e salvare documenti Word di semplice formattazione, come grassetti, semplici tabelle, tabulazioni ecc. Se li ha sono bugs che verranno gestiti certamente quanto prima.6) per concludere: e? bene che esistano alternative Open sul mercato, Open Office e? un ottimo programma, sicuramente una valida alternativa per chi non ha ancora Office e deve svolgere compiti semplici o comunque non troppo complessi. Al momento pero? non e? paragonabile per funzionalita? ad Office, non e? compatibile al 100% e soprattutto, anche per questi motivi, la ?migrazione? non e? economicamente indolore, pertanto va valutata attentamente e non per pura scelta ideologica (soprattutto se si sottovalutano i problemi). Certo per gli addetti della P.A. che usano Word solo come sostituto della macchina per scrivere, Open Office e? gia? oggi a mio parere alternativa possibile valida al 100%.Scusate se volevo dire nulla e ho detto anche troppo.
  • Anonimo scrive:
    non è mica vero
    la colpa è tutta di ms l'ho letto centinaia di volte su pi :)forse prima di pensare a astruse e costose migrazioni ci si dovrebbe concentrare proprio sull'ottimizzazione di quelle che già si possiedono....
    • Anonimo scrive:
      Re: non è mica vero
      Bè,perché non considerare tutte e due? Hai ragione nel dire di gestire meglio le risorse che si hanno tagliando gli sprechi e cercando sinergie, ma le migrazioni possono anche essere vantaggiose (in Francia,a Monaco di Baviera,a Vienna,nel Massachussets e altrove le stanno facendo). Niente pregiudizi né pro né contro MS, si analizzi caso per caso ciò che è più conveniente.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è mica vero
        - Scritto da: Anonimo
        Bè,perché non considerare tutte e due?perchè una migrazione ha dei costi molto alti sia in termini economici sia in termini di tempo (non dimentichiamoci che ci sarebbero mln di documenti da convertire a manina)
        Hai
        ragione nel dire di gestire meglio le risorse che
        si hanno tagliando gli sprechi e cercando
        sinergie, ma le migrazioni possono anche essere
        vantaggiose (in Francia,a Monaco di Baviera,a
        Vienna,nel Massachussets e altrove le stanno
        facendo). Niente pregiudizi né pro né contro MS,
        si analizzi caso per caso ciò che è più
        conveniente.su questo sono d'accordo ma che si analizi e non si faccia la fine di bolzano dove si migra per ideologia (affermazioni del genio che ha avuto l'idea rilasciate alla stampa)
Chiudi i commenti