Net neutrality USA, FCC vince ancora

La corte di appello dà ragione all'agenzia federale che ha imposto le nuove regole per una Internet neutrale e a prova di throttling. Ora la battaglia si sposta alla Corte Suprema

Roma – La US Court of Appeals del Distretto di Columbia ha sostenuto la posizione della Federal Communications Commission (FCC), agenzia federale che l’anno scorso ha imposto le nuove regole sulla net neutrality ai provider di rete con il discusso Open Internet Order . La riclassificazione degli ISP da parte di FCC è legittima, hanno deciso i giudici, e la palla passa ora prevedibilmente alla Corte Suprema di Washington.

La net neutrality in salsa FCC tratta gli ISP come utility pubbliche , imponendo la messa al bando di qualsiasi tentativo di “accomodamento” della banda di rete a seconda del tipo di applicazione o servizio che ne faccia uso. Norme accolte con entusiasmo da utenti e organizzazioni a favore dei diritti digitali ma subito impugnate dai provider come illegittime.

Gli ISP avevano descritto la riclassificazione come dannosa economicamente, e si erano rivolti alla giustizia per stabilire se FCC avesse l’autorità o meno di imporre una novità tanto significativa senza alcun intervento da parte del potere legislativo del Congresso.

La decisione a maggioranza della corte (2 giudici a 1) ha infine riconosciuto l’autorità di FCC nell’imposizione della net neutrality, e il primo a salutare con favore la decisione è stato proprio il presidente dell’agenzia Tom Wheeler con una dichiarazione celebrativa e piuttosto autoesplicativa. C’è aria di “vittoria” anche nelle parole di Electronic Frontier Foundation e in quelle di Public Knowledge .

I fornitori di servizi telematici ad alto traffico come lo streaming multimediale possono tirare un sospiro di sollievo, anche se la guerra per la net neutrality a stelle e strisce non è ancora giunta al termine: i provider lamentano disastri e perdite miliardarie, promettendo altresì di rivolgersi alla Corte Suprema per ridiscutere in maniera definitiva la contesa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • collione scrive:
    Faccio notare che
    due avvenimenti recenti legati a Redhat, snap e flatpakil primo riguarda la smentita di Redhat del fatto che Fedora supporterebbe allegramente, pienamente e d'accordo con Canonical i pacchetti snapil secondo riguarda il rilascio ufficiale di flatpak https://blogs.gnome.org/uraeus/2016/06/21/fedora-workstation-24-is-out-and-flatpak-is-now-officially-launched/
  • Winbuntu scrive:
    Winduntu, Ubindows, Ubuntows
    Ubuntindows si allarga sempre più nella direzione giusta.
  • Espansionis ta scrive:
    miracolo
    miracolo per una volta ognuno non fa di testa sua
  • rosicony scrive:
    pacchetti di app universali per Linux...
    ...rosicate dei macachi... come al solito...
    • ... scrive:
      Re: pacchetti di app universali per Linux...
      I due miserabili rosimacaconzi stanno portando i commenti sopra quota 100, in ogni loro post si sprecano perle di saggezza informatica.
      • aphex_twin scrive:
        Re: pacchetti di app universali per Linux...
        - Scritto da: ...
        I due miserabili rosimacaconzi stanno portando i
        commenti sopra quota 100, in ogni loro post si
        sprecano perle di saggezza
        informatica.Non vedo cosa ci sia da rosicare. Anzi mi fa piacere del passa avanti. Era ora.
        • collione scrive:
          Re: pacchetti di app universali per Linux...
          molti lo vedono come un passo indietro
          • collione scrive:
            Re: pacchetti di app universali per Linux...
            p.s. una voce a caso http://kmkeen.com/maintainers-matter/
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: pacchetti di app universali per Linux...
            - Scritto da: collione
            molti lo vedono come un passo indietroCompreso il sottoscritto.E hanno molte buone ragioni per vederla così.
  • Sisko212 scrive:
    E tempo di lasciare Linux....
    e passare a *bsd... fin che dura....
    • maxsix scrive:
      Re: E tempo di lasciare Linux....
      - Scritto da: Sisko212
      e passare a *bsd... fin che dura....Perché usi ancora pezzentux?*bsd FTW.
      • biesseddi scrive:
        Re: E tempo di lasciare Linux....
        bsd é una mer*a, fate pure bimbomin* avvisato... poi non mi venite con le lacrime agli occhi.
        • maxsix scrive:
          Re: E tempo di lasciare Linux....
          - Scritto da: biesseddi
          bsd é una mer*a, fate pure bimbomin* avvisato...
          poi non mi venite con le lacrime agli
          occhi.Uuuuu è arrivato mr. senza apt-get muoioVita grama la tua
          • max_minkh scrive:
            Re: E tempo di lasciare Linux....
            Mai hahato di pezza le debbbian based a differenza dei polli come te.
      • Il fuddaro scrive:
        Re: E tempo di lasciare Linux....
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: Sisko212

        e passare a *bsd... fin che dura....

        Perché usi ancora pezzentux?

        *bsd FTW.Qua gli unici PEZZENTI sono i firmatari di strisce e cambiali per potersi prendere un iphone con pagamento rateizzato a due anni quando va bene.Nei casi peggiori, niente latte per i bambini e moglie fine settimana al mare, ma con l'amante, perché il marito non ha soldi.
        • maxsix scrive:
          Re: E tempo di lasciare Linux....
          - Scritto da: Il fuddaro
          - Scritto da: maxsix

          - Scritto da: Sisko212


          e passare a *bsd... fin che dura....



          Perché usi ancora pezzentux?



          *bsd FTW.
          Qua gli unici PEZZENTI sono i firmatari di
          strisce e cambiali per potersi prendere un iphone
          con pagamento rateizzato a due anni quando va
          bene.

          Nei casi peggiori, niente latte per i bambini e
          moglie fine settimana al mare, ma con l'amante,
          perché il marito non ha
          soldi.Visto che sei così esperto in materia e così livoro di rabbia credo che ti sia sucXXXXX vero?Magari con un bel Samsughino S* appena uscito e dopo 15 giorni te lo sei trovato a 30% in meno.Vita grama la tua [cit.]
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: E tempo di lasciare Linux....
            - Scritto da: maxsix
            Magari con un bel Samsughino S* appena uscito e
            dopo 15 giorni te lo sei trovato a 30% in
            meno.

            Vita grama la tua [cit.]e perchè?basta che aspetti 45 giorni e se si parte da un prezzo ipotetico di 600 euro che cala del 30% ogni 15 giorni al day 45 si spendono 294 eurucci!(rotfl) 8)Sai che "rosicata" :DSu dai che persino il pulcino pio ti sta prendendo per i fondelli!
    • Shiba scrive:
      Re: E tempo di lasciare Linux....
      - Scritto da: Sisko212
      e passare a *bsd... fin che dura....Mica è obbligatorio usarlo, i sorgenti ce li hai. Se non hai i sorgenti, significa che stai usando la piattaforma sbagliata.
    • collione scrive:
      Re: E tempo di lasciare Linux....
      - Scritto da: Sisko212
      e passare a *bsd... fin che dura....poco, visto che FreeBSD sta praticamente portando tonnellate di codice da Linux, a cominciare da DRIah, ovviamente non poteva mancare la Poetteringata di cambiare l'init system, introducendo un fork di launchd con una spruzzata di XXXXXXX prese direttamente da systemde il tutto si chiamera' NextBSD!!
      • Di Passaggio scrive:
        Re: E tempo di lasciare Linux....
        Ma come mai i commentatori di PI credono di saperne piu' di praticamente tutti i piu' importanti responsabili delle distribuzioni? Quali sono i loro skills?
        • panda rossa scrive:
          Re: E tempo di lasciare Linux....
          - Scritto da: Di Passaggio
          Ma come mai i commentatori di PI credono di
          saperne piu' di praticamente tutti i piu'
          importanti responsabili delle distribuzioni?
          Quali sono i loro
          skills?Molti di loro lavorano in apple, nel senso che lavano i pavimenti e i cessi all'applestore.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: E tempo di lasciare Linux....
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Di Passaggio

            Ma come mai i commentatori di PI credono di

            saperne piu' di praticamente tutti i piu'

            importanti responsabili delle distribuzioni?

            Quali sono i loro

            skills?

            Molti di loro lavorano in apple, nel senso che
            lavano i pavimenti e i cessi
            all'applestore.Ma quelli sono i SUPER GENIUSSS!
        • Passante scrive:
          Re: E tempo di lasciare Linux....
          - Scritto da: Di Passaggio
          Ma come mai i commentatori di PI credono di
          saperne piu' di praticamente tutti i piu'
          importanti responsabili delle distribuzioni?
          Quali sono i loro skills?Perchè quelli che sanno o non commentano del tutto oppure scrivono roba simile alla tua che alla fine non dice niente.
    • Pinnotto scrive:
      Re: E tempo di lasciare Linux....
      Ho installato da poco FreeBSD e poi ci ho messo MATE come DE. È quello che ho sempre pensato dovesse essere Archlinux ma con la stabilità di Debian. Fighissimo. Di default usa solo 200 MB di RAM quando parte MATE senza aprire altri programmi mentre su linux mi usava 500 MB per demoni e altri programmi utente che ci mette sopra da solo e fa partire all'avvio.
      • collione scrive:
        Re: E tempo di lasciare Linux....
        FreeBSD va bene finche' non comincia ad incartarsi con l'hardwarepurtroppo e' un dato di fatto che supporti una frazione dell'hardware supportato da Linux e ovviamente il nuovo hardware riceve supporto ( se va bene ) anni dopo la sua uscitae la faccenda si mette male pure sul fronte software, a cominciare dai DE che sempre piu' diventano dipendenti da Systemdspero che la comunita' BSD acceleri lo sviluppo di Lumina, altrimenti il futuro sara' alquanto grigio
      • abbasso i post spara balle scrive:
        Re: E tempo di lasciare Linux....
        - Scritto da: Pinnotto
        Ho installato da poco FreeBSD e poi ci ho messo
        MATE come DE. È quello che ho sempre pensato
        dovesse essere Archlinux ma con la stabilità di
        Debian.Debian non é stabile, debian é vecchia e patchata a caz*o.
        Fighissimo. Di default usa solo 200 MB di
        RAM Se questo é il tuo criterio per valutare e allora tra non molto comincerai ad avere problemi anche con bsd, con arch (fluxbox) sto a 43M col DE avviato.
        quando parte MATE senza aprire altriAh mate...
        programmi mentre su linux mi usava 500 MB per
        demoni e altri programmi utente che ci mette
        sopra da solo e fa partire
        all'avvio.Mate vero!? Non sapete configurarvi il computerino e andate a sparando balle dove capita:[img]http://l3net.files.wordpress.com/2014/02/cmp-all4.png[/img]Cioé mate 42 mega, mi sa che il problema é fra la sedia e il monitor...
        • collione scrive:
          Re: E tempo di lasciare Linux....
          - Scritto da: abbasso i post spara balle
          Cioé mate 42 mega, mi sa che il problema é fra la
          sedia e il
          monitor...probabilmente non immagina che parte della ram viene usata per il cachingma del resto pure in Linux e' cosi' e le politiche di caching sono pure piu' aggressive, ragion per cui piu' memoria viene riservata per le cache e sembra che il sistema consumi chissa' quanta ram
      • Il fuddaro scrive:
        Re: E tempo di lasciare Linux....
        - Scritto da: Pinnotto
        Ho installato da poco FreeBSD e poi ci ho messo
        MATE come DE. È quello che ho sempre pensato
        dovesse essere Archlinux ma con la stabilità di
        Debian. Fighissimo. Di default usa solo 200 MB di
        RAM quando parte MATE senza aprire altri
        programmi mentre su linux mi usava 500 MB per
        demoni e altri programmi utente che ci mette
        sopra da solo e fa partire
        all'avvio.A questo punto ti consiglio Open Indiana, stabile con il 'vecchio' gnome 2.x.
    • aridaje scrive:
      Re: E tempo di lasciare Linux....
      - Scritto da: Sisko212
      e passare a *bsd... fin che dura....giusto per sapere, significa che tolgono ogni altro sistema di installazione dei pacchetti o come competenza informatica sei a livello di quel poverino maxis?
  • panda rossa scrive:
    La soluzione più ovvia
    Bisognava aspettare la filosofia ispiratrice della liberta' informatica per avere la soluzione piu' ovvia.Sistema operativo separato dal ferro.Applicazioni separate dal sistema operativo.Solo in questo modo si garantisce la totale interoperabilita' e si impedisce qualsivoglia lock-in.
    • alessandroalb scrive:
      Re: La soluzione più ovvia
      A volte si tratta solo di tempo, o meglio, mancanza di. Spesso le idee ci sono, mancano le soluzioni per questioni di tempo o mancanza di tecnologia che possa porre in pratica.Stesso ragionamento per le applicazioni, gestionali o meno, le idee ci sono, ma se manca il tempo di sviluppare, addio.Forse ci mancherà lo smanettare tra i pacchetti, le librerie mancanti ...
    • Shiba scrive:
      Re: La soluzione più ovvia
      Però sinceramente non è che mi piaccia troppo 'sta storia delle librerie fornite in "bundle" con l'applicazione...
      • Albedo non loggato scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        - Scritto da: Shiba
        Però sinceramente non è che mi piaccia troppo
        'sta storia delle librerie fornite in "bundle"
        con
        l'applicazione...Neanche a me, per niente.Posso capire per qualche sw in particolare, ma decentralizzare le librerie e delegare il più possibile al layer applicativo è pericoloso, in termini di mantenimento.
        • Shiba scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: Albedo non loggato
          Neanche a me, per niente.
          Posso capire per qualche sw in particolare, ma
          decentralizzare le librerie e delegare il più
          possibile al layer applicativo è pericoloso, in
          termini di mantenimento.ThisAlla prossima vulnerabilità di OpenSSL quanti snap dovranno essere aggiornati? E quanti saranno veramente aggiornati?
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: Albedo non loggato

            Neanche a me, per niente.

            Posso capire per qualche sw in particolare,
            ma

            decentralizzare le librerie e delegare il più

            possibile al layer applicativo è pericoloso,
            in

            termini di mantenimento.

            This

            Alla prossima vulnerabilità di OpenSSL quanti
            snap dovranno essere aggiornati? E quanti saranno
            veramente
            aggiornati?Avete ragione ambedue ma a quanto pare siamo in minoranza.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: Albedo non loggato

            Neanche a me, per niente.

            Posso capire per qualche sw in particolare,
            ma

            decentralizzare le librerie e delegare il più

            possibile al layer applicativo è pericoloso,
            in

            termini di mantenimento.

            This

            Alla prossima vulnerabilità di OpenSSL quanti
            snap dovranno essere aggiornati? E quanti saranno
            veramente
            aggiornati?Purtroppo i modaioli stanno prendendo piede anche su linux. :(
      • panda rossa scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        - Scritto da: Shiba
        Però sinceramente non è che mi piaccia troppo
        'sta storia delle librerie fornite in "bundle"
        con
        l'applicazione...Vedila cosi': sara' molto piu' semplice costruire una sandbox intorno ad ogni applicazione.O addirittura fornire ad ogni applicazione dati diversi.(L'applicazione A vede una rubrica diversa dall'applicazione B, oppure puoi impostare una geolocalizzazione fittizia da comunicare ad una applicazione...)Inoltre si risolverebbe il problema dell'incompatibilita' delle librerie per applicazioni che non girano con librerie piu' nuove.Ogni applicazione ha la sua scatola con dentro tutte le sue cose ed e' trasparente al resto del sistema.
        • Shiba scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Shiba

          Però sinceramente non è che mi piaccia troppo

          'sta storia delle librerie fornite in
          "bundle"

          con

          l'applicazione...

          Vedila cosi': sara' molto piu' semplice costruire
          una sandbox intorno ad ogni
          applicazione.

          O addirittura fornire ad ogni applicazione dati
          diversi.
          (L'applicazione A vede una rubrica diversa
          dall'applicazione B, oppure puoi impostare una
          geolocalizzazione fittizia da comunicare ad una
          applicazione...)Può essere, ma ogni volta più è semplice la soluzione, maggiori sono gli svantaggi. Prendi per esempio l'ecosistema delle iPatacche: garanzia (dichiarata) che non installerai mai software malevolo → non puoi installare niente che non passi per il loro store.
          Inoltre si risolverebbe il problema
          dell'incompatibilita' delle librerie per
          applicazioni che non girano con librerie piu'
          nuove.

          Ogni applicazione ha la sua scatola con dentro
          tutte le sue cose ed e' trasparente al resto del
          sistema.E questa è un'ottima cosa, però preferirei piuttosto una gestione delle librerie alla Nix/Guix, ma senza la bazza della programmazione funzionale di cui non mi importa niente.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            Può essere, ma ogni volta più è semplice la
            soluzione, maggiori sono gli svantaggi. Prendi
            per esempio l'ecosistema delle iPatacche:
            garanzia (dichiarata) che non installerai mai
            software malevolo → non puoi installare
            niente che non passi per il loro
            store.
            Se ne sei capace ti puoi scrivere ed installare tutte le app che vuoi sul tuo device.Quindi bene cosí.
          • panda rossa scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Shiba

            Può essere, ma ogni volta più è semplice la

            soluzione, maggiori sono gli svantaggi.
            Prendi

            per esempio l'ecosistema delle iPatacche:

            garanzia (dichiarata) che non installerai mai

            software malevolo → non puoi installare

            niente che non passi per il loro

            store.



            Se ne sei capace ti puoi scrivere ed installare
            tutte le app che vuoi sul <b
            tuo </b

            device.

            Quindi bene cosí.Non stai parlando di iPhone se dici "tuo device".
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            E tu non avresti dovuto rispondere visto che ti manca :- un iphone- le app e soprattutto ti manca l'essere capace di crearne una , e tralasciamo il tuo vano tentativo di sviare il discorso.
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            E tu non avresti dovuto rispondere visto che ti
            manca
            :
            - un iphone
            - le app
            e soprattutto ti manca l'essere capace di crearne
            una , e tralasciamo il tuo vano tentativo di
            sviare il
            discorso.Oltre che scaricare il sorgente, compilarlo con Xcode e installarlo sul tuo iPhone.Ma lui, IL SISTEMISTA ESPERTO, vuole la pappa pronta in uno store russo.Vuoi mettere avere il launcher del pulcino pio [tm.] a portata di dito?Tantissima roba.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 giugno 2016 14.13-----------------------------------------------------------
          • bertuccia scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            /thread
          • Macaca Sylvana scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: bertuccia
            /threadPoi ti viene voglia di cancellarla....... e.....http://punto-informatico.it/4324482/PI/News/ios-10-app-non-si-cancellano-davvero.aspx#headercommenti(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Modificato dall' autore il 16 giugno 2016 14.13
            --------------------------------------------------Hai mai provato a fare un provino per zelig? Come comico avresti un futuro roseo, come macacco una fine certa. (rotfl)
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: aphex_twin

            E tu non avresti dovuto rispondere visto che
            ti

            manca

            :

            - un iphone

            - le app

            e soprattutto ti manca l'essere capace di
            crearne

            una , e tralasciamo il tuo vano tentativo di

            sviare il

            discorso.

            Oltre che scaricare il sorgente, compilarlo con
            Xcode e installarlo sul tuo
            iPhone.Xdecchè?Senti mettila così le "app" mobile che abbiamo sviluppato da noi hanno esattamente lo stesso codice sorgente (compreso il pulcino pio se mi pungesse vaghezza di mettercelo) sia su iOS che su Android vediamo se riesci a indovinare come."Tantissima roba"(cit.) 8)
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: giaguareggi ando ma con merdeces
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: aphex_twin


            E tu non avresti dovuto rispondere
            visto
            che

            ti


            manca


            :


            - un iphone


            - le app


            e soprattutto ti manca l'essere capace
            di

            crearne


            una , e tralasciamo il tuo vano
            tentativo
            di


            sviare il


            discorso.



            Oltre che scaricare il sorgente, compilarlo
            con

            Xcode e installarlo sul tuo

            iPhone.
            Xdecchè?
            Senti mettila così le "app" mobile che abbiamo
            sviluppato da noi hanno esattamente lo stesso
            codice sorgente (compreso il pulcino pio se mi
            pungesse vaghezza di mettercelo) sia su iOS che
            su Android vediamo se riesci a indovinare
            come.
            "Tantissima roba"
            (cit.)
            8)Dio quanta, ma quanta ignoranza.Ma non ho voglia di star qui a disquisire sul come si compilano le app su iOS anche da linguaggi diversi da swift o Obj C.
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Dio quanta, ma quanta ignoranza.

            Ma non ho voglia di star qui a disquisire sul
            come si compilano le app su iOS anche da
            linguaggi diversi da swift o Obj
            C.Diciamo che non puoi permettertelo qualunque sia il linguaggio ad ogni modo non è questione di linguaggio avere lo stesso sorgente per android e iOS.il che (non che fosse indispensabile) chiarisce da che parte sta l'ignoranza. 8)
          • collione scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Ma non ho voglia di star qui a disquisire sul
            come si compilano le app su iOS anche da
            linguaggi diversi da swift o Obj
            C.e che c'entra? se dice che hanno lo stesso identico codice, allora le possibilita' sono tre:1. framework javascript tipo phonegap o react native et similia2. xamarin + forms3. qt
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Ma non ho voglia di star qui a disquisire sul

            come si compilano le app su iOS anche da

            linguaggi diversi da swift o Obj

            C.

            e che c'entra? se dice che hanno lo stesso
            identico codice, allora le possibilita' sono
            tre:

            1. framework javascript tipo phonegap o react
            native et
            similia
            2. xamarin + forms
            3. qtIn effetti è una delle tre... ma quale non lo diciamo al trollone lasciamolo rosicare nel suo brodo... 8)
          • collione scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            posso immaginare gia' qual'e' :Dcomunque mi ha fatto piacere che con l'ultima release abbiano reso opensource molto piu' componentie nel prossimo futuro arrivera' anche il compilatore per quick, l'unico componente di cui sento veramente la mancanza nella versione opensource
          • aridaje scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: giaguareggi ando ma con merdeces

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: aphex_twin



            E tu non avresti dovuto rispondere

            visto

            che


            ti



            manca



            :



            - un iphone



            - le app



            e soprattutto ti manca l'essere
            capace

            di


            crearne



            una , e tralasciamo il tuo vano

            tentativo

            di



            sviare il



            discorso.





            Oltre che scaricare il sorgente,
            compilarlo

            con


            Xcode e installarlo sul tuo


            iPhone.

            Xdecchè?

            Senti mettila così le "app" mobile che
            abbiamo

            sviluppato da noi hanno esattamente lo stesso

            codice sorgente (compreso il pulcino pio se
            mi

            pungesse vaghezza di mettercelo) sia su iOS
            che

            su Android vediamo se riesci a indovinare

            come.

            "Tantissima roba"

            (cit.)

            8)

            Dio quanta, ma quanta ignoranza.

            Ma non ho voglia di star qui a disquisire sul
            come si compilano le app su iOS anche da
            linguaggi diversi da swift o Obj
            C.non hai mai visto un compilatore, scommetto che il massimo che hai fatto è siti con word e ti uscivano anche male
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aridaje
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: giaguareggi ando ma con
            merdeces


            - Scritto da: maxsix



            - Scritto da: aphex_twin




            E tu non avresti dovuto
            rispondere


            visto


            che



            ti




            manca




            :




            - un iphone




            - le app




            e soprattutto ti manca
            l'essere

            capace


            di



            crearne




            una , e tralasciamo il tuo
            vano


            tentativo


            di




            sviare il




            discorso.







            Oltre che scaricare il sorgente,

            compilarlo


            con



            Xcode e installarlo sul tuo



            iPhone.


            Xdecchè?


            Senti mettila così le "app" mobile che

            abbiamo


            sviluppato da noi hanno esattamente lo
            stesso


            codice sorgente (compreso il pulcino
            pio
            se

            mi


            pungesse vaghezza di mettercelo) sia su
            iOS

            che


            su Android vediamo se riesci a
            indovinare


            come.


            "Tantissima roba"


            (cit.)


            8)



            Dio quanta, ma quanta ignoranza.



            Ma non ho voglia di star qui a disquisire sul

            come si compilano le app su iOS anche da

            linguaggi diversi da swift o Obj

            C.

            non hai mai visto un compilatore, scommetto che
            il massimo che hai fatto è siti con word e ti
            uscivano anche
            maleMa come ti permetti!? LUI citazione sua: è un addetto ai lavori! ANZI NOI addetti ai lavori. In altre parole lui è un PROGRAMMATORE PROFESSIONISTA, mica un genius qualunque, solo quaquaraquà.
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Shiba

            Può essere, ma ogni volta più è semplice la

            soluzione, maggiori sono gli svantaggi.
            Prendi

            per esempio l'ecosistema delle iPatacche:

            garanzia (dichiarata) che non installerai mai

            software malevolo → non puoi installare

            niente che non passi per il loro

            store.



            Se ne sei capace ti puoi scrivere ed installare
            tutte le app che vuoi sul tuo device.

            Quindi bene cosí.Ti meriteresti qualcuno che come fai solitamente tu ti risponda «ecco un altro che non ha capito». A differenza dei tuoi sproloqui però il mio un senso ce l'ha, quindi non ho bisogno di scappare con la coda tra le gambe: il punto è più è semplice la soluzione, maggiore è lo svantaggio ad essa associata. Rimuovere la "soluzione" non fa che confermare la validità della mia affermazione.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Hai bisogno di un'app che non esiste in app store e che faccia quello che TU vuoi ?Bene , se lo sai fare lo fai perché se ne sei capace ci fai quello che vuoi con il tuo iPhone.Se invece ti aspetti la pappa pronta che poi si rivela cucinata da un hacker russo con ingredienti andati a male c'é un bel ristorante verde con tanti tavoli a tua disposizione.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Hai bisogno di un'app che non esiste in app store
            e che faccia quello che TU vuoi
            ?

            Bene , se lo sai fare lo fai perché se ne sei
            capace ci fai quello che vuoi con il tuo
            iPhone.

            Se invece ti aspetti la pappa pronta che poi si
            rivela cucinata da un hacker russo con
            ingredienti andati a male c'é un bel ristorante
            verde con tanti tavoli a tua
            disposizione.Inutile ricordare che tu e il tuo amichecco maxsixe siete senza ritegno e non patite vergogna vero?
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Non ho nulla di cui vergognarmi.
          • panda rossa scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Non ho nulla di cui vergognarmi.CVD.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Come e cosa é stato dimostrato ? (rotfl)Ti stai rimbambendo o é solo l'effetto dell'ammoniaca che usi per pulire la sala macchine ?
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Come e cosa é stato dimostrato ? (rotfl)

            Ti stai rimbambendo o é solo l'effetto
            dell'ammoniaca che usi per pulire la sala
            macchine
            ?Pandino vs. CollaQuesta è da vedere
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: aphex_twin
            Questa è da vedereè da vedere si!(rotfl)(rotfl) pulire in sala macchine con l'ammonica è stra-salutare per i contatti elettrici e le piste in rame!è noto che i vaopori di ammoniaca fanno benissimo alle "sale macchine".(rotfl)(rotfl)Ragazzi ma oltre a sparare stupidaggini .... detto tra noi la avete mai vista una "sala macchine" nella vostra vita?? 8)Giusto per sapere chi è quel XXXXX che ha avuto il coraggio di farvici entrare.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            [img]http://ospitiweb.indire.it/adi/SemFeb2011/immagini/sf11_cover.jpg[/img] :-o :-o :-o
          • Vmware scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            [img]http://ospitiweb.indire.it/adi/SemFeb2011/imm

            :-o :-o :-oTu puoi tornare quando avrai un elenco di prodotti Vmware su ARM intanto che lo cerchi è meglio che ti rilassi.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Primo , vado e torno quando meglio credo.Secondo :-o ti sembro agitato ? (rotfl)
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Primo , vado e torno quando meglio credo.

            Secondo :-o ti sembro agitato ? (rotfl)Si francamente agitato senza codice ARM Vmware...(rotfl)(rotfl)Ma tanto presto arriverà no? 8)Facci sapere mi raccomando!
          • Vmware scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Primo , vado e torno quando meglio credo.

            Secondo :-o ti sembro agitato ? (rotfl)Beh si e se lavori in un posto dove puliscono con l'ammoniaca in sala macchine e aspettano codice Vmware per ARM hai <b
            degli ottimi motivi </b
            per agitarti perchè sarai presto disoccupato.(rotfl)(rotfl)
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Hai bisogno......di quello che pare a me. Non sono affari tuoi, né di Apple.Ma di nuovo: non è di questo che sto parlando. Magari il giochetto di dirottare la conversazione ti funziona con il 90% degli utenti di PI, ma non funziona con me.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: aphex_twin

            Hai bisogno...

            ...di quello che pare a me. Non sono affari tuoi,
            né di
            Apple.

            Ma di nuovo: non è di questo che sto parlando.
            Magari il giochetto di dirottare la conversazione
            ti funziona con il 90% degli utenti di PI, ma non
            funziona con
            me.OK allora ripartiamo della parte che ti sto contestando : "non puoi installare niente che non passi per il loro store."Come vedi non sto dirottando nulla.Ti ho detto che che se vuoi puoi farlo. Se invece vuoi la pappa pronta prendi quello che c'é nell'AppStore.
          • Vmware scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Ho qui una bella applicazioncina da mettere sul tuo iPhogn.No non importa che mi ringrazi te la regalo! ;) (rotfl)(rotfl) 8) 8) 8)"import UIKitclass ViewController: UIViewController { override func viewDidLoad() { super.viewDidLoad() // Do any additional setup after loading the view, typically from a nib. } override func didReceiveMemoryWarning() { super.didReceiveMemoryWarning() // Dispose of any resources that can be recreated. } @IBAction func showMessage() { let alertController = UIAlertController(title: "Come al solito", message: "non hai capito un XXXXX", preferredStyle: UIAlertControllerStyle.Alert) alertController.addAction(UIAlertAction(title: "OK", style: UIAlertActionStyle.Default, handler: nil)) self.presentViewController(alertController, animated: true, completion: nil) }}"
          • panda rossa scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Vmware
            Ho qui una bella applicazioncina da mettere sul
            tuo
            iPhogn.
            No non importa che mi ringrazi te la regalo!
            ;) (rotfl)(rotfl) 8) 8) 8)

            "import UIKit

            class ViewController: UIViewController {

            override func viewDidLoad() {
            super.viewDidLoad()
            // Do any additional setup after loading
            the view, typically from a
            nib.
            }

            override func didReceiveMemoryWarning() {
            super.didReceiveMemoryWarning()
            // Dispose of any resources that can be
            recreated.
            }

            @IBAction func showMessage() {
            let alertController =
            UIAlertController(title: "Come al solito",
            message: "non hai capito un XXXXX",
            preferredStyle:
            UIAlertControllerStyle.Alert)

            alertController.addAction(UIAlertAction(title:
            "OK", style: UIAlertActionStyle.Default, handler:
            nil))

            self.presentViewController(alertController,
            animated: true, completion:
            nil)
            }

            }"Dovresti saperlo che lui ignora la roba gratis.Chiedigli 9.99 e vedrai come corre ad installarla ed esibirla con soddisfazione agli amici.
          • aridaje scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Hai bisogno di un'app che non esiste in app store
            e che faccia quello che TU vuoi
            ?no, non posso se il sistema non lo consente, non è concepito per accettarla, non ha le api, è un sistema chiuso quindi NON SI PUO' fare una app come la voglio io

            Bene , se lo sai fare lo fai perché se ne sei
            capace ci fai quello che vuoi con il tuo
            iPhone.a parte che l'iphone non è MAI tuo ma in ogli caso puoi essere capace quanto ti pare che se il sistema non lo consente non si può fare, se faccio una app per cambiare l'interfaccia grafica su iphone NON esistono api che mi consentano di farlo

            Se invece ti aspetti la pappa pronta che poi si
            rivela cucinata da un hacker russo con
            ingredienti andati a male c'é un bel ristorante
            verde con tanti tavoli a tua
            disposizione.altrimenti ti becchi la zuppetta di cavoli puzzolente di apple e te ne stai ben zitto mentre ti mungono dentro il recinto
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aridaje
            - Scritto da: aphex_twin

            Hai bisogno di un'app che non esiste in app
            store

            e che faccia quello che TU vuoi

            ?

            no, non posso se il sistema non lo consente, non
            è concepito per accettarla, non ha le api, è un
            sistema chiuso quindi NON SI PUO' fare una app
            come la voglio
            io




            Bene , se lo sai fare lo fai perché se ne sei

            capace ci fai quello che vuoi con il tuo

            iPhone.

            a parte che l'iphone non è MAI tuo ma in ogli
            caso puoi essere capace quanto ti pare che se il
            sistema non lo consente non si può fare, se
            faccio una app per cambiare l'interfaccia grafica
            su iphone NON esistono api che mi consentano di
            farlo

            https://www.youtube.com/watch?v=juqyzgnbspY-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 giugno 2016 11.58-----------------------------------------------------------
          • Passante scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Hai bisogno di un'app che non esiste in app store
            e che faccia quello che TU vuoi ?

            Bene , se lo sai fare lo fai perché se ne sei
            capace ci fai quello che vuoi con il tuo
            iPhone.

            Se invece ti aspetti la pappa pronta che poi si
            rivela cucinata da un hacker russo con
            ingredienti andati a male c'é un bel ristorante
            verde con tanti tavoli a tua
            disposizione.Quello che dici vale per tutti i sistemi operativi.Qua si parlava di come specificamente vengano gestiti i pacchetti dai diversi sistemi operativi.
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Shiba


            Però sinceramente non è che mi piaccia
            troppo


            'sta storia delle librerie fornite in

            "bundle"


            con


            l'applicazione...



            Vedila cosi': sara' molto piu' semplice
            costruire

            una sandbox intorno ad ogni

            applicazione.



            O addirittura fornire ad ogni applicazione
            dati

            diversi.

            (L'applicazione A vede una rubrica diversa

            dall'applicazione B, oppure puoi impostare
            una

            geolocalizzazione fittizia da comunicare ad
            una

            applicazione...)

            Può essere, ma ogni volta più è semplice la
            soluzione, maggiori sono gli svantaggi. Prendi
            per esempio l'ecosistema delle iPatacche:
            garanzia (dichiarata) che non installerai mai
            software malevolo → non puoi installare
            niente che non passi per il loro
            store.
            Che bella XXXXXXXta questa.
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Che bella XXXXXXXta questa.No
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: maxsix

            Che bella XXXXXXXta questa.

            NoDimostralo.Sappilo, stai correndo incontro a un treno in una galleria senza uscite.
          • panda rossa scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: maxsix


            Che bella XXXXXXXta questa.



            No

            Dimostralo.

            Sappilo, stai correndo incontro a un treno in una
            galleria senza
            uscite.Galleria progettata a cupertino, suppongo: liscia, stondata, ma senza le uscite.E il treno come ci e' entrato? Is it magic?
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: maxsix



            Che bella XXXXXXXta questa.





            No



            Dimostralo.



            Sappilo, stai correndo incontro a un treno
            in
            una

            galleria senza

            uscite.

            Galleria progettata a cupertino, suppongo:
            liscia, stondata, ma senza le
            uscite.
            E il treno come ci e' entrato? Is it magic?Non ti è bastata la figuraccia di cui sopra? Stoico.
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Non ti è bastata la figuraccia di cui sopra?

            Stoico.ah ok...Telefonaci quando devi cancellarle le app...http://punto-informatico.it/4324482/PI/News/ios-10-app-non-si-cancellano-davvero.aspx#headercommenti
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: giaguareggi ando ma con merdeces
            - Scritto da: maxsix


            Non ti è bastata la figuraccia di cui sopra?



            Stoico.
            ah ok...
            Telefonaci quando devi cancellarle le app...
            http://punto-informatico.it/4324482/PI/News/ios-10Ascolta, sul serio, pensi di continuare o la finisci qua?http://android.stackexchange.com/questions/65981/can-you-fully-remove-google-system-apps-from-android-including-the-play-store-upE che sia chiaro, non venire fuori con la storia di root che è la stessa cosa di fare JB di un iPhone.
          • nir scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Infatti, no è molto meglio :-)
          • Vmware scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Ascolta, sul serio, pensi di continuare o la
            finisci
            qua?Guarda mica è colpa mia eh?è apple papple che non le rimuove. :D

            http://android.stackexchange.com/questions/65981/c

            E che sia chiaro, non venire fuori con la storia
            di root che è la stessa cosa di fare JB di un
            iPhone.No mi spiace ma non è affatto la stessa cosa.e tu sei l'unico a non saperlo.http://spyappsmobile.com/rooting-vs-XXXXXXXXXing/ 8)
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: maxsix


            Che bella XXXXXXXta questa.



            No

            Dimostralo.

            Sappilo, stai correndo incontro a un treno in una
            galleria senza uscite.Dimostrare cosa? Abbiamo fatto un bellissimo botta e risposta di argomentazioni fin'ora:- Scritto da: maxsix
            Che bella XXXXXXXta questa.- Scritto da: Shiba
            NoMa forse sei talmente pieno di te che neppure ti rendi conto che non hai detto niente, e col niente ti ho risposto. Dammi qualcosa da confutare e lo farò, altrimenti continuerò a risponderti- Scritto da: Shiba
            No
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: maxsix



            Che bella XXXXXXXta questa.





            No



            Dimostralo.



            Sappilo, stai correndo incontro a un treno
            in
            una

            galleria senza uscite.

            Dimostrare cosa? Abbiamo fatto un bellissimo
            botta e risposta di argomentazioni
            fin'ora:

            - Scritto da: maxsix

            Che bella XXXXXXXta questa.
            - Scritto da: Shiba

            No

            Ma forse sei talmente pieno di te che neppure ti
            rendi conto che non hai detto niente, e col
            niente ti ho risposto. Dammi qualcosa da
            confutare e lo farò, altrimenti continuerò a
            risponderti

            - Scritto da: Shiba

            Nohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4324385&m=4324534#p4324534https://github.com/dkhamsing/open-source-ios-appsAltro?
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Altro?Si ti regalo questa applicazioncina che ti sarà utile a capire alcuni fatti.import UIKitclass ViewController: UIViewController { override func viewDidLoad() { super.viewDidLoad() // Do any additional setup after loading the view, typically from a nib. } override func didReceiveMemoryWarning() { super.didReceiveMemoryWarning() // Dispose of any resources that can be recreated. } @IBAction func showMessage() { let alertController = UIAlertController(title: "Si sa che a furia di salamelle", message: "Finisce che non si capisce un XXXXX", preferredStyle: UIAlertControllerStyle.Alert) alertController.addAction(UIAlertAction(title: "OK", style: UIAlertActionStyle.Default, handler: nil)) self.presentViewController(alertController, animated: true, completion: nil) }}P.S.Se la vuoi mettere sull'appstore puoi farlo GRATIS è un regalo! 8)
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            E questa è un'ottima cosa, però preferirei
            piuttosto una gestione delle librerie alla
            Nix/Guix, ma senza la bazza della programmazione
            funzionale di cui non mi importa
            niente.E finalmente qualcuno lo ha detto.Concordo al 100%
        • Nonsonoio scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: panda rossa
          Inoltre si risolverebbe il problema
          dell'incompatibilita' delle librerie per
          applicazioni che non girano con librerie piu'
          nuove.Questa cosa, a suo modo, la fa anche npm con le sue dipendenze, ed è una giungla. Ogni libreria scarica le sue dipendenze e crea una ramificazione di file spaventosa (infatti per librerie web clientside ci si sta spostando in massa su altro come bower).Se sarà così, non mi piace per niente (IMHO) - piacerà molto alle società che costruiscono hd.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Nonsonoio
            - Scritto da: panda rossa

            Inoltre si risolverebbe il problema

            dell'incompatibilita' delle librerie per

            applicazioni che non girano con librerie piu'

            nuove.

            Questa cosa, a suo modo, la fa anche npm con le
            sue dipendenze, ed è una giungla. Ogni libreria
            scarica le sue dipendenze e crea una
            ramificazione di file spaventosa (infatti per
            librerie web clientside ci si sta spostando in
            massa su altro come
            bower).Infatti bella 'XXXXX' è node, e meno male che qualcuno inizia ad accorgersene. Maledetti modaioli.

            Se sarà così, non mi piace per niente (IMHO) -
            piacerà molto alle società che costruiscono
            hd.
          • Nonsonoio scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Il fuddaro
            Infatti bella 'XXXXX' è node, e meno male che
            qualcuno inizia ad accorgersene. Maledetti
            modaioli.Ma no, non è node la 'XXXXX', ma npm! Se fosse così schifosa come tecnologia, asp.net core non avrebbe copiato molte sue parti spudoratamente :)
      • maxsix scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        - Scritto da: Shiba
        Però sinceramente non è che mi piaccia troppo
        'sta storia delle librerie fornite in "bundle"
        con
        l'applicazione...Eh, si scopiazza.
        • passavo... scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          Il discorso era partito serio e interessante ma poi è arrivato l'applista...Ma perché? Tu parli una lingua tutta tua o l'hai copiata dai tuoi genitori?
        • Shiba scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: Shiba

          Però sinceramente non è che mi piaccia troppo

          'sta storia delle librerie fornite in
          "bundle"

          con

          l'applicazione...

          Eh, si scopiazza.Eh sì, il bundle di librerie è proprio un'idea degli ultimi anni. Tu si che la sai lunga...
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Shiba


            Però sinceramente non è che mi piaccia
            troppo


            'sta storia delle librerie fornite in

            "bundle"


            con


            l'applicazione...



            Eh, si scopiazza.

            Eh sì, il bundle di librerie è proprio un'idea
            degli ultimi anni. Tu si che la sai
            lunga...cit. noi programmatori professionisti. Che altro puoi aspettarti da un max6?
          • passavo... scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Ma... come ti permetti!Guarda che lui ha un IPHONE!!Abbassa lo sguardo!
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Shiba


            Però sinceramente non è che mi piaccia
            troppo


            'sta storia delle librerie fornite in

            "bundle"


            con


            l'applicazione...



            Eh, si scopiazza.

            Eh sì, il bundle di librerie è proprio un'idea
            degli ultimi anni. Tu si che la sai
            lunga...Guarda che il bundle delle librerie è di derivazione diretta da Next Step e Mac OS X l'ha ereditato dalla versione 1.0.Quindi sinceramente non è proprio dagli "ultimi anni".
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: Shiba



            Però sinceramente non è che mi
            piaccia

            troppo



            'sta storia delle librerie fornite
            in


            "bundle"



            con



            l'applicazione...





            Eh, si scopiazza.



            Eh sì, il bundle di librerie è proprio
            un'idea

            degli ultimi anni. Tu si che la sai

            lunga...

            Guarda che il bundle delle librerie è di
            derivazione diretta da Next Step e Mac OS X l'ha
            ereditato dalla versione
            1.0.

            Quindi sinceramente non è proprio dagli "ultimi
            anni".Il bundle delle librerie lo fai con qualunque sistema supporti il linking dinamico, piantala di dire buffonate.
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: maxsix



            - Scritto da: Shiba




            Però sinceramente non è che mi

            piaccia


            troppo




            'sta storia delle librerie
            fornite

            in



            "bundle"




            con




            l'applicazione...







            Eh, si scopiazza.





            Eh sì, il bundle di librerie è proprio

            un'idea


            degli ultimi anni. Tu si che la sai


            lunga...



            Guarda che il bundle delle librerie è di

            derivazione diretta da Next Step e Mac OS X
            l'ha

            ereditato dalla versione

            1.0.



            Quindi sinceramente non è proprio dagli
            "ultimi

            anni".

            Il bundle delle librerie lo fai con qualunque
            sistema supporti il linking dinamico, piantala di
            dire
            buffonate.XXXXXXX.E lo sai.
          • collione scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            XXXXXXX.
            E lo sai.uhm, quindi prima di Apple non era possibile mettere l'eseguibile e tutti i file .so nella stessa directory?no perche' quello che ho espresso e' il concetto di bundleche poi Apple lo abbia usato estensivamente e' vero, ma non e' che l'abbiano inventato loro
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            XXXXXXX.

            E lo sai.

            uhm, quindi prima di Apple non era possibile
            mettere l'eseguibile e tutti i file .so nella
            stessa
            directory?

            no perche' quello che ho espresso e' il concetto
            di
            bundle

            che poi Apple lo abbia usato estensivamente e'
            vero, ma non e' che l'abbiano inventato
            loroE chi ha detto che l'hanno inventato loro?Ho solo puntualizzato che in Apple i bundle non si fanno da "pochi anni"
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Ho solo puntualizzato che in Apple i bundle non
            si fanno da "pochi
            anni"come non si fa da pochi anni su Linux o su nessuno Unix (su qualunque Unix si può fare da sempre).In ogni caso in Apple lo si fa da dopo dato che prima del "ritorno del figliol prodigo" in Apple la parola Unix provocava crisi di orticaria!(rotfl)(rotfl)Quindi?
          • collione scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            momento, tu hai risposto XXXXXXX a quest'affermazione
            Il bundle delle librerie lo fai con qualunque
            sistema supporti il linking dinamico, piantala di
            dire
            buffonate.questo e' un dato di fatto, per cui non vedo come tu possa definirle XXXXXXXl'uso di distribuire applicazioni sotto forma di directory con gli eseguibili e tutte le dll dentro e' pratica vecchia come il cuccoche poi Apple l'abbia abbellita tramite una speciale estensione di directory ( .app ) ma diciamo anche che i bundle Linux forniscono out of the box il sandboxing, cosa che quelli OS X non fanno
          • aridaje scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: maxsix




            XXXXXXX.


            E lo sai.



            uhm, quindi prima di Apple non era possibile

            mettere l'eseguibile e tutti i file .so nella

            stessa

            directory?



            no perche' quello che ho espresso e' il
            concetto

            di

            bundle



            che poi Apple lo abbia usato estensivamente
            e'

            vero, ma non e' che l'abbiano inventato

            loro

            E chi ha detto che l'hanno inventato loro?

            Ho solo puntualizzato che in Apple i bundle non
            si fanno da "pochi
            anni"manco in linux, e manco in windows, quindi il tuo discorso quale sarebbe?
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: Shiba



            - Scritto da: maxsix




            - Scritto da: Shiba





            Però sinceramente non è
            che
            mi


            piaccia



            troppo





            'sta storia delle
            librerie

            fornite


            in




            "bundle"





            con





            l'applicazione...









            Eh, si scopiazza.







            Eh sì, il bundle di librerie è
            proprio


            un'idea



            degli ultimi anni. Tu si che la sai



            lunga...





            Guarda che il bundle delle librerie è di


            derivazione diretta da Next Step e Mac
            OS
            X

            l'ha


            ereditato dalla versione


            1.0.





            Quindi sinceramente non è proprio dagli

            "ultimi


            anni".



            Il bundle delle librerie lo fai con qualunque

            sistema supporti il linking dinamico,
            piantala
            di

            dire

            buffonate.

            XXXXXXX.
            E lo sai.Stai incominciando a vaneggiare e a non portare più niente alla tua causa. Come nel post di sopra.
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: Shiba
            Stai incominciando a vaneggiare e a non portare
            più niente alla tua causa. Come nel post di
            sopra.Incominciando?Ha sempre vaneggiato!
          • aridaje scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: Shiba



            Però sinceramente non è che mi
            piaccia

            troppo



            'sta storia delle librerie fornite
            in


            "bundle"



            con



            l'applicazione...





            Eh, si scopiazza.



            Eh sì, il bundle di librerie è proprio
            un'idea

            degli ultimi anni. Tu si che la sai

            lunga...

            Guarda che il bundle delle librerie è di
            derivazione diretta da Next Step e Mac OS X l'ha
            ereditato dalla versione
            1.0.

            Quindi sinceramente non è proprio dagli "ultimi
            anni".certo che ce la metti tutta per dimostrare la tua incompetenza informatica, ma non c'è bisogno che ti sforzi tanto, si è capito che non capisci niente di nulla
        • aridaje scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: Shiba

          Però sinceramente non è che mi piaccia troppo

          'sta storia delle librerie fornite in
          "bundle"

          con

          l'applicazione...

          Eh, si scopiazza.ma da chi dovrebbe scopiazzare linux? non è mica apple che ruba ovunque e se ne attribuisce il merito
      • Sisko212 scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        Infatti la trovo una put***ata immane... tanto vale fare un binario statico con dentro tutto, come si faceva ai tempi andati del dos e primi windows....Corsi e ricorsi della storia...
        • maxsix scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: Sisko212
          Infatti la trovo una put***ata immane... tanto
          vale fare un binario statico con dentro tutto,
          come si faceva ai tempi andati del dos e primi
          windows....
          Corsi e ricorsi della storia...Vero, ma come lo risolvi il ginepraio di librerie di pezzentux?
          • Shiba scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Sisko212

            Infatti la trovo una put***ata immane...
            tanto

            vale fare un binario statico con dentro
            tutto,

            come si faceva ai tempi andati del dos e
            primi

            windows....

            Corsi e ricorsi della storia...

            Vero, ma come lo risolvi il ginepraio di librerie
            di pezzentux?Come lo risolvi su una qualunque *BSD.
          • collione scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Sisko212

            Infatti la trovo una put***ata immane...
            tanto

            vale fare un binario statico con dentro
            tutto,

            come si faceva ai tempi andati del dos e
            primi

            windows....

            Corsi e ricorsi della storia...

            Vero, ma come lo risolvi il ginepraio di librerie
            di
            pezzentux?ehm, guarda che lui ha scritto "binario statico con dentro tutto"mi spieghi dunque questa tua uscita da dove viene fuori?
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Sisko212

            Infatti la trovo una put***ata immane...
            tanto

            vale fare un binario statico con dentro
            tutto,

            come si faceva ai tempi andati del dos e
            primi

            windows....

            Corsi e ricorsi della storia...

            Vero, ma come lo risolvi il ginepraio di librerie
            di
            pezzentux?Quale è la parte di "statico" che non hai capito?Perchè ti ostini a far finta di capire cose di cui in realtà non sai nulla?
          • aridaje scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Sisko212

            Infatti la trovo una put***ata immane...
            tanto

            vale fare un binario statico con dentro
            tutto,

            come si faceva ai tempi andati del dos e
            primi

            windows....

            Corsi e ricorsi della storia...

            Vero, ma come lo risolvi il ginepraio di librerie
            di
            pezzentux?in una riga hai dimostrato di non capire niente di informatica, c'era riuscito solo ruppolo
    • collione scrive:
      Re: La soluzione più ovvia
      no un momento, qui si tratta di fare quello che Apple fa da decenni col suo meccanismo d'installazionee a dirla tutta si tratta anche della morte del concetto di linking dinamicotutte queste belle che ci raccontano, si potevano fare pure prima linkando staticamente le librerie e buona notteal massimo c'e' la differenza che in questo caso ci sono dei framework forniti in bundle e si possono condividere tra i vari programmiquesto in un mondo ideale, ovvero laddove usano tutti la medesima versione del framework/bundlema snap, xdg-app ( aka flatpak ) e compagnia sono nati proprio perche' c'e' il problema di avere millemila programmi che usano le piu' disparate versioni di determinate libreriela soluzione vera sarebbe stata la totale retrocompatibilita', imposta possibilmente tramite versioning ( come fa FreeBSD ad esempio )invece si e' lasciato i buoi a briglia sciolta e questo ci costera' un proliferare di millemila versioni degli stessi framework/bundlehai presente la directory winsxs di Windows? ecco, quello e' il futuro di Linux secondo questi signori
      • collione scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        p.s. manco a farlo apposta, apro hacker news e leggo https://news.ycombinator.com/item?id=11911303"I agree with a lot of this. GNU/Linux distros are going down a very dangerous path with Snappy, Docker, Flatpak, Atomic, etc."
      • maxsix scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        - Scritto da: collione
        no un momento, qui si tratta di fare quello che
        Apple fa da decenni col suo meccanismo
        d'installazione
        No eh.Non vi azzardate a copiare, maledetti cantinari [cit.]
        • ... scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: collione

          no un momento, qui si tratta di fare quello
          che

          Apple fa da decenni col suo meccanismo

          d'installazione



          No eh.

          Non vi azzardate a copiare, maledetti cantinari
          [cit.]voi XXXXX siete irresistibili e ci avrete sempre dietro... non sei contenta?
          • aphex_twin scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            Stai li ... mi scappa giusto una XXXXXXXXX. :D
          • aphex_twit scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: aphex_twin
            Stai li ... mi scappa giusto una XXXXXXXXX. :DE 'sti XXXXX? Nun ce li metti? (newbie)
        • collione scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: maxsix
          No eh.

          Non vi azzardate a copiare, maledetti cantinari
          [cit.]ma guarda che qua ormai e' diventato tutto un copia-incolla, oltretutto di feature di dubbia utilita' e realizzate pure maleormai non si salva piu' nessuno, a partire da Intel e AMD che mettono XXXXXte come ME direttamente nella cpu ( che tanto di hacker governativi cazzuti in giro ce n'e' pochi, no!?! )
          • maxsix scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            No eh.



            Non vi azzardate a copiare, maledetti
            cantinari

            [cit.]

            ma guarda che qua ormai e' diventato tutto un
            copia-incolla, oltretutto di feature di dubbia
            utilita' e realizzate pure
            male
            Come sempre, niente di nuovo.Ma è indubbio che tutti, chi prima, chi dopo finisce per scopiazzare qualcosa da Apple.Non che ci sia niente di male eh, ma giusto per sottolinearlo.
            ormai non si salva piu' nessuno, a partire da
            Intel e AMD che mettono XXXXXte come ME
            direttamente nella cpu ( che tanto di hacker
            governativi cazzuti in giro ce n'e' pochi, no!?!
            )Io non ho nulla da nascondere, quindi che facciano pure.Il giorno che le loro XXXXXte mi daranno fastidio in qualcosa ci penserò.
          • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Come sempre, niente di nuovo.
            Ma è indubbio che tutti, chi prima, chi dopo
            finisce per scopiazzare qualcosa da
            Apple.Scopiazzare?Ma cosa cavolo dici?Guarda che i Boundle su Linux o su Unix li puoi fare dal day zero!Casomai non potevi farli su Apple prima del "ritorno del figliol prodigo" con tanto di Unix dato che prima in Apple al solo suono della parola Unix gli si staccavano le orecchie e gli cascavano per terra.(rotfl) 8)(rotfl) 8)
          • collione scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            Ma è indubbio che tutti, chi prima, chi dopo
            finisce per scopiazzare qualcosa da
            Apple.cosi' come a questo giro Apple ha scopiazzato da Android e addirittura ha copiato la strategia di Viv e ammettere l'ingresso di terze parti nel suo amato Siri
          • aridaje scrive:
            Re: La soluzione più ovvia
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: maxsix




            No eh.





            Non vi azzardate a copiare, maledetti

            cantinari


            [cit.]



            ma guarda che qua ormai e' diventato tutto un

            copia-incolla, oltretutto di feature di
            dubbia

            utilita' e realizzate pure

            male



            Come sempre, niente di nuovo.
            Ma è indubbio che tutti, chi prima, chi dopo
            finisce per scopiazzare qualcosa da
            Apple.lol, lo dici come se apple avesse inventato qualcosa nella storia dell'informatica

            Non che ci sia niente di male eh, ma giusto per
            sottolinearlo.giusto per sottolineare che non sai neanche di cosa si discute


            ormai non si salva piu' nessuno, a partire da

            Intel e AMD che mettono XXXXXte come ME

            direttamente nella cpu ( che tanto di hacker

            governativi cazzuti in giro ce n'e' pochi,
            no!?!

            )

            Io non ho nulla da nascondere, quindi che
            facciano
            pure.
            Il giorno che le loro XXXXXte mi daranno fastidio
            in qualcosa ci
            penserò.fino ad ora apple vi ha umiliato, insultato, trattato come lebbrosi, vi ha resi idioti e legati dentro un recinto per mungervi a più non posso, non riesco a capire quale sarebbe la cosa che potrebbe dare fastidio ad un fedele cliente apple, che tolgono la mela morsicata come logo?
        • giaguareggi ando ma con merdeces scrive:
          Re: La soluzione più ovvia
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: collione

          no un momento, qui si tratta di fare quello
          che

          Apple fa da decenni col suo meccanismo

          d'installazione



          No eh.

          Non vi azzardate a copiare, maledetti cantinari
          [cit.]Beh se c'è una azienda nata in garage è proprio Apple papple l'open source invece è nato nelle università e nei laboratori delle grandi aziende.Fossi in te andrei cauto a parlare di cantine.(rotfl)(rotfl)
    • ... scrive:
      Re: La soluzione più ovvia
      - Scritto da: panda rossa
      Bisognava aspettare la filosofia ispiratrice
      della liberta' informatica per avere la soluzione
      piu'
      ovvia.

      Sistema operativo separato dal ferro.
      Applicazioni separate dal sistema operativo.

      Solo in questo modo si garantisce la totale
      interoperabilita' e si impedisce qualsivoglia
      lock-in.apple c'era arrivata molto prima alla "separazione" delle componenti, principalmente il cervello dei loro gonzi dal resto del corpo, seguito dalla separazione dei soldi dal portafogli (sempre dei loro gonzi, ovviamente :-)
    • Vinyl scrive:
      Re: La soluzione più ovvia
      - Scritto da: panda rossa
      Bisognava aspettare la filosofia ispiratrice
      della liberta' informatica per avere la soluzione
      piu'
      ovvia.Veramente VMware lo fa già da anni con App Volumes e Horizon, e Microsoft lo sta facendo con Project Centennial e le appX. Per carità è una buona cosa, ma non è certo una novità assoluta.
    • ma anche no scrive:
      Re: La soluzione più ovvia
      assolutamente corretto in teoria, ma per il momento il repository (o come si chiama quello di snappy) è di canonical che ha la possibilità di decidere in qualsiasi momento di chiudere tutto o eventualmente anche di impedire l'acXXXXX a specifici snapd.dicono comunque di star lavorando per poter permettere di realizzar repository personali.insomma al momento secondo me è ancora troppo presto per parlare di impedire il lock-in...forse danno più garanzie appImage o flatpak sotto questo punto di vista
      • panda rossa scrive:
        Re: La soluzione più ovvia
        - Scritto da: ma anche no
        assolutamente corretto in teoria, ma per il
        momento il repository (o come si chiama quello di
        snappy) è di canonical che ha la possibilità di
        decidere in qualsiasi momento di chiudere tutto o
        eventualmente anche di impedire l'acXXXXX a
        specifici
        snapd.E quale sarebbe il problema? Si cambia repository.Non e' mica come quegli altri che devi usare solo il loro repositocy.
Chiudi i commenti