Nevada, online la password del Governor

Un curioso incidente è stato registrato in queste ore sul sito ufficiale dello stato americano

Roma – La notizia arriva da Politechbot , il celeberrimo sito di Declan McCullagh, ed è ripresa su Digg : sul sito web dello stato del Nevada è apparsa la password dell’account email del governatore dello stato, la password che è configurata sul suo Outlook.

Mentre scriviamo sul sito ufficiale del Nevada non sembra esservi alcun riferimento all’imbarazzante incidente né vi sono tracce dell’accaduto nell’area che ospita nello specifico le pagine del Governatore .

Come osservano in molti in queste ore è alquanto improbabile che sull’account email ufficiale il Governatore riceva posta particolarmente rilevante, ma l’imbarazzo per i gestori della sicurezza informatica dei suoi uffici rimane altissimo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • visitatore scrive:
    uso personale di supporti ottici
    e allora chi come me che gli supporti ottici li usa solo per mie produzioni private (filmini con amici , sport ecc ecc) come mi devo comportare?
  • Fabio scrive:
    In svizzera pure...
    2 settimane fà è passata una legge analoga qui in Svizzera per i lettori mp3 e cd/dvd-recorder.....
    • fred scrive:
      Re: In svizzera pure...
      - Scritto da: Fabio
      2 settimane fà è passata una legge analoga qui in
      Svizzera per i lettori mp3 e
      cd/dvd-recorder.....perr curiosita' a quanto ammontano le cifre?
  • pippolo scrive:
    Secondo me...
    ...ognuno dovrebbe fare qualche mese di prigione. Metti che prima o poi commetti un piccolo reato (chessò... rubi una caramella), e non ti beccano, almeno hai già scontato la pena
  • faggiano scrive:
    allora la mia mente...
    allora visto che la mia mente è un dispositivo in grado di ascoltare una canzone, riprodurla (fischiando, al pianoforte- addirittura potrei persino trascriverne partitura, testo e riproporla davanti ad un pubblico di amici) deve essere tassata in modo opportuno.Altro che dispositivi di riproduzione da 8, 20, 30 giga. Mia nonno, che ascolta musica da quasi 90 anni, sai quante canzoni s'è ascoltato e riprodotto illegalmente fischiettando, strimpellando e canticchiando? Se la legge è uguale per tutti, allora che tassino anche i 90 anni si riproduzione abusiva di mio nonno.E ora che ci penso, tutti 'sti comunisti abusivi -generalmente sotto ai 30- che si mettono sulle spiagge con la chitarra e organizzano veri e propri concerti non autorizzati? Che se c'hai culo ne becchi pure qualcuno minorenne attaccato al J'nB? Al rogo.Ah, e spero si accorgano anche di quegli abusivi dei rumeni col violino nella metropolitana. Intrattengono, intascano (mance, portafogli, dipende) e non versano neppure un centesimo alla SIAE.Ecché, siamo diventati un istituto di beneficenza?E' ora di cancellare l'idea che musica = gratis. Sai quante sedute di canto, yoga e psicoterapia si deve fare la hilton per fare una canzone? E chi le paga? Mica basta la tre con gli spot.E poi, a proposito della tre, diciamola tutta, sta storia delle suonerie. Ogni volta che trilla un telefono sono potenzialmente decine, le persone che si scroccano un ritornello. Per correttezza, bisognerebbe istituire lo scatto al trillo (e non solo alla risposta) da devolvere direttamente alla SIAE per coprire il rischio che la gente utilizzi le suonerie per i soliti concerti abusivi che tutti praticano.Ho molte altre idee, se Urbani mi vuol dedicare un'oretta o due, sono certo che non rimarrà deluso.Cordialmente,Faggiano®, colui il quale rinuncia formalmente a:musica commerciale, se deve pagare l'obolo pure per comprarsi un pennino usb.i giochi al pc, se per funzionare hanno bisogno necessariamente di windows.l'agopuntura, tanto non m'ha mai convinto.la mayonese, che tanto fa venire la cellulite e poi è pesante.
  • paoloholzl scrive:
    Proseguendo il ragionamento ..
    Per lo stesso principio mi sentirei di dare dello stupido a chi ha avuto questa bella idea.Questo basandomi sull'assunto che un essere umano è in grado in determinate condizioni di elaborare ragionamenti stupidi.
  • Gesù scrive:
    Basta con queste truffe
    Si ormai capito che ci sono società disposte a fare di tutto pur di guadagnare soldi a danno dei cittadini, come il fingersi vittime e pretendere tasse che generano a loro notevoli introiti per fantasione perdite economiche presunte.In sostanza, è solo l'ennesimo modo per tentare di truffare le persone, ungendo chi di dovere, ed aggregandosi in associazioni che hanno un notevole potere contrattuale. Sperché sforzarsi di produrre qualcosa di decente o di abbassare i prezzi quando le istituzioni ti regalano molti soldi senza fare nulla?La colpa è anche delle persone,che come dei fessi si fanno appioppare delle tasse che sono delle punizioni per infrazioni che non si è commesso.Infatti la maggior parte delle persone non scarica musica in continuazione.Se ci sono dei ragazzini che lo fanno non si vede perché si debbano pagare ingiusti supplementi a causa dell'operato di una piccola minoranza.Comunque rimane la regola universale che se un prodotto è buono allora la maggior parte della gente lo comprerà. Se un prodotto non è buono o è mediocre, la gente tenterà a scaricarlo per evitare di bruciare soldi.è quello che succedendo attualmente: la qualità di molti prodotti è sempre più bassa e molta gente non ha voglia di buttare soldi nel gabinetto.Inoltre è normale che calino le vendite: gli stipendi sono rimasti gli stessi, ma il costo della vita sta aumentando in modo esponenziale!Lo stesso passaggio della lira all'euro ha impoverito tutti i consumatori, che si aspettavano, un aumento delle vendite con una minore capacità di acquisto?Oppure si aspettavano che la gente sborsasse soldi per acquistare spazzatura?Di sicuro si aspettano che le persone si comportino come sempre, cioè si stanno zitti e lo prendono in quel posto senza fiatare, in modo che le società possano fare tutti i loro porci comodi.
  • Ciko scrive:
    presunzione e pagamento
    sinceramente mi sembra una str......zata.In questo modo si potrebbe pretendere di far fare della carcerazione preventiva a politici e pubblici amministratoriperchè tanto prima o poi qualche illecito lo commettono.Credo sia meglio stare con i piedi per terra e pensare che certe furbate se "omologate" possono divenire pericolose per tutti.
  • massimo scrive:
    Il (defunto) balzello della Urbani!
    Per pura curiosita', se Cortiana non fosse riuscito a far togliere il balzello sugli harddisk previsto dalla Urbani, il Seagate da 500 che ho comprato a 119,00 euro il mese scorso applicando matematicamente la tassa che era calcolata sul megabayte mi sarebbe costato esattamente 514,80 euro.....
  • Masneri Mario scrive:
    Mi ricorda qualcosa...
    Mi ricorda vagamente un certo canone che sancisce: "Chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi deve per legge R.D.L.21/02/1938 n.246 pagare il canone di abbonamento TV. Trattandosi di un'imposta sul possesso o sulla detenzione dell'apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall'uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive."
  • aaa scrive:
    La soluzione è una sola!
    Che questi "politici" DEVONO SMETTERLA DI FARSI LE CANNE DI PRIMO MATTINO visto l'effetto MALSANO CHE HA!!!(rotfl)
    • francoso scrive:
      Re: La soluzione è una sola!
      - Scritto da: aaa
      Che questi "politici" DEVONO SMETTERLA DI FARSI
      LE CANNE DI PRIMO MATTINO visto l'effetto MALSANO
      CHE
      HA!!!
      (rotfl)Magari fossero le canne, magari lo fossero, nei dibattiti ci sarebbe una calma surreale e tutti a parlare lentamente imbriacati dal thc , ma qui altro che canne, sospetto fortemente le mazzette delle majors !
  • Andy scrive:
    incompetenti e buffoni
    Siamo all'assurdità logica e giuridica; l'equo compenso avrebbe un significato se ci fosse una contropartita ad es. insieme alla larga banda....ma nè in Italia e nemmeno la proposta canadese sembra andare in questa direzioneTroppo comodo riempirsi le tasche per "legge" e dall'altra parte continuare ad imporre prezzi alti e cartelli commerciali sul mercato; questa gente non ha capito che si stanno scavando la fossa tra un pò nessuno comprerà questi contenuti a tali prezzi sopportando pure tasse inique ed illegittime sull'hardware..La ratio è semplicente assurda, è come se una Banca siccome esistono le rapine, chiedesse d'imporre una tassa aggiuntiva su tutti conti correnti.Ragionando in questo modo cioè in "astratto" qualunque operatore economico potrebbe chiedere una tassa per rientrare in parte dei costi subiti da attività dolose connesse a suoi prodotti o servizi.Meno male che siamo nel libero mercato, perchè se andiamo avanti di questo passo potrebbero venirci a chiedere il perchè non si acquista più e farci cmq pagare una tassa per questo motivo.
    • nifft scrive:
      Re: incompetenti e buffoni
      "Qualunque cosa venga utilizzata dal consumatore per creare copie private non dovrebbe essere esclusa dal regime di tassazione, solo perché può avere altre funzioni"Siamo in regime di follia pura... :@Boicottare, non ci resta che boicottare.Anche se prima o poi, come già osservato, si metterà una tassa per compenso preventivo per mancato acquisto "di per sé". Mi spiego meglio: la tassa verrà messa per prevenire il mancato acquisto non perchè ho preso in alternativa una versione piratata dell'oggetto, ma semplicemente perchè ho scelto di non usufruire dell'oggetto e quindi di non comprarlo.Continuando in questo ragionamento diventerà quindi illegale e perseguibile la libertà di non comprare in generale. :|-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 luglio 2007 14.19-----------------------------------------------------------
  • Gio scrive:
    le cose non tornano
    scusate... ma se io pago una tassa sulla possibilità che possa utilizzare un cd per scriverci sopra musica protetta da diritto d'autore allora perchè se mi beccano che scarico una canzone incorro in pene pecuniarie o addirittura penali?!?! sto gia pagando "l'equo compenso" per l'utilizzo di materiale protetto da diritto d'autore! quanto mi fa arrabbiare questa cosa non ne avete idea!
    • Gesù scrive:
      Re: le cose non tornano
      le case discografiche stanno cercando di aumentare i guadagni fingendosi vittime con i vari governi, in modo da ottenere entrate aggiuntive senza fare il minimo sforzo.
      • Stargazer scrive:
        Re: le cose non tornano
        - Scritto da: Gesù
        le case discografiche stanno cercando di
        aumentare i guadagni fingendosi vittime con i
        vari governi, in modo da ottenere entrate
        aggiuntive senza fare il minimo
        sforzo.E come sempre governi e amministratori vari presieduti da gente totalmente incompetente ci cascano come fessi
  • Ing Gianmichel e Murano scrive:
    Mah! tutto sommato non è male :-

    Pensateci bene!Ci hanno praticamente autorizzato a scaricare e copiare e quant'altro. Se m etto una tassa sul supporto perchè potrei copiare musica,e quel balzello và ai detentori dei diritti vuol dire che in qualche modo abbiamo già pagato i "diritti di proprietà" :-)
    • amedeo scrive:
      Re: Mah! tutto sommato non è male :-

      come la tassa siae sui cd ? quella tassa non autorizza niente, e' solo un FURTO autorizzato, LORO possono rubare a noi i soldi sostenendo quello che vogliono, NOI siamo perseguibili se poi utilizziamo il supporto per memorizzare dei brani protetti !
      • Ing Gianmichel e Murano scrive:
        Re: Mah! tutto sommato non è male :-

        Il mio post era ironico!E si mi riferivo anche alla tassa siae.Cmq in una eventuale causa penale-civile si potrebbe sostenere questa linea, che se riesce potrebbe mandare gamba all'aria tutto il sistema creando un terribile autogol :-)
    • Awesome scrive:
      Re: Mah! tutto sommato non è male :-

      - Scritto da: Ing Gianmichel e Murano
      Pensateci bene!
      Ci hanno praticamente autorizzato a scaricare e
      copiare e quant'altro.

      Se m etto una tassa sul supporto perchè potrei
      copiare musica,e quel balzello và ai detentori
      dei diritti vuol dire che in qualche modo abbiamo
      già pagato i "diritti di proprietà"
      :-)Infatti, pagando questa tassa, sono autorizzato a scaricare mp3, a giga!! Anche se la tassa va sui pc, tipo tassa da 70 , più o meno 3 cd originali; Io in due giorni, la recupero perchè mi scarico 40 album! ^_^
  • Tizio Incognito scrive:
    Un po' elevati i soldi richiesti?
    "cinque dollari canadesi - pari circa 3,5 euro - per le memorie inferiori a un gigabyte, 25 dollari (17,25 euro) per quelle fino a dieci, 50 dollari (34,5 euro) fino a 30 giga e ben 75 dollari, pari ad oltre 50 euro, per tutti i dispositivi oltre questo limite."In pratica compro un DVD (4,5GB) che costa 50 centesimi e ci aggiungono 17,25 euri?Oppure compro un lettore mp3 da 2GB che costa circa 30 euri e ci rimettono sopra 17,25 euri di tassa?Pago più la tassa che la memoria che compro.Qui in Italia l'equo compenso è di qualche decina di centesimi. Spero che quelle cifre di questa notizia siano sbagliate.
    • Teo_ scrive:
      Re: Un po' elevati i soldi richiesti?
      - Scritto da: Tizio Incognito
      In pratica compro un DVD (4,5GB) che costa 50
      centesimi e ci aggiungono 17,25
      euri?
      [cut]
      Pago più la tassa che la memoria che compro.
      Qui in Italia l'equo compenso è di qualche decina
      di centesimi.

      Spero che quelle cifre di questa notizia siano
      sbagliate.In Italia per un DVD di quel tipo si pagano 87 centesimi quando in Germania, ad esempio, trovi i supporti anche a 25 centesimi già tassati.
      • Tizio Incognito scrive:
        Re: Un po' elevati i soldi richiesti?
        - Scritto da: Teo_
        - Scritto da: Tizio Incognito


        In pratica compro un DVD (4,5GB) che costa 50

        centesimi e ci aggiungono 17,25

        euri?

        [cut]

        Pago più la tassa che la memoria che compro.

        Qui in Italia l'equo compenso è di qualche
        decina

        di centesimi.



        Spero che quelle cifre di questa notizia siano

        sbagliate.

        In Italia per un DVD di quel tipo si pagano 87
        centesimi quando in Germania, ad esempio, trovi i
        supporti anche a 25 centesimi già
        tassati.Il mio era solo un esempio per rimarcare l'entità della tassa, non ho detto che sia giusta.Come dici anche tu qui in Italia e in Germania si parla di centesiminon di decine di euro.
        • Teo_ scrive:
          Re: Un po' elevati i soldi richiesti?
          - Scritto da: Tizio Incognito
          - Scritto da: Teo_

          - Scritto da: Tizio Incognito




          In pratica compro un DVD (4,5GB) che costa 50


          centesimi e ci aggiungono 17,25


          euri?


          [cut]


          Pago più la tassa che la memoria che compro.


          Qui in Italia l'equo compenso è di qualche

          decina


          di centesimi.





          Spero che quelle cifre di questa notizia siano


          sbagliate.



          In Italia per un DVD di quel tipo si pagano 87

          centesimi quando in Germania, ad esempio, trovi
          i

          supporti anche a 25 centesimi già

          tassati.

          Il mio era solo un esempio per rimarcare l'entità
          della tassa, non ho detto che sia
          giusta.
          Come dici anche tu qui in Italia e in Germania si
          parla di
          centesimi
          non di decine di euro.Intendevo dire che anche in Italia è molto alto lequo compenso (certo non a quei livelli): ipotizzando di prendere un DVD in Italia, lo paghi 87 centesimi + costo del supporto (immaginiamo 20 centesimi), quindi il costo del compenso è 4 volte il costo del supporto (+ le tasse). Invece in Germania la somma totale (supporto + equo compenso + tasse) è di 25 centesimi.
  • The_GEZ scrive:
    Voglio l' ergastolo !
    Ciao a Tutti !Ottimo il principio della "pena preventiva", mi piace un sacco, QUINDI : VOGLIO L' ERGASTOLO per chiunque comperi un' arma ! Non dovrebbe esserci nulla di sbagliato in quanto ho scritto, o no ?
    • Stargazer scrive:
      Re: Voglio l' ergastolo !
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      Ottimo il principio della "pena preventiva", mi
      piace un sacco, QUINDI
      :
      VOGLIO L' ERGASTOLO per chiunque comperi un'
      arma
      !
      Non dovrebbe esserci nulla di sbagliato in quanto
      ho scritto, o no
      ?E' impossibileper il semplice motivo che alcuni ministri poi non possono più vendere armi a paesi del terzo mondotuttavia è molto più semplice che inseriscano poi una clausola che vieti alla comune gente di comprare armi per paura che poi alcuni di questi lincino i politici corrotti dopotutto il compito principale di un governo è quello di preservare i propri traffici interni e sedare possibili minaccie di populismo-terrorismo
  • max scrive:
    non sanno piu cosa inventare...
    ...per fregare soldi alla gente che lavora! tutti in miniera questi burocrati e fregatori del popolo! la creatività di questi anni non sono le innovazioni tecnologiche ma il modo di fare cassa.che schifo...
  • xWolverinex scrive:
    Da noi c'e' da anni...
    .... e la gente neanche lo sa'.Perche' questo articolo? Non mi pare una notizia cosi' sconvolgente per noi italiani. Lo sara' per i canadesi.
    • Crawler scrive:
      Re: Da noi c'e' da anni...
      Sui pc non lo paghi
      • Marco Ravich scrive:
        Re: Da noi c'e' da anni...
        Hahahahahaha !!!!Si paga su TUTTI I DISPOSITIVI DI MEMORIZZAZIONE (non solo CD e DVD quindi, ma anche HDDs...)
        • Crawler scrive:
          Re: Da noi c'e' da anni...
          No, su hdd no
        • Teo_ scrive:
          Re: Da noi c'e' da anni...
          - Scritto da: Marco Ravich
          Hahahahahaha !!!!

          Si paga su TUTTI I DISPOSITIVI DI MEMORIZZAZIONE
          (non solo CD e DVD quindi, ma anche
          HDDs...)Si pagava anche su HD e memorie allo stato solido, poi è stato tolto mi pare.Qui comunque ci sono i compensi per ogni tipo di supporto:http://www.siae.it/documents/MusicaMFV_modello_Tracciatodichiarazionevendite.xls
      • xWolverinex scrive:
        Re: Da noi c'e' da anni...
        Abbe'... non hai mai usato un cd vuoto ? Non hai un videoregistratore in casa? Non hai una videocassetta? Una audiocassetta? Ti senti tanto furbo ???Mah... xo' sul pc non lo paga.... -.-°
  • Khamul scrive:
    Noi ce l'abbiamo già...
    Identica nella sostanza e nel "colpire" tutti.... Si chiama "canone RAI".E' una tassa che si deve pagare per "qualsiasi apparecchiatura atta o adattabile alla ricezione dei canali televisivi". Quindi, almeno teoricamente, va pagata anche se non si ha un televisore ma se si hanno computers, cellulari recenti, ecc...Però abbiamo anche una "tassa preventiva" per la copia... E' inclusa nel prezzo di tutti i supporti e di tutte le apparecchiature che possono scriverli/leggerli.Quindi... Non vedo perché dovrebbe "fare notizia" la questione del Canada.Noi, da questo punto di vista, siamo avanti.
  • avanzi scrive:
    siamo sempre avanti: Rai fa scuola
    "atto o adattabile" , relativo al canone Rai , cosa che equipara attualmente (interrogazione parlamentare ad aprile 2007 sull'argomento ancora non trova risposta) un CITOFONO ad un apparecchio che possa ricevere segnale televisivo, così come un PC a prescindere dal fatto che abbia o NON abbia una scheda-TV .ed eccoci: anche in questo caso citato dall'articolo, si fa la medesima ingiustizia.
  • nx-Marco scrive:
    basandosi sul principio...
    basandosi sul principio che chiunque guidi un auto possa investire qualcuno sarebbe opportuno che tutti ci facessimo un periodo di arresti domiciliari...basandosi sul principio che chiunque potrebbe tradire la propria compagna/compagno sarebbe opportuno "scontare le arelativa pena"basandosi sul principio che tutti potremmo evadere il fisco e "frodare" qualcuno tanto vale scontare preventivamente la pena... o pagare un condono anticipato
    • SaintJust scrive:
      Re: basandosi sul principio...
      in effetti basandosi sul principio che guidando un'auto possiamo investire qualcuno ci costringono ogni anno a svenarci con l'RCA. E basandosi sempre su questo principio quando stipuli una nuova assicurazione RCA parti dalla fascia più alta, non da quella più bassa!! Niente di nuovo, insomma...
      • nx-Marco scrive:
        Re: basandosi sul principio...
        effettivamente non c'è molto da stupirsi, cmq permettimi di corregerti sull'RCA, non parti dalla classe + alta ma dalla 14... e purtroppo esiste anche una 15 e 16 ecc... c'è fine al peggio.X lo svenamento mi trovi pienamente d'accordo per questo negli ultimo due anni ho attivato la politica del "i soldi sono i miei e li porto dove dove voglio", in 3 qanni ho cambiato 3 assicurazioni, il risparmi circa 160 euro, non saranno molti per alcuni... ma io con 180 euro ci pago il bollo..., il come ho fatto? semplice mi faccio un giro per le piccole e magari nuove filiali che aprono, che cercano clienti mi è stato sufficiente giranne un paio x risparmiare. fin'ora ho risparmiato il prossimo anno... si vedrà
    • Teo_ scrive:
      Re: basandosi sul principio...
      - Scritto da: nx-Marco
      basandosi sul principio che tutti potremmo
      evadere il fisco e "frodare" qualcuno tanto vale
      scontare preventivamente la pena... o pagare un
      condono
      anticipatoE invece hanno fatto gli studi di settore.
    • Antonello scrive:
      Re: basandosi sul principio...
      eheheh...una piccola correzione...non tutti possono evadere il fisco...purtroppo i dipendenti statali non hanno nessuna possibilitàda questo punto di vista...in ogni modo mi viene un piccolo dubbio...come mai ci scaldiamo tanto per una tassa che è stata messa in canada... e quando la tassa per l'equo compenso è stata messa in italia (colpiva i dvd e cd vergini) nessuno ha detto A???Ve lo dico io perchè: perchè se una persona scarica mp3 in modo illegale... è cmq tranquillo, perchè la tassa i diritti su quel MP3 l'ha pagata al momento dell'acquisto del supporto vergine...dai diciamoci la verità, una tassa del genere (neanche tanto esosa) alla fine è una cosa che ci conviene.
      • nx-Marco scrive:
        Re: basandosi sul principio...
        la tassa sui supporti vergini purtroppo è l'ennesima prova, qualora ne servisse, che la SIAE è sopravvissuta alla propria utilità
      • Teo_ scrive:
        Re: basandosi sul principio...
        - Scritto da: Antonello
        in ogni modo mi viene un piccolo dubbio...
        come mai ci scaldiamo tanto per una tassa che è
        stata messa in canada... e quando la tassa per
        l'equo compenso è stata messa in italia (colpiva
        i dvd e cd vergini) nessuno ha detto
        A???Ci sono state petizioni e manifestazioni a quei tempi ma evidentemente cerano in ballo interessi troppo grossi.
        Ve lo dico io perchè: perchè se una persona
        scarica mp3 in modo illegale... è cmq tranquillo,
        perchè la tassa i diritti su quel MP3 l'ha pagata
        al momento dell'acquisto del supporto
        vergine...
        dai diciamoci la verità, una tassa del genere
        (neanche tanto esosa) alla fine è una cosa che ci
        conviene.Lequo compenso non ti dà diritto a detenere materiale per cui non hai agato i diritti. lequo compenso è da togliere e basta.
  • Gilean scrive:
    bah
    la soluzione a tutto cio' e' abbassare il prezzo dei supporti che vendono a prezzi a dir poco osceni...inoltre DEVONO cambiare assolutamente i prezzi di listino del download di files musicali...e' INDECENTE vendere un semplice mp3 ad un EURO, senza dover pagare assolutamente nulla, se non la gestione del server(anzi a volte nemmeno visto che usano bittorrent).http://laforgia.medusaworks.de
  • Lollo scrive:
    La soluzione?
    Secondo me sarà la soluzione al problema p2p. Lo scaricamento dei file tramite la rete è incontrollabile e le società che devono far rispettare i diritti si svenano e diventano impopolari nel cercare di arginare il fenomeno (che ad ora non c'è modo di risolvere altrimenti). Mettere una piccola tassa sui sistemi di archiviazione e riproduzione è invece cosa assai più controllabile (ovviamente verrebbero a cadere le pretese di diritto d'autore sui file posseduti). In più si avrebbe un controllo un po' più efficace sul monopolio SIAE e affini: adesso fanno il bello e il cattivo tempo perchè l'interlocutore finale è il consumatore che non ha, se non blandi, mezzi per difendersi dai sopprusi. Nel caso invece debba dialogare con i produttori di hardware il discorso si farebbe un po' più "alla pari".
    • Andrea Gardini scrive:
      Re: La soluzione?
      Ma io che mi voglio ascoltare mozart a chi devo pagare i diritti? Io devo pagare perchè milioni di ragazzini scaricano 30 gb di musica al mese??Arriverà il momento che il p2p rosicherà proventi sui cd a tal punto da renderli anti-economici e gli artisti si esibiranno solo in concerto...vuoi sentire la nuova canzone di tizio? Paga 30 euro e vai al concerto...è troppo? non ci vai! Ah già ma sto discorso lo si faceva anche col prezzo dei cd!a quel punto sono sicuro che quelli degli espropri proletari capiranno che a furia di volere la "cultura" aggratis (così definiscono i cd d'er piotta o del dj francesco) a tutti i costi, arriveranno a dover pagare di più...ma tanto a quel punto capiranno che a quei prezzi della "cultura" ne possono fare tranquillamente a meno!
      • Liuk scrive:
        Re: La soluzione?

        Ma io che mi voglio ascoltare mozart a chi devo
        pagare i diritti?Agli esecutori, ai revisori, alla casa discografica...L'unico che non ci prende un centesimo è Mozart stesso XD
        • Non authenticat scrive:
          Re: La soluzione?
          - Scritto da: Liuk

          Ma io che mi voglio ascoltare mozart a chi devo

          pagare i diritti?

          Agli esecutori, ai revisori, alla casa
          discografica...
          L'unico che non ci prende un centesimo è Mozart
          stesso
          XDDeve essere per quello che lo chiamano diritto di autore no?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • xWolverinex scrive:
      Re: La soluzione?
      Caro il mio Lollo, scovatore intrepido di soluzioni anti p2p.Forse non lo sai ma l'equo compenso lo paghi DA ANNI anche in italia (grazie Siae) su QUALSIASI dispositivo e QUALSIASI supporto, comprese videocassette e videoregistratori.Non mi pare che il p2p sia cosi' morto. Anzi. Piu' balzelli metti, piu' la gente si "inalbera", piu' cerca di fotterti.
      • Lollo scrive:
        Re: La soluzione?
        Non dico che lo farà morire anzi dico il contrario. Visto che non si può impedire a milioni di persone di scaricare musica i soldi li dovranno prendere da qualche altra parte ad esempio con questa tassa. In questo modo i detentori dei diritti riusciranno ad avere un guadagno e lasceranno la gente scaricare la musica in libertà.
        • Snake78 scrive:
          Re: La soluzione?
          Sarei d'accordo con questo ragionamento se venisse meno l'illegalità del download di materiale coperto da diritto d'autore, ma il fatto è che oltre a tassare preventivamente i supporti per rifarsi delle perdite dovute alla pirateria, rimane illegale eseguire l'operazione per cui hai pagato la "tassa".Si entra in un circolo vizioso.
    • Gesù scrive:
      Re: La soluzione?
      si tratta solo di un'ingiustizia: la maggior parte delle persone non scarica musica da internet, non vedo perché debba pagare tasse per dei ragazzini che scaricano tonnellate di musica.Inoltre è diritto di chiunque passare i propri cd originali in un letttore mp3 per ascoltarli in giro: pagare tasse e simili è assurdo.
      • Stargazer scrive:
        Re: La soluzione?
        - Scritto da: Gesù
        si tratta solo di un'ingiustizia: la maggior
        parte delle persone non scarica musica da
        internet, non vedo perché debba pagare tasse per
        dei ragazzini che scaricano tonnellate di
        musica.
        Inoltre è diritto di chiunque passare i propri cd
        originali in un letttore mp3 per ascoltarli in
        giro: pagare tasse e simili è
        assurdo.La cosa più assurda che la superficialità di molta gente, paga la prende in cu#o e sta zitta senza far niente a parte sbraitare su forum e affiniAutomaticamente una notizia così dimostra che i poveri coglioni onesti la prendono in cu#o sempre mentre i ladri delinquenti (in questo caso pirati che scaricano a scopo di lucro) non vengono perseguiti e possono continuare a scaricare e vendere
      • Lollo scrive:
        Re: La soluzione?
        Non ho dati alla mano quindi quelle che faccio sono supposizioni legate ad una sensazione personale (come del resto quelle che fai tu). Io ho l'impressione che la maggioranza scarichi o utilizzi mp3 scaricati da altri ma di cui, in tutti i casi, non ha acquistato i regolari diritti. Non dico che molti non comprino nulla ma che abbiano anche materiale di questo tipo. Uno dei fattori principali che me lo fa credere è la strenua difesa che i provider fanno del traffico p2p: perchè non bloccare o filtrare pesantemente il traffico di questo tipo, visto che loro possono teoricamente e praticamente come dimostrano i filtri che spesso impongono sulla banda, quando avrebbero solo da guadagnarci? Linee meno congestionate, meno grattacapi con la legge, minor concorrenza per i loro stessi sevizi (vendita di contenuti multimediali che ormai molti fanno). L'unico motivo che mi viene in mente è che una buona percentuale di chi sottoscrive i contratti ADSL faccia uso di questo traffico, e quindi non solo pochi ragazzini (che non avrebbero tra l'altro voce in capitolo per un'eventuale chiusura o ridimensionamento del servizio).
  • ... scrive:
    Mi rincuora
    Sapere che i dementi con licenza di fare politica non sono solo nostra esclusiva
  • francoso scrive:
    come al solito....
    Come al solito i poteri forti se ne approfittano sempre : questo circolo vizioso spero finisca!
Chiudi i commenti