New York, in metro si parlerà al cellulare

Nella Grande Mela le autorità sollecitano la copertura nelle stazioni della metropolitana. Ma l'opinione pubblica si divide. Non tutti vogliono sentire squillini anche sottoterra


New York – Era una delle ultime isole felici, isolata cioè dalla copertura della telefonia mobile, e tra poco potrebbe uniformarsi al resto del mondo connesso: è la metropolitana, segnatamente quella di New York, ad essere reclamata a gran voce tra le aree raggiungibili dalla telefonia. E il fatto riporta d’attualità i fattori positivi e negativi della copertura sotterranea .

Il progetto di coprire il metrò della Grande Mela con le reti mobili è in fase avanzata, come quello in corso a San Francisco sul sistema di trasporto BART , a conferma della convinzioni degli esperti USA di telecomunicazioni, secondo cui presto gli americani potrebbero essere connessi ovunque si trovino, sotto terra o in aria. “E’ tecnicamente fattibile, sia sugli aeroplani che per le metropolitane” dichiara James Katz, responsabile del Centro per gli studi di comunicazioni mobili alla Rutgers University di New Brunswick (New Jersey). “E’ l’aspetto sociale quello più difficile da affrontare”.

Il professor Katz spiega le due differenti scuole di pensiero (o correnti di opinione): da un lato ci sono gli strenui difensori del diritto di telefonare, indipendentemente dal fatto che si possa arrecare disturbo al vicino, dall’altro ci sono ovviamente quelli che si sentono disturbati, e che apprezzano un’atmosfera più serena e tranquilla. Gli uomini d’affari, ha aggiunto, generalmente fanno parte del primo gruppo, mentre chi viaggia per diporto appartiene al secondo.

“Non ti sento… come dici? Adesso sì… parla più forte… No, ti richiamo”: l’isolamento cellulare sta per scomparire, dal momento che le autorità cittadine hanno sollecitato la realizzazione del collegamento alle reti mobili in più del 50% delle stazioni. Non è stata stimata una scadenza vera e propria, ma il raggiungimento dell’obiettivo è, in pratica, un ordine. Una cosa è la copertura del segnale per le stazioni, altra è la questione di estendere il servizio anche nelle tratte di collegamento in tunnel, più onerosa sia tecnicamente che economicamente.

Un’idea, quest’ultima, letteralmente rigettata da chi ama vivere momenti di solitudine interiore: “E’ un momento in cui la gente dovrebbe staccare la spina” dice Jon Giswold, un personal trainer che vive e lavora New York e che è stato intervistato dai giornali locali. “Faccio affidamento sul mio cellulare, ma mi sento al sicuro quando viaggio sul treno e non sono reperibile”.

Se la telefonia mobile in metrò ormai è vicina, più lontana sembra essere la possibilità di utilizzare i suoi servizi a bordo degli aeroplani: la FAA , l’Amministrazione dell’aviazione federale, non si è ancora formalmente espressa sul fatto che l’uso di telefonini durante il volo possa generare interferenze all’equipaggiamento elettronico di bordo.

Indipendentemente dal luogo in cui si utilizzano, stando a quanto afferma il professor Katz, sondaggi e ricerche dimostrerebbero che i telefoni cellulari sarebbero giudicati “fastidiosi”: le persone che si trovano nei pressi di uno che conversa al telefonino, trovano sconveniente assistere, loro malgrado, ad una “mezza” conversazione: “In mancanza dell’altra metà della conversazione, il cervello del vicino pensa inconsciamente di essere coinvolto”. Chi ascolta potrebbe evitare il disagio semplicemente pensando ad altro?

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: presto TUA SORELLA diventerà illegal
    cogli l'occasione dell'anonimato per dimostrare a te stesso di essere un signore...
  • Marckuzio scrive:
    Re: TROPPO GIUSTO
    e poi skype funzica anche su windows...e colui che ti parla non è assolutamente un linaro..
  • Guybrush scrive:
    Re: TROPPO GIUSTO
    Chi ti dice che non le pago, testina?Pago il computer, la connessione e parte del traffico, almeno quello diretto verso rete telefonica fissa.Invece la presenza di una tassa dovrebbe far supporre la presenza di un servizio da parte dello stato.In questo caso invece lo stato pretende il pagamento di un dazio che non ha alcuna ragione di esistere, ma si tratta semplicemente di una misura protezionistica mirata a difendere, evidentemente, interessi locali.
    GT
  • Anonimo scrive:
    Re: presto TUA SORELLA diventerà illegal
    Carino anche questo http://punto-informatico.it/p.asp?i=57653
  • EverythingYouKn scrive:
    presto TUA SORELLA diventerà illegale!!!
    "Google e Skype hanno finanziato con milioni di $ Fon, il progetto globale di wi-fi condiviso basato sul router Linux Linksys WRT54G, offerto in promozione a 25 euro.Il rivoluzionario sistema di condivisione globale di connessione a banda larga attraverso wi-fi, Fon, lanciato in Spagna meno di tre mesi fa, sta ottenendo lusinghieri risultati, non ultimo l'appoggio finanziario di Skype e di Google.Il progetto marcia a tappe forzate, con oltre 3000 hot spot già attivi sparsi per il mondo: il 10% dell'obiettivo previsto per la fine del 2006. Per diventare un fonero - già ne esistono alcuni anche in Italia - è sufficiente avere un router Linksys WRT54G e installare il software Fon.Un progetto rivoluzionario che vedrà il lancio nelle prossime settimane anche in Italia. Speedblog continuerà a seguire con attenzione Fon e gli sviluppi di questa formula di connettività condivisa utile anche a diffondere la banda larga in mobilità ad un numero sempre maggiore di utenti.Il router con Fon preinstallato viene offerto in promozione per i primi 1000 navigatori a 25 euro."[!!!!!!!!!!!]http://www.speedblog.net/archives/2006/02/05/fon-ottiene-lappoggio-di-skype-e-di-google
  • Anonimo scrive:
    Re: TROPPO GIUSTO
    ma va fan bip.......(cogliunas)
  • Anonimo scrive:
    TROPPO GIUSTO
    era ora ! perche' quelli che usano skype non devono pagare le chiamate e io che ho un telefono normale si?ah ah la fine dell'anarchia linari!
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Riot

    No, è il troll di mezzanotte.
    Ogni giorno, subito dopo la pubblicazione delle
    notizie, fa il giro è posta una trollata in
    ognuno.
    So che sembra triste, ma è così.Infatti non ha neppure fantasia, il titolo del post è sempre identico: "E che male c'è?" :|
  • Funz scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Anonimo
    Con internet e questa mania del gratis si sta
    svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    perché taglia i prezzi, come qualità telefonicaIo ho un abbinamento in ULL con telefonia VOIP + ADSL, e la qualita' e' indistinguibile a quella di Telecom, e sicuramente molto migliore dei cellulari.
    non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?Se un business viene reso obsoleto da una nuova tecnologia, e' ovvio che presto o tardi sparira'. Forse avremo finalmente un mercato...
    Ben venga la tassa sul voip!Soluzione inutile, illiberale e facilmente superabile; finirebbe per penalizzare solo il cittadino comune impedendogli un'attivita' perfettamente lecita, mentre i grossi utilizzatori del VOIP non ne sarebbero penalizzati.
  • HostFat scrive:
    Se vien tassato ...
    .. arriverà il voip criptato.Se vien il voip criptato sarà reso illegale ( il criptato solo, il resto sempre a pagamento )Sono illegali le reti wireless private, ma nulla frena lo sviluppo dei protocolli per le reti mesh ...Vedremo chi la vincerà ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: presto il VoIP diventerà illegale
    - Scritto da: Anonimo
    E' molto piu' probabile che diventera' a
    pagamento ....diventerà semplicemente inutile a pagamento... a quel punto uso il telefono di casa!
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?

    Con internet e questa mania del gratis si sta
    svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    Ben venga la tassa sul voip!No, non hai capito.Le telco continueranno a guadagnare a piene mani convertendosi alla vendita di servizi voip, gli unici a "rimetterci" sarebbero i governi se non tassassero questo nuovo servizio visto che adesso i servizi di telefonia attuale sono tassati e questi si andrebbero gradualmente ad estinguere.
  • Riot scrive:
    Re: E che male c'è?

    Senti, ma sarà il tuo terzo post che leggo su
    questo tono stasera.

    Chi sei, Tronchetti Provera?No, è il troll di mezzanotte.Ogni giorno, subito dopo la pubblicazione delle notizie, fa il giro è posta una trollata in ognuno.So che sembra triste, ma è così.
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo
    Cosa vogliamo fare? Far
    fallire

    tutte le telco con tutte le conseguenze del
    caso?

    Ben venga la tassa sul voip!

    Senti, ma sarà il tuo terzo post che leggo su
    questo tono stasera.

    Chi sei, Tronchetti Provera?Dal tono, credo sia lo stesso che qualche tempo fa giustificava l'ostilità verso il WiMax libero per "difendere le telco" e "quelli che ci lavorano dentro".Come a dire: "quelli che non ci lavorano dentro" devono pagare tariffe assurde per sostenere enormi ed inefficienti baracconi aziendali.Evidentemente "quelli che ci lavorano dentro" sono cittadini di Serie A e "quelli fuori" sono di Serie B ...E poi ci si stupisce se esiste gente, con cotanta idiozia aziendalista, che crede ancora alle balle del Berluska e magari lo (ri)vota pure ...
  • Anonimo scrive:
    Re: presto il VoIP diventerà illegale
    E' molto piu' probabile che diventera' a pagamento ....
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    Boh, io l'unica cosa che so è che adesso con il VoIP ho la possibilità di chiamare oltreoceano con una qualità che a volte è superiore a quella del cellulare. Per ora di vantaggi ne ho tantissimi, primo tra tutti il costo ridotto, ma nessuno ha rubato nulla ad altri: sono tecnologie diverse per importi diversi. Telecom prima faceva pagare l'ultimo miglio, una situaizone di monopolio di fatto, l'apparecchio telefonico ecc. Oggi io mi pago il PC, io mi pago l'ADSL, io mi scarico il programma VoIP. Pago anche in questo caso, quindi dove sta il problema? Chiaramente anche in Italia, paese dove queste cose vanno di moda, inizieranno a farci pagare anche il VoIP, ma per favore non diciamo che rovina l'economia! Puttanate! Le major discografiche non hanno detto nulla da quando iTunes vende brani a 0,99 euro, perché parte di quei soldi è loro e ne vendono una quantità assurda. Qui è la stessa cosa. I carrier telefonici ci guadagnano comunque, perché la gente farà più telefonate. E VoIP non significa solo da PC a PC...Ave!Wafer
  • Anonimo scrive:
    presto il VoIP diventerà illegale
    presto il VoIP diventerà illegale oppure monopolio dei gestori come telecom eccla politica si pieghera al volere delle multinazionali
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Anonimo
    Con internet e questa mania del gratis si sta
    svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    Ben venga la tassa sul voip!beato te che non paghi il canone per la connessione internet...
  • Anonimo scrive:
    Re: Che bello.......
    - Scritto da: Anonimo
    E' evidente la crisi dello stato americano ! :|Mica tanto, dove?
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Anonimo
    Con internet e questa mania del gratis si sta
    svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    Ben venga la tassa sul voip!Meno male che oggi non c'è nessuna notizia sull'open source, se no questo quà iniziava a dire che distrugge il mercato del software e bisogna fermarlo! E' chiaro che è un troll...
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Anonimo
    Con internet e questa mania del gratis si sta
    svalutando l'economia. Non esiste un pasto gratis.Il VOIP è semplicemente una comunicazione fra due pc. Architettura p2p anzichè client-server. Nulla di più. Tassare il VOIP è come tassare la stessa connettività internet: cosa, peraltro, che nel nostro paese già accade.
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    vai a zappare la terra....e poi vienici a dire quanto è duro guadagnarsi dei soldi veri...
  • Anonimo scrive:
    Re: E che male c'è?
    - Scritto da: Anonimo
    Con internet e questa mania del gratis si sta
    svalutando l'economia. Il voip è popolare solo
    perché taglia i prezzi, come qualità telefonica
    non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire
    tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?
    Ben venga la tassa sul voip!Senti, ma sarà il tuo terzo post che leggo su questo tono stasera.Chi sei, Tronchetti Provera?
  • Anonimo scrive:
    E che male c'è?
    Con internet e questa mania del gratis si sta svalutando l'economia. Il voip è popolare solo perché taglia i prezzi, come qualità telefonica non porta niente. Cosa vogliamo fare? Far fallire tutte le telco con tutte le conseguenze del caso?Ben venga la tassa sul voip!
  • Anonimo scrive:
    Che bello.......
    E' evidente la crisi dello stato americano ! :|
Chiudi i commenti