No al controllo online, siamo ISP inglesi

La Internet Service Providers Association si oppone vivamente alla proposta di legge che obbligherebbe la categoria a spiare i comportamenti P2P degli utenti

Londra – I provider anglosassoni non vogliono vestire i panni di vigilantes online. L’Internet Service Providers Association ( ISPA ) è stata molto chiara al riguardo, soprattutto dopo che è esploso il dibattito sulla nuova proposta di legge anti-P2P .

Le motivazioni dei provider, al momento, sembrano apparentemente inattaccabili. Come riporta BBC News vi sono barriere legali ( 2002 E-Commerce Regulations ) e tecniche che proibiscono ogni azione che esula dalla “mera fornitura” dei servizi. Insomma, allo stato delle cose né il Governo né l’industria discografica possono chiedere ai provider di monitorare o intervenire sui comportamenti illegali degli utenti.

La questione, ormai, è di interesse globale. Negli Stati Uniti, però, il tema è incandescente, infuocato anche dall’ affaire Comcast , il provider che ha ammesso di filtrare il P2P per non far ingolfare eccessivamente il suo network.

Il dibattito non riguarda solo gli aspetti ideologici ma anche i limiti tecnologici di alcuni interventi degli operatori e gli effetti collaterali sul mercato. Se da una parte ISPA sostiene che è difficile “colpire” un traffico dati specifico, dall’altra Comcast è convinta che il degrado delle prestazioni possa ottimizzare le risorse disponibili e scongiurare comportamenti illeciti.

“Sappiamo che tutti gli ISP si occupano della gestione attiva del traffico per ottimizzare il servizio per tutti i clienti”, aveva dichiarato Comcast. Ed altri seguono a ruota in queste settimane: Virgin Media ha ammesso che si tratta di una prassi attuata nei momenti di picco della giornata. ISPA ha ricordato, però, che ogni intervento indiscriminato sul P2P si riverbera anche sulle piattaforme legali come Napster e BBC iPlayer .

“Ogni ISP che non intervenga sulla gestione del traffico è destinato a scomparire”, ha dichiarato Gavin Johns, direttore della società di benchmarking Epitiro. Secondo l’esperto è diventato essenziale che i servizi in tempo reale, come quelli VoIP e video, siano utilizzabili, servizi che l’uso massivo del file sharing tende a “soffocare”. “Applicazioni diverse necessitano di configurazioni e carichi diversi”, ha aggiunto Johns.

Ogni provider, peraltro, si comporta in modo diverso. “Ciò che cambia tra gli operatori è il livello di invadenza del traffic shaping sugli utenti e il modo in cui i provider lo comunicano ai propri abbonati”, ha spiegato Andrew Ferguson di Think Broadband . “Le procedure tecniche di gestione del traffico hanno una pessima reputazione perché in molti casi sono utilizzate per contenere i costi della banda dei provider, senza alcun rispetto per le esigenze dei consumatori”.

Alcuni osservatori, non a caso, sostengono che la gestione del traffico sarebbe maggiormente tollerata dagli utenti se i provider certificassero una banda minima garantita e non velocità massime ad alto gradiente marketing.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • golf-ball scrive:
    ma scusa
    cazzo te ne fai di office quando hai nano???????o al limite se senti il bisogno di gui hai textedit..bah...non capisco proprio
  • yonah scrive:
    Ancora Editare
    Mi chiedo quando saranno utilizzati i nostri splendidi e armoniosi termini italiani per descrivere operazioni che sono tutt'altro che inglesi.Cito per esempio, "editare", utilizzato nell'articolo per descrivere l'operazione di "modifica".Qualcuno rimpiange le "palle del topo" dei manuali IBM?
  • NOTHANKX scrive:
    NO GRAZIE
    Non voglio software microsoft sul mio MAC. Per quello che mi serve sto benissimo con NeoOffice.
  • pierob scrive:
    NeoOffice
    Perchè non usare neoOffice http://www.neooffice.org/neojava/it/index.phpdal sito: "NeoOffice è un insieme completo di applicazioni per l'ufficio (inclusi word processor, foglio elettronico, programma per presentazioni, per il disegno e per database) per Mac OS X. Basato sulla suite di programmi per l'ufficio OpenOffice.org, NeoOffice ha integrate dozzine di caratteristiche native per Mac e può importare, modificare, e scambiare file con altri programmi per l'ufficio popolari come Microsoft Office.Rilasciato come software libero ed open source sotto la GNU General Public License (GPL), NeoOffice è completamente funzionante e sufficientemente stabile per l'uso di tutti i giorni. Il software viene sviluppato attivamente, per cui miglioramenti e piccoli aggiornamenti sono resi disponibili con cadenza regolare."Provato e va benissimo.Saluti PieroPS usata officemac 2004 non era una scheggia.
    • next scrive:
      Re: NeoOffice
      Ammetto di averlo utilizzato pochissimo.Come si comporta con i documenti creati con office di microsoft, in particolare excel e word?
    • ricorsivo scrive:
      Re: NeoOffice
      - Scritto da: pierob
      Perchè non usare neoOfficeperché è ancora più lento?non ho provato Office 2008, e non ho Mac-Intel, ma su tutti i miei Mac-PPC, NeoOffice gire più lento di Office 2004
      • ricorsivo scrive:
        Re: NeoOffice
        - Scritto da: ricorsivo

        Perchè non usare neoOffice

        perché è ancora più lento?
        non ho provato Office 2008, e non ho Mac-Intel,
        ma su tutti i miei Mac-PPC, NeoOffice gire più
        lento di Office 2004[ed aggiungo]...senza contare la pessima interfacciaMasismo rispetto epr l'opensource e per il lavoro fatto da chi lo sviluppa, ma purtroppo siamo su due pianeti completamente diversi... NeoOffice va benissimo per chi non ha risorse da spendere per MS-Office o per iWork, o per chi utilizza poco questo genere di pacchetti, ma allo stato dell'arte non costituisce un rimpiazzo effettivo
        • next scrive:
          Re: NeoOffice
          - Scritto da: ricorsivo
          ...senza contare la pessima interfaccia
          Masismo rispetto epr l'opensource e per il lavoro
          fatto da chi lo sviluppa, ma purtroppo siamo su
          due pianeti completamente diversi... NeoOffice va
          benissimo per chi non ha risorse da spendere per
          MS-Office o per iWork, o per chi utilizza poco
          questo genere di pacchetti, ma allo stato
          dell'arte non costituisce un rimpiazzo
          effettivoBoh, 78 euro per iwork non mi pare proprio una rapina, anzi.Pages non sarà ai livelli di word ma per l'uso che non fa normalmente la gente è perfetto.Poi se ci aggiungiamo pure numbers e keynote direi che può essere un alternativa valida.
          • ricorsivo scrive:
            Re: NeoOffice
            - Scritto da: next

            NeoOffice va

            benissimo per chi non ha risorse da spendere per

            MS-Office o per iWork, o per chi utilizza poco

            questo genere di pacchetti, ma allo stato

            dell'arte non costituisce un rimpiazzo

            effettivo

            Boh, 78 euro per iwork non mi pare proprio una
            rapina, anzi.nessuno ha detto questo, ma se non fai presentazioni e non usi fogli di calcolo (situazione abbastanza comune per un utente medio "casalingo") cosa te ne fai? Te lo prendi per Pages? Ci sono anche altri editor se hai poche pretese, e se lo usi comunque poco, puoi "sopportare" NeoOffice
            Pages non sarà ai livelli di word ma per l'uso
            che non fa normalmente la gente è perfetto.
            Poi se ci aggiungiamo pure numbers e keynote
            direi che può essere un alternativa valida.nessuno dice il contrario, ma se non li usi, per quanto poco costino, sono soldi buttati
          • next scrive:
            Re: NeoOffice
            - Scritto da: ricorsivo
            nessuno dice il contrario, ma se non li usi, per
            quanto poco costino, sono soldi
            buttatiBeh ma che ragionamento.Allora perchè scaricare neooffice quando puoi usare texteditor o vi!
          • ricorsivo scrive:
            Re: NeoOffice
            - Scritto da: next

            nessuno dice il contrario, ma se non li usi, per

            quanto poco costino, sono soldi buttati

            Beh ma che ragionamento.il mercato funziona in questo modo...
            Allora perchè scaricare neooffice quando puoi
            usare texteditor o vi!texeditor non ha la stessa compatibilità di neooffice con i .doc e texeditor non può certo aprire .xls o .pps... e neooffice è comunque gratisGuarda che nessuno sta dicendo che sia meglio un pacchetto dell'altro, o che un pacchetto sia inutile o faccia schifo. Si sta solo dicendo che ognuno dei tre oggetti della discussione ha i suoi pro e contro:-MS-Office è costoso ma assicura compatibilità totale verso il mondo Win è è sicuramente più completo-iWork è un ottimo compromesso: costa poco e assicura una certa compatibilità, anche se ha indubbiament emeno funzioni-neooffice è gratis, assicura la compatibilità (forse più di iWork) ma è lento.ognuno decida quale usare in base a quello di cui ha bisogno, ma non venitemi a dire né che neooffice può sostituire in tutto e per tutto ms-office in ogni occasione, né che iWork è indispensabile e bisogna averlo perché tanto costa poco.
          • next scrive:
            Re: NeoOffice
            - Scritto da: ricorsivoRicorsivo calmati! Era solo una battuta!
          • ricorsivo scrive:
            Re: NeoOffice
            - Scritto da: next
            Ricorsivo calmati! Era solo una battuta!sono permaloso di natura e cmq non era per niente chiaro che fosse una battuta
          • lellykelly scrive:
            Re: NeoOffice
            il coso di default per aprire i file di testo di default spesso capisce meglio i doc di neoffice. non i docx.ma bo.
        • pierob scrive:
          Re: NeoOffice
          dipende da quello che uno deve fare.Scrivere lettere, articoli. Va benissimo. Se devo tenere la contabilità ci sono programmi appositi se devo fare qualche calcolo ok. Non esiste un programma che va bene per tuttoPer grafica e disegno uso programmi appositi altrettanto per pagine web. MySQL e php per data base, ecc...Non ho poi nulla da obiettare Office di BG è il migliore in commercio e con questo? Uso indifferentemente programmi di Windows, Linux e MacOS su hardware differenti ma scelgo in base a cosa devo fare e non sopporto i fan.Ciao Piero
    • ilcaroleader scrive:
      Re: NeoOffice
      Ma dai, sei sicuro di averlo provato NeoOffice? Per carità, niente di malvagio, ma secondo me se l'hai usata non la puoi paragonare con Office. E' una suite rudimentale benché pachidermica in termini di risorse di sistema, con una passione per il crash e un'interfaccia malinconica che ricorda gli applicativi di 10-12 anni fa. Certo è gratis, ma un prodotto così può andar bene per scriverci qualche letterina e poco più.
      • zanzibar scrive:
        Re: NeoOffice
        confermo è più lento anche su un G5 con 3 gb di ram
      • pierob scrive:
        Re: NeoOffice
        forse confondi con staroffice, o openoffice. Fai un salto al sito e scaricala.Ciao Piero
      • iLuke scrive:
        Re: NeoOffice
        Sicuro di aver provato le ultime versioni? Io uso neooffice con soddisfazione da quando ho il mac (2006) e prima usavo openoffice su windows. Ci ho scritto la tesi e ho avuto tanti, anzi, tantissimi versamenti biliari in meno rispetto a quando usavo word...- Scritto da: ilcaroleader
        Ma dai, sei sicuro di averlo provato NeoOffice?
        Per carità, niente di malvagio, ma secondo me se
        l'hai usata non la puoi paragonare con
        Office.

        E' una suite rudimentale benché pachidermica in
        termini di risorse di sistema, con una passione
        per il crash e un'interfaccia malinconica che
        ricorda gli applicativi di 10-12 anni fa. Certo è
        gratis, ma un prodotto così può andar bene per
        scriverci qualche letterina e poco
        più.
  • roberto scrive:
    apple?
    apple fa office? non lo sapevo...
    • marotfl scrive:
      Re: apple?
      - Scritto da: roberto
      apple fa office? non lo sapevo...Microsoft fa Office per MacApple fa iWork
      • asdfasuaw3 scrive:
        Re: apple?
        - Scritto da: marotfl
        - Scritto da: roberto

        apple fa office? non lo sapevo...

        Microsoft fa Office per Mac
        Apple fa iWorkGrazie agente ms. Che succede se vai in un marcopolo e trovi Openoffice.org sullo scaffale ? Costringi l'intera catena a un sovrapprezzo ?A me queste cose le ha raccontate uno che ci lavoro ed è l'unico caso al mondo: di solito succede il contrario, e cioè che sono le catene a "comandare" in casa loro su certe questioni, ma se un negozio vuole windows non può che prenderlo da microsoft... e se una ditta si azzarda a fare un sistema operativo che faccia girare nativamente gli eseguibili di windows... sono cause legali a vita.Ci vorrebbe proprio una bella legge a riguardo da parte della commissione europea.
        • staimale scrive:
          Re: apple?
          e quindi? ma leggi quello che scrivono gli altri prima di rispondere o scrivi cose a caso?- Scritto da: asdfasuaw3
          - Scritto da: marotfl

          - Scritto da: roberto


          apple fa office? non lo sapevo...



          Microsoft fa Office per Mac

          Apple fa iWork

          Grazie agente ms. Che succede se vai in un
          marcopolo e trovi Openoffice.org sullo scaffale ?
          Costringi l'intera catena a un sovrapprezzo
          ?
          A me queste cose le ha raccontate uno che ci
          lavoro ed è l'unico caso al mondo: di solito
          succede il contrario, e cioè che sono le catene a
          "comandare" in casa loro su certe questioni, ma
          se un negozio vuole windows non può che prenderlo
          da microsoft... e se una ditta si azzarda a fare
          un sistema operativo che faccia girare
          nativamente gli eseguibili di windows... sono
          cause legali a
          vita.
          Ci vorrebbe proprio una bella legge a riguardo da
          parte della commissione
          europea.
  • Alessandro scrive:
    lento?
    "il pacchetto ha una buona reattività, anche se è leggermente più lento della versione precedente"Già la versione precedente era una lumaca... Se questa è ancora più lenta...
    • next scrive:
      Re: lento?
      Non è che è più lenta secondo me, è più pesante di quella precedente.Quindi alla fine sembra non cambiare molto anche se questa è UB.
  • Disgra scrive:
    dispiace...
    mi dispiace molto per tizio e caio che sono in organigramma sotto Pippo.Come capo a volte riesce ad essere uno stronzo....
  • Pluto scrive:
    Crash di Word utente non amministratore
    Come si dice nell'articolo, il nuovo Office 2008 per Mac ha un grosso bug: ogni volta che si lancia Word 2008 come utente sprovvisto di privilegi di amministratore, questo va immediatamente in crash.Su un altro forum, ho letto che osservando il log del crash emerge che il problema è legato al file in cui è conservata la grammatica italiana.Per cui l'unico modo di utilizzare Word da non amministratore è rimuovere questo file.Il file si trova nella cartella "Applicazioni/Microsoft Office 2008/Office/Shared Applications/Proofing Tools/" e si chiama "ItalianGrammar.proofingtool".Io l'ho rimosso (conservandone copia altrove), Word funziona, però si resta senza grammatica...Qualcuno sa se Microsoft abbia annunciato il rilascio a breve di una qualche patch per correggere un bug così clamoroso?
  • secondo me scrive:
    home & student è "for non commercial" ?
    in pratica spendi una barca di soldi e poi non puoi usarlo per usi commerciali?
    • marotfl scrive:
      Re: home & student è "for non commercial" ?
      - Scritto da: secondo me
      in pratica spendi una barca di soldi e poi non
      puoi usarlo per usi commerciali?140 Euro per 3 (tre) licenze sarebbero "una barca di soldi"? Per un pacchetto di applicazioni che dura almeno 4 anni?Meno di 12 Euro all'anno per una macchina che usi "commercialmente" (e che quindi, si spera, ti dia introiti "un attimino" maggiori...)?Se non ti sta bene le alternative free esistono...
      • asdfasuaw3 scrive:
        Re: home & student è "for non commercial" ?
        - Scritto da: marotfl
        - Scritto da: secondo me

        in pratica spendi una barca di soldi e poi non

        puoi usarlo per usi commerciali?

        140 Euro per 3 (tre) licenze sarebbero "una barca
        di soldi"? Per un pacchetto di applicazioni che
        dura almeno 4
        anni?(rotfl) Che bello ricomprare sempre qualcosa di eterno come il software e limitarlo commercialmente con delle clausole temporali...E tu (che magari in microsoft ci lavori) credi davvero che sia giusta, concorrenziale e onesta questa prassi da monopolista ???Se ci fosse un libero mercato queste cose non succederebbero.
        Meno di 12 Euro all'anno per una macchina che usi
        "commercialmente" (e che quindi, si spera, ti dia
        introiti "un attimino"
        maggiori...)?Questo calcolo non tiene conto che se cambi computer devi acquistare un'altra licenza...E se sono un povero imprenditore privato che ha bisogno solo di word quanto mi costa?
        Se non ti sta bene le alternative free esistono...Difatti non ci sono più problemi di compatibilità e i fogli elettronici appaiono uguali sia su office che su openoffice.E' incredibile come la gente svogliata si cancrenizzi su un prodotto così' commerciale (non solo caro ma a tempo) arrivando a spendere cifre alte e periodiche (per le grandi aziende) solo perchè i dipendenti fanno i capricci. Tutto perchè non hanno voglia di perdere 2-3 giorni per impararsi il menu diverso o la funzione diversa.Se si continua a comprare la nuova versione di Office si fa il gioco di microsoft, perchè le nuove producono file "nuovi" guardacaso sempre malfunzionanti con le versioni vecchie. Questa catena, in un'azienda seria, bisogna cessarla.Esiste openoffice e questo, essendo sotto licenza LGPL, non potrà più diventare un prodotto commerciale o a pagamento... (Non è impossibile, ma anche quando la Sun decidesse così, verrebbe presa la versione precedente e forkata in una gratuita)Io sono molti anni che uso Calc di openoffice e non ho mai avuto problemi a creare (e ricevere) qualcosa in formato excel.Adesso c'è perfino un'alta compatibilità con access e i VBA, cos'altro vogliono i billgatesiani ? Il marchio firmato ms ?
        • pinco pallino scrive:
          Re: home & student è "for non commercial" ?
          - Scritto da: asdfasuaw3
          - Scritto da: marotfl

          - Scritto da: secondo me


          in pratica spendi una barca di soldi e poi non


          puoi usarlo per usi commerciali?



          140 Euro per 3 (tre) licenze sarebbero "una
          barca

          di soldi"? Per un pacchetto di applicazioni che

          dura almeno 4

          anni?

          (rotfl) Che bello ricomprare sempre qualcosa di
          eterno come il software e limitarlo
          commercialmente con delle clausole
          temporali...Che bello invece trovare persone ignoranti che si riempiono la bocca di sentito dire... NON ESISTONO CLAUSOLE TEMPORALI NELL'ACCORDO DI LICENZA. Tu acquisti il software e quello resta tuo. I 4 anni evidentemente sono riferiti all adurata media del pacchetto prima di doverlo o volerlo aggiornare...
          E tu (che magari in microsoft ci lavori) credi
          davvero che sia giusta, concorrenziale e onesta
          questa prassi da monopolista
          ???
          Se ci fosse un libero mercato queste cose non
          succederebbero.
          Pagliaccio cantinaro. non c'e' altra risposta a queste parole

          Meno di 12 Euro all'anno per una macchina che
          usi

          "commercialmente" (e che quindi, si spera, ti
          dia

          introiti "un attimino"

          maggiori...)?

          Questo calcolo non tiene conto che se cambi
          computer devi acquistare un'altra
          licenza...Di nuovo IGNORANTE. Non compri un software OEM (che colleghi direttamente all'hardware) ma un RETAIL...
          E se sono un povero imprenditore privato che ha
          bisogno solo di word quanto mi
          costa?IMPRENDITORE e PRIVATO sono due termini in antitesi. O u no e' un IMPRENDITORE (o libero professionista che dir si voglia) e allora se non puo' permettersi di spendere 500 euro di software UNA TANTUM e' meglio che cambi mestiere, oppure uno e' un PRIVATO e allora acquista l'home&student.


          Se non ti sta bene le alternative free
          esistono...

          Difatti non ci sono più problemi di compatibilità
          e i fogli elettronici appaiono uguali sia su
          office che su
          openoffice.Questa e' veramente la piu' divertente...
          E' incredibile come la gente svogliata si
          cancrenizzi su un prodotto così' commerciale (non
          solo caro ma a tempo) di nuovo IGNORANTE
          arrivando a spendere cifre
          alte e periodiche (per le grandi aziende) solo
          perchè i dipendenti fanno i capricci. Tutto
          perchè non hanno voglia di perdere 2-3 giorni per
          impararsi il menu diverso o la funzione
          diversa.
          Se si continua a comprare la nuova versione di
          Office si fa il gioco di microsoft, perchè le
          nuove producono file "nuovi" guardacaso sempre
          malfunzionanti con le versioni vecchie. Questa
          catena, in un'azienda seria, bisogna
          cessarla.madonna mai che ridere... ora mi devo riprendere... sisi sei proprio un cantinaro che non sa cosa voglia dire TCO e TCA, si vede...

          Esiste openoffice e questo, essendo sotto licenza
          LGPL, non potrà più diventare un prodotto
          commerciale o a pagamento... (Non è impossibile,
          ma anche quando la Sun decidesse così, verrebbe
          presa la versione precedente e forkata in una
          gratuita)
          e RUBATA vorrai dire...
          Io sono molti anni che uso Calc di openoffice e
          non ho mai avuto problemi a creare (e ricevere)
          qualcosa in formato
          excel.
          Cosa ci tieni? l'agenda?
          Adesso c'è perfino un'alta compatibilità con
          access e i VBA, cos'altro vogliono i
          billgatesiani ? Il marchio firmato ms
          ?che non si continui a COPIARE ma che si provi ad INNOVARE...
          • dont' feed the troll scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?
            - Scritto da: pinco pallino


            che non si continui a COPIARE ma che si provi ad
            INNOVARE...Tralascio tutto il resto per pietà.Far passare la Microsoft come azienda innovatrice è come dipingere il papa attuale come un moderno libertino.
        • marotfl scrive:
          Re: home & student è "for non commercial" ?
          - Scritto da: asdfasuaw3
          Che bello ricomprare sempre qualcosa di
          eterno come il software e limitarlo
          commercialmente con delle clausole
          temporali..."clausole temporali"? fatto brutti sogni?il fatto che "dura 4 anni" significa che le nuove release escono a questo ritmo, mica che il software scade
          E tu (che magari in microsoft ci lavori) credi
          davvero che sia giusta, concorrenziale e onesta
          questa prassi da monopolista ???ci sono decine di alternative: non vedo alcun monopolio

          Meno di 12 Euro all'anno per una macchina che usi

          "commercialmente" (e che quindi, si spera, ti

          dia introiti "un attimino"

          maggiori...)?

          Questo calcolo non tiene conto che se cambi
          computer devi acquistare un'altra
          licenza...falso
          E se sono un povero imprenditore privato che ha
          bisogno solo di word quanto mi costa?se ti costa troppo sei liberissimo di non prenderlo
          • FinalCut scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?
            - Scritto da: marotfl
            - Scritto da: asdfasuaw3

            Che bello ricomprare sempre qualcosa di

            eterno come il software e limitarlo

            commercialmente con delle clausole

            temporali...

            "clausole temporali"? fatto brutti sogni?
            il fatto che "dura 4 anni" significa che le nuove
            release escono a questo ritmoogni 4 anni? ma che vi siete bevuti prima di venire a scrivere su PI?eccezion fatta per l'ultima release che ha avuto un forte ritardo (i maliziosi diranno non a caso per ostacolare la diffusione dei Mac Intel) le versioni di office si susseguono PRATICAMENTE A RITMO DI UNA ALL'ANNO, non ci credete?http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Office_2008_for_Mac#Version_history(linux)(apple)
          • ricorsivo scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?
            - Scritto da: FinalCut
            eccezion fatta per l'ultima release che ha avuto
            un forte ritardo (i maliziosi diranno non a caso
            per ostacolare la diffusione dei Mac Intel) le
            versioni di office si susseguono PRATICAMENTE A
            RITMO DI UNA ALL'ANNO, non ci credete?

            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Office_2008eccezion fatta per i tempi in cui i computer erano un'altra cosa, le ultime release sono del 1998, 2001, 2004, 2008, ovvero ongi 3 anni (4 anni l'ultima): altro che *una all'anno*... E le cose, a memoria, non sono dissimili nel mondo Win: l'ultima è la 2007, quella precedente era la 2003, quella prima la 2000.
          • FinalCut scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?
            - Scritto da: ricorsivo
            - Scritto da: FinalCut


            eccezion fatta per l'ultima release che ha avuto

            un forte ritardo (i maliziosi diranno non a caso

            per ostacolare la diffusione dei Mac Intel) le

            versioni di office si susseguono PRATICAMENTE A

            RITMO DI UNA ALL'ANNO, non ci credete?




            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Office_2008

            eccezion fatta per i tempi in cui i computer
            erano un'altra cosa, le ultime release sono del
            1998, 2001, 2004, 2008, ovvero ongi 3 anni (4
            anni l'ultima): altro che *una all'anno*...
            March 15, 1998 - Office 98 (8.0)October 11, 2000 - Office 2001 (9.0)November 19, 2001 - Office (10.0/X)May 11, 2004 - Office 2004 (11.0)January 15, 2008 - Office 2008 (12.0)ogni 3 anni? 1998, 2000, 2001, 2004 me li chiamo ogni 3 anni?
            E le cose, a memoria, non sono dissimili nel
            mondo Winlascia perdere la memoria che ti conviene(linux)(apple)
          • ricorsivo scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?
            - Scritto da: FinalCut
            March 15, 1998 - Office 98 (8.0)OK
            October 11, 2000 - Office 2001 (9.0)
            November 19, 2001 - Office (10.0/X)AFAIR questi due sono la stessa cosa, eventualmente distinti per Classic o OSX
            May 11, 2004 - Office 2004 (11.0)
            January 15, 2008 - Office 2008 (12.0)OK
            ogni 3 anni? 1998, 2000, 2001, 2004 me li chiamo
            ogni 3 anni?Office 1998, Office 2001 (in due versioni), Office 2004 e Office 2008... ogni 3-4 anni... non vedo cos'hai da polemizzare
          • FinalCut scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?


            October 11, 2000 - Office 2001 (9.0)

            November 19, 2001 - Office (10.0/X)

            AFAIR questi due sono la stessa cosa,
            eventualmente distinti per Classic o
            OSXstrano, i soldi per l'aggiornamento me li hanno chiesti lo stesso...
            Office 1998, Office 2001 (in due versioni),
            non
            vedo cos'hai da
            polemizzareche i soldi li hanno voluti lo stesso... appunto ...(linux)(apple)
          • ricorsivo scrive:
            Re: home & student è "for non commercial" ?
            - Scritto da: FinalCut


            October 11, 2000 - Office 2001 (9.0)


            November 19, 2001 - Office (10.0/X)



            AFAIR questi due sono la stessa cosa,

            eventualmente distinti per Classic o

            OSX

            strano, i soldi per l'aggiornamento me li hanno
            chiesti lo stesso...cosa vuoi che tui dica? Se è per questo nei primi Mac il System (e relativi aggiornamenti) era fornito gratuitamente. Il sw è lo stesso, uno carbonizzato e l'altro no, ma non sono certo due versioni distinte... 1998-
            2001-
            2004-
            2008 = 3-4 anniE, ripeto, a memoria la situazione Win non è diversa: 2000-
            2003-
            2007
      • alexjenn scrive:
        Re: home & student è "for non commercial" ?
        In effetti 140 euro per 3 licenze non è una barca di soldi, ma il Family Pack di iWork costa 99 euro e di licenze te ne danno 5.Dal momento che Office 2008 altro non è che la copia di iWork, tanto vale la pena di lasciar perdere Office.Se poi ci metti che la versione "normale" costa 500 e passa euro, mentre iWork ne costa 79...Poi, esiste anche NeoOffice, gratuito.
        • pinco pallino scrive:
          Re: home & student è "for non commercial" ?
          il problema fondamentale e' la compatibbilità dei formati...l'unico modo che ho sin'ora sotto MAC di aprire XLSX e DOCX e' con office...
  • Mirco scrive:
    Macro
    Se non sbaglio non sono più disponibili le macro VBA. Non mio sembra un limite indifferente per chi ha file che ne fanno ampio uso.Spero di sbagliare, ma la vedo male...
    • Usura scrive:
      Re: Macro
      - Scritto da: Mirco
      Se non sbaglio non sono più disponibili le macro
      VBA.

      Non mio sembra un limite indifferente per chi ha
      file che ne fanno ampio
      uso.
      Spero di sbagliare, ma la vedo male...E' un vero scandalo, e nessuno ne parla (solo su theregister se ne parlò) e c'è anche una rivolta in atto degli utenti. Microsoft ha deciso di segare il VBA da questa versione di Office.Io non la aggiorno, infatti. Devo pagare per non fare più quello che oggi faccio?Il VBA non è il massimo, ma semplificava e automatizzava processi. Se vuoi continuare ad usarlo, devi migrare su PC (perchè così M$ ti costringe ad acquistare anche una licenza di Windows).
      • ricorsivo scrive:
        Re: Macro
        - Scritto da: Usura

        Se non sbaglio non sono più disponibili le macro

        VBA.



        Non mio sembra un limite indifferente per chi ha

        file che ne fanno ampio uso.

        Spero di sbagliare, ma la vedo male...

        E' un vero scandalo, e nessuno ne parla Forse perché non li usa quasi nessuno?Non voglio dire che abbiano fatto bene a toglierli, e sono d'accordo con voi che è una brutta cosa, ma se nessuno se n'è accorto, un motivo ci sarà... in ogni caso per automatizzare le procedure di lavoro si può ricorrere ad Automator (anche se in questo modo la compatibiltà con Win va a quel paese)
  • Teo_ scrive:
    Entourage e My Day
    A che target sono rivolti questi due software? Cosa hanno in più o di diverso rispetto ad iCal e Mail?
    • marotfl scrive:
      Re: Entourage e My Day
      - Scritto da: Teo_ho avuto modo di provarlo dopo averlo installato ad un cliente... (io non lo userei mai)
      A che target sono rivolti questi due software?immagino agli stessi che usano Outlook (o che usavano la precedente versione di Entourage), ovvero (per quanto mi riguarda) non ne ho la minima idea... applicazioni "semplici" come iCal mi permettono già di memorizzare tutti i miei impegni principali... forse qualche maniaco della "programmazione" (intesa non in senso informatico, ma temporale)
      Cosa hanno in più o di diverso rispetto ad iCal e
      Mail?di diverso c'è che è un'unica applicazione (Entourage fa sia da programma di posta che da agenda/calendario) e in più mi pare che faccia pure da newsreader, a differenza di Mail
      • Teo_ scrive:
        Re: Entourage e My Day
        - Scritto da: marotfl
        di diverso c'è che è un'unica applicazione
        (Entourage fa sia da programma di posta che da
        agenda/calendario) e in più mi pare che faccia
        pure da newsreader, a differenza di
        MailMail 3 http://www.apple.com/it/macosx/features/mail.html supporta la lettura di feed RSS, linserimento di note e di attività che vengono inserite in iCal.Se sono così poche le differenze, considerando con Mail si può gestire un account Exchange, immagino allora che serva solo per far sentire più a proprio agio chi migra da Windows facendogli credere di non cambiare proprio tutto.
        • lellykelly scrive:
          Re: Entourage e My Day
          ho dei clienti che devono usare entourage altrimenti con mail e thunderbird le email con allegati a libero non arrivano.????!!!!????non giustifica, ma se uno vive anche di quello...
          • next scrive:
            Re: Entourage e My Day
            - Scritto da: lellykelly
            ho dei clienti che devono usare entourage
            altrimenti con mail e thunderbird le email con
            allegati a libero non
            arrivano.Puoi spiegarmi questa cosa degli allegati di libero?
          • lellykelly scrive:
            Re: Entourage e My Day
            che se mandi da mac un file allegato, ad una casella di libero, per quello che ho visto io, se lo spedisci con entourage arriva, altrimenti l'allegato non c'è.ovviamente mi baso su fatti avvenuti da vari miei clienti, con mail e thunderbird non arrivano gli allegati, provato con entourage, si... bo.io uso mail e thunderbird e fa uguale, ma dato che non ho necessità di spedire a libero non ho messo office.
          • next scrive:
            Re: Entourage e My Day
            Suppongo avrà qualcosa di buggato libero!
          • lellykelly scrive:
            Re: Entourage e My Day
            non ne ho idea, so solo che mi sembra strano che con entourage vada e con gli altri programmi da mac no.
          • marotfl scrive:
            Re: Entourage e My Day
            - Scritto da: lellykelly
            che se mandi da mac un file allegato, ad una
            casella di libero, per quello che ho visto io, se
            lo spedisci con entourage arriva, altrimenti
            l'allegato non c'è.marotfl... e secondo te la colpa è mail?IMHO è il tuo cliente che ha qualche problema: mando regolarmente allegati da/verso libero da/verso .mac da/verso gmail, da/verso hotmail, e non ho mai avuto problemi di questo tipo
          • lellykelly scrive:
            Re: Entourage e My Day
            che te devo dì? account da dominio x, sia da mail che da thunderbird verso libero, gli allegati non arrivano. da entourage si.non lo so, non mi interessa, problemi loro.non ho avuto solo un utente così, ma almeno 5. non ne ho idea.
        • logicaMente scrive:
          Re: Entourage e My Day
          Mi sembra che Mail non supporti gli account Exchange, comprese le funzionalità di groupware, a differenza di Entourage.
          • Teo_ scrive:
            Re: Entourage e My Day
            - Scritto da: logicaMente
            Mi sembra che Mail non supporti gli account
            Exchange, comprese le funzionalità di groupware,
            a differenza di
            Entourage.Da quello che vedo sembra lo supporti, ne parla nella guida e creando un novo account viene proposta anche lopzione Exchange. Anche Rubrica indirizzi è sincronizzabile con Exchange.Non ho però modo di fare delle prove.
          • ricorsivo scrive:
            Re: Entourage e My Day
            - Scritto da: logicaMente
            Mi sembra che Mail non supporti gli account
            Exchange, a me invece pare proprio di si (l'ultima versione, quella di Leopard)
          • logicaMente scrive:
            Re: Entourage e My Day
            Dovendo usare exchange mi ero sempre mantenuto su entourage...Adesso sono a casa ed ho fatto un paio di prove: Entourage ha supporto pieno per Exchange (quindi anche le funzionalità di groupware) mentre Mail - l'ultima versione, su leopard - sembra funzionare solo tramite Outlook Web Access, senza permettere di sincronizzare iCal etc.Non sono nemmeno riuscito ad impostare 2 account di exchange contemporaneamente (su Mail), se non tramite pop o imap.
          • ricorsivo scrive:
            Re: Entourage e My Day
            - Scritto da: logicaMente
            Dovendo usare exchange mi ero sempre mantenuto su
            entourage...non dovendolo usare, non mi sono mai posto il problema
            Adesso sono a casa ed ho fatto un paio di prove:
            Entourage ha supporto pieno per Exchange (quindi
            anche le funzionalità di groupware)e cio mancherebbe...
            mentre Mail -
            l'ultima versione, su leopard - sembra funzionare
            solo tramite Outlook Web Access, senza permettere
            di sincronizzare iCal etc.può essere... parlaimo di mail, quindi solo posta
            Non sono nemmeno riuscito ad impostare 2 account
            di exchange contemporaneamente (su Mail), se non
            tramite pop o imap.secondo me si fa
    • nonsenepuop iu scrive:
      Re: Entourage e My Day
      A chi il pc non lo usa solo come oggetto trendy.
      • Teo_ scrive:
        Re: Entourage e My Day
        - Scritto da: nonsenepuop iu
        A chi il pc non lo usa solo come oggetto trendy.Grazie, adesso è tutto più chiaro, anche se linterfaccia attuale, seguendo le direttive Apple, si scosta dallaustero mondo non trendy.
      • ricorsivo scrive:
        Re: Entourage e My Day
        - Scritto da: nonsenepuop iu
        A chi il pc non lo usa solo come oggetto trendy.hai una visione un po' limitata del mondo se lo dividi in trendy e non-trendy...ma dopotutto esistono 10 tipi di persone: quelli che capiscono il sistema binario, e quelli che non lo capiscono
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Entourage e My Day
      - Scritto da: Teo_
      A che target sono rivolti questi due software?
      Cosa hanno in più o di diverso rispetto ad iCal e
      Mail?Entourage è il client di Exchange.
  • Loky scrive:
    Incompleto.
    Office 2008 mi ha deluso sotto alcuni aspetti.Si tratta di un prodotto con funzionalità incomplete e/o assenti rispetto al prodotto x Wind.Esempio: l' equivalente della interoperabilità attraverso OLE é supportata da Word x excel ma non per il powerpoint; pertanto documenti prodotti in Wind non sono poi manipolabili liberamente in Mac.Conclusione: per un uso "scolastico" va "benino" ( a parte qualche "hang" di tanto in tanto a cui l' utnte Wind é abituato ... magari quello Mac no) ma per coloro che sono in grado di "spremere" il prodotto non va bene, richiedendo la disponibilità della versione almeno 2003 x Wind.In conclusione, per quello che fa costa troppo (dovrebbe essere venduto a non più di 30).
Chiudi i commenti