Nokia e il ricatto hi-tech

L'ex-colosso finlandese è stato vittima di un'estorsione ad alta tecnologia: un ricatto bello e buono finito nel peggiore dei modi, ma che ha permesso all'azienda di tenere riservati i propri segreti crittografici

Roma – La notizia è stata diffusa dalla stazione televisiva finlandese MTV News : nel 2007 Nokia è stata vittima di un ricatto a opera di ignoti, e l’azienda è stata costretta a pagare quanto richiesto, vista la delicatezza delle informazioni trafugate e sottoposte a riscatto.

I cyber-criminali erano riusciti, non si sa come, a rubare le chiavi crittografiche usate da Nokia per firmare digitalmente le app certificate compatibili con terminali Symbian, sistema operativo mobile oramai consegnato alla storia ma che sette anni fa rappresentava il 50 per cento dei cellulari “intelligenti” in circolazione.

La diffusione pubblica delle chiavi trafugate avrebbe avuto ripercussioni estremamente negative sul mercato dei cellulari Symbian, visto che a quel punto chiunque avrebbe potuto spacciare qualsiasi software di terze parti – anche malware – come app “certificata” da Nokia per l’installazione sul terminale.

La corporation finlandese avrebbe quindi scelto di pagare gli “svariati milioni di dollari” chiesti dai cyber-ricattatori, consegnando il pacco in un parcheggio di Tampere, nella Finlandia centrale. La polizia aveva in realtà intenzione di inseguire e bloccare il criminale ma l’operazione non riuscì e il denaro non venne più recuperato.

Da quel lontano 2007, il fenomeno dei “sequestri con ricatto” digitali si è trasformato in una pratica comune e oggi tra le vittime di alto profilo tocca elencare il colosso statunitense delle consegne a domicilio Domino ‘s Pizza : l’azienda conferma di aver subito il furto di informazioni sensibili per 600mila account di altrettanti utenti in Belgio e Francia (dati sulle carte di credito esclusi) e di essersi rifiutata di pagare il “riscatto” di 30mila euro chiesto dall’autore della breccia.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Messaggi che spariscono
    Come sempre, chi pensa che veramente quei messaggi auto-distruggenti saranno impossibili da salvare e ritrasmettere, beh, non ha proprio capito un cavolo! Farebbe bene a uscire da Internet e non rientrarci mai più...
  • Leguleio scrive:
    Re: Hanno inventato... l'anti leech!

    Un sistema del genere è abbastanza inutile...
    incoraggia a condividere immondizia, solo per
    scaricare: se per vedere una immagine devo
    condividere una immagine (non importa quale), io
    potrei condividere una schermata nera. Se devo
    condividere un file lo posso prendere da
    /dev/randomUn'analogia nel mondo reale: un gioco di natale a cui partecipava un mio amico, anni fa, gioco che è il vero ispiratore di "Affari tuoi". Un gruppo relativamente grande di persone (con meno di trenta direi che non funziona) porta a casa dei ricchi organizzatori un pacco in carta regalo rigidamente anonimo. Poi ognuno "pesca" il pacco che più gli aggrada, lo scarta davanti agli altri, e deve obbligatoriamente ringraziare del pensiero e sorridere, è natale, nonostante il contenuto sia prevedibilmente una XXXXX (in senso figurato, forse a volte anche in senso proprio, non ho mai partecipato). Nell'anonimato tutto si può. Solo un regalo nel mucchio dei pacchi era di un certo valore, chi organizzava il gioco era un gioielliere di sucXXXXX, e ovviamente ognuno dei partecipanti sperava di mettere le mani su quello. :)
  • Leguleio scrive:
    Altro che commenti!
    " alimentare la crescita di un popolo di creatori che non temano di condividere con le moltitudini dei propri contatti i cacumi della propria quotidianità, senza temere commenti ." Oggi voglio proprio condividere questo cacume di quotidianità con Gigetto e Rosachiara. Qui i nostro cacumi preferiamo tenerceli per noi, al momento. Ma cos'hai fatto oggi? Sono cacumi miei!A condividere i cacumi di quotidianità si suscita soprattutto cachinni... :|
    • ... scrive:
      Re: Altro che commenti!
      - Scritto da: Leguleio
      " alimentare la crescita di un popolo di
      creatori che non temano di condividere con le
      moltitudini dei propri contatti i cacumi della
      propria quotidianità, senza temere
      commenti ."

      Oggi voglio proprio condividere questo cacume
      di quotidianità con Gigetto e Rosachiara.

      Qui i nostro cacumi preferiamo tenerceli per
      noi, al momento.

      Ma cos'hai fatto oggi?
      Sono cacumi miei!

      A condividere i cacumi di quotidianità si suscita
      soprattutto cachinni...
      :|[img]http://i1.ytimg.com/vi/PxzLZRs-6G4/0.jpg[/img]
Chiudi i commenti