Nokia: invaderemo gli USA

Il principale costruttore del Mondo non ha ancora fatto suo il mercato statunitense. Ma ora le cose cambieranno, giura

Roma – Nokia non ha alcuna intenzione di rimanere a guardare mentre il ricco mercato nordamericano continua a proporre (e acquistare) i telefoni cellulari dei suoi concorrenti. E ha intenzione di correre ai ripari.

Alastair Curtis, che guida lo sparpagliatissimo e globalizzatissimo team di designer di Nokia, ha spiegato che nei prossimi mesi sul mercato statunitense si riverserà una quantità di nuovi dispositivi Nokia, e saranno gli operatori a portarceli, seguendo un modello che va per la maggiore anche in Europa.

Nokia, oggi “relegata” al 10 per cento del mercato USA contro il 40 per cento del mercato mondiale, intende puntare su nuovi modelli specificamente pensati per gli Stati Uniti.

Un portavoce dell’azienda parla in particolare di dispositivi CMDA e telefonini personalizzati in aggiunta alla linea Nokia già venduta globalmente.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Maledetto scrive:
    C'est la vie
    Secondo me se ne rendono conto ma sono troppo persi dalla loro voglia di creare e si sentono sicuri facendo parte di organizzazioni militari.GUERRA = SOLDI
  • RAFFANGEL scrive:
    Nano-Robot e Ricerca
    Si investono miliardi di dollari in armi e milioni di persone muoiono di fame ogni anno; le stesse persone che lavorano per produrre strumenti di morte sembrano non saccorgersi che saranno poi vittime dei loro stessi strumenti.Davvero certe notizie non rallegrano e gli scenari che si prospettano alquanto inquietanti. Il fatto è che la ricerca scientifica è per la maggior parte istruita a scopi militari; internet stessa, prima di diventare "pubblica" non era forse nata per esigenze meramente belliche?Mi chiedo ogni giorno che senso ha tutto questo.
    • pluto scrive:
      Re: Nano-Robot e Ricerca
      internet è nata per via di sputnik, il satellite per le trasmissioni radio dell'unione sovietica. Gli usa non ci stavano ad essere secondi in tecnologie di comunicazione e cosi hanno fondato il gruppo ARPA che doveva far andare d'accordo i militari, l'aviazione unificare le ricerche che venivano fatte da ciascuno di loro a compartimenti chiusi e in rivalità. Internet è nato in università, per superare le divergenze dovute alla rivalità tra i 3 reparti bellici USA, e non per scopi bellici, ma per rivalità nella supremazia tecnologica.La filosofia dell'università dove è nata è quella di condividere tutto con tutti per offrire la chance a tutti di essere partecipi dell'evoluzione tecnologica. Hacker, Scenziati e Pionieri - Carlo Gubitosa - Capitolo 14 Charles Herzfeld : Arpanet non nacque per assicurare le comunicazioni militari in caso di guerra nucleare - questa è un'impressione sbagliata abbastanza comune - ma piuttosto per collegare computer e ricercatori delle Università assistendoli nel condurre ricerche sui calcolatori e sulle reti di comunicazione, e per usare questi computer nelle ricerche di base. Certamente eravamo consapevoli delle applicazioni potenziali di Arpanet per la sicurezza nazionale ma gli sforzi per usare tale tecnologia a questo fine vennero solo molto dopo
  • HeroProtagonist scrive:
    letture...
    niente di nuovo sotto il sole. Il soggetto é stato abbondantemente esplorato da Neal Stephenson (sempre ricordato per il mitico Snow Crash) nel lontano 1995 http://en.wikipedia.org/wiki/The_Diamond_Age
  • gattoh scrive:
    cosi ce li ritroveremo pure in casa
    usare la scienza e la tecnologia allo scopo di dominare, mi fanno pena. Spero solo che le contromisure siano efficaci e a basso costo
    • Chitto scrive:
      Re: cosi ce li ritroveremo pure in casa
      - Scritto da: gattoh
      usare la scienza e la tecnologia allo scopo di
      dominare, mi fanno pena. Spero solo che le
      contromisure siano efficaci e a basso
      costohttp://it.wikipedia.org/wiki/Smart_DustDimmi, quali contromisure prenderesti contro una cosa simile?
      • gattoh scrive:
        Re: cosi ce li ritroveremo pure in casa
        - Scritto da: Chitto
        http://it.wikipedia.org/wiki/Smart_Dust
        Dimmi, quali contromisure prenderesti contro una
        cosa
        simile?c'e' una contromisura a tutto.sono apparecchi elettronici e come tali soggetti a disturbi esterni, la smart dust per natura non puo' avere granche' come schermatura.E negli edifici c'e' sempre la vecchia rete di rame per evitare che comunichino con l'esterno.E poi visto che comunicherebbero tra loro si potrebbe impedirne la comunicazione, un po' come fanno quegli apparecchi che impediscono il funzionamento dei cellulari.
  • 0verture scrive:
    Ma quello è un replicatore !
    Questo mondo è finito ! Non c'è altro da dire...Chi si immaginava la fine del mondo per la mano di un bestione di latta, alto due metri, gli occhi rossi scarlatti e la mascella quadrata di Arnold aveva ben poca immaginazione...
    • Xendorf scrive:
      Re: Ma quello è un replicatore !
      "Non so con che armi si combatterà la Terza Guerra Mondiale, ma so come si combatterà la quarta: con sassi e bastoni" Albert Einstein
      • 0verture scrive:
        Re: Ma quello è un replicatore !
        Si riuscirà mai a combatterne una quarta ?
        • pluto scrive:
          Re: Ma quello è un replicatore !
          si: trasferiremo le nostre menti in dei computer e vivremo privi di corpo come istanze di applicazioni all'interno di ecosistemi fatti di sistemi operativi installati su macchine virtuali.Albert Einstein si potrebbe esser sbagliato al riguardo, perchè allora potremmo essere cumuli di bit, quindi la quarta guerra mondiale sarà fatta con sequenze di bit negli impianti che abbiamo costruito in questa epoca e sopravvivranno quelli che saranno immagazzinati negli impianti più duraturi :POvviamente saremo alimentati a pannelli solari, pale eoliche e forse centrali idroelettriche ;)
  • giulio scrive:
    Dominio globale
    sono 200 anni avanti tecnologicamente rispetto al resto del mondo e la cosa non porterà a nulla di buono
    • Chitto scrive:
      Re: Dominio globale
      - Scritto da: giulio
      sono 200 anni avanti tecnologicamente rispetto al
      resto del mondo e la cosa non porterà a nulla di
      buonoBé, a parte il fatto che stai traendo delle conclusioni a partire da una simulazione 3D... In realtà si tratta di tecnologia abbastanza banale anche se difficile da realizzare in pratica (ma solo perché nessuno ci si è mai messo prima).Già esistono tecnologie simili di spionaggio, te ne cito una che ho visto (e non era una simulazione)... una lattina di coca-cola che si muoveva rotolando su sé stessa dotata di microcamera e poteva così essere condotta dove ti pare senza destare troppo sospetto.Considera che in vendita, già ora, ci sono degli elicotterini elettrici e delle "libellule" che sono venduti come giochini ma a cui basta attaccarci una microcamera per avere una spia svolazzante (certo, gli elicotterini e le libellule che sono in commercio a pochi euro non sono in grado di sollevare microcamere+trasmettitore né tantomeno le batterie che l'alimentano).Ad ogni modo io mi chiederei piuttosto perché loro sono "200" anni avanti a noi. Dopotutto le tecnologie chiave sono quasi tutte merito di europei fra cui molti italiani (Einstein, Fermi, Volta, Marconi, ...)La risposta è semplice... qui è più pagata una velina sculettante in TV che un ricercatore. Allora dimmi tu che senso ha farsi il culetto per anni a spaccarsi la testa sui libri quando magari uno spazzino con la quinta elementare prende più di te e ha 100 volte meno responsabilità di te.Qui la gente si laurea in materie scientifiche e poi si prende su e ha due-tre scelte:1) andare a fare il professore, magari in un ITI, accontentandosi della paga2) andare a fare un mestiere completamente diverso, possibilmente statale3) andarsene dall'Italia e fare ciò per cui si è studiatoSenza andare troppo lontani... guarda Marco Calamari che scrive spesso qui. Si laurea con 110 e lode in Ingegneria Nucleare a Pisa... un lavoro estremamente promettente in quegli anni che stava fiorendo in tutto il mondo industrializzato e che scherzetto gli fanno? Gli chiudono le centrali! Centrali nucleari nuove di zecca appena fabbricate con investimenti enormi chiuse dal giorno alla notte. E che risultato a lungo termine si ha? Si ha come risultato che qui in Italia l'energia oggi la si paga a peso d'oro e siamo così dipendenti dagli altri Stati europei per quello che riguarda le risorse energetiche che se cade un palo della luce in Austria qui le centrali vanno in sovraccarico ed entrano in protezione spengnendosi una dietro l'altra come tesserine del domino provocando un black-out sull'intero territorio nazionale.E allora non c'è proprio niente di cui lamentarsi. La situazione in cui versiamo è voluta, l'abbiamo voluta noi così. Squadroni di ricercatori se ne vanno ogni anno dall'Italia per gli Stati Uniti... e loro oggi sono "200" anni avanti a noi. Un popolo fra l'altro che si è dimostrato fondamentalista, belligerante e dunque pericoloso per tutti che si trova in mano una tecnologia superiore a quella di chiunque altro al mondo grazie a tutto il know-how a cui abbiamo bellamente rinunciato sottopagandolo e ignorandolo.Prendiamo Marconi... inventa la comunicazione senza fili rivoluzionando per sempre il modo di comunicare della specie umana. Scrive al Ministro delle Poste e Telegrafi spiegando il funzionamento della sua invenzione... e il Ministro non solo non gli da neanche una chance, non solo non si preoccupa nemmeno di rispondergli, ma pure lo prende per il culo scrivendo in una nota sulla sua lettera ricevuta da Marconi "alla Longara" (manicomio di Roma).C'è da stupirsi se poi se ne va in Inghilterra e consegna a loro tutto quanto rischiando anche di perdere la paternità dell'invenzione?Bé, abbiamo perduto Marconi con la sua tecnologia che per quegli anni era addirittura fantascientifica.Abbiamo perduto Fermi per colpa di quei mentecatti di fascisti e della loro fobia verso i "diversi" (la moglie di Fermi era di religione ebrea).Oggi perdiamo ricercatori su ricercatori e le veline in TV fanno del loro meglio per sputtanare alcuni dei pochissimi grandi che abbiamo perché hanno osato dire al Papa quello che si meritava: "vai a fare la tua sciocca propaganda razzifascista con i tuoi mezzi".
      • kattle87 scrive:
        Re: Dominio globale
        come non quotarti!
      • Toshiro Mifune scrive:
        Re: Dominio globale
        Tutto vero. E adesso? Come se ne esce?Secondo me il male numero 1, ai giorni nostri, è la televisione e l'instupidimento di massa che produce. La ammetto come compagnia per i pensionati, ma dovrebbe essere vietata ai giovani. Ci sono studi sociologici americani che dimostrano che una esposizione di almeno 3 ore al giorno di televisione durante l'infanzia portano ad un 50% in meno di probabilità di laurearsi.E guarda che 3 ore al giorno sono una inezia per un ragazzo. Un telefilm al pomeriggio e un film dopo cena e già sei oltre le 3 ore.La scuola (privata ovviamente) che ha frequentato PierSilvio (Berlusconi ovviamente) adotta una tecnica educativa che vieta assolutamente la televisione (mi pare mezz'ora al giorno).Tutti lo sanno che la TV fa male .... eppure ....
      • Funz scrive:
        Re: Dominio globale
        Tutto vero.Noi spendiamo centinaia di migliaia di Euro per formare una persona dall'asilo alla laurea, poi la regaliamo ad altri Paesi che sanno come farla fruttare.E almeno per i prossimi 5 anni la cosa non potrà che peggiorare, visti gli imbecilli farabutti incapaci che abbiamo appena mandato al governo.
        • castigo scrive:
          Re: Dominio globale
          - Scritto da: Funz
          Tutto vero.
          Noi spendiamo centinaia di migliaia di Euro per
          formare una persona dall'asilo alla laurea, poi
          la regaliamo ad altri Paesi che sanno come farla
          fruttare.

          E almeno per i prossimi 5 anni la cosa non potrà
          che peggiorare, visti gli imbecilli farabutti
          incapaci che abbiamo appena mandato al
          governo.già, vero.....rinfrescami un po' la memoria... ma veronesi, sai, quello che dice che gli inceneritori non fanno male e poi si scopre che è pagato da chi li costruisce..... lo stesso che ha mantenuto in commercio i vaccini al mercurio....ma lui in che governo era.... mica in quello delle sinistre, vero??? (rotfl)ma non l'hai ancora capito che la differenza tra i due schieramenti NON C'E'???
        • Becero scrive:
          Re: Dominio globale
          - Scritto da: Funz
          Tutto vero.
          Noi spendiamo centinaia di migliaia di Euro per
          formare una persona dall'asilo alla laurea, poi
          la regaliamo ad altri Paesi che sanno come farla
          fruttare.

          E almeno per i prossimi 5 anni la cosa non potrà
          che peggiorare, visti gli imbecilli farabutti
          incapaci che abbiamo appena mandato al
          governo.Bravo, sei la spiegazione vivente del perché ha vinto il Berlusca.
        • castigo scrive:
          Re: Dominio globale
          - Scritto da: Funz
          Tutto vero.
          Noi spendiamo centinaia di migliaia di Euro per
          formare una persona dall'asilo alla laurea, poi
          la regaliamo ad altri Paesi che sanno come farla
          fruttare.

          E almeno per i prossimi 5 anni la cosa non potrà
          che peggiorare, visti gli imbecilli farabutti
          incapaci che abbiamo appena mandato al
          governo.certo, certo, altri 5 anni..... bla bla bla bla.....e scusa, ricordami in quale governo stava veronesi, sì quello che dice che gli inceneritori NON sono pericolosi e poi si scopre che è sponsorizzato da chi li costruisce, quello che ha lasciato in commercio i vaccini al mercurio.....quando vi renderete conto che sono TUTTI uguali, sarà troppo tardi.....
      • BSD_like scrive:
        Re: Dominio globale
        "Niente professore. Lei insegna una materia che non esiste!"Così si rivolse una funzionaria della segreteria del dipartimento di Fisica della facoltà di Scienze della Sapienza a Enrico Fermi quando era andato a chiedere in quali aule tenere i corsi.La materia era fisica atomica.Globalmente direi che il tuo discorso è esatto (vi sarebbe da fare appunti sul fattto che la maggior parte delle menti a cui accenni erano tedesche e venivano dalla fioritura scientifico/tecnica che aveva imposto Bismark nella Germania riunita, di cui poi si sarebbe giovato e anche ampliato il III reich); tranne gli appunti sugli USA che non mi trova concorde.Un appunto però sulla famosa visita papalina alla Sapienza: quello che i firmatari (tra cui il mio ex, anche perchè in pensione, professore di teorie quantistiche Marco Cini, nonchè iniziatore della vicenda), e non gli allerchini manifestanti, volevano sottolineare, è che in quella occasione, in quei modi la visita del papa era inopportuna.Nessuna Università, proprio perchè luogo d'incontro e scambio culturale può porre l'out-out a qualcuno, oltrettutto di un'intelligenza e cultura teologica così superiore come l'attuale papa, a parlare. Come teologo Ratzinger ha potuto parlare all'università di Colonia e confrontarsi con pensieri anche totalmente diversi dai suoi.Ma una visita e conferenza nel giorno d'inagurazione dell'anno accademico (oltrettutto a senso unico, nel senso che lui parlava e basta, anche perchè nel giorno dell'inagurazione non è che puoi fare molto) dava un'impronta clerico-religiosa alla cultura accademica e andava nel verso di una cultura inquisitoria della ricerca scientifica.L'invito al papa, e la disponibilità dello stesso, era opportuna e MOLTO più corretta in un'altro momento della vita universitaria (non all'inagurazione dell'anno accademico) e in una conferenza/dibattito non diversa da altre (come principio, poi se ci saranno gioranalisti .... cavoli loro), nel quale (come ad altre grandi menti) lo stesso si confronta, in modo ordinato e pacato, con tutti anche con chi la pensa diversamente da lui.La TV, cmq, non è il demonio che uccide l'intelligenza, bisogna vedere l'uso che se ne fà.Certo che se si vedono le stupidaggini come i programmi con la Maria moglie di Costanzo ..... o gli spettacoli con le veline che sperano-e-cercano di accapararsi un animale-mancato come sono i calciatori, basta che abbia i soldi e la notorietà ....Quella non è educazione, ma diseducazione.Però in TV esistono anche ottimi programmi, come Quark, La macchina del tempo, .... purtroppo con poco share e cmq troppo pochi come numero e come tempo: in un mondo perfetto quei programmi dovrebbero essere la norma in TV.Però non diciamo che gli USA sono 200 anni avanti al resto del mondo ... via è esagerato. 10-15 anni SI, però.Ma il motivo, è anche, come scrive Paolo più sotto nella diversa mentalità e in un perfetto connubbio tipico del mondo anglo-sassone, tra ricerca pubblica & privata, e tra ricercatori e imprenditori/finanzieri (VERI quest'ultimi)."Io non sò come mi giudica il mondo, a me sembra di essere un bambino che gioca sulla riva del mare; ed è contento quando trova un ciottolo più liscio degli altri, una conchiglia più bella delle altre; mentre il mare della verità resta inesplorato davanti a lui." Sir Isaac Newton-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 maggio 2008 16.58-----------------------------------------------------------
    • bubu scrive:
      Re: Dominio globale
      Tu stai assumendo che il mondo non sia già sotto un dominio globale. A me qualche dubbio viene, es. vedendo come e' venuta fuori la cina, prima candeggiata da un paio di generazioni di regime totalitario, poi finanziata dai nostri soldi. Adesso loro e i russi prendono il posto degli americani. Perche' sono piu' bravi o perche' sono ancora piu' adatti al nuovo ordine del gia' vuoto yankee?Se inoltre i vari paesi fossero veramente pronti alla guerra totale, il primo paese a fare un significativo passo in avanti tecnologico, es. le nanotecnologie (bestia molto piu' brutta del robottino) lo userebbe per fare un attacco preventivo e definitivo. Non succede, e non credo sia per scrupoli. Se "noi" che siamo "i buoni" uccidiamo una milionata di arabi, con donne e bambini, usando un dossier finto sul nigergate come casus belli, figurati cosa fanno i cattivi :D
Chiudi i commenti