Nokia scommette su Windows Phone 8

La casa finlandese presenta i nuovi smartphone basati sull'ultima versione del sistema operativo mobile di Microsoft, puntando su caratteristiche hardware d'eccellenza per conquistare il mercato. Che resta un ambiente ostile
La casa finlandese presenta i nuovi smartphone basati sull'ultima versione del sistema operativo mobile di Microsoft, puntando su caratteristiche hardware d'eccellenza per conquistare il mercato. Che resta un ambiente ostile

Il giorno è finalmente giunto: in una conferenza congiunta tenutasi a New York, Nokia e Microsoft hanno presentato i due smartphone che rappresenteranno la “punta di diamante” della nuova line-up di gadget mobile basati su Windows Phone 8 .

Il centro dello show è stato monopolizzato da Lumia 920 e 820 , smartphone ridisegnati ed “evoluti” della linea Lumia basata su Windows Phone 7 dotati di funzionalità hardware e software esclusive: ad accomunare i due telefonini ci sono un processore dual-core Snapdragon S4, schermo da 4,5 pollici e ampia scelta di varianti per quanto riguarda il colore della scocca.


Realizzati a partire da un materiale plastico in policarbonato, i due nuovi Lumia montano una batteria da 2000 o 1650 mAh, 1 GB di RAM e 32 GB di storage interno per il 920, alloggiamento per la lettura di schede SD per l’820, CPU con clock a 1,5 GHz per il 920, coppia di fotocamere “PureView” da 8 Megapixel.

Si è parlato di caratteristiche hardware e software esclusive: Lumia 920 e Lumia 820 prevedono la possibilità di ricaricare la batteria senza l’uso di fili (wireless) tramite adattatore a tecnologia induttiva realizzato da Qi, mentre City Lens è il nome di un nuovo sistema di realtà aumentata in grado di sovrimporre informazioni aggiuntive ai luoghi e i punti di interesse inquadrati dalla fotocamera grazie alla connessione con il servizio (anch’esso esclusivo degli handset Lumia) Nokia Maps. Servizio che, per inciso, prevede ora la possibilità della navigazione indoor .


Se l’hardware dei Lumia appare oltremodo rifinito , il lato software non dovrebbe essere da meno: Windows Phone 8 è l’OS mobile che Microsoft considera maturo a sufficienza per posizionare il nuovo ecosistema tra le principali “alternative” degli attualmente inarrivabili Google Android e Apple iOS, con novità che vanno da una gestione rinnovata delle foto (effetti di post-processing compresi) all’integrazione più stretta con la “nuvola” di Redmond, passando per la possibilità di catturare screenshot “live” dell’handset all’adattamento automatico delle “app” per Windows Phone 7(.5) alle nuove dimensioni dei gadget Windows Phone 8 e altro ancora.

Nokia e Microsoft hanno grandi progetti per l’accoppiata Lumia+Windows Phone 8: la casa finlandese intende incrementare notevolmente le magre vendite di smartphone soprattutto nel mercato statunitense (appena 600mila terminali venditi nel secondo quarto dell’anno), mentre Steve Ballmer favoleggia di “400 milioni di dispositivi” con codebase comune (Windows 8 RT, applicazioni Modern UI e Windows Phone 8) venduti da qui a un anno.

Speranze a parte, le prime reazioni di mercato e commentatori non sono esattamente positive: pur volendo derubricare come un incidente di percorso la falsificazione dei video promozionali di Nokia, il mercato azionario ha risposto malamente alla presentazione dei nuovi Lumia.

I nuovi handset Nokia basati su Windows Phone 8 saranno anche eccellenti dal punto di vista tecnico, ma i problemi strutturali dell’operazione di rilancio di Microsoft nel mondo mobile restano sul tavolo: al momento non sono ancora noti i dettagli fondamentali del lancio dei due Lumia (prezzo, periodo di disponibilità, operatori telefonici partner), e la prospettiva (realistica) che gli smartphone Nokia debbano giocarsela quasi in contemporanea con il previsto debutto di iPhone 5 non fa che aumentare la sfiducia nei confronti dell’effettiva capacità di penetrazione dei prodotti.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 09 2012
Link copiato negli appunti