Nokia, tagli per far posto a Windows Phone

Il colosso finlandese annuncia licenziamenti a migliaia nel tentativo di "allineare" il personale alle mutate condizioni di mercato. 4mila via, 3mila in Accenture con Symbian. La nazione più colpita è la Finlandia

Roma – Uno degli effetti meno piacevoli dell’ accordo di sistema tra Nokia e Microsoft fa sentire i suoi effetti: la multinazionale europea dei telefonini ha annunciato licenziamenti nell’ordine di 4mila unità, e la dipartita di altri 3mila impiegati verso Accenture . Anche Symbian lascerà la casa madre in Finlandia.

L’annuncio di Nokia parla della necessità di “allineare la forza lavoro globale e consolidare le operazioni” nei singoli stabilimenti sparsi per il mondo. I 4mila lavoratori licenziati lasceranno la società entro la fine del 2012, mentre Accenture – già partner di Nokia sin dal 1994 – assorbirà le attività legate a Symbian e i 3mila impiegati attualmente al lavoro sulla piattaforma .

La società di consulenza e outsourcing prenderà dunque in carico il sistema operativo ex open source che avrebbe dovuto contribuire a rilanciare l’appannata immagine di Nokia, almeno prima della deviazione verso l’abbraccio con Microsoft e Windows Phone 7.

In un memorandum interno pervenuto all’attenzione di The Register , Nokia spiega appunto che la nuova tornata di licenziamenti ha la funzione di massimizzare la capacità di sviluppo di smartphone basati su WP7. Alcuni centri vedranno la propria forza-lavoro contrarsi – 1.400 licenziati nella sola Finlandia – mentre altri dovrebbero espandersi in funzione del succitato obiettivo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SpeakerMuto scrive:
    Io la penso così
    http://radiofreemouth.blogspot.com/2011/03/even-better-than-real-thing-lettera.html
  • Deltree scrive:
    Non è illegale.
    Se ho capito bene, questo articolo da per assunto che il nome dato in Facebook debba per forza essere vero, prospettando addirittura una violazione dell'articolo 494.L'articolo 494 però parla di mezzi di comunicazione e di identificazione e non mi risulta che Facebook sia ancora valido come carta di identità nè come sistema di comunicazione ufficiale, il fatto che qualcuno (come l'articolista da 40 milioni di dita) lo consideri tale non fa testo, anzi è altamente pericoloso.Lo è perché c'è una sottile dualità con cui si prendono in giro le regole del settore (e non parlo solo della legge ma anche della più elementare Netiquette), perché ufficialmente Facebook si presenta come un semplice punto di ritrovo in rete con le sue regole private con la simpatica faccia del suo avatar di nome Zukerberg mentre poi ufficiosamente c'è questa tendenza "brainless" nel consideralo istituzionale, essenziale ed in grado di imporre le proprie leggi. La realtà e invece che nel momento in cui si accetta il loro contratto (perché di questo si tratta), gli si dà la possibilità di stabilire personalmente ciò che illegale e questo molti lo trovano un atteggiamente errato, indipendentemente dal fatto di essere pro o contro a prescindere.Giusto a titolo di esempio, nel mondo normale anche un mondo aggressivo come quello di Google, se tu metti dati falsi o fai attività non legali "in senso stretto" si riservano di CANCELLARTI l'account e tutti i relativi servizi. Nel mondo di Facebook, se scrivi qualcosa che NON GLI PIACE (non necessariamente illegale), ti BLOCCANO la pagina, lasciando lì i tuoi dati e ti dicono che per entrare e cancellare quei dati, gli devi dare il numero di telefono. Questo quindi è illegale ai sensi della legge italiana ma non alla legge di Facebook.Chi apriva un gruppo tempo fa, poteva mandare una "richiesta di iscrizione" a tutti gli amici e questo è LEGALE. Oggi chi apre un gruppo può ISCRIVERE AUTOMATICAMENTE i propri amici che subito incominceranno a riceve le relative mailing list senza iscrizione e questo è DECISAMENTE ILLEGALE secondo le norme di legge e della rete ma non secondo quelle di FacebookLa legge sulla privacy italiana impone il diritto all'oblio (per esempio rispettato sempre da Google che nelle sue clausule ha : "i dati, in caso di cancellazione saranno conservati in eventuali copie di backup non direttamente consultabili" ) mentre per Facebook, i profili fino a un paio di anni fa erano incancellabili e ancora oggi nessuno ha spiegato quante copie dei dati sono fatte, dove finiscono in caso di cancellazione e chi li può ricevere.Invitare un tizio a FORNIRE LA PASSWORD DI EMAIL con realtivi contatti per grabbare tutti gli indirizzi e tempestare di inviti non voluti (sulle email private) chi non è iscritto, NON È LEGALE ed è completamente fuori da ogni norma di civiltà della rete, costituisce un pericolo enorme per la sicurezza, eppure Facebook, Linkedin, Badoo quasi ti obbligano a farlo. Facebook, di colpo, ogni tanto, ti modifica "il sistema della privacy" che diventa sempre più macchinoso e fuorviante. Il massimo filtro che si può applicare sulle foto NON TUE in cui tu sei taggato è che debbano essere visibili solo a TE. Il che per loro significa che tutti le possono vedere tranne quelli che guardano sulla tua bacheca ... BRAVI ! È estattamente quello che volevo !Quindi parlare di 494 in presenza di Facebook è quanto meno fuorviante e non fa altro che alimentare il gioco perverso della sua importanza virtuale.Se proprio dobbiamo scomodare un articolo del CP per piegare i "Tranelli di Facebook", dovremmo salire un pò ed arrivare attorno al 640 ma in quel avremmo subito alle spalle tutta la nutrita schiera degli avvocati di Zukerberg, con relativo barattolone di vasellina e soprattuto poi ci negherebbero tutti quei bei soldini che normalmente elargiscono per lasciarli fare come gli pare e questo nel mondo moderno pare sia l'unico e il più grave reato.
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: Non è illegale.
      - Scritto da: Deltree
      Quindi parlare di 494 in presenza di Facebook è
      quanto meno fuorviante e non fa altro che
      alimentare il gioco perverso della sua importanza
      virtuale.Non sarei cosi' certo.Io un profilo su facebook lo aprii, come Pinco Pallino, tanto per ficcare il naso (non ricordo piu' la password pero'...), avrei potuto anche inventarmi un nome a caso e se avessi scelto Mario Rossi e' improbabile che qualcuno avrebbe potuto perseguirmi, anche si fosse trattato del Sig. Mario Rossi.Se pero' mi apro un profilo con il nome di una persona famosa o che conosco, magari metto la sua foto e delle informazioni tali da far pensare che io sia davvero lui, inizio pure a contattare della gente che l'interessato conosce spacciandomi per lui allora credo proprio di aver violato l'art. 494 CP, oltre probabilmente ad altri (il 616 se un "amico" mi manda un messaggio personale diretto all'altro perche' io l'ho tratto in inganno, il 617ter quando scrivo spacciandomi per lui, se la cosa diventa molesta ipotizzerei il 612bis...).A.
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: Non è illegale.
      Peraltro, l'articolo 494CP non parla affatto di "mezzi di comunicazione e di identificazione", mi sa che hai letto qualche altro articolo :)A.
      • Leguleio scrive:
        Re: Non è illegale.
        Ecco il testo dell'art. 494 del codice penale:"Sostituzione di persona.Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all'altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica con la reclusione fino a un anno."Sono d'accordo con Deltree, anche se si è espresso male: perché vi sia reato, è necessario dimostrare che la circostanza abbia arrecato danno ad altri, oppure abbia procurato vantaggi tangibili. E non è affatto semplice, essendo feissbucc un giocattolo sociale, e nulla più. Altrimenti, sarebbe reato anche mascherarsi da persona nota per partecipare a una festa.Non escludo tuttavia che in futuro ci siano cause contro certi burloni che si sostituiscono a persone ben più importanti di Umberto Eco, perché ricoprono funzioni pubbliche: presidente della repubblica, giudice della Corte costituzionale, generale dell'esercito, prefetto, questore. Lasciar intendere che si ricoprono le loro funzioni, anche se è tutto un gioco, potrebbe (e sottolineo potrebbe), integrare gli estremi dell'art. 494 del codice penale.
  • A. Rray scrive:
    Non è vero che sono così tanti...
    ...gli utenti di fessBook, perché tutti sanno che la maggior parte della gente ne ha più di un account (uno per gli amici, uno per il lavoro - non puoi negare l'amicizia al capo - uno per i parenti, ecc), per non parlare delle ragazzine e ragazzini che ne hanno tipo 12 a testa, secondo me una stima ad occhio ridimensiona gli utenti effettivi ad almeno 1/5 di quelli dichiarati, se non ancora di meno.E poi... anche se così fosse, ci sono sempre più di 6 MILIARDI di persone al mondo che non sono in fessbook! Per fortuna!Detto questo, io sono profondamente contrario (al limite dell'odio) a questi social network fatti di amicizie effimere e di gente che non ha altro da fare che stare a bighellonare davanti ad un monitor: FATEVI UNA VITA, uscite di casa e respirate aria buona!Fin'ora non mi sono mai iscritto, ho ricevuto decine (se non centinaia) di richieste via mail perché quell'amico/a, parente o collega mi invitava (cosa che già mi ha fatto girare le pa££e perché hanno inserito la mia mail in quel recinto di pecore ed ora mi arrivano i "reminders" in continuazione), ma non ci entrerò mai, chi mi vuole parlare mi scrive o mi chiama al tel, in 100 modi diversi già a disposizione, che già sono troppi, non ho bisogno di essere pure in un recinto di pecore a belare all'aria fra tutti gli altri, ed essere carne da macello in mano ai markettari ADV manager e compagnia bella che guadagnano i milioni di euro grazie alle pecore belanti, non mi presto a questo gioco in nome di amicizie fittizie e superficiali che se non sei in fessbook nella loro lista dei contatti allora si dimenticano di te: meglio! Preferisco essere dimenticato da una capra belante ma vivere la Vita Vera con Veri Amici e Vere Emozioni. Meno siamo, meglio stiamo!
    • . . . scrive:
      Re: Non è vero che sono così tanti...
      - Scritto da: A. Rray
      Meno siamo, meglio stiamo!Vero !!!Dai una bella guerra fatta bene che è dal '45 che non se ne vede una fatta come si deve... :DP.S.Battute a parte, sono d'accordo con te. ;)
    • zeus scrive:
      Re: Non è vero che sono così tanti...
      Io sostengo da sempre che se ho perso degli Amici negli anni è perchè non avevo piacere di frequentarli, dunque a che mi serve FB per ritrovarli? Tra l'altro di quelli rimasti ho già tutti i contatti possibili... e guarda un po'...usiamo solo sms x combinare una birra!
    • osvaldo scrive:
      Re: Non è vero che sono così tanti...
      - Scritto da: A. Rray
      bla bla bla...sei un poveraccio: sei rimasto all'eta della pietra, non evolvi insieme al mondo, alla tecnologia, agli altri esseri umani. Sei uno sfigato, quei 4 gatti che hai come amici, certo che li raggiungi con altrettanti sms!Sei un asociale, nessuno ti si caga, non sei popolare.
  • bubu scrive:
    Oltre mezzo miliardo gli utenti attivi..
    ...nel mondoSu quell'"attivi" ci sarebbe da discuterne non poco!
  • ottomano scrive:
    Livello di conoscenza
    Tempo fa esisteva un social network abbastanza utilizzato in ambito lavorativo, simile a Linkedin.Si chiamava Neurona, oggi assorbito da un'altra azienda.La cosa che più mi piaceva era la possibiltà di impostare un "livello di conoscenza" per i contatti.I livelli, se non ricordo male, erano 3: da un basso livello di conoscenza a un livello alto per i conoscenti con i quali si avevano maggiori rapporti personali (amici, parenti, ecc...).Ecco, questa funzione mi manca in Facebook ed in qualsiasi altro social network.Nicola
    • sentinel scrive:
      Re: Livello di conoscenza
      - Scritto da: ottomano
      Tempo fa esisteva un social network abbastanza
      utilizzato in ambito lavorativo, simile a
      Linkedin.
      Si chiamava Neurona, oggi assorbito da un'altra
      azienda.
      La cosa che più mi piaceva era la possibiltà di
      impostare un "livello di conoscenza" per i
      contatti.
      I livelli, se non ricordo male, erano 3: da un
      basso livello di conoscenza a un livello alto per
      i conoscenti con i quali si avevano maggiori
      rapporti personali (amici, parenti,
      ecc...).

      Ecco, questa funzione mi manca in Facebook ed in
      qualsiasi altro social
      network.

      NicolaE' un po' quello su cui sta lavorando Google con ilprogetto GoogleME. In pratica, come nella vita reale,è opportuno dividere in gruppi distinti le varie conoscenze.Per esempio, si potrebbe creare un gruppo "Colleghi di lavoro"nel quale instaurare rapporti di collaborazione vari, oppureun gruppo "Famiglia" nel quale postare le foto delle vacanze, ecc...Ovviamente se un soggetto non appartiene ad un gruppo nonpuò accedervi e quindi non può sapere fatti che non lo riguardano..."Divide et impera" diceva Giulio Cesare... E ne fece di strada. ;)
  • panda rossa scrive:
    Io su FB non ci sono!
    O le mani dell'articolista hanno decine di migliaia di dita, oppure sto leggendo il sito di tgcom invece che quello di PI.Come il web non e' internet, cosi' fb non e' il web.
    • varesotto scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      - Scritto da: panda rossa
      O le mani dell'articolista hanno decine di
      migliaia di dita, oppure sto leggendo il sito di
      tgcom invece che quello di
      PI.

      Come il web non e' internet, cosi' fb non e' il
      web.intervento scriteriato, il tuo. Cioe, non sei su FB e allora? perche vantarsene?
      • Camarillo Brillo scrive:
        Re: Io su FB non ci sono!
        - Scritto da: varesotto
        - Scritto da: panda rossa

        O le mani dell'articolista hanno decine di

        migliaia di dita, oppure sto leggendo il sito di

        tgcom invece che quello di

        PI.



        Come il web non e' internet, cosi' fb non e' il

        web.
        intervento scriteriato, il tuo. Cioe, non sei su
        FB e allora? perche
        vantarsene?Per rimarcare il fatto che non fa parte del parco buoi e fa bene.
        • ruppolo scrive:
          Re: Io su FB non ci sono!
          - Scritto da: Camarillo Brillo
          - Scritto da: varesotto

          - Scritto da: panda rossa


          O le mani dell'articolista hanno decine di


          migliaia di dita, oppure sto leggendo il sito
          di


          tgcom invece che quello di


          PI.





          Come il web non e' internet, cosi' fb non e'
          il


          web.

          intervento scriteriato, il tuo. Cioe, non sei su

          FB e allora? perche

          vantarsene?

          Per rimarcare il fatto che non fa parte del parco
          buoi e fa
          bene.Certo, lui fa parte del parco pirati.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!
            Solita risposta inutile, fuori luogo e piana di rancore :D
          • Camarillo Brillo scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Camarillo Brillo

            - Scritto da: varesotto


            - Scritto da: panda rossa



            O le mani dell'articolista hanno decine di



            migliaia di dita, oppure sto leggendo il
            sito

            di



            tgcom invece che quello di



            PI.







            Come il web non e' internet, cosi' fb non e'

            il



            web.


            intervento scriteriato, il tuo. Cioe, non sei
            su


            FB e allora? perche


            vantarsene?



            Per rimarcare il fatto che non fa parte del
            parco

            buoi e fa

            bene.

            Certo, lui fa parte del parco pirati.Anche io, caro ossessionato e me ne vanto :-P
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!

            Certo, lui fa parte del parco pirati.Visto il punto a cui siamo arrivati, non è chi pirata che deve vergognarsi, ma chi compra i beni digitali.Io non mi offendo se mi dicono "sei uno che scarica", ma mi offenderei se mi dicessero "sei uno che compra beni digitali"
          • Sergio scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!
            Io faccio entrambe le cose e non me ne vergogno...Fate voi.P.S. E non sono su facebook...
        • sentinel scrive:
          Re: Io su FB non ci sono!
          - Scritto da: Camarillo Brillo
          - Scritto da: varesotto

          - Scritto da: panda rossa


          O le mani dell'articolista hanno decine di


          migliaia di dita, oppure sto leggendo il sito
          di


          tgcom invece che quello di


          PI.





          Come il web non e' internet, cosi' fb non e'
          il


          web.

          intervento scriteriato, il tuo. Cioe, non sei su

          FB e allora? perche

          vantarsene?

          Per rimarcare il fatto che non fa parte del parco
          buoi e fa
          bene.LOL ! ! !(rotfl)
      • ephestione scrive:
        Re: Io su FB non ci sono!
        - Scritto da: varesotto
        intervento scriteriato, il tuo. Cioe, non sei su
        FB e allora? perche
        vantarsene?"perché vantarsene" ?Se te lo chiedi e non sai darti risposta... allora è tutto dire!
    • James Kirk scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      Non ci sono neppure io su quella vetrina per esibizionisti (per non dire altro).
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      - Scritto da: panda rossa
      O le mani dell'articolista hanno decine di
      migliaia di ditaPotrebbe essere lui, l'articolista:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2747382&m=2748974#p2748974
    • Cuco di Bulo scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      C'ero e non ci sono più. Nessuno accettava le mie richieste di amicizia ed allora ho disattivato l'account. Potrei però riprovarci tra non molto dal momento che grazie ai miei interventi e commenti su PI mi sto facendo un nome. Quando si diventa famosi, infatti, conviene avere un profilo su FB per evitare i raggiri citati nell'articolo.
    • Seven scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      perchè ho in fastidio la gente che si vanta di non usare uno strumento...qual'è l'unico scopo di cio'? probabilmente lo stesso del pavone quando apre la coda mista a una tremenda insicurezza interiore.
      • panda rossa scrive:
        Re: Io su FB non ci sono!
        - Scritto da: Seven
        perchè ho in fastidio la gente che si vanta di
        non usare uno strumento...qual'è l'unico scopo di
        cio'? probabilmente lo stesso del pavone quando
        apre la coda mista a una tremenda insicurezza
        interiore.Forse ti e' sfuggita questa riga dell'articolo: "Ormai, in Italia, gli assenti si possono contare sulle dita di una mano." Io ho semplicemente commentato quella.Non ci fosse stata quella riga, non avrei fatto quel commento.
        • panda rossa scrive:
          Re: Io su FB non ci sono!
          - Scritto da: me medesimo
          Scusa l'OT, ma mi piaceva molto di più il logo
          con la panda. questo fa schifo. Fra l'altro ho
          appena letto un articolo che mi ha quasi convinto
          che i due referendum, se raggiungessero il quorum
          e prevalesse il si, farebbero dei dnni
          veri.
          http://www.amicidellaterra.it/adt/index.php?option
          Puoi argomentare ?Posso argomentare tranquillamente.Se l'acqua resta pubblica, non si arricchisce nessuno.Privatizzando l'acqua, qualcuno si arricchisce, e non siamo ne' io ne' te.Idem per il nucleare e per il legittimo impedimento.
          • me medesimo scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!
            Non ti sembra quantomeno strano (se leggi il link) che una organizzazione che si dichiara apertamente per il SI al referendum contro il nucleare, dica invece NO a quello sull'acqua?Se come avatar ti metti la patacchina del SI, presumo che tu abbia voglia di approfondire. Un conto è quello che si dichiara di volere (acqua pubblica - bellissimo), un conto è quello che si ottiene abrogando un pezzetto di un comma di una legge. E' su questo che si gioca il fatto che, anche volendo perseguire il fine di non privatizzare l'acqua, sia meglio votare NO
          • panda rossa scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!
            - Scritto da: me medesimo
            Non ti sembra quantomeno strano (se leggi il
            link) che una organizzazione che si dichiara
            apertamente per il SI al referendum contro il
            nucleare, dica invece NO a quello
            sull'acqua?
            Se come avatar ti metti la patacchina del SI,
            presumo che tu abbia voglia di approfondire.

            Un conto è quello che si dichiara di volere
            (acqua pubblica - bellissimo), un conto è quello
            che si ottiene abrogando un pezzetto di un comma
            di una legge. E' su questo che si gioca il fatto
            che, anche volendo perseguire il fine di non
            privatizzare l'acqua, sia meglio votare
            NOLeggiti questa bella storia:http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/04/28/ladri-di-vita-1/107608/poi sostituisci tutte le volte che trovi $AZIENDA_ELETTRICA con $AZIENDA_ACQUAQualunque cosa dicano i referendum, cavilli, o non cavilli, bisogna abrogare, perche' loro non li faranno mai gli interessi tuoi, faranno sempre gli interessi loro.Poi tu sei libero di andare a votare NO, perche' siamo in democrazia, ma vai a votare.
          • me medesimo scrive:
            Re: Io su FB non ci sono!
            Ho letto, mi sono immedesimato nell'autore e son daccordo che certe volte ci vorrebbe la molotov, ma dobbiamo renderci conto che non si può semplificare troppo. Quando si va a votare un referendum abrogativo non basta fidarsi di cosa dichiara il promotore, bisogna farsi un'idea di cosa salta fuori dal punto di vista normativo dalla'abrogazione di un articolo o di un comma di una legge.Se uno non ha il tempo di farlo, deve fidarsi di chi lo ha fatto (e non è il promotore).Altrimenti si continua a rimanere pedine di un gioco che non si capisce. Ciao, quando puoi rimetti il vecchio avatar ;-)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      E' si che ci sei: http://www.facebook.com/pages/Il-Panda-Rosso/195064517837
      • Invia scrive:
        Re: Io su FB non ci sono!
        - Scritto da: Nome e cognome
        E' si che ci sei:
        http://www.facebook.com/pages/Il-Panda-Rosso/19506Ma scusa, ma da quando in qua quello sarebbe un panda? A me pare una volpe.
    • Invia scrive:
      Re: Io su FB non ci sono!
      Tu fessbook non ci sei ma tanto non manchi a nessuno.
      • panda rotta scrive:
        Re: Io su FB non ci sono!
        - Scritto da: Invia
        Tu fessbook non ci sei ma tanto non manchi a
        nessuno.sei simpatico come una m....
        • Invia scrive:
          Re: Io su FB non ci sono!
          - Scritto da: panda rotta
          - Scritto da: Invia

          Tu fessbook non ci sei ma tanto non manchi a

          nessuno.

          sei simpatico come una m....Ma è la verità
  • . . . scrive:
    Questo significa...
    ... che Facebook sta perdendo credibilità e significato se mai ne ha avuti.L'amico si sta sempre più trasformando in contatto.Facebook sta diventando un carrozzone inutile e in alcuni casi pure pericoloso.Tanto vale tornare alle chat.Comunque sono tranelli vecchi come il cucco e già ampiamente utilizzati, per l'appunto, nelle chat decenni fa.Facebook è, per ora, un conglomerato di contatti tra persone e perciò un conglomerato di potenziali prede agli occhi di questi mistificatori che sono sempre più in aumento.Alla fine rimarranno solo loro e il loro spam.Un conglomerato di mistificatori che si contatteranno e si annulleranno a vicenda.Nulla di nuovo sotto il sole quindi." La Rete è un'opportunità immensa che le scuole nostrane dovrebbero insegnare di più e meglio ..."Certo, ma forse sarebbe meglio che prima incominciassero ad insegnare come si deve l'italiano, visto quello che si legge in giro.Poi sul fatto che la Rete sia una opportunità addirittura immensa ci andrei un pò cauto.Al massimo può essere utile.
    • Seven scrive:
      Re: Questo significa...
      Basta usare gli strumenti nel modo giusto. Anche io ho alcuni "contatti", persone che ho conosciuto e mi fa comodo avere tra gli "amici" ma non per questo vedono quello che scrivo o le foto che posto.Un esempio sono i colleghi di lavoro.Molti nella lista amici, ma nessuno vede cio' che scrivo o le mie foto.Basta un saggio utilizzo dei permessi e dei gruppi...
      • . . . scrive:
        Re: Questo significa...
        Scusa, mi spieghi una cosa ? Forse sono ignorante io, ma non riesco a capire.Cosa te ne fai dei contatti relativi ai colleghi di lavoro se tanto loro non possono vedere ciò che scrivi o le foto o quant'altro ?Ma non li vedi già al lavoro ?Capisco gente lontana e che vedi poco, ma ci tieni a poterli contattare... Ma i colleghi di lavoro proprio non capisco. Non ti basta l'e-mail aziendale o quella privata o Gtalk o la chat di Google o Skype o persino Twitter per loro ?
        • varesotto scrive:
          Re: Questo significa...
          - Scritto da: . . .
          Scusa, mi spieghi una cosa ?
          Forse sono ignorante io, ma non riesco a capire.
          Cosa te ne fai dei contatti relativi ai colleghi
          di lavoro se tanto loro non possono vedere ciò
          che scrivi o le foto o quant'altro
          ?

          Ma non li vedi già al lavoro ?
          Capisco gente lontana e che vedi poco, ma ci
          tieni a poterli contattare...

          Ma i colleghi di lavoro proprio non capisco.
          Non ti basta l'e-mail aziendale o quella privata
          o Gtalk o la chat di Google o Skype o persino
          Twitter per loro
          ?giusto, lo stesso discorso che faccio io. Ma se la richiesta di amicizia non parte da te ma deriva proprio da un tuo collega, cosa fai? rifiuti? ed ecco che ti ritrovi il collega ficcanaso tra gli amici...
          • . . . scrive:
            Re: Questo significa...
            Hai ragione... non ci avevo pensato. Un motivo in più per non usare Facebook. :-)
          • sentinel scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: . . .
            Hai ragione... non ci avevo pensato.
            Un motivo in più per non usare Facebook. :-)+1!;)
        • Seven scrive:
          Re: Questo significa...
          allora non hai capito a cosa serve facebook...tramite le ramificazioni delle conoscenze rintracci molti contatti. E poi metti che cambi lavoro comunque mantieni i contatti che possono sempre servire.E poi se ti chiedono l'amicizia puo' essere scortese rifiutare, ma oltre alle info generiche non vedono nulla. Quello dei colleghi comunque era un caso di esempio. Metti un commerciante/artigiano che conosci in giro, è molto comodo avere il contatto ma non vedo perchè deve leggere le XXXXXXX che scrivo agli "A"mici ...
          • . . . scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            allora non hai capito a cosa serveE' vero. A cosa serve ? :-)
            facebook...tramite le ramificazioni delle
            conoscenze rintracci molti contatti. E poi metti
            che cambi lavoro comunque mantieni i contatti che
            possono sempre
            servire.Certo. Per questo ho le mail, Skype ecc.
            E poi se ti chiedono l'amicizia puo' essere
            scortese rifiutare, Ah se usi Facebook sicuramente.Motivo in più per farne a meno cosi non sei costretto ad atti di "cortesia" forzata.Anche su Skype si pone la stesa questione.A parte il fatto che sono io che do la mia disponibilità alla persona di contattarmi tramite questo o quel strumento. Se questo lo chiede di sua iniziativa potrei anche non accettare.Problemi ? Zero.
            ma oltre alle info generiche
            non vedono nulla. Quello dei colleghi comunque
            era un caso di esempio. Chiaro.
            Metti un
            commerciante/artigiano che conosci in giro, è
            molto comodo avere il contatto ma non vedo perchè
            deve leggere le XXXXXXX che scrivo agli "A"mici
            ...E' quello che dico anch'io.Per questo uso le mail, Skype, Gtalk ecc, separando accuratamente gli amici (quelli veri o verosimili) dal lavoro.Mi sembrano più che sufficienti per i contatti di lavoro e ti assicuro che funzionano egregiamente.
          • Seven scrive:
            Re: Questo significa...
            contento per te, io uso facebook come tu usi skype... qual'è il problema? per facebook non serve un client e ah ANCHE la chat, skype solo quella.Non capisco perchè criticate facebook che è uno strumento come altri che usate...ognuno usa quello che gli piace di piu'... punto.
          • . . . scrive:
            Re: Questo significa...
            Però Skype non fa data retention e anche se lo dovesse fare non sarà mai ai livelli di fb.Ti sei mai chiesto come fb possa valere così tanto in borsa visto che dovrebbe essere un servizio no-profit ?Certo, poi uno sceglie di usare lo strumento di comunicazione che più gli piace, ci mancherebbe.La mia è una discussione amichevole, non un flame.Io ho scelto di non usarlo ed ho esposto i miei motivi ovviamente in questo caso contrapposti ai tuoi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            allora non hai capito a cosa serve
            facebook...tramite le ramificazioni delle
            conoscenze rintracci molti contatti. Quindi serve solo per rintracciare.E quindi non server a chi di essere rintracciato non puo' fregar di meno.
            E poi metti
            che cambi lavoro comunque mantieni i contatti che
            possono sempre servire.C'e' la mail.
            E poi se ti chiedono l'amicizia puo' essere
            scortese rifiutare,Io ritengo scortese chiedere l'amicizia.Ogni tanto mi arriva in mail qualche richiesta che "tizio" richiede la tua amicizia sul tal social network.Le prime volte contattavo "tizio" per mail per dirgli, "senti, se vuoi l'amicizia mi scrivi tu, non fai scrivere il server".Visto che non sono mai arrivate risposte, ho depennato il contatto e inserito quell'indirizzo in spam listi.
            ma oltre alle info generiche
            non vedono nulla. Quello dei colleghi comunque
            era un caso di esempio. Metti un
            commerciante/artigiano che conosci in giro, è
            molto comodo avere il contatto Ma che differenza c'e' con l'averci l'indirizzo di mail?E' molto piu' comodo l'indirizzo di posta che il contatto su fb.
          • Seven scrive:
            Re: Questo significa...
            C'è un sacco di gente che come cambia mail ogni 2x3 ... cambiare account su facebook è piu' difficile. Poi dimentichi il piccolo particolare che se hai un contatto facebook hai ANCHE alemno un suo indirizzo mail...
          • panda rossa scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            C'è un sacco di gente che come cambia mail ogni
            2x3 ... E quella gente, deve aver cura di informare i corrispondenti.Non devo mica essere io a correre dietro ai miei corrispondenti.
            cambiare account su facebook è piu'
            difficile. Diciamo impossibile.
            Poi dimentichi il piccolo particolare
            che se hai un contatto facebook hai ANCHE alemno
            un suo indirizzo mail...Non lo so.Non ho contatti fb di nessuno non avendo fb.
          • krane scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Seven

            C'è un sacco di gente che come cambia mail ogni

            2x3 ...
            E quella gente, deve aver cura di informare i
            corrispondenti.
            Non devo mica essere io a correre dietro ai miei
            corrispondenti.

            cambiare account su facebook è piu'

            difficile.

            Diciamo impossibile.Anche perche' per il contratto che firmi all'iscrizione DEVI mettere i tuoi dati veri, altrimenti sei perseguibile.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Questo significa...
            per la legge ?Da qual che so io, ti chiedono la carta d'identità (con quale autorità?)
          • krane scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Sgabbio
            per la legge ?
            Da qual che so io, ti chiedono la carta
            d'identità (con quale autorità?)La solita: i loro 1000 avvocati contro il singolo privato.
          • luca scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            C'è un sacco di gente che come cambia mail ogni
            2x3 ... cambiare account su facebook è piu'
            difficile. Poi dimentichi il piccolo particolare
            che se hai un contatto facebook hai ANCHE alemno
            un suo indirizzo
            mail...con 10 ti mantieni un dominio personale (che, a differenza dell- account facciabuco, nessuno ti puó togliere squatting escludendo), con il quale puoi avere piú di una email (personalizzata) e che puoi anche usare nel tuo server preferito (anche domestico).ma questo il 99% degli utonti non lo capiscono ed allora correte tutti a mangiare la pappa da Facebook
          • ba1782 scrive:
            Re: Questo significa...
            Non si tratta di utonti. Non tutti hanno il tempo, la voglia (e le capacità, anche se su questo non sono d'accordo) di imparare cose nuove.Se qualcuno vuole usare un servizio che trova facile da usare, gratuito e potente, lo usa.Come ogni cosa però bisogna fare attenzione a come si usa tale mezzo.Che poi sia facebook, twitter, google, live!, o pinco-pallino, bisogna sempre fare attenzione.Tra quelli citati, quanti fanno data retention? Talvolta lo fanno arbitrariamente, altre volte lo fanno per darti un servizio migliore(dicono)...
          • krane scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            allora non hai capito a cosa serve
            facebook...tramite le ramificazioni delle
            conoscenze rintracci molti contatti. E poi metti
            che cambi lavoro comunque mantieni i contatti che
            possono sempre servire.
            E poi se ti chiedono l'amicizia puo' essere
            scortese rifiutare, ma oltre alle info generiche
            non vedono nulla.Scortese rifiutare ??(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Quello dei colleghi comunque
            era un caso di esempio. Metti un
            commerciante/artigiano che conosci in giro, è
            molto comodo avere il contatto ma non vedo perchè
            deve leggere le XXXXXXX che scrivo agli "A"mici
            ...
          • Seven scrive:
            Re: Questo significa...
            sai nel mondo reale esiste la diplomazia...ma voi siete tutti binbi-XXXXXXX... non ho detto che accetto tutte le richieste, ma a volte è comodo farlo. un click e si elimina mica firmi un contratto vero?
          • krane scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            sai nel mondo reale esiste la diplomazia...ma voi
            siete tutti binbi-XXXXXXX... non ho detto che
            accetto tutte le richieste, ma a volte è comodo
            farlo. un click e si elimina mica firmi un
            contratto vero?Quello l'hai firmato quando ti sei iscritto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Questo significa...
            - Scritto da: Seven
            sai nel mondo reale esiste la diplomazia...E che cosa c'entra fb col mondo reale?
            ma voi
            siete tutti binbi-XXXXXXX... Mi pare che sia tu qui quello che usa fb.Prima di dare del bimbo minkia agli altri, uno sguardo allo specchio non fa certo male.
            non ho detto che
            accetto tutte le richieste, ma a volte è comodo
            farlo. Comodo?
            un click e si elimina mica firmi un
            contratto vero?A quanto ho sentito dire, firmi piu' di un contratto... consegni tutti i tuoi dati al signor fb.
    • a b scrive:
      Re: Questo significa...
      In giro si legge un sacco di gente che scrive un po' con l'accento
      • . . . scrive:
        Re: Questo significa...
        Infatti di "Po" senza accento c'è solo il fiume.1pò´ ['pɔ]s.m.inv., var. avvtroncamento di poco, nell'uso familiarehttp://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemma.php?definizione=po&lemma=P08F9C00Ritenta, sarai più (con l'accento) fortunato. ;-)
        • Funz scrive:
          Re: Questo significa...
          - Scritto da: . . .
          Infatti di "Po" senza accento c'è solo il fiume.

          1pò´ ['pɔ]
          s.m.inv., var.

          avv
          troncamento di poco, nell'uso familiare

          http://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemm

          Ritenta, sarai più (con l'accento) fortunato. ;-)Ma che dizionario è? Lo sanno tutti che è sbagliato.Copio-incollo dal Garzanti: (evidenziazione mia) pocoSillabazione/Fonetica[pò-co]EtimologiaLat. pau¯cu(m)VediSinonimi e ContrariDefinizione tronc. po' (errato pò) , agg. indef. [pl. m. -chi; si elide com. solo in poc'anzi] che è in piccola quantità o misura, in piccolo numero: poco vino; poco denaro; poca pazienza; c'era poca gente; per pochi minuti; fra pochi mesi; in poche parole, riassumendo; essere di poche parole, essere una persona riservata; poche chiacchiere, pochi discorsi e sim., espressioni usate per tagliar corto | scarso, debole, insufficiente (con riferimento all'intensità): c'era poco vento; lo fa con poco entusiasmo; ho poca memoria; ha poca voglia di studiare | breve, corto: mi ci vorrà poco tempo; c'è poca strada da fare; c'è poco spazio qui | piccolo, esiguo: con poca spesa; essere poca cosa, essere scarso di quantità, qualità, valore, importanza e sim. || nella loc. avv. un po', meno com. un poco, ha valore attenuativo: è un po' più corto; sta un po' meglio di ieri; sono un po' stanca; mi ha fatto inquietare un poco | con valore enfatico: guarda un po' che cosa hai combinato!; dimmi un po', che intenzioni hai?; considera un po' tu se ti conviene | un bel po', parecchio, molto: è cresciuto un bel po' | un po'... un po'... , in parte... in parte...: un po' per il caldo, un po' per il rumore, si sentiva frastornato | un po' po', per antifrasi, notevole quantità: che po' po' d'impertinenza; che po' po' d'imbroglione, che grande imbroglione | niente po' po' di meno, nientedimeno || nella loc. agg. da poco, dappoco || nella loc. sost. m. e f. invar. poco di buono, persona poco raccomandabile, di dubbia onestà: quella lì è una poco di buono; sono dei poco di buono¶ pron. indef. [f. -a]1 ha gli stessi sign. dell'agg. e sottintende un sostantivo precedentemente espresso: «Hai del pane?» «Sì, ma ne ho poco»; «C'è ancora spazio nel baule?» «Poco»2 pl. non molte persone: eravamo in pochi; pochi, poche di noi; tu, io e pochi altri3 con valore neutro, in espressioni ellittiche: è poco che gli ho scritto, è poco tempo; sarà qui fra poco, fra poco tempo; da qui alla stazione c'è poco, poca distanza; oggi ho speso poco, poco denaro; ci corre poco, c'è poca distanza o poca differenza; ogni poco, ogni poco tempo, molto spesso | con lo stesso uso della loc. un po', meno com. un poco: aspettava da un bel po'; s'è spostato di un po'; avrebbe bisogno di guadagnare un poco di più. DIM. pochetto, pochettino, pochino4 con valore neutro, nel sign. di poca cosa, poche cose: oggi c'è poco da fare; per stasera mi rimane poco da studiare; se l'è presa per così poco!; e questo ti pare poco? | volerci poco a, per esprimere la facilità con cui può accadere o si può fare qualcosa: ci vuol poco a far succedere un guaio; ci voleva poco a capirlo | mancarci poco che, per indicare che un fatto sta per accadere (sempre seguito da frase negativa): mancò poco che non venisse | per poco non, quasi: per poco non cadeva | per poco, (ant.) quasi, pressappoco: ogni cosa cusì particularmente de' fatti d'Andreuccio le disse, come avrebbe per poco detto egli stesso (BOCCACCIO Dec. II, 5)5 con valore neutro, nel sign. di piccole quantità: un po' di pane; un po' di vino; «Vuoi ancora zucchero?» «Sì, un poco»; prendine un po' per volta; facciamo un po' per uno¶ s. m. ciò che è poco; in partic., pochi beni, poche sostanze: mi contento di poco; vive con quel poco che le ha lasciato il marito; Il poco è molto a chi non ha che il poco (PASCOLI).
        • a b scrive:
          Re: Questo significa...
          Ma se vuoi fare il fighetto, fallo almeno con le nozioni corrette.Alle elementari si imparano queste cose...Un po' è il troncamento di un poco ed i troncamenti si ottengono con l'aposfrofo
          • . . . scrive:
            Re: Questo significa...
            Ma dimmi un pò , ma ti pagano un tot al chilo per questi interventi ?
          • Non me scrive:
            Re: Questo significa...
            Inutile insegnare a chi non vuol imparare nemmeno un po'!
  • Liquid S. scrive:
    profili falsi
    Molti profili sono falsi forse perchè le persone hanno voglia di nascondere la propria identità e mostrare quello che nella reltà non possono fare..tanto sono protetti dal "virtuale"...una sorta di "eroi" mascherati in giro per la rete...
    • Neruten scrive:
      Re: profili falsi
      ed è giusto che sia cosi... ovviamente senza danneggiare nessuno
      • krane scrive:
        Re: profili falsi
        - Scritto da: Neruten
        ed è giusto che sia cosi... ovviamente senza
        danneggiare nessunoE' parte del fascio della rete non sapere chi hai dall'altra parte, se maschio, femmina, bianco, nero, giallo. Avversario politico o facente parte di una nazione in guerra con la tua.
        • hiwih scrive:
          Re: profili falsi
          tenetevi pure il fascio della rete
          • krane scrive:
            Re: profili falsi
            - Scritto da: hiwih
            tenetevi pure il fascio della reteOppss. fascino :D
        • Papple scrive:
          Re: profili falsi
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: Neruten

          ed è giusto che sia cosi... ovviamente senza

          danneggiare nessuno

          E' parte del fascio della rete non sapere chi hai
          dall'altra parte, se maschio, femmina, bianco,
          nero, giallo. Avversario politico o facente parte
          di una nazione in guerra con la
          tua.Questo è vero per quanto riguarda la rete in generale, il controsenso nel caso specifico è che se Facebook serve per ritrovare vecchi amici che hai perso di vista (questo hanno sempre dichiarato) se la stragrande maggioranza dei profili sono falsi, mi chiedo chi cavolo ritrovi.poi ci sarebbe da chiedersi: ma se non ho ritenuto importante mantenere i contatti con una persona (io con lui e lui con me), perché poi dovrebbe fregarmene qualcosa ritrovarla dopo tanti anni o XXXXXXX a lui di ritrovare me? Alla fine tutto si riduce a: "ciao sono pippo" "pippo chi?" "il tuo compagno delle elementari" "ora ricordo, come stai?" "io bene e tu?" "anche io" "ci sentiamo qui qualche volta ok?" "sicuramente" "allora ciao" "ciao" fine delle trasmissioni per altri 20 anni
          • krane scrive:
            Re: profili falsi
            Scritto da: Papple
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Neruten


            ed è giusto che sia cosi... ovviamente senza


            danneggiare nessuno

            E' parte del fascio della rete non sapere chi

            hai dall'altra parte, se maschio, femmina,

            bianco, nero, giallo. Avversario politico o

            facente parte di una nazione in guerra con la

            tua.
            Questo è vero per quanto riguarda la rete in
            generale, il controsenso nel caso specifico è che
            se Facebook serve per ritrovare vecchi amici che
            hai perso di vista (questo hanno sempre
            dichiarato) se la stragrande maggioranza dei
            profili sono falsi, mi chiedo chi cavolo
            ritrovi.Infatti facebook non fa parte del discorso che facevo prima.
            poi ci sarebbe da chiedersi: ma se non ho
            ritenuto importante mantenere i contatti con una
            persona (io con lui e lui con me), perché poi
            dovrebbe fregarmene qualcosa ritrovarla dopo
            tanti anni o XXXXXXX a lui di ritrovare me?

            Alla fine tutto si riduce a:
            "ciao sono pippo"
            "pippo chi?"
            "il tuo compagno delle elementari"
            "ora ricordo, come stai?"
            "io bene e tu?"
            "anche io"
            "ci sentiamo qui qualche volta ok?"
            "sicuramente"
            "allora ciao"
            "ciao"

            fine delle trasmissioni per altri 20 anni
Chiudi i commenti