NoLogo/ MyPiù

La forma del web condiziona la user experience. Cambiare siti e interfacce per cambiare l'immagine dell'azienda. La semplicità? Paga

Milano – 1. Ricevi una bella mail da VolareWeb che ti dice “ehi, se prenoti entro domani sera hai il 50% di sconto”. Ci pensi un po’, vai sul sito, provi a vedere quanto costa un volo per Bari e non ti sembra che ci sia una gran convenienza. Guardi meglio e in home page c’è un enorme banner rotante che hai ovviamente ignorato. Se clicchi sul banner e provi a prenotare da lì, ecco che hai il tuo sconto.

2. Prenoti un treno sul sito Ferrovie dello Stato e non hai un prezzo finché non scegli una tariffa da un menu a tendina dove l’unica voce comprensibile è “Standard” (quella scontata è “Amica”, ci si può arrivare, ma acquistare un biglietto con Amica non è facilissimo).

3. Compri online un volo Ryanair e se proprio non dedichi al form tutta la tua attenzione ti ritrovi ad aver comprato l’assicurazione medica e di viaggio (utilità molto vicino allo zero) e ad aver pagato il supplemento per imbarcare il bagaglio anche se viaggi solo con uno zaino. Lo spiegano bene Luca Conti e Claudio Vaccaro con il post Ryanair: low cost a danno dei clienti .

Esperienze di questo tipo sono abbastanza comuni in rete: troppo spesso acquistare qualcosa online è inutilmente complicato, sempre più spesso le complicazioni vanno a vantaggio di chi vende. Ma si tratta di dolo o di semplice disinteresse per la qualità della user experience? In una situazione in cui il web design è ancora un’arte padroneggiata da pochi, non si può escludere a priori che errori come quello di VolareWeb dipendano più dalle rigidità del sistema di prenotazione che da una precisa volontà di fregare il cliente attirato da una promozione.

Il punto diventa quindi un altro: quando si vende online, l’usabilità di un form non è più una “semplice” questione di qualità del servizio e di trasparenza del processo di vendita. I danni di immagine di interfacce di questo tipo, come della difficoltà di trovare le informazioni sui siti, possono essere letali e in alcuni casi arrivare a configurare problemi legali.

Abbassare i costi (e i prezzi di conseguenza) è una buona strategia di vendita, ma bisogna fare attenzione a non abbassare la qualità del servizio oltre la soglia di sopportazione anche del cliente interessato solo a spendere il meno possibile, a partire dal sito che fa da biglietteria. Altrimenti si rischia di finire come MyAir , che ha pecche un po’ più gravi di un form poco usabile, al punto di guadagnarsi il badge “my air, my più”.

Mafe de Baggis
Maestrini per Caso

Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo scrive:
    Panorama fantastico???
    Abbiamo gusti decisamente diversi!
  • ciuski scrive:
    visti??
    si ma coi visti come hai fatto? amazon ti ha sponsorizzato per un h1b?
    • Luca scrive:
      Re: visti??
      Ma mi domando che razza di gente scrive su questo forum..Per rispondere a te:il visto turistico per gli stati uniti per 3 mesi lo danno a chiunque (cittadino italiano).per rispondere a un po' di gente qua intorno:ovvio che il viaggio etc.. e' stato pagato dall azienda.in generale:il post puo' sembrare un po' sbruffone, ma penso che voglia solo trasmettere il messaggio "dateci dentro che ogni tanto capita di farcela". Niente di piu, niente di meno.. non state a rosicare :PPeace and love
  • Santos-Dumont scrive:
    Non ho capito una cosa...
    Cos'é Second Life?Io ho solo First Life! Devo preoccuparmi?!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Comunque, in bocca al lupo!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 maggio 2008 23.40-----------------------------------------------------------
  • unistrapg scrive:
    Unistrapg
    Con i miei migliori auguri a Simone per il suo futuro professionale e personale, e con somma tristezza per i toni pieni di livore e nervosismo che riscontro in questo forum da parte di troppi commentatori, vorrei richiamare l'attenzione sulla realtà del posto statale/universitario che Simone giustamente critica ma che forse ingiustamente ora irride: sarà pure stato un lavoro privo di stimoli e prospettive, ma ha lasciato a Simone ampio margine per crearsene di suoi. E' infatti questa realtà disfunzionale e accidiosa, che certo non promuove l'impegno e l'entusiamo, che ha consentito a Simone di coltivare (spero in parallelo e non all'interno dell'orario di lavoro) tanti progetti, interessi e lavori dei quali lui stesso ci ha informato dalle righe del suo blog. Va detto che quel tipo di impiego per chi è volenteroso e preparato come Simone è la fonte sicura di un reddito a basso sforzo a cui affiancare quello prodotto dalle proprie iniziative sviluppate nel tanto tempo libero (e, ripeto, a volte nel tempo che non dovrebbe essere libero, a scapito del servizio che si dovrebbe rendere e, in un circolo vizioso, dell'opinine che abbiamo dei dipendenti pubblici).Bando alle ipocrisie: in Italia, specialmente per i ruoli tecnici, il posto pubblico è ambitissimo perché una volta ottenuto, dice lo stesso Simone, "non puoi essere licenziato" anche se continui a mungere l'istituzione mentre la tua produttività crolla perché svolgi (o cerchi) altre attività sfruttando ferie, permessi e aspettative varie.Il posto pubblico non è di sicuro la realtà soffocante che Simone sembra suggerire: nel ruolo del lavoro da cui fuggire vedrei meglio quello del co.co.pro o del finto-libero-professionista, carne da macello per body-rental a 1200 euro al mese e 11 ore al giorno, e soprattutto niente ferie pagate da sfruttare per presentarsi a colloqui multipli con multinazionali che ti apprezzano.Il percorso esemplare e pieno di spunti motivanti che Simone ha deciso di portare alla nostra attenzione forse (dico forse) non avrebbe potuto svilupparsi altrettanto bene fuori dal contesto della "unistrapg".
  • aghost scrive:
    Anche lui "ballmerizzato"...
    Intanto tanti auguri al nostro amico! Premetto che sono abbastanza in là con gli anni per non provare nessuna invidia, e non dubito assolutamente della sua preparazione. Quello che piuttosto mi lascia perplesso è la sua "ballmerizzazione", cioé la filosofia dei mega manager americani che somiglia tanto alle esaltazioni da setta religiosa. Chi ha visto il video di Steve Ballmer in rete, che ad una convention Microsoft entra sul palco come un orso e saltando come un invasato al suono della musica, urla, con le vene del collo che gli scoppiano "I love this corporation!", sa di cosa parlo :) Può darsi che oggi si debba fare così, votarsi integralmente all'azienda, come i giapponesi o i cinesi, o come gli americani nei casi meno peggio, correre nella ruota come un criceto: l'azienda è la tua vita, in cambio dei soldi e del successo... Ne vale la pena? Noi italianuzzi saremo meno arrivisti e meno competitivi, ma non è detto che debba per forza essere un male... O no?http://www.aghost.wordpress.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 maggio 2008 19.56-----------------------------------------------------------
    • Get Real scrive:
      Re: Anche lui "ballmerizzato"...
      - Scritto da: aghost
      Noi italianuzzi
      saremo meno arrivisti e meno competitivi, ma non
      è detto che debba per forza essere un male... O
      no?
      Si, è un male se non vuoi essere schiacciato. L'economia è ormai globalizzata e l'arrivismo è la legge. O produci o sei fuori, o guadagni o sei morto. Questa è, e sarà per sempre, l'unica realtà. Il futuro è un'eterna guerra tra poveri, mentre i pochi fortunati rideranno dall'alto delle loro intoccabili posizioni finanziarie, difese fino all'estremo con l'uso massiccio e legalizzato della violenza.
    • Paolo scrive:
      Re: Anche lui "ballmerizzato"...
      Sono in accordo con te al 100% !!Saluti
    • deamwayzzat o xenufilo scrive:
      Re: Anche lui "ballmerizzato"...
      - Scritto da: aghost
      Intanto tanti auguri al nostro amico! Premetto
      che sono abbastanza in là con gli anni per non
      provare nessuna invidia, e non dubito
      assolutamente della sua preparazione. Quello che
      piuttosto mi lascia perplesso è la sua
      "ballmerizzazione", cioé la filosofia dei mega
      manager americani che somiglia tanto alle
      ealtazioni da setta religiosa. hai riassunto tutto :)alla fine diventano "o sei come me o non sei degno di quelli come me".

      Chi ha visto il video di Steve Ballmer in rete,
      che ad una convention Microsoft entra sul palco
      come un orso e saltando come un invasato al suono
      della musica, urla, con le vene del collo che gli
      scoppiano "I love this corporation!", sa di cosa
      parlo :)basta andare ad un raduno nazionale di Amway per farsi la stessa idea, purtroppo... io ci sono andato da convinto ma quando m'è venuto da ridere a crepapelle ho capito guardandomi intorno e vedendo gli sguardi di gente "ma come, non ami tutto questo?" che volgevano all'odio, ho capito che una buona idea veniva trasformata in tutt'altro
      Può darsi che oggi si debba fare così, votarsi
      integralmente all'azienda, come i giapponesi o i
      cinesi, o come gli americani nei casi meno
      peggio, correre nella ruota come un criceto:
      l'azienda è la tua vita, in cambio dei soldi e
      del successo... Ne vale la pena? Noi italianuzzi
      saremo meno arrivisti e meno competitivi, ma non
      è detto che debba per forza essere un male... O
      no?sono completamente d'accordo con te.Forse sarò un perdente, ma se devo lavorare come un microbo per arrivare a fine meta, tanto come tutti gli altri... preferisco godermi il viaggio, invece.
  • the logan run scrive:
    anche io come lui
    Vorrei raccontare la mia di storia.Anche io come brunozzi sono dovuto andarmene dal mio paese.sono una persona di una certa notorieta' in ambito internazionale (ho partecipato a rfc, planning di cambi architetture software in enormi aziende che facevano altri tipi di software) ma non voglio star qui a fare il pavone... sarebbe inutile e ridicolo.la mia fuga e' avvenuta tre anni fa. In italia sapevano quanto valevo, sapevano cosa avevo scritto e cosa avevo fatto a livello internazionale, ma nessuno dico nessuno voleva assumermi direttamente, ah come consulente del consulente del consulente a progetto o a partita iva a fare la fame... Tutti ben disposti, anche le stesse aziende che rifiutavano la mia assunzione.Ero stanco di prendere meno di 30 mila euro l'anno, di litigare per i buoni pasto e per la macchina aziendale e per i rimborsi dei viaggi.Stanco di vedere, dirigenti talmente idioti e raccomandati che facevano danni e venivano promossi.Stanco sopratutto di promesse mai mantenute e di contratti firmati facendo finta di non saper leggere, perche' se li si leggevano si aveva voglia di infilarli al body rental come sonda rettale.Mi dispiace essermene andato, gli amici i familiari, per la ragazza no, perche' quando ho visto che pur avendole trovato la visa e avendole gia' trovato un lavoretto part-time, mi aveva risposto: no grazie qui ho le amiche... li' e' stato un bene perche' mi sono reso con che razza di stronbola ero stato per 3 anni.Sto bene, vengo pagato bene, ho un bel lavoro, vengono riconosciuti i miei sforzi e le persone qui mi riconoscono tutto il lavoro che ho fatto in precendenza, ed e' bello vedere altri esperti quando spieghi certe cose che ti guardano estasiati non come in italia che dovevi ripetere otto volte anche il concetto piu'semplice...ma che devo dirvi, mi dispiace e si sono amareggiato di aver dovuto lasciare il mio paese dove sono nato e dove sono le mie radici e la mia cultura.pero' la vita e' fatta cosi' ci sono decisioni che vanno prese a malincuore magari ma vanno fatte se sono per il tuo bene.Mi dispiace aver letto tutto questo livore nei confronti di brunozzi, devo dire che anche non ho apprezzato certe frasi nell'articolo autoincensanti, ma col tempo si rendera' conto che c'e' parecchia strada da fare ed e' tutta in salita, gli auguro buon lavoro, camminando sempre a testa alta ma con quel pizzico di umilta' che non fa perdere la testa.Ho letto con rammarico parecchi commenti di italiani che con invidia e livore hanno dubitato delle capacita' della persona e anche della sua qualifica. In amazon e lo so di mio, se non sei bravo non entri.Ho avuto qualche sorrisetto di malizia, leggendo i naturisi che preferiscono le belle passeggiate all'aria aperta in italia (come se l'aria aperta ci fosse solo la' Seattle e' una bella citta sapete e come new york ha parecchi parchi meravigliosi) qualcuno ha scritto con ironia consoliamoci con l'aglietto, beh e' la stessa cosa che io ho pensato leggendo tali commenti.un po' come la volpe e l'uva.Io se fossi in voi invece di pensare a fare GIRMI IL NATURISTA, penserei al perche' all'estero si guadagna il triplo, si fa una vita decente (faccio il mio lavoro senza ammazzarmi e senza grattarmi) Gli italiani preferiscono chiudere gli occhi per non vedere il baratro che gli si para davanti agli occhi, ma e' proprio cosi che ci si finisce dentro, facendo finta di non averlo visto.Cominciate tutti, se volete vivere in italia decentemente a dire no a contratti capestro ad aziende a triplo salto mortale body rental e ha dire a voi stessi: io questo lo faccio per campare e poi per passione, perche' con la passione questi quattro figli di androcchia ci hanno fregatiauguri a tutti ne avrete bisognoda L.A
    • Anselmo Talotta scrive:
      Re: anche io come lui
      "sono una persona di una certa notorieta' in ambito internazionale"ma ti rendi conto di quanto assomiglia a Anche io godo di una certa popolarita'... ciao, giova'!di Ecceziunale veramente?LOL!Solo per ridere un po', per il resto ho apprezzato lo stile del tuo messaggio.E cosi, en passant, mica conosci qualche bel club con musica dal vivo da provare?:-)
      • the logan run scrive:
        Re: anche io come lui


        E cosi, en passant, mica conosci qualche bel club
        con musica dal vivo da
        provare?

        :-)ma che c'entra ?
    • Mik scrive:
      Re: anche io come lui
      - Scritto da: the logan run
      ma non voglio star qui a fare il pavone... sarebbe
      inutile e
      ridicolo.è questo il punto, lui ha pavoneggiato dalla prima all'ultima parola.se frequentavi PI anche mesi fa, ti ricorderai che prima dei consueti articoli settimanali di Cubasia, c'era un periodo in cui ogni venerdì un italiano all'estero raccontava la sua storia, dicendo appunto che la stava molto meglio, e le risposte erano tutte del tenore "bravo", "hai fatto bene", "si anch'io vorrei trasferirmi", ...non si tratta di invidia dei commentatori, ma di mancanza di pudore.
      un po' come la volpe e l'uva.
      Io se fossi in voi invece di pensare a fare
      GIRMI IL NATURISTA, penserei al perche'
      all'estero si guadagna il triplo, si fa una vita
      decente (faccio il mio lavoro senza ammazzarmi e
      senza grattarmi)leggevo pochi giorni fa, che con il dollaro così basso,attualmente la paga oraria netta nelle industrie statunitensi è inferiore del 16% a quella europea, non ho il dato per il settore IT, tu dici che è tripla, a me sembra tanto, comunque considera che qui il costo aziendale è quasi il triplo della paga netta, il resto se ne va in contributi pensionistici/tasse/imposte, che poi tornano al lavoratore come servizi che negli stati uniti usufruisci in maniera molto ridotta. se ti ammali quanto spendi? per far andare a scuola i tuoi figli quanto dovrai spendere? ecc. ecc.poi c'è il discorso della qualità della vita, che tu ridicolizzi, dal cibo, ai paesaggi, alla sicurezza (tanto per dire avete un tasso di omicidi 10 volte superiore a quello italiano, e per un nonnulla rischiate la galera), agli affetti famigliari, agli amici, ....tutto questo non per svilire chi sceglie da andare negli usa, o in un altro paese, anzi anch'io ho una mezza idea di trasferirmi,ma solo per affermare che chi rimane qui non necessariamente si comporta come volpe con l'uva.entrambe sono scelte individuali che vanno rispettate,perché ognuno ha la propria scala di valori (c'è chi da più importanza alla famigli, chi alla carriera, ecc.),e tramite questa pondera i pro e i contro dell'emigrazione.se fosse tutto oro saremmo già tutti li.auguri anche a te
    • Picard scrive:
      Re: anche io come lui

      Ho avuto qualche sorrisetto di malizia, leggendo
      i naturisi che preferiscono le belle passeggiate
      all'aria aperta in italia (come se l'aria aperta
      ci fosse solo la' Seattle e' una bella citta
      sapete e come new york ha parecchi parchi
      meravigliosi) qualcuno ha scritto con ironia
      consoliamoci con l'aglietto, beh e' la stessa
      cosa che io ho pensato leggendo tali
      commenti.
      un po' come la volpe e l'uva.
      Io se fossi in voi invece di pensare a fare
      GIRMI IL NATURISTA, penserei al perche'
      all'estero si guadagna il triplo, si fa una vita
      decente (faccio il mio lavoro senza ammazzarmi e
      senza grattarmi)Un post apparentemente maturo e open-minded se non fosse che alcuni di voi non riescono prorpio a capire CHE SIAMO DIVERSI.Ma è così difficile?????Un lavoro da 1400 euro al mese io e uno la mia compagna, molti pomeriggi e tutti i week-end liberi e soprattutto il desiderio FORTISSIMO di non lasciare MAI le mie radici, la mia terra, il mio mare, i miei amici, la mia famiglia, la gente con cui sono cresciuto, i legami INDISSOLUBILI che ho creato che per me sono IL VERO SUCCESSO della mia vita, la realizzazione totale.Il lavoro PER ME è solo un sostentamento, un ausilio, una base in cui - tra l'altro - ho anche la fortuna di riuscire e trovarmi bene.BASTA, per il resto PER ME la vita è solo stare bene... e nessuno condanna chi per stare bene ha bisogno assoluto che la società riconosca le sue qualità con un posto ben retribuito e di "alto profilo sociale"... riuscite a capirlo???Non ho niente contro nessuno, e non capisco perchè qui tutti vogliano accanirsi contro chi ha desideri DIVERSI... come faranno ad essere persone di successo se sono così chiuse...Tutto qui... calmatevi, vivete la vostra vita e non cercate di imporre a tutti i costi i vostri canoni agli altri.. ascoltate come vivono gli altri e cercate di prendere un po' da tutti.. un po' d'umiltà cazzo, tutto qui, mica esiste la verità assoluta !!!Ognuno ha la sua, basta saperci ascoltare.. anche se so che qualcuno troverà il modo di insultare anche questo mio pensiero così semplice...
      • zagor scrive:
        Re: anche io come lui
        - Scritto da: Picard

        Ho avuto qualche sorrisetto di malizia,
        leggendo

        Un post apparentemente maturo e open-minded se
        non fosse che alcuni di voi non riescono prorpio
        a capire CHE SIAMO
        DIVERSI.
        Ma è così difficile?????
        Un lavoro da 1400 euro al mese io e uno la mia
        compagna, molti pomeriggi e tutti i week-end
        liberi e soprattutto il desiderio FORTISSIMO di
        non lasciare MAI le mie radici, la mia terra, il
        mio mare, i miei amici, la mia famiglia, la gente
        con cui sono cresciuto, i legami INDISSOLUBILI
        che ho creato che per me sono IL VERO SUCCESSO
        della mia vita, la realizzazione
        totale.leggi sfigato che vuole le mutande pulite e la cena pronta da mamma e papa
        Il lavoro PER ME è solo un sostentamento, un
        ausilio, una base in cui - tra l'altro - ho anche
        la fortuna di riuscire e trovarmi
        bene.bravo allora perche' non vai a vendere i gelati per stradae un sostentamento pure quello.se questo lavoro lo fai per sostentarti vai a fare qualche altra cosa
        BASTA, per il resto PER ME la vita è solo stare
        bene... e nessuno condanna chi per stare bene ha
        bisogno assoluto che la società riconosca le sue
        qualità con un posto ben retribuito e di "alto
        profilo sociale"... riuscite a
        capirlo???ovvero fregarsene se vivi di cacca, se vieni sfruttato:tipico ragionamento italiota, la partita, gli spaghettiecco perche' in italia le cose non cambiano mai!
        Non ho niente contro nessuno, e non capisco
        perchè qui tutti vogliano accanirsi contro chi ha
        desideri DIVERSI... come faranno ad essere
        persone di successo se sono così
        chiuse...ahahahah MA ROTFL morirsi di fame, senza futuro, senza pensione, senza malattia e con il rischio di trovarsi la casa e i mobili pignorati la chiami alternativa?BUAHAHAAHHARIDICOLO.
        Tutto qui... calmatevi, vivete la vostra vita e
        non cercate di imporre a tutti i costi i vostri
        canoni agli altri.. ascoltate come vivono gli
        altri e cercate di prendere un po' da tutti.. un
        po' d'umiltà cazzo, tutto qui, mica esiste la
        verità assoluta
        !!!Se mi permetti gente come te non hanno assolutamente da insegnarmi a me, sei uno che vuole stare con mamma e papa fino a 50 anni.scusa ma io e te per fortuna non abbiamo niente da condividere e tu NON HAI ASSOLUTAMENTE NIENTE DA INSEGNARMI.
        Ognuno ha la sua, basta saperci ascoltare.. anche
        se so che qualcuno troverà il modo di insultare
        anche questo mio pensiero così
        semplice...ECCO PERCHE' IL NOSTRO PAESE VA IN MALORATi tagliano lo stipendio? Ti lasciano a progetto? non hai un futuro ne' per te ne' per i tuoi figli?basta che ci stanno la pastasciuttacari italiani buona fine catastrofica.VE LA MERITATE
      • snem scrive:
        Re: anche io come lui
        effettivamente... gli insulti stanno nell'altro post (deplorevoli).Comunque c'è da dire che parli di 1400 euro + altrettanti dalla tua compagna, del mare e del tempo libero. Ci metterei la firma. Le mie alternative erano un insicuro concorso per dottorato (quanto è la borsa di studio? 800?) da fare dopo mesi, lavori da 15 giorni a 800 euro al mese, in una città, Napoli, che non è vivibile anche se c'è il mare. Nessuna sicurezza, pochissimo spazio per crescere. Mi dirai: è la gavetta, la fanno tutti. Bene la faccio anche qui in Spagna e mi conviene di più: mi pagano di più, faccio un lavoro per il quale ho studiato ed ho anche + tempo libero. I sacrifici ci sono, ma sono minori. Ovviamente, se avevo a disposizione un lavoro degno da 1400 euro, il "mare", un lavoro per mia moglie e non avevo più cammorristi che spazzatura sotto casa, più stress che tempo per arrivare al lavoro, più incazzature che respiri, CERTO, sarei rimasto.Non si tratta di canoni, di gusti, di essere "diversi": molti emigrano anche per necessità.
        • Picard scrive:
          Re: anche io come lui
          - Scritto da: snem
          effettivamente... gli insulti stanno nell'altro
          post
          (deplorevoli).
          Comunque c'è da dire che parli di 1400 euro +
          altrettanti dalla tua compagna, del mare e del
          tempo libero. Ci metterei la firma.

          Le mie alternative erano un insicuro concorso per
          dottorato (quanto è la borsa di studio? 800?) da
          fare dopo mesi, lavori da 15 giorni a 800 euro al
          mese, in una città, Napoli, che non è vivibile
          anche se c'è il mare. Nessuna sicurezza,
          pochissimo spazio per crescere.

          Mi dirai: è la gavetta, la fanno tutti. Bene la
          faccio anche qui in Spagna e mi conviene di più:
          mi pagano di più, faccio un lavoro per il quale
          ho studiato ed ho anche + tempo libero. I
          sacrifici ci sono, ma sono minori. Ovviamente, se
          avevo a disposizione un lavoro degno da 1400
          euro, il "mare", un lavoro per mia moglie e non
          avevo più cammorristi che spazzatura sotto casa,
          più stress che tempo per arrivare al lavoro, più
          incazzature che respiri, CERTO, sarei
          rimasto.
          Non si tratta di canoni, di gusti, di essere
          "diversi": molti emigrano anche per
          necessità.Grazie per il tuo post costruttivo, condiviso e che illustra SUL SERIO una condizione comune a molti.Non nego infatti di essere fortunato e ammiro chi, come te, decide di lasciare tutto dopo averci almeno provato qui in Italia.Ho lavorato per 10 anni a stipendi risibili per arrivare, solo adesso, a uno stipendio dignitoso, niente in paragone all'evangelista del 2000 ma è quello che mi bastava per poter restare qui dove amo essere, nel Paese che amo, senza i soliti distruttivismi contro tutto e tutti che ultimamente qualcuno molto più famoso di me sta alimentando clamorosamente.E grazie ancora per aver comunicato un tuo sincero ed educato pensiero, cosa sempre più rara.
  • Olmo scrive:
    Ghiacciati
    Sei andato a fare il venditore, che te stai a vantà?
  • Anselmo Talotta scrive:
    Se non ti calmi finisci come Icaro
    Sono sicuro che, narcisista come sei, leggerai tutti i commenti su Punto Informatico, cosi mi risparmio di visitare il tuo blog, rischiando di farmi venire il mal di pancia.Io mi trovo in una condizione incredibilmente simile alla tua: ho trentun'anni, ero frustrato per la mia situazione lavorativa di programmatore web e ho colto al volo a inizio anno l'opportunita' offerta da una importante societa' di videogiochi e trasferirmi a Parigi. E anche io ho avuto la possibilita', tremendamente cool, di fare un periodo di formazione nella sede principale, in US. E cosi' ora sto scrivendo dalla California del sud, a 10 km dalle spiagge dell'oceano pacifico.Ti dico questo cosi capisci che non e' per invidia che ti dico che stai esagerando, che ti sei lasciato predere la mano dall'entusiasmo, oltretutto avendo gia una personalita' gia completamente priva di modestia e alquanto narcisista. Hai fatto bene, sei stato bravissimo, ma a furia di volare cosi alto ti bruci le ali, e un sacco di opportunita di crescere realmente.Parli come uno che e' gia' arrivato, mentre le tue vere sfide iniziano adesso. Se non la smetti subito di farti i pompini da solo, alla prima difficolta' che non sei preparato ad affrontare finisci soffocato. Sei un tipo tosto, e capisco il tuo entusiasmo, e' lo stesso che provo anche io in questo momento, ma da solo contro il mondo sei fottuto lo stesso. Quindi fatti una bella dose di umilta', renditi conto che non sei nessuno, che hai solo trovato un bel lavoro, che devi ancora dimostrare tutto. E in bocca al lupo
  • pInOSX scrive:
    Mah, aspettiamo qualche mese...
    E' Ancora presto per parlare, in effetti sono pochi mesi....vediamo come va a finire tra 2-3 anni....in bocca al lupo
  • Nome e cognome scrive:
    colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
    Se capitasse a me, dovrei rinunciare. Non ho 1000 euro per andare in USA.Però mi piacerebbe almeno poter visitare il Lussemburgo, ma per adesso non posso fare nemmeno questo.Si, vivo ancora con i miei nonni...(e ancora per poco perché ormai pure loro.....).
    • shroeder scrive:
      Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
      - Scritto da: Nome e cognome
      Se capitasse a me, dovrei rinunciare. Non ho 1000
      euro per andare in
      USA.
      Però mi piacerebbe almeno poter visitare il
      Lussemburgo, ma per adesso non posso fare nemmeno
      questo.
      Si, vivo ancora con i miei nonni...(e ancora per
      poco perché ormai pure
      loro.....).Sì ma negli Stati Uniti se trovi l'azienda mica puoi andarci. Prima devi partecipare al sorteggio per la Greencard. Linus Torvalds ha dovuto aspettare per non so quanti anni.
      • shroeder scrive:
        Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
        - Scritto da: shroeder
        - Scritto da: Nome e cognome

        Se capitasse a me, dovrei rinunciare. Non ho
        1000

        euro per andare in

        USA.

        Però mi piacerebbe almeno poter visitare il

        Lussemburgo, ma per adesso non posso fare
        nemmeno

        questo.

        Si, vivo ancora con i miei nonni...(e ancora per

        poco perché ormai pure

        loro.....).

        Sì ma negli Stati Uniti se trovi l'azienda mica
        puoi andarci. Prima devi partecipare al sorteggio
        per la Greencard. Linus Torvalds ha dovuto
        aspettare per non so quanti
        anni.Intendo dire: se trovi un'azienda che ti assume in USA poi c'è il sorteggio. Per questo molte aziende tipo la microsoft quando vogliono qualcuno subito lo fanno assumere nella sede in Canada che è a due passi da Seattle.
        • ma non diciamo fregnaccie per favore scrive:
          Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
          - Scritto da: shroeder
          - Scritto da: shroeder

          - Scritto da: Nome e cognome


          Se capitasse a me, dovrei rinunciare. Non ho

          1000


          euro per andare in


          USA.


          Però mi piacerebbe almeno poter visitare il


          Lussemburgo, ma per adesso non posso fare

          nemmeno


          questo.


          Si, vivo ancora con i miei nonni...(e ancora
          per


          poco perché ormai pure


          loro.....).



          Sì ma negli Stati Uniti se trovi l'azienda mica

          puoi andarci. Prima devi partecipare al
          sorteggio

          per la Greencard. Linus Torvalds ha dovuto

          aspettare per non so quanti

          anni.

          Intendo dire: se trovi un'azienda che ti assume
          in USA poi c'è il sorteggio. Per questo molte
          aziende tipo la microsoft quando vogliono
          qualcuno subito lo fanno assumere nella sede in
          Canada che è a due passi da
          Seattle.aridagli con sta storia di parlare senza sapere, ma parlate tutti per sentito dire.Si chiama sponsorship se una azienda americana di assume ti da la sponsorship ma ogni 6 mesi un anno devi andare in immigrazione aggiornare il permesso di soggiorno.Non diciamo cretinate per favore.Quando arrivai io, un collega indiano non pote' partecipare alla riunione scusandosi ma doveva fare il suo rinnovo annuale presso la sede governativa ed era li per cui non spariamo a cannonate le stupidaggini piu' assurdeil problema e' un altro trovare una azienda americana che ti ritenga cosi bravo da avere bisogno di te al posto di un'altro americano.
          • shroeder scrive:
            Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
            - Scritto da: ma non diciamo fregnaccie per favore
            - Scritto da: shroeder

            - Scritto da: shroeder


            - Scritto da: Nome e cognome



            Se capitasse a me, dovrei rinunciare. Non ho


            1000



            euro per andare in



            USA.



            Però mi piacerebbe almeno poter visitare il



            Lussemburgo, ma per adesso non posso fare


            nemmeno



            questo.



            Si, vivo ancora con i miei nonni...(e ancora

            per



            poco perché ormai pure



            loro.....).





            Sì ma negli Stati Uniti se trovi l'azienda
            mica


            puoi andarci. Prima devi partecipare al

            sorteggio


            per la Greencard. Linus Torvalds ha dovuto


            aspettare per non so quanti


            anni.



            Intendo dire: se trovi un'azienda che ti assume

            in USA poi c'è il sorteggio. Per questo molte

            aziende tipo la microsoft quando vogliono

            qualcuno subito lo fanno assumere nella sede in

            Canada che è a due passi da

            Seattle.

            aridagli con sta storia di parlare senza sapere,
            ma parlate tutti per sentito
            dire.
            Si chiama sponsorship se una azienda americana di
            assume ti da la sponsorship ma ogni 6 mesi un
            anno devi andare in immigrazione aggiornare il
            permesso di
            soggiorno.
            Non diciamo cretinate per favore.
            Quando arrivai io, un collega indiano non pote'
            partecipare alla riunione scusandosi ma doveva
            fare il suo rinnovo annuale presso la sede
            governativa ed era li

            per cui non spariamo a cannonate le stupidaggini
            piu'
            assurde
            il problema e' un altro trovare una azienda
            americana che ti ritenga cosi bravo da avere
            bisogno di te al posto di un'altro
            americano.Datti pure una calmata. Da come scrivi mi sa che hai anche una bassa considerazione di te stesso come tutti quelli che devono scrivere "non diciamo stupidaggini" ogni due righe. Se hai delle precisazioni da fare falle, ma senza modi da frustrato. Resta cmq il fatto che parli di un visto temporaneo e mi pare anche che siano rigidi sulle qualifiche che deve avere una persona. Nell'ottica del lungo periodo stai sempre lì con la paura che non ti venga rinnovato. Non mi sembra il modo ideale per costruirsi una vita.
          • ma non continuiam o a dire cose risibili scrive:
            Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
            - Scritto da: shroeder
            - Scritto da: ma non diciamo fregnaccie per favore

            - Scritto da: shroeder


            - Scritto da: shroeder



            - Scritto da: Nome e cognome




            Se capitasse a me, dovrei rinunciare. Non
            ho



            1000




            euro per andare in




            USA.




            Però mi piacerebbe almeno poter visitare
            il




            Lussemburgo, ma per adesso non posso fare



            nemmeno




            questo.




            Si, vivo ancora con i miei nonni...(e
            ancora


            per




            poco perché ormai pure




            loro.....).







            Sì ma negli Stati Uniti se trovi l'azienda

            mica



            puoi andarci. Prima devi partecipare al


            sorteggio



            per la Greencard. Linus Torvalds ha dovuto



            aspettare per non so quanti



            anni.





            Intendo dire: se trovi un'azienda che ti
            assume


            in USA poi c'è il sorteggio. Per questo molte


            aziende tipo la microsoft quando vogliono


            qualcuno subito lo fanno assumere nella sede
            in



            Canada che è a due passi da


            Seattle.



            aridagli con sta storia di parlare senza sapere,

            ma parlate tutti per sentito

            dire.

            Si chiama sponsorship se una azienda americana
            di

            assume ti da la sponsorship ma ogni 6 mesi un

            anno devi andare in immigrazione aggiornare il

            permesso di

            soggiorno.

            Non diciamo cretinate per favore.

            Quando arrivai io, un collega indiano non pote'

            partecipare alla riunione scusandosi ma doveva

            fare il suo rinnovo annuale presso la sede

            governativa ed era li



            per cui non spariamo a cannonate le stupidaggini

            piu'

            assurde

            il problema e' un altro trovare una azienda

            americana che ti ritenga cosi bravo da avere

            bisogno di te al posto di un'altro

            americano.

            Datti pure una calmata. Da come scrivi mi sa che
            hai anche una bassa considerazione di te stesso
            come tutti quelli che devono scrivere "non
            diciamo stupidaggini" ogni due righe. Se hai
            delle precisazioni da fare falle, ma senza modi
            da frustrato.ma quale calmata se uno dice cose palesemente non veritiere vanno corrette.ti e' chiaro o no?se ti da fastidio che stia correngendo la cosa e dicendo la verita' il problema e' il tuo
            Resta cmq il fatto che parli di un visto
            temporaneo e mi pare anche che siano rigidi sulle
            qualifiche che deve avere una persona.
            Nell'ottica del lungo periodo stai sempre lì con
            la paura che non ti venga rinnovato. Non mi
            sembra il modo ideale per costruirsi una
            vita.eh e allora? la storia di torvalds che aspetta come vedi e la solita leggenda metropolitana di gente che non ha mai vissuto e mai lavorato all'estero e negli usa, per cui io parlo di cose che so tu sai o puoi fare altrettanto?
          • mirkojax scrive:
            Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
            - Scritto da: ma non diciamo fregnaccie per favore
            aridagli con sta storia di parlare senza sapere,
            ma parlate tutti per sentito
            dire.
            Si chiama sponsorship se una azienda americana di
            assume ti da la sponsorship ma ogni 6 mesi un
            anno devi andare in immigrazione aggiornare il
            permesso di
            soggiorno.
            Non diciamo cretinate per favore.ecco giusto non diciamo cretinate!innanzitutto sponsorship non vuole dire un visto di lavoro sicuro, e vabbe passi per questo.e Che visto di lavoro sarebbe che te lo fanno rinnovare ogni 6 mesi 1 anno? e presumo infinitamente volte?si poi come se fosse facile andare all'immigrazione a rinnovarlo! magari uno sportello con signorine tutte sorridenti e gentili pure? si poi dopo l'11 settembre si come no, tutto facile!Allora c'e' l'H1-B che dura 3 anni e lo puoi rinnovare una volta sola, presentando un tridello di documenti.J1 or training, facile da fare ma dura max 18 mesi e non lo rinnovano, Altri modi non ne conosco, come si chiama il visto del tuo amico indiano??
    • Shingo Tamai scrive:
      Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
      Guarda che NON siamo in italia: le spese di trasferta per andare a fare il colloquio le paga Amazon.
      • ABC scrive:
        Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
        - Scritto da: Shingo Tamai
        Guarda che NON siamo in italia: le spese di
        trasferta per andare a fare il colloquio le paga
        Amazon.Sei sicuro? non mi risulta che in italia un'azienda paghi niente al candidato.... è diverso negli USA? poi per andare dall'italia in USA non si spendono solo 10 euro...
        • confermo scrive:
          Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
          - Scritto da: ABC
          - Scritto da: Shingo Tamai

          Guarda che NON siamo in italia: le spese di

          trasferta per andare a fare il colloquio le paga

          Amazon.

          Sei sicuro? non mi risulta che in italia
          un'azienda paghi niente al candidato.... è
          diverso negli USA? poi per andare dall'italia in
          USA non si spendono solo 10
          euro...Io sono andato a Seattle a un colloquio con Microsoft a Gennaio e ho avuto tutto spesato: viaggio, taxi, hotel, cibo e persino l'ingresso ai musei/posti turistici (tipo space needle a Seattle)! Tutto rimborsato, persino il wifi all'aeroporto.Qui negli USA i colloqui sono spesati. Ma, come anche lui ha riferito, accadono dopo il colloquio di primo livello (telefonico o on campus)Ciao
          • dfsfdsfds scrive:
            Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
            - Scritto da: confermo
            - Scritto da: ABC

            - Scritto da: Shingo Tamai


            Guarda che NON siamo in italia: le spese di


            trasferta per andare a fare il colloquio le
            paga


            Amazon.



            Sei sicuro? non mi risulta che in italia

            un'azienda paghi niente al candidato.... è

            diverso negli USA? poi per andare dall'italia in

            USA non si spendono solo 10

            euro...

            Io sono andato a Seattle a un colloquio con
            Microsoft a Gennaio e ho avuto tutto spesato:
            viaggio, taxi, hotel, cibo e persino l'ingresso
            ai musei/posti turistici (tipo space needle a
            Seattle)! Sei stato anche nel cinema con lo schermo sferico?
        • Shingo Tamai scrive:
          Re: colloquio in Lussemburgo, negli USA,..
          Sicurissimo: le aziende straniere, specialmente se di un certo peso pagano le spese di trasferta per il colloquio.Una volta assunto ci sono anche dei "package" per aiutarti a trasferirti, come ad esempio un albergo pagato per un tot di giorni mentre cerchi casa, o il trasloco internazionale pagato e via dicendo.Saluti.
  • Whats AWS scrive:
    ma che caspio è AWS
    eccheccavolo è AWS?Comunque qui si suggerisce in ogni caso di emigrare :)
    • uytre scrive:
      Re: ma che caspio è AWS
      - Scritto da: Whats AWS
      eccheccavolo è AWS?

      Comunque qui si suggerisce in ogni caso di
      emigrare
      :)Da tempo Amazon offre diversi servizi per il web: hosting, database ecc... Pensa che il traffico di AWS (amazon web services) supera quello del negozio di Amazon. Recentemente è stata pubblicata una statistica delle aziende che hanno sottoscritto il servizio. Molti pensavano fossero piccole startup. Invece è venuto fuori che grosse aziende usano AWS per alcuni dei loro servizi.Google per andare in competizione con loro ha creato GAE (Google Appe Engine) che è un servizio un po' più limitato a quello di AWS (però a me piace di più).Anche Microsoft pare voglia fare una cosa simile, però come al solito è rimasta molto indietro.
  • Mik scrive:
    era ora! uno in meno
    a parte la vanagloria di questo tizio, riscontrabile in tantissimi punti,e che si commenta da sola,a me mette, non so come definirla, "desolazione" sapere che in Italia,c'è gente come lui, che è convinta di aver vinto al lottoperché da un misero lavoro da amministratore di sistemi presso l'universitàva a fare l'evangelist, in altre parole il venditore.l'università dovrebbe essere il luogo massimo della cultura,della ricerca, e dovrebbe essere motivo di orgoglio lavorarci,se così non è, è a causa di sta gente, troppo indaffarata in cazzate come crearsi dei bei vestiti su second life.sono contento che se ne sia andato, per l'università di perugia, mica per lui,se questi sono i cervelli che se ne vanno,io farei loro ponti d'oro, dato che non si possono licenziare.
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: era ora! uno in meno
      Certo, per fare la segretaria al Polimi devo avere un cervellone.Nella nota non ha detto che lavorare a Perugia fosse misero. Si è riferito al lavoro che faceva, nel quale, come ha descritto, aveva un tetto. In quello nuovo il tetto non c'è.Lui ha ambizioni. Lui voleva fare qualcosa, e lo ha fatto. Lui voleva migliorare se stesso, e lo ha fatto. Ha fatto scelte che lo porteranno alla felicità.Il resti sono tutti invidia.
      • Mik scrive:
        Re: era ora! uno in meno
        - Scritto da: Fai il login o Registrati
        Certo, per fare la segretaria al Polimi devo
        avere un
        cervellone.a casa mia "amministratore di sistema" ha un significato ben preciso, e non è un sinonimo di segretariase faceva la segretaria, l'ha gonfiata parecchio,ed è quindi lecito ritenere che invece che evangelist,andrà a fare il segretario specializzato nell'assemblamento di powepoint
    • MegaJock scrive:
      Re: era ora! uno in meno
      [img]http://farm3.static.flickr.com/2266/2118211896_cceea870aa.jpg?v=0[/img]
      • Mik scrive:
        Re: era ora! uno in meno
        - Scritto da: MegaJock
        [img]http://farm3.static.flickr.com/2266/211821189a chi si atteggia da sbruffone gli applausi di certo non glieli facciola gente in gamba non ha bisogno di sbandierarlo ai quattro venti
        • scrunch scrive:
          Re: era ora! uno in meno
          - Scritto da: Mik
          - Scritto da: MegaJock


          [img]http://farm3.static.flickr.com/2266/211821189

          a chi si atteggia da sbruffone gli applausi di
          certo non glieli
          faccio

          la gente in gamba non ha bisogno di sbandierarlo
          ai quattro
          venti[img]http://www.ext.vt.edu/pubs/wildlife/420-202/beavers.gif[/img]
          • scrunch scrive:
            Re: era ora! uno in meno
            - Scritto da: scrunch
            - Scritto da: Mik

            - Scritto da: MegaJock





            [img]http://farm3.static.flickr.com/2266/211821189



            a chi si atteggia da sbruffone gli applausi di

            certo non glieli

            faccio



            la gente in gamba non ha bisogno di sbandierarlo

            ai quattro

            venti[img]http://www.ext.vt.edu/pubs/wildlife/420-202/beavers.gif[/img]
          • Mik scrive:
            Re: era ora! uno in meno
            - Scritto da: scrunch
            - Scritto da: scrunch

            - Scritto da: Mik


            - Scritto da: MegaJock









            [img]http://farm3.static.flickr.com/2266/211821189





            a chi si atteggia da sbruffone gli applausi di


            certo non glieli


            faccio





            la gente in gamba non ha bisogno di
            sbandierarlo


            ai quattro


            venti
            [img]http://www.ext.vt.edu/pubs/wildlife/420-202/bL'evangelista ha già fatto proseliti (o un proselita che si clona).Ma sapete esprimervi solo con la stessa immagine che manco riuscite a pubblicare,oppure voi discepoli avete qualche argomentazione?
          • scrunch scrive:
            Re: era ora! uno in meno
            - Scritto da: Mik
            - Scritto da: scrunch

            - Scritto da: scrunch


            - Scritto da: Mik



            - Scritto da: MegaJock














            [img]http://farm3.static.flickr.com/2266/211821189







            a chi si atteggia da sbruffone gli applausi
            di



            certo non glieli



            faccio







            la gente in gamba non ha bisogno di

            sbandierarlo



            ai quattro



            venti


            [img]http://www.ext.vt.edu/pubs/wildlife/420-202/b


            L'evangelista ha già fatto proseliti (o un
            proselita che si
            clona).

            Ma sapete esprimervi solo con la stessa immagine
            che manco riuscite a
            pubblicare,
            oppure voi discepoli avete qualche argomentazione?si che fai come questo gatto qua:http://tbn0.google.com/images?q=tbn:uHKo4j5m46vMXM:http://bp0.blogger.com/_GgwpUiiRSRc/RxEkIknbMwI/AAAAAAAACOc/oNza6jchKKw/s400/_0073gnaw.jpgrosik rosik scrunch scrunch
          • Mik scrive:
            Re: era ora! uno in meno
            - Scritto da: scrunch
            si che fai come questo gatto qua:
            http://tbn0.google.com/images?q=tbn:uHKo4j5m46vMXM

            rosik rosik scrunch scrunchil tuo programma cerebrale ha bisogno di un debug, è andato in loopfor i=1 to 1000 call randomimage('cat', 'mouse', 'gnawer') call randomstring('rosik', 'scrunch') i=1000next
          • Mik scrive:
            Re: era ora! uno in meno
            - Scritto da: Mik
            for i=1 to 1000
            call randomimage('cat', 'mouse', 'gnawer')
            call randomstring('rosik', 'scrunch')
            i=1000
            nextera i=1
          • mok scrive:
            Re: era ora! uno in meno
            - Scritto da: Mik
            - Scritto da: Mik


            for i=1 to 1000

            call randomimage('cat', 'mouse', 'gnawer')

            call randomstring('rosik', 'scrunch')

            i=1000

            next

            era i=1guarda se puoi pure fare un bello script cgi aggiungendo un refresh a questa immagine qua[img]http://farm2.static.flickr.com/1231/1409784991_a034370892.jpg[/img]
    • Daniele scrive:
      Re: era ora! uno in meno
      Beh, anche io lavoravo in Università prima come consulente e poi come impiegato tecnico ... dopo una settimana dall'inizio del posto fisso ho cercato e trovato in una organizzazione internazionale all'estero.Ho smollato tutto e adesso a 40 anni ho la mia casa (pagata, mutuo estinto), auto, ecc. ecc. insomma una vita dignitosa, niente di strepitoso ma dignitosa. Fossi rimasto in università, adesso sarei alla fame, in affitto, frustrato e single (chi sposa uno sfigato ?).
      • snem scrive:
        Re: era ora! uno in meno
        Complimenti. In che paese sei emigrato?Il tema del mutuo è terribile: la vedo dura estinguerlo prima dei 40 anni (non avendo a disposizione una somma iniziale)
  • pierscrunch crunch scrive:
    oggi e' il rosik day
    dopo l'articolo deve esserci stato il giorno del castoro a punto informatico[img]http://dl.kidoons.com/paddy/AG/paddy_anim_02.gif[/img] crunch crunch ma che vuol dire evangelistcrunch crunchpreferisco le passeggiate crunch crunchma io sto meglio a roma con il clima temperatocrunch crunchpremetto che non sono invidiosocrunch crunch
    • MegaJock scrive:
      Re: oggi e' il rosik day
      - Scritto da: pierscrunch crunch
      dopo l'articolo deve esserci stato il giorno del
      castoro a punto
      informatico
      [img]http://dl.kidoons.com/paddy/AG/paddy_anim_02.


      crunch crunch ma che vuol dire evangelist
      crunch crunch
      preferisco le passeggiate crunch crunch
      ma io sto meglio a roma con il clima temperato
      crunch crunch
      premetto che non sono invidioso
      crunch crunch Quoto.Hamster-man, hamster-man, does whatever a hamster can...
    • LOLLO scrive:
      Re: oggi e' il rosik day
      dahahahahah LOL! :D
  • Fai il login o Registrati scrive:
    Trento
    Penso che si sia laureato all'Università degli Studi di Trento
  • Pieffe scrive:
    dalle stalle alle stelle? mha...
    Ma scusate...uno che da l'"amministratore di sistema all'Università per Stranieri di Perugia" e diventa un evangelista di web service per indottrinare l'europa?Basta navigare in second life, farsi il culo alcune notti, ed essere un amministratore di sistema di una universitina d'Italia?Ma Amazon dove lo mette il fattore esperienza? E dove se l'è fatta il signore? Manutenendo sistemi universitari?Ed il clound computing da dove viene? ed il WS?Come fa uno che non ha applicato industrialmente WS o il cloud computing a fare questo salto?Mha il mondo (vero non virtuale) deve essere pieno di gente con più esperienza di lui in quelle tecnologie!! Amazon non ne ha trovati? Ma dai... c'è dell'altro sotto IMO,Forse cercavano veramente un "fuffa seller" e lui ha dimostrato proprio di esserlo o tutta la storia è fuffa...Sempre disponibile a ricredermi comunquewww.pierfranco.com
    • Number 6 scrive:
      Re: dalle stalle alle stelle? mha...
      [img]http://home.wtal.de/ehr/gerbils/i/agoutnag.jpg[/img]
      • Pieffe scrive:
        Re: dalle stalle alle stelle? mha...
        ahn giàe poi, simpatica questa, passa il suo primo giorno di lavoro a scrivere una mail di auto-celebrazione, ma bravo, proprio come facevi all'università.Se ti beccano a fancazzeggiare lì te ne torni a casa il gg dopo, ma mi raccomando, poi facci un'altra mail che ci racconti com'è andata,PS: oh, non parlatemi di invidia, io il mio lavoro in Italia ce l'ho, conosco gli USA e sto bene così
        • rosik2 scrive:
          Re: dalle stalle alle stelle? mha...
          - Scritto da: Pieffe
          ahn già
          e poi, simpatica questa, passa il suo primo
          giorno di lavoro a scrivere una mail di
          auto-celebrazione, ma bravo, proprio come facevi
          all'università.
          Se ti beccano a fancazzeggiare lì te ne torni a
          casa il gg dopo, ma mi raccomando, poi facci
          un'altra mail che ci racconti com'è
          andata,

          PS: oh, non parlatemi di invidia, io il mio
          lavoro in Italia ce l'ho, conosco gli USA e sto
          bene
          così[img]http://www.residentevilsaga.it/ipbforum/style_emoticons/default/rosik2.gif[/img]
        • MegaJock scrive:
          Re: dalle stalle alle stelle? mha...
          - Scritto da: Pieffe
          PS: oh, non parlatemi di invidia, io il mio
          lavoro in Italia ce l'ho, conosco gli USA e sto
          bene
          così[img]http://vice.typepad.com/photos/uncategorized/2007/08/17/299000347_d62adc2956_o.jpg[/img]
    • pierscrunch crunch scrive:
      Re: dalle stalle alle stelle? mha...
      - Scritto da: Pieffe
      Ma scusate...uno che da l'"amministratore di
      sistema all'Università per Stranieri di Perugia"
      e diventa un evangelista di web service per
      indottrinare
      l'europa?
      Basta navigare in second life, farsi il culo
      alcune notti, ed essere un amministratore di
      sistema di una universitina
      d'Italia?
      Ma Amazon dove lo mette il fattore esperienza? E
      dove se l'è fatta il signore? Manutenendo sistemi
      universitari?
      Ed il clound computing da dove viene? ed il WS?
      Come fa uno che non ha applicato industrialmente
      WS o il cloud computing a fare questo
      salto?
      Mha il mondo (vero non virtuale) deve essere
      pieno di gente con più esperienza di lui in
      quelle tecnologie!! Amazon non ne ha trovati? Ma
      dai... c'è dell'altro sotto
      IMO,

      Forse cercavano veramente un "fuffa seller" e lui
      ha dimostrato proprio di esserlo o tutta la
      storia è
      fuffa...
      Sempre disponibile a ricredermi comunque

      www.pierfranco.com[img]http://homepage.mac.com/patholleran/ParkVision/Voyageurs/Vg-045.jpg[/img] pier scrunch scrunch scronch gnam scrunch scrunch!
  • shezan74 scrive:
    Mah...
    Sarà anche bravo, ma da come parla a me sembra tanto uno sbruffone..."col mio Avatar ben vestito e con pelle e corpo customizzati, oltre al fatto che tale avatar riporta il mio stesso nome, Simone Brunozzi (non chiedetemi come l'ho ottenuto perché è un segreto).""Il colloquio con Jennifer andò alla grande, sia per le mie capacità e competenze, ovviamente, ma anche grazie...""quindi senza dubbio deve aver apprezzato di avere a che fare con qualcuno anche più esperto di lei""mandandogli poi una lunghissima email con le mie risposte, considerandola tutt'oggi umilmente e onestamente un piccolo capolavoro, date le circostanze.""questo è il tipo di problemi che incontri quando sei in gamba, ma hai studiato e lavorato in una piccola città in Italia...""Second Life mi ha aiutato ad essere il candidato più "cool", tra i pochi in grado di usare Second Life e non spaventati da una fiera del lavoro virtuale."
    • snem scrive:
      Re: Mah...
      eheh è vero, non lo avevo notato...secondo me si è solo giustamente gasato per il suo nuovo lavoro.
    • quoto tutto scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: shezan74
      Sarà anche bravo, ma da come parla a me sembra
      tanto uno
      sbruffone...

      "col mio Avatar ben vestito e con pelle e corpo
      customizzati, oltre al fatto che tale avatar
      riporta il mio stesso nome, Simone Brunozzi (non
      chiedetemi come l'ho ottenuto perché è un
      segreto)."

      "Il colloquio con Jennifer andò alla grande, sia
      per le mie capacità e competenze, ovviamente, ma
      anche
      grazie..."

      "quindi senza dubbio deve aver apprezzato di
      avere a che fare con qualcuno anche più esperto
      di
      lei"

      "mandandogli poi una lunghissima email con le mie
      risposte, considerandola tutt'oggi umilmente e
      onestamente un piccolo capolavoro, date le
      circostanze."

      "questo è il tipo di problemi che incontri quando
      sei in gamba, ma hai studiato e lavorato in una
      piccola città in
      Italia..."

      "Second Life mi ha aiutato ad essere il candidato
      più "cool", tra i pochi in grado di usare Second
      Life e non spaventati da una fiera del lavoro
      virtuale."[img]http://dl.kidoons.com/paddy/AG/paddy_anim_02.gif[/img]crunch crunch crunch
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: Mah...
      è il modo di parlare americano.
    • pierfruspan te scrive:
      Re: Mah...
      in effetti quel genere di atteggiamento piace molto agli americani :)quindi era quello giusto :)
  • no sterili polemiche scrive:
    aziende italiane... una domandina
    Certo che le nostre aziende italiane non sono proprio furbe.Skillano per anni tecnici pagandoli una miseria e offrendo loro contratti precari. Queste persone crescono e portano con se l'esperienza accumulata in anni e anni. Nessuno ha intenzione realmente di assumere queste persone e questi alla fine se ne vanno all'estero.Mi pare che il ragionamento che fanno le aziende italiane sia come darsi martellate sugli zebedei sperando di sbagliare cosi uno gode per quella volta che non e' riuscito a prendersi ben bene sui testicoli.Mi pare cosi stupida la cosa da non avere alcun senso logico.Scusate: Gli avete skillati, li avete preparati, conoscono le piattaforme, gli storage, le architetture e le reti. Perche' mi chiedo perche' uno deve essere tanto idiota da lasciare andar via le persone qualficate?SE QUALCUNO SA LA RISPOSTA...
    • Redfoxy scrive:
      Re: aziende italiane... una domandina
      Ti rispondo io! Anzi no scusa non ti posso rispondere... Visto che io sono uno di quelli skillati che lascia le aziende... Solo che ancora non ho trovato per fare il salto all'estero (non sto' scherzando ne prendendo in giro!)Purtroppo e' vero ed e' una realta' puramente italiana, in america esiste proprio la "dicitura" di immigrazione delle persone con una certa formazione migrano da loro... Da noi esiste il contrario... la fuga dei cervelli!!!Vedesi il campo scientifico che cade sempre piu' nell'oblio -.-
    • pierfruspan te scrive:
      Re: aziende italiane... una domandina
      - Scritto da: no sterili polemiche
      Certo che le nostre aziende italiane non sono
      proprio
      furbe.
      Skillano per anni tecnici pagandoli una miseria e
      offrendo loro contratti precari. Queste persone
      crescono e portano con se l'esperienza accumulata
      in anni e anni. Nessuno ha intenzione realmente
      di assumere queste persone e questi alla fine se
      ne vanno
      all'estero.che cazzo stai dicendoquesti si SKILLANO DA SOLIsemplicemente non sono spinti o invogliati a dare all'azienda perché l'azienda li tratta di merdaè come dire che il marito stronzo che picchia la moglie ha dato tanti anni della sua vita a lei e viene ripagato dalle corna.ma sei fuori?che cosa ha dato? niente!!!lo stipendio minimo e il trattamento di merda non sono altro che la sopravvivenza.le skill se le danno da soli, questi.se una volta dico una si facessero dei corsi... allora si.Ma quello era sysadmin in università... vuoi scherzare? Ha studiato DA SOLO oppure come corso di studio quello che serviva per diventare sysadmin. Non gliel'ha insegnato l'azienda.per il resto sono d'accordo... ma non sul fatto che le aziende danno qualcosa. Danno il minimo indispensabile, e solo perché esiste il sindacato, altrimenti ti darebbero ancora meno!Fanno il possibile per farti sentire che tantochissenefregasetenevainetroviamomille ... ed è anche vero.
    • cla scrive:
      Re: aziende italiane... una domandina
      Perché la risorsa umana spesso non è considerata strategica (ovviamente è un errore madornale ma tant'é che poi il PIL è lì a ricordarcelo ogni sencondo)Clawww.docebo.com
  • cla scrive:
    Complimenti (un solo appunto)
    Te la sei sfangata perché parlavi con un evangelist, se qualsiasi altro recruiter avesse ricevuto una mail lunghissima revisionata fino alle 3 di notte ti avrebbe rimbalzato (perlomeno io lo faccio), voglio concretezza e propositività non racconti lunghissimi. (Non cerco Evangelist dunque il mio metro di misura è diverso).P.S. Complimentissimi e in bocca al lupo ;-)
    • gnawless scrive:
      Re: Complimenti (un solo appunto)
      - Scritto da: cla
      Te la sei sfangata perché parlavi con un
      evangelist, se qualsiasi altro recruiter avesse
      ricevuto una mail lunghissima revisionata fino
      alle 3 di notte ti avrebbe rimbalzato (perlomeno
      io lo faccio), voglio concretezza e propositività
      non racconti lunghissimi. (Non cerco Evangelist
      dunque il mio metro di misura è
      diverso).

      P.S. Complimentissimi e in bocca al lupo ;-)complimentissimi anche a leisignor managerprobabilmente a differenza sua quelli in amazon sanno fare bene il loro lavoro.intanto sento dal suo ufficio arrivare un rumorino qualcuno mangia?ma nooooooooooo[img]http://dl.kidoons.com/paddy/AG/paddy_anim_02.gif[/img]ma nooooooooo e' l'hr che incapace di valutare i veri talenti italiani scruncha!scrunch scrunch
      • cla scrive:
        Re: Complimenti (un solo appunto)
        Magari scritto in italiano avrei capito il senso del tuo intervento.Semplicemente capita che il magaer di turno si relaziona con decine di persone al giorno e non riesce materialmente aleggere tutte le mail, e quelle lunghe vanno in coda.p.s. L'azienda per cui lavoro la conoscete benissimo visto che è nel profilo, chi sei tu? che cosa fai?Io non scruncho, produco, cresco. E tu?Portfolio dei tuoi lavori? CV?Ciao
        • gnawless scrive:
          Re: Complimenti (un solo appunto)
          - Scritto da: cla
          Magari scritto in italiano avrei capito il senso
          del tuo
          intervento.scrunch scrunch scrunch
          Semplicemente capita che il magaer di turno si
          relaziona con decine di persone al giorno e non
          riesce materialmente aleggere tutte le mail, e
          quelle lunghe vanno in
          coda.scrunch scrunch scrunch
          p.s. L'azienda per cui lavoro la conoscete
          benissimo visto che è nel profilo, chi sei tu?
          che cosa
          fai?io faccio altro ma tu rosiki secondo me
          Io non scruncho, produco, cresco. E tu?
          Portfolio dei tuoi lavori? CV?
          Ciaoscrunch scrunch scrunch
  • Zago scrive:
    che impiego fuffoso
    Cioe questo qua arriva e dice di fare l'evangelista non ci dice però che la sua fortuna è stato quello di avere un'impiego pubblico che gli ha permesso di cazzeggiare tutto il giorno sul suo blog e senza contare le ore su second shit. a questo punto invece di elogiare il suo super ego dovrebbe ringraziare lo stato italiano che oltre a pagarlo gli ha sponsorizzato un impiego presso una Web company 2.0 buzzworld compliant.invece no questo arriva e dispensa 5 suggerimenti utili su come bisogna fare per sbarcare il lunario....ROTLF
    • uccio2 scrive:
      Re: che impiego fuffoso
      il tuo commento è D-E-L-I-Z-I-O-S-O-!
    • MegaJock scrive:
      Re: che impiego fuffoso
      [img]http://www.dkimages.com/discover/previews/916/80023098.JPG[/img]
    • concordo col dire... scrive:
      Re: che impiego fuffoso
      - Scritto da: Zago
      Cioe questo qua arriva e dice di fare
      l'evangelista non ci dice però che la sua fortuna
      è stato quello di avere un'impiego pubblico che
      gli ha permesso di cazzeggiare tutto il giorno
      sul suo blog e senza contare le ore su second
      shit.

      a questo punto invece di elogiare il suo super
      ego dovrebbe ringraziare lo stato italiano che
      oltre a pagarlo gli ha sponsorizzato un impiego
      presso una Web company 2.0 buzzworld
      compliant.
      invece no questo arriva e dispensa 5 suggerimenti
      utili su come bisogna fare per sbarcare il
      lunario....
      ROTLF[img]http://www.freefever.com/animatedgifs/animated/beaver4.gif[/img]
    • The Punisher scrive:
      Re: che impiego fuffoso
      Rosicc.. rosicc.. rosicc..
  • The Punisher scrive:
    Benvenuto nel club!
    Complimenti, benvenuto nel club di quelli che hanno ricominciato a divertirsi a fare il loro lavoro, ad ottenerne gratificazioni ed a guadagnarci come e' giusto che sia.Saluti da Londra.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 maggio 2008 13.59-----------------------------------------------------------
  • anonymous scrive:
    Realizzare se stessi
    Diciamo che per Simone realizzarsi vuol dire lavorare in una grande azienda che gli chiede sacrifici a fronte di un nome altisonante da sparare agli amici (ma quali, quelli in Italia? tempo 6 mesi e non esistono più) il sabato sera al bar e di montagne di dollari.OK. La stessa cosa accade dappertutto, ad esempio nei paesini di campagna al Nord (tutti imprenditori Agricoli): gente che si spacca per ammucchiare roba, per far vedere che si ha roba, per realizzare se stessi. E' sempre il gioco, il solito, vecchio, di chi c'è l'ha più lungo, sublimato nei soldi, SUV, figaggine della tipa, lavoro. Quindi buona fortuna Simone che hai scelto di partire, e a tutti quelli che pensano di seguirlo. Ed anche a quelli che invece hanno altre priorità, che pensano che realizzare se stessi non è solo una questione di impiego, o macchina, o femmina, o quello che volete voi.
    • snem scrive:
      Re: Realizzare se stessi
      Non ho la casa... faccio il mutuo a 40 anni sopravvivendo in miseria o mi sforzo per far aumentare il mio stipendio?Un mio "amico" è figlio di un notaio, va all'università con la porsche e vive in un appartamento al centro con la cameriera e la cuoca che pensano a tutto: non credo gli convenga "spaccarsi" molto. Che faccio? Rosiko o mi sforzo per realizzarmi?PS: senza considerare che ad "alcuni" (fortunati) lavorare da soddisfazione!
      • anonymous scrive:
        Re: Realizzare se stessi
        - Scritto da: snem
        Non ho la casa... faccio il mutuo a 40 anni
        sopravvivendo in miseria o mi sforzo per far
        aumentare il mio
        stipendio?Non vedo il nesso con quel che ho detto io
        Un mio "amico" è figlio di un notaio, va
        all'università con la porsche e vive in un
        appartamento al centro con la cameriera e la
        cuoca che pensano a tutto: non credo gli convenga
        "spaccarsi" molto. Che faccio? Rosiko o mi sforzo
        per
        realizzarmi?Qui invece lo vedo: Per te realizzarti è la Porsche la cameriera e la cuoca? Davvero?

        PS: senza considerare che ad "alcuni" (fortunati)
        lavorare da
        soddisfazione!Infatti, non ho detto il contrario. spesso però più che il lavoro è il collaterale: dove lavoro, quanto prendo, quanto rosicano quelli che mi stanno vicino.
        • snem scrive:
          Re: Realizzare se stessi
          - Scritto da: anonymous
          - Scritto da: snem

          Non ho la casa... faccio il mutuo a 40 anni

          sopravvivendo in miseria o mi sforzo per far

          aumentare il mio

          stipendio?

          Non vedo il nesso con quel che ho detto ioQuello che avrei voluto comunicare è che ci sono cose che devi "pagare" per permetterti la possibilità di realizzarti.Ovviamente il quanto pagare dipende da quello che significa realizzarsi. Esempio: se devo pagare il mutuo ed il mio attuale lavoro non lo permette vivo male, da pendolare, una vita (anche dopo la pensione) di sacrifici. La mia soluzione? Crescere professionalmente per guadagnare di più e vivere tranquillamente. Ovviamente meglio dove c'è la migliore possibilità di crescere. Lo trovi tanto strano?


          Un mio "amico" è figlio di un notaio, va

          all'università con la porsche e vive in un

          appartamento al centro con la cameriera e la

          cuoca che pensano a tutto: non credo gli
          convenga

          "spaccarsi" molto. Che faccio? Rosiko o mi
          sforzo

          per

          realizzarmi?

          Qui invece lo vedo: Per te realizzarti è la
          Porsche la cameriera e la cuoca?
          Davvero?No. Era per farti capire che lui non ha bisogno di sforzarsi per vivere: ha tutto. Quindi ha una maggiore possibilità di realizzarsi: suona il violino da quando aveva sei anni. Credi sia nelle capacità di tutti (volere è potere) "realizzare" un tale tipo di interesse? Che significa "realizzarsi"? Se lo chiedo al ragazzo che vive in strada con due enormi cani secondo te che mi risponde? Credo mi risponda "libertà" (di scegliere). Poi dipende da quello che si sceglie come si vive.




          PS: senza considerare che ad "alcuni"
          (fortunati)

          lavorare da

          soddisfazione!
          Infatti, non ho detto il contrario. spesso però
          più che il lavoro è il collaterale: dove lavoro,
          quanto prendo, quanto rosicano quelli che mi
          stanno
          vicino.Per me non è cosi': è quello che creo che mi da soddisfazione.Ciao!
    • tempo significa liberta scrive:
      Re: Realizzare se stessi
      - Scritto da: anonymous
      Diciamo che per Simone realizzarsi vuol dire
      lavorare in una grande azienda che gli chiede
      sacrifici a fronte di un nome altisonante da
      sparare agli amici (ma quali, quelli in Italia?
      tempo 6 mesi e non esistono più) il sabato sera
      al bar e di montagne di
      dollari.
      OK. La stessa cosa accade dappertutto, ad esempio
      nei paesini di campagna al Nord (tutti
      imprenditori Agricoli): gente che si spacca per
      ammucchiare roba, per far vedere che si ha roba,
      per realizzare se stessi. E' sempre il gioco, il
      solito, vecchio, di chi c'è l'ha più lungo,
      sublimato nei soldi, SUV, figaggine della tipa,
      lavoro.ahaha :)hai ragione, anche se qui io mi guardo intorno e di imprenditori agricoli non ne vedo ;)Quello che secondo me frega tutti quanti è che la vera unica e sola ricchezza è il TEMPO.Se il metodo in cui guadagni il necessario per sopravvivere e anche qualcosa per VIVERE (distinguere, please) ti lascia tempo libero per fare cose che non necessariamente portano guadagno, allora tu sei un uomo LIBERO.Altrimenti sei schiavo, come tutti, della sopravvivenza.Hai un vestito fico, pulito, profumato e frequenti schiavi che hai scelto. Ma non sei libero :)Io però preferisco andare a fare lo schiavo in quel modo che dove sto adesso!!!!! :D AUGURI BRUNOZZIIIIIIIIIIIIIPS pi... ma non si possono mettere le lettere accentate nei nick???? E se uno si chiama "Da Cortà" di cognome???
      • snem scrive:
        Re: Realizzare se stessi
        Quoto. Se hai "tempo" (eheh) prova a leggere le mie risposte sull'amico figlio del notaio: lui di tempo ne ha quanto ne vuole!
  • tu sei scrive:
    colloqui su second life
    mi sembrano veramente squallidi, come chi spreca la sua vita reale vivendone una finta online
  • Stronzadamu s scrive:
    Tanto tornerà in Italia
    Per reggere i ritmi di lavoro comincerà a tirare cocaina, diventerà un markettaro esaltato e spenderà i soldi in putansuv e prostitute. Ma se ha la fidanzata in italia è fregato, presto tornerà, non ci sono alternative. MUUUAHAHAHAHAH!!!
    • gnawstradam us scrive:
      Re: Tanto tornerà in Italia
      - Scritto da: Stronzadamu s
      Per reggere i ritmi di lavoro comincerà a tirare
      cocaina, diventerà un markettaro esaltato e
      spenderà i soldi in putansuv e prostitute. Ma se
      ha la fidanzata in italia è fregato, presto
      tornerà, non ci sono alternative.
      MUUUAHAHAHAHAH!!![img]http://www.redkid.net/generator/beaver/yoursign.jpg[/img]rosik rosik rosik
    • MegaJock scrive:
      Re: Tanto tornerà in Italia
      [img]http://www.peteducation.com/images/articles/12035rat_eating.jpg[/img]
    • tempo significa liberta scrive:
      Re: Tanto tornerà in Italia
      - Scritto da: Stronzadamu s
      Per reggere i ritmi di lavoro comincerà a tirare
      cocaina, diventerà un markettaro esaltato e
      spenderà i soldi in putansuv e prostitute. Ma se
      ha la fidanzata in italia è fregato, presto
      tornerà, non ci sono alternative.
      MUUUAHAHAHAHAH!!!fanno così anche gli operai edili del nord, e da una decina di anni; e loro sono già in Italia = stessa dinamica.quindi ... forse sta meglio lui ;)
      • rosik scrive:
        Re: Tanto tornerà in Italia
        - Scritto da: tempo significa liberta
        - Scritto da: Stronzadamu s

        Per reggere i ritmi di lavoro comincerà a tirare

        cocaina, diventerà un markettaro esaltato e

        spenderà i soldi in putansuv e prostitute. Ma se

        ha la fidanzata in italia è fregato, presto

        tornerà, non ci sono alternative.

        MUUUAHAHAHAHAH!!!

        fanno così anche gli operai edili del nord, e da
        una decina di anni; e loro sono già in Italia =
        stessa
        dinamica.

        quindi ... forse sta meglio lui ;)scrunch scrunch scrunch[img]http://dogs.thefuntimesguide.com/images/blogs/tenor-gnawing-on-toilet-paper.jpg[/img]
  • lroby scrive:
    Torino
    Ciao,Quello che è accaduto a lui è l'esatto opposto a quello che invece accade qui in Italia, dove ci sono persone a cui piace ed anche molto il proprio lavoro nel settore IT, ma non riescono a trovare un'azienda che ne comprenda le vere potenzialità e lo prenda nel proprio organico, dandogli una sicurezza economica e la possibiltà di crescere ulteriormente il proprio bagaglio di know-how,in quanto queste cercano sempre persone già esperte (come il macellaio che cerca l'apprendista esperto)tutto questo nonostante un esperienza lavorativa superiore ai 10 anni,mai un giorno di mutua e tantissima passione per l'informatica (oltre che le giuste capacità).Magari,giusto per rincarare la dose hanno pure il contratto in scadenza nel giro di pochi giorni e non sanno come fare dal mese successivo,almeno finchè non troveranno un'altra aziendina o ditterella che lo possa sfruttare con contratti a progetto sottopagati.(mettetemi pure in mezzo al gruppo)LROBY
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: Torino
      Un consiglio a quelli che non trovano la 'azienda giusta' in Italia, ma che comunque vogliono restare in Italia, è:se non trovate questa azienda, allora costruitela voi. Le soddisfazioni del successo (e anche dell'insuccesso) saranno esponenzialmente maggiori.
      • lroby scrive:
        Re: Torino
        - Scritto da: Fai il login o Registrati
        Un consiglio a quelli che non trovano la 'azienda
        giusta' in Italia, ma che comunque vogliono
        restare in Italia,
        è:
        se non trovate questa azienda, allora costruitela
        voi. Le soddisfazioni del successo (e anche
        dell'insuccesso) saranno esponenzialmente
        maggiori.aperto un negozio di vendita e riparazione pc nel 2000 e chiuso nel 2003 causa truffa..sigh..LROBY
  • exxon scrive:
    panorama fantastico
    due autostrade e grattacieli.bella storia.
    • MegaJock scrive:
      Re: panorama fantastico
      [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/1/10/ChinchillaMaria.jpg/250px-ChinchillaMaria.jpg[/img]
    • Manuel C scrive:
      Re: panorama fantastico
      - Scritto da: exxon
      due autostrade e grattacieli.
      bella storia.Infatti... su questo io sono fortunato. Parchi e verde tutt'intorno e dentro il perimetro aziendale.Faccio un lavoro simile, ma in Italia. Allontanarmi dal mio bel clima temperato non mi è mai piaciuto. Ho cambiato 7 città e 2 stati, poi finalmente ROMA!Ciao!
    • non so voi ma io rosico scrive:
      Re: panorama fantastico
      - Scritto da: exxon
      due autostrade e grattacieli.
      bella storia.se il lavoro ti piace è un bel panorama.io avrei un panorama accettabile, ma lo odio perché io sono dentro e non posso fare un cazzo, mentre vedo le tipe in bici che passano, il sciur con il trattore che va al campo, la sciura che passa coi nipotini, i ragazzini che vanno a figa... ... quando grandina di colpo GODOquindi rosico eccome, viva brunozziiiiiiiiiiiii :D
  • Nome e cognome scrive:
    Storie di donne
    Vorrei leggere la storia di una donna che ha fatto lo stesso. Esistono?
  • w la vida scrive:
    Rosik Bar
    mamma mia quanta gente triste su sto forum...rosikoni, invidiosi, limitati....anche se FORSE io farei altre scelte di vita devo il mio massimo rispetto al tipo, bravo, preparato, e che CONDIVISO con altri la sua esperienza. complimenti davvero.non ascoltare le persone che cercano ti tirarti giu nel loro laghetto di sterco. vivi il tuo sogno e continua a scrivere sul blog, ti ho messo nei preferiti!respect!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Rosik Bar
      - Scritto da: w la vida
      mamma mia quanta gente triste su sto forum...
      rosikoni, invidiosi, limitati....

      anche se FORSE io farei altre scelte di vita quindi sei un fallito. Vergognati!
      • w la vida scrive:
        Re: Rosik Bar
        mi vergogno si di visitare questo sito:due- tre "giornalisti" seri, qualche bel articolo ( come questo) CONTRO una massa di "giornalisti" che parlano a vuoto ( la maffe) o copiano ( chi piu chi meno :-), articoli INUTILI.e gente coi problemi.mi sa che ho preso coscienza.ciao punto informatico, ci vediamo tra qualche mese.- Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: w la vida

        mamma mia quanta gente triste su sto forum...

        rosikoni, invidiosi, limitati....



        anche se FORSE io farei altre scelte di vita

        quindi sei un fallito. Vergognati!
        • S P A M scrive:
          Re: Rosik Bar
          - Scritto da: w la vida
          mi vergogno si di visitare questo sito:
          due- tre "giornalisti" seri, qualche bel articolo
          ( come questo)[img]http://dreadnought.ngi.it/smiles/rosik2.gif[/img]
          CONTRO
          una massa di "giornalisti" che parlano a vuoto (
          la maffe)[img]http://dreadnought.ngi.it/smiles/rosik2.gif[/img]
          o copiano ( chi piu chi meno :-),
          articoli
          INUTILI.
          e gente coi problemi.[img]http://dreadnought.ngi.it/smiles/rosik2.gif[/img]
          mi sa che ho preso coscienza.
          ciao punto informatico, ci vediamo tra qualche
          mese.
          Ciao, ci mancherai come la sabbia nel letto! :-o
    • snem scrive:
      Re: Rosik Bar
      Respect!
    • non so voi ma io rosico scrive:
      Re: Rosik Bar
      - Scritto da: w la vida
      mamma mia quanta gente triste su sto forum...
      rosikoni, invidiosi, limitati....

      anche se FORSE io farei altre scelte di vita devo
      il mio massimo rispetto al tipo, bravo,
      preparato, e che CONDIVISO con altri la sua
      esperienza.

      complimenti davvero.
      non ascoltare le persone che cercano ti tirarti
      giu nel loro laghetto di sterco. vivi il tuo
      sogno e continua a scrivere sul blog, ti ho messo
      nei
      preferiti!

      respect!beh, considerare le altrui opinioni in quel modo non mi pare un segno di apertura.un mio collega oggi mi ha detto quanto potrebbe prendere a tagliare muri in cemento, mica volare nel cielo blu; oppure a togliere pontili nelle città portuali: corsi pagati, lavoro relativamente facile, attrezzatura fornita.Sono tanti soldi e se non sei proprio messo malissimo fisicamente è - dice lui che lo faceva - relativamente facile.Ora fa un lavoro da tecnico e vedo chiaramente che amerebbe fare quello... ma la sua attuale compagna (con la quale ha una figlia) gli ha semplicemente detto "io ti posso capire, ma ho scelto te perché sei presente, perché sei con me... una vita con uno che non vedo mai non mi interessa, quindi non ti accompagnerei in questa scelta che comunque rispetto".forse tu pensi che lei sia una stronza... eppure io ho fatto la stessa scelta con una tipa: era un animale da sesso, interessante e divertente.ma non la vedevo mai: donna in carriera.Che cazzo me ne faccio? :)Se avessi piazzato una telecamera sulla sua punta del naso avrei visto un po' il mondo: ma chi ci vuol vivere? Quindi gli affetti e le scelte "locali" hanno dei motivi: è sempre facile dire bravobravo ... di certo ha fatto una scelta per due persone, non solo per una :)ciaoooooooooooo
      • N.C. scrive:
        Re: Rosik Bar
        Beh .. dipende tutto dalla vita che uno vuole fare.Solo da quello .Cmq io gli faccio i complimenti e lo incoraggio a portare in alto il nome dell'Italia ( di quell'Italia fatta da persone che lavorano sodo e non dalla mafia o dai politici )
        • non so voi ma io rosico scrive:
          Re: Rosik Bar
          - Scritto da: N.C.
          Beh .. dipende tutto dalla vita che uno vuole
          fare.
          Solo da quello .
          Cmq io gli faccio i complimenti e lo incoraggio a
          portare in alto il nome dell'Italia ( di
          quell'Italia fatta da persone che lavorano sodo e
          non dalla mafia o dai politici
          )beh, tieni conto che porterà solo la voce di una italia di quel tipo, una italia "da marketing", da venditore.non la disprezzo, ma non riflette tutta una nazione fatta di ben altre sfaccettature e non parlo del magna magna, del fancazzismo, del piangersi addosso eccetera.c'è tanto altro e di tutt'altra specie.
  • Nome e cognome scrive:
    Cocaina e prostitute
    Il tizio in questione è entrato nell'ambita cercia di "cocaina, viaggi e prostitute". Complimenti, io non ci sarei riuscito e probabilmente non ho il carattere e le competenze per farlo. Invito tutti a provarci, è un'esperienza che sicuramente a molti piacerebbe (finché non crepi).
    • Rest in Peace scrive:
      Re: Cocaina e prostitute
      - Scritto da: Nome e cognome
      Il tizio in questione è entrato nell'ambita
      cercia di "cocaina, viaggi e prostitute".
      Complimenti, io non ci sarei riuscito e
      probabilmente non ho il carattere e le competenze
      per farlo. Invito tutti a provarci, è
      un'esperienza che sicuramente a molti piacerebbe
      (finché non
      crepi).DIO che orribile storia! Bulli, Pupe, e putanSUV......che SQUALLORE!
  • Man at Work scrive:
    Buona fortuna a tutti
    Articolo interessante, direi una scelta di vita radicale ma il punto e', sembra fosse quello che voleva.Io forse avrei qualche problema in piu' a trasferirmi e ammazzarmi 7x7 a 15 ore al giorno. Pero' siamo tutti diversi quindi ognuno faccia quel che gli pare.Il successo e' arrivare agli obiettivi che ti sei posto, chi vuole arrivare a mezzo milione di euro di reddito all'anno (e anche di piu'), chi si accontenta di pagare le bollette e non gli serve di piu' ecc.Auguro a tutti di ottenere quello che volete, solo che per arrivarci bisogna sbattersi un po' (si' anche per pagare solo le bollette) a meno di una gran botta di fortuna (tipo chiamarsi Piersilvio o Lapo per quanto riguarda il conto in banca). Direi che la lezione e' tutta qui, domandarci (onestamente) chi siamo e quanto valiamo, che cosa vogliamo dalla vita e che cosa siamo disposti a sacrificare per ottenerlo e perseguire l'obbiettivo.Se ti accontenti probabilmente farai un lavoro da schifo, che farai male perche' non ti piace e probabilmente sarai pagato due soldi. Forse si rischia di piu' a non rischiare, da una parte hai la certezza di una vita di schifo, dall'altra forse le cose andranno anche peggio ma forse anche meglio. Se ti accontenti vuol dire che tutto sommato ti sta bene cosi' (tranne sfighe ovviamente se hai piu' di trentanni moglie e tre figli e mutuo casa si fa piu' dura e forse non hai scelte se non a un costo altissimo di rischio).Uno in un post sopra ha detto che gli piacciono le passeggiate, non gli conviene fare il guardiacaccia, guardiaboschi o guida alpina, se e' questo che gli piace fare? Ti piace startene al mare, forse meglio dell'informatico era meglio fare il bagnino o aprire un chiosco di piadina.E' una bella storia e una buona lezione, per il resto buona fortuna a tutti.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Buona fortuna a tutti
      E' la classica storia del calciatore di successo, uno ce la fa e 1000 falliscono.
      • Man at Work scrive:
        Re: Buona fortuna a tutti
        Gia' ma forse gli altri 999 (una buona parte almeno) non hanno seguito l'abc, ovvero:domandarsi (onestamente e l'onestamente va sottolineato) chi siamo e quanto vogliamodomandarsi cosa vogliamo dalla vita e cosa siamo disposti a sacrificare per ottenerloNon basta ovviamente, magari uno e' bravo si fa un mazzo cosi', inciampa dalle scale si scassa il ginocchio carriera di calciatore finita.Pero' parecchi di quei 999 non sono onesti nell'autovalutarsi, non sono onesti nel capire cosa gli piace davvero (si iscrivono a una determinata scuola perche' non sanno cosa vogliono fare, e quando l'hanno finita si accorgono che sono interessati a tutt'altro) non sono disposti a sbattersi quel po' di piu' che serve per raggiungere l'obiettivo, non meraviglia che non riescano in quello che si erano prefissi si sono un bel po' autosabotati. Non dico che applicare la ricetta sia facile, ma la ricetta e' questa, non ce ne sono altre.
        • superdeluso scrive:
          Re: Buona fortuna a tutti
          Concordo con il tuo punto di vista.La mia critica (in un altro thread) verteva su chi vede il proprio lavoro come 7 giorni su 7 a 15 ore al giorno e critica chi invece si accontenta di qualcosa meno perchè preferisce portare avanti delle passioni extralavorative ed avere più tempo per le persone care.Sul fatto di trovare un lavoro inerente alle proprie passioni ti do ragione solo in parte, perchè ci sono passioni per le quali non è per niente facile trovare un lavoro che sia inerente alle stesse...Però almeno uno dovrebbe tentarci, sono deprecabili invece coloro che si lamentano si lamentano e... non fanno mai niente per cambiare!Se ho interpretato correttamente il tuo punto di vista su questo dovremmo essere d'accordo! ;)
          • Man at Work scrive:
            Re: Buona fortuna a tutti
            - Scritto da: superdeluso
            Concordo con il tuo punto di vista.

            La mia critica (in un altro thread) verteva su
            chi vede il proprio lavoro come 7 giorni su 7 a
            15 ore al giorno e critica chi invece si
            accontenta di qualcosa meno perchè preferisce
            portare avanti delle passioni extralavorative ed
            avere più tempo per le persone
            care.

            Sul fatto di trovare un lavoro inerente alle
            proprie passioni ti do ragione solo in parte,Nessuno ha detto che e' facile, almeno all'inizio, le regole "auree" sono quelle sopra. Poi c'e' pure la sfiga e magari hai fatto tutto per bene, ma come dici tu, se pensi questa cosa non la faccio perche' potrebbe andare male, beh di sicuro c'e' solo (e' una riflessione un po' triste lo so) che si muore e chiudersi in casa fino a quel momento (ammesso che qualcuno ti porti da mangiare ...) non e' una soluzione.
    • Walter Ego scrive:
      Re: Buona fortuna a tutti
      - Scritto da: Man at Work
      Articolo interessante, direi una scelta di vita
      radicale ma il punto e', sembra fosse quello che
      voleva.

      Io forse avrei qualche problema in piu' a
      trasferirmi e ammazzarmi 7x7 a 15 ore al giorno.anche io.è il TEMPO che ti lascia un lavoro a renderlo un BEL lavoro.persino di fare un ALTRO lavoro.ma senza rubare niente a nessuno eh...
  • cappero scrive:
    Ma che lavoro e'?
    "Evangelista Tecnologico per gli Amazon Web Services"Cosa significa?!?
    • Testazza scrive:
      Re: Ma che lavoro e'?
      Sei ignorante !In pratica significa gettare fumo a manetta su gente che non capisce una mazza di quello che dici, all'uopo di confondergli le idee e:o vendergli qualcosa, oppure convincerli di qualcosa.Sarebbe il mio lavoro, magari, così finalmente finisco anch'io di cercare assurdi bachi nel perl e cercare di far funzionare dei cmf bacati e mal documentati.Bah
      • Maniscalco scrive:
        Re: Ma che lavoro e'?
        E' uno lavoro Fuffa-Oriented.
      • cappero scrive:
        Re: Ma che lavoro e'?
        - Scritto da: Testazza
        Sei ignorante !
        In pratica significa gettare fumo a manetta su
        gente che non capisce una mazza di quello che
        dici, all'uopo di confondergli le idee
        e:
        o vendergli qualcosa, oppure convincerli di
        qualcosa.
        Sarebbe il mio lavoro, magari, così finalmente
        finisco anch'io di cercare assurdi bachi nel perl
        e cercare di far funzionare dei cmf bacati e mal
        documentati.
        BahAh!!! Ma allora l'anglicismo non serve a nulla ed e'pure lungo. Si dice "imbonitore"!
      • cappero scrive:
        Re: Ma che lavoro e'?
        - Scritto da: Testazza
        Sei ignorante !Ignorante lo dici a tua sorella! (rotfl)
    • Piazzistazx scrive:
      Re: Ma che lavoro e'?
      - Scritto da: cappero
      "Evangelista Tecnologico per gli Amazon Web
      Services"

      Cosa significa?!?un piazzista del presente secolo.un agente di commercio virtuale.un venditore.solo che oggi per riuscire a prendere il posto come venditore (markettaro, pubblicitario... imbonitore) devi anche avere studiato un bottazzo informatica, essere stato sysadmin, saper programmare, parlare in inglese tanto da poter sostenere conversazioni tecniche in 8 colloqui di seguito.ottimo no? :)
  • SilentCode scrive:
    Complimenti
    Complimenti , le soddisfazioni con il duro lavoro arriva sempre. In bocca al lupo, lazzaroni rimanete a casa che è meglio.SC.
    • Hoverkrunz scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: SilentCode
      Complimenti , le soddisfazioni con il duro lavoro
      arriva sempre. In bocca al lupo, lazzaroni
      rimanete a casa che è
      meglio.
      SC.beh, se devo lavorare 24 ore al giorno, il tuo consiglio non è malaccio.mio padre era un superentusiasta del suo lavoro.che però ha scelto perché poteva fare solo quello (altri tempi).quando avevo 18 anni gli ho sentito dire tante volte "quando sarò in pensione voglio solo una casetta in riva al mare ed andare a pescare"ora se non lavora (e fa pena) è perso nel nulla, non sa che cazzo fare, si addormenta di fronte alla tv.e vi assicuro che non è stato un uomo privo di interessi... però sempre da guardare come "eh, si, se avessi tempo... ma devo lavorare, produrre, clienti, sempre in pista!!"ovviamente ho vissuto con mia madre, pasti esclusi.Mi rattrista che oggi non sia in grado di dedicarsi a sé, al mondo... Leggere un libro, guardare due film, vedere roba, navigare, cazzeggiare, regalare la propria esperienza in un blog.La vita fuggirà via e l'avrà passata lavorando... aspettando che un altro più giovane prenda il suo posto nella società per svolgere quel compito. Come padre ha fatto comunque un ottimo lavoro: ma per sé?
  • ciaociciu scrive:
    Ma che bell'articolo!
    Qui c'e' gente che e' precaria, body rental, etc, etc ha delle famiglie da mantenere, fa fatica ad avere finanziamenti perche' il sistema creditizio in italia fa schifo e nell'IT la vita si sa che e' cosi'...perche' non dare qualche consiglio CONCRETO su quali sono i lavori migliori, quali i migliori motori di ricerca per gli IT, o qualsiasi altra cosa invece che pubblicare quest'articolo complemente inutile di auto-celebrazione di sto qua che cazzeggia tutto il giorno invece di lavorare e poi visto che piove sempre sul bagnato gli vengono dati milioni di euri per far vedere 2 slide???ma chissenefrega dico io, tanti auguri per il lavoro, dopo tanti mesi, articoli e parole sul precariato nell'IT in italia, sentire questo quanto e' bravo e quanto e' fico proprio non me ne puo' fregar di meno!!!
    • monossido scrive:
      Re: Ma che bell'articolo!
      l'invidia è una brutta cosa -.-
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ma che bell'articolo!
        - Scritto da: monossido
        l'invidia è una brutta cosa -.-spiegami allora che genere di commenti ti aspetti. "Com'è bravo ora ci provo anch'io"?
        • ciaociciu scrive:
          Re: Ma che bell'articolo!
          macche' tanto valeva scrivere come è riuscito Rockfeller ad arrivare a fare il miliardario!
          • WInternet scrive:
            Re: Ma che bell'articolo!
            che palle al piede siete... è una testimonianza e basta.in teoria dovrebbe far riflettere (e sono stato anch'io precario per 2 anni)......che schifo l'invidia.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Ma che bell'articolo!
            - Scritto da: WInternet
            che palle al piede siete... è una testimonianza e
            basta.
            in teoria dovrebbe far riflettere (e sono stato
            anch'io precario per 2
            anni)...
            ...che schifo l'invidia.L'unica cosa su cui ho riflettuto è il nome del suo lavoro. Una stronzata inutile.
        • snem scrive:
          Re: Ma che bell'articolo!
          Chiediti prima se sei bravo come lui e, se ci credi, provaci!Per fortuna non sei (ancora) in un paese come Cuba e ti permettono di emigrare. Oppure credi sia più facile cambiare il "sistema" (precariato, etc..) che migliorare e farsi assumere?
    • Rosikrunz e Guidasterc scrive:
      Re: Ma che bell'articolo!
      - Scritto da: ciaociciu
      Qui c'e' gente che e' precaria, body rental, etc,
      etc ha delle famiglie da mantenere, fa fatica ad
      avere finanziamenti perche' il sistema creditizio
      in italia fa schifo e nell'IT la vita si sa che
      e'
      cosi'...
      perche' non dare qualche consiglio CONCRETO su
      quali sono i lavori migliori, quali i migliori
      motori di ricerca per gli IT, o qualsiasi altra
      cosa invece che casomai vai qui:http://lavoro.punto-informatico.it/ad ogni modo ti dico che ieri il mio padrone di casa che lavora per lo stato e prende da me 500 euro al mese mi ha detto che il suo settore è stato privatizzato e quindi si è trovato con un nuovo contratto.penso a chissà che sofferenza.gli hanno alzato lo stipendio di 500 euro.non di 77,2 in 3 tranche e zitti .no, di 500 euro.Non è che fa di più o meglio.gli hanno-alzato-lo-stipendio-di-500-euro-porco-dueecco, ora lamentati di questo articolo.io volevo piangere.io che li pago a lui devo sentire che glie ne sono arrivati 500 al mese in più ... e non a ME!!!!porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 porco2 !!!!!!!leggi l'articolo e godilo, e silenzio!!! :@
  • Nome e cognome scrive:
    Storia di successo
    Se leggete un qualunque manuale di marketing e di gestione d'impresa avrete sempre la possibilità di leggere qualche bella storia di successo come quella raccontata in questa lettera. Tutte storie raccontate a posteriori (ovvio ce l'ho fatta e lo racconto). Che ne dite anche di raccontare le storie di quelli che non ce l'hanno fatta e magari avevano le stesse competenze e professionalità dell'autore della lettera? Forse scopriremmo che sono migliaia e solo per un imprevisto o per sfortuna non ci sono riusciti.
    • snem scrive:
      Re: Storia di successo
      tipo finire sotto una macchina? allora perchè si vive? tanto tutti moriranno...non provare per la paura di fallire è un limite molto più grande delle difficoltà che si incontrano sulla strada del successo.
    • Massimo z scrive:
      Re: Storia di successo
      ma ci sei o ci fai?
    • frilly la farfallina porcella scrive:
      Re: Storia di successo
      - Scritto da: Nome e cognome
      Se leggete un qualunque manuale di marketing e di
      gestione d'impresa avrete sempre la possibilità
      di leggere qualche bella storia di successo come
      quella raccontata in questa lettera. Tutte storie
      raccontate a posteriori (ovvio ce l'ho fatta e lo
      racconto). Che ne dite anche di raccontare le
      storie di quelli che non ce l'hanno fatta e
      magari avevano le stesse competenze e
      professionalità dell'autore della lettera? Forse
      scopriremmo che sono migliaia e solo per un
      imprevisto o per sfortuna non ci sono
      riusciti.per quello basta far 2 chiacchiere fra colleghi.quando ti vuoi pompare un po' non è che guasti qualche goodnews ;)eh! :)lo so che lo dici per tirarti su, ma io non penso a chi sta peggio, altrimenti sarei felice della mia vita di merda rispetto ad un malato di aids oppure ai bambini del biafra, ovviamente...ma Berlusconi, cazzo di ziobarco, sta MOLTO MEGLIO!!!!e per quanto possa aver lavorato, è umano e non può aver lavorato di più di un minatore in tutta la propria vita... eppure sta meglio.Quindi le storie di successo sono interessanti.Sediamoci rosichiamo e leggiamole.oh.
  • Lorenzo scrive:
    mah
    Sembra che la scelta sia esclusivamente tra lavorare 14 ore al giorno 7 su 7 o fare un mazza tutto il giorno e finire come l'argentina (che tra parentesi si è ben ripresa dalla crisi e sta recuperando in fretta). Come diceva qualcuno qui sopra, ci sono molte vie di mezzo e molte sfumature.Detto questo, insultare l'uno o l'altro per le sue scelte di vita è una cosa patetica e ridicola. Devo rendere conto a qualcuno di quello che voglio fare della mia vita? Ai lettori del forum poi? Rilassatevi un po' per favore!!!:DPS. tra un mese sono disoccupato, altro che lunghe passeggiate nel parco mi aspettano: ciotolina e cartone "ho fame" :|
    • snem scrive:
      Re: mah
      OT riguardo l'Argentina: se in Italia i suoi abitanti pagassero il debito con il loro conto in banca e le loro proprietà sicuramente il paese uscirà dalla crisi...
    • Ultratron il protettore dell humus scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: Lorenzo

      PS. tra un mese sono disoccupato, altro che
      lunghe passeggiate nel parco mi aspettano:
      ciotolina e cartone "ho fame"
      :|appena sotto il tuo post leggo una scritta in rosso che dice "Inserisci il CV su PI Lavoro!":)ciaoooo
  • Nicola scrive:
    Bravo
    Complimenti.Sia per la preparazione che per il risultato che per il coraggio di spostarti.PS: "gli impiegati pubblici non possono mai essere licenziati" quando cambierà questa enorme paraculata?
  • Geppo scrive:
    a quando amazon.IT
    come da oggetto...
  • Ecco scrive:
    Avete parlato male di Second Life
    Qui sempre tutti a dire che non serve a niente e intanto lui ha trovato lavoro con Second Life.Tie' a tutti quelli che si lamentano per gli articoli su SL. Alla fine siete i soliti italiani tecnofobici, solo che non ve ne rendete conto.
    • EURASIA WIN scrive:
      Re: Avete parlato male di Second Life
      - Scritto da: Ecco
      Qui sempre tutti a dire che non serve a niente e
      intanto lui ha trovato lavoro con Second
      Life.
      Tie' a tutti quelli che si lamentano per gli
      articoli su SL. Alla fine siete i soliti italiani
      tecnofobici, solo che non ve ne rendete
      conto.ok, 1 ce l'ha fatta.e gli altri 2'999'999 utenti?virtuapippe?
      • Ecco scrive:
        Re: Avete parlato male di Second Life
        - Scritto da: EURASIA WIN
        - Scritto da: Ecco

        Qui sempre tutti a dire che non serve a niente e

        intanto lui ha trovato lavoro con Second

        Life.

        Tie' a tutti quelli che si lamentano per gli

        articoli su SL. Alla fine siete i soliti
        italiani

        tecnofobici, solo che non ve ne rendete

        conto.

        ok, 1 ce l'ha fatta.
        e gli altri 2'999'999 utenti?

        virtuapippe?Chissà quanti altri stranieri ce l'hanno fatta. Siamo noi italiani che ci diamo la zappa sui piedi e non sappiamo vedere le opportunità che vengono da posti come Second Life.
    • Urrah scrive:
      Re: Avete parlato male di Second Life
      - Scritto da: Ecco
      Qui sempre tutti a dire che non serve a niente e
      intanto lui ha trovato lavoro con Second
      Life.
      Tie' a tutti quelli che si lamentano per gli
      articoli su SL. Alla fine siete i soliti italiani
      tecnofobici, solo che non ve ne rendete
      conto.in effetti è l'unica cosa alla quale ho pensato alla fine di tutto questo (oltre al fatto che non so abbastanza bene l'inglese parlato) ... ovvero: "oh, ma provare 'sto second life?"mai provato, giuro!!! :)
  • anonimino scrive:
    Non è solo fortuna?
    Sembra quasi che per un colpo di "fortuna" tu abbia trovato un posto ad Amazon, non è così, tu sei la persona giusta al posto giusto, sei in gamba e molto superiore alla media, lo si capisce da come ragioni e parli.Sicuramente queste parole susciteranno commenti "del caxxo" molto sarcastici, la verità è che fai molta invidia a tutti noi!Sono contento che esistano storie così, ma mi dispiace che un altro buon cervello vada fuori dall'Italia.Grazie per l'esempio che hai dato.Anonimino
    • Urrah scrive:
      Re: Non è solo fortuna?
      - Scritto da: anonimino
      Sicuramente queste parole susciteranno commenti
      "del caxxo" molto sarcastici, la verità è che fai
      molta invidia a tutti
      noi!a me faceva invidia come sistemista :)dire a priori che qualunque commento (critico) dopo il tuo sia del caxxo mi pare un ottimo indice del tuo valore come giudice della vita altrui :)e quindi ti ringraziamo di averlo esposto in breve.
      Sono contento che esistano storie così, ma mi
      dispiace che un altro buon cervello vada fuori
      dall'Italia.io sono estremamente dispiaciuto che un tecnico debba sempre finire per passare al lato oscuro della vendita per non stare più male.che cazzo ti vendi se nessuno FA niente???
      Grazie per l'esempio che hai dato.su questo concordo: liberi di seguirlo, se si è in grado.
  • Nilok scrive:
    GRANDE!
    Ciao,è sempre piacere conoscere qualcuno che sta raggiungendo ciò che desidera.Sono con te, continua così!Fagli vedere CHI sono gli Italiani...!L'ultima volta che sono stato a LA, in una Software House, avevano sulle scrivanie dei piccoli pro-memoria per incetivarsi alla produzione e questi dicevano: "Think Italian!".Ti auguro un futuro radioso e pieno di soddisfazioni.A prestoNilok
    • Anonimo scrive:
      Re: GRANDE!
      - Scritto da: Nilok
      Ciao,
      è sempre piacere conoscere qualcuno che sta
      raggiungendo ciò che
      desidera.io ieri mi son fatto l'Alessandra... non è che proprio mi puoi conoscere, ma nemmeno il Brunozzi sai se è vero o se è una invenzione.Quindi dai, goditi anche la mia performance :)L'Alessandra è davvero un piacere per gli occhi e il resto e io ce l'ho fatta a farmela!!! La desideravo e yahooooooooooooo!!!!!
      Sono con te, continua così!
      Fagli vedere CHI sono gli Italiani...!Mi pare un campione poco significativo.e comunque non rispondo agli anonimi.
  • Tristino scrive:
    Il problema siamo noi
    Gente rileggetevi i commenti a questo articolo! Non c'è un filo di propositività. Ma come si fa così? Nessno che rimanga nel merito della questione.Ad esempio: Brunozzi ha fatto un'articolo da evangelist, evidentemente è già calato nel ruolo o pensava di parlare con noi come se fossimo Jeff, cercando di convincerci della sua bravura. In realtà Va bene così, Simone sa vendersi e lo sa fare bene perché ha delle qualità. Non mi piace molto l'articolo ma lui è encomiabile per la fatica che ha fatto.Però quasi tutti hanno incentrato la discussione su ciò che invece DEVE essere importante e su come l'italia andrà a picco. Anche io mi trovo a sperare che vada così in un paese in cui uno come Berlusconi vince di nuovo dopo tutto ciò che ha combinato, ma non andiamo da nessuna arte se continuiamo a piangerci addosso in questo modo. E' vero simone probabilmente lavorerà 14 ore l giorno per i prossimi dieci anni ma salvo olocausto atomico si ritroverà qualcosa in tasca e potrà sempre decidere di ritirarsi e fare un'altra vita. La verità è che la tecnologia IT ci ha reso schiavi come i primi operai dell'ottocento, ma almeno noi siamo schiavi felici del lavoro che facciamo (anche io ci sono dentro). E' morta l'idea della tecnologia che semplifica la vita, e libera il tempo per le passeggiate. Non può che essere così in un mondo dove vige il mito della crescita continua e del Pil. Ma dove vogliamo andare? in che direzione vogliamo crescere? Scusate, lo so che questo post assomiglia più ad un flusso di coscienza che a un commento ben strutturato.
    • ciaociciu scrive:
      Re: Il problema siamo noi
      sei il solito comunista, perche' prodi invece ha fatto solo buone cose vero?? (iri, euro, etc.)
      • phil scrive:
        Re: Il problema siamo noi
        - Scritto da: ciaociciu
        sei il solito comunista, perche' prodi invece ha
        fatto solo buone cose vero?? (iri, euro,
        etc.)lasciamo perdere l'iri, sulla quale si potrebbe stare a parlare per ore, ma l'euro? Senza, l'Italia sarebbe già fallita, schiacciata dal debito pubblico.Ma non preoccuparti, hai voluto Mr.B e mo' te lo puppi. Per quanto mi riguarda, continuerò a sopportare le battutine dei colleghi stranieri, che ancora ridono della stupidità italiana. Saluti stranieri!
    • Burbanker III scrive:
      Re: Il problema siamo noi
      - Scritto da: Tristino
      Gente rileggetevi i commenti a questo articolo!Lo sto facendo. Oggi ho dovuto lavorare, sai com'è ...
      Non c'è un filo di propositività. Ma come si fa
      così? Nessno che rimanga nel merito della
      questione.io mi sono cuccato le tre regole e in effetti... sono dove sono perché non sono il migliore.e non mi so vendere.e non so l'inglese così da dioe non sono sistemista e nessuno da queste parti chiama il sistemista per quel che è e se lo facesse non sarei formalmente qualificato
      Però quasi tutti hanno incentrato la discussione
      su ciò che invece DEVE essere importante e su
      come l'italia andrà a picco. Oddio, sentire che da tecnico in università devi andare a fare il venditore all'estero per non essere triste e infelice... non è che sia una soluzione.E' come dire che se le cose vanno male con tua moglie perché ci sono dei prolemi puoi sempre diventare donna oppure farti una amante.Sono alternative, non soluzioni.
      Anche io mi trovo a
      sperare che vada così in un paese in cui uno come
      Berlusconi vince di nuovo dopo tutto ciò che ha
      combinato, ma non andiamo da nessuna arte se
      continuiamo a piangerci addosso in questo modo .ti do ragione e basta: ce l'hai.
      E' vero simone probabilmente lavorerà 14 ore l
      giorno per i prossimi dieci anni ma salvo
      olocausto atomico si ritroverà qualcosa in tasca
      e potrà sempre decidere di ritirarsi e fare
      un'altra vita.si ma quando?io ho 34 anni e mi sento già di aver perso tantissimi anni ... quanti ne devo avere per usare la mia vita, invece di lavorare???
      La verità è :ah però :)
      che la tecnologia IT ci ha reso
      schiavi come i primi operai dell'ottocento, ma
      almeno noi siamo schiavi felici del lavoro che
      facciamo (anche io ci sono dentro).ti do ragione anche qui
      E' morta
      l'idea della tecnologia che semplifica la vita, e
      libera il tempo per le passeggiate. no merda!!!! no che non è morta!!!io ce l'ho qui dentro al cuore!!!!!! dentro la mia mente, perfettamente sempre davanti ai miei occhi!!!!io ADORO quando le macchine vanno da sole! E sono stato io a farle andare!Ma nessuno mi paga per il risultato che faccio raggiungere o per il disastro che evito.Devo essere presente, visibile, al mio posto, triste.Allora sto lavorando.Altrimenti non sto facendo un cazzo.
      Non può che
      essere così in un mondo dove vige il mito della
      crescita continua e del Pil. Ma dove vogliamo
      andare? in che direzione vogliamo crescere?dobbiamo morire prima dell'età della pensione.oppure parlavi di un obiettivo nostro? perché quello del potere non mi pare tanto differente.forza lavoro, e poi via dai maroni
      Scusate, lo so che questo post assomiglia più ad
      un flusso di coscienza che a un commento ben
      strutturato.a me piaceva così, grazie per averlo fatto
  • giovannitrap scrive:
    stipendio statale ultimi 6 mesi
    mi piacerebbe sapere cosa ne pensano quelli dell'Università per Stranieri di Perugia sul fatto che gli ultimi sei mesi di stipendio sono stati da te dedicati per attività esterne (e non venirmi a dire che studiavi di notte)proprio in questi giorni sentivo il nuovo ministro della pa che parlava di licenziamenti per i fannulloni o chi utilizza la scrivania pubblica per interessi personali... chissà che non aprano, dopo la pubblicazione di questo articolo, una istruttoria nei tuoi confronti per verificare il tuo impegno (e la tua presenza)... magari ti denuncianoun tuo ex collega dell'unipg
    • Tristino scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      Ma smettila non è vero che gli impiegati statali non fanno niente e usano il tempo per navigare a sbafo su internet!Opps, vorrei scrivere altro ma devo per forza andare, mi hanno appena avvertito che stanno per fare manutenzione sul server del comune. Mannaggia mi toccherà sbrigare quelle pratiche per l'assegnazione della casa popolare a quella famiglia con 6 figli di cui due disabili che sono stati sfrattati perché il padre è morto. Vabbé
    • anonimo pasticcere scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      - Scritto da: giovannitrap
      un tuo ex collega dell'unipgmi sa che ROSICHI ...ogni volta che se ne và UNO BRAVO ...i MEDIOCRI si ritrovano nella MERD. !!!e ROSICANO di BRUTTO !!
    • HJack scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      Alle 08:48 (ora del tuo post) se davvero lavori all'UNI dovresti stare in ufficio a produrre e non a perdere tempo su internet. Chissà che l'inchiesta non l'aprano su te dopo la pubblicazione del tuo post.... o forse sei a casa invece che stare al lavoro..... chissà chissà....Invece di fare il rosicone perchè un tuo collega è arrivato dove tu non sei riuscito, liberando un posto che qualcun'altro potrà comunque occupare, pensa all'invidia che ti logora.
      • gbpkoala scrive:
        Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
        - Scritto da: HJack
        Alle 08:48 (ora del tuo post) se davvero lavori
        all'UNI dovresti stare in ufficio a produrre e
        non a perdere tempo su internet. Chissà che
        l'inchiesta non l'aprano su te dopo la
        pubblicazione del tuo post.... o forse sei a casa
        invece che stare al lavoro..... chissà
        chissà....
        Invece di fare il rosicone perchè un tuo collega
        è arrivato dove tu non sei riuscito, liberando un
        posto che qualcun'altro potrà comunque occupare,
        pensa all'invidia che ti
        logora.Quoto e straquoto!
    • rosik scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      - Scritto da: giovannitrap
      mi piacerebbe sapere cosa ne pensano quelli
      dell'Università per Stranieri di Perugia sul
      fatto che gli ultimi sei mesi di stipendio sono
      stati da te dedicati per attività esterne (e non
      venirmi a dire che studiavi di
      notte)

      proprio in questi giorni sentivo il nuovo
      ministro della pa che parlava di licenziamenti
      per i fannulloni o chi utilizza la scrivania
      pubblica per interessi personali... chissà che
      non aprano, dopo la pubblicazione di questo
      articolo, una istruttoria nei tuoi confronti per
      verificare il tuo impegno (e la tua presenza)...
      magari ti
      denunciano

      un tuo ex collega dell'unipg[img]http://dreadnought.ngi.it/smiles/rosik2.gif[/img]
    • concordo col dire... scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      - Scritto da: giovannitrap
      mi piacerebbe sapere cosa ne pensano quelli
      dell'Università per Stranieri di Perugia sul
      fatto che gli ultimi sei mesi di stipendio sono
      stati da te dedicati per attività esterne (e non
      venirmi a dire che studiavi di
      notte)

      proprio in questi giorni sentivo il nuovo
      ministro della pa che parlava di licenziamenti
      per i fannulloni o chi utilizza la scrivania
      pubblica per interessi personali... chissà che
      non aprano, dopo la pubblicazione di questo
      articolo, una istruttoria nei tuoi confronti per
      verificare il tuo impegno (e la tua presenza)...
      magari ti
      denunciano

      un tuo ex collega dell'unipgconcordo col dire che tu...[img]http://www.freefever.com/animatedgifs/animated/beaver4.gif[/img]
    • Number 6 scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      [img]http://i.ehow.com/images/GlobalPhoto/Articles/6041/hamster003oj1-main_Full.jpg[/img]
    • Sci0Xato scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      - Scritto da: giovannitrap
      mi piacerebbe sapere cosa ne pensano quelli
      dell'Università per Stranieri di Perugia sul
      fatto che gli ultimi sei mesi di stipendio sono
      stati da te dedicati per attività esterne (e non
      venirmi a dire che studiavi di
      notte)Se e' vero e' poco carino, ma forse quelli dell'Universita' per Stranieri, adesso che i buoi sono scappati, farebbero bene a preoccuparsi di chi e' rimasto, per esempio del suo capo (che sicuramente avendo questa grossa responsabilita' prende uno stipendio moltiplicato)che lo ha lasciato 6 mesi senza fare una mazza, forse neanche il capo faceva una mazza. Di te che te ne stavi probabilmente zitto o anche delle norme (se il capo era sveglio) che impediscono a un fancazzista di fare piazza pulita. Forse la "licenza di grattarsi", sempre se e' vero, e' a compensazioni del fatto che qualunque cosa fai no carriera, e comunque (anche se sicuro) poco stipendio.
      proprio in questi giorni sentivo il nuovo
      ministro della pa che parlava di licenziamenti
      per i fannulloni o chi utilizza la scrivaniaComunque dovresti essere contento, un fancazzista di meno, se e' come dici tu, quello che e' arrivato dopo di lui sicuramente si dimostrera' piu' degno. O no?
    • ecco perche sostengo anonimato scrive:
      Re: stipendio statale ultimi 6 mesi
      Ecco perché sostengo l'anonimato.un c******** di siffatta specie si trova sempre.E questi non mollano, non demordono: sono invidiosi marci e se ti facevano soffrire ieri mentre ti avevano in pugno (magari psicologicamente) devono riuscire a farti soffrire anche dopo, se solo vedono uno spiraglio di possibilità.per questo bisogna imparare a tenere la gente fuori dai fatti propri.L'articolo poteva essere tranquillamente fatto anche senza il nome.PSBrunozzi, mentre leggevo il tuo articolo pensavo che io un lavoro "orribile" come il tuo me lo sogno.Scommetto che prendevi sicuramente più di 1200 al mese... facendo quello che a me piace :)... e quindi auguroni!!!
  • deluso scrive:
    commenti da elogio funebre che tristezza
    Faccio i miei migliori auguri al neo assunto in amazondetto questo:che tristezza infinita certi commenti.Sembra di leggere certi racconti sud americani, che parlano di amori e di affetti perche' non possono fare altrimenti visto che muoiono dalla fame.Le passeggiate, la famiglia,tutti discorsi di un paese morto. Sembra un testamento.invece di incazzarsi e chiedersi perche' in italia pagano un terzo che in altri paesi, si accetta con silenzio il destino di un paese che sta diventando la nuova argentina.Una rassegnazione da crollo imminente.cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti in italia per voi state freschi.Gli italiani fanno di tutto per non vedere.ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri figli? Senza diritti, precari e voi senza una pensione?cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno fuori le palle?
    • superdeluso scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza
      Hai scritto alcune cose giuste nel tuo post, ma se veramente consideri le passeggiate (intese come passioni che si possono avere al di fuori del lavoro) e gli affetti una cosa da paese morto, se consideri queste cose degne di un moribondo, vuol dire che tu non sei moribondo, sei già morto prima di nascere.Che l'italia stia colando a picco ok, ma con queste risposte vedo un sacco di gente che ha come obiettivo nella vita il diventare un ingranaggio di una macchina, niente di più.Sinceramente non vedo molta differenza con quelle generazioni di un tempo, quando la gente doveva spaccarsi la schiena per 14 o 15 ore al giorno, anzi, se non altro quelli lo facevano perchè altrimenti non campavano, invece voi lo fate per mantenere tutti i giocattoli che vi servono per convincervi che siete dei grandi uomini arrivati (e soprattutto per dimostrarlo agli altri!) e per riempire quella pochezza interiore che avete.Che poi... "uomini", mi sa che la maggior parte siete ragazzini che sognano il proprio futuro del tipo yuppies in versione terzo millennio!Con questo tanto di cappello per chi realmente trova una grande passione nel lavoro, intendiamoci, ma... che ristrettezza di idee gente... Saluti, e quando sarete cardiopatici a 40 anni non venite a lamentarvi in questi forum... ;)
      • deluso scrive:
        Re: commenti da elogio funebre che tristezza
        - Scritto da: superdeluso
        Hai scritto alcune cose giuste nel tuo post, ma
        se veramente consideri le passeggiate (intese
        come passioni che si possono avere al di fuori
        del lavoro) e gli affetti una cosa da paese
        morto, se consideri queste cose degne di un
        moribondo, vuol dire che tu non sei moribondo,
        sei già morto prima di
        nascere.chi non capisce che vivere degnamente anche in italiae' un morto che camminail paese e' morto non per le passeggiate, e' morto perche' chi parla di passeggiate, invece di combattere per avere gli stessi diritti economici che si hanno all'estero e' MORTO PUNTO.
        Che l'italia stia colando a picco ok, ma con
        queste risposte vedo un sacco di gente che ha
        come obiettivo nella vita il diventare un
        ingranaggio di una macchina, niente diavere uno stipendio con cui arrivi a fine mese e' essere ingranaggi.non hai capito nulla mi sa del mio discorsoe si vede.
        Sinceramente non vedo molta differenza con quelle
        generazioni di un tempo, quando la gente doveva
        spaccarsi la schiena per 14 o 15 ore al giorno,
        anzi, se non altro quelli lo facevano perchè
        altrimenti non campavano, invece voi lo fate per
        mantenere tutti i giocattoli che vi servono per
        convincervi che siete dei grandi uomini arrivati
        (e soprattutto per dimostrarlo agli altri!) e per
        riempire quella pochezza interiore che
        avete.la pochezza interiore (e la codardia) la ha chi non chiede di vivere decentemente con uno stipendio decente.
        Che poi... "uomini", mi sa che la maggior parte
        siete ragazzini che sognano il proprio futuro del
        tipo yuppies in versione terzo
        millennio!io desidero una vita normale, arrivare a fine mese, potermi comprare una casa ed avere una pensionecosa che oggi non ho piu'...la scambierei per una passeggiata? siil superfluo diventa inevitabile quando hai perso tutto l'indispensabile diceva un noto poeta.

        Con questo tanto di cappello per chi realmente
        trova una grande passione nel lavoro,
        intendiamoci, ma... che ristrettezza di idee
        gente...eh gia' che ristrettezza di idee, quasi quasi vengo a mangiare a casa tua, visto che tu sei cosi UMANO.e magari mi faccio prestare 400 o 500 mila euro per comprarmi la casa, tu sei umano me li presti no???
        Saluti, e quando sarete cardiopatici a 40 anni
        non venite a lamentarvi in questi forum...
        ;)saluti tu di passeggiate all'addiaccio ne farai molte tra qualche anno E GIOCACI TUTTO QUELLO CHE VUOI CHE ANDRA' COSI
        • superdeluso scrive:
          Re: commenti da elogio funebre che tristezza
          - Scritto da: deluso
          - Scritto da: superdeluso

          Hai scritto alcune cose giuste nel tuo post, ma

          se veramente consideri le passeggiate (intese

          come passioni che si possono avere al di fuori

          del lavoro) e gli affetti una cosa da paese

          morto, se consideri queste cose degne di un

          moribondo, vuol dire che tu non sei moribondo,

          sei già morto prima di

          nascere.

          chi non capisce che vivere degnamente anche in
          italia
          e' un morto che cammina
          il paese e' morto non per le passeggiate, e'
          morto perche' chi parla di passeggiate, invece di
          combattere per avere gli stessi diritti economici
          che si hanno all'estero e' MORTO
          PUNTO.
          Sono d'accordo con te sul declino dell'itaGLia e io stesso mi sto informando per vedere cosa c'è di interessante oltre confine, perciò... non fraintendiamoci su questo! ;)Però non vedo perchè uno non può paralare di lavoro e di passeggiate nello stesso tempo, è giusto dedicare parte della propria vita al lavoro, non si campa d'aria, ma è giusto coltivare anche altre cose che vanno al di fuori del lavoro.Io ho molti amici che sono andati a lavorare fuori da questo paese, e parlo di gente che ha trovato soddisfazione nel lavoro (ed economicamente!), però mi risulta che se gli piaceva fare "passeggiate" hanno continuato a farle anche là.Non è che una cosa esclude l'altra...

          Che l'italia stia colando a picco ok, ma con

          queste risposte vedo un sacco di gente che ha

          come obiettivo nella vita il diventare un

          ingranaggio di una macchina, niente di


          avere uno stipendio con cui arrivi a fine mese e'
          essere
          ingranaggi.
          non hai capito nulla mi sa del mio discorso
          e si vede.
          Si, però anche vivere per il solo lavoro significa essere un ingranaggio, perchè si tralasciano alcuni aspetti importanti della nostra vita, per quanto uno possa guadagnare bene.Con questo concordo anche sul fatto che l'avere uno stipendio misero che non ti fa arrivare a fine mese è anche peggio di essere un'ingranaggio! Anzi, pensiamo a tutti coloro che devono avere due o più lavori per mantenere una vita almeno decente...

          Sinceramente non vedo molta differenza con
          quelle

          generazioni di un tempo, quando la gente doveva

          spaccarsi la schiena per 14 o 15 ore al giorno,

          anzi, se non altro quelli lo facevano perchè

          altrimenti non campavano, invece voi lo fate per

          mantenere tutti i giocattoli che vi servono per

          convincervi che siete dei grandi uomini arrivati

          (e soprattutto per dimostrarlo agli altri!) e
          per

          riempire quella pochezza interiore che

          avete.


          la pochezza interiore (e la codardia) la ha chi
          non chiede di vivere decentemente con uno
          stipendio
          decente.
          Beh, mi sembra che parli di codardia e di pochezza interiore senza saperne il significato...

          Che poi... "uomini", mi sa che la maggior parte

          siete ragazzini che sognano il proprio futuro
          del

          tipo yuppies in versione terzo

          millennio!


          io desidero una vita normale, arrivare a fine
          mese, potermi comprare una casa ed avere una
          pensione
          cosa che oggi non ho piu'...
          la scambierei per una passeggiata? si
          il superfluo diventa inevitabile quando hai
          perso tutto l'indispensabile diceva un noto
          poeta.

          E trovare un lavoro nel quale devi impegnarti (nessuno regala niente, intendiamoci!) e nello stesso tempo riuscire a ritagliarti il tempo per una passeggiata o per le persone care no?O fai una cosa o fai l'altra? Non penso, altrimenti se ti trovi un lavoro per il quale non hai tempo per una passeggiata o per una carezza a tuo figlio vuol dire che sei diventato lo schiavo di te stesso.



          Con questo tanto di cappello per chi realmente

          trova una grande passione nel lavoro,

          intendiamoci, ma... che ristrettezza di idee

          gente...


          eh gia' che ristrettezza di idee, quasi quasi
          vengo a mangiare a casa tua, visto che tu sei
          cosi
          UMANO.
          e magari mi faccio prestare 400 o 500 mila euro
          per comprarmi la casa, tu sei umano me li presti
          no???


          Saluti, e quando sarete cardiopatici a 40 anni

          non venite a lamentarvi in questi forum...

          ;)

          saluti tu di passeggiate all'addiaccio ne farai
          molte tra qualche anno E GIOCACI TUTTO QUELLO
          CHE VUOI CHE ANDRA'
          COSIBeh, di passeggiate all'addiaccio ne faccio parecchie in quanto amo l'alpinismo e il trekking, oltre ad altri sport, e ho le palle per farle, al contrario di molti topi d'ufficio diventati fisicamente delle larve. Però, è ovvio che devo avere anche un lavoro decente per potermi comprare l'attrezzatura tecnologica che mi permette di scalare una parete o dormire all'addiaccio sottozero, perciò non facciamo confusione tra le cose, per favore! ;)Se vuoi venire a mangiare a casa mia, guarda, una buona birra e un piatto non lo nego a nessuno, specialmente a chi come te vede il mondo con un'angolazione molto ristretta! ;) :D
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: commenti da elogio funebre che tristezza
            - Scritto da: superdeluso
            - Scritto da: deluso

            - Scritto da: superdeluso


            Hai scritto alcune cose giuste nel tuo post,
            ma


            se veramente consideri le passeggiate (intese


            come passioni che si possono avere al di fuori


            del lavoro) e gli affetti una cosa da paese


            morto, se consideri queste cose degne di un


            moribondo, vuol dire che tu non sei moribondo,


            sei già morto prima di


            nascere.



            chi non capisce che vivere degnamente anche in

            italia

            e' un morto che cammina

            il paese e' morto non per le passeggiate, e'

            morto perche' chi parla di passeggiate, invece
            di

            combattere per avere gli stessi diritti
            economici

            che si hanno all'estero e' MORTO

            PUNTO.



            Sono d'accordo con te sul declino dell'itaGLia e
            io stesso mi sto informando per vedere cosa c'è
            di interessante oltre confine, perciò... non
            fraintendiamoci su questo!
            ;)
            Però non vedo perchè uno non può paralare di
            lavoro e di passeggiate nello stesso tempo, è
            giusto dedicare parte della propria vita al
            lavoro, non si campa d'aria, ma è giusto
            coltivare anche altre cose che vanno al di fuori
            del
            lavoro.
            Io ho molti amici che sono andati a lavorare
            fuori da questo paese, e parlo di gente che ha
            trovato soddisfazione nel lavoro (ed
            economicamente!), però mi risulta che se gli
            piaceva fare "passeggiate" hanno continuato a
            farle anche
            là.
            Non è che una cosa esclude l'altra...



            Che l'italia stia colando a picco ok, ma con


            queste risposte vedo un sacco di gente che ha


            come obiettivo nella vita il diventare un


            ingranaggio di una macchina, niente di





            avere uno stipendio con cui arrivi a fine mese
            e'

            essere

            ingranaggi.

            non hai capito nulla mi sa del mio discorso

            e si vede.



            Si, però anche vivere per il solo lavoro
            significa essere un ingranaggio, perchè si
            tralasciano alcuni aspetti importanti della
            nostra vita, per quanto uno possa guadagnare
            bene.
            Con questo concordo anche sul fatto che l'avere
            uno stipendio misero che non ti fa arrivare a
            fine mese è anche peggio di essere
            un'ingranaggio! Anzi, pensiamo a tutti coloro che
            devono avere due o più lavori per mantenere una
            vita almeno decente...




            Sinceramente non vedo molta differenza con

            quelle


            generazioni di un tempo, quando la gente
            doveva


            spaccarsi la schiena per 14 o 15 ore al
            giorno,


            anzi, se non altro quelli lo facevano perchè


            altrimenti non campavano, invece voi lo fate
            per


            mantenere tutti i giocattoli che vi servono
            per


            convincervi che siete dei grandi uomini
            arrivati


            (e soprattutto per dimostrarlo agli altri!) e

            per


            riempire quella pochezza interiore che


            avete.





            la pochezza interiore (e la codardia) la ha chi

            non chiede di vivere decentemente con uno

            stipendio

            decente.



            Beh, mi sembra che parli di codardia e di
            pochezza interiore senza saperne il
            significato...



            Che poi... "uomini", mi sa che la maggior
            parte


            siete ragazzini che sognano il proprio futuro

            del


            tipo yuppies in versione terzo


            millennio!





            io desidero una vita normale, arrivare a fine

            mese, potermi comprare una casa ed avere una

            pensione

            cosa che oggi non ho piu'...

            la scambierei per una passeggiata? si

            il superfluo diventa inevitabile quando hai

            perso tutto l'indispensabile diceva un noto

            poeta.





            E trovare un lavoro nel quale devi impegnarti
            (nessuno regala niente, intendiamoci!) e nello
            stesso tempo riuscire a ritagliarti il tempo per
            una passeggiata o per le persone care
            no?
            O fai una cosa o fai l'altra? Non penso,
            altrimenti se ti trovi un lavoro per il quale non
            hai tempo per una passeggiata o per una carezza a
            tuo figlio vuol dire che sei diventato lo schiavo
            di te
            stesso.






            Con questo tanto di cappello per chi realmente


            trova una grande passione nel lavoro,


            intendiamoci, ma... che ristrettezza di idee


            gente...





            eh gia' che ristrettezza di idee, quasi quasi

            vengo a mangiare a casa tua, visto che tu sei

            cosi

            UMANO.

            e magari mi faccio prestare 400 o 500 mila euro

            per comprarmi la casa, tu sei umano me li presti

            no???




            Saluti, e quando sarete cardiopatici a 40 anni


            non venite a lamentarvi in questi forum...


            ;)



            saluti tu di passeggiate all'addiaccio ne farai

            molte tra qualche anno E GIOCACI TUTTO QUELLO

            CHE VUOI CHE ANDRA'

            COSI

            Beh, di passeggiate all'addiaccio ne faccio
            parecchie in quanto amo l'alpinismo e il
            trekking, oltre ad altri sport, e ho le palle per
            farle, al contrario di molti topi d'ufficio
            diventati fisicamente delle larve. Però, è ovvio
            che devo avere anche un lavoro decente per
            potermi comprare l'attrezzatura tecnologica che
            mi permette di scalare una parete o dormire
            all'addiaccio sottozero, perciò non facciamo
            confusione tra le cose, per favore!
            ;)

            Se vuoi venire a mangiare a casa mia, guarda, una
            buona birra e un piatto non lo nego a nessuno,
            specialmente a chi come te vede il mondo con
            un'angolazione molto ristretta! ;)
            :DOggi ho scoperto un grande sul forum.Mi inchino quasi quanto farei per Arata e la fusione fredda. Complimenti! :D
      • snem scrive:
        Re: commenti da elogio funebre che tristezza
        - Scritto da: superdeluso
        Hai scritto alcune cose giuste nel tuo post, ma
        se veramente consideri le passeggiate (intese
        come passioni che si possono avere al di fuori
        del lavoro) e gli affetti una cosa da paese
        morto, se consideri queste cose degne di un
        moribondo, vuol dire che tu non sei moribondo,
        sei già morto prima di
        nascere.

        Che l'italia stia colando a picco ok, ma con
        queste risposte vedo un sacco di gente che ha
        come obiettivo nella vita il diventare un
        ingranaggio di una macchina, niente di
        più.
        Sinceramente non vedo molta differenza con quelle
        generazioni di un tempo, quando la gente doveva
        spaccarsi la schiena per 14 o 15 ore al giorno,
        anzi, se non altro quelli lo facevano perchè
        altrimenti non campavano, invece voi lo fate per
        mantenere tutti i giocattoli che vi servono per
        convincervi che siete dei grandi uomini arrivati
        (e soprattutto per dimostrarlo agli altri!) e per
        riempire quella pochezza interiore che
        avete.
        Che poi... "uomini", mi sa che la maggior parte
        siete ragazzini che sognano il proprio futuro del
        tipo yuppies in versione terzo
        millennio!


        Con questo tanto di cappello per chi realmente
        trova una grande passione nel lavoro,
        intendiamoci, ma... che ristrettezza di idee
        gente...


        Saluti, e quando sarete cardiopatici a 40 anni
        non venite a lamentarvi in questi forum...
        ;)Sono all'estero, faccio moltissimi sacrifici non per i "giocattoli" ma per poter vivere degnamente: sono partito perchè credo che qui posso arrivare a "comprare una casa" prima, magari senza rinunciare a troppe "passeggiate", facendo un lavoro per il quale ho studiato e non "arrangiarmi" per tirare a campare.Certo, avessi ereditato una casa e tutto il resto non sarei partito... o forse sarei partito dopo aver venduto tutto, perchè dopotutto fare un lavoro che piace e che appassiona credo sia un desiderio di tutti (quelli che vogliono lavorare).
        • superdeluso scrive:
          Re: commenti da elogio funebre che tristezza
          - Scritto da: snem
          Sono all'estero, faccio moltissimi sacrifici non
          per i "giocattoli" ma per poter vivere
          degnamente: sono partito perchè credo che qui
          posso arrivare a "comprare una casa" prima,
          magari senza rinunciare a troppe "passeggiate",
          facendo un lavoro per il quale ho studiato e non
          "arrangiarmi" per tirare a
          campare.
          Certo, avessi ereditato una casa e tutto il resto
          non sarei partito... o forse sarei partito dopo
          aver venduto tutto, perchè dopotutto fare un
          lavoro che piace e che appassiona credo sia un
          desiderio di tutti (quelli che vogliono
          lavorare).Come scrivi fai sacrifici, purtroppo nessuno regala niente, ma nello stesso tempo, se puoi, cerchi di non rinunciare a troppe "passeggiate", perciò sono d'accordo con te.Io mi riferivo non a casi come il tuo (che poi è il caso di molti), ma di coloro che con alcuni commenti hanno denigrato chi apprezza anche le cose al di fuori del lavoro, quasi come se si dovesse essere tutti delle formiche trasformate in esseri umani.Spesso queste persone, non avendo niente al di fuori del proprio lavoro, cercano di investire i propri soldi in cose che con gli anni scopri che di felicità non è che te ne portano molta, e comunque è una felicità effimera.Sembra che non si possa avere un lavoro soddisfacente e nello stesso tempo ritagliarsi degli spazi per le proprie passioni extralavorative e per i propri affetti. Sembra che o puoi essere in un modo o in quell'altro, su questo ho trovato un'enorme ristrettezza di vedute, non su chi la pensa come te... :)C'è gente a cui interessa avere un lavoro che gli permetta di vivere dignitosamente e nello stesso tempo vogliono avere spazio per le proprie passioni, non mi sembra facciano qualcosa di male, ma non vedo perchè debbano essere criticati da coloro che vedono il lavoro come l'unica cosa che possono fare nella loro vita e perciò gli dedicano ogni minuto disponibile!Personalmente amo avere un lavoro che mi soddisfa, che mia appassiona, e sono disponibile a dedicargli anche molto tempo, ma faccio si che la mia vita non sia solo quello, coltivo anche altre passioni e cerco di dare spazio anche alle persone care, non è facile, ma specialmente sulla lunga distanza è una scelta che ti paga, in salute (mentale e fisica) e "nell'anima" (parlando delle persone care).
          • snem scrive:
            Re: commenti da elogio funebre che tristezza
            Per fare quello di cui parli c'è bisogno di un "buon lavoro" che si guadagna con il tempo e con molti sforzi (se non si parte con l'azienda/soldi di papà): se non ci si impegna il tuo stile di vita non potrà migliorare (e per stile di vita ognuno ci mette quello che vuole, dalle "passeggiate" al "suv", ma questi sono gusti personali, ovviamente criticabili). Il resto ("ho un lavoro dignitoso che mi permette di sostenermi ed avere tempo libero senza rischiare") lo considero conformismo, mi dispiace.Dal punto di vista personale, il volersi migliorare, accettare nuove sfide e rischi per un lavoro migliore a me non da il cardiopalma (infatti sono emigrato senza nessuna risorsa se non la mia testa), mi da ansia credere di non poter crescere, il solo pensiero di annoiarmi al lavoro. Insomma più che dipendente dal lavoro (le "passeggiate" le faccio e lavoro 38 ore la settimana in media), sono un appassionato del lavoro.Spero di non essere frainteso, sono sostanzialmente daccordo con te.Saludos desde BCN
    • Scopettone scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza
      - Scritto da: deluso
      Faccio i miei migliori auguri al neo assunto in
      amazon
      detto questo:
      che tristezza infinita certi commenti.
      Sembra di leggere certi racconti sud americani,
      che parlano di amori e di affetti perche' non
      possono fare altrimenti visto che muoiono dalla
      fame.

      Le passeggiate, la famiglia,
      tutti discorsi di un paese morto. Sembra un
      testamento.
      invece di incazzarsi e chiedersi perche' in
      italia pagano un terzo che in altri paesi, si
      accetta con silenzio il destino di un paese che
      sta diventando la nuova
      argentina.

      Una rassegnazione da crollo imminente.
      cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se
      aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti
      in italia per voi state
      freschi.
      Gli italiani fanno di tutto per non vedere.
      ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri
      figli? Senza diritti, precari e voi senza una
      pensione?
      cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno
      fuori le
      palle?Ecco bravo. Stattene in India coi mau-mau.
      • Spectator scrive:
        Re: commenti da elogio funebre che tristezza
        - Scritto da: Scopettone
        - Scritto da: deluso

        Faccio i miei migliori auguri al neo assunto in

        amazon

        detto questo:

        che tristezza infinita certi commenti.

        Sembra di leggere certi racconti sud americani,

        che parlano di amori e di affetti perche' non

        possono fare altrimenti visto che muoiono dalla

        fame.



        Le passeggiate, la famiglia,

        tutti discorsi di un paese morto. Sembra un

        testamento.

        invece di incazzarsi e chiedersi perche' in

        italia pagano un terzo che in altri paesi, si

        accetta con silenzio il destino di un paese che

        sta diventando la nuova

        argentina.



        Una rassegnazione da crollo imminente.

        cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se

        aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti

        in italia per voi state

        freschi.

        Gli italiani fanno di tutto per non vedere.

        ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri

        figli? Senza diritti, precari e voi senza una

        pensione?

        cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno

        fuori le

        palle?

        Ecco bravo. Stattene in India coi mau-mau.ci sarebbe da chiedersi: sta peggio lui in india con i mau-mau o tu in italia con i bau-bau micio micio delle aziende un tanto al kilogrammo per ingegnere?:D
    • alban scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza
      Guarda che le palle non le hanno mai avute, quindi sono pretese inutili.
    • Ciccio scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza

      cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno
      fuori le
      palle?Quando la smetteranno di andare a vendersi all'estero probabilmente...
      • Ciccio scrive:
        Re: commenti da elogio funebre che tristezza
        Ah, comunque, complimenti a Simone Brunozzi, veramente una bella tenacia e convinzione.Auguri per la sua avventura ;)
        • avvocato del diavolo scrive:
          Re: commenti da elogio funebre che tristezza
          - Scritto da: Ciccio
          Ah, comunque, complimenti a Simone Brunozzi,
          veramente una bella tenacia e
          convinzione.

          Auguri per la sua avventura ;)ahahah bellissimo prima dici che ci si vende all'estero poi a chi e' andato all'estero gli fai gli auguriHAHAHAHAHAHAHAH HAHAHAHAHHHHAHAHAHAHAABELLISSIMO! DA INCORICIALE TIPICO LECCACULISMO ALL'ITALIOTA
    • SilentCode scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza
      concordo , ma non cosi estremo.SC.
    • sfddsa scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza
      - Scritto da: deluso
      Faccio i miei migliori auguri al neo assunto in
      amazon
      detto questo:
      che tristezza infinita certi commenti.
      Sembra di leggere certi racconti sud americani,
      che parlano di amori e di affetti perche' non
      possono fare altrimenti visto che muoiono dalla
      fame.

      Le passeggiate, la famiglia,
      tutti discorsi di un paese morto. Sembra un
      testamento.
      invece di incazzarsi e chiedersi perche' in
      italia pagano un terzo che in altri paesi, si
      accetta con silenzio il destino di un paese che
      sta diventando la nuova
      argentina.il perchè molti lo sanno...se ti inkazzi in italia finisci male..il silenzio al momento è l'unica via ..anche perchè in italia non c'è una popolazione da rivoluzione ma per lo più di bigottoni,anziani,comodoni,bambaloni (generalizzando al massimo.. fa schifo lo so)

      Una rassegnazione da crollo imminente.il crollo è già in corso.
      cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se
      aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti
      in italia per voi state
      freschi.no ormai siamo rssegnati..non rimane verament e+ un cazzo da fare..anche emigrare ormai èun problema in quanto tutti glis tati stanno andando verso lo SCHIFO. Si salvano la svezia e pochi altri e non so per quanto.
      Gli italiani fanno di tutto per non vedere.tanto per il giro di economia che c'è non si nota la differenza tra vendere e non vendere.
      ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri
      figli? Senza diritti, precari e voi senza una
      pensione?figli sempre meno, pensioni non si sa se si prende ne quanto sarà ne quando ci si andrà.
      cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno
      fuori le
      palle?mai perchè ormai siamo fottuti, quindi invece di lavorare godiamoci quel poco che ci resta della vita terrena
    • uei cicciooo scrive:
      Re: commenti da elogio funebre che tristezza
      - Scritto da: deluso
      Faccio i miei migliori auguri al neo assunto in
      amazon
      detto questo:
      che tristezza infinita certi commenti.
      Sembra di leggere certi racconti sud americani,
      che parlano di amori e di affetti perche' non
      possono fare altrimenti visto che muoiono dalla
      fame.?io ancora non li ho letti, ma se prendessi la valigia, la mia ragazza che ha un preciso lavoro mica potrebbe andare.e in effetti vorrei vedere te... la tua ragazza, la donna che ami (se ami sai cosa vuol dire) che ti dice "mi hanno chiamato ad amazon, io vado!" e tu non puoi andare perché sei specializzato e hai il tuo lavoro, altrimenti per seguirla dovresti lavorare da mcDonalzche fai, sei felice?o ti spezza in due sapere che una persona che credevi ti amasse pensava solo "finché non trovo un lavoro fico mi butto nella simulazione dell'affetto, poi volo!!!"?

      Le passeggiate, la famiglia,
      tutti discorsi di un paese morto. Sembra un
      testamento.mi fai un po' paura.persino se vuoi parlare di chiavate, di andare in discoteca, di fare il surf sulla cappella, di andare a scalarel'everest con i soli alluci... ... ti serve del tempo!Per VIVERE!!!
      invece di incazzarsi e chiedersi perche' in
      italia pagano un terzo che in altri paesi, si
      accetta con silenzio il destino di un paese che
      sta diventando la nuova
      argentina.Quindi tu consigli di diventare come i cinesi: 16 ore al giorno, sempre al lavoro.Preferisco gli argentini! :)Americano da dire fa figo, ma se sei come un cinese... controllo totale in azienda, misurato come se fossi la pressione arteriosa, ingerenza nel tuo modo di essere, di fare e di parlare, presenza costante, zero tempo, salario basso, zero assistenza...lo invidio?
      Una rassegnazione da crollo imminente.Su questo hai ragione.
      cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se
      aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti
      in italia per voi state
      freschi.Questi sono due discorsi differenti.
      Gli italiani fanno di tutto per non vedere.gli italiani si scaldano per 10 minuti.poi tornano a casa, si siedono e accendono la tv spegnendo tutto il resto.
      ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri
      figli? Senza diritti, precari e voi senza una
      pensione?cosa?figli?famiglia?chissenefrega?mi parli di roba da testamento.che tristezza.;)
      cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno
      fuori le
      palle?sono già sul ceppo da tempo.
      • spectator scrive:
        Re: commenti da elogio funebre che tristezza


        ?
        io ancora non li ho letti, ma se prendessi la
        valigia, la mia ragazza che ha un preciso lavoro
        mica potrebbe
        andare.la tua ragazza se ti ama lo capisce e ti segue, senno' e' bene che te ne cerchi un'altra.amore va bene ma essere fessi...
        e in effetti vorrei vedere te... la tua ragazza,
        la donna che ami (se ami sai cosa vuol dire) che
        ti dice "mi hanno chiamato ad amazon, io vado!" e
        tu non puoi andare perché sei specializzato e hai
        il tuo lavoro, altrimenti per seguirla dovresti
        lavorare da
        mcDonalzperche' se sei specializzato nel tuo lavoro in italia lo sei anche all'estero il problema non si pone.se poi non trovi niente puoi sempre fare il casalingo per i primi tempi a me non da nessun fastidio pulire i piatti.
        che fai, sei felice?
        o ti spezza in due sapere che una persona che
        credevi ti amasse pensava solo "finché non trovo
        un lavoro fico mi butto nella simulazione
        dell'affetto, poi
        volo!!!"gia' poi quando scopri che dopo qualche annetto che stavi con una stronxa/xo egoista e a quel punto avogliati a mangiarti le mani!il lavoro non e' tutto ma l'amore non e' tutto lo stesso...la vita e' la tua e sulla tua vita decidi solo tu beh a meno che tu sia un servo della gleba di eliana memoria...
        mi fai un po' paura.
        persino se vuoi parlare di chiavate, di andare in
        discoteca, di fare il surf sulla cappella, di
        andare a scalarel'everest con i soli alluci...non credo che intendesse questo, ma posso sbagliare. Comunque se si potesse avere entrambe, il problema che in italia non lo hai.quindi o ti muovi all'estero o stai zitto muto ti fai sfruttare e ringrazi anche...a me l'ipocrisia italiana di lamentarsi e poi di pensare agli affaracci propri mi ha fatto sempre assai schifo.
        ... ti serve del tempo!

        Per VIVERE!!!

        Quindi tu consigli di diventare come i cinesi: 16
        ore al giorno, sempre al
        lavoro.
        Preferisco gli argentini! :)io per nulla...contento tu io preferisco magari delle sane passeggiate a silvaplana sapendo che ho il lavoro a zurigo e pagato bene.

        Americano da dire fa figo, ma se sei come un
        cinese... controllo totale in azienda, misurato
        come se fossi la pressione arteriosa, ingerenza
        nel tuo modo di essere, di fare e di parlare,
        presenza costante, zero tempo, salario basso,
        zero
        assistenza...stiamo parlando di azienda no? no! allora per favore non esiste solo la cina, basta uscire da ventimiglia o prendere un bel tragetto per il ticino.ma con questa tua testa scusa se te lo dico, dubito che in italia le cose miglioreranno.
        lo invidio?


        Una rassegnazione da crollo imminente.

        Su questo hai ragione.concordo anche io su questo

        cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se

        aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti

        in italia per voi state

        freschi.

        Questi sono due discorsi differenti.no affatto chi non vuol vedere e' anche peggio di chi appoggia la situazione attuale

        Gli italiani fanno di tutto per non vedere.

        gli italiani si scaldano per 10 minuti.
        poi tornano a casa, si siedono e accendono la tv
        spegnendo tutto il
        resto.concordo ed e' male.

        ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri

        figli? Senza diritti, precari e voi senza una

        pensione?

        cosa?
        figli?
        famiglia?
        chissenefrega?
        mi parli di roba da testamento.
        che tristezza.

        ;)


        cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno

        fuori le

        palle?

        sono già sul ceppo da tempo.allora ti auguro che altri ti seguano.
      • spectator scrive:
        Re: commenti da elogio funebre che tristezza


        ?
        io ancora non li ho letti, ma se prendessi la
        valigia, la mia ragazza che ha un preciso lavoro
        mica potrebbe
        andare.la tua ragazza se ti ama lo capisce e ti segue, senno' e' bene che te ne cerchi un'altra.amore va bene ma essere fessi...
        e in effetti vorrei vedere te... la tua ragazza,
        la donna che ami (se ami sai cosa vuol dire) che
        ti dice "mi hanno chiamato ad amazon, io vado!" e
        tu non puoi andare perché sei specializzato e hai
        il tuo lavoro, altrimenti per seguirla dovresti
        lavorare da
        mcDonalzperche' se sei specializzato nel tuo lavoro in italia lo sei anche all'estero il problema non si pone.se poi non trovi niente puoi sempre fare il casalingo per i primi tempi a me non da nessun fastidio pulire i piatti.
        che fai, sei felice?
        o ti spezza in due sapere che una persona che
        credevi ti amasse pensava solo "finché non trovo
        un lavoro fico mi butto nella simulazione
        dell'affetto, poi
        volo!!!"gia' poi quando scopri che dopo qualche annetto che stavi con una stronxa/xo egoista e a quel punto avogliati a mangiarti le mani!il lavoro non e' tutto ma l'amore non e' tutto lo stesso...la vita e' la tua e sulla tua vita decidi solo tu beh a meno che tu sia un servo della gleba di eliana memoria...
        mi fai un po' paura.
        persino se vuoi parlare di chiavate, di andare in
        discoteca, di fare il surf sulla cappella, di
        andare a scalarel'everest con i soli alluci...non credo che intendesse questo, ma posso sbagliare. Comunque se si potesse avere entrambe, il problema che in italia non lo hai.quindi o ti muovi all'estero o stai zitto muto ti fai sfruttare e ringrazi anche...a me l'ipocrisia italiana di lamentarsi e poi di pensare agli affaracci propri mi ha fatto sempre assai schifo.
        ... ti serve del tempo!

        Per VIVERE!!!

        Quindi tu consigli di diventare come i cinesi: 16
        ore al giorno, sempre al
        lavoro.
        Preferisco gli argentini! :)io per nulla...contento tu io preferisco magari delle sane passeggiate a silvaplana sapendo che ho il lavoro a zurigo e pagato bene.

        Americano da dire fa figo, ma se sei come un
        cinese... controllo totale in azienda, misurato
        come se fossi la pressione arteriosa, ingerenza
        nel tuo modo di essere, di fare e di parlare,
        presenza costante, zero tempo, salario basso,
        zero
        assistenza...stiamo parlando di azienda no? no! allora per favore non esiste solo la cina, basta uscire da ventimiglia o prendere un bel tragetto per il ticino.ma con questa tua testa scusa se te lo dico, dubito che in italia le cose miglioreranno.
        lo invidio?


        Una rassegnazione da crollo imminente.

        Su questo hai ragione.concordo anche io su questo

        cacchio ma questa gente e fatta di liquame? Se

        aspettate che qualcuno difenda i vostri diritti

        in italia per voi state

        freschi.

        Questi sono due discorsi differenti.no affatto chi non vuol vedere e' anche peggio di chi appoggia la situazione attuale

        Gli italiani fanno di tutto per non vedere.

        gli italiani si scaldano per 10 minuti.
        poi tornano a casa, si siedono e accendono la tv
        spegnendo tutto il
        resto.concordo ed e' male.

        ma non vi importa nemmeno del futuro dei vostri

        figli? Senza diritti, precari e voi senza una

        pensione?

        cosa?
        figli?
        famiglia?
        chissenefrega?
        mi parli di roba da testamento.
        che tristezza.

        ;)


        cazzo ma quand'e che gli italiani tireranno

        fuori le

        palle?

        sono già sul ceppo da tempo.allora ti auguro che altri ti seguano.
  • Una domanda scrive:
    Ma quanto prende?
    Considerato il costo della vita e le spese per assicurazioni sanitarie?
    • Una domanda scrive:
      Re: Ma quanto prende?
      Si, ma in soldoni?
      • Tristino scrive:
        Re: Ma quanto prende?
        Io non vorrei entrare nel merito della questione Brunozzi, però simone lavorerà in Europa, in Lussemburgo. Da una parte sarà nel vecchio continente dove l'economia sembra essere messa leggermente meglio, dall'altra se venisse pagato in dollari(non credo sia così) ne riceverebbe un duro colpo. In compenso le tasse sono mooolto più convenienti in Lussemburgo, come insegnano liste e listine varie...
      • Number 6 scrive:
        Re: Ma quanto prende?
        - Scritto da: Tim

        Peccato ce l'America stia colando a picco, si
        parla di seconda grande depressione. I big
        americani l'hanno capito e stanno spostando i
        capitali in Europa ed
        Asia.Eh, sono decenni che gli eurosovietici con le mutande sporche lo ripetono, però non succede mai. ;)
        • EURASIA WIN scrive:
          Re: Ma quanto prende?
          - Scritto da: Number 6
          - Scritto da: Tim




          Peccato ce l'America stia colando a picco, si

          parla di seconda grande depressione. I big

          americani l'hanno capito e stanno spostando i

          capitali in Europa ed

          Asia.

          Eh, sono decenni che gli eurosovietici con le
          mutande sporche lo ripetono, però non succede
          mai.
          ;)1) megli le mutande sporche che le mani sporche, di sangue, altrui.2) die american faggot3) presto lo sentirai. E il diametro sarà molto grosso.
          • Number 6 scrive:
            Re: Ma quanto prende?
            - Scritto da: EURASIA WIN
            1) megli le mutande sporche che le mani sporche,
            di sangue,
            altrui.Si, perchè gli europei non hanno mai ammazzato nessuno. Ripassati la storia, in quanto a massacri non ci batte nessuno.
            2) die american faggotChe c'è, odi gli omosessuali? Sei poco sicuro della tua identità? :D
            3) presto lo sentirai. E il diametro sarà molto
            grosso.Continua a sognare, povero piccolo. :D
      • TomZ scrive:
        Re: Ma quanto prende?
        - Scritto da: Gordon

        Ehhhh?! Per te forse, che sei emigrato per delle
        briciole
        (rotfl)Hai ragione Gordon, meglio lavorare per la Gordon SI srl che per Amazon spa... giusto! ;)
    • uei ciccioo scrive:
      Re: Ma quanto prende?
      - Scritto da: spectator
      tu vedi parecchio michael moore troppo, non e'
      proprio cosi le aziende americane coprono la
      stragrande maggioranza dei dipendenti qualche
      volta meta' paga l'azienda e meta' il
      dipendente.tu credi di sapere quel che so e dai per scontato che ho visto quel che tu credi abbia vistoio ti parlo di personale che ha un punto di vista dal quale potrebbe tranquillamente fregarsene di come sta la gente (dirigenti, amministratori, gente in trasferta, ecc) ... eppure si accorge di come vanno le cose.Alla fin fine un americano che fa un lavoro manuale è nelle stesse condizioni di un cinese in Cina.
      no non sai di che parli.nemmeno tu, direi, soprattutto se parli di me: questo è un fatto certo e ho qui la persona con la massima autorevolezza e l'unica persona che ha voce in capitolo per dirlo: io.
      il problema e' un altro: una settimana di ferie
      pagate ecco quello e' un bel
      problema!la punta dell'iceberg.Resta disoccupato per 4 mesi e anche se sei proprietario di una casa, vedi un po' che ti succede.Poi se ti viene un mal di denti e tuo figlio ha un altro problema, ci si vede ;)
      • spectator scrive:
        Re: Ma quanto prende?
        - Scritto da: uei ciccioo
        - Scritto da: spectator


        tu vedi parecchio michael moore troppo, non e'

        proprio cosi le aziende americane coprono la

        stragrande maggioranza dei dipendenti qualche

        volta meta' paga l'azienda e meta' il

        dipendente.

        tu credi di sapere quel che so e dai per scontato
        che ho visto quel che tu credi abbia
        vistosi senno' non diresti tali cose
        io ti parlo di personale che ha un punto di vista
        dal quale potrebbe tranquillamente fregarsene di
        come sta la gente (dirigenti, amministratori,
        gente in trasferta, ecc) ... eppure si accorge di
        come vanno le
        cose.ci sei mai stato? Hai mai lavorato li'?ti ripeto da come parli non mi pare proprio
        Alla fin fine un americano che fa un lavoro
        manuale è nelle stesse condizioni di un cinese in
        Cina.non mi pare affatto

        no non sai di che parli.

        nemmeno tu, direi, soprattutto se parli di me:
        questo è un fatto certo e ho qui la persona con
        la massima autorevolezza e l'unica persona che ha
        voce in capitolo per dirlo:
        io.a me di te sinceramente non mi importa nullase poi fai discorsi da bar dello sport devo dire quello che ho visto io.per cui...

        Resta disoccupato per 4 mesi e anche se sei
        proprietario di una casa, vedi un po' che ti
        succede.
        Poi se ti viene un mal di denti e tuo figlio ha
        un altro problema, ci si vede
        ;)bello sto telefilm cos'e' nypd csi oppure il doctor house :D
  • pizza margherita scrive:
    quindi: cazzggiate su second life!
    uno su mille ce la fa... basta capire chi è il 999esimo e il gioco è fatto!è vero che la fortuna aiuta gli audaci, e le occasioni devi saperle prendere, ecc..ma fondamentalmente si è trattato di una mega botta di culo! :-)
    • 4 cheese scrive:
      Re: quindi: cazzggiate su second life!
      - Scritto da: pizza margherita
      uno su mille ce la fa... basta capire chi è il
      999esimo e il gioco è
      fatto!

      è vero che la fortuna aiuta gli audaci, e le
      occasioni devi saperle prendere,
      ecc..

      ma fondamentalmente si è trattato di una mega
      botta di culo!
      :-)dicamo che ad amazon non entri per botta di culo, se non sei bravo nemmeno passi il primo colloquio telefonico.consoliamoci with little garlic
      • pizza margherita scrive:
        Re: quindi: cazzggiate su second life!
        - Scritto da: 4 cheese
        - Scritto da: pizza margherita

        uno su mille ce la fa... basta capire chi è il

        999esimo e il gioco è

        fatto!



        è vero che la fortuna aiuta gli audaci, e le

        occasioni devi saperle prendere,

        ecc..



        ma fondamentalmente si è trattato di una mega

        botta di culo!

        :-)

        dicamo che ad amazon non entri per botta di culo,
        se non sei bravo nemmeno passi il primo colloquio
        telefonico.
        consoliamoci with little garlicbotta di culo è aver avuto l'occasione, questa particolare tra le tante posibili...
        • puttanesca salad scrive:
          Re: quindi: cazzggiate su second life!
          - Scritto da: pizza margherita
          - Scritto da: 4 cheese

          - Scritto da: pizza margherita


          uno su mille ce la fa... basta capire chi è il


          999esimo e il gioco è


          fatto!





          è vero che la fortuna aiuta gli audaci, e le


          occasioni devi saperle prendere,


          ecc..





          ma fondamentalmente si è trattato di una mega


          botta di culo!


          :-)



          dicamo che ad amazon non entri per botta di
          culo,

          se non sei bravo nemmeno passi il primo
          colloquio

          telefonico.

          consoliamoci with little garlic

          botta di culo è aver avuto l'occasione, questa
          particolare tra le tante
          posibili...di possibilita' all'estero ce ne sono tantissime il problema e chiedersi: ma davvero valgo qualcosa o e meglio che rimango zitto zitto nella tana sperando che nessuno scopra che non valgo niente?risponditi da solo
    • Ariallaller ooooo scrive:
      Re: quindi: cazzggiate su second life!
      - Scritto da: pizza margherita
      uno su mille ce la fa... basta capire chi è il
      999esimo e il gioco è
      fatto!

      è vero che la fortuna aiuta gli audaci, e le
      occasioni devi saperle prendere,
      ecc..

      ma fondamentalmente si è trattato di una mega
      botta di culo!
      :-)eh si eh!!perché qui, stesso giorno, stesso giornale: http://punto-informatico.it/2296323/PI/News/Assunti-per-spiare-le-email/p.aspxci dicono chiaramente che negli States tanto fichi fuga di cervelli eccetera eccetera, questo NON sarebbe mai successo.a parte che il sysadmin magari ha più controllo sugli altri ... però in linea di principio il cazzeggio gli è stato possibile perché era in italia, statale, pagato, sicuro.
  • il sadico scrive:
    il tetto vi cade addosso e io me la godo
    rimangono quelli che non hanno qualita' tecniche ne' alcuna capacita' tecnica.Sono quelli che hanno giocato al ribasso, svendendosi.ora che quelli davvero bravi se ne stanno andando o se ne sono gia' andatigodo ma godo alla grande.rimarranno le aziendine parassite (nelle soffitte o nelle cantine) con il mercedes e la catena d'oro da magnaccia, che dovranno vendere questa gente da poco che si vende a niente.augurisalutatemi tanto la carfagna e brunetta.BUHAHAHAAHAHAHAH!COME GODOOOOOOOOOOOOOO
    • quoto scrive:
      Re: il tetto vi cade addosso e io me la godo
      - Scritto da: il sadico
      BUHAHAHAAHAHAHAH!
      COME GODOOOOOOOOOOOOOOFa piacere che te la godi, mi sfugge il motivo di tanto giubilo, ma probabilmente è dovuto al fatto che un italiano è riuscito a lavorare in una azienda Web 2.0... si sono soddisfazioni
      • il sadico scrive:
        Re: il tetto vi cade addosso e io me la godo
        - Scritto da: quoto
        - Scritto da: il sadico

        BUHAHAHAAHAHAHAH!

        COME GODOOOOOOOOOOOOOO

        Fa piacere che te la godi, mi sfugge il motivo di
        tanto giubilo, ma probabilmente è dovuto al fatto
        che un italiano è riuscito a lavorare in una
        azienda Web 2.0... si sono
        soddisfazioniio me la godo per i prossimi anni per quelli che si sono svenduti per un tozzo di pane, ora senza gli esperti Quelli veri, che lavoravano e voi a guardaresono amari legumi verdi per voi e per le aziende magnaccia a un tanto al kilogrammoahaahhhaaHAHAHAE ARIGODO
        • quoto scrive:
          Re: il tetto vi cade addosso e io me la godo
          - Scritto da: il sadico
          io me la godo per i prossimi anni per quelli che
          si sono svenduti per un tozzo di pane, ora senza
          gli esperti Quelli veri, che lavoravano e voi a
          guardare
          sono amari legumi verdi per voi e per le aziende
          magnaccia a un tanto al
          kilogrammo
          ahaahhhaa
          HAHAHA
          E ARIGODODevi aver avuto dei complessi da piccolo, comunque "purtroppo" questo non accadrà mai, in italia non si guarda alla qualità del software ma solo al fatto che funziona, il caso che tu prospetti va bene in america, nel nord europa, in turchia, in india ma non in italia...Peccato hai sprecato un paio di godimenti ;)
          • il sadico scrive:
            Re: il tetto vi cade addosso e io me la godo
            - Scritto da: quoto

            Devi aver avuto dei complessi da piccolo,pensa al tuo complesso: " la sindrome del morto di fame a 900 euri al mese all inclusive"
            comunque "purtroppo" questo non accadrà mai, in
            italia non si guarda alla qualità del software ma
            solo al fatto che funziona,te ne accorgerai con la globalizzazione il mercato provinciale da poveretti e' un epoca finita.o produci qualita' o muori e l'eta' della vendita clientelare-parentale sta finendo.niente piu' soldi bambole!e io arigodo.
            il caso che tu
            prospetti va bene in america, nel nord europa, in
            turchia, in india ma non in
            italia...io godo perche' gente come voi non ha capito che siete un mercato vuoto e insulso e morirete sotto il vostro stesso inutile pesobuhahahahahha!
            Peccato hai sprecato un paio di godimenti ;)e arigodo.
    • Il masochista obbligato scrive:
      Re: il tetto vi cade addosso e io me la godo
      - Scritto da: il sadico
      rimangono quelli che non hanno qualita' tecniche
      ne' alcuna capacita'
      tecnica.oh, mi hai beccato.sono uno di loro.però che devo fare, morire?meno male che riesco a lavorare e non devo stare in miniera oppure lavorare sotto il sole che picchia o la pioggia battente
      Sono quelli che hanno giocato al ribasso,
      svendendosi.non so nemmeno io.svendo la mia vita, ma tutto sommato non avendo qualifiche direi che m'è andata alla grande
      ora che quelli davvero bravi se ne stanno andando
      o se ne sono gia'
      andatie fanno bene
      godo ma godo alla grande.e qui sei un po' bastardo, te lo devo dì
      rimarranno le aziendine parassite (nelle soffitte
      o nelle cantine) con il mercedes e la catena
      d'oro da magnaccia, che dovranno vendere questa
      gente da poco che si vende a
      niente.beh si vede che gli basta e che la gran figheria non serviva... altrimenti dovranno richiamare e pagare a caro prezzo :)no?
      auguri
      salutatemi tanto la carfagna e brunetta.chi sono?
      BUHAHAHAAHAHAHAH!
      COME GODOOOOOOOOOOOOOOdevi morì, ma presto
  • Soulbrighte r scrive:
    Condivido
    Ho appena fatto un'esperienza simile (colloqui ad oltranza) e tra poco parto per Amsterdam alla volta di Cisco Systems. Stipendio triplo rispetto a quanto offerto qui in Italia nonostante una laurea di II livello in ingegneria... :D
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Condivido
      - Scritto da: Soulbrighte r
      Ho appena fatto un'esperienza simile (colloqui ad
      oltranza) e tra poco parto per Amsterdam alla
      volta di Cisco Systems. Stipendio triplo rispetto
      a quanto offerto qui in Italia nonostante una
      laurea di II livello in ingegneria...
      :Dpeccato che ne conosco come te che poi tornano. Non date tutto per scontato, nella vita non ci sono solo i soldi.
      • pessimista scrive:
        Re: Condivido
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Soulbrighte r

        Ho appena fatto un'esperienza simile (colloqui
        ad

        oltranza) e tra poco parto per Amsterdam alla

        volta di Cisco Systems. Stipendio triplo
        rispetto

        a quanto offerto qui in Italia nonostante una

        laurea di II livello in ingegneria...

        :D

        peccato che ne conosco come te che poi tornano.
        Non date tutto per scontato, nella vita non ci
        sono solo i
        soldi.gia' probabilmente parla uno che mangia sulle spalle degli altri? ehsenti di un po': quanti annunci hai messo stamattina su infrojobs con la frase: stipendio in base al fesso?
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Condivido
          - Scritto da: pessimista
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: Soulbrighte r


          Ho appena fatto un'esperienza simile (colloqui

          ad


          oltranza) e tra poco parto per Amsterdam alla


          volta di Cisco Systems. Stipendio triplo

          rispetto


          a quanto offerto qui in Italia nonostante una


          laurea di II livello in ingegneria...


          :D



          peccato che ne conosco come te che poi tornano.

          Non date tutto per scontato, nella vita non ci

          sono solo i

          soldi.


          gia' probabilmente parla uno che mangia sulle
          spalle degli altri?
          eh
          senti di un po': quanti annunci hai messo
          stamattina su infrojobs con la frase: stipendio
          in base al
          fesso?Mi hai scoperto :$
      • Souulbright er scrive:
        Re: Condivido
        - Scritto da: Nome e cognome
        peccato che ne conosco come te che poi tornano.
        Non date tutto per scontato, nella vita non ci
        sono solo i
        soldi.No infatti, ovviamente anche il lavoro è molto più interessante di quelli che mi hanno offerto qui e le possibilità di fare carriera sono molto più elevate. Senza contare che la città è sicuramente meglio servita e più vivibile di Milano. E poi le olandesine... 8)
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Condivido
          - Scritto da: Souulbright er
          - Scritto da: Nome e cognome

          peccato che ne conosco come te che poi tornano.

          Non date tutto per scontato, nella vita non ci

          sono solo i

          soldi.

          No infatti, ovviamente anche il lavoro è molto
          più interessante di quelli che mi hanno offerto
          qui e le possibilità di fare carriera sono molto
          più elevate. Senza contare che la città è
          sicuramente meglio servita e più vivibile di
          Milano. E poi le olandesine...
          8)ma batti chiodo?
    • Il maso scrive:
      Re: Condivido
      ti auguro buona fortuna.voi tutti che partite... sarebbe bello vedervi tornare e cambiare le cose da dirigenti dato che ve ne andate da sottoposti... e vedere se non fareste le stesse cose che oggi fanno i dirigenti che deprecate o se sono le condizioni generali che li fanno agire così
      • spectator scrive:
        Re: Condivido
        - Scritto da: Il maso
        ti auguro buona fortuna.

        voi tutti che partite... sarebbe bello vedervi
        tornare e cambiare le cose da dirigenti dato che
        ve ne andate da sottoposti... e vedere se non
        fareste le stesse cose che oggi fanno i dirigenti
        che deprecate o se sono le condizioni generali
        che li fanno agire
        cosìnon credo str%%i si nasce mica ci si diventaquesti lo fanno solo esclusivamente perche' gli piace farlo il sadismo e' ahime insito in molti italiani e molti di questi malati da sadismo aziendale sono sempre dirigente.all'estero si insegna la meritocrazia e dubito che uno che abbia lavorato per amazon, google o yahoo tornando in italia troverebbe lavoro da dirigente, perche' la testa di minchia non si cambia e al primo colloquio ti direbbero:non conosci nessuno... allora c'e da mettere delle schede di rete...dubito poi che in italia li mandino a fare i dirigenti queste aziende in italia nemmeno ci si avvicinano, tante' che non esiste una amazon italiana.e fanno bene.Per cui all'estero i manager sono manager in italia (escludendo alcuni casi sporadici) ci vanno i figli di papa' di mign... e qualche zo&&oletta che la da molto facilmente a qualche deputato o figlio dello stesso...per cui...non mescolare il vero management (la cioccolata) con il nostro (il colore e' lo stesso ma non ha lo stesso odore cos'e'?)
        • il maso scrive:
          Re: Condivido
          - Scritto da: spectator
          dubito poi che in italia li mandino a fare i
          dirigenti queste aziende in italia nemmeno ci si
          avvicinano, tante' che non esiste una amazon
          italiana.credo che il tuo ragionamento faccia più di una piega.non sappiamo cosa può aver fatto la "gilda" del mercato dell'editoria italiana; BOL e IBS ci sono... ma non esistono in lingua straniera.A pensarci bene però, se uno è imprenditore, combatte contro gli altri imprenditori, a livello di concorrenza... quindi sarebbe dobuto essere possibile vedere una amazon.it ...io per tutto quel che riguarda roba non in lingua italiana mi servo tranquillamente di play.comn e amazon.fr senza problemi.
          Per cui all'estero i manager sono manager in
          italia (escludendo alcuni casi sporadici) ci
          vanno i figli di papa' di mign... e qualche
          zo&&oletta che la da molto facilmente a qualche
          deputato o figlio dello
          stesso...
          per cui...su questo non posso proprio darti torto: vivo una situazione simile.le aziende sono familiari, tirano dentro parenti di tutti i tipi e la cosa assurda è che quando un supercapo serio intende far fare la gavetta al figlio, ci sono una pletora di sottoposti che automaticamente si schiavizzano impauriti e invece di far fare la vera gavetta e sudare e faticare e capire com'è il vero lavoro, dicono sempre di si, fanno far lavori facili e fanno differenze ... invece di insegnare il mestiere ai figli di papà. Il problema è che i supercapi non si premurano di dire alla plebe: non trattatelo come fosse mio figlio, ma anzi, più duramente: non lo ascolterò mai, che dica bene o male .non c'è speranza in un mondo del genere, ti do ragione.
          non mescolare il vero management (la
          cioccolata) con il nostro (il colore e' lo stesso
          ma non ha lo stesso odore
          cos'e'?)è appunto quello che ho detto: siamo sicuri che tornando in italia riuscirebbero a fare del management (e dell'imprenditoria, altrimenti mi stai a dire "ma non glielo fanno fare") come intendi tu, oppure che si finisce a fare quel che si fa perché è la situazione contingente a spingerti?io non lo so.In effetti da dipendente mi guardo intorno, vedo i miei colleghi in ogni settore con grandi capacità e ottimo atteggiamento ingrigirsi e distruggersi sotto regole idiote.Mi dico sempre: ma perché non ci licenziamo tutti di colpo e ricostruiamo la stessa identica struttura con un manager che ci piaccia? Tratteremo meglio i clienti, ci pagheremo di più, sprecheremo meno, saremo meno stronzi, faremo la roba legalmente al 100%, potremo permetterci un sistema di qualità vero e non falsificato, formeremo il personale e permetteremo di fare stages veri con l'intento di assumere personale sempre migliore, ci circonderemo di conoscenza e capacità e nonostante questo restermo italiani con la voglia di vivere e non di vivere-al-lavoro ... non faremo sparire la conoscenza, documenteremo, useremo la lingua italiana bene e anceh quella straniera e terremo fuori l'ignoranza e la stupidità ...... e il mondo sarà un posto migliore?E poi dico: strano, non ho bevuto niente di forte oggi.
          • snem scrive:
            Re: Condivido

            Mi dico sempre: ma perché non ci licenziamo tutti
            di colpo e ricostruiamo la stessa identica
            struttura con un manager che ci piaccia?
            Tratteremo meglio i clienti, ci pagheremo di più,
            sprecheremo meno, saremo meno stronzi, faremo la
            roba legalmente al 100%, potremo permetterci un
            sistema di qualità vero e non falsificato,
            formeremo il personale e permetteremo di fare
            stages veri con l'intento di assumere personale
            sempre migliore, ci circonderemo di conoscenza e
            capacità e nonostante questo restermo italiani
            con la voglia di vivere e non di vivere-al-lavoro
            ... non faremo sparire la conoscenza,
            documenteremo, useremo la lingua italiana bene e
            anceh quella straniera e terremo fuori
            l'ignoranza e la stupidità
            ...

            ... e il mondo sarà un posto migliore?

            E poi dico: strano, non ho bevuto niente di forte
            oggi.Perchè al momento di tirar fuori i soldi per l'investimento, scomparirebbero i 3/4 dei colleghi...
  • quoto scrive:
    In bocca al lupo
    E complimenti, ottima scelta
  • voglio andarmene anche io scrive:
    consigli su dove andare all'estero?
    C'e' chi parla di svizzera, lussemburgo, spagna, irlanda, uk, svezia.Se qualcuno puo' darmi consigli. Voglio andarmene da questo paese di figli di pu**ana che cercano sempre di fregarti vivendo sulle tue spalle.sono stanco di vedere in giro esperti che non sanno nulla di informatica messi come dirigenti.Basta!datemi consigli
    • quoto scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      - Scritto da: voglio andarmene anche io
      C'e' chi parla di svizzera, lussemburgo, spagna,
      irlanda, uk,
      svezia.Io sono stato da poco in Svezia, posto meraviglioso, gente mediamente più competente di un laureato con 110 e lode italiano, facilità di impiego se parli inglese notevole, certo deve piacerti il freddo tepore invernale, ma a parte questo è un posto magnifico!
      • a n o n i m o scrive:
        Re: consigli su dove andare all'estero?
        - Scritto da: quoto
        - Scritto da: voglio andarmene anche io

        C'e' chi parla di svizzera, lussemburgo, spagna,

        irlanda, uk,

        svezia.

        Io sono stato da poco in Svezia, posto
        meraviglioso, gente mediamente più competente di
        un laureato con 110 e lode italiano, facilità di
        impiego se parli inglese notevole, certo deve
        piacerti il freddo tepore invernale, ma a parte
        questo è un posto
        magnifico!freddo? :|...il mio clima ideale è MINIMO 18 gradi... :$
    • bellali scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      Dublino o Londra se vuoi perfezionare l'inglese, all'est europa se sei vuoi unire l'utile al dilettevole (gnocca di livello)
    • trollo scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      francia se sai il francese (c'e' chi ci vive e lavora anche senza saperlo ma per esperienza personale garantisco che la qualita' della vita' e' maggiore se si parla e capisce il francese).Irlanda o spagna in alternativa.
    • Sconsiglio scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      - Scritto da: voglio andarmene anche io
      C'e' chi parla di svizzera, lussemburgo, spagna,
      irlanda, uk,
      svezia.

      Se qualcuno puo' darmi consigli. Voglio andarmene
      da questo paese di figli di pu**ana che cercano
      sempre di fregarti vivendo sulle tue
      spalle.
      sono stanco di vedere in giro esperti che non
      sanno nulla di informatica messi come
      dirigenti.
      Basta!
      datemi consigliEcco sì....vedi de ANNÀAPIJARTELOANDERCUxO!!
    • Nicola scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      Svizzera o Lussemburgo senza dubbi. Il solo problema col Lussemburgo è che non ci sono molte opportunità per english-speaker senza la conoscenza del Francese principalmente, e del Tedesco in seconda battuta.Per quella che è la mia esperinza la Svizzera è ok per english speaker ed i salari i piu' alti al mondo confrontando il costo della vita.Cmq qui in Svizzera-Zurigo si lavora molto duro ed è molto duro ottenere un buon posto di lavoro, ma tentare non nuoce.Nick, Zürich based
      • curiosita scrive:
        Re: consigli su dove andare all'estero?
        - Scritto da: Nicola
        Svizzera o Lussemburgo senza dubbi. Il solo
        problema col Lussemburgo è che non ci sono molte
        opportunità per english-speaker senza la
        conoscenza del Francese principalmente, e del
        Tedesco in seconda
        battuta.

        Per quella che è la mia esperinza la Svizzera è
        ok per english speaker ed i salari i piu' alti al
        mondo confrontando il costo della
        vita.

        Cmq qui in Svizzera-Zurigo si lavora molto duro
        ed è molto duro ottenere un buon posto di lavoro,
        ma tentare non
        nuoce.

        Nick, Zürich basedQuanto si guadagna a Zurigo? Ad es. quanto prende un laureato in ingegneria informatica all'anno, al NETTO di tasse e assicurazione malattia, in un'azienda medio-grande nel settore IT? Quanto ore al giorno si lavora?E' vero che i "frontalieri" generalmente sono volontariamente meno pagati dei residenti?
        • Nicola scrive:
          Re: consigli su dove andare all'estero?
          Un laureato in ing informatica che vale la laurea che ha preso, senza esperienza o con minima esperienza (magari fatta all'univ) puo' raggiungere anche i 90000 CHF (al netto di tasse, togli circa il 25% o qualcosa in meno se sei single). Cmq la mia esp è nel settore finanziario, dove si ricevono le somme maggiori, il settore IT notoriamente paga meno, ma penso che un neo laureato (master's degree) possa parrivare agli 80-85000 CHF ma non saprei di preciso. Piu eseprienza hai, piu skill hai e sai dimostrare di avere alle interviste piu sale il tuo salario. Togli 150/250 CHF(dipende da molte cose il prezzo e da che livello di servizio vuoi) al mese di assicurazione sanitaria.- Scritto da: curiosita
          - Scritto da: Nicola

          Svizzera o Lussemburgo senza dubbi. Il solo

          problema col Lussemburgo è che non ci sono molte

          opportunità per english-speaker senza la

          conoscenza del Francese principalmente, e del

          Tedesco in seconda

          battuta.



          Per quella che è la mia esperinza la Svizzera è

          ok per english speaker ed i salari i piu' alti
          al

          mondo confrontando il costo della

          vita.



          Cmq qui in Svizzera-Zurigo si lavora molto duro

          ed è molto duro ottenere un buon posto di
          lavoro,

          ma tentare non

          nuoce.



          Nick, Zürich based

          Quanto si guadagna a Zurigo? Ad es. quanto prende
          un laureato in ingegneria informatica all'anno,
          al NETTO di tasse e assicurazione malattia, in
          un'azienda medio-grande nel settore IT? Quanto
          ore al giorno si
          lavora?

          E' vero che i "frontalieri" generalmente sono
          volontariamente meno pagati dei
          residenti?
    • Nicola scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      Svizzera o Lussemburgo senza dubbi. Il solo problema col Lussemburgo è che non ci sono molte opportunità per english-speaker senza la conoscenza del Francese principalmente, e del Tedesco in seconda battuta.Per quella che è la mia esperinza la Svizzera è ok per english speaker ed i salari i piu' alti al mondo confrontando il costo della vita.Cmq qui in Svizzera-Zurigo si lavora molto duro ed è molto duro ottenere un buon posto di lavoro, ma tentare non nuoce.Nick, Zürich based
    • FDP scrive:
      Re: consigli su dove andare all'estero?
      ma ... l'articolo non lo leggi?
  • Luky scrive:
    Chi pagava i viaggi per i colloqui?
    No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i soggiorni in Lussemburgo e a Seattle?Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi avrebbe rimborsato se le cose fossero andate male? Mica sono fesso io.
    • mangi pane e volpe scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i
      soggiorni in Lussemburgo e a
      Seattle?
      Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei
      dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi
      avrebbe rimborsato se le cose fossero andate
      male? Mica sono fesso
      io.e difatti sei talmente intelligente che stai ancora in italia a dire quanto sei furbo.senti furbo sei a progetto vero?1200 1000 euro al mese?tu sei che sei furbo non lui che ora e' a seattle a prendere 100 mila dollari l'anno sei furbo si!
      • Io so stare al mondo scrive:
        Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
        - Scritto da: mangi pane e volpe
        - Scritto da: Luky

        No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i

        soggiorni in Lussemburgo e a

        Seattle?

        Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei

        dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi

        avrebbe rimborsato se le cose fossero andate

        male? Mica sono fesso

        io.

        e difatti sei talmente intelligente che stai
        ancora in italia a dire quanto sei
        furbo.
        senti furbo sei a progetto vero?
        1200 1000 euro al mese?
        tu sei che sei furbo non lui che ora e' a seattle
        a prendere 100 mila dollari l'anno sei furbo
        si!E a me che me frega? Io sto bene qui. Mica ho bisogno come voi di dannarmi a cercare lavoro per diventare ricco e per poi prenderlo in culo e diventare depresso.Io qui son felice e non mi muovo.Poi nessuno regala 100 mila dollari anno tanto per regalarli, per darteli devi dare il sangue oltre al culo. E io al mio culo ci tengo e anche al mio sangue.
        • consoliamoc i with the little garlic scrive:
          Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
          - Scritto da: Io so stare al mondo
          - Scritto da: mangi pane e volpe

          - Scritto da: Luky


          No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i


          soggiorni in Lussemburgo e a


          Seattle?


          Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei


          dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi
          mi


          avrebbe rimborsato se le cose fossero andate


          male? Mica sono fesso


          io.



          e difatti sei talmente intelligente che stai

          ancora in italia a dire quanto sei

          furbo.

          senti furbo sei a progetto vero?

          1200 1000 euro al mese?

          tu sei che sei furbo non lui che ora e' a
          seattle

          a prendere 100 mila dollari l'anno sei furbo

          si!

          E a me che me frega? Io sto bene qui. Mica ho
          bisogno come voi di dannarmi a cercare lavoro per
          diventare ricco e per poi prenderlo in culo e
          diventare
          depresso.non mi pare che si sia dannato.pensa piuttosto a te invece di dare consigli a persone che ti danno pista...
          Io qui son felice e non mi muovo.bravo non muoverti... rimani li
          Poi nessuno regala 100 mila dollari anno tanto
          per regalarli, per darteli devi dare il sangue
          oltre al culo. E io al mio culo ci tengo e anche
          al mio
          sangue.pensa che tra un po' per vivere dovrai vendertelo un tanto al litro.auguri.
          • Banana Joe scrive:
            Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
            - Scritto da: consoliamoc i with the little garlic
            - Scritto da: Io so stare al mondo

            - Scritto da: mangi pane e volpe


            - Scritto da: Luky



            No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i



            soggiorni in Lussemburgo e a



            Seattle?



            Perchè se fossi stato io al tuo posto e
            avrei



            dovuto pagare io col cazzo che ci andavo.
            Chi

            mi



            avrebbe rimborsato se le cose fossero andate



            male? Mica sono fesso



            io.





            e difatti sei talmente intelligente che stai


            ancora in italia a dire quanto sei


            furbo.


            senti furbo sei a progetto vero?


            1200 1000 euro al mese?


            tu sei che sei furbo non lui che ora e' a

            seattle


            a prendere 100 mila dollari l'anno sei furbo


            si!



            E a me che me frega? Io sto bene qui. Mica ho

            bisogno come voi di dannarmi a cercare lavoro
            per

            diventare ricco e per poi prenderlo in culo e

            diventare

            depresso.

            non mi pare che si sia dannato.
            pensa piuttosto a te invece di dare consigli a
            persone che ti danno
            pista...


            Io qui son felice e non mi muovo.

            bravo non muoverti... rimani li


            Poi nessuno regala 100 mila dollari anno tanto

            per regalarli, per darteli devi dare il sangue

            oltre al culo. E io al mio culo ci tengo e anche

            al mio

            sangue.

            pensa che tra un po' per vivere dovrai vendertelo
            un tanto al
            litro.
            auguri.Mi sa che sarà la fine che farai te. E ti ritroverai pure impreparato. Ti conviene piuttosto emigrare in Congo. Là cercano raddrizzatori di banane a cottimo.
          • curve allo scasso scrive:
            Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?

            Mi sa che sarà la fine che farai te. E ti
            ritroverai pure impreparato. Ti conviene
            piuttosto emigrare in Congo. Là cercano
            raddrizzatori di banane a
            cottimo. tu pensa invecead arrivare a fine meseciao ciao!e 8) :D :D :D
        • MeX scrive:
          Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
          vivi con mamma e papà però, perchè con 1200 al mese se paghi affitto e menate varie non vivi affatto bene!
    • it.informat iche.chiac chere.e.di stintivo scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i
      soggiorni in Lussemburgo e a
      Seattle?
      Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei
      dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi
      avrebbe rimborsato se le cose fossero andate
      male? Mica sono fesso
      io.mi ricordi tanto quei chiaccheroni che infestano it.lavoro.informaticali stessi ragionamenti vuoti da falliti.
      • ho pensato la stessa cosa scrive:
        Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
        - Scritto da: it.informat iche.chiac chere.e.di stintivo
        - Scritto da: Luky

        No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i

        soggiorni in Lussemburgo e a

        Seattle?

        Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei

        dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi

        avrebbe rimborsato se le cose fossero andate

        male? Mica sono fesso

        io.

        mi ricordi tanto quei chiaccheroni che infestano
        it.lavoro.informatica
        li stessi ragionamenti vuoti da falliti.e intanto non sappiamo chi ha pagato.in fondo questo articolo lo scrive un ex statale col posto sicuro in università e tempo libero a iosa.fai presto a prendere a pesci in faccia la gente, ma la risposta vera alla domanda non l'ho vista.fai tanto il figo, ma non sai la risposta.magari gli hanno pagato l'impossibile!PSquesto giornale è dotato di forum x commenti, perché dovremmo andare sul suo blog a commentare?sux!
    • Soulbrighte r scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i
      soggiorni in Lussemburgo e a
      Seattle?Le aziende serie pagano viaggio e alloggio in questi casi...
      Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei
      dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi
      avrebbe rimborsato se le cose fossero andate
      male? Mica sono fesso
      io.Eh già...
    • bellali scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i
      soggiorni in Lussemburgo e a
      Seattle?
      Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei
      dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi
      avrebbe rimborsato se le cose fossero andate
      male? Mica sono fesso
      io.Mamma mia...la madre dei cretini e' sempre incinta ma quella degli sfigati la segue a ruota!!!!!Purtroppo se ti svegliassi un attimino avresti fatto molti viaggetti pagati da qualche multinazione...sei sfigato
      • puttanesca salad scrive:
        Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
        - Scritto da: bellali
        - Scritto da: Luky

        No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i

        soggiorni in Lussemburgo e a

        Seattle?

        Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei

        dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi

        avrebbe rimborsato se le cose fossero andate

        male? Mica sono fesso

        io.

        Mamma mia...la madre dei cretini e' sempre
        incinta ma quella degli sfigati la segue a
        ruota!!!!!
        Purtroppo se ti svegliassi un attimino avresti
        fatto molti viaggetti pagati da qualche
        multinazione...sei
        sfigatono no e' uno dei tanti che si e' svegliato ieri mattina, che voleva fare il mega espertone informatico e si e' svenduto a qualche zozzone body rental.sa che a lui le aziende all'estero non gli pagherebbero nemmeno l'occupazione abusiva del carrello dell'airbussemplice.E' dura svegliarsi una mattina e aver capito che senza qualita' e talento rimani il medesimo poveraccio che sei.
        • Spazzola scrive:
          Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
          - Scritto da: puttanesca salad
          - Scritto da: bellali

          - Scritto da: Luky


          No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i


          soggiorni in Lussemburgo e a


          Seattle?


          Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei


          dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi
          mi


          avrebbe rimborsato se le cose fossero andate


          male? Mica sono fesso


          io.



          Mamma mia...la madre dei cretini e' sempre

          incinta ma quella degli sfigati la segue a

          ruota!!!!!

          Purtroppo se ti svegliassi un attimino avresti

          fatto molti viaggetti pagati da qualche

          multinazione...sei

          sfigato

          no no e' uno dei tanti che si e' svegliato ieri
          mattina, che voleva fare il mega espertone
          informatico e si e' svenduto a qualche zozzone
          body
          rental.
          sa che a lui le aziende all'estero non gli
          pagherebbero nemmeno l'occupazione abusiva del
          carrello
          dell'airbus
          semplice.
          E' dura svegliarsi una mattina e aver capito che
          senza qualita' e talento rimani il medesimo
          poveraccio che
          sei.Ha parlato l' esperto informatico dei "bibet"!Tutto chiacchiere e basta.Torna a progettare water col CAD in wired-frame.
          • MegaLOL scrive:
            Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
            Mi fanno troppo ridere queste liti da bimbiscemi tra sfigati. Perchè non andate a picchiarvi in cortile, così poi vengo lì, vi sfascio a suon di botte (vere) e poi vi cago in faccia?
    • Belin scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i
      soggiorni in Lussemburgo e a
      Seattle?
      Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei
      dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi
      avrebbe rimborsato se le cose fossero andate
      male? Mica sono fesso
      io.Certamente pagava la ditta. Che domanda!
      • Geppo scrive:
        Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
        - Scritto da: Belin
        Certamente pagava la ditta. Che domanda!Infatti non è una ditta italiana :p
      • ho pensato la stessa cosa scrive:
        Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
        - Scritto da: Belin
        - Scritto da: Luky

        No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i

        soggiorni in Lussemburgo e a

        Seattle?

        Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei

        dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi

        avrebbe rimborsato se le cose fossero andate

        male? Mica sono fesso

        io.

        Certamente pagava la ditta. Che domanda!secondo i testosteronici dopati lui si è pagato tutto perché è un vincente.secondo gli ottimisti sono le ditte che paganoma l'autore non sta rispondendo: questo è l'unico fatto.e la domanda me l'ero fatta anche io.Voi l'avete visto un'americano fare un colloquio qui, spesato?
        • tal detali scrive:
          Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
          - Scritto da: ho pensato la stessa cosa
          - Scritto da: Belin

          - Scritto da: Luky


          No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i


          soggiorni in Lussemburgo e a


          Seattle?


          Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei


          dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi
          mi


          avrebbe rimborsato se le cose fossero andate


          male? Mica sono fesso


          io.



          Certamente pagava la ditta. Che domanda!

          secondo i testosteronici dopati lui si è pagato
          tutto perché è un
          vincente.
          secondo gli ottimisti sono le ditte che pagano

          ma l'autore non sta rispondendo: questo è l'unico
          fatto.

          e la domanda me l'ero fatta anche io.
          Voi l'avete visto un'americano fare un colloquio
          qui,
          spesato?gli americani i colloqui qua non li fanno mica sono fessi a finire a fare la fame e poi le aziende italiane non pagherebbero.
    • The Punisher scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      Mica sono fesso
      io.Ehhh... no...
    • ho pensato la stessa cosa scrive:
      Re: Chi pagava i viaggi per i colloqui?
      - Scritto da: Luky
      No dico, li pagavi te o Amazon i viaggi e i
      soggiorni in Lussemburgo e a
      Seattle?
      Perchè se fossi stato io al tuo posto e avrei
      dovuto pagare io col cazzo che ci andavo. Chi mi
      avrebbe rimborsato se le cose fossero andate
      male? Mica sono fesso
      io.beh, messa così lo sembri, ma forse fai il trollazzo.in effetti ho pensato la stessa cosa: ci sono tanti apprendisti, stagisti, gente in formazione che abbandona perché semplicemente non riesce a sostenere il costo dei trasporti e dei viaggi.se devo andare in giro per il pianeta a quei costi... non posso andare a colloquiare.sei su secondlife, sei un informatico e ti assumono per la tua fichezza... ma non ti potevano fare il colloquio in videoconferenza??
  • ugo ugo scrive:
    Troppa fatica, io passo
    Farò la figura del mediocre ma mi accontento di molto meno e soprattutto che costi un sacrificio ed un impegno meno gravoso.A te piacerà moltissimo e ti dico goditelo. Io non me la sentirei mai. Né di investire ore di lavoro per un colloquio, né di trasferirmi (neanche in un'altra città a 50km da casa mia), né di girare l'europa per lavoro, né, né, né.Mi fai venire l'ansia con la tua descrizione. Spero di non finire mai come te (non ti voglio mancare di rispetto, siamo solo diversi).Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.Il mio ideale di vita è fare passeggiate sulle colline lombarde con mia moglie e mio figlio, andare a spasso, divertirmi, riposarmi, sorridere, vedere cose belle, respirare aria pulita, mangiare cose buone, vedere tanto verde, sentire il rumore dell'acqua che scorre, calpestare la neve.Forse sono vecchio.O forse sono saggio.O forse siamo solo diversi.Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi prendilo.Ad ognuno il suo.
    • Spectator scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      - Scritto da: ugo ugo
      Farò la figura del mediocre ma mi accontento di
      molto meno e soprattutto che costi un sacrificio
      ed un impegno meno
      gravoso.

      A te piacerà moltissimo e ti dico goditelo. Io
      non me la sentirei mai. Né di investire ore di
      lavoro per un colloquio, né di trasferirmi
      (neanche in un'altra città a 50km da casa mia),
      né di girare l'europa per lavoro, né, né,
      né.

      Mi fai venire l'ansia con la tua descrizione.
      Spero di non finire mai come te (non ti voglio
      mancare di rispetto, siamo solo
      diversi).

      Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.

      Il mio ideale di vita è fare passeggiate sulle
      colline lombarde con mia moglie e mio figlio,
      andare a spasso, divertirmi, riposarmi,
      sorridere, vedere cose belle, respirare aria
      pulita, mangiare cose buone, vedere tanto verde,
      sentire il rumore dell'acqua che scorre,
      calpestare la
      neve.

      Forse sono vecchio.

      O forse sono saggio.

      O forse siamo solo diversi.

      Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi prendilo.

      Ad ognuno il suo.invece di pensare alle passeggiate penserai alla possibile passeggiate che potresti fare in mezzo ad una strada.e sei hai una famiglia io sarei ancora piu' preoccupato... se fossi in tegoditele questa spensieratezza e' tempo di magrissime vacche dalle parti vostre.
      • Una domanda scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        Meglio emigrare negli USA, con il dollaro a picco, le aziende che spostano i centri di sviluppo in cina, sperando di non aver mai bisogno di assistenza sanitaria.
      • cappero scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo

        invece di pensare alle passeggiate penserai alla
        possibile passeggiate che potresti fare in mezzo
        ad una strada.Impara a quotare!
        • Spectator scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo
          - Scritto da: cappero

          invece di pensare alle passeggiate penserai alla

          possibile passeggiate che potresti fare in mezzo

          ad una strada.

          Impara a quotare!ma scherzi o cosa? il quoting e' automatico!ma rotfl tu davvero hai serissimi problemi
          • Picard scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo

            ma scherzi o cosa? il quoting e' automatico!Il quoting va aggiustato secondo necessità... vedi di imparare così passi al NEXT LEVEL (per dirla alla nike) e esci dal tuo ruolo di NERD...
      • sfddsa scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo


        invece di pensare alle passeggiate penserai alla
        possibile passeggiate che potresti fare in mezzo
        ad una
        strada.
        e sei hai una famiglia io sarei ancora piu'
        preoccupato... se fossi in
        te
        goditele questa spensieratezza e' tempo di
        magrissime vacche dalle parti
        vostre.io sono lo stesso che ha fatto augir a simone inq uesto post:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2296482&m=2297457#p2297457tuttavia com l'autore del post originale IO non me la sentirei MAI e POI MAI di vivere per lavorare, avere grandi resposabilità per piccole cose (azienda per quanto sia grossa, è sempre una cosa piccola).Io non me la sentirei mai di sacrificare famiglia, affetti, amici per lavoro..nemmeno se rendesse cifre astronomiche.Per quei pochi anni che si vive meglio vivere di sentimenti che di ingordigia o di lavoro...Molti quanto perdono il lavoor,quando perdono casa o diventano poveir vanno in depressione o si ammazzano addirittura..oppure vannoa fare i barboni in città...ma iodico.. ci sono i boschi..la natura.. piuttosto vai a fare "il mogwli" no? meglio fare il selvaggio nei boschi vivendo di natura che fare il barbone..
    • moglie scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      - Scritto da: ugo ugo
      Farò la figura del mediocre ma mi accontento di
      molto meno e soprattutto che costi un sacrificio
      ed un impegno meno
      gravoso.

      A te piacerà moltissimo e ti dico goditelo. Io
      non me la sentirei mai. Né di investire ore di
      lavoro per un colloquio, né di trasferirmi
      (neanche in un'altra città a 50km da casa mia),
      né di girare l'europa per lavoro, né, né,
      né.

      Mi fai venire l'ansia con la tua descrizione.
      Spero di non finire mai come te (non ti voglio
      mancare di rispetto, siamo solo
      diversi).

      Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.

      Il mio ideale di vita è fare passeggiate sulle
      colline lombarde con mia moglie e mio figlio,
      andare a spasso, divertirmi, riposarmi,
      sorridere, vedere cose belle, respirare aria
      pulita, mangiare cose buone, vedere tanto verde,
      sentire il rumore dell'acqua che scorre,
      calpestare la
      neve.

      Forse sono vecchio.

      O forse sono saggio.

      O forse siamo solo diversi.

      Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi prendilo.

      Ad ognuno il suo.Che vita triste la tua :
      • Quello di prima scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        - Scritto da: moglie
        - Scritto da: ugo ugo

        Farò la figura del mediocre ma mi accontento di

        molto meno e soprattutto che costi un sacrificio

        ed un impegno meno

        gravoso.



        A te piacerà moltissimo e ti dico goditelo. Io

        non me la sentirei mai. Né di investire ore di

        lavoro per un colloquio, né di trasferirmi

        (neanche in un'altra città a 50km da casa mia),

        né di girare l'europa per lavoro, né, né,

        né.



        Mi fai venire l'ansia con la tua descrizione.

        Spero di non finire mai come te (non ti voglio

        mancare di rispetto, siamo solo

        diversi).



        Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.



        Il mio ideale di vita è fare passeggiate sulle

        colline lombarde con mia moglie e mio figlio,

        andare a spasso, divertirmi, riposarmi,

        sorridere, vedere cose belle, respirare aria

        pulita, mangiare cose buone, vedere tanto verde,

        sentire il rumore dell'acqua che scorre,

        calpestare la

        neve.



        Forse sono vecchio.



        O forse sono saggio.



        O forse siamo solo diversi.



        Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi prendilo.



        Ad ognuno il suo.

        Che vita triste la tua :Fatti i cazzi tuoi. Villano!
        • villano o villone scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo
          - Scritto da: Quello di prima
          - Scritto da: moglie

          - Scritto da: ugo ugo


          Farò la figura del mediocre ma mi accontento
          di


          molto meno e soprattutto che costi un
          sacrificio


          ed un impegno meno


          gravoso.





          A te piacerà moltissimo e ti dico goditelo. Io


          non me la sentirei mai. Né di investire ore di


          lavoro per un colloquio, né di trasferirmi


          (neanche in un'altra città a 50km da casa
          mia),


          né di girare l'europa per lavoro, né, né,


          né.





          Mi fai venire l'ansia con la tua descrizione.


          Spero di non finire mai come te (non ti voglio


          mancare di rispetto, siamo solo


          diversi).





          Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.





          Il mio ideale di vita è fare passeggiate sulle


          colline lombarde con mia moglie e mio figlio,


          andare a spasso, divertirmi, riposarmi,


          sorridere, vedere cose belle, respirare aria


          pulita, mangiare cose buone, vedere tanto
          verde,


          sentire il rumore dell'acqua che scorre,


          calpestare la


          neve.





          Forse sono vecchio.





          O forse sono saggio.





          O forse siamo solo diversi.





          Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi
          prendilo.





          Ad ognuno il suo.



          Che vita triste la tua :

          Fatti i cazzi tuoi. Villano!bella risposta... da uomo veramente realizzato!
          • Sempre io scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: villano o villone
            - Scritto da: Quello di prima

            - Scritto da: moglie


            - Scritto da: ugo ugo



            Farò la figura del mediocre ma mi accontento

            di



            molto meno e soprattutto che costi un

            sacrificio



            ed un impegno meno



            gravoso.







            A te piacerà moltissimo e ti dico goditelo.
            Io



            non me la sentirei mai. Né di investire ore
            di



            lavoro per un colloquio, né di trasferirmi



            (neanche in un'altra città a 50km da casa

            mia),



            né di girare l'europa per lavoro, né, né,



            né.







            Mi fai venire l'ansia con la tua
            descrizione.



            Spero di non finire mai come te (non ti
            voglio



            mancare di rispetto, siamo solo



            diversi).







            Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.







            Il mio ideale di vita è fare passeggiate
            sulle



            colline lombarde con mia moglie e mio
            figlio,



            andare a spasso, divertirmi, riposarmi,



            sorridere, vedere cose belle, respirare aria



            pulita, mangiare cose buone, vedere tanto

            verde,



            sentire il rumore dell'acqua che scorre,



            calpestare la



            neve.







            Forse sono vecchio.







            O forse sono saggio.







            O forse siamo solo diversi.







            Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi

            prendilo.







            Ad ognuno il suo.





            Che vita triste la tua :



            Fatti i cazzi tuoi. Villano!

            bella risposta... da uomo veramente realizzato!Embè? Te come ti senti realizzato? Hai anche te il putanSUV per andare all' happy hour e far colpo su qualche stracciona squininzia? Contento te...
          • consoliamoc i with the little garlic scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: Sempre io
            - Scritto da: villano o villone

            - Scritto da: Quello di prima


            - Scritto da: moglie



            - Scritto da: ugo ugo




            Farò la figura del mediocre ma mi
            accontento


            di




            molto meno e soprattutto che costi un


            sacrificio




            ed un impegno meno




            gravoso.









            A te piacerà moltissimo e ti dico
            goditelo.

            Io




            non me la sentirei mai. Né di investire
            ore

            di




            lavoro per un colloquio, né di trasferirmi




            (neanche in un'altra città a 50km da casa


            mia),




            né di girare l'europa per lavoro, né, né,




            né.









            Mi fai venire l'ansia con la tua

            descrizione.




            Spero di non finire mai come te (non ti

            voglio




            mancare di rispetto, siamo solo




            diversi).









            Io lavoro per vivere, tu vivi per
            lavorare.









            Il mio ideale di vita è fare passeggiate

            sulle




            colline lombarde con mia moglie e mio

            figlio,




            andare a spasso, divertirmi, riposarmi,




            sorridere, vedere cose belle, respirare
            aria




            pulita, mangiare cose buone, vedere tanto


            verde,




            sentire il rumore dell'acqua che scorre,




            calpestare la




            neve.









            Forse sono vecchio.









            O forse sono saggio.









            O forse siamo solo diversi.









            Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi


            prendilo.









            Ad ognuno il suo.







            Che vita triste la tua :





            Fatti i cazzi tuoi. Villano!



            bella risposta... da uomo veramente realizzato!

            Embè? Te come ti senti realizzato? Hai anche te
            il putanSUV per andare all' happy hour e far
            colpo su qualche stracciona squininzia? Contento
            te...io sono all'estero felice di non condividere il tuo tristo destino.Buona passeggiata all'addiaccio.
          • Barbie scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: consoliamoc i with the little garlic
            - Scritto da: Sempre io

            - Scritto da: villano o villone


            - Scritto da: Quello di prima



            - Scritto da: moglie




            - Scritto da: ugo ugo





            Farò la figura del mediocre ma mi

            accontento



            di





            molto meno e soprattutto che costi un



            sacrificio





            ed un impegno meno





            gravoso.











            A te piacerà moltissimo e ti dico

            goditelo.


            Io





            non me la sentirei mai. Né di investire

            ore


            di





            lavoro per un colloquio, né di
            trasferirmi





            (neanche in un'altra città a 50km da
            casa



            mia),





            né di girare l'europa per lavoro, né,
            né,





            né.











            Mi fai venire l'ansia con la tua


            descrizione.





            Spero di non finire mai come te (non ti


            voglio





            mancare di rispetto, siamo solo





            diversi).











            Io lavoro per vivere, tu vivi per

            lavorare.











            Il mio ideale di vita è fare passeggiate


            sulle





            colline lombarde con mia moglie e mio


            figlio,





            andare a spasso, divertirmi, riposarmi,





            sorridere, vedere cose belle, respirare

            aria





            pulita, mangiare cose buone, vedere
            tanto



            verde,





            sentire il rumore dell'acqua che scorre,





            calpestare la





            neve.











            Forse sono vecchio.











            O forse sono saggio.











            O forse siamo solo diversi.











            Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi



            prendilo.











            Ad ognuno il suo.









            Che vita triste la tua :







            Fatti i cazzi tuoi. Villano!





            bella risposta... da uomo veramente
            realizzato!



            Embè? Te come ti senti realizzato? Hai anche te

            il putanSUV per andare all' happy hour e far

            colpo su qualche stracciona squininzia? Contento

            te...

            io sono all'estero felice di non condividere il
            tuo tristo
            destino.
            Buona passeggiata all'addiaccio.Ecco ciao. Salutami il conte Dracula.
          • l abonimevol e jedi scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: Barbie
            - Scritto da: consoliamoc i with the little
            garlic

            - Scritto da: Sempre io


            - Scritto da: villano o villone



            - Scritto da: Quello di prima




            - Scritto da: moglie





            - Scritto da: ugo ugo






            Farò la figura del mediocre ma mi


            accontento




            di






            molto meno e soprattutto che costi un




            sacrificio






            ed un impegno meno






            gravoso.













            A te piacerà moltissimo e ti dico


            goditelo.



            Io






            non me la sentirei mai. Né di
            investire


            ore



            di






            lavoro per un colloquio, né di

            trasferirmi






            (neanche in un'altra città a 50km da

            casa




            mia),






            né di girare l'europa per lavoro, né,

            né,






            né.













            Mi fai venire l'ansia con la tua



            descrizione.






            Spero di non finire mai come te (non
            ti



            voglio






            mancare di rispetto, siamo solo






            diversi).













            Io lavoro per vivere, tu vivi per


            lavorare.













            Il mio ideale di vita è fare
            passeggiate



            sulle






            colline lombarde con mia moglie e mio



            figlio,






            andare a spasso, divertirmi,
            riposarmi,






            sorridere, vedere cose belle,
            respirare


            aria






            pulita, mangiare cose buone, vedere

            tanto




            verde,






            sentire il rumore dell'acqua che
            scorre,






            calpestare la






            neve.













            Forse sono vecchio.













            O forse sono saggio.













            O forse siamo solo diversi.













            Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi




            prendilo.













            Ad ognuno il suo.











            Che vita triste la tua :









            Fatti i cazzi tuoi. Villano!







            bella risposta... da uomo veramente

            realizzato!





            Embè? Te come ti senti realizzato? Hai anche
            te


            il putanSUV per andare all' happy hour e far


            colpo su qualche stracciona squininzia?
            Contento


            te...



            io sono all'estero felice di non condividere il

            tuo tristo

            destino.

            Buona passeggiata all'addiaccio.

            Ecco ciao. Salutami il conte Dracula.salutami il tuo direttore della banca del sangueun pacco di pasta e due kili di pane3 litri di sangue
          • sfddsa scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: consoliamoc i with the little garlic
            - Scritto da: Sempre io

            - Scritto da: villano o villone


            - Scritto da: Quello di prima



            - Scritto da: moglie




            - Scritto da: ugo ugo





            Farò la figura del mediocre ma mi

            accontento



            di





            molto meno e soprattutto che costi un



            sacrificio





            ed un impegno meno





            gravoso.











            A te piacerà moltissimo e ti dico

            goditelo.


            Io





            non me la sentirei mai. Né di investire

            ore


            di





            lavoro per un colloquio, né di
            trasferirmi





            (neanche in un'altra città a 50km da
            casa



            mia),





            né di girare l'europa per lavoro, né,
            né,





            né.











            Mi fai venire l'ansia con la tua


            descrizione.





            Spero di non finire mai come te (non ti


            voglio





            mancare di rispetto, siamo solo





            diversi).











            Io lavoro per vivere, tu vivi per

            lavorare.











            Il mio ideale di vita è fare passeggiate


            sulle





            colline lombarde con mia moglie e mio


            figlio,





            andare a spasso, divertirmi, riposarmi,





            sorridere, vedere cose belle, respirare

            aria





            pulita, mangiare cose buone, vedere
            tanto



            verde,





            sentire il rumore dell'acqua che scorre,





            calpestare la





            neve.











            Forse sono vecchio.











            O forse sono saggio.











            O forse siamo solo diversi.











            Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi



            prendilo.











            Ad ognuno il suo.









            Che vita triste la tua :







            Fatti i cazzi tuoi. Villano!





            bella risposta... da uomo veramente
            realizzato!



            Embè? Te come ti senti realizzato? Hai anche te

            il putanSUV per andare all' happy hour e far

            colpo su qualche stracciona squininzia? Contento

            te...

            io sono all'estero felice di non condividere il
            tuo tristo
            destino.
            Buona passeggiata all'addiaccio.una persona villana, squallida e priva di valori resta villana, squallida e priva di valori anche all'estero
      • cappero scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo

        Che vita triste la tua :Ma cribbio!! Per questo intervento quoti l'impossibile!!!Ma non sapete neppure quotare decentemente in un forum!!Non mi pare che il vostro modello possa essere l'informaticopreparato!
        • Spectator scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo
          - Scritto da: cappero

          Che vita triste la tua :

          Ma cribbio!! Per questo intervento quoti
          l'impossibile!!!
          Ma non sapete neppure quotare decentemente in un
          forum!!
          Non mi pare che il vostro modello possa essere
          l'informatico
          preparato!il quoting e' automatico ma te ne sei reso conto? prova a contattare il tuo unico neurone vedi che se lo chiami al telefono forse ti risponde :D
          • Izio scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: Spectator
            - Scritto da: cappero


            Che vita triste la tua :



            Ma cribbio!! Per questo intervento quoti

            l'impossibile!!!

            Ma non sapete neppure quotare decentemente in un

            forum!!

            Non mi pare che il vostro modello possa essere

            l'informatico

            preparato!

            il quoting e' automatico ma te ne sei reso conto?
            prova a contattare il tuo unico neurone vedi che
            se lo chiami al telefono forse ti risponde
            :DEhm, solitamente si estrapolano dal quoting automatico le sole sezioni che interessano, al fine di evitare di produrre inutilmente post chilometrici :)
          • Spectator scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: Izio
            - Scritto da: Spectator

            - Scritto da: cappero



            Che vita triste la tua :





            Ma cribbio!! Per questo intervento quoti


            l'impossibile!!!


            Ma non sapete neppure quotare decentemente in
            un


            forum!!


            Non mi pare che il vostro modello possa essere


            l'informatico


            preparato!



            il quoting e' automatico ma te ne sei reso
            conto?

            prova a contattare il tuo unico neurone vedi che

            se lo chiami al telefono forse ti risponde

            :D

            Ehm, solitamente si estrapolano dal quoting
            automatico le sole sezioni che interessano, al
            fine di evitare di produrre inutilmente post
            chilometrici
            :)ehm veramente se ti leggono altri che per fortuna hanno saltato post da troll e inutili e dura capire da quattro righe il contesto della fraseehm questo non e' mica una ml o un ng!ehmm...
          • cappero scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo

            il quoting e' automatico ma te ne sei reso conto?
            prova a contattare il tuo unico neurone vedi che
            se lo chiami al telefono forse ti risponde
            :DAzzo...dimmi che e' ironico perche' senno' ti consiglioun ricostituente tipo fosforil o simili..
    • Picard scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      Caro Ugo, ti quoto al 100% ma hai sbagliato... questo è proprio il posto peggiore dove postare una visione della vita pulita come la tua.Meglio se la condividerai con amici della tua vita reale... qui in un attimo ognuno ha voluto sindacare su quella che è stata una semplice espressione di gioia sincera.E chi non sa cosa sia, può solo disprezzarla.Per quanto può valere, la penso esattamente come te, ho appena allentato tutti i miei carichi di lavoro e, sebbene mi ritenga particolarmente dotato, ho deciso di preferire una vita fatta di passeggiate in riva al mare a spasso con la mi afutura moglie e i figli che avrò.Con tutto il rispetto per l'evangelista del 2000 che trova la sua realizzazione sul lavoro.Io la trovo negli affetti.E tutti siamo felici.
      • Ma pensa agli affettati piuttosto scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        - Scritto da: Picard
        Caro Ugo, ti quoto al 100% ma hai sbagliato...
        questo è proprio il posto peggiore dove postare
        una visione della vita pulita come la
        tua.
        Meglio se la condividerai con amici della tua
        vita reale... qui in un attimo ognuno ha voluto
        sindacare su quella che è stata una semplice
        espressione di gioia
        sincera.

        E chi non sa cosa sia, può solo disprezzarla.

        Per quanto può valere, la penso esattamente come
        te, ho appena allentato tutti i miei carichi di
        lavoro e, sebbene mi ritenga particolarmente
        dotato, ho deciso di preferire una vita fatta di
        passeggiate in riva al mare a spasso con la mi
        afutura moglie e i figli che
        avrò.ma pensa agli affettati piuttosto che come diceva toto' d'amor si muore... di fame.Hai lo stesso senso di responsabilita' di un bambino di quattro anni, ma a differenza sua tu non hai quattro anni.pure una famiglia vuoi?con questo tipo di ragionamento di cosa campi di aria.dai ragazzino torna a giocare con i pokemon
        • Picard scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo
          Bhahahah, semrpe la solita, stessa, inutile gente che dice sempre le stesse, identiche, farneticanti cose...'notte... che forum inutile quello di PI.... meglio chiuderlo...
          • distinti salumi scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: Picard
            Bhahahah, semrpe la solita, stessa, inutile gente
            che dice sempre le stesse, identiche,
            farneticanti
            cose...

            'notte... che forum inutile quello di PI....
            meglio
            chiuderlo...gia' chiudila qua che hai fatto la figura del peracottaro.che non sai nemmeno di quello che si sta parlando ragazzino.torna a gioca co la plaistascio tre ue ue ue
          • Guest scrive:
            Re: Troppa fatica, io passo
            - Scritto da: distinti salumi
            - Scritto da: Picard

            Bhahahah, semrpe la solita, stessa, inutile
            gente

            che dice sempre le stesse, identiche,

            farneticanti

            cose...



            'notte... che forum inutile quello di PI....

            meglio

            chiuderlo...

            gia' chiudila qua che hai fatto la figura del
            peracottaro.
            che non sai nemmeno di quello che si sta parlando
            ragazzino.
            torna a gioca co la plaistascio tre ue ue ueOrpo, hanno attivato Internet anche all'asilo per scemi ?
        • ezio scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo

          ma pensa agli affettati piuttosto che come diceva
          toto' d'amor si muore... di fame.
          Hai lo stesso senso di responsabilita' di un
          bambino di quattro anni, ma a differenza sua tu
          non hai quattro anni.Sai, quando uno i soldi per mangiare ce li ha (ne bastano pochi fidati) la fame che senti tu scompare, e si riesce ad apprezzare altre cose oltre che la corsa ai soldi.capito?
        • sfddsa scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo
          - Scritto da: Ma pensa agli affettati piuttosto
          - Scritto da: Picard

          Caro Ugo, ti quoto al 100% ma hai sbagliato...

          questo è proprio il posto peggiore dove postare

          una visione della vita pulita come la

          tua.

          Meglio se la condividerai con amici della tua

          vita reale... qui in un attimo ognuno ha voluto

          sindacare su quella che è stata una semplice

          espressione di gioia

          sincera.



          E chi non sa cosa sia, può solo disprezzarla.



          Per quanto può valere, la penso esattamente come

          te, ho appena allentato tutti i miei carichi di

          lavoro e, sebbene mi ritenga particolarmente

          dotato, ho deciso di preferire una vita fatta di

          passeggiate in riva al mare a spasso con la mi

          afutura moglie e i figli che

          avrò.

          ma pensa agli affettati piuttosto che come diceva
          toto' d'amor si muore... di
          fame.
          Hai lo stesso senso di responsabilita' di un
          bambino di quattro anni, ma a differenza sua tu
          non hai quattro
          anni.
          pure una famiglia vuoi?
          con questo tipo di ragionamento di cosa campi di
          aria.
          dai ragazzino torna a giocare con i pokemonse l'uomo si è voluto complicare i pochi anni della sua vita in maniera sssurda non è colpa di nessuno.Ma lasciate in pace le persone che vorrebbero VIVERE la vita assaporandone le emozioni, i sentimenti, le sensazioni.Già che oggi NON E' POSSIBILE poter vivere tranquillamente dato che a rompere le palle ci si mette lo stato tutti i santissimi giorni...almeno non rompete le palle..se vi sentite realizzati a lavorare 10 ore al giorno su 24, di cui 4/5 ne dormite, 2 ne passata in macchina e 1 al bagno.. beh contenti voi..io preferisco ascoltare le fusa del mio gatto, carezzare la mia donna, godermi i miei familiari, giocarmi un morpg, segarmi 20 ore al giorno e tutte quele cose che IO ho voglia di fare e non farmi rubare tempo della mia unica vita (per quanto bene sia pagato) a favore di un'azienda..
      • mech_user scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        Ottima risposta e ti condivido in pieno.Il primo passo per comprendere è accettare la diversità.
        • difatti scrive:
          Re: Troppa fatica, io passo
          - Scritto da: mech_user
          Ottima risposta e ti condivido in pieno.
          Il primo passo per comprendere è accettare la
          diversità.difatti in italia le aziende di body rental fanno i fro$i con il cu*o degli altri gia' hai detto bene diversita' eterogenea :D :|
    • Una domanda scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      Quoto. L'economia (e la tecnologia) deve essere al servizio dell'essere umano, non viceversa.
      • Get Real scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        - Scritto da: Una domanda
        Quoto. L'economia (e la tecnologia) deve essere
        al servizio dell'essere umano, non
        viceversa.DOVREBBE esserlo in un mondo ideale. Noi però NON siamo in un mondo ideale, e l'umano è diventato un semplice ingranaggio della macchina economica, facilmente rimpiazzabile.Appena non sei più "produttivo" (perchè costi, perchè non hai l'età giusta, perchè sei appena appena non proprio indispensabile) via. E chi se ne frega.Tutti gli altri, A LAVORARE! 24 ore al giorno, se serve. Piegati alle esigenze della Produzione.Questo è il mondo reale. Non se ne andrà MAI via.Passeggiate sulle colline? Mettiti in fila e spaccati la schiena per il tuo tozzo di pane, ingranaggio.
    • Spv scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      Quoto clamorosamente.Io lavoro per vivere non vivo per lavorare...Una delle cose migliori che ti possa capitare nella vita è realizzarsi professionalmente...ma questa soddisfazione rischia di essere fine a sè stessa se non hai nessuno con cui condividerla o tempo per godere dei frutti...Poi uno fa i suoi conti e se preferisce sacrificare qualcosa della sua vita privata per il lavoro avrà i suoi motivi...In ogni caso esistono anche persone che si sentono realizzate nel loro piccolo e traggono soddisfazione dallse piccole cose e non necessariamente dalle grandi conquiste...non dico che bisogna sapersi accontantare, semplicemente bisogna apprezzare anche le piccole cose.Concludendo: non c'è solo il bianco e il nero..ci sono un sacco di sfumature di grigio nel mezzoCiao
      • loll scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        Io convdivido, grazie a dio io con i mie 1900 euro non mi lamento e la mia aria fresca me la godo tutta.Tra qualche mese mi trasferisco all'estero...Riccione e a tutti i poveracci che devono "spaccarsi" la schiena (manco fossero minatori, muratori o spazzini) dico...andatevene dove volete...che alla fine starete male uguale...
    • MeX scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      quando non arrivi a fine mese, e le passeggiate sulle colline e la neve le devi fare con le infradito perchè non ha i soldi per comprarti le scarpe di pelle, e devi portare a casa tuo figlio con i geloni ai piedi... fidati che non è così divertente...
    • Paolo scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      Primo ammetto che condivido che una vita dedicata solo al lavoro sia un po' vuoto e che alla lunga stanchi ma non vedo perchè non possa andare a lavorare alla Amazon in belgio e non fare passeggiate anche lui insieme alla sua compagna?
    • Sempfter il wurstel che ti alletta scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      - Scritto da: ugo ugo
      Io
      non me la sentirei mai. Né di investire ore di
      lavoro per un colloquio,oddio... se sei senza lavoro lo fai eccome :)il succo dell'articolo è che quando viene il momento clue dovevi essere preparato già prima: come agli esami scolastici: non è il giorno prima che conta, ma tutti quelli di studio dei mesi e degli anni prima.L'esperienza vera, la conoscenza concreta.Se hai il ripieno, si vede! ;)
      Io lavoro per vivere, tu vivi per lavorare.ho pensato anche questo.ma a ripensarci bene... chi ha detto quanto sta al lavoro?nessuno.magari cazzeggia a feste dicendo amazonfigataragazziin quel caso non direi "lavoro" ma direi : stipendio.
      Il mio ideale di vita è fare passeggiate sulle
      colline lombarde con mia moglie e mio figlio,
      andare a spasso, divertirmi, riposarmi,
      sorridere, vedere cose belle, respirare aria
      pulita, mangiare cose buone, vedere tanto verde,
      sentire il rumore dell'acqua che scorre,
      calpestare la
      neve.

      Forse sono vecchio.

      O forse sono saggio.

      O forse siamo solo diversi.

      Pensa a cosa vuoi dalla tua vita e poi prendilo.

      Ad ognuno il suo.io la vedo come te.il problema è che nel frattempo l'affitto non me lo paghi tu
    • L.I. scrive:
      Re: Troppa fatica, io passo
      Io invece ho un bel lavoro in italia,guadagno discretamente bene e ho diverso tempo libero a mia disposizione.La verità è che le occasioni esistono anche in italia, e per quanto eccitante possa sembrare emigrare all'estero credo che il nostro paese offra piu' occasioni di quanto sembri..Per una persona che come l'autore dell'articolo (e cui va un grande in bocca al lupo) se ne va in lussemburgo e fa notizia ... sarei curioso di sapere invece quante se ne sistemano in modo decente in italia..A me tutta sta storia dell'estero mi sembra un po'esagerata.. All'estero ti pagano un sacco, all'estero sono piu' tecnologici di noi, all'estero c'è amazaon, all'estero c'è bla bla bal.. e l'erba del vicino e' sempre piu' verde..In italia sono presenti piu' o meno le stesse multinazionali che sono presenti all'estero e dubito che i regimi di retribuzione siano poi tanto diversi..Inoltre.. quando sento di gente che fuori dal nostro bel paese trova un lavoro.. non sento mai parlare di piccole società.. allora mi viene una domanda.. ma come sarà vivere all'estero assunto da una piccola società? Secondo me non sarà tutto oro che cola..Ad ogni modo.. tutti liberi di fare cio' che si preferisce.... ma se l'erba del vicino è sempre piu' verde io cerco di fare un giardino piu' bello del suo a casa mia.
      • guast scrive:
        Re: Troppa fatica, io passo
        Ho lavorato 10 anni in italia, e di lavori che ti lasciavano tempo libero non ne ho mai trovati. Se ci sono sono proprio pochi.Adesso che hanno detassato gli straordinari ci sarà ancora più pressione, prova a riscrivere questo post tra sei mesi.
  • Spectator scrive:
    la morale qual'e'? scappate!
    dall'intervista di bonasia di alex , ai consigli di chi e' all'estero (zen) a tutti quelli che hanno detto fuggite sciocchi (alla gandalf) fino ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la morale qual'e' che il mercato italiano fa schifo.Ma schifo veramente... andatevene se conoscete l'inglese e vi ritenete tecnici di una certa qualita' tecnica.E mandate aff.. tutti quelli che vi offrono a 1200 euro al mese un posto di lavoro che dovrebbe essere pagato 3000.Ancora qua siete? Scappate.Rideremo quando rimarranno queste azienducole di carne umane che hanno commesse che nessuno portera' avanti...Io intanto me la rido dall'estero leggendo le notizie su una nota azienda quotata in borsa finita sui titoli dei giornali.Preparatevi in italia sento il fischio del boom del fallimento della economia italiana.Auguri.
    • zen scrive:
      Re: la morale qual'e'? scappate!
      Un peccato che PI non abbia voluto raccogliere le esperienze di altri (tipo tutti quelli del forum).Forse adesso saranno interessati a qualche altra intervista o racconto di altri assunti in altre società ?Amazon... Hummm...Ricordo mi chiamarono per lavorare a Dublino ma rifiutai,ricordo anche di business object ma non ero interessato al momento.ricordo anche di UBS ma non volevo cambiare per una società con core business diverso dall ITricodo di MS italia che mi ha chiamato questo mese ma ho detto che ero già impegnato con la mia attuale compagnia.insomma ricordo molte società ma francamente non mi pare serva fare un articolo.So di alcune persone che hanno avuto risultati con le info postate sul forum aperto ed alcune di queste ora lavorano all' estero.Non credo ci sia da dire molto altro , mi chiedo come mai PI non ne abbia approfittato per prendere qualche spunto invece di pubblicare articoli di scarsa qualità informativo come quello sul lavoro per sviluppatori in irlanda ed relativa intervista a verkom ...verkom?!?! bah... vi passo le mail che mi mandano quasi ogni settimana con gli annunci di lavoro se vi interessa :Pcmq ... meglio un articolo come questo che non altri.Ed complimenti al nuovo amazon evangelist , sono molto contento per lui :)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: la morale qual'e'? scappate!
      - Scritto da: Spectator
      dall'intervista di bonasia di alex , ai consigli
      di chi e' all'estero (zen) a tutti quelli che
      hanno detto fuggite sciocchi (alla gandalf) fino
      ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la morale
      qual'e' che il mercato italiano fa
      schifo.
      Ma schifo veramente... andatevene se conoscete
      l'inglese e vi ritenete tecnici di una certa
      qualita'
      tecnica.
      E mandate aff.. tutti quelli che vi offrono a
      1200 euro al mese un posto di lavoro che dovrebbe
      essere pagato
      3000.
      Ancora qua siete?
      Scappate.Non vedo il problema. Sei soddisfatto di quello che stai facendo o no? Hai bisogno di compagnia e ti senti solo? Ognuno ha i problemi che ha...
      • Spectator scrive:
        Re: la morale qual'e'? scappate!
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Spectator

        dall'intervista di bonasia di alex , ai
        consigli

        di chi e' all'estero (zen) a tutti quelli che

        hanno detto fuggite sciocchi (alla gandalf) fino

        ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la morale

        qual'e' che il mercato italiano fa

        schifo.

        Ma schifo veramente... andatevene se conoscete

        l'inglese e vi ritenete tecnici di una certa

        qualita'

        tecnica.

        E mandate aff.. tutti quelli che vi offrono a

        1200 euro al mese un posto di lavoro che
        dovrebbe

        essere pagato

        3000.

        Ancora qua siete?

        Scappate.

        Non vedo il problema. Sei soddisfatto di quello
        che stai facendo o no? Hai bisogno di compagnia e
        ti senti solo? Ognuno ha i problemi che
        ha...scusa ma a te cosa ti frega? da parte mia sto cercando di dare il mio punto di vista ancora a quei pochi bravi che in italia sono rimasti e che non hanno capito la frana che gli sta cadendo addosso.siccome io sono un filantropo di natura aiuto i colleghi.E a te invece che te ne tange? sei un venditore di carne umana per caso?ecco se lo sei tu pensa ai tuoi di problemi:ultimamente credo che tu ne abbia parecchi :D
        • Stronzadamu s scrive:
          Re: la morale qual'e'? scappate!
          - Scritto da: Spectator
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: Spectator


          dall'intervista di bonasia di alex , ai

          consigli


          di chi e' all'estero (zen) a tutti quelli che


          hanno detto fuggite sciocchi (alla gandalf)
          fino


          ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la
          morale


          qual'e' che il mercato italiano fa


          schifo.


          Ma schifo veramente... andatevene se conoscete


          l'inglese e vi ritenete tecnici di una certa


          qualita'


          tecnica.


          E mandate aff.. tutti quelli che vi offrono a


          1200 euro al mese un posto di lavoro che

          dovrebbe


          essere pagato


          3000.


          Ancora qua siete?


          Scappate.



          Non vedo il problema. Sei soddisfatto di quello

          che stai facendo o no? Hai bisogno di compagnia
          e

          ti senti solo? Ognuno ha i problemi che

          ha...

          scusa ma a te cosa ti frega?
          da parte mia sto cercando di dare il mio punto di
          vista ancora a quei pochi bravi che in italia
          sono rimasti e che non hanno capito la frana che
          gli sta cadendo
          addosso.a me invece sembri uno che cerca di autoconvincersi di avere fatto la scelta giusta, pensa un pò
          • Spectator scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            - Scritto da: Stronzadamu s
            - Scritto da: Spectator

            - Scritto da: Nome e cognome


            - Scritto da: Spectator



            dall'intervista di bonasia di alex , ai


            consigli



            di chi e' all'estero (zen) a tutti quelli
            che



            hanno detto fuggite sciocchi (alla gandalf)

            fino



            ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la

            morale



            qual'e' che il mercato italiano fa



            schifo.



            Ma schifo veramente... andatevene se
            conoscete



            l'inglese e vi ritenete tecnici di una
            certa




            qualita'



            tecnica.



            E mandate aff.. tutti quelli che vi offrono
            a



            1200 euro al mese un posto di lavoro che


            dovrebbe



            essere pagato



            3000.



            Ancora qua siete?



            Scappate.





            Non vedo il problema. Sei soddisfatto di
            quello


            che stai facendo o no? Hai bisogno di
            compagnia

            e


            ti senti solo? Ognuno ha i problemi che


            ha...



            scusa ma a te cosa ti frega?

            da parte mia sto cercando di dare il mio punto
            di

            vista ancora a quei pochi bravi che in italia

            sono rimasti e che non hanno capito la frana che

            gli sta cadendo

            addosso.


            a me invece sembri uno che cerca di
            autoconvincersi di avere fatto la scelta giusta,
            pensa un
            pòtranquillo io problemi del genere non me li pongo invece a me sembri uno che ha paura di non trovare piu' nessuno da sfruttare pensa un po':D
          • Stronzadamu s scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            - Scritto da: Spectator
            - Scritto da: Stronzadamu s

            - Scritto da: Spectator


            - Scritto da: Nome e cognome



            - Scritto da: Spectator




            dall'intervista di bonasia di alex , ai



            consigli




            di chi e' all'estero (zen) a tutti quelli

            che




            hanno detto fuggite sciocchi (alla
            gandalf)


            fino




            ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la


            morale




            qual'e' che il mercato italiano fa




            schifo.




            Ma schifo veramente... andatevene se

            conoscete




            l'inglese e vi ritenete tecnici di una

            certa






            qualita'




            tecnica.




            E mandate aff.. tutti quelli che vi
            offrono

            a




            1200 euro al mese un posto di lavoro che



            dovrebbe




            essere pagato




            3000.




            Ancora qua siete?




            Scappate.







            Non vedo il problema. Sei soddisfatto di

            quello



            che stai facendo o no? Hai bisogno di

            compagnia


            e



            ti senti solo? Ognuno ha i problemi che



            ha...





            scusa ma a te cosa ti frega?


            da parte mia sto cercando di dare il mio punto

            di


            vista ancora a quei pochi bravi che in italia


            sono rimasti e che non hanno capito la frana
            che


            gli sta cadendo


            addosso.





            a me invece sembri uno che cerca di

            autoconvincersi di avere fatto la scelta giusta,

            pensa un


            tranquillo io problemi del genere non me li pongo
            invece a me sembri uno che ha paura di non
            trovare piu' nessuno da sfruttare pensa un
            po':DSi si, speraci :D
          • spectator in anonymous scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            - Scritto da: Stronzadamu s
            - Scritto da: Spectator

            - Scritto da: Stronzadamu s


            - Scritto da: Spectator



            - Scritto da: Nome e cognome




            - Scritto da: Spectator





            dall'intervista di bonasia di alex , ai




            consigli





            di chi e' all'estero (zen) a tutti
            quelli


            che





            hanno detto fuggite sciocchi (alla

            gandalf)



            fino





            ad arrivare a brunozzi e alla amazon: la



            morale





            qual'e' che il mercato italiano fa





            schifo.





            Ma schifo veramente... andatevene se


            conoscete





            l'inglese e vi ritenete tecnici di una


            certa








            qualita'





            tecnica.





            E mandate aff.. tutti quelli che vi

            offrono


            a





            1200 euro al mese un posto di lavoro che




            dovrebbe





            essere pagato





            3000.





            Ancora qua siete?





            Scappate.









            Non vedo il problema. Sei soddisfatto di


            quello




            che stai facendo o no? Hai bisogno di


            compagnia



            e




            ti senti solo? Ognuno ha i problemi che




            ha...







            scusa ma a te cosa ti frega?



            da parte mia sto cercando di dare il mio
            punto


            di



            vista ancora a quei pochi bravi che in
            italia



            sono rimasti e che non hanno capito la frana

            che



            gli sta cadendo



            addosso.








            a me invece sembri uno che cerca di


            autoconvincersi di avere fatto la scelta
            giusta,


            pensa un




            tranquillo io problemi del genere non me li
            pongo


            invece a me sembri uno che ha paura di non

            trovare piu' nessuno da sfruttare pensa un

            po':D

            Si si, speraci :Dah lo vedi che avevo ragione io ehehehe butta male eh se stai qui a dissentire!eheheh
          • Stronzadamu s scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            - Scritto da: spectator in anonymous
            - Scritto da: Stronzadamu s

            - Scritto da: Spectator


            - Scritto da: Stronzadamu s



            - Scritto da: Spectator




            - Scritto da: Nome e cognome





            - Scritto da: Spectator






            dall'intervista di bonasia di alex ,
            ai





            consigli






            di chi e' all'estero (zen) a tutti

            quelli



            che






            hanno detto fuggite sciocchi (alla


            gandalf)




            fino






            ad arrivare a brunozzi e alla amazon:
            la




            morale






            qual'e' che il mercato italiano fa






            schifo.






            Ma schifo veramente... andatevene se



            conoscete






            l'inglese e vi ritenete tecnici di una



            certa










            qualita'






            tecnica.






            E mandate aff.. tutti quelli che vi


            offrono



            a






            1200 euro al mese un posto di lavoro
            che





            dovrebbe






            essere pagato






            3000.






            Ancora qua siete?






            Scappate.











            Non vedo il problema. Sei soddisfatto di



            quello





            che stai facendo o no? Hai bisogno di



            compagnia




            e





            ti senti solo? Ognuno ha i problemi che





            ha...









            scusa ma a te cosa ti frega?




            da parte mia sto cercando di dare il mio

            punto



            di




            vista ancora a quei pochi bravi che in

            italia




            sono rimasti e che non hanno capito la
            frana


            che




            gli sta cadendo




            addosso.











            a me invece sembri uno che cerca di



            autoconvincersi di avere fatto la scelta

            giusta,



            pensa un






            tranquillo io problemi del genere non me li

            pongo




            invece a me sembri uno che ha paura di non


            trovare piu' nessuno da sfruttare pensa un


            po':D



            Si si, speraci :D

            ah lo vedi che avevo ragione io

            ehehehe butta male eh se stai qui a dissentire!

            ehehehHo un sacco di tempo libero grazie agli ingegneri che sfrutto 8)
          • Zen scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            La tua fortuna e' che gla gente che vale ed che saprebbe dare consigli utili ed reali non e' spesso appoggiata dai mezzi di comunicazione (vedi PI ed alcuni articoli inutili),ma stai tranquillo...Ci si sta organizzando (tanto per profetizzare come fai tu),un sito e' in preparazione ed sara' online a giugno spero con la collaborazioni di tutti quelli che hanno partecipato al forum ed sara' fruibile da tutti non solo per il lavoro ma per migliorarsi nella propria professione (si sa non si finisce mai di imparare e siamo tutti inclusi).Presto ci faremo 2 risate tutte e tu per primo :perche' piangere di disperazione quando si puo' ridere di isteria... quella che ti prendera' all' idea che le cose cambiano e tu non puoi farci nulla perche' gli sfruttatori fanno sempre la fine del maiale (prima si ingrassa e poi si ammazza)ps. di solito non posto roba cosi' dura ma oggi ci voleva.
          • Prozac scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            Zen, sei straniero?la congiunzione "e" non vuole la lettera "d" prima di una parola che inizia con una consonante: non si scrive "ed che" , "ed sarà". Si scrive "e che", "e sarà".Ciao :)
          • snem scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            a volte cerco di autoconvincermi di aver fatto la cosa giusta ad emigrare: è dura lasciare la famiglia e la propria terra. Poi mi guardo intorno e mi sento bene, apro il giornale e leggo le notizie che vengono dall'Italia...Qui è difficile solo spiegare ai miei colleghi ed amici la spazzatura, la mafia (quella vera non quella del padrino), la politica italiana (per non dire Berlusconi: mi sfottono un giorno si e pure l'altro...), e tutte quelle cose tipiche dell'Italia che ancora girano in internet in una famosa animazione flash.Bene. Mi sono autoconvinto un'altra volta!
          • Nicola scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            Ti quoto in pieno.Anche per me è stata dura lasciare l'Italia, ed in particolare i miei genitori. Ma in Italia non c'è speranza...ed in effetti è dura spiegare ai colleghi come mai a Napoli lo Stato non è in grado di raccogliere la spazzatura ed altre cose strane del genere (tipo il conflitto d'interesse del primo ministro, i rapporti mafia-politica tipici italiani etc...).Nick, Zürich based- Scritto da: snem
            a volte cerco di autoconvincermi di aver fatto la
            cosa giusta ad emigrare: è dura lasciare la
            famiglia e la propria terra.

            Poi mi guardo intorno e mi sento bene, apro il
            giornale e leggo le notizie che vengono
            dall'Italia...

            Qui è difficile solo spiegare ai miei colleghi ed
            amici la spazzatura, la mafia (quella vera non
            quella del padrino), la politica italiana (per
            non dire Berlusconi: mi sfottono un giorno si e
            pure l'altro...), e tutte quelle cose tipiche
            dell'Italia che ancora girano in internet in una
            famosa animazione
            flash.

            Bene. Mi sono autoconvinto un'altra volta!
          • Joliet Jake scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            - Scritto da: Nicola
            Ti quoto in pieno.
            Anche per me è stata dura lasciare l'Italia, ed
            in particolare i miei genitori. Ma in Italia non
            c'è speranza...ed in effetti è dura spiegare ai
            colleghi come mai a Napoli lo Stato non è in
            grado di raccogliere la spazzatura ed altre cose
            strane del genere (tipo il conflitto d'interesse
            del primo ministro, i rapporti mafia-politica
            tipici italiani
            etc...).

            Nick, Zürich based
            - Scritto da: snem

            a volte cerco di autoconvincermi di aver fatto
            la

            cosa giusta ad emigrare: è dura lasciare la

            famiglia e la propria terra.



            Poi mi guardo intorno e mi sento bene, apro il

            giornale e leggo le notizie che vengono

            dall'Italia...



            Qui è difficile solo spiegare ai miei colleghi
            ed

            amici la spazzatura, la mafia (quella vera non

            quella del padrino), la politica italiana (per

            non dire Berlusconi: mi sfottono un giorno si e

            pure l'altro...), e tutte quelle cose tipiche

            dell'Italia che ancora girano in internet in una

            famosa animazione

            flash.



            Bene. Mi sono autoconvinto un'altra volta!Quoto entrambi!Sono più di due anni che me ne sono andato e non avete idea (beh, voi si) di come sia diventato bello pagare le tasse!Si, esatto.Pagare delle tasse giuste che non finiscono in mano alla casta ma che vengono usate per darmi servizi, assistenza, scuole, asili, formazione, sussidi, etc etc etcSono contento di sapere che i miei soldi non vengono spesi...che so...per mantenere abusivamente Rete4 ad esempio.Anch'io ho grosse difficoltà a spiegare ai colleghi la situazione italiana. Dopo un mese sto ancora pensando a una riposta alla loro frequente domanda "Ma davvero avete ri-votato Berlusconi????"Cito Gandalf anch'io: "Fuggite, sciocchi!" :pPS l'animazione che gira (e che ho ovviamente fatto vedere a tutti i colleghi) è del grande Bruno Bozzetto:http://www.youtube.com/watch?v=H2VDSHkS5tU
          • snem scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!

            PS l'animazione che gira (e che ho ovviamente
            fatto vedere a tutti i colleghi) è del grande
            Bruno
            Bozzetto:
            http://www.youtube.com/watch?v=H2VDSHkS5tUpurtroppo per me non c'è stato bisogno di farla vedere: già la conoscevano.
          • vbrother scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            Ciao, dove sei finito, per curiosità?! Io sono andato in Irlanda per un periodo e mi ci sono trovato bene, ci tronerò a settembre ...
          • snem scrive:
            Re: la morale qual'e'? scappate!
            Sono a Barcellona. Non il paradiso ovviamente, ma un grande salto di civiltà.
      • Zen scrive:
        Re: la morale qual'e'? scappate!
        L' idea di spector e' quella di aiutare delle persone (che poi si vedra' ai fatti se brave o meno nel loro mestiere) ad avere le possibilita' ed informazioni per poter pensare ad un lavoro all' estero che oramai sappiamo tutti che riguardo all IT e' semplicemtne meglio dell' Italia a parte i casi di quelli che stanno gia' bene etc.. si parla di quelli che nel cosidetto "giro" non ci sono ma che sono bravi professionisti che meritano di essere pagati con uno stipendio adeguato.Ognuno hai suoi problemi vero?tu ne hai? lasciami fare una battuta :vai da cubasia ed il suo articolo sul bravo IT che risolve problemi.Noi qui all' estero problemi non ne abbiamo ;)
    • la risorsa rimpiazzab ile scrive:
      Re: la morale qual'e'? scappate!
      - Scritto da: Spectator
      Ma schifo veramente... andatevene se conoscete
      l'inglese e vi ritenete tecnici di una certa
      qualita'
      tecnica.ecco perché non posso andare.in forma scritta me la sfango sempre da dio e ormai mi dicono "smettila di chiedere scusa, scrivi meglio di noi!!!"ma nel parlato... brrrrrrrrrrre tecnicamente sono un mediocre.
      E mandate aff.. tutti quelli che vi offrono a
      1200 euro al mese un posto di lavoro che dovrebbe
      essere pagato
      3000.se ascolto voi tecnici non dovrei nemmeno farlo. Quindi mi sento un privilegiato, dato che non sono qualificato. Molti direbbero che gli rubo il mestiere.1200 è un traguardo!! :)
      Ancora qua siete?
      Scappate.Ma se pure qui mi diresti che rubo il mestiere ai tecnici veri... lasciamoli andare, allora
      Rideremo quando rimarranno queste azienducole di
      carne umane che hanno commesse che nessuno
      portera'
      avanti...forse quelli che voi con la carta in mano avete sempre considerato "body" e che "vi rubano il lavoro"... se riescono a portarlo avanti, forse non fanno poi tanto cagare e non dovevate trattarli tanto male solo perché non erano laureati ;)
      Io intanto me la rido dall'estero leggendo le
      notizie su una nota azienda quotata in borsa
      finita sui titoli dei
      giornali.contento te... perché non stai bene all'estero godendotelo, invece di farti i fatti nostri? :D
      Preparatevi in italia sento il fischio del boom
      del fallimento della economia
      italiana.
      Auguri.che ti caschi l'uccello e ti rimbalzi nel c___ !
Chiudi i commenti