NoLogo/ Quanto pensi di valere?

di Mafe de Baggis - Si riaffacciano vecchie teorie per nuovi media. Si riaffacciano vecchi metodi che hanno già fallito. È ora di guardare avanti

Roma – Tra i tanti lavori improbabili resi possibili dai cambiamenti in corso, aggravati dalla crisi, c’è quello di chi come me passa buona parte del suo tempo a cercare di salvare la vita degli editori aiutandoli a capire cosa cambia con i media digitali: io mi sono specializzata in periodici, soprattutto testate femminili, un mio amico ha moltissima esperienza con i quotidiani locali.

Questo amico mi ha rivelato – con una certa tristezza – che la grossa speranza dei quotidiani minori è che una testata importante, tipo il Corriere della Sera o Repubblica , abbia il coraggio di fare un aumento secco di 20 o 30 centesimi a copia (cartacea), permettendo all’intero mercato di adeguarsi e di aumentare di botto il fatturato salvando il salvabile. È lo stesso tipo di ragionamento che porta Time a pubblicare cover story come “How to save Your Newspaper” ritirando fuori i micropagamenti come strategia di sopravvivenza per le testate online, troppo costose per essere finanziate dalla semplice pubblicità.

Due esempi diversi di come l’industria dell’informazione professionale sia ancora molto lontana dall’aver capito quanto l’idea di pagare per un contenuto è ormai aliena per le nuove generazioni, e per chi è abituato a informarsi soprattutto online (e quindi che io e il mio amico non stiamo facendo il nostro lavoro, o forse che è una Mission Impossibile ).

Che sia carta o online, non conta: le informazioni vogliono essere libere, come è stato detto per la prima volta già nel 1984, e se sono libere devono esserlo anche nel senso di gratis. Far pagare di più a sempre meno persone non è una strategia intelligente: secondo Steve Outing, che suggerisce di “Dimenticare i micropagamenti”, è un’idea che dovrebbe scatenare davvero il panico da stipendio nelle redazioni online, perché “Non ha funzionato. Non funziona. È contrario alla natura di Internet.”

Paradossalmente secondo me siamo sempre meno disposti a pagare per le informazioni perché attribuiamo loro un’importanza maggiore: in rete è più facile confrontare più fonti, verificare la loro qualità, affezionarsi a una voce, a un autore, a una testata. Pagare mercifica la relazione: vale per la musica, per i testi, per i film. Più ci tengo meno sono disposto a pagare per la fruzione.

Questo significa la morte per fame dei giornalisti, dei cantanti, dei registi o degli attori? Molto probabilmente no, perché il modello che si sta imponendo per la musica e potrebbe funzionare anche per i contenuti è quello dell’abbonamento o simili, meglio se con la possibilità di decidere chi finanziare di volta in volta.

Finanziare è meglio che pagare: finanziare vuol dire contribuire, assomiglia più all’economia del dono che a quello dello scambio merce contro moneta, riequilibra il rapporto e lo rende più paritario. Il passo avanti di sistemi già validi come Safari di ÒReilly (ti abboni e leggi tutti i libri che vuoi) o di Rhapsody (con un pagamento mensile ascolti tutta la musica che vuoi) è proprio la possibilità di pagare un biglietto di ingresso e poi premiare gli autori che preferisci, decidendo chi verrà pagato e chi no.

Steve Outing cita per esempio Kachingle , una piattaforma pensata per i blog che permette di chiedere ai lettori di premiarli quando sono soddisfatti. Non si sa se funzionerà, ma questa strada a oggi sembra la migliore praticabile per la sopravvivenza dell’editoria professionale. Più che un abbonamento (freddo), un dono (caldo): dono che diventa un gesto economico, ma anche erotico, a testimonianza di un atto di piacere (anonimamente) ricambiato.

Mafe de Baggis
Maestrini per Caso

Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cavallino scrive:
    Solo la mia esperienza
    Utilizzo macchina apple dal 1989.... mai visto un virus... forse li ho anche presi ma non me ne sono ami accorto...
    • bubu scrive:
      Re: Solo la mia esperienza
      - Scritto da: Cavallino
      Utilizzo macchina apple dal 1989.... mai visto un
      virus... forse li ho anche presi ma non me ne
      sono ami
      accorto...io ho preso un virus su un apple II gs nell'88. Ai tempi qualche virus girava anche per mac. Solo che li si beccava eseguendo programmi copiati dagli amici, e contro un utente che esegue un programma c'e' ben poco che il sistema operativo possa fare. Specie i monoutente dei tempi.Poi dai mac, qualche anno fa sono passato a linux su intel, essendo decisamente piu' facile da usare di windows, almeno per me che non nasco su windows. Niente virus ma una volta ho visto una strana entry in un file di configurazione, chap o pap secrets se non ricordo male. ho reinstallato.
  • Aname scrive:
    il bene contro il male
    Le major scrivono o fanno scrivere virus per evitare la diffusione del traffico p2p, poi gli hacker trovano la soluzione per ovviare al problema, alla fine il bene vince sempre!
    • Free BSD scrive:
      Re: il bene contro il male
      - Scritto da: Aname
      Le major scrivono o fanno scrivere virus per
      evitare la diffusione del traffico p2p, poi gli
      hacker trovano la soluzione per ovviare al
      problema, alla fine il bene vince
      sempre!"Il fucile è il bene, lo sperma è il male, lo sperma provoca la vita che avvelena la terra infestando la terra di essere umani ..andate e uccidete, ZARDOZ HA PARLATO"
  • samu scrive:
    piu' sicuro questo o quello...
    molte parole, i soliti discorsi da dieci anni a questa parte.la verita' e' che un sistema operativo puo' essere sicuro quanto volete ma se la persona che lo usa e' distratta o ignorante puo' fare dei danni anche sul sistema operativo piu' sicuro.Scopo dei malware descritti nella notizia e' quello di realizzare una bot net, ergo cercare di prendere piu' utenti dummy possibili.Ovvio quindi che - data anche la sua percentuale di mercato nel settore desktop - il target preferito sia windows .Se domani Mac Os X sara' vicino al 40% del mercato desktop ecco che tali malware colpiranno avranno anche mac os X come obiettivo, quel giorno che linux avra una percentuale significativa allora il malware sara' scritto anche per quello.Al momento il gioco non vale la candela, ma questa non e' sicurezza.ecco un esempio: :();{:|:&};:un semplice script in bash..che pianta molti linux anche lanciandolo solo da utente; ci sono ovviamente con alcune modifiche onde evitare che qualcuno si faccia del male facendo copia e incolla pazzo.Quanto credete sia difficile convincere un utonto a lanciare quel codice, o nasconderla in uno script piu' ampio, o anche semplicemente prendere possesso di un account di un utente ? Poi da quello prendere quello di root e poi controllare quel pc.Ancora, e' un qualcosa che trascende sicurezze insite del S.O. per sfociare nell'anello debole del tutto: l'utente.
    • Anonymous coward scrive:
      Re: piu' sicuro questo o quello...
      - Scritto da: samu
      Al momento il gioco non vale la candela, ma
      questa non e'
      sicurezza.
      ecco un esempio:

      :();{:|:&};:

      un semplice script in bash..che pianta molti
      linux anche lanciandolo solo da utente; ci sono
      ovviamente con alcune modifiche onde evitare che
      qualcuno si faccia del male facendo copia e
      incolla
      pazzo.Quel coso non fa altro che lanciare processi a non finire, cosa fattibilissima anche su Win con un semplice .bat di 3 righe. Se ti fossi informato sapresti anche che puoi limitare il numero di processi che puoi creare e quindi risolvere il problema.
      • gustavo sabato scrive:
        Re: piu' sicuro questo o quello...
        e bravo XXXXXXXe secondo te un utonto sa come limitare i processi che puo' creare?ma XXXXXXXXXX
    • r1348 scrive:
      Re: piu' sicuro questo o quello...
      bash: syntax error near unexpected token `;'
    • Free BSD scrive:
      Re: piu' sicuro questo o quello...
      - Scritto da: samu
      molte parole, i soliti discorsi da dieci anni a
      questa
      parte.
      Scopo dei malware descritti nella notizia e'
      quello di realizzare una bot net, ergo cercare di
      prendere piu' utenti dummy
      possibili.
      Ovvio quindi che - data anche la sua percentuale
      di mercato nel settore desktop - il target
      preferito sia windows
      Se domani Mac Os X sara' vicino al 40% del
      mercato desktop ecco che tali malware colpiranno
      avranno anche mac os X come obiettivo, quel
      giorno che linux avra una percentuale
      significativa allora il malware sara' scritto
      anche per
      quello.Solo chiacchere e distintivo -chiacchere e distintivoIntanto allo stato dei fatti, dal 5000 avanti cristo quando i sumeri inventarono la scrittura ad oggi 14 febbraio 2009 tutti t-u-t-t-i i virus malware trojan script allegati e XXXXXXX simili sono per vari motivi, esistiti ed esistenti solo ed unicamente per WINDOZ.Si poi vabbe', se macos avra diffusione, se linux sara' adottato su larga scala, se freebsd sara' installato di base su tutti gli assemblati, se mio figlio nascera' con 5 palle, se mio nipote avra' una carriola per sorreggersi le sue 18 palle, se.... se...se scriveranno routine che bypassano i lucchetti unix, allora tutti avremo problemi con 'sti malware botnet e compagnia bella...**P.S.:intanto mi godo la rete senza problemi dalle sue origini ad ora, poi si vedra', invece quelli, i windziani, facciano e sguazzino come gli pare tra botnet e malware come preferiscono, non ci riguarda; per ora, per noi, quello e' solo un fumetto comico da leggere ogni tanto su PuntoInformatico..
      • AtariLover scrive:
        Re: piu' sicuro questo o quello...
        Guarda, sono utente linux da un po oramai.BSD l'ho provato ma è ancora un po troppo complesso per me e forse non ho avuto il tempo di mettermi li bene bene a studiarlo, comunque mi attira molto.Però pensa... Se non ci fossero botnet, non ci fossero spam e virus che intasano la rete internet nons taremmo meglio anche noi utenti di sistemi che per ora sono "immuni" da tale schifezza?Io penso che la mia ADSL viaggerebbe un pelo più veloce se magari non avessi attaccati alla mia centrale telefonica 20 persone che hanno il pc zombificato che spara messaggi infetti e via discorrendo...È vero che per ora noi utenti *nix siamo tranquilli, però non è che non ci riguardi del tutto no?Meno XXXXX c'è in giro in internet e meglio stiamo anche noi ;)(atari)
        • pabloski scrive:
          Re: piu' sicuro questo o quello...
          - Scritto da: AtariLover
          È vero che per ora noi utenti *nix siamo
          tranquilli, però non è che non ci riguardi del
          tutto
          no?
          vero, soprattutto per i sysadmin che devono combattere quotidianamente contro i DDOS o per tutti gli altri che devono scaricare le email di cui il 70% è spam
          Meno XXXXX c'è in giro in internet e meglio
          stiamo anche noi
          ;)

          (atari)appunto, per questo dobbiamo rimuovere il letame ( Windows ) dai PC :D
    • gnulinux86 scrive:
      Re: piu' sicuro questo o quello...
      Guarda che non esiste solo il settore desktop, per fare stime sulla diffusione.Basta guardare settori come Server, Mission Critical, SuperComputer, dove Linux ha una maggioranza schiacciante.Creare malware per piattaforma Linux è un lavoro dispendioso, che non porta frutti, la manutenzione del codice, e la rapidità nel risolvere problematiche riguardanti la sicurezza, sono alcuni dei punti di forza di Linux, che viene utilizzato in ambiti dove la sicurezza è il fattore determinante.Ciò non significa che Linux sia impenetrabile, ma che esso sia più sicuro rispetto la concorrenza non c'è alcun dubbio.
      • nome e cognome scrive:
        Re: piu' sicuro questo o quello...

        Basta guardare settori come Server, Mission
        Critical, SuperComputer, dove Linux ha una
        maggioranza
        schiacciante.Nell'ambito dei webserver non vedo proprio questa maggioranza schiacciantehttp://news.netcraft.com/Mentre nell'ambito dei supercomputer semplicemente non c'è concorrenza, un supercomputer per definizione ha bisogno di una soluzione customizzata. Per i mission critical ... qualche statistica sarebbe gradita visto che se guardiamo i dati di uptime sempre su netcraft si vede che windows non se la cava affatto male...http://uptime.netcraft.com/up/today/top.avg.html

        Creare malware per piattaforma Linux è un lavoro
        dispendioso, che non porta frutti, la
        manutenzione del codice, e la rapidità nel
        risolvere problematiche riguardanti la sicurezza,
        sono alcuni dei punti di forza di Linux, che
        viene utilizzato in ambiti dove la sicurezza è
        il fattore
        determinante.

        Ciò non significa che Linux sia impenetrabile,
        ma che esso sia più sicuro rispetto la
        concorrenza non c'è alcun
        dubbio.
        • AtariLover scrive:
          Re: piu' sicuro questo o quello...
          Scusa ma nelle FAQ riportano:Why do you not report uptimes for Linux 2.6 or FreeBSD 6 ?We only report uptimes for systems where the operating system's timer runs at 100Hz or less. Because the TCP code only uses the low 32 bits of the timer, if the timer runs at say 1000Hz, the value wraps around every 49.7 days (whereas at 100Hz it wraps after 497 days). As there are large numbers of systems which have a higher uptime than this, it is not possible to report accurate uptimes for these systems.The Linux kernel switched to a higher internal timer rate at kernel version 2.5.26. Linux 2.4 used a rate of 100Hz. Linux 2.6 used a timer at 1000Hz (some architectures were using 1000Hz before this), until the default was changed back to 250Hz in May 2006. (An explanation of the HZ setting in Linux.)FreeBSD versions 4 and 5 used a 100Hz timer, but FreeBSD 6 has moved to a customisable timer with a default setting of 1000Hz.So unfortunately this means that we cannot give reliable uptime figures for many Linux and FreeBSD servers.Quindi i server con linux 2.6 e FreebBSD non spossono essere inclusi nella classifica dell'uptime :)
          • nome e cognome scrive:
            Re: piu' sicuro questo o quello...

            Quindi i server con linux 2.6 e FreebBSD non
            spossono essere inclusi nella classifica
            dell'uptime
            :)Freebsd 6 (il primo in classifica è proprio un freebsd), ma ho riportato quella classifica non certo per dire che l'uptime di windows è migliore di tutti, semplicemente dimostra che windows non si comporta affatto male.
  • Pippo Franco scrive:
    API NT COSA?!
    • pabloski scrive:
      Re: API NT COSA?!
      se non conosci l'API NT è meglio che non apri bocca....parli di sicurezza informatica quando non hai le basiè come se io parlassi di cabaret quando non sono un comico
      • gustavo sabato scrive:
        Re: API NT COSA?!
        mahcome comico non sei poi tanto male:))
      • ciaccio scrive:
        Re: API NT COSA?!
        Tu non sei un comico? E che sei allora? Tu riprendi una persona dicendo che non conosce una determinata cosa senza spiegare il tuo pensiero. SInceramente ti trovo molto comico, e attendo qualke tuo commento su HWUpgrade. Vabbè la non puoi trollare come fai qua, così si spiega perkè trolli sempre su PI
        • pabloski scrive:
          Re: API NT COSA?!
          no io ho risposto ad un tizio che ha aperto un thread specificamente per buttare fango sulla mia affermazionelo sanno anche i polli che la funzione zwCreateThread bypassa allegramente IL e UAC e permette la dll injection in processi privilegiatise poi tu e l'altro tizio siete ignoranti non è colpa mia...su hwupgrade non ho mai trollato, ho sempre e solo fatto ragionamenti dati alla mano....ricordo che la prima volta postai problemi che avevo con Vista su un portatile appena acquistato e due post più giù fui definito un linaro insoddisfatto, apostrofato in tutti i modi possibili e offeso solo hexxae si dimostrò una persona seria cercando di rispondere per quanto gli era possibile alle mie domandetu invece arrivi qua, non ti registri, non ti qualifichi e spali XXXXX su di mese sei così coraggioso, comincia col dire chi sei, altrimenti le tue affermazioni valgono meno di zerose ti piace tanto hwupgrade, torna lì e continua a trollare insieme a dovella
          • nome e cognome scrive:
            Re: API NT COSA?!

            lo sanno anche i polli che la funzione
            zwCreateThread bypassa allegramente IL e UAC e
            permette la dll injection in processi
            privilegiatiSi bravo, peccato che il proXXXXX che lancia deve essere anche lui privilegiato. Che è esattamente quello che succede in linux.
            se poi tu e l'altro tizio siete ignoranti non è
            colpa
            mia...L'ignoranza è una brutta bestia... anche leggere gli articoli a metà. Toh leggiti l'articolo completo cosi' smetti di rompere con sta storiahttp://www.cppblog.com/free2000fly/archive/2008/06/18/53910.html
          • pabloski scrive:
            Re: API NT COSA?!
            - Scritto da: nome e cognome
            Si bravo, peccato che il proXXXXX che lancia deve
            essere anche lui privilegiato. Che è esattamente
            quello che succede in linux.

            assolutamente no
            L'ignoranza è una brutta bestia... anche leggere
            gli articoli a metà.

            quali articoli? non c'è mica scritto questo nell'articolo di PI
            Toh leggiti l'articolo completo cosi' smetti di
            rompere con sta
            storia

            http://www.cppblog.com/free2000fly/archive/2008/06sempre a postare a casaccio eh?da come hai reagito deduco che sia tu il tizio che si firma ciacchio...magari in fondo sei dovella....facile sparare XXXXXXX senza loggarsi eh!?!l'articolo vero dice"For XP SP2 I did a little debugging and found that inside CreateRemoteThread(), there is a call to ZwCreateThread() which is an exportfrom ntdll.dll. The call is made while specifying that the thread should start suspended, which it does properly,however down the road still inside CreateRemoteThread() before ZwResumeThread() is called, there is a call to CsrClientCallServer()which fails and eventually leads to the error message.This behavior makes you wonder, if you can just call ZwCreateThread() directly, then the call to CsrClientCallServer() will be avoidedand the thread will execute. The problem is that ZwCreateThread() doesn't allow one to set the thread start address easily(you have to configure the INITIAL_TEB members to set EIP to your start address using mostly undocumented structures and functions).However, this all can be avoided by using the RtlCreateUserThread() function instead,which configures and calls all the undocumented functions for you, and eventually invokes ZwCreateThread() with the result.Although RtlCreateUserThread() is undocumented also, its hardly as complex as the rest and is pretty simple to use.At this point, we can successfully execute remote threads into privileged processes across all target platforms,but as mentioned before, its pretty messy. "come vedi è possibile eccome
          • nome e cognome scrive:
            Re: API NT COSA?!

            At this point, we can successfully execute remote
            threads into privileged processes across all
            target
            platforms,
            but as mentioned before, its pretty messy. "

            come vedi è possibile eccomeEssi che ti ho postato l'articolo completo proprio per evitarti ulteriori figuracce... ma proprio non ci arrivi, vai in fondo all'articolo e leggi (se poi hai bisogno di una spiegazione o di traduzione non c'è problema):Basically the needed access rights are identical to XP: In both OSs you need admin rights for system wide injection. However, in Vista when UAC is enabled even admin users don't have admin rights by default. So you need to right click your exe and choose "run as administrator" (as LeVuHoang has already said). Alternatively you can add a manifest to your exe which will tell Vista that your app needs admin rights. If you do that, you don't need to do the "run as admin" step, anymore. However, the end user will still have to confirm the operation. If you don't like all this you need to inject from a service (see HookProcessTermination demo).
    • Free BSD scrive:
      Re: API NT COSA?!
      - Scritto da: Pippo Franco
      L'unico problema di un client Windows è il
      momento
      dell'installazione.
      Mentre Linux ha un utente root e ti OBBLIGA a
      creare un utente con privilegi inferiori,Come Freebsd, e Openbsd, e Netbsd, e PCBSD, e Desktopbsd, e MacosX, e Beos, e Next, e..etc etc... tutti i sistemi operativi decenti del mondo -TRANNE WINDOZ E DERIVATIper cui questa e' una delle caratteristiche negative peculiari solamente di windoz, non un pregio di linux...
    • nome e cognome scrive:
      Re: API NT COSA?!

      L'unico problema di un client Windows è il
      momento
      dell'installazione.
      Mentre Linux ha un utente root e ti OBBLIGA a
      creare un utente con privilegi inferiori,
      Microsoft ti concede di lavorare da admin,
      sperando che l'intelligenza dell'utente gli
      suggerisca, appena finito il setup dei programmi,
      di creare un altro user con privilegi inferiori:
      cosa che puntualmente non
      succede.Beh dipende quale distro usi, le lamer oriented tipo ubuntu sicuramente (salvo scrivere la password in chiaro in un file leggibile a tutti). Gentoo non ti obbliga affatto a creare un utente con privilegi inferiori.
      • pabloski scrive:
        Re: API NT COSA?!
        le password sono in chiaro? e questa dove l'hai letta, su topowin?
        • nome e cognome scrive:
          Re: API NT COSA?!
          - Scritto da: pabloski
          le password sono in chiaro? e questa dove l'hai
          letta, su
          topowin?Lo so che sei un utente linux dell'ultima ora e che purtroppo occorre spiegarti tutto perchè leggi solo le prime righe ma Ubuntu nelle sue prime versioni scriveva la password in chiaro durante il proXXXXX di installazione... Comunque ti recupero un vecchio link per rinfrescarti la memoriahttp://ubuntuforums.org/showthread.php?t=143334
  • gustavo sabato scrive:
    solita bufala, tanto rumore per nulla
    si, botnet, skynet e terminator, brr che paurail sito symantec, come altri, definisce la pericolosita di questo virus come "very low", ma lo è anche meno visto che devi scaricare un software e lanciarlo per creare una cartolina di auguriquanti sono gli XXXXXXX che ci cascano?e per i fenomeni che lodano la sicurezza di linux o di osx, il "social engineering" va oltre il sistema operativoil fatto che linux lo abbiano installato 4 gatti fa si che nessuno perda tempo a sviluppare virus che infetterebbero tre macchine in croce utilizzate prevalentemente da utenti che sanno quello che fanno, a differenza dell'utente medio di windowsminimo sforzo, massimo risultato
    • liga scrive:
      Re: solita bufala, tanto rumore per nulla

      e per i fenomeni che lodano la sicurezza di linux
      o di osx, il "social engineering" va oltre il
      sistema operativoPerò si spera che root nn dia la sua pass a cani e porci e che nn sia così sprovveduto da installare tutto quello che arriva dalla rete
    • pabloski scrive:
      Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
      - Scritto da: gustavo sabato
      quanti sono gli XXXXXXX che ci cascano?
      a giudicare dal numero di infezioni di Storm direi decine di milioni
      e per i fenomeni che lodano la sicurezza di linux
      o di osx, il "social engineering" va oltre il
      sistema
      operativoma il social engineering può essere mitigato, per esempio non settando il bit execute sui file appena scaricati dal web
      il fatto che linux lo abbiano installato 4 gattiil 60% dei web server è linux, perchè invece è windows server ad essere colpito? questa XXXXXXX dei 4 gatti è ormai vecchia e non reggela verità è che linux ha un layer di sicurezza serio, integrato nell'os ad ogni livello ( non come l'API NT che bypassa IL e UAC )
      • advange scrive:
        Re: solita bufala, tanto rumore per nulla

        il 60% dei web server è linux, perchè invece è
        windows server ad essere colpito? questa XXXXXXX
        dei 4 gatti è ormai vecchia e non
        reggeSì, solo che ora sono diventati più insistenti. Prima lo dicevano anche per FF, poi la sua diffusione è diventata enorme e ora non sanno che dire. Quindi, stanno concentrando i loro sforzi su Linux. Cerca di capirli...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 febbraio 2009 11.33-----------------------------------------------------------
      • Free BSD scrive:
        Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
        - Scritto da: pabloski

        il 60% dei web server è linux, perchè invece è
        windows server ad essere colpito? questa XXXXXXX
        dei 4 gatti è ormai vecchia e non
        reggeAnche questa XXXXXXX dei web server non regge...A me risulta che i server in rete, di riffa o di raffa (web o non web), abbiano installati per la maggioranza sistemi BSD e non siano accrocchiati con Linux. Vedi Google...
        la verità è che linux ha un layer di sicurezza
        serio, integrato nell'os ad ogni livello ( non
        come l'API NT che bypassa IL e UAC
        )Ok ci siamo quasi, ma sostituirei LINUX con *NIXaltrimenti tieni fuori tutti quelli che sono i veri UNIX liberi, tipo FreeBSD...
        • pabloski scrive:
          Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
          guarda trovo FreeBSD un sistema ben fatto e lo uso spesso per i server che devono necessariamente funzionare senza interruzioniperò dagli ultimi dati che si trovano in rete http://www.linux-watch.com/news/NS8060720094.html si parla di linux al 53% circa, punto meno, punto piùquesta grandissima diffusione di FreeBSD nel settore dei server web in particolare, proprio non la vedodetto questo definire Linux un accrocchio è un non sense....alla stregua di FreeBSD, Linux è un sistema estremamente stabile e performante....il fatto di non avere uno sviluppo centralizzato non mi pare abbia impattato chissà quanto sul suo sucXXXXX, tant'è che ad oggi Linux è il cavallo di XXXXX usato per spodestare Windows non certo FreeBSDinfine FreeBSD ha un problema enorme ed è la licenza BSDfarsi il XXXX per scrivere un OS e poi vederselo rubare dalla multinazionale di turno che ci farà miliardi, francamente non riscuote il gradimento degli sviluppatori
          • RunAway scrive:
            Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
            - Scritto da: pabloski
            infine FreeBSD ha un problema enorme ed è la
            licenza
            BSD

            farsi il XXXX per scrivere un OS e poi vederselo
            rubare dalla multinazionale di turno che ci farà
            miliardi, francamente non riscuote il gradimento
            degli sviluppatoriMah dipende forse dalla mentalità degli sviluppatori. Guarda per esempio WebKit, non posso dirlo con certezza, ma non credo che senza una licenza come la BSD avrebbe avuto un sucXXXXX simile e uno sviluppo del genere.E guardacaso anche nokia ha deciso di licenziare le QT con la LGPL, che non è troppo dissimile dalla BSD.Per come la vedo io la BSD o affini è un giusto compromesso fra la filosofia propria dell'opensource e il pragmatismo necessario nel mondo degli affari.Insomma per dirla in altro modo, con la sola ideologia che permea GPL e simili non si va molto lontano, serve qualcosa che permetta di fare liberamente business altrimenti ciccia.
      • nome e cognome scrive:
        Re: solita bufala, tanto rumore per nulla

        il 60% dei web server è linux, perchè invece è
        windows server ad essere colpito? questa XXXXXXX
        dei 4 gatti è ormai vecchia e non
        reggeHai qualche statistica o caso da portare in esempio?Perchè l'ultima che ho visto in giro era questahttp://www.securityfocus.com/archive/1/499827/30/0/threaded
        la verità è che linux ha un layer di sicurezza
        serio, integrato nell'os ad ogni livello ( non
        come l'API NT che bypassa IL e UAC
        )Giagia... Una...https://rhn.redhat.com/errata/RHSA-2009-0225.htmlDue...http://www.net-security.org/vuln.php?id=7021Solo in gennaio... per fortuna la percentuale di utenti linux è inferiore a quella degli infetti da conficker altrimenti sarebbero veramente guai grossi per la rete.
        • pabloski scrive:
          Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
          - Scritto da: nome e cognome

          il 60% dei web server è linux, perchè invece è

          windows server ad essere colpito? questa XXXXXXX

          dei 4 gatti è ormai vecchia e non

          regge

          Hai qualche statistica o caso da portare in
          esempio?
          Perchè l'ultima che ho visto in giro era questa

          http://www.securityfocus.com/archive/1/499827/30/0
          e che c'entrano le statistiche sul market share con securityfocus? bah

          la verità è che linux ha un layer di sicurezza

          serio, integrato nell'os ad ogni livello ( non

          come l'API NT che bypassa IL e UAC

          )

          Giagia...

          Una...
          https://rhn.redhat.com/errata/RHSA-2009-0225.html

          Due...
          http://www.net-security.org/vuln.php?id=7021
          io non capisco se c'hai il cervello nel cranio o la XXXXtura....cioè in pratica per te questo "when fput() was called to close a socket, the __scm_destroy() functionin the Linux kernel could make indirect recursive calls to itself. Thiscould, potentially, lead to a denial of service issue. (CVE-2008-5029,Important)" è un bug di sicurezza????ma ti rendi conto che nel caso di windows e ie si parla di vulnerabilità RCE????hai postato quell'altro link in cui si parla di "local privilege esclation"....comprendi il significato della parola local???? ti rendi conto che è impossibile una simile vulnerabilità in un contesto reale?vai a giocare a xbox che è l'unica cosa che puoi fare
          • nome e cognome scrive:
            Re: solita bufala, tanto rumore per nulla

            http://www.securityfocus.com/archive/1/499827/30/0



            e che c'entrano le statistiche sul market share
            con securityfocus?
            bahC'entrano quando si dice che il 60% dei server è con linux ma vengono colpiti i server windows perchè più insicuri.
            io non capisco se c'hai il cervello nel cranio o
            la
            XXXXtura....Si vede che non capisci.

            cioè in pratica per te questo "when fput() was
            called to close a socket, the __scm_destroy()
            function
            in the Linux kernel could make indirect recursive
            calls to itself.
            This
            could, potentially, lead to a denial of service
            issue.
            (CVE-2008-5029,
            Important)" è un bug di sicurezza????

            ma ti rendi conto che nel caso di windows e ie si
            parla di vulnerabilità
            RCE????
            Tu leggi solo le prime righe degli articoli e questo è gia stato assodato, ti bastava scendere di qualche riga. a race condition was found in the Linux kernel "inotify" watch removaland umount implementation. This could allow a local, unprivileged user to cause a privilege escalation or a denial of service. (CVE-2008-5182, Important)Dopo averti spiegato che gli articoli vanno letti fino in fondo passeremo allo spiegarti come capirli...
            hai postato quell'altro link in cui si parla di
            "local privilege
            esclation"....

            comprendi il significato della parola local????
            ti rendi conto che è impossibile una simile
            vulnerabilità in un contesto
            reale?Mi rendo conto che un file lanciato dall'utente con privilegi ridotti può scalare i privilegi.
            vai a giocare a xbox che è l'unica cosa che puoi
            fareMi spiacerebbe diventare troppo bravo per te anche li...
    • mbohpz scrive:
      Re: solita bufala, tanto rumore per nulla

      il fatto che linux lo abbiano installato 4 gatti
      fa si che nessuno perda tempo a sviluppare virus
      che infetterebbero tre macchine in croce
      utilizzate prevalentemente da utenti che sanno
      quello che fanno, a differenza dell'utente medio
      di
      windows
      Eh si.. infatti non frega proprio a nessuno bucare l'80% o 90% o quel che è dei server in giro per il mondo...Hanno stesso peso per un acaro secondo te client e server?Trollata scarsa, Voto = 2, ritenta.
      • gustavo sabato scrive:
        Re: solita bufala, tanto rumore per nulla

        Eh si.. infatti non frega proprio a nessuno bucare l'80%
        o 90% o quel che è dei server in giro per il mondo...
        Hanno stesso peso per un acaro secondo te client e server?
        Trollata scarsa, Voto = 2, ritenta.ma che XXXXX dici?Linux non viene colpito solo perche' la community ce l'ha con Bill e i suoi prodottini e considera SACRO il terreno di Torwalds.Se davvero sapessi come funziona un OS, saapresti che produrre un virus e' solo questione di mettersi a farlotrollata scarsa sta XXXXXXX
        • Freud scrive:
          Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
          Ora si calmi e si sdrai sul lettino, poi mi racconti di quando è caduto dal triciclo battendo la testa.
    • ullala scrive:
      Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
      - Scritto da: gustavo sabato
      si, botnet, skynet e terminator, brr che paura

      il sito symantec, come altri, definisce la
      pericolosita di questo virus come "very low", ma
      lo è anche meno visto che devi scaricare un
      software e lanciarlo per creare una cartolina di
      auguri

      quanti sono gli XXXXXXX che ci cascano?

      e per i fenomeni che lodano la sicurezza di linux
      o di osx, il "social engineering" va oltre il
      sistema
      operativo
      il fatto che linux lo abbiano installato 4 gatti
      fa si che nessuno perda tempo a sviluppare virus
      che infetterebbero tre macchine in croce
      utilizzate prevalentemente da utenti che sanno
      quello che fanno, a differenza dell'utente medio
      di
      windows

      minimo sforzo, massimo risultatoCerto write once pest anywere!Sarà per quello che nessun servizio di massa sulla rete (a cominciare da google passando per yahoo e via elencando) è basato su piattaforme M$?? ah... si io soo uno dei 4 gatti che lavora felicemente con linux... non so cosa facciano gli altri 3 ma avere molta compagnia non è sempre indispensabile vorrà dire che ci accontenteremo....Basta solo che la pianti di rosicare... tieniti M$ chi te lo tocca!A ciascuno il suo... ma che sia di sua scelta!
      • gustavo sabato scrive:
        Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
        il solito bimbominkia che ripropone la versione aggiornata delle diatribe commodore vs. spectrum, play vs xbox etc etc etcuna cosa è infettare i server linux o windows che siano dovrebbero essere gestiti da persone che sanno quello che fannole infezioni non si propagano autonomanente ma serve sempre un'azione da parte dell'utilizzatore per mandare in esecuzione il virus.un attacco a un server web poi è una cosa mirata e non uno storm (brr) di massaun'altra cosa è infettare i client utilizzati dal frescone di turno che apre finestre a caso di cane e si beve a piene mani qualunque fesseria legge a videoglu glu gluquesto capita con qualunque sistema operativoma forse il tuo intervento era solo per farci sapere che sistema operativo usi... come sei cool! ooh ma è un linux quello che tieni in tasca o sei solo contento di vedermi?
      • Free BSD scrive:
        Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
        - Scritto da: ullala
        - Scritto da: gustavo sabato

        si, botnet, skynet e terminator, brr che paura



        il sito symantec, come altri, definisce la

        pericolosita di questo virus come "very low", ma

        lo è anche meno visto che devi scaricare un

        software e lanciarlo per creare una cartolina di

        auguri



        quanti sono gli XXXXXXX che ci cascano?



        e per i fenomeni che lodano la sicurezza di
        linux

        o di osx, il "social engineering" va oltre il

        sistema

        operativo

        il fatto che linux lo abbiano installato 4 gatti

        fa si che nessuno perda tempo a sviluppare virus

        che infetterebbero tre macchine in croce

        utilizzate prevalentemente da utenti che sanno

        quello che fanno, a differenza dell'utente medio

        di

        windows



        minimo sforzo, massimo risultato

        Certo write once pest anywere!
        Sarà per quello che nessun servizio di massa
        sulla rete (a cominciare da google passando per
        yahoo e via elencando) è basato su piattaforme
        M$??
        Si ma... neanche sono accrocchiati su linux! Informati e vedrai che google, yahoo e tutti i grandi server della rete usano non totalmente ma in maggioranza sistemi BSD, ovviamente FreeBSD in testa.*non* linux!-comunque visto che sei dalla mia stessa sponda *nix, sei perdonato...
        • ullala scrive:
          Re: solita bufala, tanto rumore per nulla
          - Scritto da: Free BSD
          - Scritto da: ullala

          - Scritto da: gustavo sabato


          si, botnet, skynet e terminator, brr che paura





          il sito symantec, come altri, definisce la


          pericolosita di questo virus come "very low",
          ma


          lo è anche meno visto che devi scaricare un


          software e lanciarlo per creare una cartolina
          di


          auguri





          quanti sono gli XXXXXXX che ci cascano?





          e per i fenomeni che lodano la sicurezza di

          linux


          o di osx, il "social engineering" va oltre il


          sistema


          operativo


          il fatto che linux lo abbiano installato 4
          gatti


          fa si che nessuno perda tempo a sviluppare
          virus


          che infetterebbero tre macchine in croce


          utilizzate prevalentemente da utenti che sanno


          quello che fanno, a differenza dell'utente
          medio


          di


          windows





          minimo sforzo, massimo risultato



          Certo write once pest anywere!

          Sarà per quello che nessun servizio di massa

          sulla rete (a cominciare da google passando per

          yahoo e via elencando) è basato su piattaforme

          M$??



          Si ma... neanche sono accrocchiati su linux!
          Informati e vedrai che google, yahoo e tutti i
          grandi server della rete usano non totalmente ma
          in maggioranza sistemi BSD, ovviamente FreeBSD in
          testa.
          *non* linux!

          -comunque visto che sei dalla mia stessa sponda
          *nix, sei
          perdonato...Tu invece no!In primis perché invece la maggioranza ce la ha invece linux e non BSD.. In secundis perché non mi interessano in ogni caso le "gare" e ritengo che chi le propone sia un povero troll.E infine sono per la libertà di scegliere ciò che più serve per ottenere lo scopo.Ciascuno ha le sue priorità e in base a quelle decide personalmente ho usato BSD derivati in diverse occasioni come ho usato linux in altre in certi casi era più adatto l'uno in certi casi era più adatto l'altro per quello specifico obiettivo.L'unica discriminante reale che per quanto attiene il mio lavoro è fondamentale è avere i sorgenti e il controllo completo di alcune cose chiunque lavori nel mondo embedded te lo potrà confermare.Il resto è puro "tifo" e come tale non mi interessa non si tratta di vincere lo scudetto!Comunque se ti interessa tanto ti auguro di vencerne 100 di scudetti contento?
  • sopra le parti scrive:
    a ognuno il suo
    Linux è una rottura di scatole, ma è decisamente più sicuro.Se si va a guardare ci sono rogne in entrambi i sistemi operativi.In microsoft i software tendono a fare quel che gli pare.Nel mondo linux c'è pieno di bimbi min...a che trollano in preda agli ormoni e di guide che se seguite con estrema attenzione non fanno funzionare estremamente nulla.stiamo tutti nella stessa pozza e vediamo di non agitarci troppo che se no vien l'onda
    • Free BSD scrive:
      Re: a ognuno il suo
      - Scritto da: sopra le parti
      Linux è una rottura di scatole, ma è decisamente
      più
      sicuro.
      Se si va a guardare ci sono rogne in entrambi i
      sistemi
      operativi.

      In microsoft i software tendono a fare quel che
      gli
      pare.
      Nel mondo linux c'è pieno di bimbi min...a che
      trollano in preda agli ormoni e di guide che se
      seguite con estrema attenzione non fanno
      funzionare estremamente
      nulla.

      stiamo tutti nella stessa pozza e vediamo di non
      agitarci troppo che se no vien
      l'ondatra i litiganti il terzo gode...personalmente sono per il diavoletto (Freebsd) e la mela (Macos), secondo me il problema sta nell'user, che poi si sceglie il sistema operativo che si merita.Comunque non sono certamente il piu' qualificato perche' di virus, worm, trojan, malware etc.. ne ho solo studiati, ma mai visto uno su un mio sistema dal 1984 ad oggi, eppure sono in rete tutto il giorno dal 1993, scarico di tutto, visito siti loschi e XXXXX, posta malvagia, allegati con script, con wine uso pure roba di windows infetta, scambio dischi con sconosciuti, scarico da gente incontrata in vacanza, e faccio usare i miei computers ai miei figli di 7 e 8 anni ed ai loro amichetti. Pero' nonostante tutto...niente! non si smuove un granello di sabbia che root non voglia...Questo dovrebbe essere la tecnologia: trasparente. La usi, funziona, e ti dimentichi che c'e'.. poveri utenti windoz... mi spiace veramente per loro...;-)
  • antivirus scrive:
    Virus, antivirus e...
    ...e winari indaffarati.L'ultima volta che ho preso un virus? mhmhmhh no non c'è.Ah, è vero. Io non ho Risorse del computer, sarà per quello.W ARCH LINUX
    • Unix scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      Nessun sistema operativo è invulnerabile, ma ce ne sono di molto meno sicuri. Già non essere amministratore di default cambierebbe parecchio le cose. Con Vista hanno provato col compromesso dell'UAC, risultando solo noioso per gli utenti, che, paradossalmente, tendono a disattivarlo! :L'idea di utente con poteri d'amministratore, ovvero dove qualsiasi programma poteva fare qualsiasi cosa, andava bene 20 anni fa, in un'epoca di floppy disk e personal/home computers a cui bastava un sistema operativo semplificato. Windows si basa su un concetto obsoleto, che in un epoca di macchine in rete, deve tirarsi dietro tutta la zavorra dell'antica scarsa lungimiranza, per questioni di retrocompatibilità, e ora alla Microsoft tocca fare i salti mortali. Se avessero fatto almeno come Apple... Da Wikipedia: Unix operating systems are widely used in both servers and workstations. The Unix environment and the client-server program model were essential elements in the development of the Internet and the reshaping of computing as centered in networks rather than in individual computers .Both Unix and the C programming language were developed by AT&T and distributed to government and academic institutions, causing both to be ported to a wider variety of machine families than any other operating system. As a result, Unix became synonymous with "open systems".Unix was designed to be portable, multi-tasking and multi-user in a time-sharing configuration.
      • Ricky scrive:
        Re: Virus, antivirus e...
        Scusate ma ancora non capisco una cosa:Oggi abbiamo pc molto potenti con multiproXXXXXre e quindi pare assai facile usarne almeno UNO per creare una semplicissima macchina virtuale blindata con cui IMPESTARTI di qualsiasi cosa (ovviamente si cerchera' non non farlo) e vivere comunque felice.Possibile che nessuno abbia pensato ad una versione LITE di vmware e soci in grado di installarsi, creare una vm e farla partire in finestra?!La predisponi per salvare SOLO i dati di interesse (una cartella con dei download,i preferiti e via dicendo) e cancellare QUALSIASI ALTRO DATO CHE HA CAMBIATO DI STATO LA VM.Con questo accorgimento essere colpiti diventa molto difficile, al massimo se ti accorgi che la VM ha comunque dei problemi la cancelli e ti recuperi quella originale nel backup.
    • kepalle scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      - Scritto da: antivirus
      ...e winari indaffarati.
      L'ultima volta che ho preso un virus? mhmhmhh no
      non
      c'è.
      Ah, è vero. Io non ho Risorse del computer, sarà
      per
      quello.

      W ARCH LINUXpovero illuso..... credi di non avere un virus, solo perche' non te ne accorgi.....sei morto e non lo sai....
      • advange scrive:
        Re: Virus, antivirus e...

        povero illuso..... credi di non avere un virus,
        solo perche' non te ne accorgi.....sei morto e
        non lo
        sai....mmm, perla ben nota, trollata scarsa. Voto 3.(troll)
        • mura scrive:
          Re: Virus, antivirus e...
          - Scritto da: advange
          mmm, perla ben nota, trollata scarsa. Voto 3.
          (troll)Sei stato anche buono io azzarderei invece un ricco 0, giusto per il fatto che con ps -A seguito da un sudo kill -9 puoi sbarazzarti di qualsiasi cosa sotto linux (sempre se sai cosa buttare giù ovviamente ;)) quindi l'autore del commento denota la sua scarsa preparazione sull'argomento (da cui lo zero)
          • Simone82 scrive:
            Re: Virus, antivirus e...
            da amante del pinguino e della mela ti ricordo la marea di rootkit ed exploit per lixux che cambiano il codice del comando ps nascondendo il proXXXXX desiderato. Ovviamente devi avere i privilegi di root per installarlarli
          • Free BSD scrive:
            Re: Virus, antivirus e...
            - Scritto da: Simone82
            da amante del pinguino e della mela ti ricordo la
            marea di rootkit ed exploit per lixux che
            cambiano il codice del comando ps nascondendo il
            proXXXXX desiderato. Ovviamente devi avere i
            privilegi di root per
            installarlarliEd io , da amante del diavoletto e della mela, ti ricordoche il problema sta nell'user, principalmente,e da qui si desume facilmente qual'e' illivello medio diconoscenza informatica basica tra utilizzatori windoz, Mac, linuz e BSD-non sequitur
          • Silviosky scrive:
            Re: Virus, antivirus e...
            Così butti giù il proXXXXX, ma il viruz ce l'hai sempre. Poi devi cercarlo ed eliminarlo, se no il proXXXXX la volta dopo torna.
    • Genoveffo il terribile scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      - Scritto da: antivirus
      ...e winari indaffarati.
      L'ultima volta che ho preso un virus? mhmhmhh no
      non
      c'è.
      Ah, è vero. Io non ho Risorse del computer, sarà
      per
      quello.

      W ARCH LINUXGià. Ma è anche vero che non hai più di 14 anni (scarsi).E si vede.
    • fox82i scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      - Scritto da: antivirus =
      UN TROLL
      ...e winari indaffarati.
      L'ultima volta che ho preso un virus? mhmhmhh no
      non
      c'è.
      Ah, è vero. Io non ho Risorse del computer, sarà
      per
      quello.

      W ARCH LINUX
    • asdfds scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      del resto su linux ci gira ben poco... perchè dovrebbero girare i virus? (linux)
    • IlMio Cognome scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      Virus probabilmente no, ma chi lo dice che in questo momento sul tuo pc qualcuno sta ballando la rumba? :=)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      Il problema è sempre fra schienale della sedia e tastiera :)Uso windows da quando c'era win3.1 ho sempre usato Internet Explorer, lavoro su windows, mai e sottolineo mai preso un virus.Forse perchè non apro mail di sconosciuti che giurano di amarmi? Forse perchè non vado a pornazzi? Forse perchè non vado a ribadire i dati dei miei account bancari quando la "banca" mi manda una mail?Fate un po' voi....Dimenticavo, ore giornaliere passate a computer (lavoro e svago): dalle 9.00 del mattino alle 1:30 di notte tutti i giorni che dio manda in terra.
      • Brum scrive:
        Re: Virus, antivirus e...
        - Scritto da: Nome e cognome
        Il problema è sempre fra schienale della sedia e
        tastiera
        :)Anche in auto, fra il volante e il sedile. Però ci sono auto più sicure di altre (almeno per i suoi passeggeri) per limitare i danni.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Virus, antivirus e...
          - Scritto da: Brum
          - Scritto da: Nome e cognome

          Il problema è sempre fra schienale della sedia e

          tastiera

          :)

          Anche in auto, fra il volante e il sedile. Però
          ci sono auto più sicure di altre (almeno per i
          suoi passeggeri) per limitare i
          danni.Quelle senza benzina sono le piu' sicure di tutte ... come linux.
      • Free BSD scrive:
        Re: Virus, antivirus e...
        - Scritto da: Nome e cognome
        Il problema è sempre fra schienale della sedia e
        tastiera
        :)Se poi l'auto e' quasi indistruttibile, ha sistemi di sicurezza multipli, ed un pilota automatico per i meno esperti, direi che stai sicuro anche se non sai guidare..tra l'altro questa auto mi pare che sia distribuita gratuitamente ;-)
        Uso windows da quando c'era win3.1 Ah scusa non avevo letto... sentite condoglianze
      • Ultraman82 scrive:
        Re: Virus, antivirus e...

        Uso windows da quando c'era win3.1 ho sempre usato
        Internet ExplorerE neanche una bestemmia nell'utilizzo di IE4 integrato nel desktop del Windows 98 installato in maniera "plebea"?Io quando usavo IE4 stavo perennemente chiudendo finestre di popup anche quando IE non era in primo piano.E poi la fine settimana temevo sempre un "format c: /q", quasi sempre per una cosa che mi ha incasinato IE. Esempio: ti parte il renderer HTML? windows 98 (plebeo) non parte più.
      • Silviosky scrive:
        Re: Virus, antivirus e...
        Cmq per quanto puoi stare attento qualche virus te lo sei beccato pure te. Non è che ti voglio male, ma se usi Win è una cosa naturale beccarsi qualcosa. Con linux è più difficile, ma anche lì ce possibilità.
    • Aname scrive:
      Re: Virus, antivirus e...
      Durante il lavoro di diploma, un mio compagno, scrivendo un codice con evidentemente qualche imprecisione, imprecava perchè non riusciva a compilare. Ad un certo punto è riuscito, quando ha eseguito il file, la rete della scuola è saltata e il suo linux (debian) ha smesso definitivamente di funzionare, ha dovuto reinstallare tutto.
      • cuggino scrive:
        Re: Virus, antivirus e...
        - Scritto da: Aname
        Durante il lavoro di diploma, un mio compagno,
        scrivendo un codice con evidentemente qualche
        imprecisione, imprecava perchè non riusciva a
        compilare. Ad un certo punto è riuscito, quando
        ha eseguito il file, la rete della scuola è
        saltata e il suo linux (debian) ha smesso
        definitivamente di funzionare, ha dovuto
        reinstallare
        tutto.Sì, certo, poi gli hanno tolto il casco e la testa si è aperta in due (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Free BSD scrive:
        Re: Virus, antivirus e...
        - Scritto da: Aname
        Durante il lavoro di diploma, un mio compagno,
        scrivendo un codice con evidentemente qualche
        imprecisione, imprecava perchè non riusciva a
        compilare. Ad un certo punto è riuscito, quando
        ha eseguito il file, la rete della scuola è
        saltata e il suo linux (debian) ha smesso
        definitivamente di funzionare, ha dovuto
        reinstallare
        tutto.Un mio compagno, invece, scrivendo un codicegli e' apparso sul monitor "benvenuto nel mondo dell'aids"...
    • Ultraman82 scrive:
      Re: Virus, antivirus e...

      Ah, è vero. Io non ho Risorse del computer, sarà
      per quello.E io non ho un certo IE prendi-virus (e succhiarisorse a tradimento... ;)) integrato nel desktop... :D
Chiudi i commenti