Nomine/ Nuovo CEO in Borland

Annuncio


Milano – Borland Software Corporation, uno dei massimi player della cosiddetta “Software Delivery Optimization”, ha annunciato la nomina del nuovo Presidente e Chief Executive Officer Tod Nielsen, che farà anche parte del Consiglio di Amministrazione di Borland. “Forte di una vasta esperienza nel campo delle soluzioni per lo sviluppo software – si legge in una nota – Nielsen ha ricoperto mansioni di grande responsabilità presso realtà internazionali di primaria importanza come Microsoft Corporation, BEA Systems Inc. e Oracle Corporation”.

“Prima di approdare in Borland – continua la nota – Nielsen è stato Senior VP Marketing e Global Sales Support per Oracle Corporation, occupandosi delle azioni di marketing per i prodotti Server Technologies che comprendono Oracle Database e le linee di prodotto Oracle Fusion Middleware. Negli anni precedenti Nielsen è stato Chief Marketing Officer ed Executive Vice President of Engineering di BEA Systems dove ha avuto la completa responsabilità nella definizione delle strategie di marketing a livello mondiale, oltre che dei progetti di ricerca e sviluppo. Ha saputo riorganizzare la divisione marketing e, durante quel periodo, BEA si è riposizionata come vendor leader delle infrastructure platform. Nielsen era entrato a far parte di BEA dopo l’acquisizione di Crossgain, società di cui era Chief Executive Officer”.

Nielsen terrà il discorso di apertura durante la sedicesima edizione della Developer Conference di Borland, che avrà luogo a San Francisco a novembre.

Borland è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Come la mettiamo col fatto...
    Visto che siamo su PI, dove normalmente ogni vago sentore di pedofilia scatena thread disumani...Come la mettiamo col fatto che Clarke (mente eccelsa, su questo non ci piove) abbia dichiarato che in Sri Lanka c'è andato specificamente perché lì le leggi sono molto permissive nei confronti di chi ha l'hobby di far porcherie con i bambini?
    • AnyFile scrive:
      Re: Come la mettiamo col fatto...
      Lo ha dichiarato adesso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Come la mettiamo col fatto...
        - Scritto da: AnyFile
        Lo ha dichiarato adesso?Anni fa. La cosa ha fatto scalpore, lì per lì, ma non ho proprio idea di come sia andata a finire.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come la mettiamo col fatto...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: AnyFile

          Lo ha dichiarato adesso?
          Anni fa. La cosa ha fatto scalpore, lì per lì, ma
          non ho proprio idea di come sia andata a finire.Hanno pure chiamato a testimoniare il Berlusca, che, ancora scosso, ha raccontato di quando, già ultracinquantenne, è stato inseguito per ore nel parco di Arcore da Clarke e Ratzmacher che lo chiamavano "Come here, little cuddly baby! Fieni qvi, pel pampino!" e non volevano credere che era un nano.
  • Santos-Dumont scrive:
    Mah...
    ... non mi trovate molto d'accordo circa la classificazione d'eccellenza per "2001".Se proprio devo scegliere un romanzo di Clarke che mi abbia impressionato, sceglierei piuttosto "Le guide del tramonto": pur trattandosi di una distopia non da poco che relega la razza umana a terreno di coltura per creature superiori. A suo tempo mi ha profondamente turbato (sono antropocentrico...)==================================Modificato dall'autore il 15/11/2005 3.59.11
    • Anonimo scrive:
      Eppure...
      Eppur eppure, se non ricordo male, Clarke non era stato implicato, qualche anno fa in un caso di pedofilia??? :
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: Santos-Dumont
      ... non mi trovate molto d'accordo circa la
      classificazione d'eccellenza per "2001".
      Se proprio devo scegliere un romanzo di Clarke
      che mi abbia impressionato, sceglierei piuttosto
      "Le guide del tramonto": pur trattandosi di una
      distopia non da poco che relega la razza umana a
      terreno di coltura per creature superiori. A suo
      tempo mi ha profondamente turbato (sono
      antropocentrico...)Ognuno ha i suoi gusti, io personalmente ho letto sia il libro e ho visto il film non so quante volte e considero entrambi un'opera sublime, composta dal libro+film (non possono andare da soli, specialmente il film, non se ne capisce nulla se non si legge prima il libro) e uno dei vertici assoluti della letteratura fantascientifica e del cinema di tutti i tempi. Roba che ancora oggi fa impallidire le più superspettacolari e costosissime produzioni hollywoodiane.Piuttosto mi incuriosisci con quel libro, mi sa che me lo vado a comprare... :) TAD
    • KaEl scrive:
      Re: Mah...
      ..sarà..a me sembra che il senso della storia sia molto più che relegarci a "terreno di coltura"..e che invece apra diverse possibilità....e mi si passi, ma come direbbe pure Paoletto Fayerabend, "il vero antropocentrico non è antropocentrico"!
Chiudi i commenti