Non tutti digeriscono la Farnesina su Second Life

Il mondo virtuale conquista sempre più consensi ed adesioni anche in ambito istituzionale. Ma molti blogger si dicono perplessi dal nuovo dinamismo internettiano del ministero degli Affari esteri

Roma – Non ha mancato di suscitare reazioni l’ annuncio del Ministero degli Affari Esteri, sulla apertura sperimentale di un Istituto Italiano di Cultura all’interno di Second Life .

Piuttosto critica la Blogosfera italiana , pur con qualche distinguo. Stefano Quintarelli liquida l’iniziativa con una battuta, e gli fanno eco Mantellini , Codogno , vanz di Maestrini per Caso , Boroni : tutti perplessi sull’utilità e l’efficacia del mezzo scelto.

Urban su StormedBrains si spinge oltre, parlando di spreco di “tempo, risorse e denaro” . Più possibilisti Santagelo e Metitieri , che rifiutano di dare un giudizio sulla vicenda in attesa di vedere come si evolverà. La notizia segue di pochi giorni la polemica suscitata dal lancio del portale Italia.it.

La sede del primo IIC virtuale è stata realizzata in riva ad un lago nella regione di Eup del metamondo. Nella struttura è già presente la prima mostra , dal titolo On the Edge of Vision : una esposizione identica era stata inaugurata (nel mondo reale) dal premier Romano Prodi a Kolkata, durante la visita in India nel febbraio scorso. In calendario ci sono già altre iniziative: nelle intenzioni del Ministero, questa novità dovrebbe consentire “di dare nuovo slancio alla promozione della creatività italiana soprattutto nei settori dell’arte contemporanea, del design, dell’architettura e del patrimonio culturale” .

Continua a crescere la realtà alternativa targata Linden Lab , che ormai conta più di 4.5 milioni di utenti registrati. A gennaio la Svezia aveva annunciato la creazione di un proprio consolato virtuale, mentre è della settimana scorsa la notizia che il ministro Di Pietro ha acquistato una piccola isola per costituire una sede per il proprio movimento politico.

Si moltiplicano nel frattempo le iniziative commerciali di imprese reali, interessate a sviluppare i loro affari anche nel mondo virtuale : dopo Reuters e IBM , Gabetti ha deciso di creare il suo team di agenti immobiliari virtuali , mentre RatePoint ha recentemente esteso il suo meccanismo di giudizio anche alla affidabilità dei residenti su Second Life .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Copiare
    Potevate pubblicare il post originale. Leggere copie che aggiungono poco (se non inutili ritocchi stilistici) è semplicememte fuori senso,
    • Anonimo scrive:
      Re: Copiare
      - Scritto da:
      Potevate pubblicare il post originale. Leggere
      copie che aggiungono poco (se non inutili
      ritocchi stilistici) è semplicememte fuori
      senso,perchè? Flora che ha fatto?
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Copiare
      Avrò copiato, come dici te, sarà....Io almeno ci metto il mio cavolo di nome sotto a quel che scrivo, tu invece nemmeno firmare le accuse che fai hai il coraggio eh?Bravo, devi essere un cuor di leone te :)P.S.Se vai sul blog di Matteo trovi la mia risposta a questa assurda accusa di avere la passione del copista.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Copiare
      Avrò copiato, come dici te, sarà....Io almeno ci metto il mio cavolo di nome sotto a quel che scrivo, tu invece nemmeno firmare le accuse che fai hai il coraggio eh?Bravo, devi essere un cuor di leone te :)P.S.Se vai sul blog di Matteo trovi la mia risposta a questa assurda accusa di avere la passione del copista.
  • Anonimo scrive:
    Matteo Flora, perchè non a PI?!?!?
    Questo articolo, il precedente sulla Conferenza sui controlli di pulizia, lo scorso anno altri tre, citato da Calamari ogni due per tre...Ma invece di fregare le "dritte" che propone sul suo blog non potrebbe la redazione di PI chiamarlo in pianta stabile?O per leggere notizie vere dobbiamo andarcene tutti al suo blog?Bah!
    • Anonimo scrive:
      Re: Matteo Flora, perchè non a PI?!?!?

      O per leggere notizie vere dobbiamo andarcene
      tutti al suo
      blog?Peggio per PI. Io sto passando sempre più spesso a raccogliere info dai blog. Se devo leggere solo scopiazzature con inutili allungamenti su PI, tanto vale.
  • medioman scrive:
    Ci sara' da divertirsi
    MI punge vaghezza di realizzare un softwarino che aggiunga in automatico ad ogni email un po di "testo OSEMINTI", tanto per vedere che succede...Visto che per intercettare le comunicazioni di un cittadino ItalianoEU occorre un mandato della magistratura, immagino che ad ogni attivazione del sistema partira' una richiesta alla rispettiva procura d'appartenenza. Supponiamo un milione di attivazioni l'anno, le procure per i prossimi 200 anni si dovranno occupare esclusivamente di rispondere ad OSEMINTI... Che dire, se fossi un criminale pregherei perche' il progetto vada in porto(!)
    • kaos scrive:
      Re: Ci sara' da divertirsi
      na non funge così. Non è una ricerca su google
      • medioman scrive:
        Re: Ci sara' da divertirsi
        - Scritto da: kaos
        na non funge così. Non è una ricerca su googleChe io sappia questi sistemi fanno sostanzialmente due cose. Setacciare i contenuti delle comunicazioni per identificare un pattern preistruito, e correlare i contatti per evidenziare collegamenti nascosti tra individui.Nel primo caso il giochino dell'inserire particolari contenuti nelle email, chat, etc.., potrebbe funzionare. E comunque sicuramente le ricerche su google sono uno degli obiettivi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sara' da divertirsi
      - Scritto da: medioman
      MI punge vaghezza di realizzare un softwarino che
      aggiunga in automatico ad ogni email un po di
      "testo OSEMINTI", tanto per vedere che
      succede...
      Visto che per intercettare le comunicazioni di un
      cittadino ItalianoEU occorre un mandato della
      magistratura, immagino che ad ogni attivazione
      del sistema partira' una richiesta alla
      rispettiva procura d'appartenenza. Supponiamo un
      milione di attivazioni l'anno, le procure per i
      prossimi 200 anni si dovranno occupare
      esclusivamente di rispondere ad OSEMINTI... Che
      dire, se fossi un criminale pregherei perche' il
      progetto vada in
      porto(!)purtroppo non è così....il fatto che non ne parlino in pubblico implica che si tratta di un sistema top-secret il cui funzionamento sarà delegato esclusivamente all'EDA....ti ricordo che in Europa esistono leggi persino più liberticide del Patriot Act e queste leggi permettono ai servizi di fare quello che gli pare....si parla tanto di CIA, NSA e compagnia ma pochi sanno che le più pericolose agenzie di intelligence ( Mossad a parte ) sono quelle europee
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci sara' da divertirsi
        Non ti è consentito parlare male della UE, cittadino-consumatore. Ritira ciò che hai scritto o sarai PUNITO.
Chiudi i commenti