NordVPN, nuovo capitale: ora vale 1,6 miliardi di dollari

NordVPN, nuovo capitale: ora vale 1,6 miliardi di dollari

Nord Security, gruppo a capo del progetto NordVPN, ha raccolto 100 milioni di dollari in un nuovo round che trasforma il gruppo in un Unicorno delle VPN.
Nord Security, gruppo a capo del progetto NordVPN, ha raccolto 100 milioni di dollari in un nuovo round che trasforma il gruppo in un Unicorno delle VPN.

Nord Security, gruppo a monte dello sviluppo di NordVPN, ha annunciato un nuovo round di capitalizzazione che ha portato 100 milioni di dollari a disposizione di nuovi sviluppo. Il nuovo capitale entrante ha però anzitutto un significato ulteriore: alza la capitalizzazione dell’azienda a ben 1,6 miliardi di dollari, trasformandola in un vero e proprio “unicorno” del mondo VPN.

La crescita delle VPN è evidente già da anni, ma gli eventi bellici in Ucraina hanno ulteriormente aumentato l’esposizione di questi strumenti in qualità di elementi di libertà e di sicurezza. Se prima di allora la VPN era semplicemente un modo per criptare le comunicazioni ed evitare che “man in the middle” potessero entrarvi in possesso, ora è chiaro come una VPN sia un abbattimento dei confini per accedere ad informazioni o contenuti che questioni statali o geopolitiche non intendono rendere accessibili.

Tutto ciò crea valore e si riflette nei risultati che NordVPN sta raccogliendo sul campo.

Unicorno VPN

NordVPN è cresciuta in questo contesto e ad inizio 2022 ha unito i propri destini alla nota Surfshark per creare un polo dominante in grado di imporsi come soluzione standard ideale in tutto il globo. La scommessa su performance ed esperienza utente ha premiato le scelte del gruppo ed ora il team conta ormai 1700 persone al lavoro per la sicurezza di 15 milioni di utenti.

Tom Okman e Eimantas Sabaliauskas, Co-founders Nord Security

Tom Okman e Eimantas Sabaliauskas, Co-founders Nord Security

Il round di investimento è stato portato avanti dalla Novator Ventures con partecipazioni quali quella di Matt Mullenweg (Automattic). Così Birgir Már Ragnarsson, managing partner Novator, spiega il senso di questa nuova iniezione di capitale e di fiducia:

La sicurezza di Internet richiede oggi un approccio completamente nuovo per affrontare la crescita dei rischi derivanti dalle nuove normative sui dati e dalle minacce informatiche in continuo aumento. Tom [ndr. Tom Okman, co-CEO e co-Founder Nord Security] e il suo team sono ben posizionati per dare il via ad una nuova era della sicurezza su Internet con una suite potente per la privacy e la sicurezza di utenti e reti. È raro trovare un’azienda che possa dimostrare una crescita di questo tipo, con una forte credibilità del marchio e un’attenzione costante al servizio clienti, quindi siamo lieti di poter collaborare con Nord Security per supportare la visione del suo team.

In questi giorni le VPN sono tornate di grande attualità sia per le possibilità che concedono in Occidente di accedere a contenuti streaming fuori portata, sia per la libertà che portano in Russia dove la navigazione è filtrata e l’accesso all’informazione è fortemente limitata. Le VPN sono strumenti che fanno parte di un vero e proprio principio di autodeterminazione delle persone e NordVPN scommette su questa pulsione forte di ulteriori 100 milioni di dollari a disposizione.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Nord Security
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 apr 2022
Link copiato negli appunti