Norvegia, azzoppato il monitoraggio

Il governo disarma gli avvocati delle major. Non potranno più controllare i cittadini

Roma – Espen Tondel e la sua pletora di avvocati sono stati disarmati dallo stesso ente governativo che nel 2006 gli aveva concesso la possibilità di indagare sulla vita privata dei cittadini norvegesi sospettati di file sharing. Non potranno più frugare tra i flussi di bit .

Per il gruppo Simonsen il mancato rinnovo della licenza di tracciare significherebbe in sostanza la perdita definitiva dell’ arma più affilata a disposizione dei lanzichenecchi pro-major. Una prospettiva che Tondel non sembra gradire, mettendo in dubbio la trasparenza della decisione parlando di ingerenza politica .

In realtà l’ufficio del Datatilsynet , che si occupa della protezione dati per conto del governo, dopo aver concesso la licenza temporanea aveva richiesto delle chiarificazioni sulle modalità di raccolta e utilizzo dei dati. Non essendo pervenuta alcuna risposta soddisfacente si è optato per non concedere il rinnovo.

L’avvocato norvegese ha comunque annunciato che farà ricorso, sentenziando però che nel caso in cui la sua richiesta venga nuovamente rigettata i detentori dei diritti non avranno nessun mezzo per contrastare il file sharing illegale . (G.P.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pino scrive:
    Frase senza senso
    "Kappos ha incassato l'appoggio non solo dei sostenitori dell'open source, ma anche delle industrie, come quella biomedicale, che si oppongono alla riforma del sistema dei brevetti, così come di Microsoft e Google, che sulla proprietà intellettuale fanno leva per il proprio business."in pratica "Kappos ha incassato l'appoggio ... delle industrie, come quella biomedicale, che si oppongono alla riforma del sistema dei brevetti"L'appoggio di chi si oppone alla riforma dei brevetti????
  • CCC scrive:
    marketing politico
    Kappos ha incassato l'appoggio non solo dei sostenitori dell'open source, ma anche delle industrie, come quella biomedicale, che si oppongono alla riforma del sistema dei brevetti, così come di Microsoft e Google, che sulla proprietà intellettuale fanno leva per il proprio business. l'appoggio di chi???ah, ma allora bastava dirlo da subito che è solo una cosa di facciata, di marketing politico, un presa in giro...dimmi con chi vai e ti dirò chi sei...
  • Nome e Nome scrive:
    Norme Tecniche
    Io vorrei le norme tecniche Open Source :-) (nel senso di aggratis)
  • sylvaticus scrive:
    consulatazione
    consulatazione.. che cos'è ? (secondo paragrafo) ;-)
  • attonito scrive:
    lo faranno fuori, tipo Kennedy
    J.F.Kennedy, l'"amico dei negri" fu fatto fuori a Dallas.Obama, "mezzo XXXXX" gia' e' visto male dai vari grupposcoli paramilitari statunitensi che propugnano la "superiorita' della razza binaca". Se poi ci aggiungiamo che vuole andare a toccare i santuari economici dei brevetti.... mmm.... fossi in lui non mi farei MAI vedere all'aperto.... ma neanche affacciarsi a una finestra.
    • ullala scrive:
      Re: lo faranno fuori, tipo Kennedy
      - Scritto da: attonito
      J.F.Kennedy, l'"amico dei negri" fu fatto fuori a
      Dallas.
      Obama, "mezzo XXXXX" gia' e' visto male dai vari
      grupposcoli paramilitari statunitensi che
      propugnano la "superiorita' della razza binaca".
      Se poi ci aggiungiamo che vuole andare a toccare
      i santuari economici dei brevetti.... mmm....
      fossi in lui non mi farei MAI vedere
      all'aperto.... ma neanche affacciarsi a una
      finestra.Più che le finestre, se non ricordo male, sono le cadillac scoperte a essere pericolose!
  • cheimporta scrive:
    aggiornare
    al Comune di Napoli, qualche mese fa, si è discusso di open source. In modo particolare di usare linux anziché windows. Un consigliere ha proposto, anche, di trovare una azienda che installi windows ma poi sia tanto onesta da valutare se è possibile usare programmi gratuiti anziché prodotti microsoft. La ditta convenzionata con il Comune ha chiesto una ispezione dei computer trovando che su alcuni computer erano installati programmi non installati da loro.Credo che il problema non sia open-source o semplicemente gratuito o di 'terzo' tipo.Il problema è anche chi aggiorna i computer.In una situazione di crisi economica avremo che gli Enti Pubblici e le aziende ed i professionisti cercheranno di rendere più efficienti le loro spese usando anche software open-source e gratuito. Purtroppo, in molti casi saranno programmi copiati illegalmente anziché open-source e gratuito.Per non parlare delle tantissime persone che non voglio pagare la licenza annuale per l'antivirus ma nemmeno vogliono sostituirlo con uno gratuito perché non se ne intendono o non hanno il tempo.Alla fine che dire, "io? speriamo che me la cavo!".
  • Vincenzo scrive:
    ...e poi gli avvocati di cosa vivono?
    e gli avvocati saranno sempre più poveri!
    • Luca scrive:
      Re: ...e poi gli avvocati di cosa vivono?
      Speriamo!!!! Con tutto quello che rubano le sanguisughe!!!
    • Marco C. scrive:
      Re: ...e poi gli avvocati di cosa vivono?
      Già... poverini...!!!!
    • ICT Legal scrive:
      Re: ...e poi gli avvocati di cosa vivono?
      Tranquillo si può vivere anche di consulenze sull'open source, anzi consideratane la particolarità giuridica, è un tema molto molto interessante per gli avvocati.
    • ICT Legal scrive:
      Re: ...e poi gli avvocati di cosa vivono?
      Tranquillo si può vivere anche di consulenze sull'open source, anzi consideratane la particolarità giuridica, è un tema molto molto interessante per gli avvocati.
  • vac scrive:
    basso livello della qualità dei brevetti
    Si riferisce al doppio click?Oppure si riferise ai pulsanti "Pag Up" e "Pag Down"
    • pabloski scrive:
      Re: basso livello della qualità dei brevetti
      penso si riferisca soprattutto alla forma dei pulsanti delle finestreormai siamo arrivati al ridicolo, con la brevettabilità delle interfacce si è ficcato l'ultimo chiodo sulla bara dell'innovazione
      • Cobra Reale scrive:
        Re: basso livello della qualità dei brevetti
        - Scritto da: pabloski
        penso si riferisca soprattutto alla forma dei
        pulsanti delle
        finestre

        ormai siamo arrivati al ridicolo, con la
        brevettabilità delle interfacce si è ficcato
        l'ultimo chiodo sulla bara
        dell'innovazioneUn buon motivo per sperare che cambi tutto.
  • Cobra Reale scrive:
    Speriamo bene
    Come da topic. Mi auguro che l'open ne tragga un grande beneficio.
    • Paride scrive:
      Re: Speriamo bene
      Al di la' che l'open source possa ricavarne grandi benefici, la riforma e' auspicabile, anche per il closed source, che finalmente inizierebbe ad innovare nuovamente. Ed aggiungerei che finalmente metterebbe il pepe al XXXX di Microsoft in primis, in modo da non cullarsi piu' sugli allori. A lei, poi si aggiungerebbero le varie sun/oracle, ibm, e via cosi'.Ben venga una persona cosi'.
Chiudi i commenti