Nota/ Problemi mail per utenti TIN.it e Virgilio

Le newsletter di Punto Informatico da quasi una settimana non raggiungono gli abbonati che dispongono di una mailbox TIN o Virgilio


Roma – Dal 25 maggio scorso sono molti i lettori di Punto Informatico che hanno scritto in redazione per segnalare la mancata ricezione di una o più newsletter del quotidiano informatico a cui sono abbonati. Una situazione che, stando alle segnalazioni, potrebbe riguardare tutti i lettori che utilizzino una mailbox su TIN.it e Virgilio.

Al momento stabilire le cause di questo fenomeno riesce assai difficile: si tratta di un “guasto” che potrebbe essere ascrivibile tanto ad errori di configurazione quanto a problemi con i servizi antispam.

Punto Informatico ha cercato di mettersi in contatto con lo staff tecnico di TIN.it per informare con precisione sulla situazione, ma non ha ancora ricevuto una risposta al momento in cui scriviamo.

Ci scusiamo per il temporaneo disguido che, indipendente dalla nostra volontà, colpisce molti lettori. Punto Informatico sta comunque tentando di aggirare il problema per fare in modo che le newsletter vengano consegnate regolarmente.

La redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Le vere ragioni (?)
    Il discorso, come sempre, è capire il vero motivo dell'incontro.Come avete fatto notare, se effettivamente l'incontro fosse stato organizzato con lo scopo di migliorare il servizio per la comunità, sarebbero stati interpellati esperti del settore, e soprattutto persone abilitate a valutare "la cosiddetta proprietà intellettuale" non solo dal punto di vista politico.Ma ormai si sa, i politici sono semidei in grado di saper valutare qualsiasi cosa, di cosa ci stupiamo.Lo fanno solo per il nostro bene.Bhe, io sono un cittadino, e ho diritto di esprimere la mia opinione, per quanto mi renda conto che detta così la verità e soluzione che presuppone tale affermazione, possa sembrare un utopia: "questo sistema politico mi ha veramente stancato".Bho? io mi chiedo quando cambieranno veramente le cose.Sono veramente stanco di vedere 'sti quattro mentecatti fare la parte dei potenti, quando in realtà il politico dovrebbe essere qualcuno che lavora per la gente.Quando vedrò un politico che in presenza del popolo (parola pericolosa, "visto la storia", ma e ciò che siamo) ha lo stesso atteggiamento di un dipendente in presenza del suo capo (non solo in periodo d'elezioni), bhe...allora comincerò a credere che il mondo avrà un futuro.
  • Anonimo scrive:
    loro se ne fregano....
    Non serve aver paura che da questo "convegno" di eminenze ed esperti in materia (monetaria) possa uscire qualcosa di peggio per la rete ed affini... SICURAMENTE USCIRA'! Se ne fregano di tutto quello che riguarda la rete lo sviluppo le nuove tecnologie, loro devono difendere il potere di questa e quella lobby di potere e lo farannosventolando la bandiera della difesa dello sviluppo creativo... e quindi non serve invitare esperti della reteperchè il loro intervento non servirebbe a niente.Triste ...ma è così! Da che mondo è mondo! :s
  • Anonimo scrive:
    Disastri all'orizzonte
    Ma vedete queste persone, capaci di fare qualcosa di accettabile ? Già i nomi sono preoccupanti, il bambino nascerà male, deforme nella migliore delle occasioni....Tanti auguri, chiudiamo tutto e andiamo a casa.
  • Anonimo scrive:
    Brevettiamo la top@
    Così quando alla prossima campagna elettorale Silvio ne prometterà di più per tutti dovrà pagarci le royalties.E le donne dovranno pagarci, anziché farcela pagare stracara (soprattutto le non professioniste, una professionista la paghi a prestazione, una moglie la paghi per sempre) :D
  • Anonimo scrive:
    Mauro Masi e Vannino Chiti.
    Per fare il bene dei cittadini sembrano il gatto e il gatto, ma quando si tratta di fare favori a SIAE, Ordine dei Pennivendoli, MS, BSA, MPAA, RIAA non li batte nessuno, diventano la volpe e la volpe.Urbani è il loro discepolo, ma non è altrettanto bravo a far ingoiare la pillola ai sudditi e far sì che chiedano il bis.
  • Anonimo scrive:
    Le notizie che nasconderanno sono queste
    Questo è il tipo di notizia per cui vogliono cheil web sia controllato: ovvero che stanno manovrando per fare in Iran quello che è stato fatto in Iraq:http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi.php?id=467&parametro=esteri
    • Anonimo scrive:
      Re: Le notizie che nasconderanno sono qu
      - Scritto da: Anonimo

      Questo è il tipo di notizia per cui vogliono che
      il web sia controllato: ovvero che stanno
      manovrando per fare in Iran quello che è stato
      fatto in Iraq:

      http://www.effedieffe.com/fdf/giornale/interventi.Finalmente! Cavolo, 60 anni di fabbricazione di armi atomiche e ne hanno usato solo 2, non si può più tollerare un simile spreco!
      • argo scrive:
        Re: Le notizie che nasconderanno sono qu

        Finalmente! Cavolo, 60 anni di fabbricazione di
        armi atomiche e ne hanno usato solo 2, non si può
        più tollerare un simile spreco!magari ne avessero esplose soltanto 2
        • Anonimo scrive:
          Re: Le notizie che nasconderanno sono qu
          - Scritto da: argo


          Finalmente! Cavolo, 60 anni di fabbricazione di

          armi atomiche e ne hanno usato solo 2, non si
          può

          più tollerare un simile spreco!

          magari ne avessero esplose soltanto 2Beh, contavo solo quelle andate a segno @^
  • Anonimo scrive:
    Brevettiamo l'aumento dello stipendio...
    Potremmo brevettare l'aumento dello stipendio dei parlamentari ;DAutomaticamente forse capirebbero che i brevetti sono cagate e controproducenti ;D
  • Anonimo scrive:
    Il ruolo di Berlusconi
    Con Berlusconi al governo posso stare tranquillo?Essendo Berlusconi padrone di Mediaset, e non essendo lui un artista produttore, e' tutto suo interesse, secondo me, fare in modo che i diritti sulla proprietà intellettuale costino il meno possibile per poter trasmettere sulle sue TV musica e film al prezzo più basso, massimizzando così gli incassi degli introiti pubblicitari.Io mi chiedo che danni possono derivare a Berlusconi dalle copie pirata di musica e film visto che lui ha le TV e guadagna dagli introiti pubblicitari e dai diritti televisivi sul calcio.Dove sbaglio?Possono Masi e Bonaiuti mettere il bastone tra le ruote a Berlusconi e andare contro i suoi interessi?
  • ishitawa scrive:
    da che mondo e mondo 2
    da che mondo e mondo i potenti al potere si fanno le leggi per loro e cercano di evitare gli altriadesso e' al potere la destra e ovviamente non considera nemmeno di striscio chi considera un anarchico comunista da centrosocialeautogestito: open source, free software etc.tutta gente da evitare, la BSA e la microsoft, loro si che sanno fare gli interessi degli italiani
    • Anonimo scrive:
      Re: da che mondo e mondo 2
      - Scritto da: ishitawa
      da che mondo e mondo i potenti al potere si fanno
      le leggi per loro e cercano di evitare gli altri
      adesso e' al potere la destra e ovviamente non
      considera nemmeno di striscio chi considera un
      anarchico comunista da centrosocialeautogestito:
      open source, free software etc.
      tutta gente da evitare, la BSA e la microsoft,
      loro si che sanno fare gli interessi degli
      italiani
      Fino al 2006.....
      • scorpioprise scrive:
        [OT] da che mondo e mondo 2
        ...fino al 2006, quando, pur cambiando le facce, i nomi che si danno e quelli che daranno agli esclusi, la musica e le inc..ate saranno identiche. Attenzione, carissimi, perchè quando uno schieramento ha poteri che gli ha dato l'altro, (su cui peraltro si sono riversate già le critiche, "sono loro i colpevoli", e quindi la colpevolezza di usarli viene meno per il popolo) è "difficile" che non se ne avvalgano.... avete forse mai visto che i parlamentari si siano autotassati per coprire il debito pubblico, le attuali maggioranza ed opposizione, anche quando si sono trovate dall'altra parte??? Specie quando TUTTI votano a favore per alzarsi lo stipendo. Se no, come me, accomodatevi a pagare alla cassa. Se si, allora, vi spiace dirmi dove state che mi trasferisco??? :| :| :| :| :| :| :| "pubblicita regresso" :'( :'( :'( :'(:'( :'(
  • Anonimo scrive:
    dove si terrà?
    appunto, in quale città si terrà questo incontro?è possibile partecipare come semplice cittadino?
    • Anonimo scrive:
      Re: dove si terrà?
      - Scritto da: Anonimo
      appunto, in quale città si terrà questo incontro?

      è possibile partecipare come semplice cittadino?Si terrà ad Arcore, nella villa del Nano....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma questi non hanno capito niente...
    aahuahuahuahauhauhauhauahauhau me so sganasciato (tipico termine Romano) dalle risate :D :) :) :) :D si si vai al cinema e ti dicono che sei pure un pirata ma vattene affffff... Magari sono un appassionato ti porto i soldi e tu mi insulti ??????? E' proprio un mondo malato signori.... Cmq io sono un programmatore scrivo software tutti i giorni e ho a cuore la questione.... e nn posso fare a meno di essere preoccupato ... tutti i miei colleghi che dicono "ma dai ma ti pare E' come se mi brevettassero il pensiero!!!!" si si APPUNTO SONO PREOCCUPATO ho 24 anni e sono un programmatore da quando vado a scuola e lavoro in una piccola societa ....NON VOGLIO VEDERE LA MIA VITA ROVINATA DA 4 DEFICIENTI CHE DECIDONO LE LEGGI SENZA INTERPELLARCI NEMMENO E POI CI CHIEDONO UN REFERENDUM SULLA FECONDAZIONE ASSISTITA DOVE DAVVERO DOVREBBERO DECIDERE GLI SCIENZIATI...4 Anni fa mi piaceva il mio lavoro ... adesso continua a piacermi MA MI SONO ROTTO LE P.. la nostra qualita della vita va sempre peggio....
  • Anonimo scrive:
    La controiniziativa a Venezia l'8
    riporto l'iniziativa che trovate qui:http://web.fiorellocortiana.it/html/Stiamo organizzando un incontro con il Ministro della Cultura brasiliano, Gilberto Gil, l'unico Paese che sperimenta la flat e il software libero contro il Digital Divide.Mercoledi' 8 Giugno alle ore 10.00 a Venezia Condividi la Conoscenza: la cultura incontra la rete, incontro con Gilberto Gil è l'unica proposta possibile perchè non si cada nella deriva dell'ipercontrollo proibizionista del Decreto Urbani, ulteriormente confermato dall'incontro del Governo per la proprietà intellettuale.In migliaia ci siamo mobilitati contro il decreto Urbani e contro il proibizionismo che vuole rinchiudere la conoscenza, ora è maturo il tempo per avviare una proposta alternativa, a partire dall'esperienza brasiliana.Ne discutiamo con:Gilberto Gil, Ministro della cultura brasilianaFranco "Bifo" Berardi, IntellettualeGianfranco Bettin, Vicepresidente dei Verdi ItalianiGrazia Francescato, Presidente dei Verdi EuropeiArturo Di Corinto, giornalistaSandro Metz, Consigliere FVGModera: Fiorello Cortiana
    • Anonimo scrive:
      Re: La controiniziativa a Venezia l'8
      - Scritto da: Anonimo
      riporto l'iniziativa che trovate qui:

      http://web.fiorellocortiana.it/html/

      Stiamo organizzando un incontro con il Ministro
      della Cultura brasiliano, Gilberto Gil, l'unico
      Paese che sperimenta la flat e il software libero
      contro il Digital Divide.

      Mercoledi' 8 Giugno alle ore 10.00 a Venezia

      Condividi la Conoscenza: la cultura incontra la
      rete, incontro con Gilberto Gil

      è l'unica proposta possibile perchè non si cada
      nella deriva dell'ipercontrollo proibizionista
      del Decreto Urbani, ulteriormente confermato
      dall'incontro del Governo per la proprietà
      intellettuale.
      In migliaia ci siamo mobilitati contro il decreto
      Urbani e contro il proibizionismo che vuole
      rinchiudere la conoscenza, ora è maturo il tempo
      per avviare una proposta alternativa, a partire
      dall'esperienza brasiliana.
      Ne discutiamo con:
      Gilberto Gil, Ministro della cultura brasiliana
      Franco "Bifo" Berardi, Intellettuale
      Gianfranco Bettin, Vicepresidente dei Verdi
      Italiani
      Grazia Francescato, Presidente dei Verdi Europei
      Arturo Di Corinto, giornalista
      Sandro Metz, Consigliere FVG
      Modera: Fiorello CortianaApprezzo molto l'impegno di Cortiana, ma così è un po' come predicare ai preti. Perché non vengono anche quelli di Siae, fimi, fapav, bsa... e gliele diciamo faccia (non gridiamo, diciamo, civilmente, con argomentazioni inattaccabili, ecc... ma IN FACCIA!) le nostre ragioni. Vediamo cosa succede.
  • Anonimo scrive:
    soldi buttati
    le conferenze di questo tipo servono poco in politica, figuriamoci per questioni "serie" come l'innovazione tecnologica. Questi non sanno di cosa stanno parlando, non conoscono i problemi sorti con lo sviluppo delle reti, e gli unici "esperti" che ascoltano sono quelli delle lobbies, sono lontani anni luce dal comprendere le implicazioni della rivoluzione che stiamo vivendo..Unica nota positiva: si faranno un bel pranzetto con i soldi dei contribuentui. Speriamo che almeno il colesterolo faccia la sua parte :p
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi buttati
      - Scritto da: Anonimo
      le conferenze di questo tipo servono poco in
      politica, figuriamoci per questioni "serie" come
      l'innovazione tecnologica. Questi non sanno di
      cosa stanno parlando, non conoscono i problemi
      sorti con lo sviluppo delle reti, e gli unici
      "esperti" che ascoltano sono quelli delle
      lobbies, sono lontani anni luce dal comprendere
      le implicazioni della rivoluzione che stiamo
      vivendo..
      Unica nota positiva: si faranno un bel pranzetto
      con i soldi dei contribuentui. Speriamo che
      almeno il colesterolo faccia la sua parte :pGia' sarebbe poco male se i soldi non fossero i nostri e se gli stessi soldi non venissero di conseguenza a mancare al finanziamento della ricerca e dell'innovazione per cui i soldi mancano invece sempre! (a meno che non siano per qualche amico che sta in un ente che garantisce abbondanti "messi elettorali")...Dimmi tu se sbaglio quando mi viene voglia di dargli almeno una mano al colesterolo!Almeno il tifo si potra' fare no? ;-)
  • Anonimo scrive:
    Un bel processo
    Ho riletto i nomi delle persone coinvolte, e ho cercato di figurare la situazione:immaginate un processo dove l'imputato non ha difesa, niente avvocato, e non e' neppure presente al processo che lo giudica.
  • Anonimo scrive:
    BUTTIGLIONE?
    Probabilmente, come si è già fatto notare, dirà che l'Open Source in Europa è in mano a delle lobby gay...
    • Anonimo scrive:
      Re: BUTTIGLIONE?
      - Scritto da: Anonimo
      Probabilmente, come si è già fatto notare, dirà
      che l'Open Source in Europa è in mano a delle
      lobby gay...Correzione:
      Probabilmente, come si è già fatto notare, dirà
      che l'Open Source in Europa è in mano a delle
      lobby gay e ai pedofili...:D:D:D:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: BUTTIGLIONE?


        lobby gay e ai pedofili...pedofili...BASTA CON QUESTA STORIA!!!!!!!!!!!!Ma dove sono questi pedofili? Non ne conosco nemmeno uno. Non ne ho mai visto uno. I miei genitori erano (e sono tuttora) persone dai solidi principi morali. Ho frequentato la scuola materna, le elementari e le medie in scuole statali in una città medio-grande e non mi è mai accaduto nulla. Nessun insegnante, genitore di altri bambini o estraneo ha mai cercato di violentarmi o fatto avances. E nemmeno al liceo (vabbe, avrei gradito le avances di qualche ragazza, ma... c'est la vie. E comunque ho ampiamente recuperato dopo...). E nessuno dei miei compagni di scuola ha mai avuto problemi di quel genere, che io sappia. In internet poi... a sentir parlare lorsignori sembra che sia zeppa di siti pedofili... ma dove??? Sette anni di internet senza averne mai visto uno (ok, non li ho cercati). Questo non vuol dire che la pedofilia non esista, esiste di certo, ma a me sembra che il fenomeno sia tutto sommato molto marginale: rapine e omicidi sono molto più diffusi, ma non si fa una legge apposta ogni tre mesi per contrastarle: si applicano (vabbe....) le norme che ci sono. Non capisco questo accanimento legislativo...... o meglio, lo capisco bene. Il loro bersaglio NON sono i pedofili.
        • Anonimo scrive:
          Re: BUTTIGLIONE?
          In realtà ti è successo di tutto, ma lo hai rimosso.Non ti sei mai chiesto perché, se ti siedi su un tognoletto, finisci col qlo per terra?O perché da piccolo, a volte, ci volesse qualche minuto perché il latte uscisse dal biberon?
  • Anonimo scrive:
    Da che mondo e mondo...
    ...il progresso tecnologico ha sempre causato un cambiamento nella cultura che lo ha subito.Oggi si vuole il progresso tecnologico... a patto che non intacchi la cultura dei forcaioli, benpensanti, clericali e soprattutto RICCHI SFONDATI. Nel caso ciò avvenisse non si fa altro che proibire la tecnologia e stigmatizzare ed insultare il cambiamento culturale in corso.Si vuole rendere illegale il P2P per proteggere la SIAE, si vuole filtrare Internet per proteggere i potenti (usando spesso la scusante della Pedofilia e la paura collettiva verso questa categoria di persone che magari si limita semplicemente allo scambio di foto o addirittura semplicemente disegni), si vuole limitare la possibilità dei cittadini di scambiarsi idee fra di loro con leggi scritte apposta per rendere criminale l'espressione e lo scambio di talune idee, si limita la libertà dei cittadini in base ad una supposta "morale comune" (che non ha senso perché semplicemente una cosa simile non esiste, specie quando ci sono più culture e razze che dialogano fra loro), si limitano le possibilità di pensiero e parola in base a "comportamenti criminogeni" (che non vuol dire nulla se non l'evidente intenzione di criminalizzare innocenti) e "sequestri preventivi" (preventivi nel senso che il sequestro avviene in mancanza di crimine... preventivamente appunto), si vuole spaventare la gente sui forum di modo tale che non possa esprimersi liberamente, si oscura interi siti perché pestano i piedi a qualcuno importante nella gerarchia malata del potere, si sbatte la gente in galera in base a quello che "potrebbero" fare, si viola la privacy dei cittadini obbligando gli ISP a mantenere log sulla loro navigazione e fornirli in qualsiasi momento (sarebbe come se si forzasse i cittadini a mantenere un GPS attivo nelle mutande per poterli seguire ovunque vadano [preventivamente... in caso commettano un crimine qualsiasi] e mantenere tali registrazioni per anni, una cosa simile sarebbe uno scandalo... ma siccome si parla di Internet allora questo è permesso né produce scandalo nella gente che è oramai assuefatta a questo genere di controllo), eccetera.Quando il cambiamento culturale non solo non è gradito ma nemmeno permesso ci si trova in stato di dittatura e prigionia. Questa è la situazione dell'Italia oggi, né più né meno.
    • alfridus scrive:
      Re: Da che mondo e mondo...
      Curioso...Nessuna risposta, e nessuna firma...Peccato, una buona occasion e persa, persa per testimoniate in favore della libertà e dell'indipendenza di ciascuno rispetto tutti gli altri, della libertà di pensare e di essere quel che si crede o si vuole.Ho da sempre sostenuto che la libertà, di pensare e di agire per come si pensa, trova il suo limite naturale nelle libertà altrui. Ma forse devo rivedere il concetto, alla luce delle palese convizione degli 'altri' che la propria libertà NON abbia confini alcuni, per il mancato rispetto perfino per la presenza di alcuno esterno al protagonista di turno.Sono triste, constatando che in quest'epoca felice, in cui ognuno può davvero sognare tutto, sta nascendo un nuovo tipo di dittatura, malevola e subdola, ma tenace e inarrestabile, che porterà a sconvolgimenti profondi del nostro modo di vivere questa vita in questo mondo.E' troppo facile dirmi "non è cambiato nulla, è sempre stato così" - C'è qualcosa di cambiato, e cambiato per sempre: la velocità alla quale si possono far correre le idee, che non è mai stata tanto infinita nella storia conosciuta in precedenza. Velocità del pensiero, che supera perfino la reazione al pensiero stesso.Se accade qualcosa, al giorno d'oggi, non fai a tempo a saperlo, che ha gà finito di accadere. Buona o cattiva che sia.Tutto dovrà cambiare, tutto sta modificandosi, tutto è già mutato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Da che mondo e mondo...
        - Scritto da: alfridus
        Curioso...
        Nessuna risposta, e nessuna firma...

        Peccato, una buona occasion e persa, persa per
        testimoniate in favore della libertà e
        dell'indipendenza di ciascuno rispetto tutti gli
        altri, della libertà di pensare e di essere quel
        che si crede o si vuole.Per quello che riguarda le risposte non saprei né mi interessa, noto che la gente tende sempre più ad accettare passivamente cose che fino a pochi anni prima sarebbero state "uno scandalo", un "abuso", una "bestemmia", anzi, spesso difendendole pure (con le solite fumose scusanti).La gente ha ampiamente rinunciato alla propria privacy, ai propri diritti, pur di poter vedere "Grande Fratello" in TV o il calcio.Anzi... noto molto ma molto più fervore nel calcio, gente che s'incazza e spacca tutto perché la squadra opposta ha segnato, piuttosto che quando gli si dice "lo vedi questo diritto? Questo diritto per cui i tuoi nonni e migliaia di "nonni" prima di loro si sono fatti sparare in guerra? Ecco... non c'è più... e preparati, perché dopo questo faremo la stessa 'magia' su tanti altri... e tu non te ne accorgerai nemmeno, perché è così che si tolgono i diritti e le libertà... un pochino alla volta, anzi sarai persino contento e ci ringrazierai perché è per la tua sicurezza... naturalmente".Ritengo che chi se le va a cercare se le merita, se questo è ciò che vuole il Popolo Italiano, allora sia.Non c'è nulla da imparare da un popolo che permette ai propri figli di vivere in uno stato di prigionia, prigionia di cui loro, gli adulti, sono gli artefici... prigionia giustificata da frasi "buone" e dalla "evidente necessità di difendere i bambini" (come un politico [di cui non farò nemmeno il nome del partito, perché non importa, perché sono tutti (o quasi) così] ha recentemente affermato per giustificare una legge di censura di Internet e dei Forum in particolare). Un popolo del genere merita di vivere nella prigione dorata in cui si trova... perché quando ai propri figli anziché la responsabilità, la fiducia in sé stessi e nel prossimo e i valori della libertà si insegna ad abbassare la testa e accettare ogni genere di limitazione "per il loro bene", quel popolo ha tradito sé stesso e tutti i suoi antenati e condanna i propri figli ad avere il medesimo comportamento anche di fronte al governo (o a chi sta al potere) una volta adulti. Premesso ciò... non ho firmato il post né ho usato un nick da utente registrato, questo perché in dittatura, quale è la situazione corrente, ciò non sarebbe saggio. E no, non importa se la sinistra va al governo, non cambierebbe proprio nulla. Quello che ci vuole è un terzo polo. Un polo "incazzato", un polo che fa gli interessi dei _cittadini_, un polo che non ha paura ad andare contro la malata/moribonda Chiesa (prima traditrice degli insegnamenti di comprensione, perdono, compassione, tolleranza e amore fraterno di Cristo, tradimento che iniziò già con Pietro e il canto del gallo quando Cristo era ancora vivo e che la Chiesa perpetua da millenni bagnando la sua croce con il sangue e le lacrime di migliaia, milioni di persone, croce su cui Cristo si è lasciato uccidere proprio per mostrare che non c'è e non ci deve essere limite al perdono, alla tolleranza, alla comprensione, alla compassione anche se questo significa rinunciare a qualcosa di importante, di molto importante. Cristo che al ladro e omicida alla supplica: "Gesù, ricordati di me quando sarai venuto nel tuo regno" risponde: "Io ti dico in verità che oggi tu sarai meco in paradiso", nemmeno quando stava morendo, nemmeno in prossimità dell'oscura ora sesta, nemmeno allora si è dimenticato del perdono), un polo che non ha paura a rispondere per le rime ai moralisti/forcaioli/benpensanti, un polo che non ha paura ad andare contro gli interessi dei potenti, dei riccastri, in parole povere servirebbe un polo che non esiste.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da che mondo e mondo...
      Sono d'accordissimo .... il mondo va e continua ad andare a favore dei RICCHI e noi poveracci che tutti i giorni vanno a lavorare per potersi permettere di pagare un affitto un mutuo e mantenere la propria famiglia (niente di piu a meno che nn nascano da famiglie gia benestanti) ........ E le decisioni le fanno prendere solo e sempre a chi nn ci capisce un CAz...vedi buttiglione n friends inclusa la SIAE che sulla brevettabilita del software e' l'ultima in ordine di importanza ........ MICROSOFT e' la rappresentante per le multinazionali (e ha tutto l'interesse a comprare i brevetti) lo sara sicuramente anke IBM ma nn c'è un rappresentante per le aziende medio-grandi e nessuno per i poveri lavoratori come noi..... perche'???? Perche' al governo drovranno pur guadagnare i "danari" delle grandi aziende facendo leggi a loro misura ... mi ricorda un certo Berluska......Lo so sono pessimista ma sul nostro lavoro e' PIENO DI GENTE CHE NN CI CAPISCE un cacchio da sempre e che spesso ricopre ruoli decisionali.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Da che mondo e mondo...
      Sei ottimista.Il "gps nelle mutande" ce l'avete gia` tutti: cosa credi che sia un telefono cellulare?Gli spostamenti dei cellulari vengono registrati e conservati per 5 anni dagli operatori di telefonia.Lo fanno perche` la cosa funziona dannatamente bene, e` diventato un importante strumento di indagine poliziesca. Non solo registra gli spostamenti nell'area coperta dalla rete cellulare, ma in tempo reale e` possibile triangolare la posizione del telefono con una precisione di poche centinaia di metri.Non ci credete? Chiedetelo a uno che lavora in una telco o magari ad uno sbirro che si occupa di sta roba.Qualche tempo fa ci facevano ancora dei film con questa roba e si pensava fosse fantascienza, ah ah.Ah si la gente non sospetta nulla, non viene propagandato niente di tutto cio`, ma la realta` e` che anche quando lo dici a qualcuno la reazione e` inesistente. Come in TUTTE le cose anche qui l'uomo medio nella sua stupidita` ha bisogno di sbatterci il cranio a 100 km/h per rendersi conto che c'e` un problema. Intanto, come quello che cascava dal grattacielo, si continua a dire "fin qui tutto bene".Purtroppo considerato come si sta evolvendo la situazione normativa e politica negli ultimi anni, a meno di un'improbabile inversione di tendenze e` inevitabile che entro qualche decade avrete (voi, perche` il sottoscritto sara` morto e sepolto spero) perso i diritti 'garantisti' che vi hanno regalato una vita fin troppo buona, tutto in nome della dea sicurezza. Oltre alla gia` crescente tensione sociale riemergeranno anche le discriminazioni, perche` le nuove ideologie che trainano la politica, basate sulla repressione dei vari "cattivi", non sono altro che un'incubatrice di nuove discriminazioni e razzismi.Allora la potenza dei sistema di sorveglianza globale si rivelera` in tutto il suo splendore e Stalin sembrera` un santo a confronto di quello che potranno fare i nuovi criminali di stato che avranno a portata di dito le storie personali di tutti i cittadini incluso dove sono andati, con chi hanno comunicato, cosa hanno letto etc. tutta roba che gia` oggi viene registrata dai vari sistemi di cui la telefonia cellulare e` solo UN piccolo pezzo.La storia si ripete sempre.. cambiano solo i modi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da che mondo e mondo...
      QUOTO TUTTO 8) c'è qualcuno che la pensa giusta di tanto in tantoanche se come minoranza...qualcuno che usa la testa ...W la libertà di parola ed espressione e chi la difende!Anche restando intelligentemente anonimo... se possibile !
  • Anonimo scrive:
    FORZA E CORAGGIO
    siamo già in recessione peggio di così non può andare. almeno i lobbisti cercano di non perdere altri soldi considerando che non sono in grado di espanedere il proprio mercato fanno in modo di chiuderlo col lucchetto.ma fare la rivoluzione come ai bei tempi no... eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: FORZA E CORAGGIO
      - Scritto da: Anonimo
      ma fare la rivoluzione come ai bei tempi no... eh?Succederà prima o poi, di questo passo. @^
    • Anonimo scrive:
      Re: FORZA E CORAGGIO
      ...che la vita e' di passaggio :(
    • Anonimo scrive:
      Re: FORZA E CORAGGIO
      ma quale rivoluzione! gli italiani sono talmente abbindolati dal consumismo, che se tenti di prendere la maggior parte di essi per il cavallo dei calzoni è più facile di trovarti in mano due mozzarelle che un paio di pa##e, magari poi li trovi bellicosi allo stadio o dopo un incidente automobilistico, ma se speri che restino tali per difendere i fatti propri ti rendi conto che presi uno ad uno sono solo una banda di eunuchi che torna lupo solo quando il branco è riunito... chi sta' in alto questo lo sa bene! è per questo che continuano a giocare con il live-game di cui conoscono ogni trucco.In parole povere "se la Bastiglia fosse stata in Italia, sarebbe ancora proprietà del Re di Francia e questi con la testa salda sul collo"
      • Anonimo scrive:
        Re: FORZA E CORAGGIO
        - Scritto da: Anonimo
        ma quale rivoluzione! gli italiani sono talmente
        abbindolati dal consumismo, che se tenti di
        prendere la maggior parte di essi per il cavallo
        dei calzoni è più facile di trovarti in mano due
        mozzarelle che un paio di pa##e, magari poi li
        trovi bellicosi allo stadio o dopo un incidente
        automobilistico, ma se speri che restino tali per
        difendere i fatti propri ti rendi conto che presi
        uno ad uno sono solo una banda di eunuchi che
        torna lupo solo quando il branco è riunito... chi
        sta' in alto questo lo sa bene! è per questo che
        continuano a giocare con il live-game di cui
        conoscono ogni trucco.Come hai ragione :(
    • Anonimo scrive:
      Re: FORZA E CORAGGIO
      come i cristiani furono perseguitati e massacrati così verranno perseguitati i frequentatori della rete, ma dopo il tempo delle persecuzioni verrà il tempo della rivincita e della vittoria.
  • Anonimo scrive:
    Siamo a posto...
    Buttiglione, la BSA, Microsoft e quell'altro, che vorrebbe mettere un responsabil legale pure per il sito de "dragonboll e kenshiro" di carletto86, ragazzetto delle medie.Io a sto punto in commissione ci metterei anche Godzilla, Pacciani e Pinochet.In bocca al lupo a tutti, ha da passa? ?a nuttata, come diceva il grande Eduardo...
    • mr_setter scrive:
      Re: Siamo a posto...
      - Scritto da: Anonimo
      In bocca al lupo a tutti, ha da passa? ?a
      nuttata, come diceva il grande Eduardo......ma a' nuttata e' lunga assai......:'(
  • Anonimo scrive:
    ROCCO BOTTIGLIONE?
    Che parla di proprietà intellettuale e di nuove tecnologie?Ci sarà da ridere x non piangere!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?

      Scritto da: Anonimo
      Che parla di proprietà intellettuale e di nuove
      tecnologie?Già... e pensa se invece c'era urbani.....
      Ci sarà da ridere x non piangere!!poveri noi :(
      • Anonimo scrive:
        Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
        - Scritto da: Anonimo

        Scritto da: Anonimo

        Che parla di proprietà intellettuale e di nuove

        tecnologie?

        Già... e pensa se invece c'era urbani.....


        Ci sarà da ridere x non piangere!!

        poveri noi :(Rocco Buttiglione !? (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
          - Scritto da: Anonimo
          Rocco Buttiglione !?
          (rotfl)C'è poco da ridere, anche i pagliacci ce lo mettono nel culo ormai
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      - Scritto da: Anonimo
      Che parla di proprietà intellettuale e di nuove
      tecnologie?
      Ci sarà da ridere x non piangere!!ce lo meritiamo
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      - Scritto da: Anonimo
      Che parla di proprietà intellettuale e di nuove
      tecnologie?
      Ci sarà da ridere x non piangere!!Embé, sicuramente è meno embriaco di un certo ALIEN!
      • Anonimo scrive:
        Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
        Queste sono cose serie, non è il caso di mischiarle con le vostre cazzate da cortile.
        • Anonimo scrive:
          Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
          - Scritto da: Anonimo
          Queste sono cose serie, non è il caso di
          mischiarle con le vostre cazzate da cortile.x favore; non mischiare il sacro col profano.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA SERA LEONE...
      ...e la mattina Rocco Buttiglione!
      • Anonimo scrive:
        Re: LA SERA LEONE...
        - Scritto da: Anonimo
        ...e la mattina Rocco Buttiglione!Divertente ! (rotfl) (rotfl) (rotfl) Ti assicuro che diventerà ben presto il proverbio più quotato ! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      sarà la strage degli innocenti del 21 secolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      - Scritto da: Anonimo
      Che parla di proprietà intellettuale e di nuove
      tecnologie?
      Ci sarà da ridere x non piangere!!Infatti un intellettuale con una voglia pazza di ripristinare l'intellettualità del secolo scorso !vecchio=sacronuovo=profanoE vuole parlare di nuove tecnologie ?
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      - Scritto da: Anonimo
      Che parla di proprietà intellettuale e di nuove
      tecnologie?
      Ci sarà da ridere x non piangere!!http://www.efun.com/images/picture/25/drunk.gif
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      Dirà che copiare è peccato.
    • Anonimo scrive:
      Re: ROCCO BOTTIGLIONE?
      - Scritto da: Anonimo
      Che parla di proprietà intellettuale e di nuove
      tecnologie?
      Ci sarà da ridere x non piangere!!Mi piacerebbe che qualche pornodivo gay assumesse il nome d'arte "Rock Two-Litre Bottle" e si facesse una plastica per assomigliargli, poi, per aggiungere beffa alla beffa sfilasse al gay-pride fingendo di essere l'originale e rilasciando ai giornalisti interviste con cambiamenti rivoluzionari del Buttiglione-pensiero sulla morale sessuale.Non mi azzardo a immaginare una pornodiva sosia della Bindi, non vorrei raccare sulla tastiera.
Chiudi i commenti