Note/ Tutto l'Hardware di Punto Informatico

Un nuovo servizio a disposizione della community. Prove sul campo e notizie sempre aggiornate per non perdere mai la bussola. Un connubio armonico tra diverse anime e realtà

Roma – Assemblare la visione del mercato, l’esperienza di un gruppo consolidato di tecnici italiani e di uno tra i laboratori di test più attrezzato e apprezzato nel mondo. È con questo spirito che Punto Informatico oggi è lieto di presentare il nuovo canale PI Hardware : notizie aggiornate sugli annunci unite a test approfonditi e condotti con rigore, mettendo assieme il lavoro quotidiano della Redazione con la costante attività di test condotta da DinoxPC , il tutto supportato dai numeri e dalle prove (in esclusiva per l’Italia) della tedesca Computer Bild .

PI Hardware non nasce per caso: a monte della decisione di avviare un nuovo canale verticale tematico c’è un editore che dispone di risorse e competenze da mettere a frutto. E che ritiene possibile, oggi, offrire un servizio unico nel panorama italiano per quanto riguarda la conoscenza di hardware e software pensati per il mercato consumer e non solo, così da arricchire e ampliare il numero di strumenti a disposizione di consumatori e decision maker per effettuare scelte consapevoli.

La scelta di un device , inoltre, corrisponde sempre più alla scelta di un ecosistema di riferimento: a cascata di un sistema operativo installato su un apparecchio, come uno smartphone o un tablet, discendono una costellazione di servizi e funzionalità molto spesso uniche. È inevitabile, dunque, cercare di raccogliere quante più informazioni e indicazioni possibili per orientarsi nella scelta : gli input giusti devono riguardare non solo il presente, dunque lo stato dell’arte della tecnologia, ma anche il futuro e il destino che attende un produttore, un OS, una linea di prodotti su cui scommettere il proprio futuro digitale.

Non a caso, Punto Informatico non si lancia da solo nell’impresa: PI Hardware sarà il prodotto dell’impegno di diversi team di lavoro , che riuniranno in una miscela comune le diverse anime che muovono i diversi approcci. Visione, rigore ed eclettismo saranno le qualità che puntiamo a garantire alla nuova sezione.

Su PI Hardware troveranno spazio informazioni rapide per le novità dell’ultim’ora e test approfonditi . Senza perdere d’occhio la linea editoriale di Punto Informatico , ovvero cercare di individuare prodotti e tendenze significative nel mondo ICT, permettendo ai lettori di prendere decisioni ragionate rispetto ai prodotti, con un progresso costante. Il meglio dei device e delle soluzioni tecnologiche in circolazione, raccontato con tempestività e precisione, e con il supporto dei numeri. Un ottimo esempio di quello che PI Hardware sarà è la comparativa tablet che pubblichiamo oggi: sul banco di test ci sono due dei device più ricercati e desiderati del momento, Acer Iconia A500 e Asus Transformer , che possono essere messi a confronto con la quasi totalità del panorama hardware in circolazione per scegliere consapevolmente se e come scendere nell’arena della computazione in punta di dita.

In questi mesi abbiamo già iniziato il cammino che porta oggi alla nascita di PI Hardware. Ma questo è solo l’inizio: sono molte le idee e i progetti in campo per le prossime settimane e mesi, e come sempre sarà fondamentale la collaborazione dei lettori con i loro suggerimenti per tarare al meglio il meccanismo sulle reali esigenze di chi consulta il nostro sito ogni giorno.

Vi aspettiamo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giulioz scrive:
    e intanto Google quasi quasi ci riesce
    Mentre tutti se la discutono, Google si fa i fatti suoi e fa passi da Gigante. Il social network unico è tutto il web!!http://www.atlantisway.com/articoli/web/item/573-google%20-sta-per-raggiungere-i-10-milioni-di-utenti
  • thinkopen scrive:
    Social Verticali
    Vorrei condividere con voi un pensiero, chi come me ha visto nascere internet ricorda il boom dei primi portali. Il loro sucXXXXX fu strepitoso ed avere tutte le informazioni concentrate in un'unico posto era strepitoso.Poi iniziarono a nascere i primi portali detti verticali cioè dei luoghi dove si parlava di argomenti ben specifici e si comprese che forse al fanatico di calcio o al geek poco interessava di notizie sulla moda e che un luogo in cui si discute su argomenti preferiti poossa essere vincente. Tutte queste chiacchiere per dire che se esiste un corso e ricorso storico questo a mio avviso dovrebbe portare a dei social verticali dove ognuno si ritrova a parlare degli argomenti che gli interessano. Cosa ne pensate?
    • Rizzo Master scrive:
      Re: Social Verticali
      - Scritto da: thinkopen
      Vorrei condividere con voi un pensiero, chi come
      me ha visto nascere internet ricorda il boom dei
      primi portali. Il loro sucXXXXX fu strepitoso ed
      avere tutte le informazioni concentrate in
      un'unico posto era
      strepitoso.
      Poi iniziarono a nascere i primi portali detti
      verticali cioè dei luoghi dove si parlava di
      argomenti ben specifici e si comprese che forse
      al fanatico di calcio o al geek poco interessava
      di notizie sulla moda e che un luogo in cui si
      discute su argomenti preferiti poossa essere
      vincente. Tutte queste chiacchiere per dire che
      se esiste un corso e ricorso storico questo a mio
      avviso dovrebbe portare a dei social verticali
      dove ognuno si ritrova a parlare degli argomenti
      che gli interessano. Cosa ne
      pensate?penso di no
  • Fiorello Cortiana scrive:
    walled garden
    Condivido a pieno la riflessione di Mantellini che evidenzia la tendenza dei social network ad essere multifunzione, "come tu mi vuoi". Quindi, se non si insegue una impossibile ubiquità multitasking, a divenire un ricco walled garden per gli utenti. E' più che mai evidente che l'alfabetizzazione digitale e una consapevole partecipazione informata saranno la misura della libertà in un ecosistema cognitivo/digitale altrimenti sempre meno diversificato.
  • luigi scrive:
    face
    ma vogliono dvvero battere face???sn pzzzi!!!io cn face fccio d tt!!!
    • Darwin scrive:
      Re: face
      [img]http://media.wiley.com/assets/2242/97/basic_italian_icon300x300.gif[/img]Non per essere cattivo, ma se impari a scrivere in italiano, è meglio.
  • Alessandro Balbo scrive:
    Mai stato uno solo
    non ne sono convinto, se un servizio è migliore dell'altro un po' alla volta se ne rendono conto tutti, ed i social network hanno sviluppi virali di natura, tutti..
  • iupiter scrive:
    unsocial network
    sto per creare il primo unsocial network, si usano solo nick niente foto niente chat niente di niente...soprattutto sai quante teste di kazzo in meno.
    • Umi-Bozu scrive:
      Re: unsocial network
      - Scritto da: iupiter
      soprattutto sai quante teste di kazzo in
      meno.basta che ci sia tu e la soglia limite sarebbe ampiamente superata
      • bertuccia scrive:
        Re: unsocial network
        - Scritto da: Umi-Bozu

        basta che ci sia tu e la soglia limite sarebbe
        ampiamente superataEPIC ÜBER WIN
  • Federico scrive:
    è vero
    bravo Mante, è la stessa cosa che pensavo io. non credo che lascerò facebook perché mi ci trovo bene, mi sposterò solo se si sposteranno tutti, perché sono le persone che cerchiamo, non gli spazi.
  • say no scrive:
    tre, due, uno...
    tre, due, uno... social networkanche uno è sempre troppo: salvo che per "ragioni" commerciali e di "dominio" (controllo e condizionamento sociale) i cosiddetti social network (che tutto sono tranne che "sociali") non servono a nullaZERO social network
  • MeX scrive:
    concordo e mi è venuta un'idea...
    hai ragione... due social network non li vuole nessuno, cosa avrebbe dovuto fare google era usare le API di Facebook e intengrare i servizi google con FB, così com'è ora su G+ c'è poca gente... e senza "amici" il social network è utile come iTunes senza musica :D
    • Torque scrive:
      Re: concordo e mi è venuta un'idea...
      - Scritto da: MeX
      cosa avrebbe dovuto fare google [blablaparlotantoperaprirelaboccaedinsegnoancheagoogle]
      così com'è ora su G+ c'è poca gente...Certo che c'è poca gente: va ad inviti e non è ancora aperto a tutti.
      • ciccio pasticcio scrive:
        Re: concordo e mi è venuta un'idea...
        - Scritto da: Torque
        Certo che c'è poca gente: va ad inviti e non
        è ancora aperto a
        tutti.manca zinga :-D
    • dinosauto scrive:
      Re: concordo e mi è venuta un'idea...
      - Scritto da: MeX
      hai ragione... due social network non li vuole
      nessuno, cosa avrebbe dovuto fare google era
      usare le API di Facebook e intengrare i servizi
      google con FB, così com'è ora su G+
      c'è poca gente... e senza "amici"
      il social network è utile come iTunes senza
      musica
      :Dla stessa "sorte" sta capitando a Diaspora*: io ho un account e una ventina di "amici" conosciuti su blog, forum ecc. Ma non ci accedo da mesi, se non si spota la massa, il resto degli amici, non te ne fai nulla
      • anonimo scrive:
        Re: concordo e mi è venuta un'idea...
        - Scritto da: dinosauto
        - Scritto da: MeX

        hai ragione... due social network non li
        vuole

        nessuno, cosa avrebbe dovuto fare google era

        usare le API di Facebook e intengrare i
        servizi

        google con FB, così com'è
        ora su
        G+

        c'è poca gente... e senza
        "amici"

        il social network è utile come
        iTunes
        senza

        musica

        :D

        la stessa "sorte" sta capitando a
        Diaspora*: io ho un account e una ventina di
        "amici" conosciuti su blog, forum ecc.
        Ma non ci accedo da mesi, se non si spota la
        massa, il resto degli amici, non te ne fai
        nullaIl fatto è che quei ragazzi che hanno creato Diaspora non è che siano molto affidabili come programmatori e il progetto è ancora indietro rispetto a Facebook. Inoltre nonostante abbiano preso parecchi soldi in donazioni non si sbattono più di tanto per far sapere dei progressi.Per me non bisogna donare soldi a gente che vuol fare un software e che non ha esperienza. Si sono fatti ingannare dall'immagine geek che devano nel video. Ma i Linus Torvalds non li trovi così.
      • Ubunto scrive:
        Re: concordo e mi è venuta un'idea...
        - Scritto da: dinosauto
        - Scritto da: MeX

        la stessa "sorte" sta capitando a
        Diaspora*: io ho un account e una ventina di
        "amici" conosciuti su blog, forum ecc.
        Ma non ci accedo da mesi, se non si spota la
        massa, il resto degli amici, non te ne fai
        nullaScusa, ma perché dai tanta importanza a "diaspora"? Non è mica il primo progetto di quel tipo, anzi... se fai una ricerca ne troverai in tutti i linguaggi e ad uno stato di maturità ben superiore.La stessa pubblicità che hanno ottenuto puzza da lontano di mezzo imbroglio. Il nome stesso è inopportuno e referenziale: "diaspora", ma diaspora da cosa? Non è idiota usare un termine che indica la soppravvivenza in terre diverse da quella natìa?Sono nati su facebook o sono proprio dei pitocchi? Diaspora perché poi torneranno indietro? Diaspora perché rimpiangono quello che hanno lasciato?E' un nome FALLIMENTARE dal principio. L'avessero scelto come prima milestone del progetto avrei pure capito, ma così...Bah... :
  • pocomolto scrive:
    UNO E' PURE TROPPO
    Veramente a me anche fb ha sfracassato i cosiddetti.
  • Joliet Jake scrive:
    Ottima analisi
    Come sempre del resto... :)Dopo l'hype iniziale durato circa una settimana, ho notato l'affievolirsi dei post su Google+Sono rimasti solo pochi amici geek che postano qualcosa. Ma l'uso che ne fanno è più simile a Twitter o ad un blog personale che a Facebook.Gli amici non geek dopo un paio di giorni si sono resi conto che è una copia di Facebook e come Mantellini ha fatto notare, non hanno nessuna intenzione di usare due social network allo stesso tempo (postando cose sia di qua che di là). A meno che la maggior parte dei tuoi amici si sposti su un altra piattaforma, la maggior parte delle gente rimarrà dove è ora.Ovviamente il futuro può riservare sorprese per cui la partita non è finita certo qua. Vedremo.
    • enriker scrive:
      Re: Ottima analisi
      dovrebbero cercare di offrire qualcosa di più originale. E' un peccato che WAVE non ha funzionato è uno strumento interessante e poteva anche essere molto utile.
    • Bill Cancelli scrive:
      Re: Ottima analisi
      Boh a me sembra tutto il contrario Il mio flusso di notizie su G+ è costante e piu passano i giorni e piu aumenta.è tutto molto geek difatti sono rari i post dei bimbiminkia e cio è un bene.
      • ziovax scrive:
        Re: Ottima analisi
        Sulla mia bacheca di facebook, non appare nessun messaggio da bimbominkia, com'è mai?
        • Bill Cancelli scrive:
          Re: Ottima analisi
          - Scritto da: ziovax
          Sulla mia bacheca di facebook, non appare nessun
          messaggio da bimbominkia, com'è
          mai?Perchè utilizzi facebook com una normale rubrica di contattiSei il tipico utente utile soltanto per normale profilazione di massa.Google Plus è diverso perchè funziona tranquillamente dando dati personali falsi.
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Ottima analisi
            Anche facebook funziona con dati falsi.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ottima analisi
            mica tanto, visto che da un momento all'altro di posssono eliminare l'accunt.(se poi entri in certe discussioni, il rosicone di turno usa quest'arma per levarti di mezzo)
          • Dee O Mayall scrive:
            Re: Ottima analisi
            Nelle condizioni d'uso di Facebook sei obbligato a fornire dati reali (non solo il nome...). Non di rado fanno dei controlli e cancellano tutti i profili palesemente falsi. E, se ci fai caso, il tuo nome non può essere Babbo Natale. :DE' una delle prime cose che mi ha dato sui nervi di Facebook: l'abolizione del nickname, storico protagonista di internet e elemento fondamentale della creatività 2.0 prima dell'avvento di Zuckerberg.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ottima analisi
            Esattamente, questo dimostra la vera natura del mezzo, vendere dati a terzi.Ma da quel che so, non ti obbliga a mettere TUTTI i dati.
        • Joliet Jake scrive:
          Re: Ottima analisi
          Nemmeno sulla mia...C'è da dire che vivo all'estero quindi il 70% dei miei amici non è italiano e in genere le XXXXXXX da bimbiminkia provengono dal restante 30%... : Credo questo spieghi anche l'avversione di parecchi geek italiani a Facebook. La colpa non è del network, ma della gente.Gente diversa, post diversi. Tutto qui. ;)
          • Joliet Jake scrive:
            Re: Ottima analisi
            "Google Plus è diverso perchè funziona tranquillamente dando dati personali falsi."E dove sta scritto che non lo puoi fare anche su FB? Ho un nome mezzo falso e dati inventati... ;)
        • Torque scrive:
          Re: Ottima analisi
          FAQ- Scritto da: ziovax
          Sulla mia bacheca di facebook, non appare nessun
          messaggio da bimbominkia, com'è mai?Facebook offre una bacheca piena di messaggi da "bimbominkia". Per vedere comparire i messaggi da "bimbominkia" nella propria bacheca, bisogna prima aggiungere degli amici al proprio profilo (consultare la guida: "un amico vale un click"). Già a partire dal primo amico, inizieranno a comparire i primi messaggi da "bimbominkia": più saranno gli amici, più questi messaggi aumenteranno. In alternativa è possibile continuare la propria vita asociale nel social network e avere comunque dei messaggi da "bimbominkia" nel proprio profilo. Per fare ciò è sufficiente inserire messaggi stuprando la lingua italiana, ad esempio scrivendo: "com'è mai".
    • histor91 scrive:
      Re: Ottima analisi
      - Scritto da: Joliet Jake
      Dopo l'hype iniziale durato circa una settimana,
      ho notato l'affievolirsi dei post su
      Google+Li vedo solo aumentare, al pari degli utenti.
      Sono rimasti solo pochi amici geek che postano
      qualcosa. Ma l'uso che ne fanno è più
      simile a Twitter o ad un blog personale che a
      Facebook.Che per ora sia in gran parte popolato da geek lo noto pure io, anche se qualcuno di mediamente informatizzato lo vedo già. Questo è fisiologico: è ancora una novità che può conoscere chi segue siti di informatica e si impegna per ottenere l'acXXXXX (mica facile per chiunque in questa fase di test, te lo garantisco!).Comunque non ho mai visto un così alto livello di interazione come su G+: da un singolo post discendono davvero molti commenti (tant'è che le notifiche fioccano eccome!), come raramente si vede in giro (o perchè i commenti sono pochi o perché vengono poco valorizzati). Di analogo movimento, e che frequento regolarmente, conosco solo il sito dell'UAAR.
      Gli amici non geek dopo un paio di giorni si sono
      resi conto che è una copia di Facebook e
      come Mantellini ha fatto notare, non hanno
      nessuna intenzione di usare due social network
      allo stesso tempo (postando cose sia di qua che
      di là). A meno che la maggior parte dei tuoi
      amici si sposti su un altra piattaforma, la
      maggior parte delle gente rimarrà dove
      è
      ora.
      Ovviamente il futuro può riservare sorprese
      per cui la partita non è finita certo qua.
      Vedremo.
  • flavio scrive:
    bravo!
    complimenti per l'articolo...è scritto molto bene!
    • TuttoaSaldo scrive:
      Re: bravo!
      - Scritto da: flavio
      complimenti per l'articolo...è scritto molto
      bene!Anche io mi trovo sempre a fare i complimenti al Sig. Mantellini.Su PI non c'è di meglio.
      • anonimo scrive:
        Re: bravo!
        - Scritto da: TuttoaSaldo
        - Scritto da: flavio
        > complimenti per l'articolo...è
        scritto
        molto
        > bene!

        Anche io mi trovo sempre a fare i complimenti al
        Sig.
        Mantellini.
        Su PI non c'&#232; di meglio.Sì mi piacciono moltissimo i suoi articoli.Specie questo:http://punto-informatico.it/3579/PI/News/contrappuntiite-beppe-impugno-martello.aspx <i
        Mi dicono che Beppe Grillo nel suo ultimo spettacolo teatrale concluda in bellezza invitando uno spettatore sul palco per aiutarlo a distruggere un PC con una grossa mazza. Sento dire che il rito si consuma nel tripudio generale e con grande soddisfazione dei martellatori.Grillo non è certo un intellettuale, eppure la sua critica ("il PC invece che aiutarmi mi ruba il tempo") è tutt'altro che insensata. </i
        • ruppolo scrive:
          Re: bravo!
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: TuttoaSaldo
          &gt; - Scritto da: flavio
          &gt; &amp;gt; complimenti per
          l'articolo...&amp;amp;#232;
          &gt; scritto
          &gt; molto
          &gt; &amp;gt; bene!
          &gt;
          &gt; Anche io mi trovo sempre a fare i
          complimenti
          al
          &gt; Sig.
          &gt; Mantellini.
          &gt; Su PI non c'&amp;#232; di meglio.

          S&#236; mi piacciono moltissimo i suoi
          articoli.Specie
          questo:
          http://punto-informatico.it/3579/PI/News/contrappu

          &lt;i&gt;
          Mi dicono che Beppe Grillo nel suo ultimo
          spettacolo teatrale concluda in bellezza
          invitando uno spettatore sul palco per aiutarlo a
          distruggere un PC con una grossa mazza. Sento
          dire che il rito si consuma nel tripudio generale
          e con grande soddisfazione dei
          martellatori.


          Grillo non &#232; certo un intellettuale, eppure
          la sua critica (&quot;il PC invece che aiutarmi
          mi ruba il tempo&quot;) &#232; tutt'altro che
          insensata. &lt;/i&gt;
          Sono anni che vado dicendo che il PC è come un tamagotchi: bisognoso di continue cure. Altro che aiuto, voi dovete aiutare lui!
          • enriker scrive:
            Re: bravo!
            credo che per PC in questo caso è inteso il computer in generale :)
          • Darwin scrive:
            Re: bravo!
            Quindi, essendo che il Mac è un PC, anche voi dovete curarlo continuamente.Ottimo ruppolo. Hai dimostrato che voi state allo stesso livello dei concorrenti.
          • bertuccia scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: Darwin

            Quindi, essendo che il Mac &#232; un PC, anche
            voi dovete curarlo continuamente.in effetti è da un bel po' che sostiene che l'unico vero Personal Computer è l'iPad, mi sembra coerente su questo.posto che un mac richiede un infinitesimo delle cure che richiede un classico PC-IBM, ma qui la differenza la fa l'OS

            Ottimo ruppolo. Hai dimostrato che voi state allo
            stesso livello dei concorrenti.ha dimostrato che per l'utenza home il PC-IBM non ha futuro
          • Prozac scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: bertuccia
            posto che un mac richiede un infinitesimo delle
            cure che richiede un classico PC-IBM, ma qui la
            differenza la fa
            l'OSVa beh... Se pensi che il PC-IBM è dei primi anni 80, ti credo che c'è differenza dall'OS di quel PC e un Mac (a meno che tu non intenda il primo Machintosh).
            ha dimostrato che per l'utenza home il PC-IBM non
            ha
            futuroIn realtà non ha dimostrato un bel niente. Anzi, ad essere precisi, ha dimostrato la sua incrollabile e cieca fede in una marca.Tu, invece, stai dimostrando la tua incrollabile e cieca fede in Ruppolo :)
          • hermanhesse scrive:
            Re: bravo!
            Ma siamo di nuovo OT a parlare di tablets iOS e XXXXXXX varie?Ehhhh ma che due XXXXXXXX!!!!!!
          • Torque scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: hermanhesse
            Ehhhh ma che due XXXXXXXX!!!!!!Intendi ruppolo e bertuccia?
          • Darwin scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: bertuccia
            appunto, e i concorrenti di Apple ancora seguono
            quelle logiche vecchie di 30 anni.. il pc è
            sempre il solito scatolone,Ed essendo che il Mac è un PC, anche il Mac è uno scatolone?
            l'utente deve essere
            esperto per poterlo usare,Non l'utente esperto...L'utente col cervello.
            e l'OS è scritto
            da persone diverse da quelle che progettano il
            ferroMeglio...almeno c'è più libertà di scelta.
          • bertuccia scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: Darwin

            Ed essendo che il Mac &#232; un PC, anche il Mac
            &#232; uno scatolone?in un certo senso sì, anche se come ben sai c'è un abisso[img]http://images.apple.com/euro/macmini/images/overview_hero1_20100615.png[/img][img]http://www.apple.com/euro/imac/images/design_hero4_20091020.jpg#gallery-hero-4[/img]
            Non l'utente esperto...
            L'utente col cervello.non è vero.deve sapere cos'è un backup e come si fa.in molti casi deve sapere cos'è un'antivirus e quale installare.
            Meglio...almeno c'&#232; pi&#249; libert&#224; di
            scelta.89% preinstallato windows.. hai un bel concetto di libertà
          • Darwin scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: bertuccia
            in un certo senso sì, anche se come ben sai
            c'è un
            abisso

            [img]http://images.apple.com/euro/macmini/images/oPer favore...non quella XXXXXta di MacMini...
            [img]http://www.apple.com/euro/imac/images/design_Questo poi...Insomma se fai paragoni solo in base al case...
            non è vero.Dimostra.
            deve sapere cos'è un backup e come si fa.Davvero?Non mi sembra.Il massimo che fanno le persone è salvare i dati su un DVD con una semplice masterizzazione e formattare.Ritenta...
            in molti casi deve sapere cos'è un'antivirus
            e quale
            installare.E cosa c'entra questo col concetto di PC?Da quando il PC è un sistema operativo?
            89% preinstallato windows.. hai un bel concetto
            di
            libertàStrano..io non ho mai pagato una licenza OEM alla Microsoft.
          • Sgabbio scrive:
            Re: bravo!
            Te non fai testo ma purtroppo non sei la maggioranza.Comunque windows 7 ha una funzione per i backup, non ho capito come funziona in dettaglio però... :D
          • bertuccia scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: Darwin

            Insomma se fai paragoni solo in base al case...la questione era se anche i mac fossero dei cassoni.. e io ho risposto nì, nel senso che sono comunque basati su un modello ultra-vecchio (quindi sì), MA il design li rende infinitamente superiori ai tradizionali PC bandoni

            deve sapere cos'è un backup e come si fa.
            Davvero?
            Non mi sembra.
            Il massimo che fanno le persone è salvare i dati
            su un DVD con una semplice masterizzazione e
            formattare.
            Ritenta...vedi, sei distaccato dalla realtà..l'utente comune fatica a distinguere un CD da un DVD.. poi c'è +R -R +RW -RWsuperato questo primo scoglio, che programma usare? win aiuta poco, e solitamente c'è del crapware preinstallato.. altri problemi quindi..infine, cosa salvo su DVD? uh quel programma mi servirà meglio salvare anche lui!
            Da quando il PC è un sistema operativo?da quando windows = 89% = PC
            Strano..io non ho mai pagato una licenza OEM alla
            Microsoft.infatti ho scritto 89%, non 100%
          • Prozac scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: bertuccia
            la questione era se anche i mac fossero dei
            cassoni.. e io ho risposto nì, nel senso che sono
            comunque basati su un modello ultra-vecchio
            (quindi sì), MA il design li rende infinitamente
            superiori ai tradizionali PC
            bandoniSuperiori in che senso? forse più belli? Ma in quel caso l'opinione potrebbe essere soggettiva e, comunque, esistono anche PC di altre marche con design particolare.Ad esempio Sony offre modelli come:http://www.sony.it/product/vn-c-series/tab/editorialarticle1oppure:http://www.sony.it/product/vn-e-series/tab/editorialarticle1 E pure DELL s'è buttata sul design dei portatili:http://www1.euro.dell.com/content/topics/global.aspx/design_studio/design_studio_3?c=it&cs=itdhs1&l=it&s=dhs
            vedi, sei distaccato dalla realtà..
            l'utente comune fatica a distinguere un CD da un
            DVD.. poi c'è +R -R +RW
            -RW

            superato questo primo scoglio, che programma
            usare? win aiuta poco, e solitamente c'è del
            crapware preinstallato.. altri problemi
            quindi..

            infine, cosa salvo su DVD? uh quel programma mi
            servirà meglio salvare anche
            lui!Pure tu sei distaccato dalla realtà.Non conosci Windows e ne parli...Windows 7 ha un sistema di Backup che, forse, non ha gli effetti speciali ti Time Machine ma che, a livello di semplicità d'utilizzo, non si discosta per nulla.Anzi, io ho fatto molta meno fatica ad impostare il Backup per Windows 7 che per Snow Leopard! Visto che Time Machine non mi trovava il disco di rete che volevo utilizzare per il Backup, mentre Windows 7 me l'ha trovato subito!
          • Anonym ous scrive:
            Re: bravo!
            da come parli sembra che dover accendere il cervello ed imparare qualcosa che non si conosce sia una cosa terribile.io sono molto più preoccupato da questa spinta a rendere tutto "utilizzabile da una scimmia ignorante" prendiamo ad esempio il cambio automatico delle automobili... ora anche chi era troppo stupido per imarare ad usare la frizione può guidare un automobile...i pericoli maggiori non vengono da chi ha una arma in mano, ma da chi ce l'ha in mano ed al contempo NON sa cos'è/come funziona/coma utilizzarla nel modo corretto
          • panda rossa scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: Anonym ous
            da come parli sembra che dover accendere il
            cervello ed imparare qualcosa che non si conosce
            sia una cosa
            terribile.E' una cosa estremamente terribile, se uno il cervello non ce l'ha: gli altri se ne accorgerebbero immediatamente di questa mancanza.
            io sono molto più preoccupato da questa spinta a
            rendere tutto "utilizzabile da una scimmia
            ignorante" prendiamo ad esempio il cambio
            automatico delle automobili... ora anche chi era
            troppo stupido per imarare ad usare la frizione
            può guidare un
            automobile... :(
            i pericoli maggiori non vengono da chi ha una
            arma in mano, ma da chi ce l'ha in mano ed al
            contempo NON sa cos'è/come funziona/coma
            utilizzarla nel modo
            correttoQuanto hai ragione!
          • bertuccia scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: Anonym ous

            prendiamo ad esempio il cambio
            automatico delle automobili... ora anche chi era
            troppo stupido per imarare ad usare la frizione
            può guidare un automobile...hahahahahaha (rotfl)ma che asinata! ma impara tu ad accenderlo il cervello!il cambio automatico serve a rendere più piacevole il viaggio a chi percorre centinaia di chilometri al giorno, sia risparmiandogli di dover usare la frizione, sia a rendere impercettibile il cambio di marcia (quindi una guida più fluida), infine se hai bisogno del boost per un sorpasso ottimizza moltissimo la cambiataLOL pi è meraviglioso
          • hermanhesse scrive:
            Re: bravo!
            Oltre che di informatica non capisci un razzo anche di meccanica.Ma fa lo stesso.PS: un indizio:consumi, ripresa e freno motore...- Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Anonym ous



            prendiamo ad esempio il cambio

            automatico delle automobili... ora anche chi
            era

            troppo stupido per imarare ad usare la
            frizione

            può guidare un automobile...

            hahahahahaha (rotfl)

            ma che asinata! ma impara tu ad accenderlo il
            cervello!

            il cambio automatico serve a rendere più
            piacevole il viaggio a chi percorre centinaia di
            chilometri al giorno, sia risparmiandogli di
            dover usare la frizione, sia a rendere
            impercettibile il cambio di marcia (quindi una
            guida più fluida), infine se hai bisogno del
            boost per un sorpasso ottimizza moltissimo la
            cambiata

            LOL pi è meraviglioso
          • bertuccia scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: hermanhesse

            Oltre che di informatica non capisci un razzo
            anche di meccanica.
            Ma fa lo stesso.

            PS: un indizio:consumi, ripresa e freno motore...appunto, tutte motivazioni che, aggiunte alle mie (a parte la ripresa che avevo già elencato), fanno capire al troll sopra che l'ha sparata grossastrano che non ti sei premurato di rispondere a lui, più che a me
          • hermanhesse scrive:
            Re: bravo!
            Guarda che le tre cose che ho detto sopra non sono a VANTAGGIO del cambio automatico. Per i consumi c'è da dire che su macchine di un certo livello sono state fatte delle buone ottimizzazioni (tipo sulle ultime Audi), ma in generale SE uno sa guidare ed usare le marce difficilmente il cambio automatico è meglio (per questi 3 punti, ovvio che per il resto è una gran comodità).
          • Darwin scrive:
            Re: bravo!
            Certo proprio come la macchina che frena da sola e parcheggia da sola.Poi durante il tragitto si rompono i sensori, tu pensi che funzionino e invece ti ritrovi al padre eterno senza che te ne accorga perchè sei andato a sbattere contro qualche altra auto.Usare il cervello vi fa proprio schifo, eh?
          • Prozac scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: bertuccia
            appunto, e i concorrenti di Apple ancora seguono
            quelle logiche vecchie di 30 anni.. il pc &#232;
            sempre il solito scatolone, l'utente deve essere
            esperto per poterlo usare, e l'OS &#232; scritto
            da persone diverse da quelle che progettano il
            ferroQuesto è la classica trollata stile Ruppolo. Che da buon "think different" cerchi di copiare a tutti i costi ;)Io uso Mac OS X (Snow Leopard) con un MacBook Pro. Uso pure Windows 7 (sia con il MacBook Pro che non altre marche di PC: Dell ed un auto costruito).Beh... Quello che affermi non esiste. Posso dire che Mac OS X cerca di stupire con effetti speciali ma, poi, è carente in altre cose. Windows 7 ha meno gesture, ma è comunque semplice da usare.Se metto quello che definite utonto (o utente con zero conoscenze informatiche) davanti ai due sistemi, riuscirà ad usarli entrambi allo stesso modo. Quando si troverà a dover sistemare o impostare qualcosa, in entrambi i casi si troverà in difficoltà.Tutto quello che un utente deve saper fare con un PC lo fa sia con Windows 7 che con Snow Leopard. Senza dover imparare un bel niente.
            lo so era solo per riprendere le parole di
            Darwin, che diceva &quot;hai dimostrato..&quot;
            quando in realt&#224; ruppolo non aveva
            dimostrato un bel
            nullaAh ok... Quindi confermi che Ruppolo spara un sacco di fuffa e non dimostra nulla delle falsità che afferma ogni volta.
          • Sgabbio scrive:
            Re: bravo!
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Darwin scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: bertuccia
            in effetti è da un bel po' che sostiene che
            l'unico vero Personal Computer è l'iPad, mi
            sembra coerente su
            questo.(rotfl) (rotfl)E ogni volta che lo sostiene non faccio altro che ridere...
            posto che un mac richiede un infinitesimo delle
            cure che richiede un classico PC-IBM, ma qui la
            differenza la fa
            l'OSProve riguardo ciò?O la solita aria fritta?
            ha dimostrato che per l'utenza home il PC-IBM non
            ha
            futuro(rotfl)L'unica cosa che non ha futuro è la Apple, dopo che Jobs sarà andato all'altro mondo.
          • bertuccia scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: Darwin

            E ogni volta che lo sostiene non faccio altro che
            ridere...mi sembri un po' distaccato dalla realtà.. iOS(eses) + iPad2 possono sostituire il classico PC per una percentuale enorme di utentie in maniera più profittevole, dal momento che non richiede competenze tecniche per essere usato
            L'unica cosa che non ha futuro &#232; la Apple,
            dopo che Jobs sar&#224; andato all'altro
            mondo.jobs sta facendo un ottimo lavoro per fare in modo che apple continui senza di luicerto persone del genere sono più uniche che rare
          • panda rossa scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: ruppolo
            Sono anni che vado dicendo che il PC è come
            un tamagotchi: bisognoso di continue cure. Altro
            che aiuto, voi dovete aiutare
            lui!Il pc con apple e' un tamagochi!L'ipad e' un tamagochi.L'iphone e' un tamagochi.Il server non e' certo un tamagochi, ma una macchina che lavora al posto mio (e tu questo non lo puoi sopportare!)
          • Funz scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: ruppolo
            Sono anni che vado dicendo che il PC è come
            un tamagotchi: bisognoso di continue cure. Altro
            che aiuto, voi dovete aiutare
            lui!Solo i dementi non cambiano mai idea
          • froyone scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: ruppolo
            Sono anni che vado dicendo che il PC è come
            un tamagotchi: bisognoso di continue cure. Altro
            che aiuto, voi dovete aiutare
            lui!Oddio questa mi ricorda una famosa puntata dei simpson!quella di Homer che va all'apple store e chiede al commesso cosa puo' fare un computer per lui. Il tizio gli rispone una cosa del genere: non devi chiederti cosa il computer puo' fare per te, ma cosa tu puoi fare per lui! e lui se ne innamora! ahahhaa geniale! GRANDE HOMER!!! (e anche ruppolo!!!)
          • froyone scrive:
            Re: bravo!
            Ho trovato la clip su youtube!http://www.youtube.com/watch?v=7L2fsubA2-c
        • TuttoaSaldo scrive:
          Re: bravo!


          Grillo non &#232; certo un intellettuale, eppure
          la sua critica (&quot;il PC invece che aiutarmi
          mi ruba il tempo&quot;) &#232; tutt'altro che
          insensata. &lt;/i&gt;
          Si può leggere come "Il PC funziona male (perdo tempo per farlo funzionare)", oppure come "Il PC è cattivo (perché mi succhia il cervello e non esco più ad annusare i fiorellini).Ho l'impressione che Grillo, nonostante sia stato un maestro nell'usare lo strumento PC, intendesse dare la seconda interpretazione.
          • anonimo scrive:
            Re: bravo!
            - Scritto da: TuttoaSaldo
            &gt;
            &gt; Grillo non &amp;#232; certo un
            intellettuale,
            eppure
            &gt; la sua critica (&amp;quot;il PC invece che
            aiutarmi
            &gt; mi ruba il tempo&amp;quot;) &amp;#232;
            tutt'altro
            che
            &gt; insensata. &amp;lt;/i&amp;gt;
            &gt;

            Si pu&#242; leggere come &quot;Il PC funziona
            male (perdo tempo per farlo funzionare)&quot;,
            oppure come &quot;Il PC &#232; cattivo
            (perch&#233; mi succhia il cervello e non esco
            pi&#249; ad annusare i
            fiorellini).
            Ho l'impressione che Grillo, nonostante sia stato
            un maestro nell'usare lo strumento PC, intendesse
            dare la seconda
            interpretazione.Leggiti l'articolo nella sua interezza anziché fermarti alla frase citata, è una boiata pazzesca.
          • TuttoaSaldo scrive:
            Re: bravo!


            Leggiti l'articolo nella sua interezza
            anzich&#233; fermarti alla frase citata, &#232;
            una boiata
            pazzesca.Non volevo entrare in questa polemica, commentavo Grillo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: bravo!
            all'epoca criticava molto le odierne tecnologie, pardiando alcuni aspetti, che sono in parte veritieri.Poi dopo anni ha scoperto la vera utilità di quest'ultime.
  • Dottor Stranamore scrive:
    I social network = UN PERICOLO!
    Il giorno in cui verrà su un bel regime a governarci ci sarà da ridere anzi da piangere e non pensate che sia una cosa molto improbabile. Con la crisi economica e la mancanza di risorse energetiche che ci sarà in futuro scoppieranno sicuramente delle guerre. Paesi invaderanno altri paesi. In altri paesi ci saranno sommosse popolari. Colpi di stato da parte dell'esercito.Sarà una manna per i regimi totalitari trovare già tutto fatto: milioni di cittadini schedati di cui si possono conoscere i loro gusti, le loro amicizie, volendo anche capire il loro orientamento sessuale, i loro vizi, le loro tendenze politiche.Saranno cittadini ricattabili, privi di libertà. Molti verranno arrestati, torturati e uccisi.Io non vendo me stesso, ma soprattutto non vendo la mia privacy e la mia libertà. Non mi sorprende che Internet sia nata da un progetto militare: arpanet. Più si sviluppa e più vedo il male radicarsi.
    • . . . scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      Internet è nata da ArpaNet che originariamente era un sistema militare di comunicazione creato mantenere in ogni caso la comunicazione.Il problema semmai è che si vuole trasformare internet in un qualcosa che va contro la sua natura.La schedulazione e il tracciamento di massa.Il male, se cosi possiamo definirlo, come al solito risiede nella parte organica del sistema.Ma sempre la stessa parte organica dovrà lottare contro se stessa fino alla fine perché ciò non accada.
    • hermanhesse scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      - Scritto da: Dottor StranamoreTu sei il genio/troll di prima, quello dell'i"internet inutile" eh???
      Il giorno in cui verr&#224; su un bel regime a
      governarci ci sar&#224; da ridere anzi da
      piangere e non pensate che sia una cosa molto
      improbabile.Il regime c'è già. Difatti basta usare i social network con un pizzico di intelligenza.

      Con la crisi economica e la mancanza di risorse
      energetiche che ci sar&#224; in futuro
      scoppieranno sicuramente delle guerre. Paesi
      invaderanno altri paesi. In altri paesi ci
      saranno sommosse popolari. Colpi di stato da
      parte
      dell'esercito.Brother will kill brother Spilling blood across the land Killing for religion Something I don't understand Fools like me,who cross the sea And come to foreign lands Ask the sheep,for their beliefs Do you kill on god's command? A country that's divided Surely will not stand My past erased,no more disgrace No foolish naive stand The end is near,it's crystal clear Part of the master plan Don't look now to israel It might be your homelands Holy wars Upon my podium,as the Know it all scholar Down in my seat of judgement Gavel's bang,uphold the law Up on my soapbox,a leader Out to change the world Down in my pulpit as the holler Than-thou-could-be-messenger of god Wage the war on organized crime Sneak attacks,repel down the rocks Behind the lines Some people risk to employ me Some people live to destroy me Either way they die They killed my wife,and my baby With hopes to enslave me First mistake...last mistake| Paid by the alliance,to slay all the giants Next mistake...no more mistakes| Fill the cracks in,with judicial granite Because I don't say it,don't mean I ain't Thinkin' it Next thing you know,they'll take my thoughts away I know what I said,now I must scream of the overdose And the lack of mercy killings
      Sar&#224; una manna per i regimi totalitari
      trovare gi&#224; tutto fatto: milioni di
      cittadini schedati di cui si possono conoscere i
      loro gusti, le loro amicizie, volendo anche
      capire il loro orientamento sessuale, i loro
      vizi, le loro tendenze
      politiche.Se sei un fesso, lo posso scoprire anche io senza muovermi dalla scrivania e senza essere una superpotenza (ROTFL) .

      Saranno cittadini ricattabili, privi di
      libert&#224;. Molti verranno arrestati, torturati
      e
      uccisi.Uhm... interessante. E dimmi...come facevano prima, senza Facebook (ROTFL) ???

      Io non vendo me stesso, ma soprattutto non vendo
      la mia privacy e la mia libert&#224;.Bravo, hai detto (finalmente) una cosa sensata.


      Non mi sorprende che Internet sia nata da un
      progetto militare: arpanet. Pi&#249; si sviluppa
      e pi&#249; vedo il male
      radicarsi.Però concludi con una XXXXXXX pazzesca :(
    • ruppolo scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      Hai detto bene, ma la gente è stupida: rinuncia alla sua privacy per un telo mare gratis. O per una casella di posta gratis, che potrebbe invece avere a 10 euro l'anno.
      • hermanhesse scrive:
        Re: I social network = UN PERICOLO!
        Chi ti garantisce che pagando la tua casella email sua sicura?RISPOSTA: la fede....
      • Darwin scrive:
        Re: I social network = UN PERICOLO!
        - Scritto da: ruppolo
        Hai detto bene, ma la gente è stupida:
        rinuncia alla sua privacy per un telo mare
        gratis. O per una casella di posta gratis, che
        potrebbe invece avere a 10 euro
        l'anno.Pensa che c'è gente che acquista perdendo lo stesso la privacy...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 luglio 2011 15.35-----------------------------------------------------------
    • gerry scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      Saranno cittadini ricattabili, privi di
      libert&#224;. Molti verranno arrestati, torturati
      e
      uccisi.

      Io non vendo me stesso, ma soprattutto non vendo
      la mia privacy e la mia libert&#224;.Potrebbe anche essere un bene in fondo, se vivi in un regime oppressore nascordersi è un po' essere connivente.Se davvero fosse così non avremmo dove nasconderci e saremmo costretti a combattere.
      • enriker scrive:
        Re: I social network = UN PERICOLO!
        Basta usare un servizio nel modo giusto. Non mi sembra che i servizi email gratuiti ti obbligano a compilare tutti campi con i propri dati personali..Lo stesso facebook, si possono condividere immagini, ma la gente mette nella maggior parte dei casi foto della propria vita privata (feste, ..ecc.)Si possono invece usare gli strumenti di condivisione per pubblicare le proprie foto i paesaggi o luoghi visitati (senza dover far comparire la propria faccia o gli amici), insomma foto creative e interessanti che permettono a tutti di vedere quello che c'è sul nostro pianeta o condividere qualcosa di bello e cretivo..ecc. Vedo che molte persone nei social network cliccano (su mi piace) e basta, invece di scrivere le idee, raccontare qulacosa (non chicchere da bar) ma riportano solo frasi.ecc. Poi volte i messaggi nella bacheca sono solo pettegolezzi o come ho detto prima discussioni da bar...
        • enriker scrive:
          Re: I social network = UN PERICOLO!
          scusati per alcuni errori/refusi o scritto velocemente.
        • ephestione scrive:
          Re: I social network = UN PERICOLO!
          ai servizi mail gratuiti, gmail in testa, non interessa che tu metta il vero nome indirizzo codice fiscale nel form di registrazione, tanto tutti quei dati li prendono senza problemi dai messaggi che ricevi ;)
    • Sgabbio scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      Internet è una cosa, i social network è un'altra.Le tue parole solo solo in minima parte condivisibili.
      • enriker scrive:
        Re: I social network = UN PERICOLO!
        infatti io mi riferivo ai social network come "servizi" presenti sulla rete, è ovvio che internet è molto di più rispetto a quesri "servizi"... :)
    • paoloholzl scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      ...
      Sarà una manna per i regimi totalitari
      trovare già tutto fatto: milioni di
      cittadini schedati di cui si possono conoscere i
      loro gusti, le loro amicizie, volendo anche
      capire il loro orientamento sessuale, i loro
      vizi, le loro tendenze
      politiche.Concordo da tempo parlo di queste cose, già da quanto ho scritto l'articolo 'Facebook e il trionfo dell'ignoranza' sul blog Free Software in Free World (in cui posterò questa replica) e in tutte le conferenze che tengo anche nelle scuole.In ogni caso la cosa può essere gestita, comunque un po di profilazione prescinde dai Social Network, uno bravo riesce a tirare su un profilo in rete pescando qua e là informazioni che popolano databases vari, (indipendentemente dai Social Network).Anche un curriculum se pubblicato é un autoprofilazione.Quindi un po di profilazione é inevitabile e lo sarà sempre più.Uso Facebook per farmi raggiungere da chi non ha i miei riferimenti, e questo il Social Network lo fa bene.Sono consapevole che il massimo a cui posso puntare é un 'meno peggio'.A noi non dire una parola di troppo.Per cui penso che i Social che combatto ma nei quali sono presente, possano essere usati (con grande attenzione) per mostrare la parte di sè che uno vuole rendere pubblica (o che é inevitabilmente pubblica).Dico spesso nelle mie conferenze, non mettere nei Social un testo o altro che non metteresti senza problemi su un manifesto in piazza.Comunque sul rischio di cui parli concordo anche se sono molto meno pessimista sulle possibilità di una 'dittatura', per me i paesi che vivono per anni una compiuta democrazia, molto difficilmente sono disposti a rinunciarvi.Comunque altri avevano già capito tutto molto tempo prima ...George Orwell 1984e sentite questa frase che ho tratto da 'il Dormiglione', Woody Allen 1973!... Mike noi l'abbiamo scongelato perché ci serviva qualcuno che non avesse identità, tutti qui abbiamo una scheda personale siamo stati computerizzati, catalogati, fotografie, impronte, fonotipi ma lei non ha un numero ...Non vorrei avere un numero ... ma c'é l'indirizzo IP, l'email, l'account Win Live, quello Google, il numero di Targa, la Sim del telefonino ....Forse se fra 500 anni mi scongeleranno e sarò un uomo libero ...
      • panda rossa scrive:
        Re: I social network = UN PERICOLO!
        - Scritto da: paoloholzl
        Dico spesso nelle mie conferenze, non mettere nei
        Social un testo o altro che non metteresti senza
        problemi su un manifesto in
        piazza.E allora perche' mettere il manifesto in piazza?Scopo del manifesto in piazza e' di diffondere idee contrarie, e questo presuppone il piu' rigoroso anonimato, perche' i soliti noti hanno la pessima abitudine di prendersela con chi attacca il manifesto invece di controbattere al messaggio.
    • rippone scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      sveglia il regime c'è già, mascherato da governo e opposizione....
    • asd scrive:
      Re: I social network = UN PERICOLO!
      ma tu pensi di esserne fuori? basta che i tuoi amici ti tagghino in una foto o ti facciano uan foto e la pubblicano.... dai tuoi amici risalirannoa te e sarai fregato comuque
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: I social network = UN PERICOLO!
        - Scritto da: asd
        ma tu pensi di esserne fuori? basta che i tuoi
        amici ti tagghino in una foto o ti facciano uan
        foto e la pubblicano.... dai tuoi amici
        risalirannoa te e sarai fregato
        comuqueHo fatto 5 foto in vita mia e tutte da bambino. Quando scattano foto di gruppo mi giro dall'altra parte. Non sto scherzando. Odio farmi fotografare, nonostante sia molto bello.
  • io bazzo scrive:
    buzz
    hem hem, guarda che buzz è usato tantissimo, proprio tanto tanto, e wave è stato un flop vero, ma volendo è ancora su.Secondo me G+ era quello che la gente stava aspettando perchè tutti hanno un account gmail, al quale generalmente siamo sempre connessi in un tab. Con G+ basta solo un login unico e festa finita.La comodità vincerà, specie grazie ai telefoni che sono ormai quasi tutti android (ma per chi usa ancora iphones c'e' l'app di G+) e sono sempre automaticamente collegati all'account google.In piu' bisogna considerare la velocita' e le prestazioni che google puo' mettere sul campo, avendo di fatto la proprietà di internet possono offrire qualsiasi cosa. In piu', a dio piacendo, google continuera' la sua politica di offrire sempre tutto gratis, pena qualche ad mirato.
    • ruppolo scrive:
      Re: buzz
      - Scritto da: io bazzo
      hem hem, guarda che buzz &#232; usato tantissimo,
      proprio tanto tanto, e wave &#232; stato un flop
      vero, ma volendo &#232; ancora
      su.Il fatto che sia ancora su è irrilevante.
      Secondo me G+ era quello che la gente stava
      aspettando perch&#232; tutti hanno un account
      gmail, al quale generalmente siamo sempre
      connessi in un tab. Con G+ basta solo un login
      unico e festa
      finita.
      La comodit&#224; vincer&#224;, specie grazie ai
      telefoni che sono ormai quasi tutti androidVeramente sono "quasi tutti" iPhone: non confondere le vendite dell'ultimo trimestre (o degli ultimi trimestri) con il parco circolante: gli iPhone si vendono dal 2007.
      (ma
      per chi usa ancora iphones c'e' l'app di G+) e
      sono sempre automaticamente collegati all'account
      google.
      In piu' bisogna considerare la velocita' e le
      prestazioni che google puo' mettere sul campo,
      avendo di fatto la propriet&#224; di internetXXXXX spari?
      possono offrire qualsiasi cosa. In piu', a dio
      piacendo, google continuera' la sua politica di
      offrire sempre tutto gratis, pena qualche ad
      mirato.Google non offre nulla gratis, ma di questo occorre un minimo di intelligenza, per capirlo.Comunque il mondo è in mano al mobile e nessuno ha una posizione dominante in questo settore, per ora (con la sola esclusione dei tablet, in mano ad Apple).
      • hermanhesse scrive:
        Re: buzz
        Senti che profumo di rosikone... Ma lol!
      • Urukay scrive:
        Re: buzz
        Sei pesante... ...esageratamente pesante ruppolo... per piacere, resisti... commenta un pò di meno: riesci ad appesantire ogni discussione, ottenendo l'effetto contrario: tutti contro Apple, e solo perche vuoi renderti antipatico ad ogni costo... desisti ogni tanto... fallo per Apple...
      • Darwin scrive:
        Re: buzz
        Tutti iPhone?Ma se si e no avete la metà del mercato Android...
      • Torque scrive:
        Re: buzz
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: io bazzo

        telefoni che sono ormai quasi tutti android

        Veramente sono &quot;quasi tutti&quot; iPhone:Veramente vivete in un un universo parallelo entrambi
        non confondere le vendite dell'ultimo trimestre
        (o degli ultimi trimestri) con il parco
        circolante: gli iPhone si vendono dal
        2007.Eccoti il parco circolante:http://gs.statcounter.com/#mobile_os-ww-monthly-201006-201106iOS in costante calo, Android in costante crescita. iOS le sta prendendo anche da Symbian... che bel grafico speculare. Condoglianze.Ma la parte più bella è quando ruppolo, proprio lui, dice ad un altro utente:
        XXXXX spari?(rotfl)
      • panda rossa scrive:
        Re: buzz
        - Scritto da: ruppolo

        Veramente sono "quasi tutti" iPhone:
        non confondere le vendite dell'ultimo trimestre
        (o degli ultimi trimestri) con il parco
        circolante: gli iPhone si vendono dal
        2007.Facci un piacere a tutti, ruppolo, prima di scrivere togliti quelle fette di mela dagli occhi.Il mercato del mobile e' sempre stato di Nokia fino a prima dell'unione con M$, e apple aveva il 10%All'indomani delle nozze tra nokia e m$, nokia e' scomparsa dal mercato, lasciando il posto ad android, e apple continua ad avere il 10%
      • iupiter scrive:
        Re: buzz
        google non offre nulla GRatis? ma ke kazzo spari tu ahahaha...ruppolo...ormai le radiazioni elettromagnetiche sulla tua menta hanno avuto effetti devastanti scrivi solo XXXXXte da settimane.
      • iupiter scrive:
        Re: buzz
        si il mondo in mano al mobile...chiuditi in un armadio prima di sparare XXXXXXX...la gente normale vive..al mobile e simili ci pensate i 4 gatti che siete quila maggior parte del mondo nemmeno sa cos e' un telefonino e manco ha da mangiare...il mondo e' in mano al mobile...e tu sei in mano a federica la mano amica..nuova applicazione i-phone 2
      • informo scrive:
        Re: buzz

        Veramente sono "quasi tutti" iPhone:
        non confondere le vendite dell'ultimo trimestre
        (o degli ultimi trimestri) con il parco
        circolante: gli iPhone si vendono dal 2007.Buona questa: (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        (con la sola esclusione dei
        tablet, in mano ad Apple).GRANDE: (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)PRECIPITOOOOOOOOOOOOOOOOOOhttp://gs.statcounter.com/#mobile_os-ww-weekly-201101-201127
    • Sgabbio scrive:
      Re: buzz
      proprietaria di internet ????
Chiudi i commenti