Nuovo allarme sicurezza per Windows

Il Governo USA e il CERT hanno avvertito che su Internet si diffondono codici e tool capaci di sfruttare alcune recenti brecce di Windows, e in particolare la grave falla dell'RPC. La patch potrebbe non bastare


Roma – L’US Department of Homeland Security (DHS) e il CERT hanno pubblicato nuovi avvisi di sicurezza in cui sottolineano l’importanza, per utenti e amministratori di sistemi Windows, di applicare al più presto la patch rilasciata lo scorso mese da Microsoft e relativa alla
grave vulnerabilità nell’implementazione dell’RPC
descritta nel bollettino MS03-026 .

Il DHS e il CERT sostengono che in Rete stanno circolando diversi exploit: il primo, come si ricorderà, pubblicato dal gruppo cinese Xfocus Team. Symantec ha poi scoperto l’esistenza di un tool di cracking integrante diversi script in grado di testare la positività di un host ad un certo numero di vulnerabilità di Windows, fra cui quella dell’RPC, e automatizzare le procedure che possono permettere ad un malintenzionato di penetrare sul sistema o lanciare attacchi di denial of service. Il tool può essere controllato attraverso la rete IRC.

L’emergere di questi strumenti d’attacco giustifica la rilevazione, da parte dei due organi americani per la sicurezza, dell’attività di scanning su alcune porte TCP/IP e UDP (135, 139 e 445), le stesse attraverso cui i cracker potrebbero penetrare sui sistemi vulnerabili. Il CERT afferma che sembrano esistere altre debolezze legate all’interfaccia RPC di Windows oltre a quelle scoperte e corrette da Microsoft: questo significa che la patch rilasciata lo scorso luglio dal big di Redmond potrebbe secondo gli esperti non bastare per mettere al sicuro un sistema. A tal proposito il CERT, nel proprio , suggerisce agli amministratori di filtrare il traffico di rete sulle porte a rischio.

Sebbene per il momento non si siano ancora “avvistati” worm capaci di sfruttare l’exploit del bug dell’RPC per diffondersi in automatico sui sistemi Windows vulnerabili, il DHS ha ribadito, come aveva già fatto la scorsa settimana, che il rischio è elevato e che gli amministratori dovrebbero prendere immediatamente tutte le contromisure necessarie affinché non si ripetano epidemie storiche come quelle che hanno visto per protagonisti codici virali come SQL Slammer e Code Red.

I risultati di un’indagine divulgati proprio di recente dalla società di sicurezza Qualys sembrano confermare il fatto che molti amministratori di sicurezza non applicano le patch con la dovuta solerzia. In particolare, l’azienda afferma che, in media, i fix più importanti vengono applicati con una frequenza che supera i 30 giorni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma come puo` andare avanti...
    - Scritto da: Anonimo
    Ma come
    può andare avanti tecnologicamente questo
    paese quando ci sono inefficienze di questa
    portata nella mafia delle telecomunicazioni?Be', nello stesso modo in cui i douglasiani "porchigli Emoiani" NON si difendono dal freddo: non va avanti. Vorrei anche sapere cos'e` che blocca (immagino burocraticamente) i micropagamenti sul modello di Amazon honor system o di Paypal. Loro non consentono lo scarico di fondi in c/c italiani, e in Italia non sembra (non ho controllato molto pero`) che ci siano provider di servizi equilaventi. E poi uno si chiede... siamo sicuri che tutti i dialer fossero in realta` truffe, e alcuni non fossero disperati tentativi di recupero di spese relativamente piccole, messi su da chi aveva l'acqua alla gola? Immaginiamoci un po': siamo in Italia, abbiamo un sitino che non ha sullo sfondo un business con la B maiuscola, qualcosa di artigianale che pero`, tenerlo in efficienza, qualcosa costa. Avete mai visto siti come www.the-underdogs.org dove si chiede, per favore e non per acquistare qualcosa, di fare una anche minuscola donazione volta a sostenere le spese di gestione del sito? In Italia come si fa? Si mette su un merchant account in piena regola? Ma costa, costa non poco, e sicuramente troppo per chi gia` spende una quota per mantenere il sito operativo, e non ha intenzione di vendere propriamente qualcosa. Intanto, la copertura "quasi-broadband" data dall'ADSL e` quella che e`, le infrastrutture erano quello che erano e appunto non reggono il passo, di backbones rilevanti neanche a pagarli, e l'investimento nella ricerca e` quello che e`.No, per l'appunto non si va avanti. Questo paese o cambia mentalita`, dal politico all'imprenditore al cittadino, o in una ventina d'anni passa al terzo mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: in questi giorni...
    Certo che lo fa, o per meglio dire l'ha fatto. Ora va bene, ma era come se mi staccassero (mentre rimanevo saldamente connesso al mio IP forse grazie al rooter) il cavo di rete ogni 1/2 minuti. Pensavo stessero lavorando per ottenere maggiori prestazioni dato che il download arrivava insolitamente a 60k sec mentre prima era 31/32ksec. Ora apprendo di cosa stavano preparando... secondo mè hanno visto che si metteva male ed hanno rinviato, dunque non è escluso che ci riprovino. A parte ciò, di quei 2 giorni di disservizio "per fare i hazzi loro", chi mi ripaga?Peccato che ormai ho capito che dimenarsi molto spesso è inutile e a cambiare c'è solo da perderci (per farmi attivare alice, ho pagato il primo mese e per 31 giorni tondi, non ha funzionato e mi sono connesso per ore ed ore al giorno, via dialer perchè pur sempre più vantaggioso della tariffa internet di Teledue del quale sono cliente). Perciò, avrei il sistema di piantare mille casini a Telecom, ma trovandomi tuttosommato abbastanza bene col servizio (a parte queste minchiate che fanno), preferisco Ingoiare.
    • Anonimo scrive:
      Re: in questi giorni...
      - Scritto da: Anonimo
      Ora va bene, ma era come se mi
      staccassero (mentre rimanevo saldamente
      connesso al mio IP forse grazie al rooter)Router semmai :)
      il cavo di rete ogni 1/2 minuti. Pensavo
      stessero lavorando per ottenere maggiori
      prestazioni dato che il download arrivava
      insolitamente a 60k sec mentre prima era
      31/32ksec. Si quindi pensavi di andare a scrocco del 50% ...bravo il furbacchione. Paghi 1 e prendi 2...come al supermercato!
      Ora apprendo di cosa stavano preparando...
      secondo mè hanno visto che si metteva male
      ed hanno rinviato, dunque non è escluso che
      ci riprovino. A parte ciò, di quei 2 giorni
      di disservizio "per fare i hazzi loro", chi
      mi ripaga?Nessuno...e direi che ti sta bene!
      Peccato che ormai ho capito che dimenarsi
      molto spesso è inutile e a cambiare c'è solo
      da perderci (per farmi attivare alice, ho
      pagato il primo mese e per 31 giorni tondi,
      non ha funzionato e mi sono connesso per ore
      ed ore al giorno, via dialer perchè pur
      sempre più vantaggioso della tariffa
      internet di Teledue del quale sono cliente).Potevi evitare di collegarti, se dovevi sparare ste stronzate...
      Perciò, avrei il sistema di piantare mille
      casini a Telecom, ma trovandomi tuttosommato
      abbastanza bene col servizio (a parte queste
      minchiate che fanno), preferisco Ingoiare.Si potevi anche lamentarti del servizio che andava a 60Kbs invece che a 32....;)
  • Anonimo scrive:
    Ma a cosa è servito ?
    Mi domando... ma a cosa è servita tutta questa buffonata de La Casa di Alice ?Adesso mi ritrovo nella stessa situazione di prima: apro la connessione remota, inserisco le VECCHIE password (funzionano anche quelle @aliceposta.it ma io metto quelle @tin.it) e via, senza + alcun redirect.Non è che qualche capoccione Telecom vista la mala parata, s'è improvvisamente accorto dell'enorme cazzata della faccenda ed ha fatto dietrofront ?Giuro... la mente vacilla di fronte a questa vacuità Telecom...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a cosa è servito ?
      a quanto pare libero sta organizzando la disattivazione del "servizio" su richiesta
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo un problema per newbie
    ...con calma e pazienza si risolve tutto.....P.S. Redirect dell'ADSL della Telecom???Non so cosa sia!!!Uso molto felicemente Linux.... altro chequella immondizia di winsozz (che miveniva continuamente attaccato dallevarie merdacce di turno!).
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo un problema per newbie
      - Scritto da: Anonimo
      ...con calma e pazienza si risolve tutto.....

      P.S. Redirect dell'ADSL della Telecom???
      Non so cosa sia!!!
      Uso molto felicemente Linux.... altro che
      quella immondizia di winsozz (che mi
      veniva continuamente attaccato dalle
      varie merdacce di turno!).A quanto ne so il sistema operativo non c'entra una mazza... pare invece che i problemi siano ridotti per chi ha un router.Ah, i problemi riguardano solo utenti Alice, non Tin.it !
  • Anonimo scrive:
    Wind un disservizio lungo un mese...
    Dal 9 luglio sono senza ADSL, ho un contratto CanoneZero ADSL e wind e telecom fanno a scaricabarile da un mese senza riuscire a risolvere il problema. Ma come può andare avanti tecnologicamente questo paese quando ci sono inefficienze di questa portata nella mafia delle telecomunicazioni?
  • Anonimo scrive:
    Re: pubblicità su 155
    verissimo...
  • Anonimo scrive:
    Mi manda RaiTre?
    La trasmissione Mi manda RaiTre potrebbe essere il posto giusto per vedere in faccia questi signori?
  • Anonimo scrive:
    Re: possibile
    - Scritto da: Anonimo
    reputo giusto che una società che ti offre
    un servizio possa sponsorizzare in questo
    modo il proprio sito da cui anche noi
    potremmo apprendere nuove informazioni
    magari anche per risparmiare o nuove
    soluzioni...se tu vuoi il servizio devi
    prendere anche ciò che c'è dentro di
    "negativo"ma che discorsi fai???è un servizio che paghi e ed è una invadenza eccessiva!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Voglia di Marketing
    putroppo hai ragione ed è per questo che ODIO il marketing, o meggio l'uso che se ne fa: se servisse ad indagare sui gusti dei consumatori per soddisfarli di più mi andrebbe bene ma purtroppo serve solo a studiare meglio il modo di sbattertelo nel di dietro nel modo più indolore possibile.
  • BigPincer scrive:
    Re: Siamo proprio sicuri?...
    Ho proprio ora mandato una mail di proteste a Wind dicenddogli che hanno perso un vecchio abbonato e molti potenziali nuovi clienti per questa mossa. Ragazzi muoviamoci un po'.. che se non protestiamo noi la gente continuerà a trattarci come vuole. Se vi da fastidio come vi trattano mandategli 4 o 5 mail dai toni inferociti. E' tutto quello che possiamo fare, ma... facciamolo.
  • Anonimo scrive:
    Davvero curioso...
    ...come questi signori considerino la loro clientela.Al di là delle pubblicità con il calciatore strapagato o la bellissima Lessa, da tempo siamo bombardati da stacchetti e telepromozioni che decantano quanto si possa fare con Alice, quanto veloce vada Alice e via di seguito (Libero non è da meno, comunque). In effetti, personalmente, ritengo Alice un ottimo servizio sia per continuità che per qualità, o almeno "ritenevo" che fosse un servizio. Il punto, per me, è proprio questo: nel momento in cui il tuo ISP inizia a manipolare la tua connessione cessa di essere un fornitore di servizio, punto e basta.Ora, dal momento che io ho bisogno, appunto, di un servizio di connettività temo che l'unica opzione sia abbandonare la comodità di Alice per percorrere strade diverse.Spero soltanto che questa mia sensazione sia condivisa dai più e che Telecom abbia un riscontro più che negativo dall'introduzione di questa assurda novità.Soltanto i miei 10 ect.Roberto
  • Inside scrive:
    Re: in questi giorni...
    Sii anche a me ho alice mega...e certe volta va come una lumaca....oppure con parte del tutto!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: in questi giorni...
      - Scritto da: Inside
      Sii anche a me ho alice mega...e certe volta
      va come una lumaca....oppure con parte del
      tutto!!!!ho chiamato, problema in centrale.Cmq se devo dirla tutta è il PRIMO PROBLEMA SERIO che ho da un anno a questa parte...
  • Anonimo scrive:
    in questi giorni...
    alice sconnette frequentemente e va a singhiozzo...lo fa anche a voi ?Ghost
  • Anonimo scrive:
    Re: come far pagare un servizio non fornito
    Ii ho 6 caselle di posta su libero 1 su wind ricevo tutto con Kmail da KDE di lin ux e non mai avuto nessun problema ... secondo me sei incappata in qualche bug di outluc...
    • Anonimo scrive:
      Re: come far pagare un servizio non fornito
      - Scritto da: Anonimo
      Ii ho 6 caselle di posta su libero 1 su wind
      ricevo tutto con Kmail da KDE di lin ux e
      non mai avuto nessun problema ... secondo me
      sei incappata in qualche bug di outluc...e la scritta errore del server dentro la posta in rete di libero l'hai mai vista???perche' non capita sempre e solo sulla stessa, anch'io ne ho varie
      • Anonimo scrive:
        Re: come far pagare un servizio non fornito
        mai... saranno problemi di connessione ke hai...
        • Anonimo scrive:
          Re: come far pagare un servizio non fornito
          - Scritto da: Anonimo
          mai... saranno problemi di connessione ke
          hai...mi connetto con inwind!
  • Anonimo scrive:
    Si ...Basta!!!
    Basta veramente con questo abuso di potere!Gli utenti pagano per avere la linea adsl e la possibilità di navigare!!!!! Fosse tutto gratis potrei anche capire, ma con il prezzo che si paga non mi sembra assolutamente giusto...
  • Anonimo scrive:
    sì sono stupidi
    Siccome non si può certo dire che attorno a chi prende certe decisioni manchi gente che sa benissimo certe cose e che se ne può rendere conto, se l'hanno fatto vuol dire che sono davvero stupidi, indipendentemente dal fatto se lo toglieranno a breve o no...Ovviamente, più rimarrà e più si dimostreranno stupidi...
  • AlphaC scrive:
    Re: possibile
    ok allora al momento di sottoscrivere il servizio fra le condizioni mi scrivi che c'è anche questo portale "obbligatorio". A quel punto io decido se è lecito o no comprare quel servizio.Così funziona secondo me, e nel caso ricomparisse quel portale sono pronto a disdire l'abbonamento, Stavo già pensando di passare all'ip fisso di tiscali, sarà la volta buona?
  • Anonimo scrive:
    pubblicità su 155
    avete notato che quando si fa il 155 ci si deve sorbire svariati minuti di pubblicità con tutte le offerte possibile e invece non si riesce quasi mai a parlare con gli operatori, solo se si è fortunati e arriva la musichina!!!!salvo poi perdersi nei molteplici livelli di numeri e servizi
  • Anonimo scrive:
    come far pagare un servizio non fornito
    forse questo non è lo spazio piu' adatto ma forse qualcuno più esperto sa spiegarmi come succede.Mi piacerebbe poter informare wind e libero, non vedo altri modi visto che al call center non li riguarda, che il loro server ha continuamente problemi infatti spesso e volentieri aprendo la posta in rete si segnala proprio un problema del server.Questo fa si che non si possa ovviamente accedere alla posta in rete e in piu' che scaricandola s ul proprio pc con outlook la macchina la ricarichi continuamente come se il server non la scaricasse mai finché alla fine il progrramma di posta si chiude anche in questo modo non si puo leggere la posta perché dopo un po outlook si impallaho provato a segnalare il problema attraverso il loro form ma parlando tra macchine non ci siamo intesi, una mail,che non ammetteva reply, mi informava che non avevavano capito e di ritornare a scrivere di cosa si trattava come in un girone infernale l' ho fatto molte volte ma senza successo non hanno mai piu rispostoalla fine esasperata un sabato pomeriggio ho fatto il numero a pagamento,401055*dedicato ai Clienti Wind e Infostrada, sia da telefono fisso (anteponendo il codice 1055 o 1088 a seconda dell'abbonamento) sia da cellulare WindTrovo vergonoso che per segnalare un loro problema si debba anche pagare, ho chiamato dal cellulare e un risponditore mi ha detto che gli operatori erano occupati di richiamare piu' tardi dopo di che mi sono trovata addebitato la chiamata 0, 7 ect ! Vergognosamente truffaldino, se si pensa ai grandi numeri!
  • Anonimo scrive:
    Re: possibile
    Io invece ritengo che debba essere l'utente a scegliere dove andare a cercare notizie o prodotti... non il provider ad obbligarlo nella sua scelta... c'è una sostanziale differenza... si chiama "libertà di scelta". Io ho ADSL con NGI... provider/società che nonostante non sia esente da problemi reputo mille volte più seria di Wind/Telecom/Tiscali e compagnia bella messe assieme... certo questo ha anche un prezzo che è ben superiore a quello di Alice... ma spero queste novità vi abbiano insegnato che la qualità e la serietà hanno un prezzo e dietro ad una ADSL "economica" si nasconde molti di più di quanto vi facciano credere.
  • Anonimo scrive:
    possibile
    reputo giusto che una società che ti offre un servizio possa sponsorizzare in questo modo il proprio sito da cui anche noi potremmo apprendere nuove informazioni magari anche per risparmiare o nuove soluzioni...se tu vuoi il servizio devi prendere anche ciò che c'è dentro di "negativo"
  • Anonimo scrive:
    Problemi coi DNS di alice
    Da un po' di giorni ho problemi con i dns di alice, non lo specifico problema che il primo nome viene risolto con l'indirizzo del portale. Sembra che quasi tutti i record DNS siano scaduti!! TTL=0. Che sta succedendo?PS: per la cronaca ora sto usando altri DNS server a alcuni dicono che questo basti per evitare di essere rediretto al portale di telecom...
  • Anonimo scrive:
    Re: è una piattaforma e-commerce per MP3 etc
    - Scritto da: Anonimo
    Il nuovo sistema utilizzato da telecom non è
    altro che una piattaforma e-commerce per
    vendere tra poco MP3, Video eventi live ed
    adebitarli direttamente sulla bolletta,
    probabilmente l'evoluzione dei Dialer.Finalmente uno che ragiona con la testa.Se non ve ne siete accorti (x)-virgilio sono mesi che vendevideogiochi online.
    • AlphaC scrive:
      Re: è una piattaforma e-commerce per MP3
      Io su virgilio non vado mai e quindi la cosa non mi disturba affatto, io solo non voglio che la loro piattaforma di ecommerce sia obbligatoriamente presente come mia "home-page". E' come la pubblicità in tv, io pago il canone rai quindi non dovrei vedere pubblicità, che storia è questa?? Se io pago l'adsl non voglio pubblicità, oppure mi venga data la scelta: adsl 20 euro + pubblicità=servizio tale, adsl 40 euro senza pubblicità=servizio tale.
  • Akiro scrive:
    Re: non è il vero problema

    navigo in continuazione e so cosa spendo e a
    conti fatti spendo meno di prima e la linea
    è libera. perchè quindi abuso se vado di
    più, ci sto molto di più e spendo meno o
    quanto meno uguale a prima che navigavo
    motlo meno ed ero molto più lento?spendi meno di prima!? prima allora se nn avevi un adsl (o isdn) rubavan di brutto...anke tanti anni fa c'eran i 486... però il prezzo che pagavi per allora per un computer medio ( di allora) è lo stesso (se non meno) che spendi adesso per un computer medio...a parità di prezzo, la tecnologia è migliorata, quindi in teoria dovrebbero sempre offrir qualkosa in più
    Quanto all'articolo, io non ho nessun
    indirizzamento forzato con alice. quando
    avvio il browser vado sempre sulla HP di
    Tiscali (predefinita)neank'io all'inizio l'avevo con Mozilla e Libero... forse andranno per settori... boh...cmq ad oggi l'ho ank'io.
  • Anonimo scrive:
    ottima idea
    La scelta strategica fatta da Wind e Telecom di reindirizzare i propri utenti su pagine interne zeppe di pubblicità è sinonimo di quanta poca considerazione hanno queste compagnie dei propri utenti, forse la brillante idea di manager-uncoli che più in là del proprio naso non sanno vedere e che ricorrono a tecniche di marketing al limite della legalità per obbligare i propri utenti a sorbirsi obbligatoriamente la pubblicità e quant'altro passi per le loro testoline, mette in evidenza le gravi lacune che le società italiane hanno.Sono sicuramente forti in ambito nazionale forse per il semplice fatto che nel ns paese grazie a leggi poco severe in materia di tutela del consumatore e più in particolare dell'utenza internet, si ricorre molto spesso ad espedienti tra i quali ad esempio a quello del reindirizzamento su siti interni in modo tale da avere pubblicità gratis, dialer, etc etc. in ambito internazionale le cose invece cambiano, queste aziende che forse abituate ad utilizzare piccoli espedienti, non hanno quel know-how che le permette di rivaleggiare con le grosse compagnie internazionali, le quali abituate forse a fare scelte più lungimiranti e sicuramente dotate, di manager più validi riescono ad autmentare sempre di più la loro presenza in ambito internazionale.Concludo dicendo che la scelta del reindirizzamento di tutti gli utenti su pagine interne per obbligarli a vedere pubblicità, non solo non è una valida operazione di marketing, bensi mostra chiaramente come molte compagnie siano a corto di idee.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: non è il vero problema
    La connettività costa; puoi scegliere di averla gratis, e allora la paghi in termini di pubblicità e puoi soffrire di qualche limitazione, o puoi sottoscrivere un servizio a pagamento dove pretendi che il fornitore porti solo i bit da un punto all'altro senza interferire.Quello che non è accettabile è che si paghi un servizio e questi signori si comportino come se ti stessero regalando qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: non è il vero problema
      Qui dove sono io (Cosenza) l'ADSL è arrivata per miracolo ma dove mi serve ancora non c'è la copertura e non so nemmeno quanto dovrò aspettare.... e intanto sto a pagare tanti soldi per stare con la benedetta 56k.... ma si può sapere a che punto sono con gli allacciamenti?!?!?!?! :@
  • Akiro scrive:
    Re: non è il vero problema
    ???
    Il vero abuso è rimanere bloccati col
    computer sequestrato perchè non avevo tempo,
    voglia, e ragione di registrarmi a un
    servizio che non ho mai chiesto e mai
    chiederò!qui si parla di reindirizzamenti... altro non so...mi sono "registrato" quando ho firmato il contratto, punto.
    In ogni caso forse tu la vuoi vedere da un
    punto di vista superficiale ma io sono stato
    abituato a vederne parecchie e, in teoria,
    nessuno ti garatisce che tu non avessi un
    trojan nel pc che ti indirizzava alla pagina
    (che poteva quindi essere solo
    apparentemente di alice), ti faceva scucire
    i tuoi preziosissimi dati, e li,
    soddisfatto, ti lasciava fianalmente libero.
    quanto meno, ed è solo un consiglio, non ti
    buttare in registrazioni a caso o cose del
    genere perchè un giorno potrebbero costarti
    care.trojan nel pc? alice che mi passa a libero?non capisco...trojan zero... è un reindirizzamento non a livello di pc ma a livello di provider... e nemmeno "tra" provider...
  • Anonimo scrive:
    Re: serietà?
    E qui ti do ragione.Se voglio vedermi le donne nude so bene dove trovarle, non ho certo bisogno di vedermele sbattute in faccia ogni volta che controllo la posta... molto ma molto triste.
  • napodano scrive:
    ripropongo
    cito me stesso, dahttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=409392tanto non è che la cosa sia cambiata tantissimo..io mi domando spesso una cosa:quando si fanno queste intelligenti operazioni di amrketing, c'è qualcuno che si domanda a livello di immagine la deliziosa idea cosa possa comportare?Prendo come esempio la wind, che di questi giorni sta sparando in TV la solita tettona che pubblicizza l'operazione "PlayWind", dicendo che ti regala il 100% di ricarica se la effettui entro il 1° agosto.Io dico "ah bene", e vado a vedere sul sito.Innanzitutto l'operazione PlayWind è tutt'altro: hanno proprio sbagliato il nome! Prima magra figura..Identificata la promozione, mi accorgo che ci sono, guarda caso, delle limitazioni che probabilmente erano scritte col solito carattere corpo 0.5:1] la promozione vale per le nuove attivazioni2] dopo aver attivato, devi ricaricare3] il bonus arriva ad un massimo di 30 euro4] sono sparite le ricariche da 30 euro: ora online o sul bancomat trovo solo quella da 25 (con 21 euro) o da 40, quindi o mi ricaricano 21 euro su 25, oppure 30 su 40..ma alla fine che me ne frega, visto che io la scheda wind ce l'ho già e non intendo comprarne un'altra?morale: 15 minuti persi ed una sensazione di essere stato perso in giro. Come sempre, viva il marketing.
  • Anonimo scrive:
    è una piattaforma e-commerce per MP3 etc
    Il nuovo sistema utilizzato da telecom non è altro che una piattaforma e-commerce per vendere tra poco MP3, Video eventi live ed adebitarli direttamente sulla bolletta, probabilmente l'evoluzione dei Dialer.
  • Anonimo scrive:
    Re: non è il vero problema
    Cosa non fanno i soldi......certo che poi assistiamo a certi abusi!!!Lo credo bene...."siamo" un popolo di venduti
    • Akiro scrive:
      Re: non è il vero problema
      mi dispiace ma non credo proprio che questo sia un abuso per cui valga la pena eprder tempo... il vero abuso è pagare 35? per un adsl 8°)
      • Anonimo scrive:
        Re: non è il vero problema
        Il vero abuso è rimanere bloccati col computer sequestrato perchè non avevo tempo, voglia, e ragione di registrarmi a un servizio che non ho mai chiesto e mai chiederò!Io decido del mio tempo e io decido cosa visitare, dove iscrivermi da quale pagina iniziare il mio viaggio virtuale, non privo, talvolta, di altri temporali senza bisogno di telecom.In ogni caso forse tu la vuoi vedere da un punto di vista superficiale ma io sono stato abituato a vederne parecchie e, in teoria, nessuno ti garatisce che tu non avessi un trojan nel pc che ti indirizzava alla pagina (che poteva quindi essere solo apparentemente di alice), ti faceva scucire i tuoi preziosissimi dati, e li, soddisfatto, ti lasciava fianalmente libero.quanto meno, ed è solo un consiglio, non ti buttare in registrazioni a caso o cose del genere perchè un giorno potrebbero costarti care.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è il vero problema
        - Scritto da: Akiro
        mi dispiace ma non credo proprio che questo
        sia un abuso per cui valga la pena eprder
        tempo... il vero abuso è pagare 35? per un
        adsl 8°)sono allibito, sebbene mi pesi pagare 35 euro, anzi 39 visto che ho il modem in affitto, tutti i mesi, grazie ad alice navigo in continuazione e so cosa spendo e a conti fatti spendo meno di prima e la linea è libera. perchè quindi abuso se vado di più, ci sto molto di più e spendo meno o quanto meno uguale a prima che navigavo motlo meno ed ero molto più lento?Quanto all'articolo, io non ho nessun indirizzamento forzato con alice. quando avvio il browser vado sempre sulla HP di Tiscali (predefinita)
      • Anonimo scrive:
        Re: non è il vero problema
        - Scritto da: Akiro
        mi dispiace ma non credo proprio che questo
        sia un abuso per cui valga la pena eprder
        tempo... il vero abuso è pagare 35? per un
        adsl 8°)e hai pure il coraggio di lamentarti ?chi NON ha ancora adsl (e son passati + o - 4 anni) che deve dire ?..... ah se facessero pagare 50? a quelli che si lamentano come te e investissero aggiornando piu centrali.
        • AlphaC scrive:
          Re: Solito fango ingiustificato su Win..
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Akiro

          mi dispiace ma non credo proprio che
          questo

          sia un abuso per cui valga la pena eprder

          tempo... il vero abuso è pagare 35? per un

          adsl 8°)

          e hai pure il coraggio di lamentarti ?
          chi NON ha ancora adsl (e son passati + o -
          4 anni) che deve dire ?
          ..... ah se facessero pagare 50? a quelli
          che si lamentano come te e investissero
          aggiornando piu centrali.Il fatto è che in Italia l'adsl è cara, con 45 euro in francia prendi modem usb + 512k + traffico senza limiti di tempo! con 30 128k + modem usb + traffico illimitatato.
          • AlphaC scrive:
            Re: non è il vero problema
            scusate per il subject il mio browser si è autocompletato il titolo da solo...
        • Akiro scrive:
          Re: non è il vero problema

          e hai pure il coraggio di lamentarti ?ovvio.
          chi NON ha ancora adsl (e son passati + o -
          4 anni) che deve dire ?si 8 lustri son passati... da me c'è da appena un anno che ti credi?
          ..... ah se facessero pagare 50? a quelli
          che si lamentano come te e investissero
          aggiornando piu centrali.e se mia nonna nasceva con le palle era mio nonno
  • Akiro scrive:
    non è il vero problema
    io sono disposto a tollerare l'auto indirizzamento della prima pagina... quello che non sopporto è il prezzo 8)tanto una pagina caricata in più o in meno non mi cambia la vita con un adsl, neanke la guardo!vorrei un adsl meno cara, tutto qui.byez
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo proprio sicuri?...
    Con me siamo a due+ la propaganda negatica che porterò insieme alla mia disdetta!!al costo di tornare al 56 K
  • AlphaC scrive:
    Re: Siamo proprio sicuri?...
    - Scritto da: usseldridge
    Hai perfettamente ragione.
    Forse chi ha scritto l'articolo ha espresso
    i suoi desideri, ma la realta' e' diversa.
    Dubito fortemete, finche' non ci sara' una
    reale concorrenza nelle telecomunicazioni,
    che telecom perda un solo cliente per questa
    storia. Se mi rimettono su quel servizio un cliente lo perdono di sicuro...
  • Pibo scrive:
    Voglia di Marketing
    Si tratta a mio avviso di una grossa e massiccia operazione di marketing intesa come "Complesso delle attività volte ad approfondire la conoscenza del mercato potenziale di un prodotto e a organizzare la vendita nel modo migliore." Da una definizione di marketing presa su un sito internet.E' la cosa più geniale di questo mondo. Far parlare di sè, creare un po' di bagarre, far conoscere il prodotto. L'importante, alla fine, sono i risultati di vendita.
  • Anonimo scrive:
    serietà?
    Più che l'indirizzamento indicato da Mantellini quello che più mi dà l'idea della scarsa serietà dei portali italiani sono i contenuti stessi dei portali. Per un periodo non ho potuto usare client di posta elettronica e sono stato costretto a controllare la posta via portale: UN'INDECENZA. Quintali di banner ammiccanti pseudo-pornografici, con scritte tipo "completa il puzzle" o "metti a fuoco l'immagine" con sotto donnine nude che poi rimandavano a siti con dialer...ma vi pare??? Portali di società che gestiscono capitali di miliardi di euro, con milioni di utenti, che dovrebbero guidare lo sviluppo delle telecomunicazioni etc etc, ridotte a pubblicizzare dialer con donnine nude??? ma dove siamo? nel sesto mondo? Newsletter "piccanti" con contenuti che in confronto "Novella 2000" sembra il "sole 24 ore".... Tra l'altro avevo letto qualche tempo fa che la versione italiana di un celeberrimo portale globale aveva tali banner mentre le altre "nazionalizzazioni" di tale portale non le avevano.Da molti anni yahoo.com è la home page dei miei browser, eppure non ho mai visto pubblicità fastidiose come quelle dei portali italiani. Come mai?Ritornando all'argomento di Mantellini, vorrei far notare che io, in quanto utente di LiberoAdsl, non ho mai ricevuto quella fantomatica email che mi avrebbe dovuto avvertire della modifica contrattuale che permetterebbe loro di indirizzarmi nei siti in base al loro volere. (c'era scritto nell'articolo originale di PI sull'argomento) Per fortuna che a) uso un router e quindi è rara la prima connessione "captive"b) ho trovato un modo molto semplice per evitare di essere un "captive"PS per i super-manager dei portaloni: se i vostri portali contenessero materiale interessante ne guadagnereste in visitatori e in serietà
  • Anonimo scrive:
    Re: Idee molto distanti
    - Scritto da: Tony Sarnano
    Scrive M. Mantellini nell'articolo:

    "Non so come è ma io sono quasi certo
    che, parlandone, io e Mister X scopriremmo
    di avere idee su cosa sia Internet, molto ma
    molto distanti."

    Si? Può darsi, ma può darsi anche il
    contrario.
    Quel povero tapino del signor X magari si è
    semplicemente turato il naso e adeguato alle
    logiche aziendali e ha dato una risposta
    tecnica a ciò che il management richiedeva.Credo che il Mister X dell'articolo debba essere visto come l'ideatore dello scherzetto, non l'implementatore.In altre parole, "il mandante" e non "l'esecutore".
  • Tony Sarnano scrive:
    Idee molto distanti
    Scrive M. Mantellini nell'articolo: "Non so come è ma io sono quasi certo che, parlandone, io e Mister X scopriremmo di avere idee su cosa sia Internet, molto ma molto distanti." Si? Può darsi, ma può darsi anche il contrario.Quel povero tapino del signor X magari si è semplicemente turato il naso e adeguato alle logiche aziendali e ha dato una risposta tecnica a ciò che il management richiedeva.Che poi questa risposta sia di una volgarità intollerabile è un altro discorso, e magari quel povero tapino in cuor suo ne era cosciente, prima di straccarsi le vesti borghesi e rassicuranti per trasformarsi nel perfido Mister X al soldo delle telco.Quanti di voi non si sono mai turati il naso e adeguati di malavoglia a trovare soluzioni per mera logica aziendale, senza alcuna intima adesione? Penso molti, moltissimi, perchè in linea di massima è la triste regola. Chi riesce a starne fuori o è un privilegiato, o è senza uno straccio di lavoro.:-(Ricordate Pier Paolo Pasolini dopo la battaglia di Valle Giulia, quando diceva di sentirsi dalla parte dei poliziotti? Non era certo un'apologia della repressione e dei manganelli dei celerini.Ma forse mi sbaglio, e Mister X è veramente un uomo perfido e senza cuore, dai canini acuminati.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo proprio sicuri?...
    - Scritto da: usseldridge
    Hai perfettamente ragione.
    Forse chi ha scritto l'articolo ha espresso
    i suoi desideri, ma la realta' e' diversa.
    Dubito fortemete, finche' non ci sara' una
    reale concorrenza nelle telecomunicazioni,
    che telecom perda un solo cliente per questa
    storia.
    salutiMagari non riceveranno una valanga di disdette immediatamente, ma penso che molti (tra i quali il sottoscritto) ci penseranno bene prima di rinnovare l'abbonamento e/o consigliarlo agli altri.
  • Anonimo scrive:
    il lungo periodo
    più mi guardo attorno e più mi sembra che al lungo periodo non guardi più nessuno.Ci sono veloci cambi al vertice, gente a cui dare la colpa che non c'è più. Questo succede a strapagare i dirigenti e poi a farli fuori se hanno sbagliato.Quando uno deve continuare a viverci, in una azienda, si organizza. Se diventa IMPOSSIBILE guadagnare troppo, di grosse stronzate, non ne fa. Perchè venire licenziati senza una buona uscita ENORME non gli converrebbe ... e quindi conviene presentarsi in un nuovo posto con grandi succesi, non con grose stronzate.Invece questi signori dalle grosse ... idee ... immediate, anche se sbagliano, non pagano mai in prima persona.Anzi, vengono pagati, e anche molto.
  • Anonimo scrive:
    ma e' ovvio
    entrambi hanno visto la pubblicita' degli mms con quei due ragazzotti in discoteca e gli si e' contaminato il cervello proprio come avevo detto tanto tempo fa
  • Zizio scrive:
    Ma siamo sicuri..?
    Leggo sempre con molto interesse gli articoli di Mantellini e visito spesso il suo blog.Anche stavolta mi sento di sottoscrivere (quasi) completamente ciò che ha rappresentato e censurato.L'unica cosa di cui io non sono sicuro è se davvero non esista una platea di utenti che invece gradiscono o quanto meno non notano neanche che il loro provider li indirizzi forzatamente ad una pagina del loro browser.In altre parole: io non ho una grande opinione del livello medio di consapevolezza ed intelligenza di molti dei nostri connazionali....e le riprove, ahinoi, le leggiamo quasi quotidianamente sulla stampa...Siamo il paese che ha probabilmente la peggiore TV dell'occidente, che è più arretrato in termini di diffusione e conoscenza dei mezzi di comunicazione digitale, il paese dove le "Wanne Marchi" sguazzano o comunque quando sono arrestate hanno già messo da parte un grozzoletto miliardoso...Magari il Signor X di Libero e Alice ha messo in conto tutto ciò...al 25% degli utenti il preindirizzamento darà fastidio, il 10% si lamenterà, ma comunque centinaia di migliaia di passaggi giornalieri sul portale saranno garantiti...e qualcuno comprerà qualcosa e gli spazi pubblicitari potranno cmq essere rivenduti a prezzi convenienti...Cmq grazie per lo spunto, l'analisi e la meditazione.ZizioLecce
  • Anonimo scrive:
    Siamo proprio sicuri?...
    Non sarebbe certo la prima volta che le società di telecomunicazioni impongono scelte ai propri utenti... Telecom attiva servizi in "promozione" senza che nessuno l'abbia chiesto, i gestori di telefonia mobile ci mandano sms di cui probabilmente non ci frega una fava, i provider ci iscrivono d'ufficio alla loro insulta newsletter...E cosa fanno gli utenti? Protestano, si lamentano, poi si abituano o si rassegnano e tutto finisce lì.Perchè questa volta dovrebbe essere diverso?Simbul
    • usseldridge scrive:
      Re: Siamo proprio sicuri?...
      Hai perfettamente ragione.Forse chi ha scritto l'articolo ha espresso i suoi desideri, ma la realta' e' diversa. Dubito fortemete, finche' non ci sara' una reale concorrenza nelle telecomunicazioni, che telecom perda un solo cliente per questa storia. saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo proprio sicuri?...
      Purtroppo questa è la triste realtà di questo triste Paese. Non essendoci un'organizzazione garante dei diritti dei consumatori abbastanza forte (tutti sappiamo bene che l'authority è manipolata da Telecom stessa) alla fine si combatte contro i mulini a vento. Indubbiamente gli utenti dotati di un pizzico di cervello intuiranno la fregatura che sta dietro alle scelte di Wind e Telecom (scommetto presto anche Tiscali, Aruba & C.) ed in presenza di alternative plausibili non esiteranno a passare alla concorrenza. Ma... facciamo 2 conti. Quanti fra gli utenti italiani sanno che esistono altri provider oltre i soliti "Wind, Tiscali, Telecom" e sopratutto quanti di loro sanno distinguere quelli "seri" da quelli che si dimostrano una fregatura ? A tal proposito quanti sanno documentarsi correttamente sui newsgroup ed in rete magari facendo anche dei propri test di performance sulle reti di questi provider ? Quanti saprebbero configurare la propria ADSL senza usare il CD autoinstallante che solo i provider più grossi ti regalano praticamente in ogni negozio ? Pochi... credo molto pochi. Ecco perché il calo di utenti per Wind e Telecom sarà del tutto irrisorio se confrontato al guadagno pubblicitario fra banner e offerte presenti sui rispettivi portali ai quali ciascun utente verrà forzatamente rediretto.
Chiudi i commenti