NVIDIA presenta Studio per i creatori di contenuti

Presentata al Computex 2019 la piattaforma NVIDIA Studio: basata su tecnologia RTX, porterà i partner a lanciare laptop per i creatori di contenuti.

Anche NVIDIA tra le aziende che hanno presentato le loro novità in apertura del Computex 2019, evento in corso a Taipei. Oltre ad aver confermato l’arrivo di portatili con GPU della serie RTX, il chipmaker ha svelato la piattaforma NVIDIA Studio che, a partire dal mese prossimo, accompagnerà sul mercato i primi 17 laptop ottimizzati per i creatori di contenuti, con prezzi da 1.599 dollari.

NVIDIA Studio

L’obiettivo è quello di andare a competere in un segmento dove a fare la voce grossa oggi è la linea MacBook Pro di Apple (con performance dichiarate fino a sette volte superiori), stuzzicando l’appetito di filmmaker, video editor, grafici e fotografi. Tra i partner OEM che hanno scelto di aderire all’iniziativa figurano nomi del calibro di Acer, ASUS, Dell, Gigabyte, HP, MSI e Razer. Sotto la scocca si nasconderanno GPU come Quadro RTX 5000, Quadro RTX 4000, Quadro RTX 3000, GeForce RTX 2080, GeForce RTX 2070 e GeForce RTX 2060.

NVIDIA Studio

I modelli più avanzati disporranno della già citata scheda video Quadro RTX 5000 e di 16 GB di memoria video dedicata per gestire con disinvoltura anche le operazioni di rendering più pesanti. Previsti inoltre modelli con display 4K e supporto alla modalità HDR. Il resto del comparto hardware includerà processori Intel Core i7, almeno 16 GB di RAM e SSD con capacità da 512 GB o più per lo storage. Dal punto di vista del design, i dispositivi beneficeranno della tecnologia Max-Q di NVIDIA così da ottenere chassis sottili e un peso complessivo contenuto.

Lato software si segnala la dotazione del sistema CUDA-X AI che sfruttando algoritmi di intelligenza artificiale è in grado di automatizzare operazioni come il ridimensionamento delle immagini, la regolazione delle palette cromatiche o la gestione dei tag in fase di editing dei contenuti multimediali. Nel corso della presentazione sono state mostrate demo con programmi e strumenti di Adobe, Autodesk, Avid, Blackmagic Design, Epic, Maxon e Unity.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Piego Angela scrive:
    Il tutto al semplice pubblico. Perchè la vedo dura che dei "pro" del settore si "attacchino" ad uno "scaldapizzette" da ben 10mila paperdollari da "portarsi in giro". Certo. Lavori da fantastiliardi di spiccioli, tutti in un solo computer, che poi ti porti in giro col rischio che: cada, si rompa, te lo rubino, che piglia fuoco. Insomma, potevano chiamarlo "Youtuber platform machine factory" che facevano prima!
Fonte: NVIDIA
Chiudi i commenti