Oahu, Microsoft Surface per tutti

Molto più economico e leggero del primo Surface, la nuova interazione fatta tavola potrebbe guadagnare il centro della vita familiare. In rete l'hype va montando ma Microsoft dice e nasconde
Molto più economico e leggero del primo Surface, la nuova interazione fatta tavola potrebbe guadagnare il centro della vita familiare. In rete l'hype va montando ma Microsoft dice e nasconde

Surface per tutti, ma proprio tutti: visto l’enorme interesse scatenato dal dispositivo touch screen di Microsoft, l’azienda di Redmond ha deciso di sondare il terreno per capire se un dispositivo simile a livello consumer potrebbe tramutarsi in realtà. Nasce così Oahu, variazione di Surface che potrà presto essere nelle case di molti, ad un prezzo che in molti hanno dichiarato essere abbordabile.

una bozza del device Chiamato con lo strategico nome di un isola hawaiana il cui significato si traduce come “il punto di raccolta”, Oahu mira ad essere un vero e proprio fulcro della vita familiare: si tratta di uno schermo piatto multi-touch screen fruibile anche da 4 persone per volta, simile per molti aspetti al tavolo interattivo che fece parlare di sé nel film The Island . Niente mouse, niente tastiera: gli oggetti si spostano con le dita e se si vuole scrivere qualcosa il dispositivo consente di ricorrere ad una tastiera virtuale. Può funzionare in combinazione con altri strumenti digitali quali lettori mp3 e videocamere, scambiando dati e informazioni. Oahu non è portatile, ma può essere posizionato ovunque in casa: Microsoft sembra volerlo integrare in due soluzioni d’arredo, una simile ad un tavolo, l’altra incastonata come un pianale da lavoro.

Il dispositivo sarebbe votato al multitasking, risultando utile in ruoli molto diversi tra loro. Stando a quanto dichiarato da Microsoft, Oahu può essere utilizzato come promemoria familiare, un punto di riferimento per l’organizzazione familiare dove annotare messaggi, condividere i diversi calendari dei vari membri della famiglia, pagare le bollette. Oahu potrebbe essere utile anche come aiuto per i compiti o come controllo universale per la casa, gestendo altri dispositivi come la TV, lo stereo o il riscaldamento.

Sulla carta le applicazioni sono infinite: in particolare Microsoft sogna di costruire un device che rappresenti il punto nevralgico della vita quotidiana di un’intera famiglia, un dispositivo in grado di adattarsi alle esigenze di qualsiasi utente e di molte più tasche rispetto al fratello maggiore Surface: il costo proposto da Microsoft si aggira sui 1500 dollari, una cifra irrisoria se paragonata ai 5-10mila dollari di prezzo di Surface. Una costo abbordabile, stando a quanto hanno dichiarato numerosi utenti che hanno commentato la notizia sui vari siti : in molti si sono detti pronti a spendere quella cifra pur di avere il gioiellino in casa. Nonostante l’interesse, non è ancora dato sapere se e quando si farà.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 10 2008
Link copiato negli appunti