OCSE, lo sviluppo passa per telefonini e Internet

L'apertura del mercato delle TLC può far accelerare lo sviluppo e la crescita dei Paesi emergenti

Roma – Sono i mercati emergenti a trainare il mercato globale delle telecomunicazioni. Che a sua volta sarà il volano dello sviluppo mondiale. È quanto sostiene l’ OCSE nel rapporto sugli effetti dell’accesso alle TLC nel Terzo Mondo, che lancia una previsione: tra gli utenti Internet stanno per arrivare un miliardo di persone che oggi vivono con un euro o poco più al giorno.

Non è un mistero né una novità che l’industria della telefonia mobile – produttori e operatori – guarda da anni con molta attenzione ai paesi in via di sviluppo, che costituiscono un potenziale bacino di utenza da acquisire: Africa, Asia e alcune aree dell’America Latina non sono certo come i mercati occidentali, ormai maturi e saturi sia in materia di telefonia che di connettività.

Ovviamente non è possibile presentarsi a questi utenti con smartphone sofisticati: meglio telefonini low-cost che consentano, da un lato, di penetrare in un tessuto sociale dalle disponibilità economiche non certo elevate e, dall’altro, di “alfabetizzare” le popolazioni in materia di telefonia, per creare le fondamenta di un mercato tutto da costruire.

Non mancano fattori che ostacolano la penetrazione in questi mercati “vergini”, fra cui spicca la sopravvivenza di monopoli in gran parte dei paesi emergenti: un elemento negativo anche per lo sviluppo economico. Un esempio positivo di crescita derivante dall’apertura del mercato è invece costituito dallo Sri Lanka, dove la liberalizzazione ha portato come conseguenza un aumento degli utenti ma anche del PIL.

“La via più breve per uscire dalla povertà è il telefonino mobile”, commenta l’economista bengalese Muhammad Yunus , conosciuto come “il banchiere dei poveri” e Premio Nobel per la pace.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nessuno v. Chuck Norris scrive:
    Coincidenze...
    Che qualcuno abbia preso alla lettera le varie invenzioni letterarie fatte in questi ultimi anni?Adesso in mente mi viene "Pioggia Nera su Tokyo" di Eisler Barry, dove John Rain riceve l'incarico di eliminare Yasuhito kawamura, un corrotto funzionario governativo: lo segue in metropolitana e grazie a un sofisticato sistema elettronico gli provoca un arresto cardiaco e la morte....Mah...
    • 1872bi425509 scrive:
      Re: Coincidenze...
      Forse dovresti informarti meglio, ha scritto bene Teo:Il cracking non é poi così facile in quanto il programmatore si appoggia direttamente sulla cute dellìimpiantato.Per cui sarebbe più semplice, per emulare l'episodio di "Pioggia Nera su Tokyo", usare una scarica elettrica tipo Taser.
    • Rodney McKay scrive:
      Re: Coincidenze...
      - Scritto da: Nessuno v. Chuck Norris
      Che qualcuno abbia preso alla lettera le varie
      invenzioni letterarie fatte in questi ultimi
      anni?

      Adesso in mente mi viene "Pioggia Nera su Tokyo"
      di Eisler Barry, dove John Rain riceve l'incarico
      di eliminare Yasuhito kawamura, un corrotto
      funzionario governativo: lo segue in
      metropolitana e grazie a un sofisticato sistema
      elettronico gli provoca un arresto cardiaco e la
      morte....

      Mah...a sti punti meglio un calcio rotante(scusa non ho resistito)
      • matal1 scrive:
        Re: Coincidenze...
        alla chuck...- Scritto da: Rodney McKay
        - Scritto da: Nessuno v. Chuck Norris

        Che qualcuno abbia preso alla lettera le varie

        invenzioni letterarie fatte in questi ultimi

        anni?



        Adesso in mente mi viene "Pioggia Nera su Tokyo"

        di Eisler Barry, dove John Rain riceve
        l'incarico

        di eliminare Yasuhito kawamura, un corrotto

        funzionario governativo: lo segue in

        metropolitana e grazie a un sofisticato sistema

        elettronico gli provoca un arresto cardiaco e la

        morte....



        Mah...

        a sti punti meglio un calcio rotante


        (scusa non ho resistito)
  • antonio scrive:
    Defibrillatore o Pacemaker
    Non vorrei fare il saputello, ma il defibrillatore è un'altra cosa rispetto al pacemaker:http://science.slashdot.org/science/08/03/12/1232206.shtmlA tradurre male si fa brutta figura, e avete pure scritto male Defibrillatore!
    • Teo scrive:
      Re: Defibrillatore o Pacemaker
      Gli ICD vengono programmati e interrogari attraverso un travettitore che viene posto esattamente sopra l'ICD a contatto con la cute... percui sembra veramente improbalie il cracking.
      • Rodney McKay scrive:
        Re: Defibrillatore o Pacemaker
        - Scritto da: Teo
        Gli ICD vengono programmati e interrogari
        attraverso un travettitore che viene posto
        esattamente sopra l'ICD a contatto con la cute...
        percui sembra veramente improbalie il
        cracking.a me par di capire che si tratta di sniffing dei dati trasmessi dal ricevitore alla stazione base.e li se i dati non sono cifati puoi farci poco
    • mirko scrive:
      Re: Defibrillatore o Pacemaker
      non vorrei fare il saputello neanche io,ma l'articolo che citi parla (oltre che di pacemaker) proprio di defibrillatori:"[...] that over 250,000 implantable cardiac defibrillators are installed in patients each year".poi, è vero che sono cose diverse, ma esiste anche un dispositivo ibrido, l'autodefibrillatore o defibrillatore impiantabile che, oltre eventualmente a svolgere la funzione di pacemaker (segnare il passo del ritmo cardiaco con impulsi elettrici) sono in grado di correggere aritmie o disturbi cardiaci tramite elettrodi direttamente in loco (senza aspettare ambulanza...).e credo che solo questi ultimi siano in grado di trasmettere all'esterno l'andamento cardiaco, svolgendo la funzione di ecg necessaria alla correzione.ciao
  • Arcidiavolo scrive:
    Titolo da correggere
    "Defibrillatori"
Chiudi i commenti